Poteri occulti

Notizie varie. Giornali, altri blog, siti internet, politica - Nel bergamasco scompare tredicenne

Anonymous - Dom Nov 28 2010, 12:36:23
Oggetto: Nel bergamasco scompare tredicenne
http://www.corriere.it/cronache/10_novembre_28/sospetto-rapimento-bergamo-ragazzina_3b22cc04-fadc-11df-abbf-00144f02aabc.shtml

Scomparsa una ragazzina nel bergamasco, si teme il sequestro
Yara Gambirasio, 13 anni, di Brembate Sopra, è sparita da venerdì. Aperto un fascicolo per il presunto rapimento



MILANO - Ora si teme il rapimento. Sono riprese le ricerche di Yara Gambirasio, 13 anni, di Brembate Sopra, giovane promessa della ginnastica ritmica, di cui non si hanno più notizie da venerdì pomeriggio, da quando era andata a consegnare uno stereo alle compagne di squadra. Alle 18,30 è uscita dal palasport del paese (che si trova a 700 metri da casa) e da allora nessuno l'ha più vista. Il cellulare risulta spento dalle 18,49. Scattato l'allarme un'ora dopo, quando i genitori non l'hanno più vista tornare a casa, sono entrati in azione carabinieri, vigili e protezione civile, che hanno perlustrato gli edifici abbandonati della zona, frequentati dagli sbandati, senza trovare tracce.

RICERCHE - I militari del nucleo investigativo provinciale hanno interrogato familiari, amiche, insegnanti, compagni di scuola, vicini di casa senza risultato. Yara aveva molti amici, successi nella ginnastica, buoni voti a scuola e nessun problema in famiglia, quindi nessun motivo per scappare. Anche nelle ultime telefonate e gli sms del suo cellulare non c'era niente di particolare. E la famiglia (padre impiegato, madre educatrice in un asilo nido) non è in condizioni economiche tali da far pensare a un sequestro a fini d'estorsione. Quindi l'ipotesi è quella che la ragazza sia stata costretta a seguire qualcuno contro la sua volontà. Il pm Letizia Ruggeri, che coordina le indagini, ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per sequestro di persona.

*********

Ragazzina di 13 anni scomparsa nel bergamasco
Ore d'apprensione a Brembate Sopra per Yara Gambirasio
27 novembre, 17:57
)
(ANSA) - BERGAMO, 27 NOV - Ore d'apprensione a Brembate Sopra, in provincia di Bergamo, per la scomparsa di una ragazzina di 13 anni, Yara Gambirasio.

La ragazza si e' allontanata da casa ieri intorno alle 17 per andare al palazzetto dello sport del paese. Da quando e' uscita dal palazzetto, poco piu' tardi, di lei si sono perse le tracce.

I genitori, allarmati, hanno denunciato la sua scomparsa ai carabinieri, che ora conducono le indagini con protezione civile e polizia locale. Per i genitori, la figlia non avrebbe avuto alcun motivo per allontanarsi da casa volontariamente.(ANSA).

http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/lombardia/2010/11/27/visualizza_new.html_1676318962.html

*********
http://www.agi.it/milano/notizie/201011271412-cro-rmi0018-scomparsa_da_ieri_ragazzina_di_13_anni_nel_bergamasco

14:12 27 NOV 2010

(AGI) - Bergamo, 27 nov. - Allarme a Brembate Sopra, in provincia di Bergamo, per la scomparsa di una ragazzina di 13 anni. Yara Gambirasio e' stata vista per l'ultima volta ieri pomeriggio dopo avere svolto un allenamento di ginnastica artistica con le compagna della Polisportiva al palazzetto dello sport del paese. Poi ha salutato e se n'e' andata, e da allora nessuno l'ha piu' vista. La ragazzina (che indossava un giubbotto nero Hello Kitty e pantacollant neri) e' cercata dai carabinieri di Ponte San Pietro, dalla protezione civile e dalla Polizia locale dell'Isola. (AGI) Bg1/Car
Anonymous - Mar Nov 30 2010, 09:28:12
Oggetto:
http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/yara-gambirasio-scomparsa-ricerche-cani-659912/



Più passano le ore e più sembra incredibile che Yara Gambirasio possa essere sparita nel nulla. Oggi è il quarto giorno di ricerche in provincia di Bergamo della tredicenne scomparsa venerdì da Brembate Sopra (Bergamo) nei settecento metri di strada che separano la sua abitazione dal palazzetto dello sport. Decine di uomini, tra carabinieri, vigili del fuoco, protezione civile e sommozzatori sono di nuovo impegnati in queste ore a scandagliare ogni metro quadrato di terra e di fiume intorno alle campagne di Brembate Sopra, fino alla zona dell’Isola e della Valle Imagna. Questa mattina si sono messi al lavoro anche i sommozzatori, un elicottero dell’Arma e le unità cinofile all’interno del centro sportivo, da dove nessuno avrebbe visto uscire la ragazza.
E proprio vicino alla porta d’emergenza della palestra del centro sportivo, uno dei cani avrebbe fiutato un percorso che la tredicenne potrebbe aver compiuto in direzione della zona industriale del paese, allontanandosi dal palazzetto dello sport. Un altro elemento da verificare è la cella agganciata dal telefonino di Yara pochi attimi prima che venisse spento. Secondo i primi riscontri, il cellulare della ragazza si sarebbe trovato nelle vicinanze di Mapello (Bergamo), un paese a due chilometri da Brembate Sopra. Intanto l’unica testimonianza che finora sembrava poter dare una svolta alle indagini, si è rivelata infondata. I carabinieri hanno ascoltato il giovane di 19 anni, vicino di casa della ragazzina, che aveva raccontato in televisione di aver visto Yara alle 18.40 di venerdì in compagnia di due sconosciuti nei pressi della sua abitazione.
Il ragazzo ha ammesso di essersi inventato tutto ed è stato denunciato a piede libero per falso ideologico e procurato allarme. Nel frattempo si moltiplicano le segnalazioni di persone che affermano di aver visto o sentito qualcosa di sospetto. Una ragazza avrebbe notato un furgone bianco allontanarsi a grande velocità intorno alle 18.45 nella zona dov’è scomparsa la tredicenne, mentre un’altra ha detto di aver sentito delle urla per la strada. Un uomo, che qualche giorno fa era stato sorpreso dai vigili mentre faceva fotografie nel centro sportivo dove la ragazza è stata vista per l’ultima volta, è stato ascoltato dai carabinieri, ma risulterebbe estraneo alla vicenda. Questa mattina i genitori di Yara sono tornati in caserma; i carabinieri hanno sottoposto loro alcuni oggetti ritrovati durante le ricerche, in particolare un guanto nero, ma nessuno di questi apparteneva alla tredicenne.
Alla scuola media delle suore Orsoline di Bergamo, oggi i compagni di Yara sono tornati in classe: ”Non possiamo credere che si sia allontanata volontariamente – dicono – Yara era brava a scuola ed era felice, non lo avrebbe mai fatto”. Mai un cattivo voto, mai uno screzio, né un colpo di testa, e neppure un fidanzatino che potrebbe averle provocato un dispiacere. Per questo la scomparsa di Yara è tanto sconvolgente, quanto inspiegabile. Gli insegnanti hanno parlato a lungo della vicenda con i ragazzi: – Yara è una ragazza forte, solare e intelligente – ha detto la preside, suor Carla Lavelli – Abbiamo pregato per lei. Qui la stiamo aspettando tutti”.


la ragazzina è scomparsa venerdì 26 novembre
Anonymous - Mer Dic 01 2010, 19:27:26
Oggetto:
Bergamo, sparita 13enne Si teme che sia stata rapita


Di Yara Gambirasio, 13 anni, dalle 18,30 di venerdì sera non si sa più nulla. È sparita da Brembate Sopra, nel Bergamasco, lungo i 700 metri di distanza fra la sua casa e il Palazzetto dello sport, dove si allenava come giovane promessa della ginnastica ritmica. La Procura di Bergamo ha aperto un’inchiesta contro ignoti per sequestro di persona. Si teme il rapimento ma si seguono tutte le piste.

Un sms prima di sparire

Yara non ha problemi, è molto legata alla famiglia: mai uno screzio, mai un capriccio e mai si è allontanata da casa. I genitori non sono facoltosi: il padre Fulvio è geometra; la madre Maura è maestra d’asilo. Yara ha altri tre fratelli. Bravissima nella danza e a scuola, ha molti amici.Venerdì sera, alle 18,30, era uscita dalla palestra. C’era andata per consegnare uno stereo per il saggio di danza che avrebbe dovuto tenersi ieri. Aveva salutato la maestra e le compagne, quindi aveva mandato un sms a un’amica: “Ci vediamo per la partita domenica”. Dalle 18,50 il suo cellulare è spento. Al momento della scomparsa, indossava un paio di fuseaux e un giubbino nero. “Mia figlia è buona come il pane, non pensiamo affatto a un colpo di testa”, dice la mamma.

Ricerche senza esito

Via Rampinelli, dove vive la famiglia Gambirasio, è presidiata dalle forze dell’ordine. Da ieri mattina, dopo che le ricerche in paese e nei dintorni non hanno dato esito, carabinieri, Protezione civile e polizia locale hanno ispezionato i corsi del fiume Brembo e del vicino torrente Lesina, sia a monte che a valle. Perlustrati anche i pozzi e i cascinali abbandonati. Sentiti amici, conoscenti, parenti. Alcune testimonianze di chi avrebbe visto Yara nelle ultime ore si sono rivelate inattendibili. Le ricerche interrotte con il buio, riprendono oggi.

http://city.corriere.it/2010/11/29/milano/documenti/bergamo-scompare-13enne-si-teme-che-sia-stata-rapita-30970882543.shtml





"Non vogliamo che il nostro dramma diventi e si trasformi nello spettacolo macabro Avetrana", solo queste parole urlano i genitori della piccola Yara, che vogliono rimanere chiusi e riservati nel loro dolore. Anche il paese di Brembate, non vuol diventare il nuovo centro mediatico della cronaca in diretta. Vogliono che la piccola venga cercata, trovata ma le telecamere devono stare lontane dal loro dolore.

Ad Avetrana, l'epilogo doloroso e tragico della vicenda di Sarah Scazzi, si è svolto a scena aperta, in diretta. Le telecamere erano presenti 24 ore su 24, appelli, registrazioni dentro e fuori casa dei genitori, prima del ritrovamento della piccola sarah, poi con l'omicidio il paese è diventato un vero e proprio set cinematografico.
Yara; Primavera Torna A Fiorire
-

Brembate non vuole tutto questo,no!. Ma gli abitanti 7800 anime, si stringono attorno alla famiglia della bimba e aspettano minuto dopo minuto, l'evolversi della vicenda. Tutti i cittadini lavorano giorno e notte instancabilmente nelle ricerche, si affiancano alle Forze Dell'Ordine con rigore e compostezza. Addirittura il sindaco Diego Locatelli è in prima linea nelle ricerche.

Nessuno si permette di aggirarsi vicino alla cas per curiosare, per fotografare e pochissimi sfuggenti, parlano con i giornalisti. Yara che significa primavera , in questi giorni di freddo pungente è sparita, svanita, non si hanno notizie, tracce e piste da seguire. Si setaccia tutta la zona attorno al paese, ma le ricerche si sono allargate un pò in tutta Italia, con la speranza che anche solo un indizio emerga, per indirizzare, le indagini in una direzione ben precisa. Speriamo che da un minuto all'altro, la primavera torni a fiorire e la piccola Yara torni a casa.
http://www.paid2write.org/attualita_gossip/yara_primavera_torna_fiorire_7867.html


La polizia locale ha chiuso e messo sotto sequestro per alcune ore il palasport dove si allenava Yara, ma nessun elemento è stato utile per gli investigatori. A comunicarlo ai giornalisti l'assessore alla Pubbica Istruzione Marco Mazzanti che ha chiesto, contestualmente, riservatezza per la famiglia. Era stata anche perquisita la guardiola del custode. Usati nel blitz anche i cani. Carabinieri e vigili nel fuoco sono tornati questa mattina anche nel cantiere edile di Brembate.

LA MADRE ALLE COMPAGNE: «ALLENATEVI PER LEI» Sono le 18.30 di martedì e Maura Gambirasio va in palestra. A 96 ore dalla scomparsa di sua figlia Yara, 13 anni, svanita nel nulla tra le 18.45 e le 19 di venerdì, la donna è tornata dove si sono perse le tracce della giovane. Jeans e giubbotto verde con cappuccio. Con lei vertici dei carabinieri. A destra e a sinistra, come a proteggerla. Non piange. Il viso è immobile, le mani gesticolano veloci. «Allenatevi ragazze, con impegno. Non vi fate demoralizzare. Così avrebbe voluto Yara e avrebbe fatto lei». Solo poche parole per rincuorare le insegnanti e le compagne di ginnastica ritmica della figlia. Poi, lentamente, si avvia sempre scortata dai militari sulla strada percorsa ieri e oggi dai cani segugio.
L’ultimo arrivato dalla Svizzera, Jocker un super esperto di ricerca che non sbaglia 70 volte su 100. Spaesata, scuote il capo. E’ la strada opposta a quella che la sua bambina avrebbe dovuto fare. La loro casa: fuori dal campo sportivo giri a sinistra, i cani dicono invece che Yara è andata a destra e poi giù nella zona industriale fino a un allevamento di quaglie e poi ancora più giù dove la sera neppure ci sono i lampioni al cantiere dell’ipermercato dove ieri si sono concentrate le ricerche. Non arriva fin laggiù si ferma prima e torna mesta a casa. A piedi in tutto non sono nemmeno due chilometri. In questi metri si nasconde il mistero. Brembate Sopra non è Avetrana e la mamma di Yara non è quella di Sarah Scazzi. La sua giornata è cominiciata presto: alle 9 le finestre di casa erano aperte e la domestica sbatteva i piumoni. Come se niente fosse accaduto o per dare una parvenza di normalità ai suoi due figli maschi più piccoli e alla terza figlia più grande.
A rivelare la pena atroce che ha in fondo al cuore ci pensa il parroco don Corinno Scotti: «Più passano le ore e più la famiglia pensa al peggio». «Sono forti. Stanno resistendo - conferma Diego Locatelli, il sindaco - noi siamo tutti con loro».

GIALLO ENRICO Enrico Tironi, il giovane di 19 anni, vicino di casa di Yara Gambirasio, che due giorni fa era stato denunciato per procurato allarme e falso ideologico, dopo aver raccontato in televisione di aver visto la ragazzina scomparsa venerdì dalla sua abitazione di Brembate Sopra (Bergamo) insieme a due uomini, al Tg1 ha detto di essere stato ascoltato tutto il pomeriggio dai carabinieri. Una notizia che non viene però confermata dagli stessi militari, che hanno fatto sapere di non averlo più sentito dopo l'interrogatorio di domenica notte. Il pubblico ministero Letizia Ruggeri, che coordina le indagini, ha dichiarato di non aver disposto alcun interrogatorio e di non aver avuto notizia della presunta audizione di Enrico Tironi dagli investigatori. Il fascicolo sulla scomparsa di Yara Gambirasio resta aperto dunque a carico di ignoti per sequestro di persona. Al momento gli inquirenti non sono in possesso di elementi utili alle ricerche della ragazzina scomparsa ormai da più di quattro giorni.

I CANI DAL SUPERFIUTO Hanno un olfatto quattro volte più sensibile di un cane normale. Sono i Bloodhound, o cani di Sant'Ubaldo, segugi di origine americana in grado di trovare una persona seguendone l'odore nell'aria. Di solito utilizzati per cercare le persone disperse su sentieri di montagna questi cani hanno adesso di fronte a loro un nuovo e più insolito impegno: seguire le tracce di Yara Gambirasio, la ragazzina scomparsa da venerdì sera a Brembate. Gli animali da ricerca che vengono utilizzati anche a Brembate si chiamano «cani molecolari»: ed è infatti una ed una sola molecola di odore quella che, una volta percepita, seguono fino a trovare la persona alla quale l'odore corrisponde. «Di solito viene fatto annusare loro un capo di abbigliamento o un oggetto toccato dalla persona scomparsa, avendo l'accortezza di non contaminarlo con altri odori. E questi animali - spiega Valerio Zani, vicepresidente del Corpo nazionale di soccorso alpino e speleologico - seguono la traccia e sono in grado di riconoscere quello specifico odore anche tra mille altri e pure a distanza di giorni». I segugi, nati come cani da caccia, sono stati inizialmente utilizzati dalla polizia cantonale svizzera. È svizzero anche uno dei cani impiegati nella ricerca di Yara, «Jocker». Da alcuni anni il Corpo nazionale di soccorso alpino e speleologico ha cominciato l'addestramento di alcuni di loro, in collaborazione con la polizia cantonale. «Adesso abbiamo otto cani e quattro sono in fase di formazione e addestramento»: una 'scuolà spiega Zani, che dura almeno due anni. Questi animali lavorano meglio con temperature fredde, ma non sono adatti per la ricerca di dispersi in valanghe: «Per quei casi - spiega Zani - usiamo altre razze, come i Golden retriver». Quando un Bloodhound trova la traccia la segue come se non vedesse, affidandosi soltanto al fiuto e per questo va tenuto rigorosamente legato con un guinzaglio lungo in modo da non essere «seminati» dall'animale. Raro il loro uso in casi simili a quello di Yara, anche se qualche tempo fa un cane molecolare rintracciò in Valle d'Aosta i genitori di due bambini che erano stati lasciati soli in pizzeria. Difficile stabilire il valore di un cane dal fiuto d'oro: «Un cucciolo di Bloodhound costa circa 1.500 dollari, poco più di un migliaio di euro. Ma dopo l'addestramento il suo conduttore umano non se ne priverebbe per nessuna somma».
http://www.leggo.it/articolo.php?id=93487



[i]ci sono molti paralellismi tra il caso di Avetrana e questo caso. Inanzitutto i nomi delle ragazze: cambia in pratica una lettera solo la s diventa y (se non contiamo la h di sarah che in Italiano di solito è sara). Tutte e 2 sono minorenni, ragazzine molto dipendenti dalle loro famiglie. Tutti e 2 sono spariti in un tratto molto breve tra la loro abitazione ed il punto di arrivo. Sara è sparita a pochi minuti da casa sua andando dalla cugina, mentre Yara è sparita dalla palestra che si trova a soli 700 emtri da casa. Tutte e 2 come ultimo segno hanno lasciato qualche sms in entrata o uscita dopo di che rientra di nuovo il fattore cellulare in tutti e 2 casi, cellulari spariti e spenti. Anche la mamma di yara si comporta nel modo come se fosse robotizzato, non piange, non reagisce. Infine è molto strano il trattamento intimidatorio che stanno facendo nei confronti del forse unico testimone: Enrico il vicino che ha dichiarato di aver visto Yara allontanarsi con 2 uomini sconosciuti...invece di indagare su questa pista, da quando si arrestano o denunciano i testimoni?...
Nella versione cartacea si parla di un cantiere di costruzione dove finiscono le tracce di Yara, pare che hanno fatto uscire gli operai fuori oggi per fare le ricerhce col cane all interno del cantiere.
[/i]
Anonymous - Mer Dic 01 2010, 20:01:16
Oggetto:
YARA
Nome di origine probabilmente azteca con significato di "primavera". Non visono sante con questo nome, l'onomastico si può festeggiare il 1° novembre.
http://digilander.libero.it/gioer/yf.html

il 1 novembre tuttisanti, e halloween?...
david.fanton - Mer Dic 01 2010, 21:52:27
Oggetto:
Sarah Scazzi scomparsa nel nulla il 26 agosto 2010
Yara Gambirasio scomparsa nel nulla il 26 novembre 2010
............. Rolling Eyes Rolling Eyes

Un caso?
Anonymous - Mer Dic 01 2010, 23:19:13
Oggetto:
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Caso-Yara-monsVecchi-rapita-da-mens-demoniaca-Il-sensitivo-e-stata-uccisa_311341622988.html


Milano, 1 dic. - (Adnkronos) - "Dietro a episodi come la scomparsa di Yara Gambirasio c'è una mens demoniaca". Lo dice all'Adnkronos monsignor Ernesto Vecchi, riferendosi alla ragazzina 13enne scomparsa venerdì da Brembate. Il vescovo vicario di Bologna spiega che bisogna dimenticare le immagini tradizionali e ormai superate del diavolo che fa spavento, con coda e occhi infuocati.

''Il demonio - dice - è bello, benvestito e affascinante. Gli risulta facile trarre in inganno chi non è abbastanza forte da resistergli. Si tratta di un'entità trasversale, che può trovarsi ovunque in ogni situazione e, al giorno d'oggi, può annidarsi anche nel mondo del web, dei social network e soprattutto di Facebook''. Un diavolo moderno quindi, digitale e sempre in agguato, di cui ''è facile avvertire la presenza se si pensa ai tragici episodi degli ultimi mesi''. E proprio alla recente sparizione di Yara fa riferimento Monsignor Vecchi, quando conclude dicendo "il responsabile della scomparsa di una ragazzina innocente deve essere guidato da una mente demoniaca".
Più drammatica la lettura della scomparsa di Yara che dà Mario Alocchi, il sensitivo che aveva scoperto la tragica fine di Sarah Scazzi e che in passato si è occupato di altri casi di persone scomparse. Per lui anche Yara è stata uccisa da chi ne era ossessionato. Yara è stata ammazzata da una persona pericolosissima con qualche disturbo mentale che si era innamorato di lei. Non una persona di famiglia, ma un uomo di una certa età, che la giovane promessa della ginnastica conosceva e che, in passato, ha avuto un attrito con la madre di Yara.
Un 'verdetto' che l'esperto annuncia all'Adnkronos dopo aver usato la tecnica della radioestesia. Il 40enne consulente esoterico di Civitavecchia, da giorni studia la scomparsa di Yara e mette in guardia gli inquirenti: "La chiave del mistero sta nella palestra. Chi ha ammazzato Yara era in palestra, bisogna ripartire da lì". Ad uccidere la 13enne "caduta in una trappola mortale" è stato, secondo l'esperto "un uomo pericolosissimo con qualche disturbo mentale". Difficile la sua descrizione, ma per il sensitivo si tratta di una persona "non giovane, ma di una certa età". Chi ha colpito ha scelto a lungo il suo bersaglio. Non una sconosciuta, ma una persona che ha avuto un litigio in passato con la madre della 13enne. Chi ha preso Yara "è una persona che la 13enne conosceva, che da tempo l'aveva adocchiata. Sicuramente andava spesso a vedere Yara quando faceva ginnastica".
L'esperto non ha mai messo piede a Brembate Sopra e non ha avuto contatti con la famiglia della giovane scomparsa, ha fatto assicura numerosi consulti. "Non sono riuscito -confessa- a capire dove si trova il corpo di Yara", ma svela: "Nelle mie ricerche viene sempre la carta dell'imperatrice che raffigura la mamma. Potrebbe trattarsi di una persona che, in un lontano passato, ha avuto -conclude- un attrito con la mamma della 13enne".

Intanto sono riprese, nonostante la neve che cade da stamane sulla zona, le ricerche della 13enne. Ieri per tutta la giornata è stato setacciato un cantiere, dove è in costruzione un centro commerciale, al confine con il comune di Mapello. E' qui che il fiuto dei tre cani specializzati, utilizzati per le ricerche, portano gli investigatori e qui che le tracce della giovane promessa della ginnastica ritmica spariscono. A lavoro, anche oggi, diverse decine tra carabinieri, volontari, vigili del fuoco e uomini della protezione civile.
Anonymous - Gio Dic 02 2010, 10:52:06
Oggetto:
ho fatto una piccola ricerca sulle lettere S e Y visto che la grossa differenza tra i nomi di queste 2 ragazze sono solo le lettere iniziali.
Guardate cosa ne viene fuori.

La lettera S
http://www.scienze-esoteriche.com/significato-occulto-delle-lettere.php
S - Z : lotta, sfortuna e tormenti. Influenza negativamente il matrimonio e il parto.

poi è uscito fuori questo disegno, lettere nel tematica religioso, anche se nel sito non spiegano il perchè di quest 3 pesci che si comportano nel modo strano intorno alla lettera S
http://diyartcraft.com/alfabeto-artistico-a-tema-religioso/
http://diyartcraft.com/wp-content/uphobbyimg/2009/03/font_s_decorazione.jpg


questo dizionario direi no comment...
http://www.studirosacrociani.com/dizionar/s.htm


senso esoterico delle lettere nell ebraismo, qui credo che si chiama Samech la S.

SAMECH - lettera 15
Rappresenta il serpente del male e della tentazione, la falsità, marte, la magia nera, il male, le evocazioni, l'antagonismo, il mondo materiale e l'egoismo.
Nei tarocchi è rapprentato da il DIAVOLO.
Nome divino: SAMECK.
Simbolo: la stella a cinque punte con il vertice in basso.
http://www.bethelux.it/ebraiche.htm

direi che non c'è bisogno di commenti anche qui.



la lettera Y

Y : follia. disordine mentale e tendenze al suicidio.
http://www.scienze-esoteriche.com/significato-occulto-delle-lettere.php


YOD - lettera 10
Rappresenta il dito che indica la giustizia, la fortuna, il CAPRICORNO dello zodiaco. La CABBALAH, i SEPHIROT, il Divino, il numero assoluto, i 10 comandamenti.
Nei tarocchi è rapprentato LA FORTUNA.
Nome divino: JAH
Simbolo:LA RUOTA
http://www.bethelux.it/ebraiche.htm



Jah oppure Yah, JHWH/YHWH, Yahweh, ovvero Geova...


Il tetragramma biblico o tetragràmmaton è la sequenza delle quattro (τέτρα, tetra in greco) lettere (γράμματα, grammata in greco) ebraiche יהוה (yod, he, waw, he) che compongono il nome proprio di Dio nell'antico testamento, in lingua ebraica.
In passato era largamente attestata la traslitterazione JHWH. In epoca contemporanea, invece, la traslitterazione più diffusa è YHWH, dato che il valore consonantico che la lettera J possiede nelle lingue neolatine e inglese (come in "Jeans") non corrisponde alla yod ebraica.
http://it.wikipedia.org/wiki/Tetragramma_biblico


La "Y" è la ventiquattresima lettera dell'alfabeto, le cui origini lontane nell'ambito fenicio sono comuni alle lettere: u, v, w
Nella Tabella di Gematria inversa dell'alfabeto inglese, sempre secondo il metodo di J.King, i n.12 è uguale alla j e alla y (come in yellow, "giallo "). II 12, è alla base del sistema di calcolo ancora in uso per misurare il tempo: 12 mesi in un anno; 12 tribù di Israele nell' Antico Testamento, 12 Apostoli nel Nuovo Testamento; l'inizio della terna pitagorica 11-60-61; il Mago dei Tarocchi; la quercia. Inoltre, a 12 anni dalla pubertà, Gesù iniziò a predicare nel Tempio d Gerusalemme.
Secondo il Liber Trigrammaton di Crowley, la Kabbalah inglese abbina alla Y il numero 7, in ebraico corrispondente alla lettera Zayin, scritto anche zain, che significa spada, bastone, più genericamente arma. In senso figurato rappresenta la difesa e' ciò che viene difeso. Così come accade con tutti i tIpi di mazze e bastoni, significa anche autorità, ivi compresa l'autorità religiosa. 117 è il numero dell'archetipo dell'eroe o del semidio nell'antica mitologia celtica.
La traduzione sanscrito-inglese dà alla Y il valore di 1 (nell'ebraico l'l corrisponde invece alla lettera aleph), con il significato di corona, ricchezza; in celtico rappresenta la nascita, mentre nella serie di Fibonacci rappresenta il roveto ardente visto da Mosè, l'uovo della creazione, la pietra filosofale ed ancora: creatività, androginia ed ermafroditismo (unione degli opposti o, per meglio dire, dei complementari), autorità, comando, isolamento.
ella sua opera: "Mysterium Coniunctionis- Gli opposti psichici nell'alchimia", 1971, per l'Italia edito da Boringhieri nel 1990, Cari Gustav Jung attribuisce alla "Y" il significato di Unione degli Opposti: maschile e femminile.
http://www.coscienza.org/Y.htm
P.S. chi sarà questo Umberto di Grazia? fate caso all entità simbolica che spunta alla testata del sito...bizzarro.

http://www.esoterya.com/dizionario-dell%E2%80%99esoterismo-dalla-geo-alla-geoz/2385/
La Qabbalah dice che il nome Jehovah si pronuncia lettera per lettera: “y” (jod), “h” (hé), “w” (vau), “h” (hé), cosa invece che nell’Alchimia ha differente valore:

- Jod il principio creatore attivo, spirito maschile, la Colonna J, lo Zolfo
- Hé sostanza passiva, lo spirito femminile, il male in potenza, la Colonna B, il Mercurio
- Vau è l’unione armonica dei due principi maschile e femminile, l’Azoto
- Hé le espressioni generatrici del mondo fisico, l’incarnazione del pensiero, il Sale


Il nome ebraico di Dio in verità è il Tetragramma divino, Jod Hé Vau Hé “Jahvéh” composto da quattro consonanti.

mi sa che qui si tratta di un palese rito per avvenire un qualche cosa, desiderio, piano occulto...il pensiero che diventa realtà attraverso l ultimo quarto passo..."

http://www.macropolis.org/esoterica/esonet/J.htm (vi consiglio di leggere tutto quel che si dice in questo sito su questa lettera in particolare, vari annessi con induismo sempre india porta di agharti, importante per iniziazione massonica, riferito anche proprio durante il rito definitivo di iniziazione, c'è l annesso anche con Geova Yahweh)
J: Lettera con la quale si identifica la Colonna posta alla destra della porta d’accesso al Tempio massonico.



