Poteri occulti

Vicende personali - Sconosciuti mi scattano foto in circostanze particolari

Dalto - Gio Lug 08 2010, 00:17:09
Oggetto: Sconosciuti mi scattano foto in circostanze particolari
Inizio con il dire che da mesi vivo una situazione dolorosa per la scomparsa in circostanze troppo misteriose di una persona cara di cui ho capito molto.

Il primo episodio si è svolto fuori dalla chiesa durante la cerimonia funebre. Soffrivo troppo e sono uscito facendomi consolare al telefono quando mi sono accorto che un ragazzo giovane sembra straniero e molto gentile aveva cominciato a scattarmi foto a pochi metri. Gli ho detto di smetterla e se ne è andato.

Il secondo è successo in aeroporto. Ero seduto aspettando l'imbarco rivolto ad una vetrata quando mi accorgo che un giovane uomo tarchiato con piedi piccolissimi con il cellulare cercava di inquadrare nella mia direzione. Allora mi metto la mano in viso per nasconderla. Quello si innervosisce e allontana il cellulare. Ogni volta che io mi mettevo la mano sul viso lui si innervosiva, quando la toglievo lui inquadrava. Siamo saliti sullo stesso aereo ed io gli sono passato vicino + volte e lui ha sempre fatto in modo di nascondersi.
Ovviamente ricevo telefonate strane o con chiusura e il tel è sotto controllo per via di interferenze e rumori.

Ma secondo voi quale è lo scopo e il fine di queste foto in queste due situazioni se sanno chi sono?
Vi ringrazio
+C.S.P.B.+ - Gio Lug 08 2010, 10:11:59
Oggetto:
1) poichè scrivi sul forum di Franceschetti, il tuo dossier deve essere completo anche di foto.
2) somigli a qualche ricercato
3) sei omonimo di qualche ricercato
4) qualcuno nella cerchia delle tue frequentazioni è ricercato/indagato
5) hai fatto qualche torto a qualcuno e vogliono intimorirti
6) è solo una coincidenza ed inizi ad essere paranoico
7) hai nome cognome, data di nascita, attività etc che fanno sì che tu sia presente nel cervellone della RR e manca solo la foto
Cool vogliono incastrarti
9) tua moglie ti fa pedinare
10) il tarchiato è innamorato di te
11) il tuo datore di lavoro ti fa pedinare
12)...
13)...
Paolo Franceschetti - Gio Lug 08 2010, 23:19:15
Oggetto:
dalto dai troppe poche informazioni.
Se vuoi telefonami.
La consulenza è gratuita e cerchiamo di capirci qualcosa, se ti va.

Oppure metti più indicazioni.
Es.

In che circostanse è morta questa persona cara?
Che lavora faceva?
Tu che lavoro fai, che situazine familaire hai?

Solo per iniziare...
Dalto - Mar Lug 13 2010, 00:21:30
Oggetto:
Innanzitutto grazie.
Paolo tu mi conosci e sai la mia situazione,forse non ti ho detto di questi due casi (anzi tre, ce n'è un altro), comunque se mi puoi dire qualcosa di più ne sarei contento.

In quanto a +C.S.....tra le tue ipotesi forse l'unico che potrebbe essere plausibile è il 5°( ma non ho fatto un torto a nessuno sono loro che ci mi hanno attaccato potentemente) e il 7° (le RR hanno dossier con foto? è vero o è uno sfottò).

Ma non vedo come mi possano intimorire scattando foto in questo modo apparentemente casuale. In quanto all'episodio all'aeroporto ho pensato che dovevano inviare la foto per segnalarmi a qualcuno all'aeroporto di arrivo,ma a che pro? pedinamento?
Comunque, mi è stato suggerito,nel caso si dovesse ripetere in aeroporto, di segnalare la cosa alla polizia aeroportuale e di viaggiare con compagnie di linea che mantengono sempre gli elenchi dei passeggeri,mentre le low cost li buttano. Questo per individuare subito il tizio che fotografa, ricordandosi il n. posto dove siede.
+C.S.P.B.+ - Mar Lug 13 2010, 09:23:29
Oggetto:
>Ma non vedo come mi possano intimorire scattando foto in questo modo apparentemente casuale.

beh, lo hanno fatto, no?

tienici aggiornati
Dalto - Mar Lug 13 2010, 11:30:42
Oggetto:
Ah! mi volevano spaventare? Per il momento,allora, gli è andata buca, mi sono soltanto insospettito e incuriosito. Non mi sono neanche spaventato quando una di loro istericamente mi ha minacciato, anzi si è zittita davanti a brevi ordini perentori.

