Indice del forum

Poteri occulti

Sito per discutere di misteri italiani, massonerie, mafie, e altro.

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

A tutte le donne
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Tecniche di miglioramento personale e collettivo
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Dividea

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 21/01/09 15:53
Messaggi: 141
Dividea is offline 






italy
MessaggioInviato: Mar Mag 05 2009, 16:00:17    Oggetto:  A tutte le donne
Descrizione: Alda Merini
Rispondi citando

Per tutte le volte che come insulto a qualsiasi persona ho letto utilizzare termini dispregiativi nei confronti della donna.
Per l'ennesima ferita che si provoca nell'animo della forza generatrice.
Perchè nulla è cambiato nel corso dei secoli.
Perchè mi chiedo se mai riusciremo davvero ad evolverci.
Per tutte le donne.

A tutte le donne

Fragile, opulenta donna, matrice del paradiso
sei un granello di colpa
anche agli occhi di Dio
malgrado le tue sante guerre
per l'emancipazione.
Spaccarono la tua bellezza
e rimane uno scheletro d'amore
che però grida ancora vendetta
e soltanto tu riesci
ancora a piangere,
poi ti volgi e vedi ancora i tuoi figli,
poi ti volti e non sai ancora dire
e taci meravigliata
e allora diventi grande come la terra
e innalzi il tuo canto d'amore.

Alda Merini

_________________
Ci sono due modi di vivere la tua vita.
Una e' pensare che niente e' un miracolo.
L'altra e' pensare che ogni cosa e' un miracolo.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Mar Mag 05 2009, 16:00:17    Oggetto: Adv






Torna in cima
Leukonoeee

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 08/02/09 00:30
Messaggi: 98
Leukonoeee is offline 






italy
MessaggioInviato: Mar Mag 05 2009, 19:56:00    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Dividea hai pubblicato proprio una bellissima poesia Wink
Alda Merini è una poetessa che ammiro molto...
Sad magari sapessi trasformare le mie idee in versi così potenti!
Però mi/ti chiedo (e chiedo un po' a tutti gli/le utenti) non sarà il caso di chiederci:
Perchè nulla è cambiata in questo secolo?
MA SOPRATTUTTO
Che ruolo hanno avuto le donne nel mantenimento dello status quo? Confused
Proprio oggi discutevo animatamente con una mia collega di università a proposito di "emancipazione femminile" e "femminismo"
Evil or Very Mad Evil or Very Mad Evil or Very Mad
la discussione è stata piuttosto accesa (benchè avessimo pressocchè idee simili)
Sad Sad Sad
alla fine siamo arrivate alla triste conclusione che il femminismo ha lasciato nelle donne l'idea che per essere veramente emancipate e libere bisogna essere come gli uomini... Crying or Very sad
Peccato che questa idea non tenga conto del fatto che di per se la donna è diversa dall'uomo e più che aspirare all'uguaglianza all'uomo dovrebbe aspirare a diritti equipollenti nel rispetto delle diversità di genere!
Nella nostra "stupenda" società "democratica" e "occidentale" si dice a gran voce che la dignità delle donne deve essere rispettata così come quella degli uomini, che qui ad "occidente" le donne sono libere di autorealizzarsi come meglio credono, blablabla etc. etc. etc
e tutte le menate che si dicono comunemente!
però a me non sembra che tutto quello che si dice della condizione della donna nella nostra società sia vero!
faccio solo due banali esempi:
Se sei una donna e vai a letto con 100mila uomini con coscienza e libertà di intendimenti sei una puttana e se invece lo fa un uomo è un "grande".
L'uomo può disporre come meglio crede del suo corpo in fatto di procreazione per quanto riguarda la donna non è proprio così (pensiamo alla legge sulla fecondazione assistita o ai tentativi di eliminare l'aborto... persino quello terapeutico!!!)

diciamo che è cambiato tutto senza cambiare niente (Tomasi di Lampedusa docet!) Mad

L'unica cosa che i movimenti di emancipazione femminile hanno conquistato è una parvenza di riconoscimento sociale...
In sostanza va bene se la donna sgobba come l'uomo, consuma come l'uomo, e perchè no vota come l'uomo MA è sempre una donna che specialmente nel sud Italia (io sono di Palermo) deve essere sempre sottoposta alla "vigilanza" di chi la può "proteggere" e "guidare".
Scendendo nel personale dico solo questo e chiudo questo lungo post:
mio fratello è andato solo in interail in Danimarca io non ci sono potuta andare perchè "ero femmina"...
siamo davvero libere?
mi sa di no!
e di chi è la colpa?
anche nostra... avrei semplicemente dovuto fare il biglietto e partire!