[i]u altra stranezza: guardate il sito sotto, parla di una porta magica in Abruzzo, pochi passi da Aquila, in Chieti...


http://www.mondimedievali.net/cantosirene/Palmoli.htm
La cadenza dei simboli, così prodotti e dai risvolti acclarati, ha permesso di ipotizzare come si sia voluto rappresentare il tetragramma ebraico (ma ben diffuso in ambito massonico) del nome impronunciabile di Dio (Yod-Hè-Waw-Hè ovvero YHWH). L'ebraico, infatti, assegna alle lettere specifici valori numerici, in pratica i numeri sono espressi usando lettere: potrebbe mai essere un caso che il valore numerale di H (Hè) e W (Waw) sia proprio rispettivamente il 5 e il 6? Ci rimane la lettera Y (Yod, valore numerico 10), dissimulata in qualche modo nella Griglia in basso.

Da tale risultanza conseguono due nuove evidenze:

1) la griglia è composta, per ogni anta della porta, giusto da 22 segmenti, tanti quante le lettere dell’alfabeto ebraico;

2) il disegno esagrammatico del fiore dissimula incontestabilmente il ben noto Sigillo di Salomone o Stella di David. [/i]
Anonymous - Gio Dic 02 2010, 11:13:13
Oggetto:
ricapitolando:
pare che è un tentativo di concigliare 2 opposti e usare la forza, energia ottenuta per realizzare i desideri, piani.
S simbolo del male (diavolo) Y simbolo del bene (Dio di geovisti smbloizzato da Capricorno che è Baphometh. Quindi tutto sommato mi pare di aver capito quale dio adorano questi qui e l'annesso tra di loro e templari rosacrociani che fanno i riti occulti con baphometh.

http://ziogiulius.altervista.org/zodiaco/oroscopo-capricorno1_cp.jpg
http://t3.gstatic.com/images?q=tbn:strfSbW8X6-GgM:http://img530.imageshack.us/img530/9321/nipbaphometma5.jpg&t=1
http://www.bella24.it/thumbnail.php?file=oroscopo/oroscopo-capricorno-2010.jpg&size=article_medium
http://win.newmeteo.com/oroscopo/capricorno_s.png
http://www.rosacroce.it/
hanno solo scambiato la conseguenza di parole http://www.crocerosaitaliana.it/

questo sito che si non nasconde per nome, ma per contenuto chiedendo password, si può leggere da google un pezzo del loro pensiero
"Di essere restati fedeli a Baphometh, di non averlo tradito, ... della Fenice" ( versione ermetica del Cavaliere Rosa Croce"
http://lodgeroominternational.com/massoneriaforum/login.php?redirect=viewtopic.php&t=28&start=30&sid=1ab5cd4d179b01f7dcdc2ba4bf9fefca).
Unione del femminile e maschile.
ma oltre questo ciascuna di queste lettere S/Z (Z è l ultima lettera dell'alfabeto che ai nostri gg. quando dici dalla A alla Z si intende un pò Alfa e Omega, la famosa frase "io sono Alfa e Omega" il contesto di unicità nel dualismo) e Y/J hanno un effetto negativo - uno porta al tormento, l altro al suicidio, pazzia. Quindi il piano da realizzare è volto a distruggere qualcosa.

alla luce di tutti i riti presunti tali che svolgono occultamente, forse comincio a capire il perchè della situazione drammatica di questo paese, e non mi domando più il perchè del fatto che il popolo non reagisce a nessun colpo, sembrano tutti incantati di massa...si stanno lasciando divorare senza opporsi...esattamente come accade con la vittima di qualche rito occulto...è solo un ipotesi, niente di più, magari non c'entra, ma sarebbe ora che la gente cominciasse a farsi domande, tornare sulla strada giusta, riprendersi i valori morali che sono colonna portante dell'esistenza (senza rispetto reciproco e senza ordine, nel caos si finisce con l'autodistruzione, non era questo il comportamento che Dio raccomnadava per l'umanità), rinunciare alle tentazioni del male occulto e di aspetto attraente, uscire dal limbo di maledizione...
Austria - Gio Dic 02 2010, 15:07:15
Oggetto:
Grazie Raffaele, grazie per le Tue preziose delucidazioni!
Anonymous - Gio Dic 02 2010, 15:37:20
Oggetto:
Forse più semplicemente occorre capire come mai in due mesi (esatti) sono sparite due ragazzine che hanno il nome di quattro lettere.La prima lettera del nome è diversa ma le altre tre sono 'ara' e cioè altare.
Altri nomi sono Mara, Lara....

Il sensitivo parla della figura dell'imperatrice che collega alla mamma di Yara....
http://lastradadeitarocchi.blogspot.com/2010/11/limperatrice.html
Brando - Gio Dic 02 2010, 16:02:25
Oggetto:
Raffaele ha scritto:
alla luce di tutti i riti presunti tali che svolgono occultamente, forse comincio a capire il perchè della situazione drammatica di questo paese, e non mi domando più il perchè del fatto che il popolo non reagisce a nessun colpo, sembrano tutti incantati di massa...si stanno lasciando divorare senza opporsi...esattamente come accade con la vittima di qualche rito occulto...è solo un ipotesi, niente di più, magari non c'entra, ma sarebbe ora che la gente cominciasse a farsi domande, tornare sulla strada giusta, riprendersi i valori morali che sono colonna portante dell'esistenza (senza rispetto reciproco e senza ordine, nel caos si finisce con l'autodistruzione, non era questo il comportamento che Dio raccomnadava per l'umanità), rinunciare alle tentazioni del male occulto e di aspetto attraente, uscire dal limbo di maledizione...


Purtroppo la disinformazione regna sovrana da questa classe mediatica, specialmente televisiva: d'altra parte anche i contenuti che si trasmettono grazie ai reality, a tg sempre meno rispettosi degli spettatori si é arrivati a volere togliere il sano principio critico che dovrebbe governare ogni persona.
Congratulazioni per la tua spiegazione chiara e completa
Mantenos - Gio Dic 02 2010, 16:39:27
Oggetto:
La santa, alcuni giorni dopo l'esecuzione di sant'Alessandro martire, ne avrebbe trovato le spoglie, intorno alle quali, in corrispondenza di alcune gocce di sangue, sarebbero spuntati dei gigli, lo avrebbe raccolto e fatto seppellire in un orto fuori della città; successivamente la santa ne avrebbe continuato l'apostolato... La santa è SANTA GRATA DI BERGAMO.... si possono trovare dipinti con la santa e la testa in mano di Alessandro... (il più noto e il dipinto di Ponziano)

La cosa particolare è che la festività di questa santa prima dell'intervento della congregazione dei riti era proprio il 27 ...quasi 28 agosto... data che si riallaccia a SaraH Scazzi.

Avetrana e Brembate (Bergamo) potrebbero essere collegate... notare in oltre l'iconografia e il macabro simbolismo del racconto... e la parola Grata... Yara - non prendetemi per pazzo -ma ho sognato questo - potrebbe essere rinchiusa in una cantina senza finestre... in procinto di qualcosa...

vorrei e desidererei che la ragazza sia sparita per un suo capriccio e che tutto quello sritto sopra siano soltanto illazioni...
Mantenos - Gio Dic 02 2010, 16:40:50
Oggetto:
Ps... la Santa è patrona di Bergamo...
Anonymous - Gio Dic 02 2010, 16:45:49
Oggetto:
Mantenos ha scritto:
La santa, alcuni giorni dopo l'esecuzione di sant'Alessandro martire, ne avrebbe trovato le spoglie, intorno alle quali, in corrispondenza di alcune gocce di sangue, sarebbero spuntati dei gigli, lo avrebbe raccolto e fatto seppellire in un orto fuori della città; successivamente la santa ne avrebbe continuato l'apostolato... La santa è SANTA GRATA DI BERGAMO.... si possono trovare dipinti con la santa e la testa in mano di Alessandro... (il più noto e il dipinto di Ponziano)

La cosa particolare è che la festività di questa santa prima dell'intervento della congregazione dei riti era proprio il 27 ...quasi 28 agosto... data che si riallaccia a SaraH Scazzi.

Avetrana e Brembate (Bergamo) potrebbero essere collegate... notare in oltre l'iconografia e il macabro simbolismo del racconto... e la parola Grata... Yara - non prendetemi per pazzo -ma ho sognato questo - potrebbe essere rinchiusa in una cantina senza finestre... in procinto di qualcosa...

vorrei e desidererei che la ragazza sia sparita per un suo capriccio e che tutto quello sritto sopra siano soltanto illazioni...


quoto, preferisco Yara sia trovata sana e salva, senza alcun danno e che tutto quel che abbiamo ipotizzato qui diventino piuttosto ipotesi vuoti...lo spero veramente tanto, sinceramente e prego Dio per un miglior avvenire. In generale intendo, non solo per caso Yara...
Paolo Franceschetti - Gio Dic 02 2010, 17:31:23
Oggetto:
Salve.
Non ho tempo di leggere tutto quello che si scrive qui sul forum. Volevo vedere se qualcuno aveva scritto di yara, e anche io sono rimasto colpito dalla somiglianza dei nomi e delle date.
Ma vedo che ci avete pensato già voi.

Purtroppo è possibile che la vicenda sarà identica a quella di Sarah Scazzi, con qualche piccola variante.

Assisteremo agli stessi esperti di sempre che diranno le stesse cose di sempre; al solito omicida reo confesso che poi ritratterà, ecc...

Aggiungo una notazione. Spesso il significato di certi omicidi non può essere letto se non aspettandone altri, e collegandoli dopo altri.

Faccio un esempio. Nei delitti del mostro di firenze,
Ci sono voluti cioè 17 anni, dal primo all'ultimo omicidio, per capire che tutta la vicenda era un immenso rito esoterico per bagnare col sangue il territorio fiorentino e consacrarlo alla Rosa Rossa.

Ora, per quanto alcune ricostruzioni esoteriche siano interessanti e possano dare indicazioni, direi che è difficile venire a capo di questi delitti, e capire il perchè sono stati commessi.
Forse ci vorranno anni per capirlo.

Grazie dei contributi a tutti.
Questo forum sta diventando una specie di data base di molti eventi che per ora appaiono scollegati, ma forse in futuro saranno collegati e ci serviranno per capire ancora meglio tutto.
Anonymous - Gio Dic 02 2010, 18:44:47
Oggetto:
ciao, Paolo. Modestamente, avendo poca conoscenza di questi cerchi, non posso azzardare delle analisi dettagliate ed azzecate, per fortuna non li conosco e spero di non aver che mai fare con certi casi. Però dal mio canto posso dire che credo fortemente nella sovranità di Dio, e perciò non ho dubbi che certi poteri occulti non otterranno quel che vogliono, tranne peggiorare la loro situazione ulteriormente.
Chissa cosa vrebbe ipotizzatto Carlizzi...a proposito di Carlizzi - oggi hanno fatto vedere un pezzettino dal processo di Corona (Carlizzi è l unica che ha collegato Corona a Chiara Pozzi...).. anche li all apprenza a tutti presentano Corona come un furbo fotografo che guadagnava sul ricatto dei VIP. Ma se uno ci pensa bene capisce che Corono non poteva fare certe cose se non coperto da gente potente, e che i ricatti li faceva non per guadagnare, ma per conto di questa gente potente. Ormai da tempo tutti parlano della corruzione del mondo di show, spettacolo, arte ecc. dicono che certi poteri controllano i VIP attraverso ricatto e seduzione. Ecco, il caso Corona è solo un puntino di questa cacca che spunta fuori, come Corona avranno chissa quanti ricattatori pronti...lo stesso Corona è ricattabile, ha fatto delle cose indicibili, ora ogni tanto gli mandano dei segnali tipo "stai buono che sei nelle nostre mani" quando mettono in giro i racconti sul come Corona ha venduto a Lele Mora se stesso anche sessualmente per ottenere fama, soldi ecc. o forse perchè anche Corona è soltanto vittima di un lavaggio di cervello che lo ha fatto diventare quel che è...un sistema basato su certe cose non può durare per sempre, il potere li ha acceccati, gli manca poco alla fine mi sa...
Mantenos - Sab Dic 04 2010, 18:17:14
Oggetto:
LA VIA DEI SANTI
sembra essere questa la strada. il 26 nov, giorno della scomparsa di Yara, tra i santi ho trovato san Giacomo Alberione patrono della Rete (internet molto attuale in questi giorni... WikilEAK credo che sia legata ai Gesuiti... e credo che al centro di questa vicenda ci sia in gioco la modalità di informazione ed espressione nella rete), della propaganda e della pubblicistica cristiana e delle edizioni paoline. il santo nasce il 4 aprile (data di nascita di Sara) e muore il 26 nov (giorno della scomparsa di Yara): alfa e omega (?) ma di cosa?

i Gesuiti sono NeoTemplari

Giacomo Alberione (iniziali G. A...iniziali di un altro templare rosacruciano) rimanda a diversi miti e luoghi coinvolti. il piu importante a mio avviso è Alba dove studia e fonda le edizioni paoline (quelle della vendita forzata porta a porta insieme alle enciclopedie).

Secondo la decriptazione "Santi" arriviamo a san teobaldo roggeri (orfano povero calzolaio e poi garzone in pellegrinaggio Campostella) a.... S lorenzo.... ora il simbolo di San lorenzo è la Grata, lo stesso nome della santa protettrice di Bergamo Santa Grata... la santa raccoglie la testa di Alessandro.... San Lorenzo in realtà venne decapitato....e non bruciato... (TESTA TAGLIATA)

il codice "santi" Faustino e Giovita, protettori di Brembate, nobili poi divenuti soldati e poi santificati (mi sembra una saga templare) anche loro dopo aver dominato natura fuoco elementi acqua e animali, vengono uccisi.... indovinate come.... Decapitati (ma allora è una fissazione!)

La chiesa Arcipretale di Fermo e Rustico in confine con Brembate dedicata ai santi summenzionti noti per aver resuscitato un morto (possibilita di liberazione ...) anche loro Decapitati.... la parola chiave senza forzature di genere sembra essere questa... Fermo e Rustico vengono seppelliti e poi riesumanti per essere spostatti. per altri Fermo mori di stento e di fame....

Oltre ad un possibile sacrificio cruento, c'è come un messaggio dove un centro di potere dovrebbe trovarsi senza testa per iniziare un nuovo periodo....

Ribadisco: spero che Yara sia soltanto fuggita per un capriccio. Solo questo mi auguro.
Anonymous - Sab Dic 04 2010, 20:52:32
Oggetto:
mi stvo domandando quando le forze di "ordine" cominceranno a far 2+2 e preoccuparsi di un fenomeno di sparizioni delle ragazze giovani ltimamente più frequenti del solito fatte alla stessa modalità...
Brando - Dom Dic 05 2010, 00:56:42
Oggetto:
Scomparsa di Yara, blitz su un traghetto Fermato un uomo. In corso controlli
Anubi - Dom Dic 05 2010, 14:30:42
Oggetto:
Brando ha scritto:
Scomparsa di Yara, blitz su un traghetto Fermato un uomo. In corso controlli

Di qualche minuto fa.... pare che il tizio in questione abbia detto:"che Allah mi perdoni,non sono stato io ad ucciderla".

Shocked

Spero con tutto il cuore che sia solo un equivoco e che sia solo stata rapita così da essere trovata.
Non se ne può più di ste storie Crying or Very sad
***Stefy*** - Dom Dic 05 2010, 18:16:17
Oggetto:
Citazione:
Marocchino 23enne accusato di omicidio
Sospese le ricerche del corpo di Yara


Le ricerche sono state sospese per l'oscurità.

ORE 17,25
Si è scoperto che l'accusato di omicidio non è un tunisino, ma è marocchino e ha 23 anni. Intanto, si è appreso che le ricerche si sono spostate a Barzana e Mapello, nonostante il buio.

ORE 17,15
Nelle ore più drammatiche della vicenda di Yara Gambirasio, il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Davide Boni, manda un messaggio ai familiari. «In qualità di presidente del Consiglio regionale - scrive Boni - intendo esprimere la mia vicinanza e la mia solidarietà alla famiglia della piccola Yara in questo momento difficile, auspicando che l'abbraccio di tutti i lombardi possa dare loro un po' di conforto in queste ore di drammatica attesa».

ORE 16,55
Si stanno intensificando le ricerche ad Ambivere del corpo di Yara Gambirasio. In particolare, si stanno perlustrando alcuni boschi dietro al centro sportivo e i vigili del fuoco si stanno apprestando a prosciugare un pozzo nei pressi di un cascinale. C'è però anche da dire che tra poco le ricerche dovrebbero essere sospese per il sopraggiungere dell'oscurità.

ORE 16,15
Continuano le ricerche dei volontari nei boschi sulla collina di Ambivere dietro al centro sportivo. Le forze dell'ordine hanno sbarrato le stradine di campagna e si sta tentando d'individuare il corpo di Yara tra prati e campi di granoturco.

ORE 16,10
Il tunisino accusato dell'omicidio avrebbe 23 anni. L'ha rivelato un servizio di Rai News in cui è stata annunciata anche una conferenza stampa del sindaco di Brembate Sopra, Diego Locatelli, tra circa un'ora.

ORE 15,35
Le ricerche per ritrovare il corpo di Yara Gambirasio si stanno concentrando dietro al centro sportivo di Ambivere, dove c'è una collina da cui si diparte una strada sterrata. Gli inquirenti avrebbero fatto arrivare un'idrovora.

ORE 15,30
La famiglia Gambirasio continua a rimanere chiusa in casa, così come è stato dal giorno di sparizione della figlia Yara, venerdì 26 novembre. Dopo la visita del comandante provinciale dei carabinieri in tarda mattinata, il cancello della villa non si è più aperto per nessuno. Intanto la postazione dei giornalisti e delle televisioni si sta ingrossando.

ORE 15,15
«Occhio per occhio, dente per dente»: è il cartello esposto da un automobilista di passaggio davanti alla casa della famiglia Gambirasio. «Non ne possiamo più di questi immigrati - ha commentato l'uomo riferendosi al tiunisino accusato dell'omicidio di Yara Gambirasio -, devono tornarsene a casa loro».

ORE 14,55
Dopo il provvedimento di fermo del cittadino tunisino accusato dell'omicidio di Yara Gambirasio e dell'occultamento del suo cadavere, sono scattate le ricerche per trovare il corpo della tredicenne nel territorio dei Comuni di Brembate di Sopra, Ponte San Pietro e Mapello. Il fermato è attualmente recluso nel carcere di Bergamo, dove in tarda mattinata sarebbe stato interrogato dal pm Letizia Ruggeri che coordina le indagini. Visto quanto sono estese le ricerche, sembra difficile pensare che l'uomo abbia fatto delle ammissioni indicando dove avrebbe nascosto il cadavere.

ORE 13,45
Il sindaco di Brembate Sopra, Diego Locatelli, intervistato telefonicamente da Sky Tg 24, ha commentato: «Noi continuiamo a sperare, vediamo gli esiti dell'indagine». E sul senso di ostilità emerso qua e là nei confronti degli extracomunitari il primo cittadino ha sottolineato: «La nostra comunità non reagirà mai con una "caccia all'uomo": siamo uniti, solidali, abbiamo speranza. E non c'è una preoccupazione generalizzata ma soltanto episodica».

ORE 13,40
Sarebbe in corso l'interrogatorio del tunisino accusato dell'omicidio di Yara Gambirasio. Pare che il pm Letizia Ruggeri stia interrogando l'extracomunitario nel carcere di via Gleno, ma non si hanno conferme.

ORE 13,30
Emergono intanto i retroscena sull'operazione che ha consentito ai carabinieri di evitare la fuga del tunisino. La motonave Berkane era a circa 20 miglia dalla costa, tra Alassio e Ventimiglia, e dunque in acque internazionali. È stato grazie al comandante del traghetto, che ha accettato di rientrare in acque italiane, se il tunisino è stato fermato in tempo. La nave non si è mai fermata per non insospettire l'extracomunitario e così il blitz delle motovedette della guardia costiera con a bordo i carabinieri è riuscito. L'abbordaggio sarebbe avvenuto verso le 20 di sabato 4 davanti a Caponero, a circa 4 miglia dalla costa italiana.

ORE 13,20
Nonostante le novità nelle indagini, domenica mattina sono continuate e stanno continuando le ricerche di Yara che vedono all'opera centinaia di persone tra forze dell'ordine e volontari della Protezione civile. Si è puntato su Brembate Sopra, e in primis in via Vivaldi, l'area dell'ex Legler, e sui paesi limitrofi.

ORE 12,50
Il comandante provinciale dei carabinieri, Roberto Tortorella, è stato a casa dei genitori di Yara a Brembate Sopra per comunicare loro gli ultimi sviluppi delle indagini. Nessuna dichiarazione del comandante che si è trattenuto per circa mezz'ora. Strada sbarrata per i giornalisti.

ORE 12,30
Il tunisino fermato sabato sera sul traghetto Berkane diretto in Marocco è in stato di fermo per l'omicidio di Yara Gambirasio, la tredicenne scomparsa il 26 novembre a Brembate Sopra. Si sospetta che la ragazza sia stata uccisa e il suo corpo occultato.

ORE 11,45
Il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Roberto Tortorella, è uscito dalla caserma di via delle Valli e ha rilasciato una breve dichiarazione ai giornalisti: «Non posso dire ancora nulla, ma siamo in una fase cruciale delle indagini. A breve saprete le novità». Sembrano dunque davvero a una svolta le indagini sulla scomparsa di Yara Gambirasio. Il tunisino fermato sabato sul traghetto Berkane in viaggio verso Tangeri, in Marocco, sarebbe «fortemente sospettato» secondo fonti investigative e sotto torchio.

ORE 9,16
Nella mattinata di domenica 5 dicembre, secondo una notizia Ansa battuta alle 9,16 e ripresa subito da Rai News, un investigatore del Comando provinciale dei carabinieri avrebbe smentito il fermo dei due sospettati per la scomparsa di Yara Gambirasio: il tunisino sarebbe stato condotto a Bergamo solo per accertamenti (ma potrebbere essere stato interrogato in un posto diverso dal Comando provinciale, come ha precisato l'investigatore) e non risulterebbe bloccato nessun italiano.

Tuttavia, secondo indiscrezioni che circolano ancora, i due sospettati sarebbero in realtà in caserma per l'interrogatorio con il pm Letizia Ruggeri. Non è escluso che possa trattarsi di due muratori che lavoravano nel cantiere dell'ex Sobea di Mapello al centro delle indagini nei giorni scorsi e che a loro si sia risaliti seguendo le piste sul furgoncino bianco e sull' utilitaria rossa.

SABATO NOTTE
La notte di sabato 4 dicembre è trascorsa senza che nessuna nuova notizia sulle indagini relative alla scomparsa di Yara Gambirasio sia trapelata dopo i fermi, sicuro quello del tunisino, non ancora confermato quello dell'italiano, di due sospettati bloccati su un traghetto per Tangeri.

Investigatori al lavoro tutta la notte e giornalisti in attesa davanti al comando provinciale dei carabinieri di via delle Valli, ma non è trapelato assolutamente nulla perché gli inquirenti mantengono il massimo riserbo sulle indagini. Si sa soltanto che i due dovrebbero essere stati trasferiti dalla Liguria a Bergamo sabato in tarda serata o nella notte per essere interrrogati dal pm che coordina l'inchiesta, Letizia Ruggeri.

Non si sa invece che ruolo avrebbero avuto i due nella scomparsa di Yara lo scorso 26 novembre a Brembate Sopra e soprattutto si ignora ancora la sorte della ginnasta tredicenne.

GLI SVILUPPI DI SABATO SERA
La scomparsa di Yara Gambirasio è sempre avvolta nel mistero, ma nella tarda serata di sabato si è forse registrata una svolta che potrebbe rivelarsi decisiva nelle indagini. Su una nave traghetto diretta da Genova a Tangeri sono stati fermati un tunisino e un italiano poi trasferiti a Bergamo nella notte per essere interrogati.

Rai News è stata la prima a dare la notizia con un flash: «Tunisino fermato su nave. Trasferito a capitaneria Sanremo». Il lancio è stata presto ripreso dai vari organi d'informazione. E dopo le prime indiscrezioni e le prime logiche imprecisioni, il quadro si è via delineato. I fermati sono due e risulterebbero entrambi implicati nella scomparsa di Yara, ma non si sa ancora a che livello.

Il traghetto fermato al largo di Bordighera è il Berkane della compagnia di navigazione Comanav-Comarit. Sembra che la nave fosse già in acque internazionali, ma sia rientrata in acque italiane proprio per consentire ai carabinieri e alla guardia costiera di salire sul traghetto e fermare i due sospettati.

Pare che il tunisino, che abiterebbe nel Bergamasco, fosse già tra i ricercati dopo la scomparsa di Yara, avvenuta venerdì 26 novembre. Il riserbo degli inquirenti è massimo. La complessa operazione è partita attorno alle 17 coinvolgendo in stretta collaborazione tra loro la Procura di Bergamo, quella di Sanremo, la Capitaneria di Porto e la Guardia Costiera, che ha affiancato i Carabinieri.

Verso quell'ora un ufficiale dei Carabinieri ha chiesto alla Capitaneria di Porto di bloccare il traghetto diretto da Sanremo a Tangeri per poter fermare il tunisino e l'italiano che si trovavano a bordo. Fermata la nave, la Guardia Costiera ha accompagnato i Carabinieri a bordo del traghetto dove, dopo averli individuati e identificati, i due ricercati sono stati sottoposti a stato di fermo e fatti scendere dalla nave, che, in quel momento, si trovava al largo di Bordighera.

A bordo di una pilotina della Guardia Costiera, i Carabinieri e i due fermati sono stati portati a terra. In un primo tempo si pensava dovessero sbarcare al porto di Portosole, nei pressi di Sanremo, in realtà sono invece stati fatti scendere al porto di Marina degli Aregai (a Santo Stefano al Mare, in provincia di Imperia).

Una volta sbarcati, i due fermati - a cui i militari sarebbero risaliti seguendo le tracce di una autovettura - sono stati subito trasferiti a Bergamo a disposizione dell'autorità giudiziaria, che sulla vicenda mantiene il massimo riserbo.

Fonte:L'Eco di Bergamo

***Stefy*** - Dom Dic 05 2010, 18:23:35
Oggetto:
Ora pare che il marocchino fermato sia un 22enne... Exclamation ..la ''casualità'' delle coincidenze col delitto di Sarah si assottigliano sempre più...

Citazione:


Marocchino 22enne accusato di omicidio
Sospese le ricerche del corpo di Yara..
http://www.ecodibergamo.it/stories/Homepage/352355/


Mantenos - Dom Dic 05 2010, 21:57:01
Oggetto:
chIARA, sARA, yARA... e cosa c'entra il marocchino?
Anonymous - Dom Dic 05 2010, 22:04:55
Oggetto:
non è stato il marocchino a uccidere la ragazza....ci scommettto...sempre che sia stata uccisa. Si tratta di un serial killer, non necessariamente una persona sola, potrebbe trattarsi di un gruppo di persone. Colpiscono con una precisa ritualità, tempistica e località...anche le vittime sono scelte con cura. Queste cose sono chiare come sole, lo capirebbe anche un bambino. E possibile che in questo paese la polizia sia cosi "incompetente"? qui non prendono mai in considerazione la serialità?...non pensano mai alle sette, org.ni occulte? come se non esistessero del tutto queste cose, li ignorano, taciono su certi temi totalmente, mai una parola. Parlano di mille motivi, scenari idioti che non c entrano, ma mai di quello che è cosi palese e verosimile...
Anonymous - Dom Dic 05 2010, 22:12:20
Oggetto:
Bergamo, 5 dic. (Adnkronos) - Sarebbero state alcune intercettazioni a incastrare il tunisino, fermato per l'omicidio della tredicenne Yara Gambirasio, scomparsa il 26 novembre scorso da Brembate Sopra in provincia di Bergamo. Secondo indiscrezioni alcune frasi proverebbero che il tunisino avrebbe partecipato alla scomparsa della minore. “Che Allah mi perdoni, ma non l’ho uccisa io” avrebbe detto. Il tunisino fermato era stato bloccato ieri sera mentre era a bordo del traghetto Berkane, diretto a Tangeri, ed era già in acque internazionali. Il comandante dell’imbarcazione, dopo essere stato contattato, ha invertito la rotta, dirigendosi verso l'Italia. Secondo quanto riferiscono alcune fonti l’uomo sarebbe un operaio del cantiere alla periferia di Brembate Sopra, dove in questi giorni si erano concentrate le ricerche della ragazza, dopo che i cani avevano fiutato tracce di Yara nella zona. A insospettire gli investigatori la decisione di lasciare lavoro e casa all’improvviso e imbarcarsi per il Marocco.

