Indice del forum

Poteri occulti

Sito per discutere di misteri italiani, massonerie, mafie, e altro.

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

il CERN come porta di entrata di entità demoniache
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Notizie in codice dai giornali e dalle TV
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
peppermint

Appassionato
Appassionato


Iscritti



Registrato: 04/09/13 11:10
Messaggi: 272
peppermint is offline 






italy
MessaggioInviato: Mer Giu 03 2015, 14:52:54    Oggetto:  il CERN come porta di entrata di entità demoniache
Descrizione:
Rispondi citando


Il CERN come porta d’entrata per le entità demoniache dimensionali !

Posted on aprile 21, 2015

Un allarme apocalittico deve sempre essere accompagnato da un segno di Dio che può essere di buono o di cattivo auspicio. I lettori di questo sito sanno che, nel 2013, un evento straordinario costrinse il buon Papa Ratzinger ad annunciare le dimissioni al settimo giorno d’allarme per bomba atomica in fase di sperimentazione al CERN di Ginevra.

Dopo i primi tre giorni d’allarme pubblico, il CERN non aveva fornito i calcoli di sicurezza richiesti e da un momento all’altro, le particelle atomiche potevano fuggire dall’acceleratore denominato “LHC” (Large Hadron Collider).

L’8 Febbraio 2013, un email urgente inviata al Vaticano presso la Congregazione per la Dottrina della Fede, chiedeva ai sommi sacerdoti della cristianità di pregare per gli uomini perché non c’erano altri mezzi per evitare l’esplosione del CERN.

L’allarme inviato al Vaticano l’8 Febbraio 2013 (ore 19:20) era intitolato “Preghiamo per gli uomini”. Il grande bisogno di preghiera fu accolto dall’emerito Papa Benedetto XVI che tre giorni dopo annunciò le dimissioni.

Per ognuno dei tre giorni di ritardo, il Papa avrebbe dovuto fare una Quaresima di 40 giorni di estrema penitenza sia per il 2013, sia per il 2014, sia per il 2015. Al secondo giorno di Quaresima del 2013 (Giovedì 14 Febbraio 2013) iniziarono i due anni di lavoro necessari a potenziare l’acceleratore del CERN e l’emerito Papa aveva il compito di pregare dalla mattina alla sera a nome di tutti i cristiani rei di aver sottovalutato e, in alcuni casi occultato un incontestabile allarme potenzialmente apocalittico.

In questi due anni di allarmi, gli sprovveduti di Scienza, Tecnica e Matematica, non hanno saputo fornire né calcoli né ragioni di sicurezza per gli esperimenti del CERN e, purtroppo, nessuno può sapere cosa accadrà alla ripresa degli esperimenti.


Il destino dell’umanità è appeso alle preghiere dell’emerito Papa e alle sue tre quaresime di penitenza. Tra poco vedremo se il CERN causerà il Big Bang o se il Papa avrà fatto bene il suo lavoro di penitenza e preghiera.

I segni premonitori sono molto buoni perché un guasto tecnico ha impedito che il CERN rimettesse in funzione l’acceleratore il 23 Marzo 2015.
L’emerito Papa doveva pregare almeno fino all’ultimo giorno della terza Quaresima di penitenza (Giovedì Santo 2-4-2015) e poi ci sarebbero state buone possibilità per non assistere all’esplosione del CERN.

Dio deve aver accontentato l’emerito Papa e forse ha perdonato i cristiani: l’acceleratore di particelle è ripartito esattamente alle 9:30 della mattina del 5 Aprile 2015; ovvero, verso l’inizio delle sante messe di Pasqua.

Nelle sfere celesti c’era grandissimo fermento alla mattina di Pasqua e mentre al CERN si accendevano i motori per l’inferno, davanti alle porte del Paradiso c’erano miriadi di angeli.

Durante la santissima Pasqua del 2015, le preghiere delle anime del Paradiso si sono fuse alle preghiere pasquali dei viventi, ma dagli inferi salivano le bestemmie degli impiegati del CERN che dovevano lavorare anziché partecipare agli ultimi festeggiamenti per la morte di Cristo.




Dopo rinvii e incertezze, l’agenzia ANSA ha confermato che, Domenica 5 Aprile 2015, l’acceleratore è ridiventato operativo. Dopo essere sfuggiti per anni a contestazioni e denunce, al CERN erano felicissimi di riprendere il lavoro.

La terza Quaresima di penitenza del Papa terminava Giovedì Santo 2 Aprile ed era molto ben augurante completarla e lasciare il compito della preghiera a milioni di cristiani.