_________________
Nel mio gatto io amo quel temperamento indipendente che gli impedisce di affezionarsi a chiunque e l'indipendenza con cui passa dal salone al tetto.( F. De Chateaubriand )
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Dividea

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 21/01/09 15:53
Messaggi: 141
Dividea is offline 






italy
MessaggioInviato: Mar Mag 05 2009, 21:21:44    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Ciao Leukonoeee Smile
Personalmente concordo con quello che dici, tutte le battaglie che sono state fatte sono servite a darci una parvenza di libertà ed emancipazione.
Credo che alla fine non sia nemmeno importante quello, uguali diritti, uguale riconoscimento sociale, sono solo manifestazioni in superficie di qualcosa di più profondo, di una concezione che sta alla base di tutto ciò, è un qualcosa che ci inculcano fin da quando nasciamo attraverso i vari indottrinamenti e piano piano si fa strada nella nostra mente fino a diventare un dogma.
"Malgrado le tue sante guerre per l'emancipazione" ci hanno dato solo l'illusione che attraverso la lotta si potesse ottenere qualcosa ma il pensiero di base non si sradica con manifestazioni e proteste è qualcosa di più sottile che continua ad esssere trasmesso.
Nulla è cambiato perchè nella culla insieme al latte materno ci viene somministrato il mantra del peccato originale, della donna tentatrice e peccatrice che deve soffrire per le proprie colpe.
Non è un individuo singolo, a sè stante, ma sempre un'appendice dell'uomo ed in quanto tale inferiore.
Poi su queste basi si va a costruire la società e si chiedono uguali diritti ed emancipazione, ma mi pare che le fondamenta non siano delle migliori per un rapporto paritario di rispetto allo stesso livello.
Spesso le donne hanno accettato passivamente questa condizione, facendosi delle colpe inutili. E più spesso non si rendono conto ahimè di ciò che le circonda, di come in realtà vengono considerate. Chi usa un po' di sensibilità lo può avvertire ogni giorno, dai giornali, dalla televisione, dalle frasi colte qua e là nei discorsi della gente. La sensazione che ho io è che se qualcosa deve cambiare non deve essere sul piano materiale, ma provenire dal profondo attraverso la consapevolezza.
Sinceramente però non ho idea come possa avvenire.

_________________
Ci sono due modi di vivere la tua vita.
Una e' pensare che niente e' un miracolo.
L'altra e' pensare che ogni cosa e' un miracolo.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Leukonoeee

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 08/02/09 00:30
Messaggi: 98
Leukonoeee is offline 






italy
MessaggioInviato: Mar Mag 05 2009, 21:41:07    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Cosa deve cambiare?!? Surprised
il modo di concepire la donna!!!
Ti faccio un esempio tratto dalla mitologia classica, non te lo so spiegare meglio di così:
dovremmo riunire tutti gli archetipi femminili di cui sono rappresentanti le dee olimpiche (giunone la donna di casa, diana la donna indipendente"che non ha bisogno di chiedere mai", persefone l'eterna fanciulla, afrodite la conquistatrice, atena la saggia) in un'unico mega-archetipo femminile che ha tutte le meravigliose doti di quelle dive! Very Happy Mr. Green Very Happy
Se tutte noi fossimo coscienti di essere delle creature capaci di essere materne ma anche indipendenti, sante ma anche un po' puttane Wink , accoglienti ma anche volitive...
Insomma se capissimo che nessuno dei nostri atteggiamenti deve essere condannato come "non-femminile" ( ogni atteggiamento espresso da una donna è un atteggiamento femminile solo per il fatto di essere espresso da un essere di sesso femminile!!!); se capissimo che possiamo coniugare le doti generatrici/creative/sostentatrici a quelle di autoaffermazione/forza/assertività ecco avremmo compiuto un gran passo!