Ma il fermo per omicidio per il tunisino non chiude le indagini. Al momento, secondo indiscrezioni, non sono stati forniti elementi utili per ritrovare il corpo della tredicenne. Gli inquirenti, che stanno continuando a lavorare mantenendo il massimo riserbo, sono certi che il maghrebino sia coinvolto nella morte della giovane promessa della ginnastica ritmica. La decisione del fermo sottolinea che l’accusa è sicura di avere prove sufficienti per incastrare il tunisino. Intercettazioni, immagini, testimonianze, nulla al momento viene svelato su quelli che sono gli elementi che hanno portato al suo fermo, dopo un lungo interrogatorio nella caserma del comando provinciale di Bergamo.

Dopo gli ultimi risvolti investigativi, circa 150 uomini tra polizia, carabinieri, vigili del fuoco, forestale hanno setacciato con il supporto delle unità cinofile, le aree rurali e boschive della provincia di Bergamo. Nei giorni scorsi era stato richiamato in servizio personale in congedo o a riposo per garantire la massima collaborazione anche in condizioni climatiche avverse, sotto la neve e la pioggia. Fin dalla mattinata di oggi i volontari hanno cercato nelle zona di Matello, vicino al centro commerciale in costruzione, dove da giorni proseguono le ricerche. Inoltre la ricerca è stata estesa anche a Barzana e ad Ambivere, due comuni limitrofi a Brembate Sopra. Con il calare della sera le ricerche delle forze dell’ordine e dei volontari sono terminate, ma da domani si ricomincia a cercare nelle zone al confine tra Brembate e Mapello. Nel pomeriggio di oggi il comandante provinciale dei carabinieri di Bergamo colonnello Roberto Tortorella si è recato nell’abitazione dei genitori di Yara per comunicare loro gli ultimi sviluppi delle indagini.

A Brembate intanto sono spuntati cartelli contro gli immigrati, ma il sindaco, Diego Locatelli precisa: “Ci dissociamo da singoli episodi manifestatisi in occasione della divulgazione di notizie inerenti alle indagini tuttora in corso e ancora in fase di accertamento”. “Auspichiamo -conclude - che ciò non sia strumentalizzato e che prevalga il senso di massimo riserbo sulle indagini che le forze dell'ordine stanno svolgendo con professionalità e con grande dispiego di energie e risorse”.

http://it.notizie.yahoo.com/7/20101205/tts-yara-si-cerca-il-corpo-tunisino-inca-c8abaed.html

finche gli assassini sono italiani, potenti, o americani come amanda knox, le cartelle razziste non spuntano, ma basta che ci sia un sospettato (manco omicida) marocchino, o romeno o qualche altra razza della lista nera dei neofascisti subito si fanno sentire i razzisti ridicoli della padania???....roba talmente penosa....
Anonymous - Dom Dic 05 2010, 23:01:08
Oggetto:
Raffaele ha scritto:
Mantenos ha scritto:
La santa, alcuni giorni dopo l'esecuzione di sant'Alessandro martire, ne avrebbe trovato le spoglie, intorno alle quali, in corrispondenza di alcune gocce di sangue, sarebbero spuntati dei gigli, lo avrebbe raccolto e fatto seppellire in un orto fuori della città; successivamente la santa ne avrebbe continuato l'apostolato... La santa è SANTA GRATA DI BERGAMO.... si possono trovare dipinti con la santa e la testa in mano di Alessandro... (il più noto e il dipinto di Ponziano)

La cosa particolare è che la festività di questa santa prima dell'intervento della congregazione dei riti era proprio il 27 ...quasi 28 agosto... data che si riallaccia a SaraH Scazzi.

Avetrana e Brembate (Bergamo) potrebbero essere collegate... notare in oltre l'iconografia e il macabro simbolismo del racconto... e la parola Grata... Yara - non prendetemi per pazzo -ma ho sognato questo - potrebbe essere rinchiusa in una cantina senza finestre... in procinto di qualcosa...

vorrei e desidererei che la ragazza sia sparita per un suo capriccio e che tutto quello sritto sopra siano soltanto illazioni...


quoto, preferisco Yara sia trovata sana e salva, senza alcun danno e che tutto quel che abbiamo ipotizzato qui diventino piuttosto ipotesi vuoti...lo spero veramente tanto, sinceramente e prego Dio per un miglior avvenire. In generale intendo, non solo per caso Yara...



non è andato come speravamo ahime...pare che si stanno avverando le ipotesi che avevamo fatto...


Se una persona qualsiasi prendendo le più palesi ed elementari aspetti dei delitti riesce a fare le ricerche ed arrivare a qualche filo, senza dubbio anche la polizia potrebbe farlo con tutti strumenti, prove, indizi che hanno in mano. Se non lo fanno è perchè sono coinvolti e controllati...
digitando parole chiave "delitti testimoni di geova" su google vengono fuori queste info interessanti.

http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20100905105524AAOLVHK

Stasera in TV su rete 4 Mediaset, in prima serata, nella trasmissione " Quarto grado", sarà ricostruita una vicenda di cronaca nera che vede come protagonisti i Testimoni di Geova.
Circa 30 anni fa, scomparve un bambino ed ai genitori , Testimoni di Geova, che avevano sospetti su un loro fratello appartenente alla stessa congregazione, fu impedito da parte degli " anziani" di denunciare i loro sospetti alla polizia. Questa forma di violenza privata sulla famiglia, ai fini di non screditare la Congrega geovista, è durata fino all'anno scorso, quando la famiglia del bambino scomparso, stanca dei soprusi della Setta geovista, si è dissociata al completo, e si è rivolta alla polizia e poi ai mezzi di informazione per raccontare l'episodio e far riaprire il caso.
Questo fatto unitamente ai casi di copertura di episodi di pedofilia , circa 27.000 ( vedi video " Testimoni di Geova e pedofilia e vedi sito Silentlambs"), dà un'idea di cosa si nasconda nelle Sale del Regno e cosa nascondono i T. di Geova che condannano questi episodi quando accadono nelle altre confessioni religiose e li nascondo quando accadono nella loro Congrega.

http://www.infotdgeova.it/
Quasi nulla si sa dei "vertici" che guidano i Testimoni di Geova, di cosa accade durante le loro sedute deliberative, dei criteri che guidano le loro decisioni, spesso di enorme impatto nella vita dei fedeli: neppure gli aderenti ne sono al corrente. Terribilmente penetrante è il controllo esercitato sui "fratelli".

http://www.kelebekler.com/cesnur/txt/geova1.htm
Interrogazione Parlamentare sulla Congregazione dei Testimoni di Geova

Premesso

che, in base all’articolo 8, comma 3, della Costituzione, la Commissione per le confessioni religiose, istituita presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha condotto le trattative per predisporre l’intesa fra lo Stato e la Congregazione dei testimoni di Geova e si accinge ad inoltrare la proposta al Consiglio dei Ministri;

che, in relazione alla suddetta Congregazione, agli scriventi sono pervenute numerose e concordi informazioni dalla quali risulterebbe:


1) Che gli aderenti alla Congregazione dei testimoni di Geova devono sottostare a regole rigide e fra esse predominano disposizioni in contrasto con le leggi dello Stato quali: la negazione del diritto-dovere di voto, la renitenza agli obblighi di leva o servizi alternativi, il rifiuto di emotrasfusioni, vaccinazioni, la proibizione di denunciare all’autorità giudiziaria reati eventualmente commessi dagli adepti;.....

http://www.delittiimperfetti.com/show_vitt.php?id_vitt=2707
26-05-2010 ragedia a Ragusa, dove un uomo ha ucciso la madre e poi si e' accoltellato. Protagonista della triste storia Daniele Arestia, di 37 anni. Il cadavere della mamma, Nunziata Pluchino, di 65 anni, ragusana, e' stato trovato dagli agenti della Squadra Mobile all'1.30 di notte nell'abitazione dei due, nella parte alta di via Anfuso a Ragusa. Ad informare la polizia sono stati i vicini che hanno sentito dei rumori scaturiti dalla colluttazione. La donna, secondo una prima ricostruzione, e' stata colpita alla testa con una pedaliera di una bici da camera. Il figlio si e' poi allontanato da casa ed il suo cadavere e' stato trovato poco dopo le 11 nei pressi dell'abitazione, dietro un muro a secco. Arestia si e' ucciso utilizzando un coltello, con cui si e' tagliato la gola. Sul suo corpo sarebbero state trovate diverse ferite da taglio. (?????....si è tagliato dappertutto prima di uccidersi? a me smebra un segno evidente di lotta con l assassino che l ha ferito durante la lotta) ...La donna gestiva un negozio di articoli in ceramica in via dei Frassini. Il figlio collaborava con lei nell''attivita' commerciale e non aveva mai dato segni di squilibrio.
Secondo quanto affermano i vicini di casa, da qualche tempo Daniele usciva di meno ed era spesso chiuso in casa, collegato ad Internet e ad ascoltare musica.
Daniele non era fidanzato e teneva rapporti costanti solo con il gruppo degli amici appartenenti ai Testimoni di Geova. Sulla tragedia indaga la Squadra mobile di Ragusa, ma i contorni della tragedia sembrano abbastanza delineati.


http://it-politica.confusenet.com/showthread.php?t=238612
Caso di Sarah Scazzi...

http://www.delittiimperfetti.com/show_vitt.php?id_vitt=1378
Con una spranga di ferro gli hanno fracassato il cranio. (lo stesso è accaduto a piccolo Tommaso, a Samuele di Franzoni, alla madre dell altro ragazzo TDG a Ragusa, lo stesso col bambino ucciso alla straged di Erba ecc.) Un omicidio a scopo di rapina, un fatto che raramente accade a Palermo. A queste conclusioni sono arrivati i carabinieri che indagano sulla morte del pensionato Gaetano Tusa, 74 anni, trovato senza vita stamani nel box situato sotto la sua abitazione, nel quartiere di Cruillas, alla periferia di Palermo. Tutti nella zona lo conoscevano perché da anni era anche un testimone di Geova che predicava porta a porta.

Il movente
L'appartamento dell'uomo, che già da tempo era in pensione dopo aver gestito per decenni una rivendita di vino e bevande sotto casa, è stato trovato in disordine: cassetti e armadi aperti e rovistati. Tutto fa pensare all'incursione di ladri, ma non si esclude che i rapinatori abbiano atteso fuori l'arrivo dell'uomo, il che spiegherebbe il motivo per cui il cadavere sia stato trovato in garage e non i casa. Le tasche dei pantaloni della vittima erano rivoltate e non aveva più il portafoglio. L'uomo non viveva nel lusso, e la sua abitazione è modesta. Nulla avrebbe fatto pensare che dentro l'appartamento del testimone di Geova ci potesse essere qualcosa di prezioso da rubare. (mi ricorda il caso di un altro testimone di geova sparito, a lui hanno chiamato al cellulare chiedendo dei documenti prima che lui fosse sparito, qui invece sono andati a casa dell'anziano che probabilmente era un adepto pentito, che voleva uscirne fuori per dei fatti inquietanti scoperti, e forse aveva qualcosa di prezioso che poteva infatti servire come prova, probabilmente hanno cercato qualche documento o oggetto a casa dell'anziano ucciso).

http://www.testimoni-di-geova.info/spip.php?article3&artpage=24-26
ciò che Barbara Anderson ha scoperto sui TDG

http://ricerca.gelocal.it/iltirreno/archivio/iltirreno/1999/10/07/PA603.html
operaio uxoricida TDG
Raptus di follia o delitto a sfondo religioso? Gli investigatori non sono ancora in grado di accertare con precisione il movente alla base del gesto di Luigi Melchiorre, l'operaio di 30 anni che martedì sera, in un condominio di via Negarville, a Torino, ha ucciso a coltellate la moglie Luciana Lamonica, di 24 anni, incinta e poi si è ucciso gettandosi sotto un treno. La prima ipotesi sembra quella più attendibile, anche perchè i carabinieri della Compagnia Mirafiori hanno accertato che la coppia, sposatasi un anno fa a Paderno Dugnano, dove viveva la donna con i genitori, aveva una vita sostanzialmente tranquilla. Così, almeno, la descrivono i parenti di entrambi e i vicini di casa, che raramente hanno sentito i due litigare. Gli unici veri scontri risalirebbero ad un periodo antecedente al matrimonio. La donna non gradiva la confessione religiosa cui apparteneva la famiglia del marito, i Testimoni di Geova,

http://www.cesap.net/index.php?option=com_content&view=article&id=2687:usa-attore-uccide-la-madre-sul-delitto-lombra-delle-sette&catid=215:varie&Itemid=180

attore TDG uccide la propria madre a colpi di spada...



questi sono solo alcuni che ho postato, ma ce ne sono un infinità di delitti che sono legati a questa setta direttamente o indirettamente...
Mantenos - Dom Dic 05 2010, 23:30:33
Oggetto:
LA NAVE BERKANE RICORDA BERKANA E LE RUNE: Bjarka (Berkana): Il potere femminile, crescita e sicurezza. Questa runa ricorda nella forma il seno di una madre che ha il potere di nutrire e prendersi cura di ciò che deve crescere e manifestarsi. Berkana è un'energia dolce, materna, che può indicare oltre alla nascita o un matrimonio, anche l'inizio di una idea, di un progetto o di un nuovo modo di pensare per ottenere un obiettivo comune. Quindi Berkana è considerata a tutti gli effetti la runa degli inizi.

Capovolta può significare un arresto della crescita, stagnazione e disarmonia all'interno della famiglia e della coppia...

AGGIUNGO

Betulla l'abero sacro alla luna, inizio dell'anno a partire dal solstizio invernale dopo il grande freddo. La betulla era l’albero della rigenerazione. Rappresenta letteralmente il concetto di madre e figlio e, in senso metaforico, avere e coltivare nuove idee. Runa della nascita e simbolo di fertilità, della madre e dell’angelo del focolare. Possibili problemi famigliari, infertilità, malattia. Consiglia di rivolgersi al medico
qwerty - Lun Dic 06 2010, 02:30:23
Oggetto: spunti di riflessione da un nuovo utente
Salve a tutti..

Nonostante la triste vicenda di Yara sia entrata nella "rotazione" mediatica già da qualche giorno non avevo notato le similitudini con quella di Sara, prima di stasera.

Probabilmente non ho colto le "avvisaglie" perché reduce da un rigetto televisivo causato dal caso Scazzi proposto in modo indecente, ho alzato delle barriere insonorizzate.

Comunque sia, da poche ore ho scoperto il vostro forum perché il mio "quinto senso e mezzo" mi ha suggerito di associare i nomi delle due ragazze alla parola occulto, su google, ed eccomi tra voi.

Vi dico subito che non sono affatto un esperto dell'argomento, ma ho sempre nutrito una sana curiosità per l'occultismo e i misteri in genere, che però non sono riuscito a coltivare come avrei voluto. Cercherò ugualmente di contribuire nel mio piccolo, con molta umiltà e voglia di conoscenza.

Inizio col lanciare alcuni spunti sperando che qualcuno tra voi esperti approfondisca:

http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=148055

al di là di ingiustificabili odi razziali, è possibile un qualche tipo "premeditazione" sulla "scelta" della nazionalità marocchina attualmente nell'occhio del ciclone (vedi anche caso Ruby) ? E il numero dei poveri ciclisti falciati e uccisi, 7 su 10, vi suggerisce qualcosa?

(link google map per visualizzare la posizione geografica dei recenti fatti di cronaca http://maps.google.it/maps?f=d&source=s_d&saddr=Brembate+Sopra&daddr=Lamezia+Terme+CZ+to:avetrana&geocode=FaOYuQIdaDCSACkLQRMxbFOBRzHA_mYuAngGBA%3BFQixUgIdQPn4AClTtNEMXOQ_EzHgJ-JOrpULBA%3BFeyuZwId-4AOASmHVxMqP5JGEzEACI6ApHIKBA&gl=it&hl=it&mra=ls&sll=42.309815,13.688965&sspn=9.502614,23.269043&ie=UTF8&ll=42.309815,13.64502&spn=9.502614,23.269043&t=h&z=6 )
Anonymous - Lun Dic 06 2010, 13:56:04
Oggetto:
ciao. Benvenuto.
non è la prima volta che poteri occulti usano stranieri nei delitti, spesso si tratta di persone bisognose ricattabili attraverso il solito discorso di permesso di soggiorno o lavoro per poter avere un pezzo di pane al giorno. Anche nel caso di Meredith Kercher c'era uno straniero, Rudy Ghedè, quello che tra tutti i coinvolti era il meno colpevole ed è stato lui che hanno bastonato più di tutti...
nel caso di Rignano Flaminio tra tutti i colpevoli, sospettati il nome che apertamente è stato sventolato ed accusato è stato quello del benzinaio sri lankese senza permesso di soggiorno...
nel caso di strage di Erba anche se il padre di famiglia egiziano era in teoria la parte lesa, molti cercavano di farne cmq. un mostro, poteri occulti invece lo ricattavano coi suoi guai nell ambito di droga...
ora questo marocchino che posso scommettere con assoluta convinzione che non c'entra niente, è solo una capra ispiatoria facile. Perchè appunto è un immigrato, probabilmente con problemi economici e regol.ne. Il suo ruolo in questo show è il più piccolo rispetto tutti altri, potrebbe essere anche soltanto un testimone scomodo (come Misseri Michele x esempio) oppure potrebbe essere soltanto partecipe nell'occultamento, nel introduzione della vittima nella trappola ecc.
Riguarda il marocchino che ha ucciso 7 ciclisti...quella è una cosa assurda, infatti quando l ho sentito ieri ho pensato che qualcosa non quadrava. 10 ciclisti che stanno andando per la loro strada, immagino che non erano tutti in mezzo alla strada, ma di solito vanno in fila per un bordo della strada. La probabilità di ucciderne 7 su 10 accidentalmente è molto bassa, se non imporbabile. Per ucciderli sul posto l autista doveva schiacciarli deliberatemente o colpire molto forte da batterli da qualche parte nel modo mortale. 10 ciclisti che vedono uno o 2 di loro steso da un auto avrebbero cercato di salvarsi cambando la rotta o uscendo dalla pista...come è possibile che quindi "accidentalmente" il marocchino ha ucciso ben 7 ciclisti??????....e rpoprio un marocchino di 21 anni doveva essere l 'omicida (guarda casoanche nel caso di Yara è un marocchino di 21 anni)?...
Anonymous - Lun Dic 06 2010, 14:00:53
Oggetto:
si sa ormai la modalità dei mass media...quando un romeno fa qulcosa di sbagliato tirano fuori tutte altre cose che stanno facendo in quel periodo i romeni, li cercano con la candela di giorno per raffrozare l odio contro i romeni., Ora stanno cercando di bombardando la gente col discorso di marocchini (o musulmani in generale). In questo momento di cacca per il governo cosa altro può essere meglio di un casino interazziale che distorce l attenzione della gente dai peccati della lega e di berlusconi????....sopratutto nei paesini piccoli la gente da più attenzione a questo tipo di vicende anzichè alle vicende più globali o di un livello nazionale...
Anonymous - Lun Dic 06 2010, 19:38:20
Oggetto:
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Yara-dai-pm-un-passo-indietro-Niente-carcere-per-il-marocchino_311362487238.html

Bergamo - (Adnkronos/Ign) - I vigili stanno prosciugando una pozza alle spalle del cantiere di Mapello. Il legale del marocchino fermato: contro di lui solo un'intercettazione. Il sensitivo: ''Non è stato lui''. Sospetti su due italiani. La comunità marocchina: ''Porteremo solidarietà''. Morcellini: "No alla pornografia del dolore". Cartelli anti-immigrati, il sindaco: "Ci dissociamo". La madre di Sarah: "Nessuno può capire"


Bergamo, 6 dic. (Adnkronos/Ign) - Colpo di scena nelle indagini sul sequestro e l'omicidio di Yara Gambirasio, la 13enne scomparsa da Brembate di Sopra il 26 novembre scorso. La procura di Bergamo fa un passo indietro e si limita a chiedere la convalida della misura cautelare e non anche la custodia in carcere per il ventiduenne marocchino in stato di fermo da 24 ore, Moahamed Fikri. Per il pm Letizia Ruggeri infatti non esistono indizi tali da rendere necessaria la permanenza in cella del nordafricano.

Secondo l'accusa, in particolare, il fermo messo in atto sabato sera, quando è stata bloccata una nave diretta in Marocco, è legittimo, perché vi erano elementi tali da far ritenere che il ventiduenne stesse fuggendo. Dopo averlo ascoltato, però, la stessa accusa si sarebbe ricreduta per il modo in cui il giovane muratore ha fornito una versione senza sbavature. Il marocchino ha detto di avere già acquistato in precedenza il biglietto per il viaggio in Marocco, inoltre ha spiegato l'intercettazione in cui si rivolge ad Allah dicendo che era una sorta di imprecazione e che non aveva attinenza con la scomparsa della tredicenne bergamasca. Quindi quelli che solo sabato sera sembravano gravi indizi di colpevolezza oggi non basterebbero, secondo la stessa accusa, per giustificare la detenzione in carcere. Non ci sarebbero quegli elementi che ricollegherebbero il magrebino alla scomparsa della giovane promessa della ginnastica ritmica.
Sarà il gip Vincenza Maccora, domani, probabilmente in mattinata, a decidere sulla sorte giudiziaria del giovane, ma la scarcerazione appare evidente.
''In mano hanno solo un'intercettazione ed elementi ancora più deboli'', ha osservato Giovanni Fedeli, a capo dello studio legale per cui lavora Roberta Barbieri, l'avvocato che difende il ventiduenne marocchino. Durante l'interrogatorio di convalida, durato circa due ore, i legali hanno chiesto la scarcerazione ''per la mancanza di gravi indizi di colpevolezza''.
Intanto, dopo avere setacciato la zona di Ambivere, senza trovare elementi utili, i volontari e le forze dell'ordine si stanno concentrando nella zona fra Mapello e Locate, frazione di Ponte San Pietro, alle spalle del cantiere dove lavorava il muratore marocchino fermato. I vigili del fuoco stanno prosciugando una pozza alle spalle del cantiere, dove sorgerà un centro commerciale. Sfidando la neve i volontari e i carabinieri continuano le ricerche, ma al momento non c'è nessuna novità sul ritrovamento della giovane studentessa.
Interrogato anche ieri dagli inquirenti, il 22enne aveva respinto le accuse. Residente a Montebelluna, nel trevigiano, l'uomo, in Italia da qualche anno, lavorava come muratore nel cantiere di Mapello. Nei giorni dopo la scomparsa della 13enne è proprio lì che si sono concentrate le ricerche dei carabinieri. In quella zona il cellulare di Yara aggancia l'ultima cella, prima di essere spento.
Intanto, continuano le indagini nella ricerca di eventuali complici. Resta però ancora senza una conferma ufficiale l'ipotesi che nella vicenda siano coinvolti anche due italiani. Il sospetto, spiegano gli inquirenti, è che il delitto sia legato a "un movente sessuale".
E dopo le scritte razziste apparse davanti all'abitazione di Yara, oggi un nuovo striscione è apparso davanti alla villetta della famiglia: 'Per Yara. nessuna pietà per chi ha fatto questo'. Lontano da telecamere e fotografi, i genitori di Yara, Fulvio e Maura, hanno scelto invece il silenzio e la preghiera. Brembate è l'anti-Avetrana: pochi sono disposti a parlare, nessuno lancia appelli o cerca le telecamere.
Ieri il sindaco leghista, Diego Locatelli, aveva respinto l'accusa di un paese razzista, ma a Brembate chi si ferma a parlare ai giornalisti non risparmia accuse contro gli stranieri 'colpevoli' di spacciare e di aver invaso alcune zone. Rabbia e paura, ma anche una vera separazione tra bar frequentati da italiani e da stranieri. ''In alcuni locali se entra uno straniero - racconta una persona - per una birra si chiede il doppio o il triplo del prezzo, così va via''.
Da parte sua il leader della comunità marocchina locale, Sumia Fuganni, annuncia ad AKI-ADNKRONOS INTERNATIONAL: "Noi stranieri di origine maghrebina residenti nella provincia di Padova e in Veneto, che siamo perfettamente integrati nella società italiana, abbiamo deciso di mobilitarci per portare la nostra solidarietà ai genitori di Yara Gambirasio". "Mercoledì prossimo, in occasione della festa dell'Immacolata - spiega -, ci recheremo dai genitori di Yara per portare la nostra solidarietà e per dimostrare a tutti che noi marocchini non siamo solo criminali".
E l'arcivescovo di Milano, cardinale Dionigi Tettamanzi, nel suo discorso alla città alla vigilia di sant'Ambrogio, ha detto: "Prego perché non si sovrapponga genericamente a tutti gli immigrati la categoria della delinquenza".

Torna a parlare poi il sensitivo Mario Allocchi, che il 3 dicembre scorso aveva ipotizzato all'Adnkronos l'omicidio della 13enne. Il marocchino ''non è il responsabile diretto della morte della piccola Yara'', sottolinea, ma ad ucciderla è stato ''un pedofilo che già da parecchio tempo l'aveva adocchiata''.

cluster - Mar Dic 07 2010, 01:46:03
Oggetto:
ma le telecamere fuori dal centro sportivo, ci sono o no?
cluster - Mar Dic 07 2010, 01:48:57
Oggetto:
scusate ma è vero o no che un cellulare anche se privo di batteria può essere rintracciato?

no perchè mi sembra di aver sentito che sia così...magari sbaglio
Brando - Mar Dic 07 2010, 12:05:54
Oggetto:
Qual'é il ruolo del marocchino: ha davvero effettuato il sequestro oppure no?
Anubi - Mar Dic 07 2010, 13:07:18
Oggetto:
cluster ha scritto:
scusate ma è vero o no che un cellulare anche se privo di batteria può essere rintracciato?

no perchè mi sembra di aver sentito che sia così...magari sbaglio


Un cellulare privo di batteria non può essere rintracciato.
La batteria interna (tampone)quella che serve per l'orologio del cell.fa parte di un circuito interno non associato al circuito di trasmissione ed in ogni caso è irrisoria la potenza
Si può solo sapere tramite tracciamento l'utima posizione geografica prima che venisse spento e/o disattivato
Chi ti dice il contrario non capisce una mazza di elettronica Mr. Green e vede troppi film.
Mantenos - Gio Dic 09 2010, 05:59:19
Oggetto:
Un cellulare senza batteria non può essere ritrancciato per quello che sappiamo.

Un cellulare senza sim, spento, con la batteria può essere rintracciato. Si dice che molti affari illeciti vengono fatti a condizione che le persone che vi partecipano stacchino la batteria del cellulare (esiste l'ipotesi che il cell può essere usato come cimice... ma questa è un altra storia ancora di cui io dubito poco....)
Anonymous - Gio Dic 09 2010, 14:14:23
Oggetto:
http://milano.repubblica.it/cronaca/2010/12/08/news/yara_spunta_la_pista_del_maniaco_molestie_prima_della_scomparsa-9984316/?ref=HREC1-8

Yara, spunta la pista del maniaco
molestie prima della scomparsa
Resiste anche l'ipotesi del conoscente: "La tredicenne si è fidata di chi l'ha portata via"
La testimonianza di una vicina: "Quella sera ho visto due uomini che litigavano in strada"


BREMBATE DI SOPRA - Il conoscente o il maniaco. Ecco le due piste battute ora dagli investigatori per risolvere il giallo di Yara Gambirasio, la tredicenne scomparsa dal 26 novembre. Dissolto il castello giudiziario che pendeva su Mohamed Friki, il muratore marocchino scarcerato due giorni fa, gli accertamenti partono da un'analisi minuziosa della vita quotidiana della ragazza. I carabinieri hanno simulato il percorso che Yara faceva ogni giorno per andare a scuola a Bergamo dalle Orsoline, accompagnata dalla sorella maggiore. Risentendo e raccogliendo informazioni su tutti quelli che la incrociavano in autobus. Con un'idea: che qualcuno, magari confuso tra i passeggeri, possa aver "puntato" la piccola campionessa di ginnastica ritmica, preparandosi ad agganciarla in seguito. Uno o più molestatori come quelli segnalati a Brembate e nei paesi vicini nei giorni precedenti la scomparsa.


Ai carabinieri di Almè, pochissimi chilometri da Brembate, la scorsa settimana era arrivata una denuncia: un uomo aveva tentato di far salire una bambina sulla sua auto fuori dalla scuola elementare. A riferire di un episodio simile, questa volta fuori dalla scuola di Brembate, è un ragazzo: una macchina con un uomo alla guida era stata notata nella settimana che aveva preceduto la sparizione di Yara fuori dalla scuola del paese. Poi, sabato scorso, di quell'auto non si era più avuta traccia. Stando ai tabulati telefonici, è poco dopo l'uscita dalla palestra che Yara diventa irreperibile. Qualcuno che già girava in paese nei giorni precedenti poteva averla presa di mira e ha colto l'occasione - lei che tornava sola a casa in un giorno in cui non aveva allenamenti - per portarla via? La ginnastica ritmica è ritenuta, come gli sport femminili di palestra, un mondo potenzialmente alla portata di guardoni e pedofili: le gare sono aperte a tutti e i video dei saggi sono diffusi anche su Internet.

Cercare nella cerchia dei conoscenti e degli amici di Yara - l'altra pista - significa invece approfondire meglio il mondo della ragazzina. Si sta studiando il suo diario, valutato, a una prima analisi, come quello di una ragazza tutta sport e famiglia, senza amicizie o contatti che potessero far pensare. "Conosceva chi l'ha portata via" insistono alcuni investigatori. Ora ogni confidenza, ogni annotazione viene riletta con la massima attenzione, alla ricerca di riferimenti a possibili nuove conoscenze che possano aver attirato Yara verso l'ignoto. L'ipotesi, suffragata dalle tracce fiutate dai cani, che la ragazza possa essere uscita dalla direzione opposta a quella di casa sua, magari accettando un passaggio da qualcuno, va in questa direzione.