Cmq, grazie vi telefonerò per chiarimenti, è ovvio che si tratta di piccoli segnali da prendere in considerazione.
Brando - Sab Lug 17 2010, 13:34:53
Oggetto:
Basterebbe procurarsi una videocamera compatta, di quelle con memoria flash, puntandola su chi ti sta puntando; questo dovrebbe bastare a disincentivare il tuo potenziale fotografo.
Dalto - Lun Lug 19 2010, 23:30:15
Oggetto:
Sì, infatti, la prossima volta pianterò in faccia almeno il cellulare. Il fatto è che vieni preso contropiede, impieghi frazioni di secondo importanti perchè devi focalizzare, quello/a che sta facendo, che vuole, sta puntando me o sono fantasie? Insomma perdi tempo prezioso perchè ti devi convincere che ti sta veramente fotografando e non sono tue fantasie.
Brando - Mar Lug 20 2010, 09:55:57
Oggetto:
Dalto ha scritto:
Sì, infatti, la prossima volta pianterò in faccia almeno il cellulare. Il fatto è che vieni preso contropiede, impieghi frazioni di secondo importanti perchè devi focalizzare, quello/a che sta facendo, che vuole, sta puntando me o sono fantasie? Insomma perdi tempo prezioso perchè ti devi convincere che ti sta veramente fotografando e non sono tue fantasie.


Ti consiglierei comunque una di quelle videocamere compatte, se ne trovano anche sotto i 100 euro, quindi conveniente da avere sempre a portata di mano. Il cellulare può lasciare indifferenti, la videocamera no: chi é interessato a riprenderti di nascosto non potrà che sentirsi osservato o scoperto.
Dalto - Gio Lug 22 2010, 01:31:26
Oggetto:
Un consiglio legato ad una esperienza?
Dici che è meglio una telecamera rispetto ad una macchina fotografica?

le risposte sono per me importanti me ne spieghi il motivo?

Sperando che, per caso, non mi venga scippato!
Brando - Gio Lug 22 2010, 23:55:51
Oggetto:
Dalto ha scritto:
Un consiglio legato ad una esperienza?
Dici che è meglio una telecamera rispetto ad una macchina fotografica?

le risposte sono per me importanti me ne spieghi il motivo?

Sperando che, per caso, non mi venga scippato!



Solamente un idea che deriva dal buon senso: chiunque agisce furtivamente, se viene scoperto reagisce di conseguenza, in questo caso desistendo dal fotografare.
E' su questo che devi puntare, perché con questa azione lo avverti che lo stai controllando a sua volta; é una guerra psicologica o se vuoi un contrattacco che se giocato nel modo giusto può essere più efficace di chi che l'ha cominciato.
La videocamera é meglio perché non trasmetti solo foto ma riprendi esattamente ciò che si trova davanti all'obiettivo.
Dalto - Ven Lug 23 2010, 11:02:42
Oggetto:
Ok, ragionamento giusto.

Considera che si va ad aggiungere ad altri episodi telefonici giornalieri in aumento che mi stanno facendo davvero incavolare.

Ogni volta che al telefono fisso tocco 'quell'argomento particolare' la voce o mia o dell'interlocutore diventa metallica, poi lontana tanto da non poter parlare, poi si sentono dei tututu e se insistiamo a voler parlare la telefonata si interrompe e si sente l'eco della mia voce!. Dura da mesi ed ora in maniena tanto palese che mi sto innervosendo, anche perchè non dico niente di nuovo sempre le stesse cose e quindi è evidente che si tratta del messaggio 'ascoltiamo siamo qui non ti occupare + dell'argomento'
Che dite su questo punto?
Brando - Ven Lug 23 2010, 16:16:19
Oggetto:
Dalto ha scritto:
Ok, ragionamento giusto.

Considera che si va ad aggiungere ad altri episodi telefonici giornalieri in aumento che mi stanno facendo davvero incavolare.