_________________
Nel mio gatto io amo quel temperamento indipendente che gli impedisce di affezionarsi a chiunque e l'indipendenza con cui passa dal salone al tetto.( F. De Chateaubriand )
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Anonymous
















MessaggioInviato: Mer Mag 06 2009, 05:51:27    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

QUOTO LEU IN TOTO...
Torna in cima
iosperiamochemelacavo

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 20/01/09 00:56
Messaggi: 148
iosperiamochemelacavo is offline 






italy
MessaggioInviato: Mer Mag 06 2009, 16:53:37    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

l'emancipazione femminile a mio parere è stato un tassello fondamentale per la distruzione della famiglia(madri in carriera ,divorzi facili) e per l'esplosione del mercato (cura del corpo, shopping)...Basti pensare che le donne hanno iniziato a fumare in seguito ad un astuto stratagemma del nipote di Freud che mettendo d'accordo la stampa e qualche giovane e bella debuttante è riuscito a sdoganare le sigarette tra le donne, presentandole come le torce della libertà e dell'emancipazione (quando invece sono solo un simbolo fallico), ovviamente per conto della lobbie del tabacco , mi spiace ma vi siete fatte fregare(come avevano già fatto con noi),per quanto mi riguarda,bisogna riconoscere candidamente i ruoli diversi che si hanno all 'interno della famiglia e anche della società...
A mio parere è inutile avere i soldi, fare carriera per poi prendere una babysitter che ti curi i figli e dato che le donne hanno la fortuna di generare i figli , sono loro quelle capaci di dare l'amore che serve ad figlio, è un legame speciale che i padri non hanno

Leukonee per la storia del viaggio in danimarca prova a immedesimarti in tuo padre,so che è dura da mandar giu però per una ragazza sola e giovane è sicuramente piu pericoloso viaggiare che per un ragazzo non trovi?
Bisogna accettare le differenze, ogni genere ha i suoi pregi e i suoi difetti....
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Leukonoeee

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 08/02/09 00:30
Messaggi: 98
Leukonoeee is offline 






italy
MessaggioInviato: Mer Mag 06 2009, 18:58:09    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Eh no! caro iosperiamochemelacavo non è vero in termini assoluti che una ragazza rischi più di un ragazzo... Evil or Very Mad
Quello che affermi è semplicemente un pregiudizio! Non è detto che siccome ho un utero io sia più debole o più sprovveduta di un mio coetaneo maschio Evil or Very Mad
E poi dimmi... che differenza c'è tra un ragazzo o una ragazza quando un ladro aggredisce con un arma? Mio caro, non c'è alcuna differenza, perchè a meno che l'aggredito non sia un campione di karate, in ogni caso quest'ultimo rinuncerà a tutto pur di aver salva la vita Confused
Anch'io la pensavo come te quando avevo 18 anni, poi però mi sono resa conto che anche evitando di tornare a casa alle 3 di notte sola o evitando di partire in interail senza compagni di viaggi, anche se non avessi fatto queste cose non era detto che non avrei avuto un incidente o che non avrei subito uno stupro o che non sarei stata borseggiata!!!
La sicurezza non è una questione di sesso, di polizia o di telecamere. La sicurezza o ce l'hai dentro o non ce l'avrai neanche nel bunker più sicuro di questo mondo!