Con entrambe le ricostruzioni - ma soprattutto con la prima - si accorda la testimonianza del 19enne Enrico Tironi, che dice di aver visto la ragazza parlare con due uomini in auto la sera della scomparsa. Ieri un'altra vicina di casa, Marina Ambeni, intervistata dal Tg5, ha ricordato qualcosa di simile, parlando di due uomini che litigavano in italiano, così come ha riferito, qualche giorno fa, una guardia giurata. Ieri al comando provinciale dei carabinieri e in questura non sembrava un giorno di festa: gli investigatori erano al lavoro come sempre, facendo setacciare l'area industriale, le strade e un boschetto vicini. Ma il ritrovamento di un giubbotto, uno scooter, una tenda e un telefonino non hanno schiarito il buio sulle sorti della ragazza.


in questa vicenda è sempre più evidente quanto sosteneva il sensitivo. La ragazzina si fidava di qualcuno che conosceva.
Inquetante anche il fatto che lo stesso sensitivo non riesca a capire dove si trovi il corpo (come si potrà capire se è stata uccisa ?)



-----editato---------

Yara: investigatori, per noi scomparsa
Stamani incontro con direttore dello Sco e questore Bergamo
09 dicembre, 14:22

(ANSA) - BERGAMO, 9 DIC - Gli investigatori di Polizia e Carabinieri continuano a considerare Yara Gambirasio come ''scomparsa''. Lo hanno spiegato il direttore del Servizio Centrale Operativo della Polizia Gilberto Caldarozzi, il questore di Bergamo Vito Ricciardi e il comandante dei Carabinieri Roberto Tortorella, al termine di un incontro con il procuratore aggiunto di Bergamo Massimo Meroni, in cui e' stato fatto il punto sulla situazione degli accertamenti degli ultimi giorni.

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2010/12/09/visualizza_new.html_1671733162.html
Anonymous - Gio Dic 09 2010, 15:13:19
Oggetto:
ieri ho sentito la chiaccherata di alcune vecchiette su qusti accaduti, parlavano un pò di tutto. E dicevano che sospettavano di qualche setta religiosa, qualche pista esoterica anche loro in quanto avendo fatto 2+2 si ricordavano che in molti altri casi le persone coinvolte facevano parte di una setta religiosa, cioè di TDG...è stata una sorpresa questa cosa per me. La gente comincia a ragionare anche se i mass media cercano di deviare l attenzione in mille altre direzioni. Ci sono volute anni e anni di sparizioni, omicidi rituali, processi infiniti affinchè la gente cominciasse a capire. Forse è ormai diventato troppo palese, sta di fatto che parlano della pista esoterica pure le vecchiotte!!! era la prima volta che non li sentivo a bestemmiare gli immigrati colpevoli secondo loro di tutto, anzi erano dispiaciutii per marocchino "povera stellina, ma come si può assalire uno cosi senza sapere nulla? povero marocchino...." volevo quasi quasi gridare "miracolo"...mi son trattenuta. Ovviamente non tutti sono prevenuti, conosco tantissimi italiani bravi, tolleranti, mentalmente aperti, delle volte anche molto più democratici di me. Ma ahime, negli ultimi anni questa tendenza è un pò aumentata contro "l uomo nero", cioè di colore. A volte mi prendono per italiana o per francese e si mettono a parlare anche a me:" lei è daccordo con me che stranieri sono rompiscatole, che ci rubano il lavoro e puzzano di curry? lei mi sembra una lombarda o veneta, da dove è?"...ed io rispondo che sono apolide (di solito non sanno cosa vuol dire apolide, cioè essere senza un paese di appartenenza) sottolineando che non sono manco italiana, di solito ci restano male, ma fanno passare la cosa per scherzo: "ehehehee:-))) certo ci sono gli stranieri anche x bene come lei, ben vestiti, profumati..." Einstein aveva detto che "non ci sono limiti dell'universo e della stupidità umana, del primo non sono tanto sicuro, ma per il secondo posso garantire". Qualche giorno fa in un serial giovanile stavano scherzando su questa frase di Einstein, dicevano che: " forse allora si capisce perchè Einstein ha inventato la bomba atomica"Smile))....
tornando sul tono serio, mi è venuto un sospetto oggi sulle date dei delitti. Secondo me i delitti sopratutto col sacrifico di femmine sono basate sul calendario, ovvero ciclo lunare e femmile. Ho fatto caso che accadono dalla fine della seconda metà del mese fino ai primi gg. del mese successivo. Questa è di solito la fase di picco lunare, accadono dei processi un pò "impazziti" nella luna che si riempie pian piano diventando totalmente rotonda alla fine (il calendario islamico è basato sul ciclo lunare, quando si riempie la luna finisce un mese e quando appare la nuova luna comincia l'altro). Questo influisce molto sull'umore femminile che di solito le femmine appunto sono "vampate" in quel periodo, sono in attesa del ciclo mestruale oppure gli inizia proprio inquei giorni. Diventano molto agitate, aggressive, irritabili, sessualmente attive ed eccitate, al livello fisico gli ormoni che vanno a mille, quindi possono anche commettere delle pazzie tipo andare con il primo che capita (i delitti dove le ragazze vanno via con sconosciuti oppure conosciuti, ma interessati a loro solo sessualmente). Questo periodo la femmina caratterialmente predisposta conclude in se tutti gli atributi di dea Diana da 3 volti e 3 nomi, la dea pagana maligna (non tutte diventano totalmente "vampate", il temperamento e carattere sono molto importanti in questo caso. Su questo spiega molto bene il Dr. G.B. Cassano psicologo. Per questo forse anche le vittime sono scelte con cura, delle persone facilmente impressionabili e manipolabili e direi con una certezza di 99,99% che in tutti i casi di sparizioni i famigliari della vittima sono coinvolti.)... Anche Chiara Poggi aveva il ciclo quando uccisa e questo dettaglio è stato sottolineato da Carlizzi come una cosa esotericamente importante. Perchè per loro è importante questo dettaglio? come già detto più volte, il corpo umano è considerato microcosmo nell'esoterismo, il macrocosmo è l insieme di tanti microcosmi/particelle, tutto quello che accade nekl corpo umano è lo specchio di ciò che accade nell'universo e viceversa, questi si influenzano a vicenda, basta vedere i processi all'interno del corpo umano per capire come va l universo. Quando si fanno i sacrifici umani, l intento è influire sull'andamento del macrocosmo attraverso il microcosmo/uomo. L universo è unico e unisce in se sia elemento maschile che femminile. Di solito l elemento femminile è collegato a pazzia, confusione, caos (l anima che è vista di solito come femmina avventuriera in ricerca di nuove esperienze), mentre maschile è ordine, creazione (la mente come maschio, razionale, logico, preciso. Stranamente nel carattere le sostazne relative della mente/cervello si scambiano i posti a specchio, nella donna essendo la futura madre, protettore della prole prevale la seratonina, cioè la sostanza prodotta da neuroni che ci fa cauti. Mentre nell'uomo prevale adrenalina che ci butta nell'avventura, perchè l uomo è guerriero, cacciatore di natura.).
Influendo sull'elemento femminile negativamente durante il periodo lunare di "vampata" si crea sbilanciamento degli elementi, l elemento femminile che viene posseduta da questo spirito negativo, sensazioni, emozioni negative moltiplicate, amplificate, porta al caos del macrocosmo. Magari non in tutto il cosmo, ma in una parte determinata che serve in quel momento al gruppo esoterico che fa queste nefandezze. Probabilmente la scelta del luogo viene fatta sulla base astrologica, secondo la posizione di costellazioni, processi astrali e zodiacali in modo da poter influire su un determinato luogo. Nei messaggi precedenti avevo postato significati esoterici della lettera Y che vuol dire infatti pazzia, disperazione, caos, suicidio, autodistruzione nell esoterismo. Il nome Yara invece significa primavera...
ora si parla della pista del maniaco sessuale. Si, saranno anche maniaci sessuali, ma non si tratta di una persona qualsiasi malata che si è fissata casualmente su una ragazzina. Qui si tratta di un gruppo ben organizzato e con degli scopi determinati, saranno anche malati al livello emotivo, ma sono furbi, sanno quel che fanno. Non è la prima volta ed ahime neanche l ultima.
Anonymous - Gio Dic 09 2010, 15:23:09
Oggetto:
forse capite perchè ancora adesso i medici fanno fatica a far riconoscere la depressione o ossessioni maniacali come un disturbo che non deve essere paragonato alla pazzia. Perchè pazzia è una malattia mentale grave la quale libera la persona malata dalla responsabilità di qualsiasi atto che commette in quanto la persona non è in grado di intendere. Mentre la persona depressa o ossessiva maniacale non è pazzo, è lucido, si rende conto dei propri atti, quindi deve per forza rispondere per quel che fa. Se la scienza ammetterà questa cosa definitivamente, sarà fine di molti "mostri" che se la passano liscia con la scusa di malattia mentale...
cluster - Ven Dic 10 2010, 15:44:28
Oggetto:
non ci credo che non ci sono telecamere in quel centro sportivo.perchè nessuno ne parla?perchè non ci sono proprio o perchè non ci hanno pensato? anch'io frequento un centro sportivo con piscina, è veramente piccolo,piccolissimo,eppure all'interno dell'ingresso c'è una telecamera, e per farvi capire ,l'ingresso con il bar e reception saranno meno di 60 m quadrati,una sola entrata, ora non so come funzionano le telecamere interne,cioè se registrano oppure sono a circuito chiuso e fanno solo da monitor, però mi sembra strano,
vedendo il centro sportivo di brembate nei servizi tv, a confronto di dove vado io, mi viene spontaneo farmi questa domanda.
poi vedendo chi l'ha visto,ho sentito che li vicino c'è un osservatorio.avranno controllato se dalle telecamere dell'osservatorio si poteva vedere anche l'area del centro sportivo?
cluster - Ven Dic 10 2010, 21:20:58
Oggetto:
http://www.agi.it/news/notizie/201012101539-cro-rt10231-yara_in_azione_anche_una_sensitiva


da leggere questo articolo in cui si parla di rose
NAJLA - Sab Dic 11 2010, 10:51:24
Oggetto:
Yara Gambirasio 13 anni Brembate Sopra data 26.11.2010 18,30 è uscita dal palasport cellulare risulta spento dalle 18,49=22
YARA GAMBIRASIO = 25+1+18+1+7+1+13+2+9+18+1+19+9+15=139=13
Data scomparsa 26.11.2010 = 13
Anni = 13
Brembate di Sopra = 2+18+5+13+2+1+20+5+4+9+19+15+16+18+1=148=13
Il 26 novembre è il 330º giorno del calendario gregoriano = 33



Non avvicinatevi al fiume
quando il sole tramonta
non avvicinatevi al fiume
perché c'è Yara che vi invita
coi capelli verdi colore delle pietre miraquitãs".
L'oro del fiume li bagnava di luce
- "State attenti, figli miei - diceva la vecchia indiana -
vi trascina all'incontro col suo canto e la sua magia
il suo canto che non finisce mai
e i suoi occhi e i suoi capelli
fanno parte del suo canto
State attenti figli miei, se Yara vi chiama,
perché Yara è fuoco dentro l'acqua,
è luna,
è un canto che non finisce,
guardatevi da Yara quando vi chiama per nome
sono abissi
evocazioni per le quali non si è mai preparati
guardatevi da Yara quando vi chiama per nome
il ritmo del suo cantare produce ondulazioni
che modificano l'aria
portano tempeste da luoghi sconosciuti,
da mari sconosciuti,
evocazioni,
non avvicinatevi al fiume
quando il sole tramonta
Guanumbì, ascolta bene
io sono vecchia, così vecchia
che già non si contano
le lune della mia età.

Anonymous - Sab Dic 11 2010, 15:01:44
Oggetto:
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Yara-dalla-palestra-allultimo-messaggino-un-mistero-lungo-20-minuti_311388324334.html


Teste smentisce i cani: «Ho visto Yara uscire dalla porta principale»
Un'istruttrice della palestra. Risentito il vicino




Milano, 11 dic. (Adnkronos/Ign) - "Dobbiamo essere lì per le 8". E' questo l'ultimo sms che Yara Gambirasio, la 13enne bergamasca scomparsa da Brembate di Sopra il 26 novembre scorso, invia a un'amica. Sono le 18.44 e il cellulare della promessa della ginnastica ritmica aggancia la cella di Mapello, una zona lontana dalla sua abitazione in via Rampinelli. Cinque minuti dopo verrà spento.

Da quando lascia la palestra in via Morlotti, distante 700 metri da casa, sono trascorsi non più di venti minuti. E' in questo lasso temporale che si concentrano le indagini degli investigatori e in questo percorso, scandito dai tabulati, c'è la chiave per risolvere il mistero di una scomparsa che, finora, ha pochi elementi certi.
La risposta al messaggio lascia intuire che sia stata Yara a digitare l'sms per prendere accordi con l'amica per una gara prevista due giorni dopo. Un'eventualità che apre altri interrogativi. Sono passati troppi minuti, più di 10, da quando Yara lascia il centro sportivo e in quel lasso temporale avrebbe già dovuto raggiungere casa. Cosa succede quando Yara esce dal centro sportivo? Incontra qualcuno che conosce e di cui si fida? E' dalla palestra dunque che si riparte, dalla 'scelta' di una porta d'uscita su cui non c'e' piu' certezza.
Nei giorni scorsi i tre cani specializzati nelle ricerche hanno puntato tutti, in modo autonomo, a un'uscita secondaria, opposta rispetto all'abitazione della 13enne. Un'istruttrice della palestra, invece, sostiene che la giovane studentessa sia uscita dalla porta principale.
Ieri, intanto, per la quarta volta è stato sentito il testimone Enrico Tironi e sono proseguite le ricerche nella zona di via Tresolzio, non lontano da casa Gambirasio. Nel fascicolo dell'indagine è finita anche la testimonianza di una donna di Ponte San Pietro. La sera della scomparsa di Yara, mentre parlava con la figlia tramite walkie-talkie, ha intercettato la frase "Ce l'ho, l'ho presa, la portiamo là", pronunciata da un uomo. Una segnalazione su cui nessuno punta davvero. Dopo il passo falso del fermo del 22enne Mohammed Fikri, ora la parola d'ordine tra gli inquirenti è prudenza.
A due settimane dalla sparizione dell'adolescente, il criminologo Carmelo Lavorino, sul sito detcrime.com, ha pubblicato delle riflessioni sul caso Yara, partendo dalle poche certezze di cui gli inquirenti sono in possesso.
Il criminologo sostiene che la 'combinazione criminale', una o più persone, che ha rapito Yara potrebbe essere compresa in sette tipologie da lui evidenziate: 1. un soggetto in confidenza con Yara, di cui lei si fida, un amico o un accompagnatore di amiche; 2. un cacciatore o cacciatori di ragazzine del tipo itinerante e collezionista di prede munito di auto; 3. un cacciatore di ragazzine del tipo pianificatore, organizzato e previdente con mezzi e logistica speciali; 4. un maniaco che approccia da solo, in modo casuale o premeditato, un soggetto esperto. E ancora: 5. una persona del tipo primitivo, che avvistata la presa l'ha istitntivamente agguantata; 6. un branco che ha agito per baldoria o edonismo o ancora un'organizzazione o, infine, un singolo che ha puntato la ragazzina per portarla in luoghi segreti per commercio sessuale o altri scopi.
Intanto, secondo il sensitivo Mario Allocchi, Yara Gambirasio, è stata uccisa da un uomo e da una donna. Il consulente esoterico, che si è occupato anche del caso Sarah Scazzi, non ha dubbi e non crede che la 13enne possa essere ancora viva. "Il prelevamento - spiega all'Adnkronos - io non lo chiamo sequestro anche se ha un drammatico risvolto, è stato commesso da un uomo e una donna". E inoltre, "non è stata Yara - dice - a inviare il messaggio, bensì chi sapeva che la domenica successiva avrebbe dovuto partecipare a una gara di ginnastica". La coppia coinvolta nella scomparsa della 13enne conosceva "sia il numero dell'amica a cui è arrivato il messaggio, sia l'orario in cui si sarebbe dovuta svolgere la gara".

Austria - Sab Dic 11 2010, 15:32:55
Oggetto:
Quello che vedete Voi, lo vedo anch'io da lontano. I soliti criminologhi, psichiatri, consulenti che a ogni caso dicono le stesse cose, praticamente uguali, come da copione. Ma insomma, quanto ci vuole per capire che questa razza di incapaci non risolve mai nulla e incassa fior di quattrini per mostrar le loro facce delle quali non se ne può più?! Non voglio dire che in Austria i casi si risolvono sempre e tutti, ma certa gente non avrebbe posto neanche un minuto in TV, Ve lo garantisco!
Ad ogni modo, le cifre ci sono tutte, la rosa adesso pure, beh', la cosa si è messa male, molto male. Un abbraccio alla famiglia!
Paolo Franceschetti - Dom Dic 12 2010, 10:44:16
Oggetto:
http://www.bergamonews.it/isola/articolo.php?id=35264

Polizia, protezione civile, vigili del fuoco, guardia forestale. E ora anche un sensitiva. Per trovare Yara Gambirasio gli inquirenti si affidano anche alle percezioni di persone dotate di particolari facoltà sensoriali. Venerdì pomeriggio a villa Mapelli, vicino a Ponte San Pietro, si è presentata Emilia Shalek, pranoterapeuta giunta in treno da Roma apposta per dare una mano nelle ricerche. La donna si è rivolta ai carabinieri perché nei giorni scorsi ha sognato Yara. “L’ho sognata insieme a Sarah Scazzi davanti alla mia porta che volevano entrare, ma io ho risposto che non era ancora il momento. Nei giorni scorsi, invece, le persone che incontravo mi dicevano che avevo addosso un profumo di rose, e capivo che con me c'era qualcuno. Poi, quando ho preso in mano la cartina della provincia di Bergamo, ho sentito un forte profumo di rose che veniva dal punto in cui era segnato il paese di Sotto il Monte", il paese natale di Papa Giovanni XXIII a nove chilometri da Brembate Sopra. “Questa notte ho sognato la Madonna e dentro di me ho sentito che dovevo subito venire qui per aiutare le ricerche".
La guardia forestale ha accompagnato la sensitiva a Sotto il Monte, per verificare se la donna avverta sensazioni particolari che possano indirizzare le ricerche di Yara.
A villa Mapelli intanto sono stati perlustrati i campi di granturco che costeggiano la Briantea. Carabinieri e volontari della protezione civile hanno battuto i campi coltivati palmo a palmo. La zona era stata già setacciata settimana scorsa con i cani.
Paolo Franceschetti - Dom Dic 12 2010, 10:56:49
Oggetto:
http://www.bergamonews.it/isola/articolo.php?id=35264

Polizia, protezione civile, vigili del fuoco, guardia forestale. E ora anche un sensitiva. Per trovare Yara Gambirasio gli inquirenti si affidano anche alle percezioni di persone dotate di particolari facoltà sensoriali. Venerdì pomeriggio a villa Mapelli, vicino a Ponte San Pietro, si è presentata Emilia Shalek, pranoterapeuta giunta in treno da Roma apposta per dare una mano nelle ricerche. La donna si è rivolta ai carabinieri perché nei giorni scorsi ha sognato Yara. “L’ho sognata insieme a Sarah Scazzi davanti alla mia porta che volevano entrare, ma io ho risposto che non era ancora il momento. Nei giorni scorsi, invece, le persone che incontravo mi dicevano che avevo addosso un profumo di rose, e capivo che con me c'era qualcuno. Poi, quando ho preso in mano la cartina della provincia di Bergamo, ho sentito un forte profumo di rose che veniva dal punto in cui era segnato il paese di Sotto il Monte", il paese natale di Papa Giovanni XXIII a nove chilometri da Brembate Sopra. “Questa notte ho sognato la Madonna e dentro di me ho sentito che dovevo subito venire qui per aiutare le ricerche".
La guardia forestale ha accompagnato la sensitiva a Sotto il Monte, per verificare se la donna avverta sensazioni particolari che possano indirizzare le ricerche di Yara.
A villa Mapelli intanto sono stati perlustrati i campi di granturco che costeggiano la Briantea. Carabinieri e volontari della protezione civile hanno battuto i campi coltivati palmo a palmo. La zona era stata già setacciata settimana scorsa con i cani.
Luna - Dom Dic 12 2010, 11:47:24
Oggetto:
cluster ha scritto:
non ci credo che non ci sono telecamere in quel centro sportivo.perchè nessuno ne parla?perchè non ci sono proprio o perchè non ci hanno pensato? anch'io frequento un centro sportivo con piscina, è veramente piccolo,piccolissimo,eppure all'interno dell'ingresso c'è una telecamera, e per farvi capire ,l'ingresso con il bar e reception saranno meno di 60 m quadrati,una sola entrata, ora non so come funzionano le telecamere interne,cioè se registrano oppure sono a circuito chiuso e fanno solo da monitor, però mi sembra strano,
vedendo il centro sportivo di brembate nei servizi tv, a confronto di dove vado io, mi viene spontaneo farmi questa domanda.
poi vedendo chi l'ha visto,ho sentito che li vicino c'è un osservatorio.avranno controllato se dalle telecamere dell'osservatorio si poteva vedere anche l'area del centro sportivo?


Mi pare di ricordare che un cronista, inquadrando le telecamere esterne del palazzetto, informava che non erano funzionanti: non so di quelle posizionate all'interno.
Ad ogni modo, penso che ci somministrano "notizie" ammaestrate, come sempre, da dietro le quinte: in modo tale da far solo confusione, registrare trasmissioni falsamente informative al pubblico "sovrano", la vera verità non la faranno mai trapelare.
Anonymous - Dom Dic 12 2010, 12:20:09
Oggetto:
Io penso che c'è da togliere tutti i dubbi sul caso, la vicenda di Sarah e di Yara sono completamente collegate l'un l'altra, e come ho detto in un altro topic il tutto si ricollega al discorso Wikileaks e Magaldi per mandare un messaggio forte e chiaro a Berlusconi, anche se sicuramente c'è di più ancora.
La RR ha messo una firma su questi due casi in stampatello maiuscolo!
cluster - Dom Dic 12 2010, 15:20:13
Oggetto:
Megamind ha scritto:
Io penso che c'è da togliere tutti i dubbi sul caso, la vicenda di Sarah e di Yara sono completamente collegate l'un l'altra, e come ho detto in un altro topic il tutto si ricollega al discorso Wikileaks e Magaldi per mandare un messaggio forte e chiaro a Berlusconi, anche se sicuramente c'è di più ancora.
La RR ha messo una firma su questi due casi in stampatello maiuscolo!




non ho letto il topic wiki ma la sigla RC ,si può leggere per esempio nella Citroen Rossa (RC) di cui parla tironi
cluster - Dom Dic 12 2010, 15:38:14
Oggetto:
sai megamind a proposito del caso di sara ho notato che lì c'erano tre cognomi uguali,e qui anche.

non è un elemento ,anzi non c'entra niente sicuramente,ma non è strano ?

le ultime notizie dicono che indagano su un processo a cui il padre di yara ha testimoniato contro un narcotrafficante. e altre notizie parlano di due fratelli bergamaschi arrestati a ottobre che hanno lavorato con la ditta del padre di yara e che hanno a che fare col cantiere raggiunto dai cani molecolari.

ora cercando su internet, si leggono i nomi di questi fratelli e hanno lo stesso cognome della via del centro sportivo.

non so che significa,sicuramente si potrebbe parlare di diffusione di un cognome su un determinato territorio,visto che è lo stesso cognome del sindaco di brembate.

http://www.bergamonews.it/isola/articolo.php?id=35299

http://www.bergamonews.it/valli/articolo.php?id=32476
cluster - Dom Dic 12 2010, 15:42:06
Oggetto:
Luna ha scritto:
cluster ha scritto:
non ci credo che non ci sono telecamere in quel centro sportivo.perchè nessuno ne parla?perchè non ci sono proprio o perchè non ci hanno pensato? anch'io frequento un centro sportivo con piscina, è veramente piccolo,piccolissimo,eppure all'interno dell'ingresso c'è una telecamera, e per farvi capire ,l'ingresso con il bar e reception saranno meno di 60 m quadrati,una sola entrata, ora non so come funzionano le telecamere interne,cioè se registrano oppure sono a circuito chiuso e fanno solo da monitor, però mi sembra strano,
vedendo il centro sportivo di brembate nei servizi tv, a confronto di dove vado io, mi viene spontaneo farmi questa domanda.
poi vedendo chi l'ha visto,ho sentito che li vicino c'è un osservatorio.avranno controllato se dalle telecamere dell'osservatorio si poteva vedere anche l'area del centro sportivo?


Mi pare di ricordare che un cronista, inquadrando le telecamere esterne del palazzetto, informava che non erano funzionanti: non so di quelle posizionate all'interno.
Ad ogni modo, penso che ci somministrano "notizie" ammaestrate, come sempre, da dietro le quinte: in modo tale da far solo confusione, registrare trasmissioni falsamente informative al pubblico "sovrano", la vera verità non la faranno mai trapelare.


grazie luna almeno per avermi levato il dubbio.
ma che le tengono a fare se non funzionano mai ste telecamere?
Anonymous - Dom Dic 12 2010, 17:12:50
Oggetto:
Roma, 12 dic. (Apcom) - "Sentiamo nell'aria un grande affetto". Maura Gambirasio, la madre di Yara, la ragazza di 13 anni scomparsa lo scorso 26 novembre a Brembate, nel bergamasco, ha risposto così al Tg2 che l'ha interpellata telefonicamente. "Abbiamo ricevuto - ha aggiunto - anche una lettera di otto detenuti, è stata tra le più belle che abbiamo ricevuto". Maura Gambirasio ha poi spiegato di ritenere inverosimile l'ipotesi secondo la quale la scomparsa di Yara possa essere legata a una ritorsione verso la famiglia. "Noi sentiamo quello che ci dicono i carabinieri - ha concluso la donna - e preferiamo non vedere tv e non leggere i giornali".

http://www.apcom.net/newscronaca/20101212_154715_31dd429_106056.shtml


nell'aria qualcuno sente odore di rose e la madre invece grande affetto.Tutti sentono qualcosa ma la ragazza non si trova.

Ci mancava solo che otto detenuti scrivessero una lettera alla famiglia della scomparsa per complicare il tutto però 'molto bella'. mah.......
Anonymous - Lun Dic 13 2010, 15:14:18
Oggetto:
http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=130519&sez=HOME_INITALIA




Yara, la pista della setta satanica
Decine di segnalazioni sull'occulto


BREMBATE DI SOPRA (13 dicembre) - Un circoletto rosso, a pennarello, attorno alle parole Agrate e Carugate. Un altro, più esteso, che abbraccia tutta la Brianza. Una mappa della Lombardia che evoca l’“abisso” giace sul tavolo di uno dei detective che stanno sezionando la scomparsa di Yara Gambirasio. Campagne e paesi non lontani da questi, bisogna dire, sono stati il palcoscenico criminale delle “Bestie di Satana” Anni Novanta, omicidi, sparizioni e ora che c’è una ragazzina evaporata nel nulla certe cose riemergono dall’incubo. Azzardare analogie con il giallo di Brembate di Sopra sarebbe allo stato una scommessa. Ma ora è chiaro che gli investigatori, quando dicono che si indaga ovunque, non escludono davvero alcuna ipotesi. Neppure quella che la giovane ginnasta, un’immagine del candore, sia stata presa di mira da qualche pazzoide che ha pensato di farne merce di scambio in un dialogo di deliri con il Male.

La cartina piena di circoletti, in una stanza della Questura di Bergamo dov’è acquartierato un investigatore salito da Roma, è da brividi, per chi non si vergogna di provarne. Tanto più che le strade, attorno alla Questura, parlano per contrasto del Natale, con le luci che brillano, gli alberi carichi di pupazzetti che regalano calore e la gente che divora frittelle al mercatino della domenica nel centro della città. Ma gli adepti del Demonio, in questa storia, aleggiano, anche se si avvicinano a grandi passi i giorni del Bene e della Festa.

«Siano inondati di segnalazioni che ci suggeriscono di scandagliare il mondo dell’esoterismo conferma un funzionario della polizia Lo stiamo facendo: riti, sette sataniche e tutto il resto. I matti esistono e i precedenti ci sono. Quella satanica al momento non è una pista con nomi e cognomi. Ma stiamo indagando: nulla resterà intentato. La scomparsa tra l’altro è avvenuta poco prima dell’Immacolata Concezione. Ce l’hanno fatto notare. Magari non c’entra niente. Però lo teniamo presente...».

Di tutto questo Yara Gambirasio, eccellente a scuola, eccellente nella ginnastica, eccellente come figlia, di sicuro sapeva poco o nulla. Ma la cartina della Lombardia “satanica”, suo malgrado, si sta riempiendo di segnetti. Gli investigatori, spulciando fascicoli e segnalazioni, stanno costruendo attorno a Brembate la mappa degli ultimi fatti di presunto esoterismo. C’è stata un’escalation? C’è qualcuno che si è “messo in luce”, in tali e tante tenebre, per pratiche demoniache? È quello che si cerca di capire, senza certo tralasciare il resto dell’inchiesta, più concreto e meno immaginifico.