Ogni volta che al telefono fisso tocco 'quell'argomento particolare' la voce o mia o dell'interlocutore diventa metallica, poi lontana tanto da non poter parlare, poi si sentono dei tututu e se insistiamo a voler parlare la telefonata si interrompe e si sente l'eco della mia voce!. Dura da mesi ed ora in maniena tanto palese che mi sto innervosendo, anche perchè non dico niente di nuovo sempre le stesse cose e quindi è evidente che si tratta del messaggio 'ascoltiamo siamo qui non ti occupare + dell'argomento'
Che dite su questo punto?


evidentemente darà fastidio qualcosa di cui ti occupi Wink
Dalto - Sab Lug 24 2010, 00:55:57
Oggetto:
Avrei voluto non occupamermene ,ma devo fino alla fine.

Come fare per il telefono fisso? Alcuni dicono che solo le forze dell'ordine possono inserirsi nelle centraline telefoniche, altri dicono che non è vero è sufficiente un programma internet, altri ancora dicono che potrebbero essere tecnici prezzolati dei telefoni.
E voi cosa sapete?
Brando - Sab Lug 24 2010, 13:12:42
Oggetto:
Dalto ha scritto:
Avrei voluto non occupamermene ,ma devo fino alla fine.

Come fare per il telefono fisso? Alcuni dicono che solo le forze dell'ordine possono inserirsi nelle centraline telefoniche, altri dicono che non è vero è sufficiente un programma internet, altri ancora dicono che potrebbero essere tecnici prezzolati dei telefoni.
E voi cosa sapete?


allora disattivalo!
Dalto - Dom Lug 25 2010, 13:32:54
Oggetto:
Va bè, non mi va di scherzare.

Qualcuno mi sa dire con una certa sicurezza:

solo le forze dell'ordine possono inserirsi nelle linee telefoniche fisse

oppure è possibile a chiunque abbia dimestichezza con programmi internet.

Come tutti ho un telefono fisso con adsl 24 ore.

Grazie
nemesis - Lun Lug 26 2010, 08:20:05
Oggetto:
Secondo me anche terzi possono connettersi alla tua linea telefonica, certo non e' legale ma non vuol dire che questo non sia una operazione semplice per investigatori privati o criminali. La polizia puo' controllarti il telefono per indagini o sospetti.
Io sono rimasto sconcertato per la facilita' con la quale un ferramenta mi apri la porta di casa (con una semplice carta di credito) che era rimasta chiusa, ed era una brava persona. Pensa un malintezionato cosa sarebbe capace di fare.
Ti consiglio di cercare per quanto possibile di fare le conversazioni importanti di persona.