Quanto al tuo discorso sulla condizione della donna (mi devi scusare se sono brutale) se l'ho capito bene mi pare a dir poco semplicistico! Shocked
scusa, che vuol dire "bisogna riconoscere candidamente i ruoli diversi che si hanno all 'interno della famiglia e anche della società... " ???
La donna siccome ha un utero e può avere figli non deve andare a lavorare e non può realizzarsi oltre all'ambito domestico e familiare(?) mentre l'uomo siccome ci mette solo il semino nella procreazione allora ha il diritto di fare carriera (e può dedicare molto meno tempo alla famiglia)?!?!?Shocked
Rolling Eyes
Certo non è bello neanche il contrario e cioè due genitori che non ci sono mai perchè devono lavorare tutto il giorno, ma non puoi venirmi a dire che una donna siccome è donna e porta i bimbi in grembo per nove mesi ed ha un rapporto preferenziale coi suoi bimbi deve restare a badare alla casa e alla prole...
Sad

_________________
Nel mio gatto io amo quel temperamento indipendente che gli impedisce di affezionarsi a chiunque e l'indipendenza con cui passa dal salone al tetto.( F. De Chateaubriand )
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
iosperiamochemelacavo

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 20/01/09 00:56
Messaggi: 148
iosperiamochemelacavo is offline 






italy
MessaggioInviato: Lun Mag 11 2009, 18:35:28    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Inanzitutto ho solo detto di metterti nei panni di un genitore(uomo e siciliano per giunta)e provare a capirlo... e non che devi stare a casa a fare la maglia ma se vuoi lo scontro... Laughing Laughing
Mai sentito parlare di strupri,molestie, violenze sulle donne? Io non ho mai sentito di donne che picchiano i mariti o rumene che stuprano ventenni arrapati alla fermata del bus ,ma forse non sono bene informato....

Per Quanto riguarda le donne i figli e la carrirera intendevo dire che la donna a parer mio si realizza nella famiglia facendo dei figli, e non con la falsa emancipazione nel desiderare una carriera(cosa per altro alla quale non aspiro), ma se tu hai bisogno di questo diritto allora è meglio che non faccia dei figli...


Se vuoi riscrivere e sovvertire millenni di storia per fare carrierera per me fai pure Mr. Green Mr. Green
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
LiberoStudenteDisoccupato

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 05/03/09 15:00
Messaggi: 36
LiberoStudenteDisoccupato is offline 






uae
MessaggioInviato: Lun Mag 11 2009, 20:02:00    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

eddai,ancora la storia del rumeno cattivo che stupra...
la stragrande maggioranza degli stupri avviene tra le mura di casa!
il problema è il concetto patriarcale di famiglia,veramente da abolire insieme a chiunque la sostenga con la solita retorica sessista

_________________
Iniziato ai misteri lisergici e psilocibini
Gran Pontefice di 43° grado alcoolico
Grande Ispettore del real segreto di Gnoccam et Sbarbinae
Venerabile Bracconiere di goliardi

---e sia pietosa coltrice l'onda spumosa e ria..
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
iosperiamochemelacavo

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 20/01/09 00:56
Messaggi: 148
iosperiamochemelacavo is offline 






italy
MessaggioInviato: Lun Mag 11 2009, 20:45:09    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

scusa ma che c'entra? era un banale esempio per dire che le donne corrono piu rischi degli uomini....e ho scritto rumeno per "usare" la formuletta dei giornali ,non mettermi in bocca parole non mie.... Laughing Laughing Laughing
il problema è lo sfascio della famiglia....
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Leukonoeee

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 08/02/09 00:30
Messaggi: 98
Leukonoeee is offline 






