Indice del forum

Poteri occulti

Sito per discutere di misteri italiani, massonerie, mafie, e altro.

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Delitti a stampo pseudo massonico e pseudo rosacrociano
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Nuovo ordine mondiale
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Anonymous
















MessaggioInviato: Mer Mar 09 2011, 13:29:50    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Io capisco che viviamo nell'epoca del razionalismo e del materialismo e che per lei possa essere assurdo l'utilizzo dell'omicidio come base per un rituale esoterico, però se avesse un minimo di conoscenze esoteriche di base e se avesse letto qualche libro in materia, saprebbe che agli albori della storia umana era una pratica abbastanza comune e accettata anche dal volgo, anche se non ne comprendevano le connotazioni esoteriche. Il problema è che oggi se qualcuno venisse da lei e le dicesse che ha bisogno di sacrificare un suo familiare per ingraziarsi qualche entità, lei quanto meno lo denuncerebbe alle autorità. E' per questo che si fa ricorso all'omicidio rituale, fatto passare come semplice fatto di cronaca nera. Ed è per questo che per Pike era fondamentale, prima di sdoganare la nuova religione luciferina, passare attraverso una fase di assoluto ateismo, proprio perchè le cose vanno metabolizzate per passi. E direi che siamo sulla buona strada...

P.S: Aggiungo come consiglio di lettura, il libro di savino "omicidio rituale ebraico".
Torna in cima
Adv



MessaggioInviato: Mer Mar 09 2011, 13:29:50    Oggetto: Adv






Torna in cima
Attimo di verifica

Apprendista
Apprendista


Iscritti



Registrato: 08/03/11 16:36
Messaggi: 11
Attimo di verifica is offline 






italy
MessaggioInviato: Mer Mar 09 2011, 19:13:17    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Gentile Hadi,

ma perché supporre di poter ricondurre certi atti agli insegnamenti ricevuti in cosiddetti culti misterici (indi misteriosi ai più) che non è detto siano di qualche matrice delittuosa, ed anzi in qualche caso non lo saranno affatto? Perché fare questo guazzabuglio di nomi che parte dai templari, arriva ai massoni, passa per setticine tipo la G.D. a cui si cambia anche nome arbitrariamente?

Io di esoterismo non so nulla, ma so che si tratta, quando non siamo di fronte a malattie collettive che pure esistono, di discipline antiche che partono da molto lontano, e che hanno fatto da filo conduttore di Sapienza e di progresso (quello vero) della civiltà. Non si tratta, come base e tradizione, di credenze che portano all'assassinio. Queste sono deviazioni di folli, e ce ne sono di nate in seno alla Chiesa cattolica, in alcuni periodi anche nell'operato di quella ufficiale, ed in ogni ambiente filosofico. Ma non per questo si può fare arbitrariamente il nome di un certo movimento ed associare questo o i suoi insegnamenti alla nascita eventuale (in qualcuno) di idee che giustifichino l'omicidio.

Mi sembra di girare intorno come il mulo, ripetendo sempre le stesse cose, e sempre vanamente.

Altra cosa fondamentale che cerco di ripetere, dopodiché credo che desisterò: il nome di questa voltra Rosarossa. Vostra, perché mi pare che la G.D. sia famosa con un altro nome, e questo titolo o soprannome che le avete trovato a cagione di un presunto sottoordine delle sue fila, a me pare deviante al massimo grado. Si trattasse di un nome come "l'iris arancione", sarebbe diverso. Ed ognuno chiama le cose come vuole. Ma questa denominazione arbitraria che fa riferimento al fiore più diffuso ed amato nel mondo, è paragonabile all'assennatezza con cui io potrei definire una presunta setta: "acqua di rubinetto". Non faremmo più entrare idraulici in casa? Torneremmo tutti all'uso del catino? Ancor più, se la chiamo semplicemente "acqua". Non so se riesco a far afferrare il concetto: ad un simile fenomeno non si può dare un nome (e loro non si danno simili nomi di sicuro, a mio parere) che appartiene a qualcosa che tutti usiamo tutti i giorni. La rosa rossa è in tutte le vecchie canzoni d'amore smielate di tutte le nazioni occidentali. Ma non sono tutti cospiratori, riuscite a capire questo concetto? Sto esprimendomi in termini che sfiorano la cafonaggine. Ne sono consapevole e me ne dispiaccio oltremodo. Ma riuscite a capire che così non si ragiona perché si rischia la psicosi personale e, peggio, collettiva, dato che certe sciancherie vengono diffuse tramite internet? Una rosa rossa, simbolo semplice ed ovunque diffuso di un ordine che ci terrebbe in pugno. A proposito, addirittura il partito "la rosa nel pugno" farebbe di questi riferimenti. Questa è follia purissima! Riesco a farmi capire?

Grazie
Un buon pomeriggio
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Anonymous
















MessaggioInviato: Gio Mar 10 2011, 07:37:14    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Rosa Rossa e Golden Dawn non sono la stessa cosa, sono entrambe di stampo Rosacrociano ma la "Rosa Rossa e la Croce d'oro indipendente e rettificato" è a parte ed è quella che è riuscuta a prendere piede nel sistema. Gentile Attimo di verifiche, non abbiamo le prove di tutto ciò, ma purtroppo le coincidenze sono diventate innumerevoli da non credere che questa "cosa" non possa esistere.
Purtroppo lo so che è difficile da accettare che questa Rosa Rossa esista, se non lo si accetta risulta semplicissimo arrivare alle sue conclusioni, cioè a tutte le conseguenze folli che se ne traggono, tipo immaginare la Rosa nel pugno un partito con nome casuale o ad omicidi che possono risultare isolati e provocati da un pazzo di turno. Purtroppo sappiamo tutti bene che la politica e quindi i politici possono arrivare ad esistere solo se il sistema lo vuole, e quindi è il sistema che decide come impostare la politica e chi mettere come burattino di turno, loro scelgono i nomi dei politicanti ed i nomi dei partiti. E' palese, mi dispiace, se non fosse così non vivremmo nel mondo che viviamo, non serve credere secondo me che la Rosa Rossa esista o no, basta guardarsi intorno e vedere cosa succede nel mondo per capire che chi ci governa non vuole il nostro bene, ma solo guerra e miseria. E la Chiesa sta a guardare, altrimenti un vero papa che sa di essere immortale e guidato dalla mano di Dio si metterebbe davanti ai carrarmati e direbbe "Basta!", invece se ne sta seduto comodo sulla sua poltrona d'oro a parlare sempre delle stesse cose.
Torna in cima
+C.S.P.B.+

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti



Registrato: 08/04/09 10:21
Messaggi: 634
+C.S.P.B.+ is offline 






NULL
MessaggioInviato: Gio Mar 10 2011, 10:21:45    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Attimo di verifica ha scritto:
Si trattasse di un nome come "l'iris arancione", sarebbe diverso. Ed ognuno chiama le cose come vuole. Ma questa denominazione arbitraria che fa riferimento al fiore più diffuso ed amato nel mondo, è paragonabile all'assennatezza con cui io potrei definire una presunta setta: "acqua di rubinetto". Non faremmo più entrare idraulici in casa? Torneremmo tutti all'uso del catino? Ancor più, se la chiamo semplicemente "acqua". Non so se riesco a far afferrare il concetto: ad un simile fenomeno non si può dare un nome (e loro non si danno simili nomi di sicuro, a mio parere) che appartiene a qualcosa che tutti usiamo tutti i giorni. La rosa rossa è in tutte le vecchie canzoni d'amore smielate di tutte le nazioni occidentali.


come lei stesso scrive, è evidente che la rosa rossa è riuscita nel suo intento, ovvero generare il dubbio... quale maniera migliore per lanciare messaggi in vari livelli di consapevolezza se non utilizzare qualcosa di massima diffusione? una rosa rossa associata a codici in evoluzione continua noti a pochi intimi parla molto meglio del suo iris arancione e in maniera molto piu' discreta...

_________________
Science without religion is lame, religion without science is blind.
A.E., 1941

+C.S.P.B.+
C.S.S.M.L.
N.D.S.M.D.
V.R.S.
N.S.M.V.
S.M.Q.L.
I.V.B.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
oscillator

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 18/02/09 12:18
Messaggi: 470
oscillator is offline 






italy
MessaggioInviato: Gio Mar 10 2011, 10:57:07    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Attimo di verifica ha scritto:
Non so se riesco a far afferrare il concetto: ad un simile fenomeno non si può dare un nome (e loro non si danno simili nomi di sicuro, a mio parere) che appartiene a qualcosa che tutti usiamo tutti i giorni. La rosa rossa è in tutte le vecchie canzoni d'amore smielate di tutte le nazioni occidentali.

Attimo di verifica ha scritto:
Io di esoterismo non so nulla, ma so che si tratta, quando non siamo di fronte a malattie collettive che pure esistono, di discipline antiche che partono da molto lontano, e che hanno fatto da filo conduttore di Sapienza e di progresso (quello vero) della civiltà.


Vede caro Attimo di verifica, il problema della sua difficoltà a capire sta proprio in quanto lei stesso afferma:
Esotericamente parlando i nomi hanno una forza ed una potenza che vanno al di là di ogni normale immaginazione. Ancora di più lo sono i simboli.
Affermando che non sa nulla di esoterismo, per tentare di capirci qualcosa (premetto che spesso si fa difficoltà anche avendo letto alcuni testi) e di non continuare a girarci attorno come un mulo, le consiglio di cominciare anche se pur timidamente e magari anche con scetticismo ad avvicinarsi a qualsiasi materia che abbia a che fare con l'esoterismo e vedrà che qualche piccolo fascio di luce potrà fare capolino in mezzo a tanta oscurità... Non tralascio di dirle che trovare testi "affidabili" è anch'essa una ricerca ardua, perchè di scemenze ne girano parecchie in giro, ma consultando il forum è facile che possa trovare qualcosa. Sia chiaro che chi le risponde non si considera un esperto, ma solo una persona che da anni s'interessa a determinate tematiche, spesso, molto spesso incappando anche in bufale colossali, tentando di affinare sempre più specialmente l'intuito anzichè accumulare nozioni, anche perchè il rischio che si corre spesso è di andare poi in paranoia, e come sempre bisogna tentare e sforzarsi di essere in equilibrio.

Riguardo a questo reinterpreto e/o ribadisco quanto Paolo spesso ripete e cioè: è proprio l'ignoranza (nell'accezione letterale del termine) degli inquirenti, la superficialità di forze dell'ordine, magistrati ed altre istituzioni nei confronti delle materie esoteriche che fa sì che non venga intrapresa in molti delitti questo tipo di pista, riducendola a piccoli scoop adatti a riviste da parrucchiere per signore.
Le auguro una buona ricerca.

_________________
"Il miracolo non è camminare sull'acqua o sul fuoco;
Il miracolo è risvegliarsi.
Il resto sono tutte sciocchezze."
Osho
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Skype
Anonymous
















MessaggioInviato: Gio Mar 10 2011, 12:38:08    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Attimo di verifica ha scritto:
Gentile Hadi,

ma perché supporre di poter ricondurre certi atti agli insegnamenti ricevuti in cosiddetti culti misterici (indi misteriosi ai più) che non è detto siano di qualche matrice delittuosa, ed anzi in qualche caso non lo saranno affatto? Perché fare questo guazzabuglio di nomi che parte dai templari, arriva ai massoni, passa per setticine tipo la G.D. a cui si cambia anche nome arbitrariamente?

Io di esoterismo non so nulla, ma so che si tratta, quando non siamo di fronte a malattie collettive che pure esistono, di discipline antiche che partono da molto lontano, e che hanno fatto da filo conduttore di Sapienza e di progresso (quello vero) della civiltà. Non si tratta, come base e tradizione, di credenze che portano all'assassinio. Queste sono deviazioni di folli, e ce ne sono di nate in seno alla Chiesa cattolica, in alcuni periodi anche nell'operato di quella ufficiale, ed in ogni ambiente filosofico. Ma non per questo si può fare arbitrariamente il nome di un certo movimento ed associare questo o i suoi insegnamenti alla nascita eventuale (in qualcuno) di idee che giustifichino l'omicidio.

Mi sembra di girare intorno come il mulo, ripetendo sempre le stesse cose, e sempre vanamente.

Altra cosa fondamentale che cerco di ripetere, dopodiché credo che desisterò: il nome di questa voltra Rosarossa. Vostra, perché mi pare che la G.D. sia famosa con un altro nome, e questo titolo o soprannome che le avete trovato a cagione di un presunto sottoordine delle sue fila, a me pare deviante al massimo grado. Si trattasse di un nome come "l'iris arancione", sarebbe diverso. Ed ognuno chiama le cose come vuole. Ma questa denominazione arbitraria che fa riferimento al fiore più diffuso ed amato nel mondo, è paragonabile all'assennatezza con cui io potrei definire una presunta setta: "acqua di rubinetto". Non faremmo più entrare idraulici in casa? Torneremmo tutti all'uso del catino? Ancor più, se la chiamo semplicemente "acqua". Non so se riesco a far afferrare il concetto: ad un simile fenomeno non si può dare un nome (e loro non si danno simili nomi di sicuro, a mio parere) che appartiene a qualcosa che tutti usiamo tutti i giorni. La rosa rossa è in tutte le vecchie canzoni d'amore smielate di tutte le nazioni occidentali. Ma non sono tutti cospiratori, riuscite a capire questo concetto? Sto esprimendomi in termini che sfiorano la cafonaggine. Ne sono consapevole e me ne dispiaccio oltremodo. Ma riuscite a capire che così non si ragiona perché si rischia la psicosi personale e, peggio, collettiva, dato che certe sciancherie vengono diffuse tramite internet? Una rosa rossa, simbolo semplice ed ovunque diffuso di un ordine che ci terrebbe in pugno. A proposito, addirittura il partito "la rosa nel pugno" farebbe di questi riferimenti. Questa è follia purissima! Riesco a farmi capire?

Grazie
Un buon pomeriggio



Il suo problema è che cerca di razionalizzare la punta dell'iceberg, senza però aver mai visto tutto il resto. Secondo lei è possibile che io sia in grado di sostenere un esame di analisi matematica II senza saper nulla di algebra? Lo stesso discorso vale per lei. Non pùò addentrarsi nell'omicidio rituale, senza avere almeno delle basi di conoscenze esoteriche. Le sto cercando di spiegare che per le pratiche esoteriche, sin dall'alba dei tempi, è fondamentale un sacrificio per il corretto svolgimento del rituale. Se proprio non riesce a metabolizzare questo fatto, provi a studiarsi le civiltà pre-colombiane del sudamerica, che vennero definite barbare dai conquistadores quando si accorsero delle pratiche rituali che essi attuavano.
Non si è accorto che proprio in questi giorni la cronaca nera italiana è pervasa da omicidi irrisolti per i quali si sta battendo la pista satanica? (compreso l'omicidio di Yara). Ora se per massimo introvigne, il satanismo è un fenomeno relegato a 4 matti dei boschi dell'area bergamasca, da dove sono usciti improvvisamente tutti questi omicidi a sfondo satanico?
Convengo con lei che certe volte su questo forum qualche utente si lascia suggestionare e va in paranoia. Gli basta vedere una rosa rossa per andare fuori di testa. Però se la tesi dell'esistenza di questa setta è stata considerata valida all'interno di verbali che trattano degli omicidi più scabrosi del nostro paese, vuol dire che nessuno qui si sta inventando niente. Provi a leggersi anche qualche libro della Carlizzi riguardo il mostro di firenze.

P.S: sostenere che la Golden Dawn sia una setticina, denota una grande ignoranza. Ha mai sentito parlare della società Thule del terzo reich? Sa da quale setta ha attinto i cardini del pensiero teosofico che poi saranno diventati i pilastri della filosofia nazista? Le sembrerà strano, ma hanno attinto dalla Golden Dawn, dalla quale un gran maestro, Aleister Crowley, fuoriuscì per concentrarsi sulla formazione spirituale di Hitler e del suo braccio destro Himmler.
Torna in cima
Paolo Franceschetti

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 54
Registrato: 21/01/09 18:47
Messaggi: 691
Paolo Franceschetti is offline 


Impiego: avvocato e docente



italy
MessaggioInviato: Dom Apr 10 2011, 20:56:47    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

In effetti leggendo alcuni miei articoli ad un certo punto si può fare un po' di confusione.

La rosa rossa è, ufficialmente, un ramo della Golden Dawn. Era l'ordine interno della GD, per la precisione, fondato nel 1888.
Poi waite fonda, dopo pochi anni, un ordine a parte, l'Ordine della rosa rossa e della Croce d'oro.

Il fatto che la tradizione rosacrociana vera e propria rifugga la violenza è irrilevante. Questo ordine si rifà, volenti o nolenti, ai rosacroce, usa gli stessi simboli, e le stesse conoscenze. Quindi associarli ai rosacroce è assolutamente corretto.
Potremmo considerarli un ramo deviato dei rosacroce. Ma sempre rosacroce sono.
E tra Golden Dawn e Rosa Rossa non c'è molta differenza, se non che la rosa Rossa è il settore più "colto", superiore, rispetto alla Golden dawn

Inoltre, questa che ho citato fin qui è la storia ufficiale della Golden Dawn - Rosa Rossa.

Ma in realtà all'interno del movimento rosacrociano, che nel mondo ha avuto e ha molta più importanza di quello che comunemente gli si attribuisce, nei secoli c'è stata una lotta tra la cosiddetta fratellanza bianca e fratellanza nera.
La fratellanza nera, cui appartiene la Rosa Rossa, a partire dai primi del 900 è stata nettamente in superiorità rispetto a quella bianca, ed è probabile che non si chiami neanche "Rosa Rossa". Tuttavia utilizza simboli, tecniche, conoscenze, che sono quelle dei rosacroce, e che risalgono a Dante.
Bush, tanto per fare un solo esempio, è nella Skull and bones; e tale società non è una società, ma una filiazione rosacrociana, che piaccia o no, e che utilizza linguaggi, simboli, tecniche e conoscenze dei rosacroce.

_________________
Quelli che danzavano erano considerati pazzi
da coloro che non potevano udire la musica
------------
Le lacrime che dai nostri occhi Vedrete sgorgare Non crediatele mai Segni di disperazione Promessa sono solamente Promessa di lotta
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Paolo Franceschetti

Quasi Esperto
Quasi Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 54
Registrato: 21/01/09 18:47
Messaggi: 691
Paolo Franceschetti is offline 


Impiego: avvocato e docente



italy
MessaggioInviato: Dom Apr 10 2011, 21:01:23    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

hadi...
le osservazioni che fa l'utente "attimo di verifica" sono le tipiche osservazioni che fanno gli aderenti ai movimenti rosacrociani ufficiali, il lectorium rosacrocianum, la società rosicruciana in anglia, quelli dell'Amorc, ecc...

cioè sono osservazioni fatte da persone che sono in movimenti rosacrociani, a cui hanno raccontato la favoletta dei rosacroce buoni e dediti al bene dell'umanità, ma che non hanno mai sentito parlare della parte nera e non ne immaginano neanche l'esistenza.
Un po' come quando a mia madre, laureata in teologia e insegnante di religione, faccio presente i crimini della Chiesa, che mi casca dal pero e mi dice che quella non è la vera Chiesa.

_________________
Quelli che danzavano erano considerati pazzi
da coloro che non potevano udire la musica
------------
Le lacrime che dai nostri occhi Vedrete sgorgare Non crediatele mai Segni di disperazione Promessa sono solamente Promessa di lotta
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Attimo di verifica

Apprendista
Apprendista


Iscritti



Registrato: 08/03/11 16:36
Messaggi: 11
Attimo di verifica is offline 






italy
MessaggioInviato: Lun Apr 11 2011, 23:28:59    Oggetto:  Vere tradizioni occidentali, e successivi equivoci
Descrizione:
Rispondi citando

Hadi ha scritto:

Il suo problema è che cerca di razionalizzare la punta dell'iceberg, senza però aver mai visto tutto il resto. Secondo lei è possibile che io sia in grado di sostenere un esame di analisi matematica II senza saper nulla di algebra? Lo stesso discorso vale per lei. Non pùò addentrarsi nell'omicidio rituale, senza avere almeno delle basi di conoscenze esoteriche. Le sto cercando di spiegare che per le pratiche esoteriche, sin dall'alba dei tempi, è fondamentale un sacrificio per il corretto svolgimento del rituale. Se proprio non riesce a metabolizzare questo fatto, provi a studiarsi le civiltà pre-colombiane del sudamerica, che vennero definite barbare dai conquistadores quando si accorsero delle pratiche rituali che essi attuavano.
Non si è accorto che proprio in questi giorni la cronaca nera italiana è pervasa da omicidi irrisolti per i quali si sta battendo la pista satanica? (compreso l'omicidio di Yara). Ora se per massimo introvigne, il satanismo è un fenomeno relegato a 4 matti dei boschi dell'area bergamasca, da dove sono usciti improvvisamente tutti questi omicidi a sfondo satanico?
Convengo con lei che certe volte su questo forum qualche utente si lascia suggestionare e va in paranoia. Gli basta vedere una rosa rossa per andare fuori di testa. Però se la tesi dell'esistenza di questa setta è stata considerata valida all'interno di verbali che trattano degli omicidi più scabrosi del nostro paese, vuol dire che nessuno qui si sta inventando niente. Provi a leggersi anche qualche libro della Carlizzi riguardo il mostro di firenze.

P.S: sostenere che la Golden Dawn sia una setticina, denota una grande ignoranza. Ha mai sentito parlare della società Thule del terzo reich? Sa da quale setta ha attinto i cardini del pensiero teosofico che poi saranno diventati i pilastri della filosofia nazista? Le sembrerà strano, ma hanno attinto dalla Golden Dawn, dalla quale un gran maestro, Aleister Crowley, fuoriuscì per concentrarsi sulla formazione spirituale di Hitler e del suo braccio destro Himmler.



Gentile Hadi,
personalmente sostengo di non sapere nulla di esoterismo, ed in effetti lo ribadisco. Non per questo intendo dire di non essermi avvicinata a dei testi (in gran numero), ed ho l'impressione che qui regni ancor più confusione di quella che cerco di debellare dalla mia testa.
Lei mi parla di satanismo, e poi lo mette in correlazione con le civiltà precolombiane ed i loro costumi? Mi dice che in qualunque forma di esoterismo si praticavano rituali che richiedevano il sangue proveniente da un sacrificio, da un omicidio. E come prova, parla di popolazioni sudamericane. Questo è del tutto illogico, dal momento che qui si sta cercando di far riferimento a scuole e contesti occidentali (parola da non dimenticare, perché nella storia dell'esoterismo introduce una distinzione a priori, fondamentale come l'abc. In quale medievale uso "nostrano", ad esempio, si prevedeva il sacrificio umano? Questo per dire che se anche esistesse una Rosa Rossa o comunque la si voglia chiamare, la quale ha simili usanze e si è eventualmente macchiata di atti di questo genere, nulla può avere a che fare con la Rosacroce, da voi più volte tirata in ballo in modo a mio avviso irriverente poiché senza senso. Trattasi di distorsioni. Del resto, gli hitleriani si sono impadroniti anche dello splendido saluto romano, mirabile come gesto e come semplice portatore di vastissimi simboli, facendone un obbrobriosa icona del loro sistema forsennato).

Di ogni suo consiglio, la ringrazio in ogni caso vivamente.

Vado avanti nella lettura dei messaggi, dato che solo oggi ho notato la sua risposta e quelle successive.

Una buona serata a Lei.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Attimo di verifica

Apprendista
Apprendista


Iscritti



Registrato: 08/03/11 16:36
Messaggi: 11
Attimo di verifica is offline 






italy
MessaggioInviato: Mar Apr 12 2011, 00:12:17    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Gentile Paolo Franceschetti,

la ringrazio delle sue risposte e dell'opportunità di aver passato del tempo (ottimamente passato, in ogni caso) in vostra compagnia in questo interessante forum.

La curiosità che mi è rimasta riguardo le sue (e credo vostre: di svariati utenti iscritti al forum) posizioni, è in due parole questa: lei afferma che è addirittura del tutto irrilevante se "la tradizione rosacrociana vera e propria rifugga la violenza", oppure no. Poi afferma, nel suo secondo post, che tra i rosacrociani ufficiali si racconta "la favoletta" della Rosacroce buona e brava. Non c'è una contraddizione?

Oppure, dice che questa Rosa Rossa esiste, ma afferma anche che "la fratellanza nera, cui appartiene la Rosa Rossa, a partire dai primi del 900 è stata nettamente in superiorità rispetto a quella bianca, ed è probabile che non si chiami neanche "Rosa Rossa". Dunque, non sa in realtà neppure lei, secondo le fonti a cui per ora può attingere, se esista un fenomeno dal nome Rosa Rossa, o se esista un qualcosa di simile che porti invece altri nomi, e non ci sia nessuna Rosa Rossa?

Il paragone con i crimini della Chiesa, dato che sono stati commessi dalla Chiesa ufficiale ed hanno fatto martiri anche tra i R+C e loro affini, mi pare non gentilissimo, ma se è così che la vede, è legittimo.


Le auguro cordialmente buona notte.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Anonymous
















MessaggioInviato: Mer Apr 13 2011, 14:45:10    Oggetto:  Re: Vere tradizioni occidentali, e successivi equivoci
Descrizione:
Rispondi citando

Attimo di verifica ha scritto:
Hadi ha scritto:

Il suo problema è che cerca di razionalizzare la punta dell'iceberg, senza però aver mai visto tutto il resto. Secondo lei è possibile che io sia in grado di sostenere un esame di analisi matematica II senza saper nulla di algebra? Lo stesso discorso vale per lei. Non pùò addentrarsi nell'omicidio rituale, senza avere almeno delle basi di conoscenze esoteriche. Le sto cercando di spiegare che per le pratiche esoteriche, sin dall'alba dei tempi, è fondamentale un sacrificio per il corretto svolgimento del rituale. Se proprio non riesce a metabolizzare questo fatto, provi a studiarsi le civiltà pre-colombiane del sudamerica, che vennero definite barbare dai conquistadores quando si accorsero delle pratiche rituali che essi attuavano.
Non si è accorto che proprio in questi giorni la cronaca nera italiana è pervasa da omicidi irrisolti per i quali si sta battendo la pista satanica? (compreso l'omicidio di Yara). Ora se per massimo introvigne, il satanismo è un fenomeno relegato a 4 matti dei boschi dell'area bergamasca, da dove sono usciti improvvisamente tutti questi omicidi a sfondo satanico?
Convengo con lei che certe volte su questo forum qualche utente si lascia suggestionare e va in paranoia. Gli basta vedere una rosa rossa per andare fuori di testa. Però se la tesi dell'esistenza di questa setta è stata considerata valida all'interno di verbali che trattano degli omicidi più scabrosi del nostro paese, vuol dire che nessuno qui si sta inventando niente. Provi a leggersi anche qualche libro della Carlizzi riguardo il mostro di firenze.

P.S: sostenere che la Golden Dawn sia una setticina, denota una grande ignoranza. Ha mai sentito parlare della società Thule del terzo reich? Sa da quale setta ha attinto i cardini del pensiero teosofico che poi saranno diventati i pilastri della filosofia nazista? Le sembrerà strano, ma hanno attinto dalla Golden Dawn, dalla quale un gran maestro, Aleister Crowley, fuoriuscì per concentrarsi sulla formazione spirituale di Hitler e del suo braccio destro Himmler.



Gentile Hadi,
personalmente sostengo di non sapere nulla di esoterismo, ed in effetti lo ribadisco. Non per questo intendo dire di non essermi avvicinata a dei testi (in gran numero), ed ho l'impressione che qui regni ancor più confusione di quella che cerco di debellare dalla mia testa.
Lei mi parla di satanismo, e poi lo mette in correlazione con le civiltà precolombiane ed i loro costumi? Mi dice che in qualunque forma di esoterismo si praticavano rituali che richiedevano il sangue proveniente da un sacrificio, da un omicidio. E come prova, parla di popolazioni sudamericane. Questo è del tutto illogico, dal momento che qui si sta cercando di far riferimento a scuole e contesti occidentali (parola da non dimenticare, perché nella storia dell'esoterismo introduce una distinzione a priori, fondamentale come l'abc. In quale medievale uso "nostrano", ad esempio, si prevedeva il sacrificio umano? Questo per dire che se anche esistesse una Rosa Rossa o comunque la si voglia chiamare, la quale ha simili usanze e si è eventualmente macchiata di atti di questo genere, nulla può avere a che fare con la Rosacroce, da voi più volte tirata in ballo in modo a mio avviso irriverente poiché senza senso. Trattasi di distorsioni. Del resto, gli hitleriani si sono impadroniti anche dello splendido saluto romano, mirabile come gesto e come semplice portatore di vastissimi simboli, facendone un obbrobriosa icona del loro sistema forsennato).

Di ogni suo consiglio, la ringrazio in ogni caso vivamente.

Vado avanti nella lettura dei messaggi, dato che solo oggi ho notato la sua risposta e quelle successive.

Una buona serata a Lei.


Non ho potuto fare a meno di sorridere dopo il suo intervento. Comincio ad appoggiare la tesi di Paolo e a credere che lei sia un affiliato che crede ancora alla favoletta della massoneria buona e brava che cerca di aiutare l'umanità. Ha scritto una castroneria spaventosa, cercando di scindere un presunto esoterismo di matrice orientale da quello occidentale. Secondo lei da quali scuole esoteriche derivano la società teosofica della Blavatsky, il palladismo, la golden Dawn, l'oto ecc.? Sa che l'originale società teosofica di matrice orientale, accusò la Blavatsky di plagio? Come fanno presunte scuole esoteriche occidentali ad aver sviluppato un proprio pensiero autonomo, scevro da qualsiasi condizionamento orientale, quando l'esoterismo è nato all'alba dei tempi in Oriente? Sarebbe come voler studiare la filosofia moderna da cartesio in poi senza conoscere gli epicurei ed aristotele.
Comunque io le ho portato l'esmepio delle civiltà pre-colombiane perchè è quello riconosciuto anche dalla storiografia canonica. Però come gia le ho detto, l'omicidio rituale ebraico ha radici antichissime, che partono da un contesto orientale, ma che come dovrebbe sapere, dopo la diaspora si sono largamente diffuse anche in europa.

P.S: ancora mi deve spiegare come ha fatto a definire la Golden Dawn una setticina. Eppure nei "circoli" che frequenta le avrebbero dovuto spiegare l'importanza che ha avuto nel plasmare la storia e soprattutto l'abilità dei suoi adepti nel compiere gli omicidi rituali a white chapel, che sono poi divenuti gli omicidi di jack lo squartatore.
Torna in cima
Attimo di verifica

Apprendista
Apprendista


Iscritti



Registrato: 08/03/11 16:36
Messaggi: 11
Attimo di verifica is offline 






italy
MessaggioInviato: Ven Apr 15 2011, 18:51:35    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Forse, il modo di Paolo Franceschetti di dar mostra di considerare me un preciso tipo di moderno "rosacrociano ufficiale" è stato un metodo per portarmi a rispondere all'implicita domanda, reagendo con qualche spiegazione. Mi rendo conto di non averne fornite, dopo l'iscrizione a questo forum pubblico nel quale non era richiesto di specificare meglio la propria identità. Ma presentarsi con chiarezza può facilitare il dialogo e fugare alcuni equivoci, oltre ad essere indice di educazione non ancora da me dimostrata. Ragione per cui rimedierò ora, anche se in ritardo, chiarendo questi interrogativi che mi era parso percepire nell'aria, ma di cui la domanda (chi è lei? A che titolo intende intervenire? Si presenti, per piacere) era stata con discreta gentilezza da voi evitata.
Dunque, siamo alle presentazioni (per lo meno da parte mia).

Ho scelto il genericissimo nik "attimo di verifica" per un motivo preciso. Credo che i presenti siano desiderosi come me di spolverare, dove riescono arrivandovi al solito con gran fatica, un po' di polvere da qualche mistero dei tanti che ci circondano. E non ho motivo di dubitare della buona fede di alcuno di voi, in questo tentativo. Parliamo dunque, in ciò, la stessa lingua.

Ebbene, agganciarsi a delle supposizioni e rimanerne irretiti come se si trattasse di certezze, vedendo ridicolo chi non vi crede allo stesso nostro modo, è tentazione comune degli animi umani. Grande è la fatica quotidiana nel rinunciarvi, e continuamente necessario il resettaggio della propria attenzione da apporre sugli argomenti, con rinnovati occhi ogni giorno, se necessario. Diversamente, non arriveremo a far luce su cose sulle quali i secoli non ci hanno lasciato indizi che parlino. Dimenticare ogni cosa vista, già meditata, già quasi saputa, e guardare un argomento con occhi nuovi. Questo sarebbe da fare di continuo, non all'inizio di una giornata ma attimo per attimo. Trattasi di una disposizione mentale e d'animo "diversa". Una condizione "altra", da quella della consapevolezza comune. Una umiltà di fondo che, e dirlo sembra quasi un controsenso, costituisce da sola l'unica chiave. Tutto ciò avviene in un attimo e dura un solo attimo. Dopo, è necessario un resettaggio successivo e nuovo. Cogliere l'attimo continuo con cui guardare alle cose da esaminare, è l'unica chiave circospetta e sostanziale con cui si arriva (qualche volta) a qualche conclusione. Che non è una fine, ma solo un proseguimento della predisposizione raggiunta nel cogliere quel genere di attimo: un attimo perpetuato da cui bisognerebbe riuscire a non "scendere". Einstein sapeva cogliere questo genere di attimo. Galileo anche. A vario titolo, e non secondo una specifica religione o appartenenza filosofica, la storia ci insegna che ci sono sempre stati uomini che questo attimo lo conoscevano e sapevano come e dove si coglieva (che sia per talento naturale, o per gran fervore di studio). Questo attimo da cogliere, nella sua accezione originaria, è appannaggio rosacrociano? Filomassonico, in generale? Cristiano? Greco antico? Del buddismo zen? Personalmente, non vedo elementi che ne rendano lecita qualche attribuzione. E' una capacità umana primordiale, forse come tante. Di per sé non è elemento che dovrebbe scatenare contese, per la sua stessa natura. Allo stesso modo, le analisi effettuate "cogliendo l'attimo" non aprono polemiche o rivalse, e se non sempre ottengono qualcosa, il risultato è quanto meno nella disposizione d'animo. Attimo di verifica, voleva dire questo. Sono spiacente di non aver saputo ora, invece, sintetizzare più di come ho appena fatto.

Hadi ha scritto:
P.S: ancora mi deve spiegare come ha fatto a definire la Golden Dawn una setticina. Eppure nei "circoli" che frequenta le avrebbero dovuto spiegare l'importanza che ha avuto nel plasmare la storia e soprattutto l'abilità dei suoi adepti nel compiere gli omicidi rituali a white chapel, che sono poi divenuti gli omicidi di jack lo squartatore.


Gentile Hadi, dunque lei dispone invece di elementi che comprovino che la Gd non sia una setticina? Se anche avesse commesso gli omicidi che lei imputa a tali persone (ed ha prove su questo, dato che a Scotland Yard il fascicolo è ancora aperto?), questo ne farebbe necessariamente una realtà tanto importante da aver "plasmato la storia"? Ammesso che chi sta scrivendo frequenti circoli che lei sembra ritenere che frequenti, quali elementi ha per sapere che in quei circoli lì "avrebbero dovuto" o avrebbero ritenuto corretto insegnare questi concetti che lei suppone veritieri? E sempre rimanendo con il prendere per buona questa ipotesi: se chi scrive fa parte di qualsiasi forma di aggregazione voi vogliate, dal momento che in questo forum lo avete più volte supposto (non tanto lei, signor Hadi, quanto Paolo Franceschetti, ed ho già detto cosa penso di quella ipotesi. Non lei, in quanto in circa mezza pagina telematica sono passato per lei dall'essere l'uomo incerto che si sta per avvicinare al suo primo libro da leggere, al membro di un ordine cavalleresco di medievale memoria), che elementi avete a disposizione sulla mia persona, per esser certi che io sarei nella "parte buona" (in realtà "parte ingenua", secondo il pensiero che avete illustrato) di qualche ufficiale organo affine ai Rosacroce? Come fate a sapere che sono tra coloro che credono alla "favoletta" dei rosacrociani dediti al bene dell'umanità, e non sia piuttosto tra quanti la raccontano? Cosa vi fa pensare che, se esiste una "parte nera", io non sia proprio parte di essa, fingendo di volerne negare l'esistenza?

Se questa è la capacità di analisi che usate per dedicarvi ad indovinare (anzi, a sostenere di sapere) l'identità personale di un utente, è lecito pensare che l'approfondimento di dati storici e filosofici di fantasmagoriche associazioni di cui non fate parte sia approfondito con gli stessi criteri e risultati?

Paolo Franceschetti, che qui interviene poco, probabilmente per mancanza di tempo (ma allora, dove lo ha trovato il tempo di approfondire argomenti sui quali ovunque ed in ogni tempo l'umanità si scervella, riportandone perfino conoscenze non riscontrabili altrove che nei suoi scritti?), sostiene che:
Paolo Franceschetti ha scritto:
Ma in realtà all'interno del movimento rosacrociano, che nel mondo ha avuto e ha molta più importanza di quello che comunemente gli si attribuisce, nei secoli c'è stata una lotta tra la cosiddetta fratellanza bianca e fratellanza nera.

Esiste qualche fonte "ufficiale" che parli di questa lotta secolare? O almeno di questa scissione avvenuta? Se non v'è fonte ufficiale, dato che si è sostenuto qui sopra che gli stessi rosacrociani ufficiali non sanno che esista la fratellanza "nera", allora (usando il metodo di analisi imparato nel leggere i commenti di questa discussione) dobbiamo supporre che lo stesso Paolo Franceschetti, per esserne a conoscenza, faccia parte del rosacrocianesimo meno ufficiale di quello cui appartiene l'utente "Attimo di verifica", ed in particolar modo sia un affiliato di questa qui illustrata "fratellanza nera"?Wink Ma qui ho solo giocato, e spero mi si perdoni il divertissement: ho applicato il metodo di indagine con il quale qui si parla di fratellanze nere, rose rosse, utenti fiabeschi.



Un buon proseguimento di giornata,
e che l'attimo propizio non sfugga a tutti noi.


P.s.
Hadi ha scritto:
Non ho potuto fare a meno di sorridere dopo il suo intervento.

Ne apprendo la notizia con piacere. Sorriso ricambiato cordialmente.Very Happy
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Anonymous
















MessaggioInviato: Sab Apr 16 2011, 14:14:22    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ci rinuncio. Faccio parlare Epiphanius per me, perchè è un discorso molto lungo:


Riporto alcuni passi che ritengo fondamentali:

- Nel 1888, venne costituito il primo tempio della Golden Dawn a Londra, col nome di Isis-Urania, ove si praticava il culto di Iside «organizzato sulla base del libro "Iside svelata" che la Blavatsky scrisse nel 1877, in cui l'occultista russa lanciava un appello all'aristocrazia britannica perché si organizzasse in una setta sacerdotale di Iside» 3. Altri templi della Golden Dawn vennero costruiti a Bradford (Tempio di Horus), a Edimburgo (Tempio di Amon-Ra) e nel 1894 a Parigi (Tempio di Ahathoor).

Secondo lei una setta che arriva a erigere 4 templi, è una setticina?

- Membri eminenti della Golden Dawn furono Israel Regardie (1907-1985), israelita inglese, segretario di Crowley e autore del libro The Golden Dawn, autentica summa di teurgia cabalistica; l'attrice Florence Farr (1860-1917), intima amica di George Bernard Shaw (1856-1950); Gerald Kelly (1879-1972), presidente della Royal Academy (la cui sorella sposò Crowley); Arthur Edward Waite (1857-1942), specialista dei Rosacroce, massone fondatore della Fellowship of the Rosy Cross («Confraternita della Rosa Croce») e direttore di un Ordine rosicruciano «interno» ultrasegreto, chiamato Ordo Sanctissimus Rosæ et Aureæ Crucis, il cui numero di membri non poteva superare la mezza dozzina 15; poeti come Thomas Stearns Eliot (1888-1965) e William Butler Yeats (1865-1939), Bram Stoker (1847-1912), creatore del personaggio Dracula; Herbert G. Wells, uomo legato all'Alta Finanza mondialista; Arthur Machen (1863-1947), lo scrittore inglese per il quale le uniche realtà che contavano erano la santità e stregoneria, mentre chi non apparteneva a queste due categorie era per lui un «trascurabile»; Rudolph Hess (1894-1987) - il gerarca nazista - assieme a Karl Haushofer (1869-1946), il teorico dello «spazio vitale» germanico, col figlio Albrecht (1903-1945), e, si dice - ma la notizia è priva di probanti conferme - lo stesso Adolf Hitler (1889-1945) 16.

Analizzando la lista degli adepti, non sempbra proprio una setticina Rolling Eyes
Torna in cima
julia
Attualmente bannato

Apprendista
Apprendista


Iscritti



Registrato: 20/06/11 17:31
Messaggi: 58
julia is offline 






germany
MessaggioInviato: Lun Giu 20 2011, 22:54:32    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

D'accordissimo con ''attimo di verifica'' sia sui ragionamenti fatti che non fanno una piega, sia sul fatto dei i nazisti si sono appropriati dello SPLENDIDO SALUTO ROMANO
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
il cinghios
Attualmente bannato

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 13/01/11 16:35
Messaggi: 232
il cinghios is offline 

Interessi: natura,motori




italy
MessaggioInviato: Lun Giu 20 2011, 23:01:47    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ho letto solo ora gli scritti di ATTIMO DI VERIFICA e devo dire che ha colto nel segno IL PENSIERO DELLA MAGGIOR PARTE DI CHI LEGGE QUESTE COSE, qui si fa un gran calderone ci si butta dentro chiesa satanisti sette risorgimenti vari, unita italia indipendenze varie, nazisti nascita dell'america new age antichi romani antichi greci civilta precolombiane, persino i patrioti... e poi hadi lo serve bello caldo (il calderone) a tutti i boccaloni. !!!! sveglia che la pappa è pronta!!! aahahahah Smile Smile Smile e io come un ingenuo a perder tempo a parlare con dei non-vedenti mentali, tranne pochi, e mettermi qui a parlare di fucili risorgimentali con un ologramma che propina brodaglie.
Ogni tanto qualche passante normale c'è, io non ho la gentilezza di ATTIMO DI VERIFICA, e quindi ho risposto a tutti come meritavano, perchè sono un generoso.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Nuovo ordine mondiale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3  Successivo
Pagina 2 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Poteri occulti topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008