PS: ma secondo te perche' ti avrebbero preso di mira?
hai dati anagrafici particolari? fai un lavoro importante? Ho letto in rete di testimonianze di gente che viene pedinata per un certo tempo, poi tutto finisce, e questi non se ne spiegano il motivo.
+C.S.P.B.+ - Lun Lug 26 2010, 10:06:06
Oggetto:
Caro Dalto,
sei troppo reticente: non racconti niente della tua vicenda ma cerchi un aiuto che così nessuno puo' darti.
Da quello che dici è abbastanza ovvio che qualcuno cerchi di intralciarti (SOLO TU SAI IN COSA). Con i mezzi tecnologici di oggi, anche l'investigatore privato piu' scarso puo' sapere tutto di te in una giornata, incrociando dati anagrafici, telefonici, facebook, movimenti, ascoltando le tue conversazioni etc. .
SOLO TU sai quali possono essere gli interessi che stai toccando, per cui mi sfugge il motivo per cui tu sei qui a raccontare queste cose senza alcun dettaglio.
Se la tua vuole essere una denuncia, allora devi essere preciso; se la tua vuole essere una richiesta di aiuto, non puoi rimanere anonimo e devi quindi contattare i singoli che possono farlo (ma occhio a chi ti rivolgi Twisted Evil )...
ciao
Dalto - Mar Lug 27 2010, 23:12:29
Oggetto:
Non posso raccontare molto,ma sì sto cercando aiuto per capire, ho bisogno di capire. In ogni caso mi avete dato le risposte, chiunque può connettersi al tel fisso e le foto vengono scattate come avviso.
Comunque è facile intuire cosa è successo e contro quali interessi ho lottato ed ora lo faccio con estrema cautela, guarda cosa ho scritto fra i miei interessi nella bacheca qui a sinistra! Ovviamente è una morte pilotata, decisa a tavolino, piena di simbologie e crudeltà che io avevo scoperto disperatamente tre mesi prima che avvenisse e non ce l'ho fatta a bloccare perchè ho chiesto aiuto a quelli sbagliati, in realtà degli inetti.
I pochi singoli li ho già contattati,ma, come dici, non posso sapere se mi aiutano, mi bloccano,mi controllano,dicono che faranno e invece non fanno....
Non credo che sia ancora giunto il momento di scrivere tutto sul blog,mi sembra di aver rivelato fin tante cose, adesso.
Conte Senza Palazzo - Mer Lug 28 2010, 21:32:58
Oggetto:
Ovviamente non conosco la tua situazione. Sembra piu' critica rispetto a cio' che mi e' successo anni fa. Pero' ti dico come ho reagito io.
Probabilmente a causa di qualcosa di cui si era occupato mio fratello ingegnere informatico, fummo anni fa oggetto di minacce, inseguimenti e danneggiamento. Le forze dell'ordine, interpellate con una denuncia contro ignoti, dissero che non potevano fare niente. Vivevamo insieme, circa quindici anni fa. C'era un tale con una Citroen che faceva continui giri del palazzo, lo vedevo dalle finestre. Arrivavano telefonate, alla fine 24 ore su 24, cadenzate ogni mezz'ora esatta, in cui si sentiva solo un respiro. Gomme tagliate alle nostre auto. Alla fine ero esasperato: parlai al telefono con la persona che respirava (che non rispose ma ascolto') presumendo che fosse lo stesso che faceva i giretti di palazzo. Lo minacciai di morte e gli dissi che sarei venuto a cercarlo in strada con il coltello da cucina e feci sentire il rumore della lama contro l'affilatore attraverso la cornetta (con mio fratello che sbiancava, incredulo). Il mio "fusible" era saltato, e penso che l'avrei fatto davvero. Si capiva dalla mia voce. Gli dissi che gli avrei dato una bella "puncicata", come si dice a Roma. Non so se fu questo a risolvere il problema, forse non se lo aspettavano. Fattosta' che tutto fini' da quando misi giu' la cornetta. Questa e' solo la mia esperienza, sottolineo, diversa dalla tua, ma in certi casi io protendo per un approccio apertamente aggessivo...
Dalto - Gio Lug 29 2010, 01:33:06
Oggetto:
Grazie, qualsiasi esperienza o suggerimento è essenziale.Che facce avevano i tuoi? Certo,15 anni fa in pochi avevano cellulare e internet,ma un amico mesi fa mi ha raccontato una situazione simile alla tua, lo fermavano in auto e gli chiedevano dove andava, cercavano di provocarlo e poi chiamavano la polizia,mettevano la macchina con brutti ceffi e fari sparati davanti il suo portone, ma lui non si è intimorito ed ha aumentato le denunce, una denuncia per ogni provocazione.(si tratta del mondo del commercio) Ormai al commissariato lo conoscono.
Con me temo siano più subdoli o mi controllano a distanza per vedere quello che faccio, dico e scrivo. Hanno già tentato di avvicinarmi mandando avanti una persona che mi aspettava in un negozio dove andavo abitualmente alla stessa ora (ma è un vecchio trucco che hanno usato purtroppo con successo con una persona a me cara)ma l'ho riconosciuto e mandato a morì amm.. perchè già mi aveva pedinato mesi prima. Credo che le loro azioni dipendano dalle mie. Ma non ne sono sicuro. Forse dovrò affrontare una circostanza per volta o chiedo se hanno messaggi per me o li mando al diavolo. Credo che abbiano capito che non mollo, il fatto che anche loro non dimenticano. Il punto è,però, uno: sono in parecchi che coprono i vari ruoli, alle volte ho la sensazione che non sappiano neanche quello che fanno e come se un amico chiedesse loro 'fammi un piacere, vai a fare la foto a quello dobbiamo fargli uno scherzo',non tutti sono dei brutti ceffi ad eccezioni di quelli che abbiamo visto al funerale gente losca, zingari, armadi con facce olivastre.
Conte Senza Palazzo - Gio Lug 29 2010, 09:47:43
Oggetto:
E' vero, solo 15 anni fa vivevamo ancora in un mondo "low tech". C'era solo il telefono di casa da controllare. Comunque, se usano gli zingari come manovalanza per intimidire e' un conto, se c'e' di mezzo la mafia degli zingari vera e propria, allora mi sa che e' piu' grave. Almeno a Roma, ci sono ben conosciute famiglie Rom (clan, piuttosto) trasferitesi decenni fa (ormai sono stanziali) che fanno il bello e il cattivo tempo nel campo dello strozzinaggio, del racket e del commercio di droga. Ogni tanto ne arrestano qualcuno e gli sequestrano Ferrari e Mercedes: ma questi sono in tanti!
Comunque, credo tu sappia gia' che il telefonino puo' essere usato come localizzatore quando e' acceso, quindi il non usarlo affatto potrebbe essere d'aiuto.
Dalto - Gio Lug 29 2010, 21:50:33
Oggetto:
Non mi hai detto che facce avevano quelli che ti minacciavano.
Sì di mezzo c'è gente che a vederla ti chiedi da quale sottoponte vengono, zingari da baracca per intenderci e donne che dirigono le operazioni , hai ragione ho saputo che a Roma ci sono clan pericolosi che non riescono a debellare.
Quello che ho visto è strano: donne pesantemente griffate con facce da boss che dirigono e comandano gli uomini, e uomini alti come armadi o comunque 'pieni' che ubbidiscono. Mai vista una cosa del genere.
Fa parte della cultura zingara? o fa parte di una cultura delle sette che riempiono i castelli romani?
Contemporaneamente facce pulite e 'normali' che mi hanno scattato foto.
Che significa questa commistione?
Del telefonino come localizzatore non ci pensavo,ma se mi succede qualcosa è l'unico modo per sapere dove sono.
novus - Ven Lug 30 2010, 12:24:58
Oggetto:
Dalto anche a me successe, per un certo periodo, di essere perseguitato. E' stato quando avevo 17-18 anni.
Ogni volta che uscivo di casa trovavo la stessa macchina sotto casa, guidata sempre dalla stessa persona, che partiva insieme a me e mi veniva dietro a passo d'uomo per circa 1 km. Questo succedeva giorno e notte, a qualunque ora. E adesso che ci penso effettivamente l'autista aveva una fisionomia un po' zingara... ma non posso esserne sicuro.