In mancanza del potenziale celebrale di fisici e matematici, gli esperimenti del CERN devono diventare preghiere utili alla vita o alla morte.

Fortunatamente la rimessa in esercizio dell’acceleratore sarà effettuata a bassa energia (450 GeV) e non ci sarà rischio d’esplosione. L’allarme rosso scatterà nel momento in cui le particelle atomiche otterranno un’energia superiore a quella raggiunta nel 2013 (3500 GeV = 3,5 TeV). Attualmente l’acceleratore può imprimere alle particelle un’energia di 7000 GeV e tra 3500 (massimo del 2013) e 7000 GeV (massimo 2015), ogni livello di potenza potrebbe causare una fuga di particelle.

Entro i limiti di potenza già collaudati nel 2013, l’LHC del CERN potrà causare solo lo spostamento dell’asse di rotazione terrestre, deformazioni del campo magnetico terrestre e terremoti; ma nulla di garantito e nulla di apocalittico.

A seguito dello spostamento dell’asse di rotazione del pianeta, il peso della materia dovrà riequilibrarsi e la crosta terrestre cederà in qualche punto causando violenti terremoti. I terremoti dovuti alla bilanciatura del peso di tutta la materia planetaria sono i più violenti: almeno 8-10 gradi di magnitudo.

Nel 2010 e nel 2011, l’asse terrestre si spostò subito dopo la rimessa in servizio del LHC del CERN:

Il 27 Febbraio 2010, il Cile subì un violentissimo terremoto causato dallo spostamento dell’asse terrestre.
L’11 Marzo 2011, nell’Oceano Pacifico avvenne il cedimento della crosta terrestre che causò lo tsunami che colpì la centrale atomica di Fukushima.

I violenti terremoti sono grandi tragedie, ma l’acceleratore del CERN rimarrà sempre estraneo a questo tipo di eventi. I rischi collaterali degli esperimenti, non sono né semplici da studiare né semplici da dimostrare ed è come se non esistessero per la comunità scientifica, in quanto, il CERN, può permettersi persino di nascondere pericoli inevitabili come la fuga di particelle che avverrà sicuramente ad un’energia “X” che nessuno sa calcolare.

La fuga di particelle si verificherà senza preavviso e sarà sicuramente catastrofica perché le palline atomiche sono indistruttibili pertanto distruggeranno tutto ciò che incontreranno.


Al CERN hanno lavorato per oltre 20 anni dimenticandosi che il Sole è un satellite di questa Galassia e la negligenza non si ripara senza ricostruire tutta la Meccanica insegnata dai tempi di Archimede (230 a.C) sino ad oggi. Solo le preghiere dell’emerito Papa possono scongiurare il rischio di esplosione senza dimenticare il grande apporto di preghiere pasquali fatte da cristiani distribuiti in tutto il mondo.

Senza preavviso alle ore “0:35″ del 10 Aprile 2015, l’acceleratore del CERN ha lanciato le particelle atomiche con una potenza quasi doppia rispetto a quella sperimentata nel 2013.
Quelli del CERN hanno deciso di sorprenderci nel sonno perché, anestetizzare tutte le cavie umane residenti del centro Europa, non è stato possibile.




Il grafico di sopra è tratto dal pannello di controllo dell’LHC del CERN.

La linea nera del grafico indica la potenza di lancio delle particelle atomiche spinte all’interno dell’acceleratore. Alle ore “0:45″, le particelle avevano raggiunto un’energia di 4000 GeV, ovvero, 500 GeV in più dell’energia raggiunta nel 2013. Verso le ore “0:55″, la potenza di lancio si è stabilizzata e le particelle circolavano nell’LHC con un’energia di 6500 GeV (6,5 TeV). La fuga di particelle non si è verificata, ma potrebbe ancora verificarsi tra 6500 e 7000 GeV.

Probabilmente quest’anno non si terranno esperimenti con particelle lanciate a 7000 GeV perciò, non siamo ancora fuori pericolo.

In passato appena l’acceleratore superava i record di energia si diramavano subito comunicati stampa. Ora che il record di energia è stato quasi raddoppiato, tutto tace e sono 5 giorni che si aspettano gli “schiamazzi” di chi avrebbe motivo per festeggiare. In realtà gli unici che hanno potuto festeggiare sono coloro che il 10 Aprile si sono risvegliati come se fosse una mattina qualunque. Nella notte del 10 Aprile milioni di cavie umane dormivano e nessuno si è potuto render conto del pericolo che ha corso.