Il fatto è che la bergamasca, così convintamente religiosa, è stata sfiorata più volte dai seguaci del Demonio. Li si può ritenere cretini patentati finché si vuole, oltre che assassini. Ma le “Bestie di Satana”, che si radicarono nella parte del varesotto più prossima a Milano, non sono un parto della fantasia. Era il 1998 quando i capi della setta, Nicola Sapone (di Busto Arsizio) e Andrea Volpe (di Gallarate), organizzarono il massacro di Somma Lombardo: attirarono due adepti in un bosco, li uccisero insieme a tre complici e li sepellirono in una fossa profonda due metri scavata giorni prima.

Una delle vittime era di Carugate ora uno dei “circoletti” nella mappa mezz’ora d’auto da Brembate. Ad Agrate Brianza (altro circoletto), non lontana da Bergamo, le “Bestie” avevano séguito e legami. Solo coincidenze, per ora, perché gli accertamenti della polizia sull’esoterismo al momento altro non sono che accertamenti. Le suggestioni però restano, la mappa le fotografa e la Lombardia ne è piena. Chiavenna, su verso Sondrio, non è un posto qualunque. Tre ragazzine nel 2000 ci massacrarono in nome di Satana una suora, Laura Mainetti, finendola a colpi di mattone perché la disgraziata non voleva morire. Anche lei era pura, innocente, l’immagine della bontà.
Arch.Mark - Lun Dic 13 2010, 16:04:48
Oggetto:
kojiki ha scritto:
http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=130519&sez=HOME_INITALIA




Yara, la pista della setta satanica
Decine di segnalazioni sull'occulto


BREMBATE DI SOPRA (13 dicembre) - Un circoletto rosso, a pennarello, attorno alle parole Agrate e Carugate. Un altro, più esteso, che abbraccia tutta la Brianza. Una mappa della Lombardia che evoca l’“abisso” giace sul tavolo di uno dei detective che stanno sezionando la scomparsa di Yara Gambirasio. Campagne e paesi non lontani da questi, bisogna dire, sono stati il palcoscenico criminale delle “Bestie di Satana” Anni Novanta, omicidi, sparizioni e ora che c’è una ragazzina evaporata nel nulla certe cose riemergono dall’incubo. Azzardare analogie con il giallo di Brembate di Sopra sarebbe allo stato una scommessa. Ma ora è chiaro che gli investigatori, quando dicono che si indaga ovunque, non escludono davvero alcuna ipotesi. Neppure quella che la giovane ginnasta, un’immagine del candore, sia stata presa di mira da qualche pazzoide che ha pensato di farne merce di scambio in un dialogo di deliri con il Male.

La cartina piena di circoletti, in una stanza della Questura di Bergamo dov’è acquartierato un investigatore salito da Roma, è da brividi, per chi non si vergogna di provarne. Tanto più che le strade, attorno alla Questura, parlano per contrasto del Natale, con le luci che brillano, gli alberi carichi di pupazzetti che regalano calore e la gente che divora frittelle al mercatino della domenica nel centro della città. Ma gli adepti del Demonio, in questa storia, aleggiano, anche se si avvicinano a grandi passi i giorni del Bene e della Festa.

«Siano inondati di segnalazioni che ci suggeriscono di scandagliare il mondo dell’esoterismo conferma un funzionario della polizia Lo stiamo facendo: riti, sette sataniche e tutto il resto. I matti esistono e i precedenti ci sono. Quella satanica al momento non è una pista con nomi e cognomi. Ma stiamo indagando: nulla resterà intentato. La scomparsa tra l’altro è avvenuta poco prima dell’Immacolata Concezione. Ce l’hanno fatto notare. Magari non c’entra niente. Però lo teniamo presente...».

Di tutto questo Yara Gambirasio, eccellente a scuola, eccellente nella ginnastica, eccellente come figlia, di sicuro sapeva poco o nulla. Ma la cartina della Lombardia “satanica”, suo malgrado, si sta riempiendo di segnetti. Gli investigatori, spulciando fascicoli e segnalazioni, stanno costruendo attorno a Brembate la mappa degli ultimi fatti di presunto esoterismo. C’è stata un’escalation? C’è qualcuno che si è “messo in luce”, in tali e tante tenebre, per pratiche demoniache? È quello che si cerca di capire, senza certo tralasciare il resto dell’inchiesta, più concreto e meno immaginifico.

Il fatto è che la bergamasca, così convintamente religiosa, è stata sfiorata più volte dai seguaci del Demonio. Li si può ritenere cretini patentati finché si vuole, oltre che assassini. Ma le “Bestie di Satana”, che si radicarono nella parte del varesotto più prossima a Milano, non sono un parto della fantasia. Era il 1998 quando i capi della setta, Nicola Sapone (di Busto Arsizio) e Andrea Volpe (di Gallarate), organizzarono il massacro di Somma Lombardo: attirarono due adepti in un bosco, li uccisero insieme a tre complici e li sepellirono in una fossa profonda due metri scavata giorni prima.

Una delle vittime era di Carugate ora uno dei “circoletti” nella mappa mezz’ora d’auto da Brembate. Ad Agrate Brianza (altro circoletto), non lontana da Bergamo, le “Bestie” avevano séguito e legami. Solo coincidenze, per ora, perché gli accertamenti della polizia sull’esoterismo al momento altro non sono che accertamenti. Le suggestioni però restano, la mappa le fotografa e la Lombardia ne è piena. Chiavenna, su verso Sondrio, non è un posto qualunque. Tre ragazzine nel 2000 ci massacrarono in nome di Satana una suora, Laura Mainetti, finendola a colpi di mattone perché la disgraziata non voleva morire. Anche lei era pura, innocente, l’immagine della bontà.


Notizia uscita di giorno 13?! Rolling Eyes
Anonymous - Lun Dic 13 2010, 16:39:56
Oggetto:
Citazione:
Notizia uscita di giorno 13?!


rileggendo lo stesso articolo......



La scomparsa tra l’altro è avvenuta poco prima dell’Immacolata Concezione. Ce l’hanno fatto notare. Magari non c’entra niente. Però lo teniamo presente...».

dal 26 novembre, giorno della scomparsa della ragazzina, all'8 dicembre giorno dell'immacolata concezione intercorrono 13 giorni.
Anonymous - Dom Dic 19 2010, 16:54:30
Oggetto:
http://www.wuz.it/recensione-libro/2271/bambina-sapeva-troppo-flynn-catherine.html

Riporto il link perchè l'ho letto sui commenti di un articolo scritto sul sito della Carlizzi..... e non so neanche se è lo stesso NEMESIS che scrive anche qui..... ma incuriosisce come a suo tempo lo fece quel libro che narrava di una famiglia che si trasferiva in montagna e accadeva qualcosa a uno dei figlioletti (caso Cogne)

Un altro indizio per risalire alla RR?

mancano pochi giorni al solstizio d'inverno..... che coincide con il novilunio...... arriveranno ste benedette notizie?

Secondo il sensitivo Allocchi saranno di morte.... io credo e spero che questa volta il MALE sia infastidito e non porti a termine i suoi piani..... un augurio a YARA libera.
che la primavera sconfigga l'inverno.
Anonymous - Dom Dic 19 2010, 17:32:54
Oggetto:
http://ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2010/11/28/visualizza_new.html_1676255634.html

LETTERA ANONIMA PER LA MADRE SEQUESTRATA A GENOVA - Una lettera indirizzata a Paola Gambirasio, madre di Yara - la tredicenne scomparsa da tre settimane a Brembate di sopra (Bergamo) -, e contenente il messaggio di un medium e' stata sequestrata al centro di meccanizzazione postale di Genova dai carabinieri. Ne da' notizia il Secolo XIX. Secondo quanto appreso, la busta bianca e senza un indirizzo preciso (recava la scritta 'Brembate di Sopra') era destinata a 'Paola Gambirasio madre di Yara'. L'addetto allo smistamento, riconosciuto il nome della ragazza sulla busta, ha spontaneamente chiamato i carabinieri e ha consegnato la missiva. All'interno, i militari hanno trovato un foglio nel quale e' stata tracciata una scrittura incerta e, sotto, l'interpretazione di quanto scritto sopra con una grafia decisamente migliore. Nel messaggio, il sedicente medium indica un 'casolare in provincia di Bergamo' e asserisce che ''la ragazza e' viva e si trova in compagnia di altre ragazzine''. Secondo gli inquirenti, non e' la prima missiva di sedicenti sensitivi che viene allegata al fascicolo d'indagine sulla scomparsa della ragazza.
Anonymous - Dom Dic 19 2010, 18:37:00
Oggetto:
http://milano.repubblica.it/cronaca/2010/12/19/news/yara_conosceva_il_suo_sequestratore_il_pm_parlate_e_aiutateci_a_trovarla-10376249/?ref=HREC1-10


Yara conosceva il suo sequestratore
Il pm: "Parlate e aiutateci a trovarla"
Un testimone racconta di aver visto la ragazza alle 18.42 fuori dalla palestra: tutto è avvenuto
in 12 minuti. L'appello del sostituto procuratore Ruggeri: "E' in gioco la vita di una tredicenne"

BREMBATE DI SOPRA - Una nuova testimonianza aggiunge un ulteriore elemento nel giallo della scomparsa di Yara Gambirasio. E' quella del padre di una ragazza che frequenta la stessa palestra a Brembate di Sopra in cui la tredicenne si esercitava nella ginnastica ritmica. L'uomo, in un'intervista diffusa dalla trasmissione di Rete4 Quarto grado, dice di aver visto la piccola uscire dal centro sportivo alle 18,42 del 26 novembre. La testimonianza è ritenuta attendibile dagli investigatori e permette agli investigatori di ridurre l'orario in cui il cellulare della ragazza sarebbe rimasto acceso: non più mezz'ora, come si riteneva inizialmente, ma meno di un quarto d'ora, visto che l'ultimo segnale del telefonino è stato registrato alle 18,56.

E' il tempo sufficiente per incamminarsi verso casa, dove la ragazza doveva effettivamente andare, come conferma anche l'analisi tecnica delle celle agganciate dal suo telefono: l'ultima è quella di via Ruggeri, all'interno della quale ricade anche l'abitazione della famiglia Gambirasio. Secondo le ultime ricostruzioni, quando l'amica Martina le invia il primo messaggio per chiederle se la domenica successiva sarebbe andata alla gara, Yara non ha il cellulare con sé: lo ha lasciato nel giubbotto che aveva messo da parte per fare stretching con le amiche. Quando esce dal centro sportivo, si accorge dell'sms e risponde: "Dobbiamo essere lì alle otto". Sono le 18,44. Dodici minuti dopo, il cellulare si spegne. E' in quei dodici minuti che la ragazza svanisce nel nulla.

Sembra affievolirsi, così, l'ipotesi che la ragazza si sia diretta verso Mapello, il comune a tre chilometri di distanza da Brembate dove ha sede il cantiere del centro commerciale sul quale si erano concentrate le indagini nei giorni scorsi. A questo punto, l'ipotesi che a rapire Yara siano stati degli sconosciuti deve fare i conti con il fatto che nessuno, in quelle vie non così deserte a quell'ora della sera, ha sentito la ragazza gridare. A meno di voler considerare un'azione fulminea da parte dei sequestratori, si deve pensare all'incontro con una persona conosciuta che può averle offerto, magari, un passaggio in macchina. Anche per questo si valuta con attenzione la pista che porta al giro delle amicizie della ragazza e della sorella maggiore o di qualche altro familiare. E si spera che ai genitori di Yara non siano sfuggiti particolari o notizie anche insignificanti sulla vita privata della loro figlia che possano dare indicazioni in questo senso.

Ma su questo punto - così come su tutte le altre ipotesi investigative, compresa quella dell'errore di persona - gli investigatori mantengono il riserbo più assoluto. I carabinieri del Ros e del nucleo informativo di Bergamo e gli uomini della squadra mobile stanno valutando tutte le segnalazioni, quasi sempre anonime, che arrivano in questi giorni. L'ultima, molto dettagliata, indicava un deposito materiale ferroso a Levate, un altro comune della Bergamasca, come luogo in cui cercare. Ma è stato un sopralluogo inutile, così come lo sono state le ricerche lungo il fiume Brembo a Brembate, alle quali ha partecipato personalmente il comandante della compagnia di Bergamo, il maggiore Giuseppe Adinolfi.

Letizia Ruggeri, il sostituto procuratore che si occupa del caso, lancia un appello affinché chiunque abbia particolari da riferire lo faccia: "Anche un brandello di ricordo può essere utile. Chi ha remore a parlare o non lo fa solo per pigrizia, superi le resistenze. Il rispetto della privacy altrui è sacrosanto, ma qui è in gioco la vita di una ragazzina: prevalga il senso civico".
Austria - Lun Dic 20 2010, 00:14:38
Oggetto:
Vorrei, se mi permettete, portare alla Vostra attenzione un vecchio articolo scritto dalla signora Gabriella Carlizzi sul caso di Serena Mollicone. Forse anche Voi lo trovate in qualche modo interessante?
******************************************************************
Mer Mar 31, 17:06:01 Oggetto: QUARTO GRADO- DELITTO DI ARCE

Carissimi, ho già provveduto ad inviare una mail con formale richiesta di replia al conduttore di "Quarto Grado", il quale forse non sa che tra i tanti scopi di questa trasmissione potrebbe esservi quello di DEPISTARE.
Direi che dopo gli sproloqui dell'illustre criminologo Massimo Picozzi, il quale non si sa da dove ha attinto notizie a carattere "religioso" a dir poco farneticanti, si rafforza in me la convinzione che vi sia da parte di poteri occulti una chiara volontà di assicurare al silenzio eterno la verità di questo delitto. Non ci riusciranno. Fui interrogata sulla vicenda per giorni e giorni fin dalla scomparsa del corpo della vittima, avendo messo io stessa gli inquirenti sulle tracce di quanto poi fu rinvenuto. Registrai molte conversazioni tra me e il padre della vittima, dalle quali emerse che la ragazza quel giorno sarebbe andata ad intervistare un "noto letterato competente nella materia della malattia mentale", argomento con il quale Serena aveva intenzione di concludere il testo della tesina per la maturità. Come pure documentai dal racconto del padre che la sorella di Serena, insegnante ad ERBA e persona depressa, si dedicava a pratiche esoteriche. Quando produssi questi documento al Procuratore Capo dottor Izzo, il padre fu messo sotto torchio, per il fatto che aveva taciuto agli inquirenti elementi molto importanti. Lui si giustificò dicendo che queste cose non le aveva dette perchè non gli erano state chieste, come invece gliele avevo chieste io. E così venne fuori che Consuelo faceva la cartomante a tutto il paese, anche per telefono e che già da Erba era in contatto con chi, noto scrittore, era anche esperto nelle malattie mentali.
Il caso volle che questo personaggio fosse invitato da Vespa a parlare del delitto, e tra il pubblico c'era anche il padre di Serena.
Il personaggio, "fuori di testa" ad un certo punto esplose accusando "queste ragazzine che prima vanno con tizio e caio e poi si lamentano se uno le violenta e le uccide." Il padre di Serena, livido in faccia si alzò e voleva aggredire il personaggio, stava per scoppiare una rissa tanto che Mollicone pensò di scrivergli una lettera aperta attraverso il Corriere della Sera....
Va detto che i giornalisti che seguirono la pista esoterica furono tutti oggetto di minacce di morte, e a tutti fu lasciata fuori della porta di casa una rosa rossa. Questi fatti risultano in atti giudiziari. Voglio aggiungere che nei tre giorni precedenti il ritrovamento del corpo di Serena, in quello stesso luogo furono fatte molte ricognizioni , ma il corpo non c'era. Dunque Serena fu uccisa altrove e poi portata dove fu trovata. Quando ormai le indagini stavano concentrandosi su un nome insospettabile, e peraltro anche il Parroco aveva ricevuto la confessione di un'amica di Serena, arrivò l'ordine dal Viminale perchè l'inchiesta fosse tolta ai Carabinieri, che furono trasferiti in tronco, e anche il Parroco fu indagato con l'accusa di depistaggio. Ma guardate caso fui proprio io ad incontrare a cena in un ristorante un inquirente insieme ad una devianza del Sisde...
Penso che a questo punto mi convenga scrivere un libro su questo delitto e sputtanare tutti.
Gabriella Carlizzi

******************************************************************
anche


Inviato: GABRIELLA CARLIZZI --
Mer Mar 31, 18:13:38 Oggetto: DELITTO ARCE - LA STAMPA NE PARLO'....

Tanto per fare un esempio, ecco come la stampa considerò il ruolo che ebbi nella vicenda di Arce. Leggete:
http://quotidianonet.ilsole24ore.com/2001/08/22/pages/artI2474591.html

Gabriella Carlizzi


*******************************************************************
Austria - Lun Dic 20 2010, 00:15:47
Oggetto:
yyxyyx
Austria - Lun Dic 20 2010, 00:16:41
Oggetto:
xxyxyxx
Austria - Lun Dic 20 2010, 00:18:56
Oggetto:
una volta basta...
Mantenos - Lun Dic 20 2010, 01:13:02
Oggetto:
Ho tentato una meditazione OBE per cercare Yara. Non è uno scherzo. e ci sono cose interessanti. Cosa mi consigliate? La pubblico qui? La invio a qualcuno? Mi faccio gli affari miei o rischio? La cosa mi preoccupa un poco. risulta che sia ancora viva, rinchiusa in un casolare...

aspetto consigli da parte vostra...

Questa notte pregherò perche la sua liberazione avvenga il prima possibile...
Austria - Lun Dic 20 2010, 01:15:59
Oggetto:
Direi di rischiare! E spero che Tu abbia ragione - davvero!
Anonymous - Lun Dic 20 2010, 08:07:32
Oggetto:
Mantenos ci avevo pensato anche io, ho avuto qualche esperienza nelle notti scorse ma troppo sfocate e poco durature, ma anche io in cuore mio sto progettando di cercarla tramite una OOBE, è l'unica risorsa che tutti noi abbiamo per cercarla...
Anonymous - Mar Dic 21 2010, 23:43:46
Oggetto:
http://www.unonotizie.it/12777-yara-gambirasio-brembate-setacciato-ogni-angolo-per-yara-gambirasio-ultime-notizie-bergamo.php




Share
BERGAMO / 21-12-2010
YARA GAMBIRASIO / Brembate: setacciato ogni angolo per Yara Gambirasio. Ultime notizie Bergamo








Yara Gambirasio, ultime notizie Bergamo, Brembate Sopra - La scomparsa di Yara Gambirasio sta prendendo una connotazione piuttosto inquietante. E' stata difatti recuperata una maglietta azzurra dal Lago Blu delle Ghiaie di Bonate Sopra. Già nei giorni precedenti qualcuno aveva avvertito gli investigatori dicendo di aver visto galleggiare qualcosa nel laghetto. La maglietta raccolta dai carabinieri e dalla Protezione civile è dello stesso colore di quella che la tredicenne portava addosso la sera della scomparsa.
daimatone - Mer Dic 22 2010, 13:08:53
Oggetto: yara
http://www.yara.it/

Significa buona annata, buon raccolto...un rito propiziatorio per la crisi internazionale?
Austria - Mer Dic 22 2010, 13:37:21
Oggetto:
Ho da tempo memorizzato questi appunti sul mio pc i quali mi sembrano utili ogni qualvolta succedono fatti del genere. Ecco perchè si parla di tutto e di più e si tralasciano certi argomenti e si tace sulle cose più importanti e pericolose:

Chi indaga sui traffici di organi muore.
Nel maggio 1996 il giornalista francese Xavier Gautier de Le Figaro viene trovato impiccato alle Baleari, nella sua residenza estiva. Una morte avvolta nel più fitto mistero. Gli investigatori spagnoli, poi, parleranno di suicidio. Gautier, prima di partire per le vacanze, aveva lavorato ad una lunga inchiesta su un presunto traffico di organi dalla Bosnia ad una nota clinica dell’Italia del nord. L’ex ministro per la Famiglia Antonio Guidi aveva avvisato: “Il fenomeno è mondiale. Ma l’Italia, così com’è stata ed è un luogo di passaggio delle droghe, adesso è un punto di transito di bambini a rischio… Arrivano dai Paesi in guerra dell’Est, da quelli poveri dell’Africa. Parecchi di loro – chi può individuarne il numero? – sono destinati ad essere carne di riserva per i ricchi. Piccoli depositi di organi per i figli di chi ha denaro”. Guidi alla domanda se alcuni di questi bambini venivano mutilati, per conseguenti trapianti in Italia, aveva risposto: “In Italia, no. E’ impossibile. Ma attraversano le nostre terre come uccelli migratori, il cui destino è di essere abbattuti” (Il Giornale, 4 settembre 1995).

Le accuse fatte all’Italia.
Eppure l’Italia, scrive Giangiacomo Foà, è stata denunciata “dall’autorevole quotidiano La Nacion di Buenos Aires che in un articolo di fondo si fa eco delle accuse di don Paul Baurell, professore di Teologia dell’Università di San Paolo, e delle denunce fatte il primo agosto 1991 a Ginevra da René Bridel, rappresentante nelle Nazioni Unite dell’Associazione internazionale giuristi per la difesa della democrazia. (…). All’articolo di fondo de La Nation ha fatto eco O Globo di Rio che ci definisce ‘i maggiori importatori di bimbi brasiliani’. Il corrispondente di O Globo a Roma afferma: ‘L’Italia è il più importante compratore di bambini…’. (…). Anche in Perù la stampa ci accusa. Da mesi il quotidiano La Repubblica di Lima denuncia, con nome e cognome, coniugi italiani che sono arrivati in Perù per comprare bambini di pochi mesi o di pochi anni. Negli ultimi tempi avremmo ‘importato’ 1.500 piccoli peruviani, molti dei quali – secondo la stampa di Lima – sarebbero stati poi assassinati per asportare i loro organi per trapianti” (”Corriere della Sera”, 7 settembre 1991). Quello dei bambini rapiti, schiavizzati, violentati, costretti a prostituirsi, immolati a Satana o uccisi per espiantare i loro organi è un orrore su scala planetaria. Eppure si continua a fare poco o nulla. Giornali e televisione non denunciano il problema in tutta la sua reale gravità. Ne parlano poco e male, di tanto in tanto. I pericoli per i giovanissimi, come si è visto, vengono da più fronti, non ultima è la constatazione che, sul nostro pianeta, aumentano sempre di più le sètte dedite al culto del diavolo. Lo stesso Guidi aveva avvertito: “Alle soglie del 2000 si sta addirittura registrando un aumento di riti ‘religiosi’, mi raccomando le virgolette, che prevedono anche il sacrificio umano di bambini” (L’Italia settimanale, 15 settembre 1995).

Anonymous - Mer Dic 22 2010, 18:46:50
Oggetto:
Yara, trovate un paio di scarpe
nella via fra la casa e la palestra
Il ritrovamento è avvenuto nel tardo pomeriggio durante la perlustrazione in una siepe altissima
La strada è stata chiusa al traffico e gli agenti stanno continuando le ricerche in tutta la zona



Un paio di scarpe è stato ritrovato da una delle squadre impegnate nelle ricerche di Yara Gambirasio. Intorno alle 17,15 gli agenti della polizia scientifica e una squadra dei vigili del fuoco ha improvvisamente chiuso al traffico via Morlotti, a Brembate di Sopra, la strada che la piccola Yara ha utilizzato per andare dal centro sportivo verso casa il giorno della scomparsa. E proprio lì si pensa sia avvenuto il rapimento.


Perlustrando un'altissima siepe che si stende a ridosso della palestra, gli agenti hanno ritrovato un paio di scarpe che sono state subito sigillate e portate via. La strada è sbarrata e gli agenti stanno continuando le ricerche, che andavano avanti da qualche ora: l'impressione è che si stesse cercando qualcosa di preciso.

(22 dicembre 2010)

http://milano.repubblica.it/cronaca/2010/12/22/news/yara_trovate_un_paio_di_scarpe_lungo_la_strada_della_palestra-10508913/


-------°°°°°°-----

Yara, adesso spunta un paio di scarpe


Rinvenute sopra una siepe lungo
la via che la ragazza percorreva
per tornare a casa dalla palestra


BREMBATE (BERGAMO)
Un paio di scarpe è stato ritrovato da una delle squadre impegnate nelle ricerche di Yara Gambirasio. Intorno alle 17,15 gli agenti della polizia scientifica e una squadra dei vigili del fuoco ha improvvisamente chiuso al traffico Via Morlotti, la strada che la piccola Yara ha utilizzato per andare dal centro sportivo verso casa il giorno della scomparsa, e proprio lì si pensa sia avvenuto il rapimento.

Perlustrando un’altissima siepe che si stende a ridosso della palestra, gli agenti hanno ritrovato un paio di scarpe che sono state subito sigillate e portate via. Nel corso della giornata di oggi le ricerche si era tornate a concentrare sul cantiere del centro commerciale di Mapello già volte ispezionato. Questo perchè pare si sia voluto dare spazio all’offerta di un cinofilo di Como, proprietario di un pastore tedesco definito «molto sensibile», che in passato è riuscito a recuperare persone rimaste sotto le valanghe. Ma a un certo punto si era perfino diffusa la voce che si stesse dando credito a una sensitiva, visto che un operaio ha raccontato di avere visto carabinieri e volontari della protezione civile seguire le indicazioni di un’anziana signora.

Questo dà una volta di più l’idea del clima che si respira intorno alla vicenda dopo 26 giorni di ricerche, indagini, voci e preghiere. Oggi sull’Asse interurbano che parte proprio da Mapello per circondare tutto l’hinterland di Bergamo è stato affisso un lenzuolo con la scritta: «Chiunque siate, siamo a Natale. Yara fatecela trovare». E dopo la preghiera interreligiosa di studenti cristiani e musulmani a Filago, stamattina la madre di Yara ha accompagnato la figlia maggiore Keba nella chiesa delle Grazie di Bergamo per la Messa di Natale per le scuole della zona celebrata dal vescovo Francesco Beschi. Nel corso della Messa la madre della piccola Celilia (bimba morta di meningite a un anno di età alla quale è stato intestato un orfanotrofio in Malawi) è intervenuta unendo il suo dolore a quello di Maura Gambirasio. Anche le compagne di scuola di Keba hanno rivolto un messaggio di speranza alla compagna, per aiutarla a portare «un carico troppo pesante per una ragazza di 15 anni». Maura Gambirasio ha ceduto all’emozione e si è appartata con un’insegnante.

http://www3.lastampa.it/cronache/sezioni/articolo/lstp/381089/
Mantenos - Mer Dic 22 2010, 20:24:20
Oggetto:
In una recente meditazione OBE ho visualizzato quanto segue.

Spero di essere utile alle indagini.

Lunedi 20 dicembre, l'una di notte.


ho potuto osservare che è in vita. indossa una tuta scura con qualcosa di rosa viola adosso e non sono gli stessi vestiti che indossava al momento del prelevamento. C'è un signore con la barba del nord italia, un 33 lombardo che la incontra in continuazione e gli sta dicendo una marea di cazzate sulla sua famiglia. e stata anche drogata - lei non ne ha coscienza - e qualcuno ha preso la sua "ambrosia" per un non meglio precisato rituale.

Lei sa che potrebbe non andare a finire bene.

un contadino nell'area li circoscritta sa e ha sentito ma ha paura.

ci sono macchine importanti che vanno e vengono a trovare la bambina. gli alti livelli passano da lei e vederla quasi fosse il simbolo di qualcosa di importante.

lei è molto confusa. comportamenti bipolari. c'è il rischio che non venga più ritrovata. quando è triste canta una canzone italiana ma non riesco a capire quale cantautore (tiziano ferro forse ligabue....). piange.... e pensa alle sua amiche e al suo ragazzo a cui non si è svelata. incomincia ad avere crisi di panico. sto male... quando sento e vedo come sta sto troppo male... vi prego fate qualcosa.... è chiusa in una sorta di cantina casolare che avevo sognato qualche tempo fa

viene accudita da persone anziane una coppia senza figli forse. con la stessa età e fisionomia dei compagni di merenda Pacciani e company... ma i reali custodi sono altri....

in questo viale di paese periferico c'e un vecchio camion anni 80 marrone rosso abbandonato.... arruginito... (potrebbe essere un indizio)

c'è qualcosa di strano nella famiglia di Yara che il padre non ha detto. riguarda strane esperienze nel passato dell'uomo in ambito esoterico e non satanico...


il signor 33 con la barba è un notaio commercialista che ha origini da quelle parti e mi pare che viva a Milano. Fuma il sigaro. è ha contatti con strani personaggi in svizzera. conosce persone dello spettacolo e deve fare qualcosa che gli è stato ordinato, rituale che coinvolge L'italia - ogni nazione deve mostrare il suo rituale ad un non meglio identificato centro di potere.....

scrivo questo per avere la coscienza a posto. se un inquirente sincero e pulito mai leggesse quanto scritto, potrebbe utilizzare le informazioni per liberare Yara. sempre se queste siano attendibili (e se avessi visto il suo corpo eterico o astrale la cosa indicherebbe altre cose.... che lei non sa di essere stata eliminata.... ma voglio proprio sperare che questa sia una pista assolutamente inverosimile....)