Io ho sempre fatto finta di niente, perché credo che l'obiettivo di queste mosse fosse scatenare paure insensate. Ad ogni modo dopo un paio d'anni, e 2-3 episodi cruciali in cui ho reagito un po' aggressivamente, la macchina è scomparsa.

E questo è il consiglio che ti posso dare. Fai come se queste persone non esistessero.
Anche l'idea di Brando di coglierli in contro-piede è buona.
Vedrai che la tua forza di volontà li farà sparire.
Brando - Ven Lug 30 2010, 14:21:51
Oggetto:
Dalto, la migliore difesa é il contrattacco
-se ti fotografano, tu riprendili o fotografali allo stesso modo
-se ti seguono, tu girati e riprendili mentre ti controllano
sii più deciso: se deciderai di riprenderli o fotografarli, fai in modo di soffermarti sui particolari, in modo di fare capire che li stai studiando.
Conte Senza Palazzo - Ven Lug 30 2010, 22:00:22
Oggetto:
Dalto ha scritto:
Non mi hai detto che facce avevano quelli che ti minacciavano.
Sì di mezzo c'è gente che a vederla ti chiedi da quale sottoponte vengono, zingari da baracca per intenderci e donne che dirigono le operazioni , hai ragione ho saputo che a Roma ci sono clan pericolosi che non riescono a debellare.
Quello che ho visto è strano: donne pesantemente griffate con facce da boss che dirigono e comandano gli uomini, e uomini alti come armadi o comunque 'pieni' che ubbidiscono. Mai vista una cosa del genere.
Fa parte della cultura zingara? o fa parte di una cultura delle sette che riempiono i castelli romani?
Contemporaneamente facce pulite e 'normali' che mi hanno scattato foto.
Che significa questa commistione?
Del telefonino come localizzatore non ci pensavo,ma se mi succede qualcosa è l'unico modo per sapere dove sono.


