Indice del forum

Poteri occulti

Sito per discutere di misteri italiani, massonerie, mafie, e altro.

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Michael Hastings
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Uccisi dal sistema
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Stefania Nicoletti

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 19/01/09 18:11
Messaggi: 2016
Stefania Nicoletti is offline 



Sito web: http://paolofrancesche...


italy
MessaggioInviato: Mer Lug 03 2013, 17:15:48    Oggetto:  Michael Hastings
Descrizione: giornalista investigativo USA morto in un "incidente" stradale
Rispondi citando

Aveva 33 anni
Addio a Michael Hastings,
il giornalista che ha fatto tremare i potenti

L'inviato Usa morto in un incidente stradale a Los Angeles. Famoso il pezzo che causò le dimissioni del generale McChrystal



Era considerato un giornalista di razza, tra i più promettenti della sua generazione. Il mondo parlò di lui la prima volta nel 2010, quando un suo reportage pubblicato sulla rivista Rolling Stone portò alla rimozione del generale Stanley McChrystal dal comando delle forze armate statunitensi in Afghanistan. Michael Hastings è morto martedì notte in un terribile incidente d’auto a Los Angeles. Lo schianto è avvenuto in circostanze ancora oscure. Michael Hastings aveva 33 anni.

GENERALE FUORI CONTROLLO - Il giornalista investigativo aveva seguito per un mese il generale e la sua squadra, la «Team America», per scrivere un profilo sul comandante delle truppe schierate in Afghanistan. Li aveva seguiti raccogliendone i giudizi durante le visite al fronte, le pause alla caffetteria e i viaggi. Quell'intervista, «The Runaway General» (Generale fuori controllo), segnò il destino di McChrystal, che fu richiamato d'urgenza a Washington e poi costretto alle dimissioni. La pubblicazione di dichiarazioni irriverenti e offensive su ambasciatori americani, consiglieri del presidente Obama e sul vicepresidente Biden fecero infuriare la Casa Bianca.

CARBONIZZATO - Martedì notte, il 33enne giornalista si trovava da solo alla guida della sua auto quando, per circostanze ancora da chiarire, ha perso il controllo della vettura, ha sfondato un guardrail e si è schiantato contro un albero. In pochi secondi la macchina è stata avvolta dalle fiamme. Agghiacciante la scena che si è presentata ai soccorritori e alle forze dell’ordine: il cadavere era al posto di guida, ormai irriconoscibile. La sua identità è stata chiarita solo grazie alle impronte dentali, ha riferito il Los Angeles Times.

«ISTINTO INCREDIBILE» - Hastings, sposato con la giornalista Elise Jordan, aveva lavorato anche per le riviste Quarterly Gentlemen, per il portale BuzzFeed ed era stato corrispondente di Newsweek. Nato nel 1980 nel Vermont da una coppia di medici statunitensi, il 33enne seguiva la guerra in Iraq e in Afghanistan. Aveva inoltre pubblicato diversi libri e vinto numerosi premi. Michael Hastings raccontava le verità che nessun altro voleva pronunciare, è l’elogio del Washington Post: «Teneva aperto il suo taccuino quando altri, probabilmente, lo avrebbero chiuso; si è sempre rifiutato di giocare secondo le regole non scritte - un disobbediente piacevole di cui noi tutti abbiamo beneficiato». Sconvolto anche Ben Smith, di BuzzFeed: «Michael era un grande giornalista, senza paura, con un istinto incredibile per le notizie e un dono per catturare l'attenzione dei suoi lettori su qualunque cosa scrivesse, dalla guerra alla politica».

I DIECI CONSIGLI - Ciò nonostante, il giornalista investigativo si era fatto anche molti nemici tra i potenti d’America, soprattutto negli ambienti delle forze armate: «Comprati un grosso cane così avrai ogni volta un buon motivo per girati», l’avvertimento che gli sarebbe arrivato da un funzionario dell’intelligence statunitense. Un anno fa Michael Hastings pubblicò su Reddit i suoi «Dieci consigli a giovani e aspiranti giornalisti». Al punto uno si legge: «Se davvero volete fare questo mestiere dovrete di fatto dedicare la vostra vita al giornalismo».