L’acceleratore, privo di limiti di potenza naturale, è destinato ad esplodere e nessuno può ancora festeggiare perché tra 6500 e 7000 GeV di energia, le particelle atomiche possono ancora fuggire dal sistema solare e spaccare la Terra.





Fonte:


Attraverso:
ùù




Proprio oggi il CERN è rientrato in funzione:



Prime collisioni record al Cern, è la rivoluzione della fisica

Possibile esplorare fenomeni sconosciuti - Segui la diretta
03 giugno, 14:31


E’ cominciata al Cern di Ginevra la ‘rivoluzione’ della fisica, con le prime collisioni di particelle all’energia record di 13.000 miliardi di elettronvolt (13 TeV).
Diventa possibile osservare un mondo di fenomeni completamente nuovi, che la fisica tradizionale finora non era in grado di descrivere.

''Un passo storico per la fisica e la tecnologia'': così Fabiola Gianotti, direttore designato del Cern, ha detto all'ANSA, commentando le prime collisioni avvenute nell'acceleratore più grande del mondo, il Large Hadron Collider (Lhc) all'energia record di 13.000 miliardi di elettronvolt (13 TeV). ''Un passo - ha aggiunto - reso possibile anche dall'importante contributo dell'Italia''. Per Gianotti le prime collisioni record costituiscono 'un passo in avanti senza precedenti, reso possibile anche dall'importante contributo da parte dell'Italia, con l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) e con l'Ansaldo, che ha costruito oltre un terzo dei magneti superconduttori dell'acceleratore''. Per la ricerca, ha aggiunto, ''è un passo in avanti storico perché le collisioni a questa energia ci permettono di affrontare questioni di fisica fondamentale e diventa possibile trovare risposte a domande aperte, come quella relativa alla natura della materia oscura'', ossia la materia invisibile e sconosciuta che occupa circa il 25% dell'universo.
''Diventa anche possibile scoprire perché l'universo è fatto prevalentemente di materia'', ha detto ancora riferendosi alla mancata simmetria fra materia e antimateria. Nonostante si annientino reciprocamente e siano state prodotte in uguale misura dopo il Big Bang, non si sa spiegare infatti perché una piccola quantità di materia abbia avuto la meglio sull'antimateria.

''Un risultato fantastico!'', è stato il commento entusiasta del direttore generale del Cern, Rolf Heuer, alle prime collisioni avvenute all'energia record di 13 TeV nell'acceleratore più grande del mondo. ''Adesso - ha aggiunto rivolgendosi ai ricercatori - non dobbiamo avere fretta: i risultati non arriveranno domani, nè fra una settimana, ma sicuramente arriveranno e saranno straordinari''.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Mer Giu 03 2015, 14:52:54    Oggetto: Adv






Torna in cima
pichiricky

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 20
Registrato: 20/08/10 10:50
Messaggi: 214
pichiricky is offline 






italy
MessaggioInviato: Sab Giu 06 2015, 18:28:53    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

il cern ha raggiunto la potenza di 15 milioni di volts

ed ogni volta che hanno provato a raggiungere le massime potenze si sono verificati terremoti devastanti in nepal ma anche in altre regioni del globo
non menzionate dagli organismi preposti

comunque
grazie ai bosoni di higs dicono di aver scoperto come si crea la materia
mentre ora vogliono scoprire come si forma l'antimateria

ma non vogliono prendere in considerazione che per creare la materia bisogna prima ricevere o ricavare l'energia

cioe' prima viene l'energia con la quale si crea la materia
non e' vera ne corretta la teoria di einstein ma e' corretta e vera quella di tesla

comunque
ci nascondono questo perche' vogliono creare la piu' terrificante macchina ad energia mai costruita dall'uomo
con questo tipo di energia l'elite vuole fare le stesse cose descritte per esempio nel film lucy o nel film inception cioe' creare la materia
pianeti
edifici
esseri umani piu' macchine che umani

come nel film dark city del 1998
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
pichiricky

Appassionato
Appassionato


Iscritti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 20
Registrato: 20/08/10 10:50
Messaggi: 214
pichiricky is offline 






italy
MessaggioInviato: Lun Lug 06 2015, 21:12:29    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

15 giugno 2015
6 6 2 0 6

al cern hanno inaugurato una statua di 2 metri della dea kali

quella indiana con tante braccia
dea della distruzione

starno neh?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Nektanebus

Nuovo
Nuovo


Iscritti



Registrato: 10/11/16 15:43
Messaggi: 7
Nektanebus is offline 






italy
MessaggioInviato: Gio Nov 10 2016, 15:49:48    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Sul fatto che sia un portale non ci credo
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Notizie in codice dai giornali e dalle TV Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Poteri occulti topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008