Un sistema per certi versi matriarcale (per altri meno) fa parte della subcultura zingaro-romana (mi pare di capire che sei a Roma o nell'interland). Rammento di aver letto qualcosa in proposito riguardo i celeberrimi Casamonica, con quartier generale in un villone alla Romanina. Comunque, visto l'amore per il griffato ostentato dalle "signore", potrebbe essere anche mafia-camorra-ndrangheta (notazione di costume: non si riesce tanto a distinguere un arricchito del generone romano da un mafioso o da un Casamonica: tutti guidano una Mercedes CLS nera... ). Non so, io propendo per l'opzione Casamonica, che comunque rappresenta una mafia a livello locale. Poi a Roma esistono da sempre antiche famiglie di origine ebraica (nessun antisemitismo: semplice dato che i romani conoscono ma che non viene mai citato sui giornali) che da sempre si occupano di strozzinaggio (non so se questo e' il problema). Anche qui la donna e' il boss e si avvale per le riscossioni di numerosi individui del clan: praticamente un mafia ebraico-romana. Insomma, a Roma in fatto di delinquenza, non ci siamo mai fatti mancare niente. E' difficile dire chi ti minaccia. Comunque, nel mio caso si trattava di 1 o piu' persone dall'aspetto insignificante, piccolo borghese, da travet, quindi perfetti nel loro ruolo. Simili a quelli che ti scattano le foto, per intenderci. Per questo pensai fossero di qualche servizio, pubblico o privato che fosse.
Dalto - Sab Lug 31 2010, 01:26:38
Oggetto:
Forse ci siamo! quello che mi dite comincia a farmi venire in mente tanti particolari e mi confermate quello che ho sempre pensato.
Sì sono di Roma e si sono impossessati di tanti soldi ma tanti. In quanto alle macchine li ho visti usare taxi e utilitarie comuni ovviamente per non dare nell'occhio nella zona perbene di Roma dove il dramma si è svolto in un totale silenzio e in una apparente normalità di eventi.
Ho affrontato due di queste donne, una(ma non ci giurerei che fosse una donna aveva un chiaro aspetto da trans e camminava 'seduta' su stivali pitonati rossi da cawboy e camuffava la voce, anche il nome a vezzeggiativo è da trans e mi è stato detto che è cattiva e minacciosa ) l'ho messa a tacere con ordini secchi e perentori, poi in suo aiuto è arrivata una griffata con un omaccione pelato al seguito ed ho preferito allontanarmi a distanza di sicurezza
Comunque tutta la faccenda vede solo donne e uomini che ubbidiscono.
Sì il travet che mi ha pedinato e cercato di avvicinare era piccolo, assolutamente insignificante e difficile da descrivere ed aveva un marcatissimo accento napoletano e voleva fare il cordiale per attaccare discorso. Un'altra donna cattiva e volgare con faccia marcata da luna piena parlava in uno strano linguaggio o dialetto straniero.
Ma se il clan zingaro sta alla Romanina(ho letto che i Casam. sono circa 400) quello ebraico dove sta?al ghetto no di sicuro nè in zona Bologna, dove? lo sapete?
Devo, però, aggiungere due tasselli.
La persona che mi hanno strappato non era di Roma, alcune donne l'hanno convinta a lasciare la sua città ed i familiari e trasferirsi senza motivo a Roma,isolandola così hanno agito tranquillamente. Quindi parliamo di due città e due regioni, questo è assodato.
Dalle mie indagini ho scoperto, però, che c'è un gruppo correlato alla tizia, che a me sembra un trans, in una terza città e terza regione e quest'ultima città è famosa per gruppi di zingari stanziali come a Roma e almeno due sette e alcuni appartenenti, che non sanno neanche scrivere in italiano, al 100/100 sono collegati a lei perchè parenti.
Ho un dubbio: sono loro che hanno messo su in anni tutta questa complessa organizzazione grazie alla loro esperienza o sono degli esecutori e c'è una mente esterna?
Io temo che ci sia una mente.
+C.S.P.B.+ - Lun Ago 02 2010, 10:04:48
Oggetto:
...vedi se riconosci qualcuno... Wink
http://www.youtube.com/watch?v=YXN1P5WjJ5U&feature=related