italy
MessaggioInviato: Lun Mag 11 2009, 23:10:36    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Hai tirato fuori l'argomento dello stupro... immaginavo che intendessi questo con la frase: " una ragazza sola e giovane è sicuramente piu pericoloso viaggiare che per un ragazzo non trovi". Libero di pensarlo, ma io non credo che sia così. Io credo piuttosto che l'idea del pericolo costante di stupro cui sarebbero sottoposte le donne nasca da un costante lavaggio del cervello che ci fa il televisore su queste tematiche.
Come ricordava bene LSD la maggior parte delle violenze nei confronti delle donne viene inflitta tra le mure domestiche.
Per quanto riguarda il discorso della carriera vorrei capire una cosa. Tu dici che la donna si realizza pienamente nella famiglia avendo figli e curandoli e se una donna vuole fare carriera non deve avere figli.
E L'uomo? Siccome l'uomo non porta in grembo i suoi stessi figli può fare carriera?
Tu ritieni che sia meno grave l'assenza di un uomo (giusto il tempo di guadagnarsi la pagnotta) dalla famiglia? Confused
Ma che logica è?
Mettiti dalla parte dei bimbi e non da quella dei maschi adulti...
Ti ricordi quando tuo papà mancava da casa fino a sera? Io me lo ricordo e so che mi dispiaceva... eppure mia mamma lavorava, però lei lavorava fino ad ora di pranzo e io fino ad ora di pranzo ero a scuola per cui neanche mi pesava il fatto che mia mamma lavorasse.
Ma, a prescindere dal caso particolare su citato, ti voglio fare capire che vedere la donna solo come madre e nutrice è profondamente sbagliato. La donna è un essere pensante come l'uomo! Anche lei ha altre aspirazioni spirituali, materiali, mentali oltre a quelle che concernono la cura dei figli. Il discorso che fai mi pare imbevuto di retorica patriarcale*, ma non mi sembra essere aperto a tutte le problematiche che ruotano attorno alla famiglia di stampo patriarcale*.
Anche mettendo il caso di una donna che si dedichi interamente alla famiglia, cosa succederebbe se l'uomo un bel giorno morisse o lasciasse questa donna? Non è detto che la donna avrebbe la possibilità di fare fronte decentemente alla sussistenza dei suoi figli! Cosa dovrebbe fare questa donna nella tua logica? dovrebbe, forse, sposare il parente più prossimo come succedeva nella grecia antica? Oppure dovrebbe mandare a lavorare i suoi figli come nell'Europa di fine '800? Evil or Very Mad Oppure dovrebbe aspettare che lo stato la aiutasse? Laughing


*dico patriarcale anche se forse non è il termine adeguato. Con patriarcale intendo la famiglia in cui è l'uomo a gestire le sorti della vita familiare.

_________________
Nel mio gatto io amo quel temperamento indipendente che gli impedisce di affezionarsi a chiunque e l'indipendenza con cui passa dal salone al tetto.( F. De Chateaubriand )
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
iosperiamochemelacavo

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 20/01/09 00:56
Messaggi: 148
iosperiamochemelacavo is offline 






italy
MessaggioInviato: Mar Mag 12 2009, 12:47:59    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Constatato che per te le donne corrono gli stessi rischi degli uomini ,ti smentisci da sola riprendendo il discorso di lsd: dici che le donne subiscono molti abusi in casa evidenziando come il vostro sia il sesso debole che viene vessato e maltrattato. Laughing
Secondo me il tuo problema è che essere una mamma e una nutrice per te non è abbastanza,lo trovi svilente,dici che la donna è un 'essere pensante e quindi deve aspirare a di piu sottointendendo che per te una madre che non lavora (in ufficio)non pensa o non è dotata Shocked

L'uomo si realizza attraverso il lavoro (ma non per il lavoro in se)che gli permette di mantenere e crescere i figli in una famiglia unita dall amore materno dove ognuno da il suo contributo.Certo che ritengo meno grave l'assenza di uomo,pensa se invece di tuo padre non ci fosse stata tua mamma fino a sera...

Nella famiglia Patriarcale era la donna la padrona indiscussa del focolare domestico ,aveva un fondo spese che gestiva lei per la casa e comandava sulle altre donne...

Se la donna ha la possibiltà di dedicarsi interamente alla famiglia vuol dire che il lavoro del marito permette il sotentamento dei figli,se lui la lascia gli deve pagare gli alimenti,se muore gli va la pensione...e comunque quando due persone si lasciano di solito è l'uomo che ci rimette Very Happy
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Leukonoeee

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 08/02/09 00:30
Messaggi: 98
Leukonoeee is offline 






italy
MessaggioInviato: Mer Mag 13 2009, 00:30:47    Oggetto:  risposte, risposte, risposte
Descrizione:
Rispondi citando

<<ti smentisci da sola >>

La mia frase non è una contraddizione. Non ho mica detto che le donne non sono MAI oggetto di violenza, ho detto solo che è scorretto pensare che le donne siano molto più a "rischio" degli uomini.

