Indice del forum

Poteri occulti

Sito per discutere di misteri italiani, massonerie, mafie, e altro.

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Omicidio Meredith,Cassazione assolve Amanda e Raffaele
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Notizie varie. Giornali, altri blog, siti internet, politica
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
peppermint

Appassionato
Appassionato


Iscritti



Registrato: 04/09/13 11:10
Messaggi: 269
peppermint is offline 






italy
MessaggioInviato: Sab Mar 28 2015, 18:20:18    Oggetto:  Omicidio Meredith,Cassazione assolve Amanda e Raffaele
Descrizione:
Rispondi citando

Omicidio Meredith, la Cassazione assolve Amanda e Raffaele
Sollecito: «Sono immensamente felice, finalmente posso riprendermi la mia vita». L’avvocato Bongiorno: «La sentenza di condanna era costellata di errori»
di Lavinia Di Gianvito


Assolti. Dopo più di sette anni, cinque processi e oltre dieci ore di camera di consiglio, la Cassazione ha annullato la condanna di Amanda Knox e Raffaele Sollecito per il delitto di Meredith Kercher, il 1° novembre 2007 a Perugia. Cancellate le pene di 28 anni e sei mesi (per lei) e 25 anni (per lui) stabilite dalla Corte d’assise d’appello di Firenze a gennaio 2014. L’unico colpevole resta Rudy Guede, che all’epoca scelse il rito abbreviato e sta scontando 16 anni di carcere per aver concorso nell’omicidio. Ma a questo punto: con chi?



Si fa festa nelle due case, al di qua e al di là dell’oceano. Incontenibile la gioia di Raffaele, che al termine dell’udienza ha lasciato Roma e ha atteso a casa sua, a Bari, l’esito del processo. Appena ha saputo come era finita, racconta il padre Francesco, si sono abbracciati e il ragazzo è scoppiato a piangere. «Sono immensamente felice che quella stessa magistratura che mi ha condannato ingiustamente mi ha restituito la dignità e la libertà - esulta dopo le lacrime -. Ora posso riprendermi la mia vita. Finalmente mi hanno creduto, è questa la mia più grande soddisfazione». Esulta anche Amanda che, a Seattle, è stata sulle spine per l’intera giornata: «È la fine di un incubo - si sfoga -, sono tremendamente sollevata e grata a chi mi ha sostenuto». Sembra che la ragazza abbia intenzione di chiedere il risarcimento dei danni per il periodo trascorso dietro le sbarre.


Choc a casa di Mez

«Choccata», invece, si definisce la madre di Mez, Arline Kercher, che aggiunge: «Sono stati condannati due volte, quindi è un po’ strano che questo cambi adesso». «Siamo allibiti», aggiunge Stephanie, la sorella della studentessa 21enne uccisa. Il legale della famiglia, Francesco Maresca, osserva: «È una sentenza che ci ha sorpresi, difficile da digerire, ne prendiamo atto. Dalla lunghezza della camera di consiglio credo che ci sia stato un grosso dibattito».

La calunnia

La particolarità è che la sentenza è stata annullata senza rinvio, cancellata insomma, e questa è una decisione piuttosto rara in Cassazione. Stando al dispositivo, i giudici della quinta sezione, presieduta da Gennaro Marasca, hanno ritenuto che i due ex studenti «non hanno commesso il fatto»: se fossero giunti alla conclusione contraria, avrebbero confermato il verdetto di Firenze,come aveva chiesto la procura generale; se avessero individuato errori di diritto avrebbero rinviato il processo a un’altra Corte d’assise d’appello. Invece hanno scritto la parola fine sulla vicenda, una delle più tormentate degli ultimi anni: resta solo la condanna a tre anni per calunnia inflitta ad Amanda - questa sì confermata dalla Suprema Corte - per aver accusato del delitto Patrick Lumumba. Ma la Knox ha già scontato la pena, poiché anche lei, come Raffaele, è stata quattro anni in carcere.

«Un giorno importantissimo»

Il verdetto è una vittoria, forse insperata, per l’avvocato Giulia Bongiorno, che ha difeso l’ex studente di Bari con il collega Luca Maori: «È un giorno importantissimo per Sollecito - commenta uscendo dal Palazzaccio - ma anche per coloro che credono nella giustizia. Raffaele è stato quattro anni in carcere: non ha mai protestato, mai imprecato, ha gestito il processo con il massimo rispetto per le istituzioni». Anche «quando gli hanno dato torto» e anche se «la sentenza di Firenze era costellata di errori».
27 marzo 2015 | 23:27

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/15_marzo_27/omicidio-meredith-cassazione-assolve-amanda-raffaele-49e072fc-d4ce-11e4-831f-650093316b0e.shtml
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Sab Mar 28 2015, 18:20:18    Oggetto: Adv





Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Notizie varie. Giornali, altri blog, siti internet, politica Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Poteri occulti topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008