hai avuto qualche persona prossima a te plagiata?
Conte Senza Palazzo - Mar Ago 03 2010, 13:59:26
Oggetto:
Laughing Anvedi che facce!! Scusa Dalto per le risate, ma e' impossibile trattenersi dopo aver visto questo video. Mi sembra di guardare "I Soprano" all'amatriciana (con tutto il rispetto per la nota salsa a base di guanciale e pecorino)!
Dalto - Gio Ago 05 2010, 20:34:22
Oggetto:
+C.S.P.B.+ ha scritto:
...vedi se riconosci qualcuno... Wink
http://www.youtube.com/watch?v=YXN1P5WjJ5U&feature=related

hai avuto qualche persona prossima a te plagiata?


Una persona plagiata, mi chiedi? Non solo plagiata..leggi cosa ho scritto nella mia bacheca qui a sinistra, quale è l'unico scopo della mia vita e perchè.
Grazie mille per il filmato ora lo guarderò con tantissima calma con altri amici, ma quelli che ho visto e con i quali mi sono scontrata non erano così perbene!
Santisco - Ven Lug 29 2011, 16:15:16
Oggetto: Re: Sconosciuti mi scattano foto in circostanze particolari
Dalto ha scritto:

Il primo episodio si è svolto fuori dalla chiesa durante la cerimonia funebre. Soffrivo troppo e sono uscito facendomi consolare al telefono quando mi sono accorto che un ragazzo giovane sembra straniero e molto gentile aveva cominciato a scattarmi foto a pochi metri. Gli ho detto di smetterla e se ne è andato.

Il secondo è successo in aeroporto. Ero seduto aspettando l'imbarco rivolto ad una vetrata quando mi accorgo che un giovane uomo tarchiato con piedi piccolissimi con il cellulare cercava di inquadrare nella mia direzione. Allora mi metto la mano in viso per nasconderla. Quello si innervosisce e allontana il cellulare. Ogni volta che io mi mettevo la mano sul viso lui si innervosiva, quando la toglievo lui inquadrava. Siamo saliti sullo stesso aereo ed io gli sono passato vicino + volte e lui ha sempre fatto in modo di nascondersi.
Ovviamente ricevo telefonate strane o con chiusura e il tel è sotto controllo per via di interferenze e rumori.

Ma secondo voi quale è lo scopo e il fine di queste foto in queste due situazioni se sanno chi sono?
Vi ringrazio


Magari sei solamente brutto. non c'è niente di male a fotografare un fenomeno da baraccone. Prova a fare domanda al Guinnes World Records! ...........posso fare una foto anche io?!!?
Dalto - Mer Ago 24 2011, 02:16:05
Oggetto:
Magari sei solamente molto imbecille.Non c'è niente di male ad essere imbecilli solo che non ti vorrebbero neanche alle fiere. Prova a fare domanda al Guinnes World Records....magari prendi un premio in faccia come il più scemo che si crede spiritoso, chissà potrei anche votarti!!!
mastro titta - Mar Nov 29 2011, 14:00:07
Oggetto:
devi stare attento, è in atto un tentativo di creare un vero e proprio esercito di cloni in modo da sostituire le persone e poi dare vita a un colpo di stato. E' per questo che molti di noi vengono fotografati e intercettati, serve a creare il db con le caratteristiche necessarie alla clonazione, fai attenzione anche ai luoghi dove potresti lasciare delle tracce del tuo dna.
Conny75 - Mar Set 11 2012, 10:45:55
Oggetto:
Dalto purtroppo anche a me ogni tanto capita di vedere persone che fanno foto col cellulare e di non capire bene se sia io il bersaglio o qualche altra peronsa che sia nella loro inquadratura....quasta estate in vacanza un'auto si è fermata, una mercedes grigia, un ciccione è sceso e mi ha fotografo sul balcone di coprsa e poi è risalito in auto ed andato via....
Non so se fotografafa l'appartamento, la palazzina o il sottoscritto ma sono cose che danno fastidio senza dubbio.
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB