Indice del forum

Poteri occulti

Sito per discutere di misteri italiani, massonerie, mafie, e altro.

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Il mistero dell'avvocata trovata senza testa
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> delitti recenti
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
peppermint

Appassionato
Appassionato


Iscritti



Registrato: 04/09/13 11:10
Messaggi: 272
peppermint is offline 






italy
MessaggioInviato: Sab Ago 02 2014, 14:09:10    Oggetto:  Il mistero dell'avvocata trovata senza testa
Descrizione:
Rispondi citando

Il mistero dell’avvocata
trovata senza testa nel bosco
Per la polizia è un incidente. I colleghi: «L’Hanno uccisa»




Una tibia fratturata e nessun'altra ferita. Niente fori di proiettili, né coltellate che abbiano lasciato tracce fino alle ossa. Dall'autopsia non è emersa alcuna lesione mortale. Il corpo dell'avvocata Cosima Corinne Schütterle è rimasto all'aperto venti giorni e venti notti, ridotto a uno scheletro, in balia di falchi e volpi di montagna. Quando, la scorsa settimana, un pastore ha notato il cadavere in un bosco, lontano dai sentieri battuti dai turisti, mancava la testa. La scatola cranica è stata trovata solo l'altro ieri, a un chilometro e mezzo di distanza. Accanto al corpo c'era invece la mandibola grazie alla quale è stata identificata.



L'avvocata Schütterle aveva 47 anni, era nata a Baden Baden in Germania, dove ancora vive la madre anziana. Nazionalità tedesca, da 15 anni viveva a Milano. Lavorava come avvocato tributarista nel prestigioso «Studio Sutti» di via Monte Napoleone. Era scomparsa l'11 giugno scorso dall'Hotel Edelweiss di via Nazionale a Resia di Curon Venosta, in provincia di Bolzano. Quattro giorni prima di sparire aveva troncato una relazione e una convivenza durata sette anni con Maurizio L., che a Milano lavora come tassista. Dovevano sposarsi, ad aprile c'erano state le pubblicazioni di matrimonio. Poi tutto era saltato. All'improvviso. Per la polizia svizzera che si occupa dell'inchiesta la donna sarebbe morta di stenti dopo essersi fratturata la gamba in una caduta. Ma gli amici e i colleghi chiedono indagini più approfondite. Il timore è che Corinne Schütterle sia stata uccisa. Ma da chi? «Abbiamo passato in rassegna i clienti, le persone che potevano avere rapporti con lei, ma non c'è mai stato nessun problema - racconta l'avvocato Stefano Sutti -. Chiediamo che venga eseguita una nuova autopsia con un consulente di parte, ci sono troppe anomalie. Siamo sconvolti».

E di misteri in questa storia che ne sono davvero parecchi. A partire dal ritrovamento del cadavere. Il corpo non è stato rinvenuto in un crepaccio né in una scarpata, ma in un'area boschiva a 2.500 metri d'altezza. L'assenza della scatola cranica dal resto dello scheletro, secondo gli inquirenti elvetici, potrebbe essere spiegata col fatto che nella zona vivono volpi e rapaci che avrebbero fatto scempio dei resti. Si tratta di un'area impervia lungo una parete del Bernina, tanto isolata da spiegare l'eventualità che la donna possa essere effettivamente caduta e rimasta senza soccorso. Non è chiaro però perché l'avvocata si trovasse in una zona tanto distante dall'auto. La Toyota è stata trovata in un parcheggio, chiusa, a circa tre ore di cammino.
Ma per capire cosa sia potuto accadere in quel bosco bisogna fare un passo indietro, alle 23.30 dell'11 giugno scorso. È a quell'ora che Corinne Schütterle arriva in auto in via Nazionale a Resia. La donna entra nell'Hotel Edelweiss e chiede una stanza. Non aveva prenotato. «Ha detto che doveva rientrare a Milano, ma era stanca e aveva davanti ancora molta strada», raccontano i proprietari. La 47enne si presenta nella reception insieme con i due cagnolini, Penny e Amadeus, entrambi Highland white terrier . Chiede una stanza, le viene assegnata la numero 7. «Aveva molte valigie, perfino troppe per chi deve fermarsi solo una notte».

Al mattino però la donna non si presenta alla colazione. Marito e moglie si insospettiscono, grazie al documento e al web risalgono allo studio legale di Milano e cercano di contattare i colleghi. Poi entrano in stanza e trovano le valigie, i documenti, l'Ipad e due cellulari. Misteriosamente dai telefoni mancano le sim: saranno trovate nei vestiti della vittima. Gli albergatori aspettano la sera, poi chiamano i carabinieri. La mattina del 13 giugno viene formalizzata la denuncia. Nel pomeriggio dello stesso giorno all'hotel arriva la chiamata dell'ex compagno che si presenta come «il fidanzato». Chiede se possono essere gli stessi albergatori a presentare la denuncia di scomparsa. «Ho detto che avevamo già fatto tutto con i carabinieri, poi non l'abbiamo mai più sentito. Sembrava come disinteressato», dicono i titolari dell'Edelweiss. L'uomo aveva detto solo poche parole e chiuso la comunicazione in modo brusco: «Quella è pazza». I carabinieri della compagnia di Silandro (Bolzano) sequestrano le valigie e i telefoni, pensano ad un allontanamento volontario.
Soprattutto sulla base di una email spedita all'avvocato Sutti poco prima di scomparire: «È stato bellissimo lavorare con te, grazie di tutto ma non posso più tornare in Italia». L'avvocata avrebbe dovuto raggiungere Berlino per gli ultimi preparativi di un convegno con le Agenzie delle entrate italiane e tedesche. «Aveva detto che preferiva andare in auto, con i cagnolini, che avrebbe fatto un giorno di vacanza in Alto Adige».