Elmar Burchia

20 giugno 2013 (modifica il 21 giugno 2013)


http://www.corriere.it/esteri/13_giugno_20/usa-morto-giornalista-hastings-burchia_53940ef2-d98b-11e2-8116-cce4caac965d.shtml

_________________
L'uomo può nascere, ma per nascere deve prima morire, e per morire deve prima svegliarsi.
- G.I. Gurdjieff -
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Adv



MessaggioInviato: Mer Lug 03 2013, 17:15:48    Oggetto: Adv





Torna in cima
Stefania Nicoletti

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 19/01/09 18:11
Messaggi: 2016
Stefania Nicoletti is offline 



Sito web: http://paolofrancesche...


italy
MessaggioInviato: Mer Lug 03 2013, 17:22:07    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Authorities, Media Dismiss Michael Hastings Assassination Claims
Car’s engine was found 100 feet away from site of crash


Paul Joseph Watson
Infowars.com
June 21, 2013

Authorities and media outlets have predictably moved to dismiss claims that Rolling Stone journalist Michael Hastings – who complained of being under investigation by the FBI before his death in a fiery car crash on Tuesday – was murdered as a result of foul play, despite the vehicle’s engine being found 100 feet away from the scene of the blaze.

After Wikileaks reported that Hastings had contacted them in the hours before his death complaining about being under investigation by the FBI, the federal agency denied the claim.

“At no time was journalist Michael Hastings ever under investigation by the FBI,” L.A. Field Office spokeswoman Laura Eimiller told the Burlington Free Press.

However, it would be naive to take the FBI at its word. This is an organization whose agents recently shot an unarmed man six times in the head before lying in claiming Ibragim Todashev, friend of accused Boston bomber Tamerlan Tsarnev, had lunged at them with a weapon – an explanation later admitted to be false.

The FBI is also an organization that claims every single instance of its agents shooting people over the last 20 years was “justified”.

“Between 1993 and early 2011 FBI agents fatally shot 70 people and wounded approximately 80 others. In no incident, including one that led to a $1.3 million payout for a victim wrongfully identified as a bank robber, was an agent wrong to fire their weapon,” reports RT.

Hastings’ body was identified by the Los Angeles coroner’s office, which announced there were no signs of foul play, by matching fingerprints to prints the FBI had on file, indicating that Hastings must have had some involvement with the federal agency. “It sounded like a bomb went off in the middle of the night. My house shook. The windows were rattling,” said one resident who heard the crash.

According to Hastings’ colleague Cenk Uygur, the writer was, “incredibly tense and very worried, and was concerned that the government was looking in on his material,” and also a “nervous wreck” in response to the surveillance of journalists revealed by the AP phone tapping scandal and the NSA PRISM scandal.

BuzzFeed editor Ben Smith added that Hastings had told friends and family “he was concerned that he was under investigation.”

Another close friend who wishes to remain anonymous said that Hastings was “very paranoid that he was being watched by the FBI.”

Following his role in bringing down Gen. Stanley A. McChrystal, Hastings was told by a McChrystal staffer, “We’ll hunt you down and kill you if we don’t like what you write.” The Rolling Stone journalist also “had the Central Intelligence Agency in his sights” and was set to release an article exposing the agency, according to L.A. Weekly.

Despite the fact that investigating whether or not a journalist who had made a number of enemies at the very top of the power structure could have been the target of an assassination is a perfectly legitimate question, news outlets have characterized such inquiry as being insensitive and crass.

An example of this is The Week’s Marc Ambinder, who labels such talk as distasteful “trutherism,” despite acknowledging that Hastings’ death was “unusual”.

“Cars don’t often crash and burst into flames. Especially not cars that are new and well-made, not Mercedes, and especially not cars that are designed to eject their engine blocks when a major compression is detected. So the fact that Hastings’ car burst into the flames on impact is unusual. But it is not impossible. It happens,” writes Ambinder.

Opinions are divided on whether or not the details of Hastings’ “accident” are consistent with a modern car crashing at high speed into a tree and exploding into flames. As Hollywood Reporter notes, The fact that, “The crash was so intense that the car’s engine and transmission were found 100 feet from the main wreckage,” has fueled claims that an incendiary device was used.

As one vehicle expert at The Truth About Cars website noted, “I’ve seen dozens of cars hit walls and stuff at high speeds and the number of them that I have observed to eject their power trains and immediately catch massive fire is, um, ah, zero. Modern cars are very good at not catching fire in accidents.”

“As a Mercedes owner, these are the safest cars in the world,” added a Reddit user. “Explosion … fireball, engine [flies] down the block. Not your typical crash.”

However, Philadelphia attorney Max Kennerly, who has represented numerous plaintiffs in car fires, says such occurrences are routine. “If someone is driving at high speed and hits a very solid object, yeah, you’ll get a fire out of that,” he states. “It wouldn’t be an underestimation to say that every day, a lawsuit is filed over a car fire right after an accident. There are every year 300,000 vehicle fires and a couple hundred deaths and a couple thousand injuries.”