<<Secondo me il tuo problema è che essere una mamma e una nutrice per te non è abbastanza,lo trovi svilente,dici che la donna è un 'essere pensante e quindi deve aspirare a di piu sottointendendo che per te una madre che non lavora (in ufficio)non pensa o non è dotata>>

Non trovo svilente essere mamma e lavoratrice o essere solo mamma o essere solo lavoratrice, penso solo che ognuno dovrebbe fare quello che più lo rende felice nel rispetto altrui. La donna (così come l'uomo) dovrebbe aspirare ad autorealizzarsi come meglio crede. Se una donna vuole fare solo la mamma e la casalinga che ben venga! L'importante è che questa sia una sua decisione presa in coscenza e in libertà. Mia nonna è una casalinga semianalfabeta ma la considera una delle persone più sagge che abbia mai incontrato.
La passione che metto in questi discorsi nasce dal fatto che la "questione femminile" mi sta molto a cuore e NON da un sentimento di "rivincita delle donne" che onestamente non ho mai provato. Io mi sono sempre sentita pari a qualsiasi altro essere umano per potenzialità e dunque non ho mai avuto voglia di prendermi alcuna rivincita. Più che altro il sentimento che mi anima è l'indignazione per chi tratta le donne con poco rispetto (in ogni senso possibile).

<<L'uomo si realizza attraverso il lavoro (ma non per il lavoro in se)che gli permette di mantenere e crescere i figli in una famiglia unita dall amore materno dove ognuno da il suo contributo. Certo che ritengo meno grave l'assenza di uomo,pensa se invece di tuo padre non ci fosse stata tua mamma fino a sera... >>

Questa sarà la tua visione personale della vita, ma non è detto che debba essere così per ogni uomo.
Quanto alla presunta minore gravità della prolungata mancanza dell'uomo dal nucleo domestico: informati! Ci sono un sacco di studi di pedagogia, sociologia e psicologia che affermano proprio il contrario.


<<Nella famiglia Patriarcale era la donna la padrona indiscussa del focolare domestico>>

Questa era la bugia con cui si consolavano le "padrone di casa" ma anche qui: Informati! Al limite leggi anche un po' di narrativa... tipo "una donna" di sibilla aleramo, "la lunga vita di marianna ucria" di dacia maraini.
Se ti interessa ti farò qualche altro nome in pvt... al momento non ci penso!

<<se lui la lascia gli deve pagare gli alimenti,se muore gli va la pensione...>>

Ovviamente se l'uomo lascia la donna le sono dovuti gli alimenti, nel caso in cui ella non abbia di che mantenersi, ma se non hai 12 anni e conosci le spese di casa saprai bene che molti non arrivano a fine mese con uno stipendio "pieno" figurati una casalinga che deve contare sugli "alimenti"!

_________________
Nel mio gatto io amo quel temperamento indipendente che gli impedisce di affezionarsi a chiunque e l'indipendenza con cui passa dal salone al tetto.( F. De Chateaubriand )
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
paoloblogger

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio

Registrato: 21/01/09 13:19
Messaggi: 136
paoloblogger is offline 






italy
MessaggioInviato: Mer Mag 13 2009, 07:26:57    Oggetto:  documentario: il corpo delle donne
Descrizione:
Rispondi citando

Vorrei proporvi questo documentario diviso in 3 capitoli:







Questa è l'intervista di micromega all'autrice



E questo è il blog dell'autrice



Ciao
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Leukonoeee

Apprendista
Apprendista


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 08/02/09 00:30
Messaggi: 98
Leukonoeee is offline 






italy
MessaggioInviato: Mer Mag 13 2009, 17:35:13    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

oh, mio Dio! Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad
Spero sempre nelle epifanie che scuotono le coscienze in maniera improvvisa...
chissà! che questo documentario non possa essere un'epifania per molte donne.

_________________
Nel mio gatto io amo quel temperamento indipendente che gli impedisce di affezionarsi a chiunque e l'indipendenza con cui passa dal salone al tetto.( F. De Chateaubriand )
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Tecniche di miglioramento personale e collettivo Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Poteri occulti topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008