Nessuno si spiega perché abbia raggiunto il Bernina che dista più di cento chilometri da Curon Venosta. Gli inquirenti svizzeri hanno escluso il suicidio: nessuno si uccide fratturandosi una gamba. L'ultimo mistero è legato ai due cani dell'avvocatessa.
La piccola Penny è stata ritrovata immobile vicino alla Toyota parcheggiata ai piedi del Bernina da una signora svizzera che da allora se ne sta prendendo cura. Amadeus, invece, è scomparso nel nulla. Non è stato trovato neppure il cadavere.
1 agosto 2014 | 21:31

http://www.corriere.it/cronache/14_agosto_01/svizzera-trovato-cadavere-senza-testa-un-avvocatessa-tedesca-5dbf3d8c-19b0-11e4-91b2-1fd8845305fa.shtml

....


Sul Bernina un cadavere senza testa
Ritrovato in stato di decomposizione il corpo di una donna scomparsa in Alto Adige lo scorso giugno


COIRA - Il suo cadavere è stato ritrovato in stato di decomposizione e senza la testa in fondo a un crepaccio tra i monti del Bernina. Con ogni probabilità si tratta del corpo di una 47.enne avvocatessa di origine tedesca, ma da anni residente a Milano. La donna in questione era misteriosamente scomparsa l'11 giugno scorso, mentre si trovava in vacanza in Alta Val Venosta, in Alto Adige. A dare la notizia - come riferisce il Corriere della Sera - è stata la stessa polizia retica che ha avvisato i carabinieri di Silandro che, dopo la scomparsa denunciata dal proprietario dell'albergo di Curon in cui alloggiava la 47.enne, avevano avviato le operazioni di ricerca. Accanto alla salma è stato rinvenuto senza vita anche uno dei suoi cani, coi quali aveva lasciato l'hotel per poi non fare più ritorno.
2.08.2014 - 11:03
Red. Online

http://www.cdt.ch/svizzera/cronaca/112131/sul-bernina-un-cadavere-senza-testa.html
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Sab Ago 02 2014, 14:09:10    Oggetto: Adv





Torna in cima
una_pulce

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 29
Registrato: 17/05/13 14:16
Messaggi: 16
una_pulce is offline 


Impiego: fisioterapista



italy
MessaggioInviato: Dom Ago 03 2014, 10:31:08    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Non si capisce...è stato trovato o no in fondo a un crepaccio sto corpo???
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
peppermint

Appassionato
Appassionato


Iscritti



Registrato: 04/09/13 11:10
Messaggi: 272
peppermint is offline 






italy
MessaggioInviato: Dom Ago 03 2014, 11:22:41    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

La certezza dell’identificazione arriverà solo tra qualche giorno, quando l’esame del Dna darà un nome e cognome al cadavere di donna ritrovato in fondo a un crepaccio tra i monti del Bernina. Intanto i primi accertamenti confermerebbero che il corpo, in avanzato stato di decomposizione e senza testa, sarebbe quello dell’avvocato Cosima Corinne Schütterle, 47 anni di origini tedesche ma milanese di adozione. La donna era scomparsa nel nulla lo scorso 11 giugno durante una vacanza a Curon, in Val Venosta in Alto Adige.

Un giallo iniziato nella camera dell’hotel Edelweiss da dove, assieme ai due suoi cani, Corinne si era allontanata con l’auto, una Toyota Auris, lasciando in stanza tutti i suoi effetti personali (portafogli e cellulare compresi).

A confermare il ritrovamento è stata al polizia svizzera informando per primi i carabinieri di Silandro, che da settimane avevano avviato le ricerche della donna scomparsa improvvisamente nel nulla. Tra l’altro accanto al cadavere della donna sarebbe stato trovato anche quello di uno dei cani (un West Highland White Terrier), mentre un altro cucciolo era stato recuparato nella zona della scomparsa poche ore dopo l’allarme lanciato dai proprietari dell’albergo. Particolari che peserebbero non poco nelle ipotesi investigative dei carabinieri. Il cadavere sarebbe stato rinvenuto lo scorso 25 luglio sul fondo di un crepaccio di una zona silvana dei monti del Bernina, in Svizzera. Per ora, però, la polizia cantonale retica non confermerebbe il particolare della testa mozzata, che potrebbe essere stata “preda” di qualche animale selvatico. Solo l’eventuale autopsia, quindi, potrà fugare ogni dubbio e dipanare il mistero intorno alla morte dell’avvocato.

Corinne Schütterle lavorava presso uno studio legale specializzato in diritto internazionale a Milano. A quanto pare aveva deciso di prendersi una pausa dalla vita caotica della metropoli lombarda avvisando l’anziana madre, che vive in Germania, che avrebbe fatto una breve vacanza in montagna. Tutto regolare fino all’11 giugno. Poi il silenzio che per gli investigatori potrebbe significare “incidente” o anche “delitto”.
Nessuna pista è stata ancora esclusa e solo i risultati autoptici potranno confermare o smentire ogni ipotesi sul giallo del Bernina.

http://www.liberoquotidiano.it/news/11666104/Il-mistero-dell-avvocatessa-trovata-decapitata.html
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> delitti recenti Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Poteri occulti topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008