During a report into “conspiracy theories” surrounding the writer’s death, CNN reporter Casey Wian noted that Hastings’ “penchant for unvarnished criticism of military authorities” was the main reason why questions were being asked about the accident. Wian also highlights how the transmission being found so far from the car has prompted claims that “the vehicle could have exploded before impact.”

Debunkers of the assassination theory point out that an exploding car is the most obvious form of assassination and that if the authorities really wanted to silence Hastings they would simply have tracked him to his home and done the deed behind closed doors.

However, this argument is countered by the claim that the assassination was deliberately done in public and meant to look suspicious so as to frighten other prominent journalists and whistleblowers who may be considering releasing sensitive information.

Meanwhile, the New York Times came under fire from Hastings’ widow Elise Jordan, who slammed the newspaper for mentioning a Defense Department investigation into Hastings’ claims of wrongdoing on the part of Gen. Stanley A. McChrystal which concluded there was “insufficient evidence” of such charges.

“Jordan’s main contention is that not only did the Times misread the Pentagon report, but they did not bother to include Rolling Stone‘s response, which stated that no sources actually contradicted the facts of Hastings’ piece, not to mention it’s not as if any witnesses would voluntarily admit to saying things that would put their careers on the line,” reports Mediaite.

*********************

Paul Joseph Watson is the editor and writer for Infowars.com and Prison Planet.com. He is the author of Order Out Of Chaos. Watson is also a host for Infowars Nightly News.


http://www.infowars.com/authorities-media-dismiss-michael-hastings-assassination-claims/

_________________
L'uomo può nascere, ma per nascere deve prima morire, e per morire deve prima svegliarsi.
- G.I. Gurdjieff -
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Stefania Nicoletti

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 19/01/09 18:11
Messaggi: 2016
Stefania Nicoletti is offline 



Sito web: http://paolofrancesche...


italy
MessaggioInviato: Mer Lug 03 2013, 17:24:38    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Sul web corre il sospetto: è stato ucciso?
Ipotesi di complotto per la morte del giornalista Hastings


E' morto a 33 anni per un incidente stradale a Los Angeles il giornalista Michael Hastings. Celebre per un'intervista del 2010 all'allora comandante delle forze Usa in Afghanistan, generale McChrystal, sarebbe finito nel mirino dell'Fbi. E Wikileaks insinua che la sua morte non sarebbe casuale.


Los Angeles, 20-06-2013

All'epoca Hastings dell'intervista con il generale, Michael Hastings collaborava con Rolling Stone. Ed e' su quella rivista che pubblico' l'intervista a McChrystal, in cui l'alto militare attacco' frontalmente Barack Obama. Per quelle critiche il generale fu poi costretto a dimettersi. Di recente Hastings era passato a BuzzFeed, il popolare sito fondato da Jonah Peretti e John Johnson e diretto da Ben Smith, ex capo di Politico.com, per cui aveva seguito le elezioni presidenziali del 2012. E oggi in tanti piangono un giornalista di indubbio valore. Tantissimi gli attestati di affetto su twitter da parte dei suoi tanti colleghi.


Il tweet di Wikileaks

Wikileaks ha buttato un po' di benzina sul fuoco della cospirazione. A proposito della morte del giornalista, ha scritto su Twitter: "Michael Hastings aveva contattato l'avvocato di Wikileaks Jennifer Robinson, poche ore prima di morire, dicendole che l'Fbi stava indagando su di lui."

La notizia è diventata subito virale, al punto che il Telegraph di Londra in un lungo articolo ha sottolineato: "Hastings è certamente stato in contatto con Wikileaks in passato. Nel 2012 ha scritto un profilo di Julian Assange per Rolling Stone, in cui ha posto domande difficili, ma il tono generale dell'articolo è di simpatia. Hastings sembrava disposto ad accettare che il governo Usa potesse aver preso di mira Assange nel tentativo di screditarlo.

L'intervista mette in evidenza anche il fallimento dei media mainstream nell'evidenziare gli errori commessi dai militari americani e in generale consente Assange di spingere la sua versione della storia. Cosa ha voluto dire Wikileaks con quel tweet? si chiede ancora il Telegraph. È semplicemente un adescamento per una rivelazione sul perché è stato indagato Hastings? O si sta cercando di insinuare che ci sia qualche legame tra il contatto tra Hastings e l'avvocato Jennifer Robinson e la morte del giornalista?


Altra tragedia nella sua vita

Ma inevitabilmente il nome di Hastings resterà legato alla famosa intervista, dal titolo 'Runaway General', il 'generale fuori controllo' piena di rilievi molto polemici su come Barack Obama e il suo staff stava conducendo la guerra in Afghanistan.

Hastings, oltre a quello scoop, scrisse anche due libri molto apprezzati, dedicati sempre alla guerra: 'The Operators: the Wild and Terryfing Inside Story of America's War in Afghanistan' e un volume legato a una tragedia personale 'I lost my love in Baghdad: a Modern War Story', in cui racconta la tragica fine della sua fidanzata di allora, saltata in aria per un'autobomba mentre lavorava come assistente sociale in Iraq.



http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=179064

_________________
L'uomo può nascere, ma per nascere deve prima morire, e per morire deve prima svegliarsi.
- G.I. Gurdjieff -
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Stefania Nicoletti

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 19/01/09 18:11
Messaggi: 2016
Stefania Nicoletti is offline 



Sito web: http://paolofrancesche...


italy
MessaggioInviato: Mer Lug 03 2013, 17:26:34    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

IL CASO
Usa, la morte sospetta del giornalista Hastings
Vittima di un incidente stradale. Ma spuntano mail scottanti.


È avvolta nel mistero la morte del giornalista Michael Hastings, avvenuta in un incidente stradale a Los Angeles il 18 giugno. Tra le ipotesi emerse nelle ultime ore anche l'omicidio.
Certamente Hastings era un reporter scomodo, già capace di mettere in imbarazzo i vertici militari e l'amministrazione statunitense nel 2010 con un'intervista su Rolling stone all'allora comandante delle forze Usa in Afghanistan Stanley McChrystal. Il generale fu costretto a dimettersi per aver attaccato il presidente Barack Obama.
«DEVO SPARIRE DAL RADAR». Hastings avrebbe scritto - secondo una mail diffusa dalla rete televisiva Ktla grazie alla collaborazione del sergente Joseph Biggs - ad alcuni colleghi poche ore prima di morire: «Il Fbi sta interrogando i miei amici più intimi e i miei collaboratori. Sono al lavoro su una grossa storia e devo sparire dal radar per un poco».
Una storia che evoca la vicenda tragica della giornalista Ilaria Alpi e del fotoreporter Miran Hrovatin, il cui omicidio in Somalia nel 1994 non è mai stato chiarito.
LE INDAGINI DEL FBI. Anche Wikileaks ha sposato la tesi dell'omicidio, svelando un altro particolare. Secondo l'organizzazione guidata da Julian Assange Hastings aveva chiesto aiuto alla sua rappresentante legale Janet Robinson perché «i federali stavano indagando su di lui». Probabilmente per un'inchiesta scomoda sulla Cia.
Il Fbi ha smentito ogni ipotesi 'complottista', negando di aver tenuto sotto controllo il reporter e basandosi sulle dichiarazioni della polizia di Los Angeles, secondo cui l'incidente non ha cause sospette.

Lunedì, 24 Giugno 2013


http://www.lettera43.it/cronaca/usa-la-morte-sospetta-del-giornalista-hastings_43675100077.htm

_________________
L'uomo può nascere, ma per nascere deve prima morire, e per morire deve prima svegliarsi.
- G.I. Gurdjieff -
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Stefania Nicoletti

Esperto
Esperto


Iscritti

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 19/01/09 18:11
Messaggi: 2016
Stefania Nicoletti is offline 



Sito web: http://paolofrancesche...


italy
MessaggioInviato: Mer Lug 03 2013, 17:30:30    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Il consigliere di Bush: Lo schianto della macchina di Hastings 'coerente con un attacco cibernetico all'automobile'

FONTE: http://rt.com/usa/michael-hastings-cyber-car-218/

Tradotto e Riadattato da Fractions of Reality


Un ex consigliere della cybersicurezza del presidente George W. Bush afferma che un sofisticato trucco computerizzato potrebbe essere stata la causa dell'incidente automobilistico che è costato la vita al giornalista Michael Hastings la scorsa settimana a Los Angeles.

Richard Clarke, un consigliere del Dipartimento di Stato che ha assistito diversi presidenti degli Stati Uniti, ha detto che l'incidente in auto avvenuto Martedì scorso era "coerente con un attacco cibernetico alla sua macchina", sollevando nuovi interrogativi sulla morte della giornalista pluri premiato.