Continuero a pregare per lei.
Austria - Mer Dic 22 2010, 21:12:57
Oggetto:
@ mantenos
Perchè non lo dici direttamente agli inquirenti?
Mantenos - Mer Dic 22 2010, 21:31:07
Oggetto:
Vedrai che qualcuno di importante ha già letto... e magari conosce pure i nostri IP....

Cmq cercherò di concretizzare il tuo consiglio (sperando che non mi prendano per matto)....
Austria - Mer Dic 22 2010, 23:41:41
Oggetto:
Meglio un matto che ha ragione che un coniglio in gabbia!
Anonymous - Gio Dic 23 2010, 02:22:23
Oggetto:
@ Mantenos
Cosa intende per 33 lombardo?
Non riesce ha dare qualche particolare in più sulla cantina casolare?
la prego, io sono della zona abito vicino alla famiglia Gambirasio.
Grazie!
Mantenos - Gio Dic 23 2010, 20:40:15
Oggetto:
Ciao Arakoien... .è difficile parlare di cose che non si conoscono bene (mi riferisco a me). Mi riferisco a qualcosa o a qualcuno che in quelle zone le frequenta perchè esiste un centro importante di qualcosa di cui però lui non ne fa parte (chiese evangeliche, gruppi esoterici, scientology, uffici di copertura, centri di riferimento per il vaticano, qualcosa insomma di rilevante a livello sociale.... ho la sensazione che questa signore provenga e frequenti questo centro...
Quali sono le cose più importnati socialmente ed eneergicamente in quella zona?

Altro non saprei dirti.

Continuo a pregare per la ragazza che credo sia ancora viva... (sono preoccupato per l'eclisse di ieri.....)

Credo che a Filago ci sia qualcosa....
Mantenos - Gio Dic 23 2010, 20:42:40
Oggetto:
Credo che a Filago ci sia qualcosa.... e il paesino di Madone..... cosa c'e li?

ma in scala più grande a Bergamo c'è altro ancora..... Lecco è il punto di arrivo....
Anonymous - Gio Dic 23 2010, 20:52:26
Oggetto:
Porca vacca ci passo spesso in quelle zone... cercherò di dare il mio supporto astrale se riesco, ma sono un pò nervoso in questi giorni per via di alcuni problemi e faccio una fatica terribile a proiettarmi fuori. Spero in meglio Rolling Eyes
Anonymous - Gio Dic 23 2010, 23:20:06
Oggetto:
Ciao Mantenos,

a Filago e a Madone non mi risulta vi sia qualcosa di rilevante riferito a quanto tu scrivi,
mentre in un paesino che dista 3,5 km da Madone e 4,5 km circa da Filago esiste da molti anni l'Associazione Congregazione per La Coscienza Di Krishna, è un villaggio isolato dove loro vivono in un mondo tutto loro.

Poi ci sono i Testimoni di Geova con tre sale del regno a Bergamo ed una a Presezzo che dista circa 4 km da Brembate Sopra.

A Bergamo città c'è la Missione Della Chiesa di Scientology Delle Orobie;
Bergamo periferia località Gorle: Church of Scientology Mission of Bergamasca;
tra Bergamo e Como Church of Scientology Mission of Merate.

Di molto rilevante c'è il paese che ha dato i natali a Papa Giovanni XXIII che è Sotto il monte, luogo di grande culto cattolico meta di pellegrinaggi e devozione popolare. (località indicata anche dalla sensitiva Polacca venuta da Roma)

A Filago in località Marne c'è il Castello di Marne abitato dal condottiero Bartolomeo Colleoni ed ora utilizzato per feste e cerimonie.

I bergamaschi sono molto cattolici osservanti, poi ci sono casi isolati di cartomanti, sensitivi, veggenti quasi in ogni paese, però io personalmente non sono a conoscenza dell'esistenza di gruppi esoterici.

Prego tanto per la piccola Yara Crying or Very sad
Anonymous - Gio Dic 23 2010, 23:27:18
Oggetto:
@Mantenos
ho dimenticato il nome del paesino dove vivono gli Hare Krishna
si tratta di Chignola d'Isola.
Mantenos - Ven Dic 24 2010, 00:23:17
Oggetto:
Quante cose!

Il castello, ad istinto, è un elemento.... chi è sto Bartolomeo Colleoni.... sta a vedere che è collegato con discendeze reali, templari e R+C.... (è soltanto un illazione questa..... ma bisognerà fare un ricerca.....)

Ciao Yara.... buonanotte e che la luce e la forza siano con te.
Anonymous - Ven Dic 24 2010, 09:00:25
Oggetto:
Arakoien ha scritto:
@Mantenos
ho dimenticato il nome del paesino dove vivono gli Hare Krishna
si tratta di Chignola d'Isola.


Un mio caro amico conosce da anni il ragazzo che gestisce questo mini-villaggio e mi racconta sempre che lui era ricco sfondato e ha donato tutto quello che aveva a chi ne aveva bisogno. Questo ragazzo vive praticamente senza luce e senza riscaldamento. Mi han promesso di portarmi al più presto a trovare questa persona e come vive la gente laggiù, dai racconti sembra che passino la maggior parte del tempo in meditazione.
Vi racconterò l'esperienza quando il mio amico si deciderà a farmi conoscere questa gente Laughing
Io personalmente, dai racconti che mi hanno fatto, dubito possano centrare qualcosa.

Un caloroso fascio di luce per Yara
Brando - Ven Dic 24 2010, 12:25:56
Oggetto:
http://temporeale.libero.it/libero/news/2010-12-24_124557973.html
cluster - Ven Dic 24 2010, 18:34:33
Oggetto:
Mantenos ha scritto:
Quante cose!

Il castello, ad istinto, è un elemento.... chi è sto Bartolomeo Colleoni.... sta a vedere che è collegato con discendeze reali, templari e R+C.... (è soltanto un illazione questa..... ma bisognerà fare un ricerca.....)

Ciao Yara.... buonanotte e che la luce e la forza siano con te.


ho trovato questo :


Marino Colleoni, il nuovo proprietario, lo fece restaurare e lo arredò con mobili e oggetti quattrocenteschi, presi da altri castelli in rovina. La parte nord, andata distrutta in un incendio, fu ricostruita e quella ancora esistente fu restaurata. Nel castello esisteva un misterioso cunicolo sotterraneo, usato durante gli assedi per il rifornimento dei viveri, che era collegato anche al vicino castello di Grignano (questo, a sua volta, era in collegamento con quello di Trezzo). Il conte Marino Colleoni, durante i lavori di restauro del castello, fece murare l'entrata del cunicolo, dopo averlo giudicato pericolante. Si dice che il conte si affrettasse a farlo chiudere a causa di certi macabri ritrovamenti.


Come ogni castello che si rispetti, anche questo di Marne ha le sue leggende, moltiplicatesi nella fantasia popolare soprattutto dopo che il conte Marino Colleoni aveva chiuso il cunicolo sotterraneo. Nota la tradizione che riporta l'apparizione, all'entrata del castello, di un fantasma con un grande mantello nero, o la romantica storia di Adelasia, la bella damigella figlia del castellano Guatterio Verando, contesa tra due cavalieri, che sarebbe stata liberata dal malvagio da parte di uno stuolo di cavalieri, penetrati nel castello tramite il condotto sotterraneo.
Mantenos - Ven Dic 24 2010, 19:35:41
Oggetto:
Il castello è quasi certamente il coperchio della pentola... (sensazione)...

Forza Yara.... forza.... buon Natale Yara...
Austria - Sab Dic 25 2010, 14:09:27
Oggetto:
Scusatemi, ma vorrei portare alla Vostra attenzione questi videos, che parlano di situazioni veramente atroci successe a bambine nel bel mezzo dell'Europa civilizzata, in mezzo a delle case di gente per bene, altalocata. Una cosa è leggere di questi fatti allucinanti su carta stampata, un conto è sentirli raccontare dalle vittime. In parte viene raccontato in Francese, in parte in Tedesco, ma sicuramente capirete il contenuto, in quanto anche Voi siete gente informata. Io spero con tutto il cuore che Yara non sia presa da gentaglia di questo genere, lo spero, ma purtroppo il mondo è saturo di uomini (e donne) macabri e cattiva e non escludo niente.

http://www.youtube.com/watch?v=G1UN0XMbxqA&feature=BF&list=FLK72F6o8mUj4&index=5

http://www.youtube.com/watch?v=OX9AvCOLP9s&feature=BF&list=FLK72F6o8mUj4&index=7

http://www.youtube.com/watch?v=a92xkTjFaLw&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=VBgRYHbbxEM&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=jBeQ4vKBBIw&feature=related

Quando spariscono delle bambine mi viene automaticamente in mente il caso di Marc Dutroux in Belgio, il quale è l'unico imputato in quanto gente altolocata e membri della polizia e della politica ne erano partecipi e hanno depistato le indagini. E questo sotto gli occhi di tutto il mondo!! E se fosse così anche lì, a Brembate di Sopra e d'intorni? Possibile? Ma no... no... no... O si?
Austria - Dom Dic 26 2010, 18:21:26
Oggetto:
http://www.ecodibergamo.it/videos/Video/7584/

http://www.ecodibergamo.it/videos/Video/7585/

Il vescovo in chiesa a Brembate
«Dobbiamo trovare Yara»
«Dobbiamo trovare Yara per ritrovare il Signore. Dobbiamo trovare il Signore perchè trovando il Signore troveremo Yara in qualunque luogo e in qualunque condizioni si trovi». Sono queste le parole del vescovo monsignor Francesco Beschi al termine della sua omelia durante la Messa celebrata nella chiesa parrocchiale di Brembate Sopra domenica mattina 26 dicembre.

Qualcuno sa spiegarmi cosa vogliono dire le su citate parole del vescovo? Hanno un senso? Col mio Italiano scarso non riesco a capirne il senso. A dire la verità il vescovo mi sembra un po' matto. Ma Voi, che siete più vicini, forse avete un'altra visione...[/b]
Anonymous - Dom Dic 26 2010, 19:27:16
Oggetto:
Allo scadere di un mese esatto dalla scomparsa, sono riprese le ricerche di Yara Gambirasio. Ricerche, una volta di più, rese difficili da una fitta nevicata che sta cadendo sulla provincia di Bergamo. Nelle ultime ore c'è stato un momento di paura, quando è stata segnalata la presenza di un cadavere che galleggiava sul fiume Brembo all'altezza di Ponte San Pietro.


Il corpo è stato ripescato: si trattava di quello di un uomo adulto, tuttora in corso di identificazione.
Nel corso della giornata i cani delle unità cinofile impegnate nelle ricerche nei dintorni di Zogno hanno recuperato alcuni oggetti, che vengono sottoposti al vaglio. Intanto continuano anche le indagini, che secondo alcune indiscrezioni ruotano intorno all'ipotesi che Yara possa essere stata sequestrata da professionisti e che sia ancora viva, anche se in una zona lontana da Brembate di Sopra. Sarebbe stata la comunicazione di questa ipotesi al centro della convocazione del padre della ragazza da parte dei carabinieri, la vigilia di Natale. Non si sa ancora quali siano gli indizi che spingono gli investigatori in questa direzione.

(26 dicembre 2010)


http://milano.repubblica.it/cronaca/2010/12/26/news/yara_riprendono_le_ricerche_sotto_la_neve_confermata_al_padre_la_pista_del_sequestro-10587682/?ref=HREC1-9


-------

http://www3.lastampa.it/cronache/sezioni/articolo/lstp/381366/

.............
Nel frattempo continuano ad accavallarsi le testimonianze ritenute inattendibili dagli inquirenti, i falsi allarmi e gli atti di sciacallaggio.

Dopo che due giorni fa su un sito Internet era comparsa la notizia del falso ritrovamento della piccola Yara, ieri per qualche minuto si è temuto che il cadavere di una donna trovato lungo il Brembo a Curno (Bergamo) potesse essere quello della tredicenne. Il corpo, recuperato dai sommozzatori, era invece di una signora straniera di 37 anni che si era tolta la vita gettandosi in acqua.
........


.......due notizie che non combaciano...Di chi sarà stato quel corpo ripescato?
un uomo adulto o di una signora straniera di 37 anni?

Rolling Eyes
cibernella - Lun Dic 27 2010, 00:05:53
Oggetto:
Mantenos ha scritto:


in questo viale di paese periferico c'e un vecchio camion anni 80 marrone rosso abbandonato.... arruginito... (potrebbe essere un indizio)




ciao a tutti

mio marito dice che ricorda che cè un camion cosi nel parcheggio dell'Lidl di Palazzago
qualcuno conferma?

per favore chi ha la possibilita' dell'obe...ci provi..per Yara...
Anonymous - Lun Dic 27 2010, 01:28:13
Oggetto:
In mattinata vado a verificare, grazie per l'informazione.



Vogliamo trovare Yara!
Anonymous - Lun Dic 27 2010, 02:21:04
Oggetto:
Austria ha scritto:
http://www.ecodibergamo.it/videos/Video/7584/

http://www.ecodibergamo.it/videos/Video/7585/

Il vescovo in chiesa a Brembate
«Dobbiamo trovare Yara»
«Dobbiamo trovare Yara per ritrovare il Signore. Dobbiamo trovare il Signore perchè trovando il Signore troveremo Yara in qualunque luogo e in qualunque condizioni si trovi». Sono queste le parole del vescovo monsignor Francesco Beschi al termine della sua omelia durante la Messa celebrata nella chiesa parrocchiale di Brembate Sopra domenica mattina 26 dicembre.

Qualcuno sa spiegarmi cosa vogliono dire le su citate parole del vescovo? Hanno un senso? Col mio Italiano scarso non riesco a capirne il senso. A dire la verità il vescovo mi sembra un po' matto. Ma Voi, che siete più vicini, forse avete un'altra visione...[/b]


Significa che attraverso il dolore il dispiacere che questo fatto ci arreca possiamo ritrovare una fede rinnovata.
Il nostro Vescovo non è matto, le sue come quelle di tutti i prelati e sacerdoti sono parafrasi.

"Coloro che danzavano venivano considerati folli da coloro che non riuscivano a sentire la musica" A.Monet
Anonymous - Lun Dic 27 2010, 07:19:17
Oggetto:
Cibernella cercando in rete non mi risulta un Lidl a Palazzago... sei sicura?
Anonymous - Lun Dic 27 2010, 09:02:49
Oggetto:
Megamind ha scritto:
Cibernella cercando in rete non mi risulta un Lidl a Palazzago... sei sicura?


Buongiorno Megamind

Sono quasi sicura che Cibernella abbia confuso LD con Lidl il quale non esiste in quella zona, mentre LD sì, ti allego il link.
Questo LD a Palazzago fa parte di un immobile commerciale il quale per metà è adibito a supermercato mentre un'altra parte è adibita alla vendita di auto usate.
Fuori da questo immobile vi è un grande parcheggio che è di pertinenza che serve al supermercato ed al rivenditore di auto dove tiene appunto le auto in vendita,
poi lì intorno vi sono altre attività industriali e commerciali con materiali mezzi e merci varie; oggi vado a vedere un pò.. comunque la zona circostante è collinare piena di boschi cascinali casolari ruderi e certi luoghi sono stati controllati.

http://www.centro-commerciale.eu/map?DISCOUNT/Bergamo/PALAZZAGO//L.D./10/9154/52/
cibernella - Lun Dic 27 2010, 09:58:25
Oggetto:
si mio marito mi disse cosi, adesso sta al lavoro.. allora forse è Ld o Eurospin..stavo provando con Google Hearth ma non si vede...
potrebbe essere li quindi?
grazie
Anonymous - Lun Dic 27 2010, 14:13:32
Oggetto:
cibernella ha scritto:
si mio marito mi disse cosi, adesso sta al lavoro.. allora forse è Ld o Eurospin..stavo provando con Google Hearth ma non si vede...
potrebbe essere li quindi?
grazie





Sono stata a verificare al parcheggio dell'LD ed allego foto di ciò che ho trovato.

Non mi sembra corrisponda a quanto descritto da Mantenos.

In una via interna di quella zona, ho trovato in un parcheggio questo vecchio
camper di cui allego foto ..
cluster - Lun Dic 27 2010, 14:57:21
Oggetto:
non c'è molta neve sul tetto del camper,proprio vecchio non direi
cluster - Lun Dic 27 2010, 15:01:57
Oggetto:
a questo punto sarebbe interessante per capire se ci potrebbe essere un minimo di riscontro con quanto visto nell'esperienza di mantenos ,dove quel vecchio camion marrone possa essere.
Austria - Lun Dic 27 2010, 18:27:18
Oggetto:
Arakoien ha scritto:
Austria ha scritto:
http://www.ecodibergamo.it/videos/Video/7584/

http://www.ecodibergamo.it/videos/Video/7585/

Il vescovo in chiesa a Brembate
«Dobbiamo trovare Yara»
«Dobbiamo trovare Yara per ritrovare il Signore. Dobbiamo trovare il Signore perchè trovando il Signore troveremo Yara in qualunque luogo e in qualunque condizioni si trovi». Sono queste le parole del vescovo monsignor Francesco Beschi al termine della sua omelia durante la Messa celebrata nella chiesa parrocchiale di Brembate Sopra domenica mattina 26 dicembre.

Qualcuno sa spiegarmi cosa vogliono dire le su citate parole del vescovo? Hanno un senso? Col mio Italiano scarso non riesco a capirne il senso. A dire la verità il vescovo mi sembra un po' matto. Ma Voi, che siete più vicini, forse avete un'altra visione...[/b]


Significa che attraverso il dolore il dispiacere che questo fatto ci arreca possiamo ritrovare una fede rinnovata.
Il nostro Vescovo non è matto, le sue come quelle di tutti i prelati e sacerdoti sono parafrasi.

"Coloro che danzavano venivano considerati folli da coloro che non riuscivano a sentire la musica" A.Monet




Mah, alcuni quando soffrono troveranno pure la fede, ma ci sarà pure qualcuno che la perde quando si rende conto quanto è malvagio il mondo dei grandi... Ad ogni modo spero che prima o poi si troverà una soluzione a questa tristissima storia.
Domanda: Le chiese e le varie canoniche sono già state controllate? E i preti pure?
cibernella - Lun Dic 27 2010, 18:30:37
Oggetto:
Un fatto strano accaduto è che pochi giorni dopo la scomparsa sè suicidato un prete di caravaggio (mostrato anche in precedenza alle Iene) mentre il giorno prima della scomparsa sè suicidato un carabiniere con lo stesso cognome della bambina, ma nessuno sa se fosse parente
Comunque dopo il caso Claps direi che cè da controllare tutto...
Austria - Lun Dic 27 2010, 18:32:52
Oggetto:
Direi di si, cibernella! Assolutamente!
biofa87 - Lun Dic 27 2010, 18:37:46
Oggetto:
ciao a tutti. sono nuovo del forum, è un po che vi seguo ma non ho mai scritto.

il 25 novembre, il giorno prima della scomparsa di Yara, un carabiniere si è suicidato in caserma a Zogno, a circa 15 Km da Brembate.

http://www.vip.it/bergamo-carabinieri-si-uccide-in-caserma/

e la caserma è in via 25 aprile... bah..

comunque io abito nella bergamasca e voci di paese dicono che sia lo zio di Yara. L'iniziale del cognome in effetti è G.

Un'altra curiosità è che nell'archivio del sito dell'Eco di Bergamo la notizia non è riportata, o io non lo trovata
Mantenos - Lun Dic 27 2010, 20:16:45
Oggetto:
Si ha modo di verificare se questo zio è il fratello del padre di Yara (potrebbe indicare una pista da cui partire visto che mi è parso intuire nell'OBE che il padre è coinvolto con qualcosa di esoterico ma non satanico, in modo, credo inconsapevole).

Se così fosse bisogna subito verificare le misteriose circostanze del suicidio (compresa l'ipotesi Mind Control).


Il camion marrone non è sull'asfalto ma parcheggiato e fermo ameno da 20 anni dentro una specie strada terrosa con alberi intorno qui e la... esiste in quelle zone una vecchia stradina sterrata che faceva da scorciatoria tra i paesi ancora prima dell'asfalto? l'immagine impressa nella mente è questa..... (ho la sensazione che Yara sia stata trasferita ieri mattina presto.... e che ha tentato di fuggire.... - il sogno di questa notte dice molto a riguardo....)


Yara tieni duro... dicci che ci sei ancora...
cluster - Lun Dic 27 2010, 20:17:54
Oggetto:
cibernella ha scritto:
Un fatto strano accaduto è che pochi giorni dopo la scomparsa sè suicidato un prete di caravaggio (mostrato anche in precedenza alle Iene) mentre il giorno prima della scomparsa sè suicidato un carabiniere con lo stesso cognome della bambina, ma nessuno sa se fosse parente
Comunque dopo il caso Claps direi che cè da controllare tutto...



come fai a dire che è lo stesso cognome? in quei pochi articoli che ho trovato su questo suicidio ci sono solo le iniziali P.G.
Mantenos - Lun Dic 27 2010, 20:43:03
Oggetto:
Seconda OBE...

Mentre scrivo ho freddo e aumenta sempre più .... credo che la ragazza stia morendo di freddo sia quasi viola dal freddo.... credo che sia in vita ma siamo in pericolo.... è stata spostata da dove si trovava perche probabilmente la situazione si stava facendo pericolosa.

non so se è stata trasferita in una grande città. forse il piano era questo (Bergamo... Brescia) adesso si trova in qualche baracca di ferro e legno in prossimità del fiume.... c'è un fiume ? cercate di vedere i ruscelli minori li.... mentre ti scrivo sto visualizzando un cane pastore secco e brutto legato e ringhiso .... e un maremmano libero....grande.... fuori strada e fuori mano (i pescatori potrebbero conoscere questi luoghi: sarebbero da contattare)

la famiglia di anziani... che la teneva secondo la mia OBE.... cercate di vedere se ci sono stati lutti di uomo o donna di 60- 70 anni in questi giorni.... perche potrebbe non trattarsi di morta accidentale.


Forza Yara che il calore del mondo regni nel tuo cuore e ti impedisca di sentire freddo....
biofa87 - Lun Dic 27 2010, 21:04:15
Oggetto:
x mantenos

sempre voci di paese dicono che hanno saputo dai volontari, che 2 cani usati per le ricerche (non contemporaneamente) hanno portato dalla palestra fino al ponte di Briolo, paese confinante con Brembate (vedi google maps) e li si sono fermati. Sotto questo ponte passa il fiume Brembo.

ripeto che sono solo voci che girano
Anonymous - Lun Dic 27 2010, 21:16:54
Oggetto:
Citazione:
comunque io abito nella bergamasca e voci di paese dicono che sia lo zio di Yara. L'iniziale del cognome in effetti è G.



nessuna notizia riporta il nome per intero.Il più delle volte non riportano nemmeno le iniziali.
Non resta altro che parlare con la gente del paese per sapere l'identità (sarà sepolto nel cimitero di Zogno?)

Questa notizia riporta che la morte risale il 26-11-2010 e che era il QUINTO suicidio in un mese di un carabiniere:

Nessuno se ne è accorto almeno in questo forum, ma questo collega è il quinto in un mese.
26/11/2010:
Bergamo, carabiniere 53enne suicida in caserma.
Un militare dell'Arma dei Carabinieri si è ucciso oggi nella caserma della Compagnia di Zogno, in provincia di Bergamo.
L'uomo, 53 anni, si è tolto la vita sparandosi un colpo di pistola.
Il brigadiere capo in forza da anni al Nucleo Operativo della Compagnia era molto conosciuto nella zona della Valle Brembana.
Il militare era nel suo ufficio, quando con la pistola d'ordinanza ha premuto il grilletto. Sul posto, sono giunti il comandante della Compagnia Filippo Bentivogli e il comandante provinciale dell'Arma Roberto Tortorella. Ancora non si conosce il motivo del tragico gesto; il 53enne non ha lasciato infatti alcun biglietto.
Come al solito l'Arma, la grande famiglia e chi la dirige, ma anche i colleghi, non si avvedono mai del disagio di un appartenente, già dimenticavo, i numeri non hanno disagio semmai lo danno per chi non ha dimestichezza con la matematica .
Le mie più sentite condoglianze alla famiglia del collega ed un ideale abbraccio a chi non è più tra di noi .

http://forum.grnet.it/viewtopic.php?f=43&t=2288&start=15

il carabiniere era MOLTO conosciuta nella zona della valbrembana quindi in molti della zona erano al corrente del suicidio e ne conosceranno il nome.

--------

editato............
http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Caso-Yara-monsVecchi-rapita-da-mens-demoniaca-Il-sensitivo-e-stata-uccisa_311341622988.html


Più drammatica la lettura della scomparsa di Yara che dà Mario Alocchi, il sensitivo che aveva scoperto la tragica fine di Sarah Scazzi e che in passato si è occupato di altri casi di persone scomparse. Per lui anche Yara è stata uccisa da chi ne era ossessionato. Yara è stata ammazzata da una persona pericolosissima con qualche disturbo mentale che si era innamorato di lei. Non una persona di famiglia, ma un uomo di una certa età, che la giovane promessa della ginnastica conosceva e che, in passato, ha avuto un attrito con la madre di Yara.
Un 'verdetto' che l'esperto annuncia all'Adnkronos dopo aver usato la tecnica della radioestesia. Il 40enne consulente esoterico di Civitavecchia, da giorni studia la scomparsa di Yara e mette in guardia gli inquirenti: "La chiave del mistero sta nella palestra. Chi ha ammazzato Yara era in palestra, bisogna ripartire da lì". Ad uccidere la 13enne "caduta in una trappola mortale" è stato, secondo l'esperto "un uomo pericolosissimo con qualche disturbo mentale". Difficile la sua descrizione, ma per il sensitivo si tratta di una persona "non giovane, ma di una certa età". Chi ha colpito ha scelto a lungo il suo bersaglio. Non una sconosciuta, ma una persona che ha avuto un litigio in passato con la madre della 13enne. Chi ha preso Yara "è una persona che la 13enne conosceva, che da tempo l'aveva adocchiata. Sicuramente andava spesso a vedere Yara quando faceva ginnastica".
L'esperto non ha mai messo piede a Brembate Sopra e non ha avuto contatti con la famiglia della giovane scomparsa, ha fatto assicura numerosi consulti. "Non sono riuscito -confessa- a capire dove si trova il corpo di Yara", ma svela: "Nelle mie ricerche viene sempre la carta dell'imperatrice che raffigura la mamma. Potrebbe trattarsi di una persona che, in un lontano passato, ha avuto -conclude- un attrito con la mamma della 13enne".


già postato il 1°dicembre
biofa87 - Lun Dic 27 2010, 21:27:04
Oggetto:
http://www.newnotizie.it/2010/12/12/yara-gambirasio-si-teme-sequestro-movente-camorristico/

estratto saliente:

"Alcuni dei mezzi presenti in cantiere provenivano, e testimoniando quantomeno un rapporto, dalla ditta Lopav, finita al vaglio della Dda di Napoli per presunti collegamenti con un noto clan camorristico. La Gamba, ditta in cui lavora Fulvio Gambirasio, aveva lavorato in passato proprio con la Lopav."


Quindi la ditta Gamba Costruzioni, dove lavora il padre, in passato ha lavorato con questa Lopav Pima, i cui titolari sono stati arrestati per collusione con la camorra. Di seguito l'intervista al titolare della ditta Gamba

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-712f1a22-727b-4ee5-a888-7efb1485a582.html
Anonymous - Lun Dic 27 2010, 21:55:40
Oggetto:
Mantenos ha scritto:
Si ha modo di verificare se questo zio è il fratello del padre di Yara (potrebbe indicare una pista da cui partire visto che mi è parso intuire nell'OBE che il padre è coinvolto con qualcosa di esoterico ma non satanico, in modo, credo inconsapevole).

Se così fosse bisogna subito verificare le misteriose circostanze del suicidio (compresa l'ipotesi Mind Control).


Il camion marrone non è sull'asfalto ma parcheggiato e fermo ameno da 20 anni dentro una specie strada terrosa con alberi intorno qui e la... esiste in quelle zone una vecchia stradina sterrata che faceva da scorciatoria tra i paesi ancora prima dell'asfalto? l'immagine impressa nella mente è questa..... (ho la sensazione che Yara sia stata trasferita ieri mattina presto.... e che ha tentato di fuggire.... - il sogno di questa notte dice molto a riguardo....)


Yara tieni duro... dicci che ci sei ancora...



Il papà di Yara non ha fratelli ha solo una sorella, lo so per certo!

Individuare una stradina così descritta credo che per tutti noi risulti quasi impossibile,
ce ne sono tante ma tante in queste zone fatte di colline e montagne.
Un aiuto potrebbe solo arrivare da chi da un mese sta effettuando le ricerche e sta battendo palmo a palmo tutta la zona .. mi sconvolge e mi sento così impotente nel leggere le tue sensazioni Mantenos ...

Yara stiamo arrivando, tieni duro!!!
cibernella - Lun Dic 27 2010, 22:22:43
Oggetto:
cluster ha scritto:

come fai a dire che è lo stesso cognome? in quei pochi articoli che ho trovato su questo suicidio ci sono solo le iniziali P.G.


perche' quando è accaduto andai a leggere, e trovai nome e cognome che ora pero' non trovo piu', pare che una pagina è inesistente, non so se era quella pero'
Austria - Lun Dic 27 2010, 22:32:08
Oggetto:
@ mantenos
Ma gli inquirenti ti conoscono? Collabori in qualche maniera con loro? Con la famiglia? Sei in qualche maniera coinvolto nelle ricerche? Mi piacerebbe sapere, sempre se vuoi...
Anonymous - Lun Dic 27 2010, 22:34:10
Oggetto:
Fonte:
http://forum.alfemminile.com/forum/f91/__f15721_f91--cry-scusate-non-vi-sembra-strano.html

scusate non vi sembra strano?

Ciao a tutte/i
ho appena fatto delle ricerche su yara la ragazzina sparita di cui ormai si cerca il corpo e facendo delle ricerche sono venuta a scoprire che il giorno prima che lei sparisse, lo zio nonchè brigagliere Gambirasio si è tolto la vita con un colpo di pistola nella caserma di Zogno... un uomo di 54 anni che da anni era impegnato nel nucleo operativo della compagnia di Zogno. Mai in divisa, sempre in borghese, lavorava da tempo come investigatore e occupava quel ruolo da anni. Una persona di esperienza dell'Arma dei carabinieri...
Forse sono una dai cattivi pensieri...per io credo che il suo suicidio centri qualcosa con la scomparsa della nipote.

Si è suicidato alle 8 di sera in caserma all'improvviso senza lasciare nemmeno un biglietto di addio alla moglie e figli, non è tutto strano? magari sapeva qualcosa perchè suicidarsi così? e il giorno dopo la nipote che viene presa.. non so forse ragiono troppo sulle cose e i costruisco cose inesistenti..è solo che non credo nella fatalità delle cose.

scusate so che non è il posto adatto qui per da quando è scomparsa questa bambina ogni giorno ci penso e prego ma davvero ormai so che non ci sono più speranze 8 giorni di silenzio sono tanti sono così triste per tutte queste cose brutte che succedono nel mondo..


A quanto pare leggendo le risposte il cognome è proprio Gambirasio, zio o non zio sicuramente vuol dire qualcosa...
Anonymous - Lun Dic 27 2010, 23:56:02
Oggetto:
Yara, annuncio dei genitori
"Domani appello ai rapitori"
Per la prima volta a un mese dalla scomparsa della figlia, il padre e la madre
decidono di incontrare la stampa per poter rivolgere un appello ai sequestratori

Domani per la prima volta i genitori di Yara parleranno con i giornalisti. Fulvio e Maura Gambirasio, che finora avevano deciso di tenere un profilo molto basso, non parlando mai con la stampa e addirittura cercando di non farsi vedere nemmeno alle messe, hanno deciso di incontrare i giornalisti.


I genitori di Yara avrebbero intenzione di lanciare un appello ai rapitori della figlia e di ringraziare tutti coloro che finora hanno partecipato alle ricerche o hanno fatto sentire loro la propria vicinanza. L'incontro si svolgerà alle 10 all'ex colonia elioterapica di via Brembo a Brembate Sopra, che per settimane è stato il quartier generale dei soccorsi.

http://milano.repubblica.it/cronaca/2010/12/27/news/yara_annuncio_dei_genitori_domani_messaggio_ai_rapitori-10618208/


al momento non si capisce che prove abbiano per dire che è stato un rapimento e chi siano anche i presunti sequestratori. Lanciano un appello a chi?
Rolling Eyes
cluster - Mar Dic 28 2010, 00:25:11
Oggetto:
ho trovato su questo forum un parente del brigadiere che assicura che il brigadiere non è parente di yara.

http://forum.alfemminile.com/forum/f91/__f15721_f91--cry-scusate-non-vi-sembra-strano.html
Anonymous - Mar Dic 28 2010, 07:21:36
Oggetto:
Lo stesso che ho postato io cluster Very Happy
Anonymous - Mar Dic 28 2010, 09:43:36
Oggetto:
cluster ha scritto:
ho trovato su questo forum un parente del brigadiere che assicura che il brigadiere non è parente di yara.

http://forum.alfemminile.com/forum/f91/__f15721_f91--cry-scusate-non-vi-sembra-strano.html



Quel brigadiere vi ribadisco anch'io non trattasi di fratello del papà di Yara!
Sono di Brembate da quando sono nata, abito a pochi metri da casa loro , ho visto crescere Fulvio e siamo anche lontanamente parenti. Lui ha solo una sorella!!!
Direi di chiudere con queste ipotesi e congetture fantasiose!
Anonymous - Mar Dic 28 2010, 11:29:50
Oggetto:
Arakoien ha scritto:
cluster ha scritto:
ho trovato su questo forum un parente del brigadiere che assicura che il brigadiere non è parente di yara.

http://forum.alfemminile.com/forum/f91/__f15721_f91--cry-scusate-non-vi-sembra-strano.html



Quel brigadiere vi ribadisco anch'io non trattasi di fratello del papà di Yara!
Sono di Brembate da quando sono nata, abito a pochi metri da casa loro , ho visto crescere Fulvio e siamo anche lontanamente parenti. Lui ha solo una sorella!!!
Direi di chiudere con queste ipotesi e congetture fantasiose!




resta da capire come mai ci siano stati in un mese cinque suidici fra i carabinieri della zona.Anche questo è stato postato, pur senza, apparente, attinenza a questo caso di sparizione. Resta inoltre da capire il motivo dei molti suicidi di persone proprio nella zona della valbrembana che si verificano da anni.


Ritornando in topic i genitori di Yara fanno un appello durante un incontro con la stampa:


Brembate di Sopra (Bergamo), 28 dic. (Adnkronos) - (dall'inviato Daniele Rossignoli)- "Noi imploriamo la pietà di quelle persone che trattengono Yara, chiediamo loro di rispolverare nella loro coscienza un sentimento di amore e dopo averla guardata negli occhi gli aprano quella porta o quel cancello che la separa dalla sua libertà". Questo l'appello che i genitori di Yara Gambirasio, Fulvio e Maura, hanno rivolto in un incontro con la stampa nella ex colonia elioterapica di Brembate di Sopra.


Prima di leggere questo accorato appello il padre di Yara, signor Fulvio, ha voluto ringraziare tutti quanti stanno operando per le ricerche della figlia sottolineando la convinzione "che Yara sia ancora viva".
"Noi vi preghiamo: ridateci nostra figlia -prosegue l'appello dei genitori di Yara- aiutateci a ricomporre il puzzle della nostra quotidianità, aiutateci a ricostruire la via della nostra normalità. La gente ci conosce bene, non abbiamo mai fatto o voluto il male di nessuno, ci siamo sempre dimostrati come una famiglia aperta, trasparente e disponibile verso gli altri e non meritiamo di proseguire la nostra vita senza il sorriso di Yara".
"Siamo una famiglia semplice -continua l'appello- siamo un nucleo di persone che ha basato la propria unità sull'amore, sul rispetto, sulla sincerità e sulla solarità del nostro quieto vivere. Da un mese ci stiamo ponendo innumerevoli domande sul chi, il che cosa, il come, il quando e il perché ci sta accadendo tutto ciò".

"Noi non cerchiamo risposte, noi non chiediamo di sapere, noi non ci assilliamo per capire, noi non vogliamo puntare il dito verso qualcuno ma desideriamo solo immensamente -prosegue l'appello- che nostra figlia faccia ritorno nel suo mondo, nel suo paese, nella sua casa, nelle braccia dei suoi cari".
Prima di leggere l'appello, scritto a mano e in stampatello, il padre di Yara, Fulvio, visibilmente provato e accompagnato dalla moglie, ha tenuto a sottolineare di "non essere abituati a parlare con i giornalisti" e di aver semplicemente chiesto di incontrare la stampa "per ringraziare tutti quanti ci stanno seguendo ed aiutando in questo cammino di speranza perche' crediamo e siamo convinti che Yara sia viva".
L'incontro è durato pochi minuti e al termine della lettura dell'appello i genitori, accompagnati dal sindaco di Brembate di Sopra, Diego Locatelli, si sono allontanati senza aggiungere altro.

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Yara-i-genitori-Ridateci-nostra-figlia-Siamo-convinti-che-e-viva_311464158227.html
-------------

http://www.corriere.it/cronache/10_dicembre_28/appello-genitori-yara_ab3cf1a6-1263-11e0-80e3-00144f02aabc.shtml
appello dei genitori di Yara, ridateci nostra figlia

-------

[i] (ANSA) - BERGAMO), 28 DIC - I genitori di Yara Gambirasio, la ragazza di Brembate Sopra scomparsa il 26 novembre scorso, hanno voluto anche ringraziare ''tutta la gente che con molto amore, con rispetto ci sta sostenendo in questo cammino di speranza''.

Parlando con i giornalisti, prima di leggere il loro appello, hanno spiegato di parlare di ''cammino di speranza'' perche' ''noi crediamo, siamo convinti, come le forze dell'ordine, che Yara sia viva''.

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2010/12/28/visualizza_new.html_1645934187.html

--------------
Bergamo, 28 dic. (Apcom) - Convinti che Yara sia via. "Ne siamo convinti noi e gli inquirenti". "Ridateci nostra figlia" perché "non meritiamo di proseguire la nostra vita senza il suo sorriso". Maura e Fulvio Gambirasio credono fermamente che la loro figlia, Yara, sia viva. E lo hanno dichiarato, per la prima volta incontrando la stampa, prima di leggere un appello per la liberazione di Yara. Fulvio Gambirasio ha letto quindi l'appello. "Noi siamo una famiglia semplice, siamo un nucleo di persone che ha basato la propria unità sull'amore, sul rispetto, sulla sincerità e sulla solarità nel nostro quieto vivere. Da un mese ci stiamo ponendo innumerevoli domande sul chi, il che cosa, il come, il quando e il perché ci sta accadendo tutto ciò. Noi non cerchiamo risposte, noi non chiediamo di sapere, noi non ci assilliamo per capire, noi non vogliamo puntare il dito verso qualcuno, noi desideriamo solo immensamente che nostra figlia faccia ritorno nel suo mondo, nel suo paese, nella sua casa, nelle braccia dei suoi cari. Noi imploriamo la pietà di quelle persone che trattengono Yara, chiediamo loro di rispolverare nella loro coscienza un sentimento d'amore; e dopo averla guardata negli occhi, gli aprano quella porta o quel cancello che la separa dalla sua libertà". "Noi - prosegue l'appello letto dal padre della ragazzina scomparsa da Brembate Sopra il 26 novembre - vi preghiamo, ridateci nostra figlia, aiutateci a ricomporre il puzzle della nostra quotidianità, aiutate a ricostruire la via della nostra normalità. La gente ci conosce bene, non abbiamo mai fatto o voluto il male di nessuno, ci siamo sempre dimostrati come una famiglia aperta, trasparente e disponibile verso gli altri e non meritiamo di proseguire la nostra vita senza il sorriso di Yara".

http://www.apcom.net/newscronaca/20101228_103403_344aa94_107721.shtml
cibernella - Mar Dic 28 2010, 11:38:08
Oggetto:
Ho letto in un altro forum che si è suicidato un sessantenne di Brembate settimana scorsa
Poi il 26 la donna di Ponte San Pietro..
Ma quante morti strane
Grazie per il chiarimento sul carabiniere, almeno ora si sa qualcosa di preciso
cluster - Mar Dic 28 2010, 12:04:37
Oggetto:
''noi crediamo, siamo convinti, come le forze dell'ordine, che Yara sia viva''.


questa frase mi fa pensare che abbiano ricevuto una lettera, qualcosa per cui si dicono certi che la figlia è viva.

altrimenti il solo fatto che in un mese non si è trovato il corpo non è una certezza nè che sia viva nè che sia morta. invece loro hanno questa certezza ,perchè?
cluster - Mar Dic 28 2010, 12:07:06
Oggetto:
Megamind ha scritto:
Lo stesso che ho postato io cluster Very Happy


si lo stesso Cool
cluster - Mar Dic 28 2010, 15:12:10
Oggetto:
cibernella ha scritto:
Ho letto in un altro forum che si è suicidato un sessantenne di Brembate settimana scorsa
Poi il 26 la donna di Ponte San Pietro..
Ma quante morti strane
Grazie per il chiarimento sul carabiniere, almeno ora si sa qualcosa di preciso



non riesco a trovare questa notizia del suicidio del 60ntenne dove l'hai presa?
cibernella - Mar Dic 28 2010, 16:02:26
Oggetto:
scusate ho scritto forum ma era da facebook..si puo' mettere il link spero?
http://www.facebook.com/pages/Gruppo-per-trovare-Yara-Gambirasio/145154705536916#!/topic.php?uid=145154705536916&topic=205
altra cosa, leggevo un certo RosaR in questo forum, ora credo cancellato.. che diceva sarebbero spariti uno o due bambini..Sarah e Yara?
Anonymous - Mar Dic 28 2010, 16:53:22
Oggetto:
cluster ha scritto:
''noi crediamo, siamo convinti, come le forze dell'ordine, che Yara sia viva''.


questa frase mi fa pensare che abbiano ricevuto una lettera, qualcosa per cui si dicono certi che la figlia è viva.

altrimenti il solo fatto che in un mese non si è trovato il corpo non è una certezza nè che sia viva nè che sia morta. invece loro hanno questa certezza ,perchè?


essere convinti ed avere delle prove sono due cose diverse e distinte.
Se è stato un rapimento non sono stati chiesti soldi per il riscatto? solo se esiste richiesta di denaro da parte dei rapitori esiste la certezza del rapimento.
Su che cosa si potrebbe basare una 'certezza' di rapimento, in questo caso e anche che la ragazzina sia ancora in vita se non esistono prove?


In questa gallery la foto della lettera della famiglia Gambirasio scritta in stampatello

http://multimedia.lastampa.it/multimedia/in-italia/lstp/8023/
Anonymous - Mar Dic 28 2010, 21:14:56
Oggetto:
Mantenos ha scritto:
Ps... la Santa è patrona di Bergamo...



Il patrono di Bergamo è Sant'Alessandro!
Anonymous - Mar Dic 28 2010, 21:33:21
Oggetto:
Mantenos ha scritto:
LA VIA DEI SANTI
sembra essere questa la strada. il 26 nov, giorno della scomparsa di Yara, tra i santi ho trovato san Giacomo Alberione patrono della Rete (internet molto attuale in questi giorni... WikilEAK credo che sia legata ai Gesuiti... e credo che al centro di questa vicenda ci sia in gioco la modalità di informazione ed espressione nella rete), della propaganda e della pubblicistica cristiana e delle edizioni paoline. il santo nasce il 4 aprile (data di nascita di Sara) e muore il 26 nov (giorno della scomparsa di Yara): alfa e omega (?) ma di cosa?

i Gesuiti sono NeoTemplari

Giacomo Alberione (iniziali G. A...iniziali di un altro templare rosacruciano) rimanda a diversi miti e luoghi coinvolti. il piu importante a mio avviso è Alba dove studia e fonda le edizioni paoline (quelle della vendita forzata porta a porta insieme alle enciclopedie).

Secondo la decriptazione "Santi" arriviamo a san teobaldo roggeri (orfano povero calzolaio e poi garzone in pellegrinaggio Campostella) a.... S lorenzo.... ora il simbolo di San lorenzo è la Grata, lo stesso nome della santa protettrice di Bergamo Santa Grata... la santa raccoglie la testa di Alessandro.... San Lorenzo in realtà venne decapitato....e non bruciato... (TESTA TAGLIATA)

il codice "santi" Faustino e Giovita, protettori di Brembate, nobili poi divenuti soldati e poi santificati (mi sembra una saga templare) anche loro dopo aver dominato natura fuoco elementi acqua e animali, vengono uccisi.... indovinate come.... Decapitati (ma allora è una fissazione!)

La chiesa Arcipretale di Fermo e Rustico in confine con Brembate dedicata ai santi summenzionti noti per aver resuscitato un morto (possibilita di liberazione ...) anche loro Decapitati.... la parola chiave senza forzature di genere sembra essere questa... Fermo e Rustico vengono seppelliti e poi riesumanti per essere spostatti. per altri Fermo mori di stento e di fame....

Oltre ad un possibile sacrificio cruento, c'è come un messaggio dove un centro di potere dovrebbe trovarsi senza testa per iniziare un nuovo periodo....

Ribadisco: spero che Yara sia soltanto fuggita per un capriccio. Solo questo mi auguro.



Brembate non è Brembate di Sopra che è il paese dove vive Yara ed io;
sono due paesi ben distinti da 20 km.

Quindi i patroni qui menzionati si riferiscono a Brembate detto anche Brembate di Sotto. http://www.comuni-italiani.it/016/037/index.html

La Santa patrona di Brembate di Sopra è "Maria SS. Assunta" e si festeggia il 15 Agosto
http://www.comuni-italiani.it/016/038/index.html
cluster - Mar Dic 28 2010, 23:26:36
Oggetto:
io ci vedrei bene come avv della famiglia gambirasio michele giuttari,ex comandante della sam a firenze ora in congedo e fa l'avvocato investigativo in casi di cronaca.
è uno che potrebbe fare la differenza.
desperada74 - Mer Dic 29 2010, 00:13:55
Oggetto:
cibernella ha scritto:
scusate ho scritto forum ma era da facebook..si puo' mettere il link spero?
http://www.facebook.com/pages/Gruppo-per-trovare-Yara-Gambirasio/145154705536916#!/topic.php?uid=145154705536916&topic=205
altra cosa, leggevo un certo RosaR in questo forum, ora credo cancellato.. che diceva sarebbero spariti uno o due bambini..Sarah e Yara?







sono andata su fb per visitare questa pagina, beh il gruppo si chiama "gruppo per trovare Yara Gambirasio", pagina nata (credo) per invitare chiunque avesse informazioni a contattarli o contattare le forze dell'ordine..
onestamente non ho avuto una buona impressione, per 2 motivi particolari :

1) ogni volta che qualcuno ha provato a spiegare simbologie e avanzare l'ipotesi del rapimento per fini rituali è sempre stato attaccato e denigrato!!

2 )ho notato che stranamente chi attacca e denigra è sempre il solito gruppetto di persone che dice d'essere del posto.
sono tutti molto sulla difensiva, ho l'impressione che in quel gruppo ci siano infiltrati che vogliono a tutti i costi "tappare la bocca"" a chi menziona questo argomento!!!!
qualcuno ha avanzato delle ipotesi abbastanza circostanziate e logiche, ma il "solito gruppetto""" è intervenuto per mettere a tacere.....


il dubbio (lecito) è che questo gruppo in realtà sia nato con la funzione di creare confusione , controllare le opinioni degli iscritti , insomma è come se volessero a tutti i costi indirizzare verso un ipotesi ben precisa , cioè quella del classico (non meno grave) rapimento di un pedofilio di "passaggio"!!!!
è vietato ( anche se non è scritto chiaramente) chiedere informazioni sulla gente del posto.
è come se volessero dare a tutti i costi l'immagine del paesello popolato solo da gente "per bene", senza macchie...
questo mi fa rabbrividire !!!!!!
tutti questi testimoni che affermano d'aver visto 2 uomini in compagnia di Yara la sera della scomparsa,s'affrettano a puntualizzare (stranamente) che non era gente del posto...
ma come possono affermarlo?
se più volte gli stessi testimoni intervistati dai media hanno ribadito di trovarsi ad una certa distanza e di non aver potuto distinguere con chiarezza i tratti somatici!!!!
lo stesso Tironi nell'intervista rilasciata all'inviato di Chi l'ha Visto, ha precisato più volte che secondo lui si trattava di stranieri, o meglio di (vedi intervista) Rumeni , aggiugendo :""""perchè sono quelli più cattivi""!!!
Nel caso Scazzi inizialmente tentarono di accusare di rapimento i parenti della Badante del nonno ( che è una donna dell'est europeo) e gli zingari......
come mi ha fatto notare Megamind in un'altro topic( sempre inerente a Yara) ci sono molti nuovi iscritti e tutti i loro commenti sono concentrati in questi 2 topic.....
questo mi lascia molto perplessa e mi da molto da pensare!!!!! Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes
cibernella - Mer Dic 29 2010, 00:54:59
Oggetto:
io scrivo su quel gruppo e pure io sto sul chi va la'...molti post vengono cancellati, e cè sempre genta pronta a intervenire se si fanno certe ipotesi
sara' l'impressione, non lo so, ma pare un po' strano
io sono nuova iscritta qui e sono venuta per capirci di piu', come ho gia' detto sono purtroppo a digiuno di questi argomenti, ma comunque ho la mente aperta per provare a capirli
grazie per tutti i contributi... l'importante è trovare Yara
cluster - Mer Dic 29 2010, 14:32:03
Oggetto:
non credo che i due tipi visti dai testimoni siano la pista da seguire, troppo vistosi come rapitori: litigano , dicono parolacce ad alta voce e uno dei due barcolla non si regge nemmeno in piedi,tanto che è l'altro(a detta dei due testimoni col cane) che deve sorreggerlo... ma come avrebbe (parlo di uno perchè l'altro nno si regge in piedi) potuto rapire una ragazzina di 13 anni sportiva quindi presumo agile ,emergica e allo stesso tempo badare al complice barcollante?

non so voi, ma non sono un po troppo teatrali e appariscenti come rapitori?
Anonymous - Mer Dic 29 2010, 15:19:03
Oggetto:
cluster ha scritto:
non credo che i due tipi visti dai testimoni siano la pista da seguire, troppo vistosi come rapitori: litigano , dicono parolacce ad alta voce e uno dei due barcolla non si regge nemmeno in piedi,tanto che è l'altro(a detta dei due testimoni col cane) che deve sorreggerlo... ma come avrebbe (parlo di uno perchè l'altro nno si regge in piedi) potuto rapire una ragazzina di 13 anni sportiva quindi presumo agile ,emergica e allo stesso tempo badare al complice barcollante?

non so voi, ma non sono un po troppo teatrali e appariscenti come rapitori?


cluster, dove hai trovato questo racconto dei testimoni?


Yara, ma allora la testimonianza di Enrico Tironi era buona?
09.12.2010

Ma qualcuno ci ha capito davvero qualcosa nella storia di Enrico Tironi
? Riassumiamo: questo ragazzo di 19 anni domenica 28 novembre, intervistato da una TV, racconta di aver visto Yara il tardo pomeriggio del 26 novembre nella via di casa, a Brembate di Sopra, in compagnia di due uomini. Dice Tironi alle telecamere: «Mi sembrava ridessero. Poi ho guardato ancora nello specchietto retrovisore della mia auto e Yara e i due uomini, sempre che si trattasse di lei, erano scomparsi dal mio campo visivo». Questa la testimonianza.

Passano due giorni ed esce la notizia che il ragazzo avrebbe ritrattato tutto, anzi addirittura che i carabinieri lo avrebbero denunciato per procurato allarme e falso ideologico.

Passano altri giorni e si arriva a oggi. Di Yara non si sa ancora nulla, nebbia assoluta. Però si scopre che Enrico Tironi non è mai stato denunciato. E anzi, la sua testimonianza è tenuta in considerazione così come altre: quelle di una donna e di un uomo, ex guardia giurata, che hanno visto la sera del 26 novembre due uomini discutere animatamente vicino a luogo dove è scomparsa Yara. C’è poi un bambino che ha sentito urla provenire dalla strada e una ragazza che ha notato un furgone bianco passare a forte velocità.

Insomma, adesso si riparte da quelle testimonianze. Ma non solo: si snalizzano le relazioni di Yara con parenti, amici, conoscenti. E si lavora su uno dei percorsi abituali di Yara: quello che con lo scuolabus la porta ogni mattina da casa fino alla scuola dell Orsoline, a Bergamo.

Ultima notizia: a Brembate sono arrivati i carabinieri del Racis e del Rac, da Roma. E sempre da Roma sono arrivati gli uomini dello Sco della Polizia. Insomma, tutte le forze sono in campo per risolvere questa brutta, angosciante storia.

http://www.kronaka.it/2010/12/09/yara-la-testimonianza-di-enrico-tironi-era-buona/


E anche un testimone è certo "che si tratti di un rapimento". Mario Torraco, ex guardia giurata in pensione, la sera della scomparsa di Yara, a poche centinaia di metri dell'abitazione della ragazza, avrebbe visto due persone, un uomo e una giovane donna strattonarsi.
"E' una scena che rivedo ogni notte prima di addormentarmi e la mattina quando mi sveglio -racconta Torraco- che conferma sempre più la mia idea che si tratti di un rapimento. Ero a spasso con il cane attorno alle 19 quando in via Rampinelli all'angolo con via Ravasio, ho visto due persone che si strattonavano. Uno urlava e cercava di afferrare l'altra che, urlava con una vocina tipica da ragazzina, e cercava di divincolarsi".
L'episodio, prosegue nel suo racconto il testimone, sarebbe accaduto a poche centinaia di metri dal posto dove Enrico Tironi, avrebbe visto due uomini e una ragazzina parlare agitatamente vicino a un'auto rossa.

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Appello-dei-genitori-di-Yara-Ridateci-nostra-figlia-Siamo-convinti-che-e-viva_311464158227.html


Rolling Eyes .... ma perchè (se è stato un rapimento) i rapitori non si sono fatti ancora sentire?
Cool

**********

editato--------
http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/yara-gambirasio-viva-investigatori-motivi-696685/

Per i genitori è una speranza, per gli investigatori è un’idea da cui partire per continuare le ricerche: Yara Gambirasio, la tredicenne scomparsa 33 giorni fa da Brembate di Sopra è ancora viva. Se fosse vero, però, questo può siognifcare una e una sola cosa: è stata sequestrata. E qui cominciano le domande.
Gli investigatori, dopo l’appello di ieri dei genitori, invitano giornalisti ed esperti a non lasciarsi andare alla dietrologia: la conferenza stampa non va interpretata come messaggio in codice, i genitori non hanno “segreti” inconfessabili agli stessi inquirenti. L’idea che Yara possa essere viva, insomma, non nasce da scenari nascosti, ma da semplici considerazioni investigative.
Quali? Innanzitutto le ricerche. Per oltre un mese Brembate di Sopra e i paesi vicini sono stati esplorati palmo a palmo. Si è scavato, sono stati usati i cani, perlustrati i pozzi, dragati i corsi d’acqua. E di Yara non è stato trovato neppure un capello. Questo porterebbe gli inquirenti ad escludere la tesi del “maniaco improvvisato”. Un assassino che agisce in preda a un raptus non è così metodico nel nascondere il corpo. La convinzione, insomma, è che la ragazza sia stata sequestrata e non da dilettanti. Idea consolidata dalle, poche, testimonianze raccolte il giorno della scomparsa. Da subito si è parlato di due uomini, un piccolo commando che ha agito con uno scopo ben preciso. Si torna, quindi, sempre al rapimento.
Dato per molto probabile il sequestro rimane il problema del movente. L’estorsione non regge: manca una qualsiasi richiesta di denaro, e, soprattutto manca l’elemento fondamentale. La famiglia Gambirasio non è così ricca da far pensare al sequestro. Improbabile anche la pista dell’errore: è vero che i vicini di Yara sono imprenditori hanno una figlia. Ma è anche vero che la ragazza non somiglia a Yara. Non solo: dopo 33 giorni, se di sbaglio di fosse trattato, Yara sarebbe tornata a casa.
Le indagini continuano, insomma. Speranze ce ne sono. Una pista definita, invece, ancora no.

Shocked
cluster - Mer Dic 29 2010, 16:03:48
Oggetto:
[quote="kojiki"]
cluster ha scritto:
non credo che i due tipi visti dai testimoni siano la pista da seguire, troppo vistosi come rapitori: litigano , dicono parolacce ad alta voce e uno dei due barcolla non si regge nemmeno in piedi,tanto che è l'altro(a detta dei due testimoni col cane) che deve sorreggerlo... ma come avrebbe (parlo di uno perchè l'altro nno si regge in piedi) potuto rapire una ragazzina di 13 anni sportiva quindi presumo agile ,emergica e allo stesso tempo badare al complice barcollante?

non so voi, ma non sono un po troppo teatrali e appariscenti come rapitori?


cluster, dove hai trovato questo racconto dei testimoni?


su chi l'ha visto,ora non ricordo se l'ultima o la penultima puntata ma credo siano visibili sul loro sito.

ma la guardia giurata non ha sempre parlato di due uomini che litigavano e si strattonavano di cui uno barcollante? le prime interviste dicevano così. poi però uno dei due uomini è diventato una ragazzina con la voce tipica della ragazzina?...non capisco...
cluster - Mer Dic 29 2010, 16:07:39
Oggetto:
[quote="kojiki"]
cluster ha scritto:
non credo che i due tipi visti dai testimoni siano la pista da seguire, troppo vistosi come rapitori: litigano , dicono parolacce ad alta voce e uno dei due barcolla non si regge nemmeno in piedi,tanto che è l'altro(a detta dei due testimoni col cane) che deve sorreggerlo... ma come avrebbe (parlo di uno perchè l'altro nno si regge in piedi) potuto rapire una ragazzina di 13 anni sportiva quindi presumo agile ,emergica e allo stesso tempo badare al complice barcollante?

non so voi, ma non sono un po troppo teatrali e appariscenti come rapitori?


cluster, dove hai trovato questo racconto dei testimoni?


su chi l'ha visto,ora non ricordo se l'ultima o la penultima puntata ma credo siano visibili sul loro sito.

ma la guardia giurata non ha sempre parlato di due uomini che litigavano e si strattonavano di cui uno barcollante? le prime interviste dicevano così. poi però uno dei due uomini è diventato una ragazzina con la voce tipica della ragazzina?...non capisco...
Austria - Mer Dic 29 2010, 17:40:38
Oggetto:
Scusate, ma e ma fa ridere un'asserzione quale "Siamo convinti che Yara è viva!"... Se così fosse, perchè non vanno dritti nel luogo dov'è nascosta o dove la tengono ferma? Per dire una cosa del genere in televisione, bisogna avere una traccia certa non delle fantasie, altrimenti si ha l'obbligo di stare zitti e darsi alla speranza che non deve mai venire meno!
Anche all'epoca del povero Samuele un certo avvocato "illuminato" diceva che a giorni avrebbe rivelato il nome dell'assassino di Samuele. Non ha detto nulla e non ha fatto nomi. Come mai?
Si diceva pure qualche tempo fa, che un certo avvocato era sicurissimo che Denise Pipitone fosse viva. E allora, dove è la bambina? Che la tiri fuori quel mascalzone!
E adesso la stessa storia. Yara è viva, siamo convinti, anzi convintissimi....
Io dall'Austria dico solo: Vergogna a chi fa speranza e dice delle cretinate senza base certa!
Spero comunque che Yara si trovi presto, meglio viva!
cluster - Mer Dic 29 2010, 19:06:18
Oggetto:
penso che finchè non c'è un corpo,nessuno può togliere questa speranza. voglio dire è difficile dire credo che sia viva, ma un genitore parente o persona cara deve sperare fino alla fine.
lo deve anche per yara che nel caso è viva deve sentire questo. anche l'appello i genitori stessi hanno detto che l'hanno fatto per non lasciare nulla di intentato.
ed è giusto così.

