Indice del forum

Poteri occulti

Sito per discutere di misteri italiani, massonerie, mafie, e altro.

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

PSICOFARMACI E EFFETTI SULLA SOCIETA' ODIERNA....
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Esoterismo
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Anonymous
















MessaggioInviato: Mar Mag 22 2012, 12:25:18    Oggetto:  PSICOFARMACI E EFFETTI SULLA SOCIETA' ODIERNA....
Descrizione:
Rispondi citando

Parliamo di cose serie.....che effetti hanno gli psicofarmaci sulla nostra società?Perchè gli psichiatri ne diffondono l'uso frequentemente?Mi chiedo,la sensibilità intesa come virtù e non come difetto o la bontà d'animo,vengono spesso confuse con la malattia?
Queste domande a fronte di molte situazioni che ho osservato e soprattutto gli effetti di queste medicine sulle persone,siamo sicuri che non abbiano effetti collaterali?Se li hanno quali sono?Come mai molto spesso anche i comuni medici di base possono prescriverli?
Ci sono molte persone che assumono tranquillanti e dicono che ne fanno uso nella quotidianità,secondo voi è normale?Si dice spesso che questo tipo di malattie sono ereditarie,come si dice lo stesso dei tumori o di altre malattie come il diabete,ma su cosa si fondano questi concetti?
Analizzando il caso delle malattie psichiatriche,mi chiedo,se il ritmo è quello odierno,cioè inumano,allora non c'è spazio,nè per la sensibilità nè per la bontà d'animo,perchè sono tutte caratteristiche emozionali che non corrispondono ai ritmi che ci vengono imposti.
Senza scadere nel complotto,è possibile confrontarsi,magari anche sulla base di osservazioni dirette e portare qui una discussione che ci aiuti a capire dove stiamo vivendo veramente?
La disumanizzazione,come sappiamo è in atto da un po',perchè se le persone non possiedono sentimenti sono più facili da controllare,se non si provano emozioni e di conseguenza non si possiede una coscienza sarà allo stesso tempo più facile indurre a compiere gesti estremi.
L'ambiente che ci circonda viene ogni giorno attaccato,nel paesaggio,nella natura,la stessa che ci ha generati,e che ci ha permesso di evolverci,un'altra domanda,ma se prima le persone vivevano in un ambiente più sano,a contatto con la natura,con un'aria migliore,meno traffico,nessun inceneritore e soprattutto vivevano la loro vita con ritmi meno frenetici,forse per questo erano anche migliori?
Oggi molte persone sono costrette a vivere in loculi,magari firmati da grandi architetti,loculi privi di giardino,magari anche costretti a pagare cifre astronomiche rispetto a 20 anni fa,quando tutti riuscivano a comprarsi una casa e un pezzo di terra.
Forse c'è stata una disumanizzazione,portata dal capitalismo votato al consumo sfrenato,e una perdita di quei valori che ci permettono di riconoscersi come uomini e non come macchine.
Torna in cima
Adv



MessaggioInviato: Mar Mag 22 2012, 12:25:18    Oggetto: Adv





Torna in cima
Anonymous
















MessaggioInviato: Mar Mag 22 2012, 12:46:14    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Una volta quando una persona era un po' agitata o non dormiva,si prendeva la camomilla e nemmeno le bustine,ma si andava direttamente nel campo,la si faceva seccare a testa in giù facendone dei mazzetti e in seguito la si bolliva mettendola in infusione,adesso le persone assumono tranquillanti così come nulla fosse.
Una volta i ritmi di vita erano meno frenetici,una volta nelle famiglie si parlava di più,la televisione non esisteva o almeno non se ne faceva l'uso sconsiderati di oggi,e ci si affidava più ai familiari,casi gravi a parte quando c'era bisogno i parenti ci ascoltavano e soprattutto lo facevano senza chiedere niente in cambio.
Mi sembra di vedere in giro sempre più persone agitate ,beh dico io,forse era meglio la camomilla......nel peggiore dei casi non aveva nessun effetto.
Cercando di mettersi nei panni del malato o presunto tale,l'assenza di socialità nel nostro paese o comunque la tendenza all'individualismo porta a tutta una serie di complicanze,che forse non vengono notate direttamente dalla persona "colpita"per così dire.
Questa mia analisi,non vuole,nè colpevolizzare la psichiatria,nè ritenerne inutile l'uso,poichè avrà anch'essa una parte di utilità nella società,non si può essere così arroganti e pensare di avere la verità in tasca,si può solo osservare e esprimere le proprie impressioni confrontandosi con gli altri per trarre conclusioni interessanti.
In fondo una società è composta da più menti pensanti,è questo il bello e ancora più bella è la diversità di ognuno di noi che con ogni commento pro o contro arricchisce i contenuti.
Torna in cima
Anonymous
