Hastings è morto la scorsa settimana quando il suo Mercedes C250 coupè si è scontrato con un albero a Los Angeles, in California, la mattina del 18 giugno. E 'stato riferito che viaggiasse ad elevata velocità e che non sia riuscito a fermarsi al semaforo rosso momenti prima di avere l'incidente in cui è stata coinvolta solo la sua macchina. Aveva solo 33.

Parlando con l'Huffington Post di questa settimana, Clarke ha detto che un attacco cibernetico al veicolo potrebbe aver causato la collisione fatale.

"Quello che è stato rivelato a seguito di alcune ricerche nelle università è che è relativamente facile hackerare il sistema di controllo di una macchina, e di intraprendere azioni come l'accelerazione quando il conducente non vuole accelerare, di premere il i freni quando il guidatore non vuole che i freni siano premuti, oppure aprire un air bag. Clarke ha detto all'The Huffington Post che "Si possono fare alcune cose davvero altamente distruttive attualmente attraverso l'hacking di una macchina, e non è così difficile."

"Quindi, se ci fosse stato un attacco cibernetico alla sua vettura penso che chiunque l'abbia fatto probabilmente non verrebbe mai rintracciato e la farebbe certamente franca" ha proseguito Clarke,

La polizia di Los Angeles ha detto che non si aspettano colpi di scena in questa vicenda ma è stato comunque aperta un'inchiesta.

In una email inviata da Hastings poco prima dell'incidente, ha riferito ai colleghi di sentirsi un bersaglio di un'indagine federale.

"Hey [omissis}, i federali stanno intervistando i miei 'amici e collaboratori più stretti'" scrisse Hastings 15 ore prima dello schianto.

"Inoltre: Sto lavorando su una grande storia, e ho la necessità di andare fuori dai radar per un po' ", ha aggiunto. "Vi auguro il meglio e spero di rivedervi tutti presto."

L'email è stata fornita a KTLA a Los Angeles dallo Staff del Sergente Joseph Biggs, che dice di aver incontrato Hastings, mentre il giornalista era stato inviato come reporter di guerra in Afghanistan nel 2008.

"Ho solo detto che non mi sembrava lui. Non lo so, ho avuto questa sensazione e mi ha veramente dato fastidio ", ha detto Biggs KTLA.

I Giornalisti al Buzzfeed dove Hastings ha lavorato dicono di aver ricevuto una email dal loro collega, ma il Federal Bureau of Investigation ha rilasciato una dichiarazione due giorni dopo la morte di Hastings in cui affermavano di voler "soffocare le voci che stavano esaminando il giornalista, le sue inchieste e la sua morte".

"In nessun momento Michael Hastings è stato sotto inchiesta da parte dell'FBI," ha detto la portavoce dell'Fbi Laura Eimiller.

Secondo l'Associated Press, tuttavia, le impronte digitali di Hastings 'erano nell'archivio dell'FBI e sono state utilizzate dall'ufficio di presidenza per identificare il suo corpo dopo che le fiamme hanno consumato il relitto dell'auto la scorsa settimana.'

"Credo all'FBI quando dice che non lo stavano indagando," ha detto Clarke all'Huffington Post. "E ' molto strano, e sono sicuro che hanno controllato molto attentamente prima di affermare ciò."

"Io non sono un ragazzo che crede nelle cospirazione. Infatti, ho passato la maggior parte della mia vita, abbattendo le teorie della cospirazione," ha detto. "Ma la mia regola è sempre stata di non abbattere una teoria del complotto finché non è possibile dimostrare che sia errata. Nel caso di Michael Hastings, con le prove a disposizione del pubblico è coerente dire che c'è stato un attacco cibernetico alla sua auto che ne ha provato l'incidente e la morte. Il problema che è che non puoi dimostrarlo. "

Clarke, 62 anni, ha trascorso quasi due decenni al Pentagono prima di trasferirsi alla Casa Bianca dove ha prestato servizio durante la presidenza di Ronald Reagan e di entrambi i presidenti Bush. Ha servito come consigliere speciale del presidente George W. Bush sulla sicurezza informatica fino a lasciare l'amministrazione, nel 2003 ed è attualmente il presidente e amministratore delegato di Good Harbor Security Risk Management, LLC.


http://fractionsofreality.blogspot.it/2013/06/il-consigliere-di-bush-il-giornalista.html

_________________
L'uomo può nascere, ma per nascere deve prima morire, e per morire deve prima svegliarsi.
- G.I. Gurdjieff -
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Uccisi dal sistema Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Poteri occulti topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008