MessaggioInviato: Mar Mag 29 2012, 13:50:14    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Vedo che finchè si parla di esoterismo in un modo o nell'altro le persone commentano e si confrontano,ma quando si vanno a toccare argomenti che riguardano la quotidianità la gente fugge.
E' vero,forse ho sbagliato blog,perchè più che off topic sto andando off forum,ma per un attimo,se pensassimo che l'esoterismo presente in alcune associazioni che propinano new age,in maniera poco candida e salutare fossero le stesse che permettono a qualche professionista di fare usi impropri della medicina a danno di pazienti che poi diventano proseliti delle stesse associazioni?
Può essere una follia pensata così,ma se invece non lo fosse?
In fondo qualsiasi persona che compie qualsiasi lavoro,può essere a capo o prendere parte a un'associazione,che di facciata predica il bene e invece nella realtà, è volta a fare del male.
Non voglio creare ulteriore allarmismo di quello che già terremoti,cambiamenti climatici e stragi già fanno,voglio solo invitare le persone a riflettere.
Mentre si seguono le vicende degli illuminati in tutto il mondo,in casa abbiamo un'orda di gente che cerca di incanalarci in tutti i modi in cunicoli sempre più stretti,fino a farci perdere il lume della ragione,pochi ce la fanno da soli a fare il percorso inverso.....e tirarsi fuori.
Torna in cima
Elecri

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 37
Registrato: 07/03/12 19:12
Messaggi: 396
Elecri is offline 

Interessi: Lettura, Scrittura, Musica, Natura,Viaggi




italy
MessaggioInviato: Mar Mag 29 2012, 20:14:38    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Caro Osservatore, questa tua discussione mi era sfuggita.

Oltre a sottoscrivere quanto da te affermato in generale, porto la mia perosnale esperienza: vivo con una persona che assume fin dall' adolescenza psicofarmaci, ansiolitici per la precisione ed antidepressivi. Soffre di attacchi di panico e forme d' ansia che col tempo si sono cronicizzate, anche a parer mio a causa degli psicofarmaci.. sicuramente hanno sviluppato in lui una nevrosi a loro volta, visto che è convinto che i farmaci in generale siano la panacea ad ogni male e che basti una pastiglia a sistemare ogni cosa (da quando siamo insieme, però, un pò son riuscita a correggerlo Mr. Green ).
E' incredibile quanto la natura gli dia giovamento: quando andiamo in montagna, o semplicemente usciamo dal mefistofelico grigiore milanese per una gita o un week end in campagna, ecco che lo vedo rinascere: quella costante sensazione di fragilità e precarietà che si porta addosso svanisce, e coi giorni sta sempre meglio, arrivando perfino a dimenticarsi di prendere le pastiglie!! E stando benissimo ugualmente.. Non è certo una persona stupida o insicura, sa benissimo come certe dinamiche si sono cristallizzate nel suo inconscio, ma nel contesto metropolitano non riesce ad uscirne, appena si allontana rifiorisce all' istante.

Dalla natura nasciamo, solo da questa possiamo ricavare ciò di cui abbiamo bisogno, e più ce ne allontaniamo più ci priviamo del necessario per vivere. Spero che questo diventi chiaro definitivamente col tempo, già abbiamo fatto passi da gigante rispetto a pochi decenni fa, quando si pensava solo a far soldi e costruire.

Penso che il discorso psicofarmaci non sia ''off-forum'': se si pensa alle campagne pubblicitarie pro-ansiolitici per bambini o alla continua invenzione di nuove ''psicosi'' da curare da parte di sedicenti asperti.. direi che siamo di fronte a un ''potere'' decisamente ''occulto''!!

_________________
''Mi sembra evidente che non l' ho picchiato io: ha ancora qualche pezzo di faccia sano.''
(C. Eastwood, ''Ispettore Callaghan, il caso Scorpio è tuo!'', 1971)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Anonymous
















MessaggioInviato: Ven Giu 01 2012, 08:35:12    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ti ringrazio per aver portato qui la tua esperienza e mi scuso per non aver risposto subito.
Condivido con te il tuo pensiero,poichè anch'io vedo nel ritorno natura,l'unica via d'uscita a questo delirio mentale e fisico.
Mi dispiace per le condizioni che ha dovuto sopportare un tuo familiare per di più dall'adolescenza.
Il tuo contributo è importante,perchè rende consapevoli tutti noi del fatto che questi problemi sono originati da situazioni che ci costringono a vivere in una realtà sbagliata.
Ogni volta si esce da questa gabbia,si ritrova se stessi e la tranquillità.
Effettivamente non si ha bisogno nemmeno del famoso kit di sopravvivenza moderno,internet,cellulare tv ecc...
Conosco persone che non riescono a stare senza tv,fra l'altro ho amici, i quali mi dicono che non riescono a rilassarsi la sera senza guardare la televisione,cosa che a me sembra assurda,ma poi parlando con loro capisco la situazione.
Dovremmo sensibilizzare il tema,è vero,cose sotto gli occhi di tutti,sono in realtà "molto" occulte,non si capisce le dinamiche con chiarezza,perchè molto probabilmente non le dobbiamo capire,infatti l'informazione libera e condivisa è utile per questo.
Riprendendo citazioni di utenti di questo forum,che più volte mi hanno incitato a conoscere me stesso,prendo da queste affermazioni quello che c'è di buono e lo trasformo in qualcosa di mio,che spero sia utile per tutti.
E' giusto conoscere sè stessi e i propri limiti,ma soprattutto è giusto informarsi,guardarsi attorno,e conoscere la società e gli altri,perchè dagli altri abbiamo sempre da imparare qualcosa,nel bene o nel male.
Soprattutto è prudente non fidarsi mai di frasi o realtà preconfezionate,affidarsi all'istinto, affinare lo spirito critico e perchè no l'autocritica che serve anche a non prendersi troppo sul serio.Questo è quello che penso.
Torna in cima
Reality Builder

Appassionato
Appassionato


Iscritti



Registrato: 15/04/12 23:11
Messaggi: 251
Reality Builder is offline 






NULL
MessaggioInviato: Ven Giu 01 2012, 12:32:17    Oggetto:  Re: PSICOFARMACI E EFFETTI SULLA SOCIETA' ODIERNA....
Descrizione:
Rispondi citando

osservatore71 ha scritto:
Parliamo di cose serie.....che effetti hanno gli psicofarmaci sulla nostra società?Perchè gli psichiatri ne diffondono l'uso frequentemente?Mi chiedo,la sensibilità intesa come virtù e non come difetto o la bontà d'animo,vengono spesso confuse con la malattia?
Queste domande a fronte di molte situazioni che ho osservato e soprattutto gli effetti di queste medicine sulle persone,siamo sicuri che non abbiano effetti collaterali?Se li hanno quali sono?Come mai molto spesso anche i comuni medici di base possono prescriverli?
Ci sono molte persone che assumono tranquillanti e dicono che ne fanno uso nella quotidianità,secondo voi è normale?Si dice spesso che questo tipo di malattie sono ereditarie,come si dice lo stesso dei tumori o di altre malattie come il diabete,ma su cosa si fondano questi concetti?
Analizzando il caso delle malattie psichiatriche,mi chiedo,se il ritmo è quello odierno,cioè inumano,allora non c'è spazio,nè per la sensibilità nè per la bontà d'animo,perchè sono tutte caratteristiche emozionali che non corrispondono ai ritmi che ci vengono imposti.
Senza scadere nel complotto,è possibile confrontarsi,magari anche sulla base di osservazioni dirette e portare qui una discussione che ci aiuti a capire dove stiamo vivendo veramente?
La disumanizzazione,come sappiamo è in atto da un po',perchè se le persone non possiedono sentimenti sono più facili da controllare,se non si provano emozioni e di conseguenza non si possiede una coscienza sarà allo stesso tempo più facile indurre a compiere gesti estremi.
L'ambiente che ci circonda viene ogni giorno attaccato,nel paesaggio,nella natura,la stessa che ci ha generati,e che ci ha permesso di evolverci,un'altra domanda,ma se prima le persone vivevano in un ambiente più sano,a contatto con la natura,con un'aria migliore,meno traffico,nessun inceneritore e soprattutto vivevano la loro vita con ritmi meno frenetici,forse per questo erano anche migliori?
Oggi molte persone sono costrette a vivere in loculi,magari firmati da grandi architetti,loculi privi di giardino,magari anche costretti a pagare cifre astronomiche rispetto a 20 anni fa,quando tutti riuscivano a comprarsi una casa e un pezzo di terra.
Forse c'è stata una disumanizzazione,portata dal capitalismo votato al consumo sfrenato,e una perdita di quei valori che ci permettono di riconoscersi come uomini e non come macchine.




Caro Osservatore da bravo osservatore hai fatto un'ottima analisi della società odierna confrontandola con tempi diversi e credo anche migliori.
Se vuoi aprire una discussione su questo tema io non ho nessun problema a dirti che faccio uso (purtroppo) di psicofarmaci ma non per mio volere, perché mi vengono imposti in quanto secondo le autorità sanitarie io avrei una psicosi.
Non sto a spiegarti tutta la vicenda ma tutto è cominciato in seguito a una setta in cui sono stata introdotta forzatamente tramite truffa e il bravo psichiatra anziché preoccuparsi di curare codeste persone crede che io sia bisognosa di aiuto in quanto sofferente (Mah!!!) Intanto questi aguzzini la fanno franca e girano a piede libero e lo psichiatra crede io non abbia bisogno di giustizia ma del suo sostegno, si un SOSTEGNO INFAME perché vengo regolarmente drogata con questi farmaci.
Se penso che queste droghe vengono somministrate perfino a bambini in tenera età rabbrividisco. Purtroppo le famiglie tendono a seguire i consigli dei medici per cui anche un bambino vivace può essere etichettato come iperattivo, per cui viene drogato con questi farmaci. Per non parlare poi di tutti i tipi di disturbi che esistono e che prima non c'erano, ne esce uno nuovo ogni giorno. Ora anche l'ADHD, la sindrome da deficit da attenzione è considerata una malattia da curare, quindi attenzione, se siete stanchi e vi distraete potreste essere sequestrati dalle autorità sanitarie e obbligati a curarvi. Io ho paura di questa società e del consumo di psicofarmaci che vengono assunti come fossero caramelle. Non so come liberarmi da questo maledettissimo CIM che mi perseguita da anni. E' difficile per me liberarmi in quanto la mia famiglia è loro complice e vuole che io mi curi.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Anonymous
















MessaggioInviato: Ven Giu 01 2012, 13:28:42    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Dopo aver postato questo topic,ho parlato con un caro amico,che ha assunto psicofarmaci,per via della sua "troppa sensibilità" e per via di una "presunta" ereditarietà familiare,che si protrebbe tradurre semplicemente nel tramandare buoni valori ai posteri e nella genetica della discendenza che presumibilmente caratterizza le persone miti.
Affermo questo non con convinzione o come verità assoluta,poichè mi risulta che non ci sia una certezza nemmeno sull'ereditarietà di certe malattie psichiche,si parla di ipotesi,quindi per ipotesi io stesso mi esprimo.
Il suo racconto,considerando il coinvolgimento emotivo in cui mi ha coinvolto,(gliel'ho chiesto io di raccontare)mi ha lasciato perplesso,sia per il modo in cui è stato "aiutato" dal dottore in questione,sia dalla famiglia che gli ha dato il benestare senza porsi domande e con cieca fiducia nel professionista.
Di tutto questo mi sono molto dispiaciuto,e ho riflettuto assai sulla questione.
Siccome per mia abitudine cerco di controbilanciare a fatti spiacevoli qualcosa di positivo,come consiglia un blogger in uno dei miei siti preferiti, (lo cito qui anche se l'ho citato altre volte perchè è un sito che ritengo attendibile e utile di questi tempi http://santaruina.it/)mi sono messo a cercare gli sketch del nido del cuculo,il gruppo di livornesi che doppia i film,per farmi due risate,ma anzichè andare su youtube e digitare nido del cuculo,visto che sono sketch noti,l'ho digitato direttamente su google e cosa è venuto fuori?
Questo http://www.club.it/cuculo/psicofarmaci.html
Adesso ho riprovato più volte e lo stesso link non riuscivo a trovarlo,sarà anche un caso,mettiamo che lo sia,però come caso è curioso.
Questo è il link del sommario,per chi ha voglia di leggere mi sembra ci sia un po' di materiale:http://www.club.it/cuculo/sommario.html
Fra l'altro il giorno prima mi è capitata una cosa,in correlazione con questa,ma siccome siamo in tempi in cui gli effetti di tutto questo sono noti a tutti è possibile che sia una coincidenza dovuta proprio alla deriva della nostra società,quindi diciamo che è stato tutto un caso anche se io personalmente ai casi credo poco. Very Happy
Torna in cima
Elecri

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 37
Registrato: 07/03/12 19:12
Messaggi: 396
Elecri is offline 

Interessi: Lettura, Scrittura, Musica, Natura,Viaggi




italy
MessaggioInviato: Ven Giu 01 2012, 13:51:58    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Osservatore penso che il sito prenda il nome dal romanzo e film ''qualcuno volò sul nido del cuculo'', che parla proprio di persone internate in una clinica psichiatrica, in particolare di un paziente pregiudicato la cui malattia mentale rimane dubbia fino alla fine.


Reality, che tipo di controllo praticano le persone che hai intorno sulla tua assunzione di farmaci? Dai medici ai familiari intendo.. sei costretta a fare controlli/ esami che certifichino che tu ti stai effettivamente ''curando''?

_________________
''Mi sembra evidente che non l' ho picchiato io: ha ancora qualche pezzo di faccia sano.''
(C. Eastwood, ''Ispettore Callaghan, il caso Scorpio è tuo!'', 1971)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Anonymous
















MessaggioInviato: Ven Giu 01 2012, 13:57:57    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ecco,sarebbe il caso allora di vederlo questo film con più attenzione,grazie per la dritta!
Molto probabilmente ce lo avranno già fatto vedere un milione di volte alla tv, non ho ricordi in proposito a parte il titolo.
Torna in cima
Reality Builder

Appassionato
Appassionato


Iscritti



Registrato: 15/04/12 23:11
Messaggi: 251
Reality Builder is offline 






NULL
MessaggioInviato: Ven Giu 01 2012, 14:52:58    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Elecri ha scritto:
Reality, che tipo di controllo praticano le persone che hai intorno sulla tua assunzione di farmaci? Dai medici ai familiari intendo.. sei costretta a fare controlli/ esami che certifichino che tu ti stai effettivamente ''curando''?



Mi obbligano ad assumere farmaci tipo iniezioni di Haldol ogni 20 gg. Poco tempo fa mi hanno mandato anche in un ospedale psichiatrico perché rifiutavo di collaborare. Sono venuti qui a casa e mi hanno letteralmente sequestrata (in quanto autorità sanitarie) portandomi lì dove sono stata una settimana e mi hanno imbottita di schifezze. Quel posto mi ha scolvolta, devo ancora riprendermi. Stare in mezzo a gente che sta male veramente e dice cose senza senso non è un bel posto. Prendevo farmaci per via orale 3 volte al gg. Ho ancora lo stomaco scombussolato da tutti quei miscugli di medicine, di notte mi sveglio perché ho ancora acidità di stomaco. Per non parlare poi degli effetti collaterali: Ottundimento dei sensi, oppure mi capita di piangere per niente (cosa che prima non mi accadeva). Ad esempio stavo ascoltando le testimonianze dei terremotati e ho pianto sentendomi impotente. Non dico che in altre occasioni avrei gioito ma neanche avrei avuto quella reazione.
Io non so veramente come riuscire a liberarmi di questo CIM di merda, oltretutto ho una famiglia che è a favore della cura perché credono che io ne abbia bisogno e che sia efficace. Non si rendono minimamente conto dei danni che mi stanno provocando. Mi stanno distruggendo la vita Loro e famiglia.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Anonymous
















MessaggioInviato: Ven Giu 01 2012, 15:30:35    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Beh ho dato un'occhiata a wikipedia e già di qui si capisce molto,l'attore principale è Jack nicholson,che il "pazzo" per così dire l'ha interpretato in altri film,anche se qui non lo è affatto,ma lo diventa.
Il fatto che si chiami nel film Patrick McMurphy,mi farebbe pensare subito alla discriminazione nei confronti degli irlandesi,visto che il film è prodotto in America,gli irlandesi erano immigrati,un po' come gli italiani e mi da l'impressione che non sia un caso che il cognome denoti origini irlandesi,solo il nome Patrick,mi potrei anche sbagliare,è una mia impressione.
Anche questo film è tratto da un romanzo e chissà che in questo romanzo non ci sia qualche verità.
Un'altra cosa curiosa è aver ambientato il romanzo e di conseguenza il film in un ospedale psichiatrico a Salem(Oregon),così riporta il collegamento di wikipedia,ma Salem,non era anche una città del Massachusetts legata a vicende stregonesche?
Se è vero che i libri come dice Eco si parlano fra loro in questo caso ci può essere un collegamento,perchè "la lettera scarlatta" è un libro del 1850 e è definito un classico della letteratura americana,quindi lo scrittore voleva forse dire anche qualcosa in proposito?
Non voglio scadere in simbolismi vari,la mia è solo una considerazione,che potrebbe essere possibile,in fondo se questo romanzo era così famoso,lo stesso scrittore potrebbe averlo letto e pronunciarsi in qualche modo a riguardo o trarne qualche spunto.
Torna in cima
Elecri

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina
Età: 37
Registrato: 07/03/12 19:12
Messaggi: 396
Elecri is offline 

Interessi: Lettura, Scrittura, Musica, Natura,Viaggi




italy
MessaggioInviato: Ven Giu 01 2012, 18:28:37    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

osservatore71 ha scritto:
Beh ho dato un'occhiata a wikipedia e già di qui si capisce molto,l'attore principale è Jack nicholson,che il "pazzo" per così dire l'ha interpretato in altri film,anche se qui non lo è affatto,ma lo diventa.
Il fatto che si chiami nel film Patrick McMurphy,mi farebbe pensare subito alla discriminazione nei confronti degli irlandesi,visto che il film è prodotto in America,gli irlandesi erano immigrati,un po' come gli italiani e mi da l'impressione che non sia un caso che il cognome denoti origini irlandesi,solo il nome Patrick,mi potrei anche sbagliare,è una mia impressione.
Anche questo film è tratto da un romanzo e chissà che in questo romanzo non ci sia qualche verità.
Un'altra cosa curiosa è aver ambientato il romanzo e di conseguenza il film in un ospedale psichiatrico a Salem(Oregon),così riporta il collegamento di wikipedia,ma Salem,non era anche una città del Massachusetts legata a vicende stregonesche?
Se è vero che i libri come dice Eco si parlano fra loro in questo caso ci può essere un collegamento,perchè "la lettera scarlatta" è un libro del 1850 e è definito un classico della letteratura americana,quindi lo scrittore voleva forse dire anche qualcosa in proposito?
Non voglio scadere in simbolismi vari,la mia è solo una considerazione,che potrebbe essere possibile,in fondo se questo romanzo era così famoso,lo stesso scrittore potrebbe averlo letto e pronunciarsi in qualche modo a riguardo o trarne qualche spunto.






Del film non so dirti molto, non l' ho visto. Ma ho letto il libro, ormai 15 anni fa ( Shocked Shocked mannaggia, mezza vita fa!! Shocked Shocked ). Ricordo che il protagonista finisce in questo ospedale psichiatrico perchè ritenuto pazzo ma la sua figura è un gioco di luci ed ombre continuo, non si capisce bene se davvero c'è un motivo per cui quest' uomo debba curarsi oppure no, e tutta la trama si sviluppa sul concetto di ''follia'': chi è sano di mente e come stabilire la sanità mentale? Libro bellissimo, una scrittura cruda, estremamente asciutta e realista, da cui i personaggi prendono vita parandotisi davanti agli occhi quasi in carne ed ossa. Forse l' autore ha deciso di dare al protagonista nazionalità irlandese per accentuare ancor più l' idea del ''fulmine a ciel sereno'', cioè l' elemento che arriva dall' esterno e scombussola il sistema predefinito.. è vero, McMurphy è un personaggio tutt' altro che tranquillo e parecchio godereccio, il classico prototipo dell' ''irlandese'' agli occhi del mondo. Ma escludo che l' intento fosse razzista nel modo più assoluto.

Adesso che me l' hai fatto tornare in mente rileggerò il libro e guarderò anche il film, possibilmente in quest' ordine perchè non ricordo bene il finale e non vorrei rovinarmi la ri-sorpresa Mr. Green




Reality: come uscire dalla tua situazione? ho per te un senso di impotenza fortissimo Evil or Very Mad Evil or Very Mad

_________________
''Mi sembra evidente che non l' ho picchiato io: ha ancora qualche pezzo di faccia sano.''
(C. Eastwood, ''Ispettore Callaghan, il caso Scorpio è tuo!'', 1971)
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Reality Builder

Appassionato
Appassionato


Iscritti



Registrato: 15/04/12 23:11
Messaggi: 251
Reality Builder is offline 






NULL
MessaggioInviato: Ven Giu 01 2012, 23:01:04    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Immagino, come ce l'hanno tutti quelli con cui parlo, infatti non ne parlo neanche più perché anche il muro di omertà e ipocrisia della gente mi ha stancato.

So solo che questa gente (Loro) non scherzano e io sono una morta che cammina. Non mi interessa neanche più se mi fanno fuori, tanto interiormente mi hanno già distrutta queste bestie.

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adularja

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti



Registrato: 19/01/12 14:48
Messaggi: 524
Adularja is offline 






italy
MessaggioInviato: Dom Giu 03 2012, 09:02:49    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Reality, scusa.. Posso chiederti com'è cominciato tutto? Tu lo accenni.. Ma è possibile per te scrivere di piu ?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Reality Builder

Appassionato
Appassionato


Iscritti



Registrato: 15/04/12 23:11
Messaggi: 251
Reality Builder is offline 






NULL
MessaggioInviato: Dom Giu 03 2012, 10:30:21    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

E' difficile per me parlare di questa orribile vicenda, un po' perché sembra di parlare di cose campate in aria, un po' perché l'omertà e l'ipocrisia che ho trovato in questi anni mi hanno distrutta come ho già detto. Per cui scusami ma non ho più molta voglia di raccontare. Testimonianza puoi trovarla anche in altri miei post tra cui quello sulle SETTE che ho postato tempo fa'. Non è facile denunciare certe cose specie quando si tratta di politica e gente vip.
_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Esoterismo Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Poteri occulti topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008