è la stessa cosa dal lato opposto,che prove si hanno per poter dire che è morta?
nessuna.

non credo sia falsa illusione per cui si spera che sia viva...si deve credere in questo fino all'ultimo.
Anonymous - Mer Dic 29 2010, 21:04:23
Oggetto:
desperada74 ha scritto:
cibernella ha scritto:
scusate ho scritto forum ma era da facebook..si puo' mettere il link spero?
http://www.facebook.com/pages/Gruppo-per-trovare-Yara-Gambirasio/145154705536916#!/topic.php?uid=145154705536916&topic=205
altra cosa, leggevo un certo RosaR in questo forum, ora credo cancellato.. che diceva sarebbero spariti uno o due bambini..Sarah e Yara?







sono andata su fb per visitare questa pagina, beh il gruppo si chiama "gruppo per trovare Yara Gambirasio", pagina nata (credo) per invitare chiunque avesse informazioni a contattarli o contattare le forze dell'ordine..
onestamente non ho avuto una buona impressione, per 2 motivi particolari :

1) ogni volta che qualcuno ha provato a spiegare simbologie e avanzare l'ipotesi del rapimento per fini rituali è sempre stato attaccato e denigrato!!

2 )ho notato che stranamente chi attacca e denigra è sempre il solito gruppetto di persone che dice d'essere del posto.
sono tutti molto sulla difensiva, ho l'impressione che in quel gruppo ci siano infiltrati che vogliono a tutti i costi "tappare la bocca"" a chi menziona questo argomento!!!!
qualcuno ha avanzato delle ipotesi abbastanza circostanziate e logiche, ma il "solito gruppetto""" è intervenuto per mettere a tacere.....


il dubbio (lecito) è che questo gruppo in realtà sia nato con la funzione di creare confusione , controllare le opinioni degli iscritti , insomma è come se volessero a tutti i costi indirizzare verso un ipotesi ben precisa , cioè quella del classico (non meno grave) rapimento di un pedofilio di "passaggio"!!!!
è vietato ( anche se non è scritto chiaramente) chiedere informazioni sulla gente del posto.
è come se volessero dare a tutti i costi l'immagine del paesello popolato solo da gente "per bene", senza macchie...
questo mi fa rabbrividire !!!!!!
tutti questi testimoni che affermano d'aver visto 2 uomini in compagnia di Yara la sera della scomparsa,s'affrettano a puntualizzare (stranamente) che non era gente del posto...
ma come possono affermarlo?
se più volte gli stessi testimoni intervistati dai media hanno ribadito di trovarsi ad una certa distanza e di non aver potuto distinguere con chiarezza i tratti somatici!!!!
lo stesso Tironi nell'intervista rilasciata all'inviato di Chi l'ha Visto, ha precisato più volte che secondo lui si trattava di stranieri, o meglio di (vedi intervista) Rumeni , aggiugendo :""""perchè sono quelli più cattivi""!!!
Nel caso Scazzi inizialmente tentarono di accusare di rapimento i parenti della Badante del nonno ( che è una donna dell'est europeo) e gli zingari......
come mi ha fatto notare Megamind in un'altro topic( sempre inerente a Yara) ci sono molti nuovi iscritti e tutti i loro commenti sono concentrati in questi 2 topic.....
questo mi lascia molto perplessa e mi da molto da pensare!!!!! Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes



Buonasera,
Mi sento in dovere di rispondere ad alcune sue affermazioni in quanto Brembatese.
In merito al gruppo creato su Facebook per trovare Yara, condivido totalmente il suo pensiero, tanto che inizialmente mi ero iscritta ma dopo una settimana mi sono tolta perchè gestito male non in modo democratico e suppongo da ragazzi molto giovani;
inoltre lo trovo inutile fin dall'inizio della sua creazione perchè impostato più che altro come scambio di pensieri personali non certo utile per trovare Yara ma appare più come un sostegno alla famiglia dato che appunto ogni volta che si accenna ad ipotetica morte o critiche si scatenano i litigi o si viene bannati.
Comunque non sono di certo quelli i sistemi che possono far ritrovare una persona
ma bensì uno scambio di opinione aperto e rispettoso, un apporto concreto di fatti se si hanno, e soprattutto il contatto diretto con le forze dell'ordine se si hanno indizi.
Come per esempio la Signora Marina la testimone, il lunedì successivo alla scomparsa di Yara scriveva appunto un post in questo gruppo dicendo che lei aveva incrociato sulla via Rampinelli questi due uomini e li invitava a farsi vivi,
lì in Facebook ......... ma io dico... ma vai subito dai Carabinieri !!! infatti alcuni iscritti al gruppo la invitavano a riferire ciò agli inquirenti; beh in data 8 dicembre ha trovato finalmente il coraggio di farsi avanti e riferire a chi di dovere.
. . . . . .

A voi sembrerà strano ma noi ci conosciamo davvero tutti e quando passa qualcuno che non è del posto ce ne accorgiamo subito anche perchè questo è un quartiere molto tranquillo.
Brembate Sopra è sì un bel paese con servizi al cittadino che sono d'esempio per i paesi limitrofi ma non è immacolato, esistono anche qui le mele marce come in qualsiasi altro posto. Siamo accoglienti e disponibili verso gli immigrati e mi sembra proprio che il nostro primo cittadino abbia ben dimostrato ed espresso in atteggiamenti e in parole quello che è la nostra comunità. http://qn.quotidiano.net/cronaca/2010/12/09/426461-brembate_leghista.shtml

Grazie a tutti per quello che fate!

***piccola Yara sei nel mio cuore***
cluster - Mer Dic 29 2010, 21:33:56
Oggetto:
ciao arakoien visto che sei del posto volevo chiederti se puoi levarmi un dubbio..
a proposito del testimone tironi, visto che questa testimonianza non so perchè,ripeto non so perchè mi è sempre sembrata strana, tu hai sentito voci o se lo conosci sai quanta affidabilità può avere?

cioè praticamente che voci circolano su di lui o la sua famiglia?
Anonymous - Mer Dic 29 2010, 22:26:02
Oggetto:
cluster ha scritto:
ciao arakoien visto che sei del posto volevo chiederti se puoi levarmi un dubbio..
a proposito del testimone tironi, visto che questa testimonianza non so perchè,ripeto non so perchè mi è sempre sembrata strana, tu hai sentito voci o se lo conosci sai quanta affidabilità può avere?

cioè praticamente che voci circolano su di lui o la sua famiglia?


Ciao Cluster
non solo a te sembra strana ma a tutti noi fin dal primo giorno.
Ci ha notevolmente sorpreso, io personalmente continuo a guardarla e riguardarla ed ogni volta rimango esterefatta.
Ti posso dire che io l'ho visto crescere, è di buona famiglia, nessun problema con la legge con brutte compagnie è un ragazzo normale e tranquillo, con la sua morosina, prima la scuola poi il lavoro con il padre. Dei grandi lavoratori!
Noi pensiamo che lui abbia visto qualcuno, che poi sia stata Yara non lo riusciamo a capire perchè neppure lui è così sicuro, certamente si è lasciato prendere un pò troppo dall'entusiasmo delle telecamere io penso.
Comunque è un bravo ragazzo non si è mai comportato male con nessuno, veramente!
Ci ha scioccati quello sì e questo è ciò che io posso dire e sapere di lui, poi ognuno in casa propria e dentro di sè sa quale sia la verità e come stanno realmente le cose, noi parliamo per ciò che vediamo dal di fuori.

Un saluto Wink
cluster - Gio Dic 30 2010, 10:21:01
Oggetto:
[
Ci ha scioccati quello sì e questo è ciò che io posso dire e sapere di lui, poi ognuno in casa propria e dentro di sè sa quale sia la verità e come stanno realmente le cose, noi parliamo per ciò che vediamo dal di fuori.

Un saluto Wink[/quote]

infatti è proprio questo che intendevo...perchè io non mi riferivo a droga e delinquenza..
grazie
Wink
Anonymous - Ven Dic 31 2010, 16:25:36
Oggetto:
Yara: da indagini ombre e intrecci inaspettati
La ragazza è scomparsa 32 giorni fa da Brembate


BREMBATE SOPRA (BERGAMO) - Ombre su persone e situazioni prima ritenute specchiate, intrecci sempre piu' complessi stanno emergendo dalle indagini sulla scomparsa di Yara Gambirasio, la tredicenne di cui si e' persa ogni traccia dal 26 novembre scorso a Brembate Sopra (Bergamo).


A trentatre' giorni dalla scomparsa, dopo vari inciampi investigativi e dopo un inaspettato appello voluto dai familiari (il cui contenuto in parte avrebbe suscitato qualche interrogativo anche negli inquirenti), non sembra essere stato trovato il bandolo di una matassa che, peraltro, invece che dipanarsi grazie ai molti accertamenti tecnici e alle continue testimonianze, continuerebbe ad intricarsi. Sotto la lente d'ingrandimento, in questi giorni, si cercano eventuali collegamenti tra i famigliari, i conoscenti, i testimoni, non sempre chiari.

E in particolare si lavora sui rapporti di lavoro che ruotano attorno alla piu' nota e influente azienda del posto, la Lopav (i cui titolari sono stati recentemente arrestati per riciclaggio nell'ambito di un traffico internazionale di droga), per la quale pero' gli inquirenti hanno escluso alcun ruolo.

Il tutto complicato da un tessuto sociale definito ''molto chiuso, al limite dell'indifferenza'' che getta nuovi dubbi su una realta' provinciale prospera ma che appare sempre piu' ricca di contraddizioni.


"NOSTRA FIGLIA È VIVA", APPELLO GENITORI DI YARA - "Ridateci nostra figlia", lo hanno detto i genitori di Yara in un appello ieri alla stampa, Parlando con i giornalisti, prima di leggere il loro appello, hanno spiegato di parlare di "cammino di speranza" perché "noi crediamo, siamo convinti, come le forze dell'ordine, che Yara sia viva". "Abbiamo già fatto avere, tramite il signor sindaco, i nostri ringraziamenti alle associazioni, ai volontari, a tutte le forze dell'ordine, a tutta la gente che sta prosciugando il proprio tempo libero per una cosa di cui siamo onorati". Fulvio Gambirasio ha spiegato che la famiglia non rilascerà interviste, "perché siamo in una fase delicata". Da qui la scelta di rivolgere solamente un appello per la liberazione della figlia tredicenne.

Ecco il testo integrale dell'appello : "Noi siamo una famiglia semplice, siamo un nucleo di persone che ha basato la propria unità sull'amore, sul rispetto, sulla sincerità e sulla solarità del nostro quieto vivere. Da un mese - prosegue l'appello - ci stiamo ponendo innumerevoli domande sul chi, il che cosa, il come, il quando e il perché ci sta accadendo tutto ciò. Noi non cerchiamo risposte, noi non chiediamo di sapere, noi non ci assilliamo per capire, noi non vogliamo puntare il dito verso qualcuno, noi desideriamo solo, immensamente, che nostra figlia faccia ritorno nel suo mondo nel suo paese, nella sua casa, nelle braccia dei suoi cari. Noi imploriamo la pietà di quelle persone che trattengono Yara - hanno detto Fulvio e Maura Gambirasio, tenendosi per mano - chiediamo loro di rispolverare nella loro coscienza un sentimento d'amore; e dopo averla guardata negli occhi gli aprano quella porta o quel cancello che la separa dalla sua libertà. Noi vi preghiamo, ridateci nostra figlia, aiutateci a ricomporre il puzzle della nostra quotidianità, aiutateci a ricostruire la nostra normalità. La gente ci conosce bene, non abbiamo mai fatto o voluto il male di nessuno, ci siamo sempre dimostrati come una famiglia aperta, trasparente e diosponibile verso gli altri e non meritiamo di proseguire la nostra vita senza il sorriso di Yara. Grazie". Firmato: Famiglia Gambirasio.

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2010/11/28/visualizza_new.html_1676255634.html


tutto non è proprio così limpido e chiaro come ce lo descrivono da un mese e la l'indifferenza e la 'chiusura' che esiste nella zona sta emergendo inaspettatamente
Anonymous - Ven Dic 31 2010, 17:56:03
Oggetto:
Prima scomparsa da 32 giorni, poi 33... ancora errori su errori secondo me voluti e significativi!!
Austria - Dom Gen 02 2011, 20:18:32
Oggetto:
E' scomparsa ormai da 37 giorni Yara Gambirasio, ma di lei non è stata trovata alcuna traccia. Le ultime informazioni parlano di ricerche anch nei campi nomadi di tutta la Lombardia, battuti in lungo e in largo da polizia e carabinieri. Ma della ragazzina non è stato trovato nulla. Nessun segnale che sia riconducibile a lei. Gli inquirenti hanno richiesto interventi nei campi nomadi non perchè ci sono state soffiate particolari o perchè le indagini hanno portato a qualche sospetto sui rom: anche in questo caso non si è voluto lasciare nulla di intentato. Ma come avviene da ormai 37 giorni, da quel 26 novembre in cui Yara è scomparsa nel nulla, anche le ricerche nei campi nomadi non hanno prodotto i risultati sperati.
Sembrano intanto avere un seguito le notizie che parlavano di un possibile trasferimento di Yara all'estero. Fonte: www.bergamonews.it
..........
Ma in Italia gli zingari rubano bambini e ragazzine? Mai sentito...
Anonymous - Dom Gen 02 2011, 21:47:49
Oggetto:
BERGAMO / Per il sensitivo Mario Allocchi, lo stesso medium che era già intervenuto sulla scomparsa di Sarah Scazzi e che poco tempo fa si era già espresso sul caso di Yara Gambirasio, GUARDA IMMAGINI ABITAZIONE la 13enne che manca da casa dal 26 novembre scorso, è stata uccisa da un uomo e una donna. Secondo Allocchi la chiave del mistero è nell’ultimo sms partito la sera della scomparsa di Yara dal suo cellulare, mentre ricordava all’amica che avrebbero dovuto presentarsi alla gara di ginnastica della domenica successiva, alle 8 in punto. Secondo il sensitivo quel messaggio non è stato inviato da Yara, bensì da un uomo e una donna che conoscevano sia il numero dell’amica di Yara alla quale inviarlo, sia il luogo e l’ora della gara ginnica alla quale le ragazze avrebbero dovuto partecipare. Quindi il cellulare era già in mano di persone sconosciute quando è partito l’ultimo messaggio, prima che il numero diventasse definitivamnete irraggiungibile. “Mi rattrista sapere di tutte le persone che continuano a cercare la ragazza all’addiaccio e senza una pista”, ha aggiunto Allocchi, “ma soprattutto è doloroso che vengano date ancora speranze alla famiglia della ragazza scomparsa”.

http://www.cronacalive.it/yara-ancora-il-sensitivo-mario-allocchi-lhanno-uccisa-un-uomo-e-una-donna-e-doloroso-dare-ancora-speranze-a-famiglia.html

*********

Mentre continuano le ricerche di Yara Gambirasio, e si avvalora l’ipotesi che la ragazzina conoscesse chi l’ha prelevata, giunge a Terni Magazine un nuovo messaggio dal consulente esoterico Mario Alocchi di Civitavecchia, il quale si è occupato del caso di Chiara Scazzi anticipando l’esito tragico finale e che la cosa era maturata in famiglia, che si è occupato della scomparsa di Barbara Corvi di Amelia, mettendo per iscritto ai carabinieri ciò che ha rivelato anche a noi di Terni Magazine ma che non possiamo pubblicare per segreto professionale e perché le indagini son o ad un punto di particolare delicatezza. “Analizzando con i mie strumenti della radiestesia”, ci scrive Alocchi, “tutta la faccenda del prelevamento della piccola Yara, capisco come mai a oltre 3 settimane di serrate indagini ancora non si riesce a trovare nulla.Il primo testimone il sig.Tironi che afferma di avere riconosciuto Yara in compagnia di due uomini ed una Citroen rossa con le quattro frecce accese, sta’ mentendo sapendo bene di mentire.Le indagini per diversi giorni sono andate avanti seguendo questa pista del tutto inesistente. Da ulteriori accertamenti di natura esoterica, evidenzio che la piccola Yara la sera del 26\11,e’ stata ingannata, fatta salire in macchina da una donna, che conosceva, probabilmente la madre di una delle ginnaste in competività con la Gambirasio, la quale comunque si è fidata di lei e invece l’ha attirata nella trappola mortale. Quella donna era in palestra quella sera.Ritengo ancora oggi che il movente del prelevamento e della successiva eliminazione fisica sia un movente di gelosia e invidia che come ben si sa è la causa di tutti i mali” “Considerando che dalla prova di radiestesia svolta da me in data 28\11\2010, alle ore 16,30,”, conclude Alocchi, “prova svolta per accertare la presenza in vita della piccola Yara, il pendolo mi segnalava la morte appunto della piccola. Di conseguenza e per i fatti qui sopra narrati, ho validi motivi per ritenere che Yara Gambirasio sia stata uccisa poche ore dopo il suo prelevamento. Ma spero proprio di sbagliarmi”


http://www.ternimagazine.it/34450/il-fatto/ultimora-il-sensitivo-mario-alocchi-a-terni-magazine-yara-e-stata-prelevata-la-una-donna-che-conosceva-poi-e-stata-portata-in-un-luogo-e-uccisa-per-invidia-forse-aiutata-da-un-uomo.html
Anonymous - Dom Gen 02 2011, 23:48:37
Oggetto:
guarda un po' qui .....

http://www.123people.it/ext/frm?ti=ricerca%20di%20persone&search_term=arianna%20tironi&search_country=IT&st=ricerca%20di%20persone&target_url=http%3A%2F%2Fwww.ritmicabrembatesopra.it%2Fginnaste.html
Anonymous - Lun Gen 03 2011, 09:38:14
Oggetto:
kojiki ha scritto:
BERGAMO / Per il sensitivo Mario Allocchi, lo stesso medium che era già intervenuto sulla scomparsa di Sarah Scazzi e che poco tempo fa si era già espresso sul caso di Yara Gambirasio, GUARDA IMMAGINI ABITAZIONE la 13enne che manca da casa dal 26 novembre scorso, è stata uccisa da un uomo e una donna. Secondo Allocchi la chiave del mistero è nell’ultimo sms partito la sera della scomparsa di Yara dal suo cellulare, mentre ricordava all’amica che avrebbero dovuto presentarsi alla gara di ginnastica della domenica successiva, alle 8 in punto. Secondo il sensitivo quel messaggio non è stato inviato da Yara, bensì da un uomo e una donna che conoscevano sia il numero dell’amica di Yara alla quale inviarlo, sia il luogo e l’ora della gara ginnica alla quale le ragazze avrebbero dovuto partecipare. Quindi il cellulare era già in mano di persone sconosciute quando è partito l’ultimo messaggio, prima che il numero diventasse definitivamnete irraggiungibile. “Mi rattrista sapere di tutte le persone che continuano a cercare la ragazza all’addiaccio e senza una pista”, ha aggiunto Allocchi, “ma soprattutto è doloroso che vengano date ancora speranze alla famiglia della ragazza scomparsa”.

http://www.cronacalive.it/yara-ancora-il-sensitivo-mario-allocchi-lhanno-uccisa-un-uomo-e-una-donna-e-doloroso-dare-ancora-speranze-a-famiglia.html

*********

Mentre continuano le ricerche di Yara Gambirasio, e si avvalora l’ipotesi che la ragazzina conoscesse chi l’ha prelevata, giunge a Terni Magazine un nuovo messaggio dal consulente esoterico Mario Alocchi di Civitavecchia, il quale si è occupato del caso di Chiara Scazzi anticipando l’esito tragico finale e che la cosa era maturata in famiglia, che si è occupato della scomparsa di Barbara Corvi di Amelia, mettendo per iscritto ai carabinieri ciò che ha rivelato anche a noi di Terni Magazine ma che non possiamo pubblicare per segreto professionale e perché le indagini son o ad un punto di particolare delicatezza. “Analizzando con i mie strumenti della radiestesia”, ci scrive Alocchi, “tutta la faccenda del prelevamento della piccola Yara, capisco come mai a oltre 3 settimane di serrate indagini ancora non si riesce a trovare nulla.Il primo testimone il sig.Tironi che afferma di avere riconosciuto Yara in compagnia di due uomini ed una Citroen rossa con le quattro frecce accese, sta’ mentendo sapendo bene di mentire.Le indagini per diversi giorni sono andate avanti seguendo questa pista del tutto inesistente. Da ulteriori accertamenti di natura esoterica, evidenzio che la piccola Yara la sera del 26\11,e’ stata ingannata, fatta salire in macchina da una donna, che conosceva, probabilmente la madre di una delle ginnaste in competività con la Gambirasio, la quale comunque si è fidata di lei e invece l’ha attirata nella trappola mortale. Quella donna era in palestra quella sera.Ritengo ancora oggi che il movente del prelevamento e della successiva eliminazione fisica sia un movente di gelosia e invidia che come ben si sa è la causa di tutti i mali” “Considerando che dalla prova di radiestesia svolta da me in data 28\11\2010, alle ore 16,30,”, conclude Alocchi, “prova svolta per accertare la presenza in vita della piccola Yara, il pendolo mi segnalava la morte appunto della piccola. Di conseguenza e per i fatti qui sopra narrati, ho validi motivi per ritenere che Yara Gambirasio sia stata uccisa poche ore dopo il suo prelevamento. Ma spero proprio di sbagliarmi”


http://www.ternimagazine.it/34450/il-fatto/ultimora-il-sensitivo-mario-alocchi-a-terni-magazine-yara-e-stata-prelevata-la-una-donna-che-conosceva-poi-e-stata-portata-in-un-luogo-e-uccisa-per-invidia-forse-aiutata-da-un-uomo.html

Austria - Lun Gen 03 2011, 16:59:27
Oggetto:
Oggi su TV-Rai2 ci si poneva la domanda, se nelle villette vicine a quella della famiglia Gambirasio si avesse cercato o meno. Certo, Yara si cerca dappertutto, ma le case avranno pure cantine e nascondigli vari. Sarebbe proprio il colmo dei colmi se agli inquirenti non fosse venuto in mente di cercarla ANCHE nelle villette vicine. Cosa ne pensate?
A me vengono sempre in mente i drammatici fatti successi nelle vicinanze di Vienna, e precisamente i casi Fritzl e Kampusch, dove 5 vittime erano nascoste per lunghi 24 anni nella cantina della propria casa e una, Natascha, era nascosta per 8 anni nelle vicinanze del luogo dove fu portata via con un fugone bianco. Guarda casa, quasi in tutti i casi spuntano furgoni bianchi. All'epoca si controllavano tutti i furgoni bianchi, anche quello del rapitore, ma purtroppo appena superficialmente e ancora oggi sono in corso delle cause ai poliziotti negligenti che hanno lavorato non a dovere e forse qualche pedofilo nelle loro fila ha fatto di tutto per fare sparire certe tracce sicure. Così viaggia il mondo. Anche lì da Voi non sarà meglio...
cluster - Lun Gen 03 2011, 17:09:39
Oggetto:
il visionario ha scritto:
guarda un po' qui .....

http://www.123people.it/ext/frm?ti=ricerca%20di%20persone&search_term=arianna%20tironi&search_country=IT&st=ricerca%20di%20persone&target_url=http%3A%2F%2Fwww.ritmicabrembatesopra.it%2Fginnaste.html



non so quello che hai pensato tu,ma ci sono 2 cognomi lì che sono già venuti fuori in tutta la vicenda di yara...giusto?
Anonymous - Lun Gen 03 2011, 18:18:37
Oggetto:
Citazione:
Oggi su TV-Rai2 ci si poneva la domanda, se nelle villette vicine a quella della famiglia Gambirasio si avesse cercato o meno. Certo, Yara si cerca dappertutto, ma le case avranno pure cantine e nascondigli vari.


nessuno ha notato che nell'appello la famiglia Gambirasio si rivolgeva a qualcuno perchè aprisse la porta o il cancello e lasciasse libera la figlia?
Per ispezionare le case private occorrono dei mandati e finchè non ci sono nessuno può entrare.


-------

x il visionario, al 3 di gennaio Yara rimane nella squadra di ginnastica ritmica insieme alle altre? Chi avrà sostituito Yara nelle gare di ginnastica ritmica, considerato che dal 26 novembre è scomparsa?

--------editato-------


Tanti chiedono «Gesù aiuta Yara a tornare a casa. Siamo vicini a te e alla tua famiglia», come i vicini di via Morlotti. A pagina 20 nonno Angelo di Imola racconta del suo presepio, lo sta idealmente costruendo nel suo cuore. Sistema le statuine, ma quest'anno al posto di Maria e Giuseppe ci sono mamma Maura e papà Fulvio. «Ecco allora il tuo posto nel mio presepe - dice rivolgendosi a Yara -, l'angioletto sopra la grotta che accoglie tutti noi, povera umanità... E chi ti ha fatto del male, dove li metto in questo presepe del cuore? Li affido alla giustizia misericordiosa di Dio, che certamente non fallirà».

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/363497/

Intanto nella giornata di domenica 2 gennaio sono proseguite le ricerche della ragazzina: i carabinieri hanno controllato la zona di Dossena e in particolare l'area della località paglio dove si trovano numerose caverne e anfratti rocciosi.

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/177418_da_livorno_a_brembate_per_yara_la_mamma_accarezza_il_volto_sulla_maglia/
Austria - Lun Gen 03 2011, 21:35:28
Oggetto:
Insomma, a momenti si cerca Yara viva e a momenti si cerca Yara morta. La verità è che gli inquirenti sono a quota zero per quanto riguarda l'orientamento.
Nelle caverne non ci sono ne porte ne cancelli. Per quanto riguarda la ricerca nelle immediate vicinanze della casa di Yara, non capisco proprio perchè non si è cercato lì. Cosa ci vuole per aver un mandato? La lungimeranza del capo degli inquirenti e una firma. E così le porte e i cancelli si aprono da sole.
biofa87 - Mar Gen 04 2011, 11:25:37
Oggetto:
da ignorante:

qualcuno esperto in grafologia potrebbe analizzare le lettera dei genitori.. o si puo solo con la scrittura in corsivo?
Anonymous - Mar Gen 04 2011, 11:42:23
Oggetto:
biofa87 ha scritto:
da ignorante:

qualcuno esperto in grafologia potrebbe analizzare le lettera dei genitori.. o si puo solo con la scrittura in corsivo?


ma al giorno d'oggi non si può scrivere una lettera stampata dal pc o a macchina da scrivere e poi anche firmarla (intendo con la vera firma ...) invece che scriverla a stampatello e anche con degli errori poi corretti per poi mostrarla ai media?
Certo che la scrittura in stampatello è difficile da analizzare ma se la lettera è stata scritta dalla 'famiglia Gambirasio' come da firma(in stampatello) è evidente che il cerchio si restringe e allora basta solo far scrivere la stessa lettera in stampatello a..... e l'analisi di comparazione diventa facile.
cluster - Mar Gen 04 2011, 13:14:15
Oggetto:
kojiki ha scritto:
biofa87 ha scritto:
da ignorante:

qualcuno esperto in grafologia potrebbe analizzare le lettera dei genitori.. o si puo solo con la scrittura in corsivo?


ma al giorno d'oggi non si può scrivere una lettera stampata dal pc o a macchina da scrivere e poi anche firmarla (intendo con la vera firma ...) invece che scriverla a stampatello e anche con degli errori poi corretti per poi mostrarla ai media?
Certo che la scrittura in stampatello è difficile da analizzare ma se la lettera è stata scritta dalla 'famiglia Gambirasio' come da firma(in stampatello) è evidente che il cerchio si restringe e allora basta solo far scrivere la stessa lettera in stampatello a..... e l'analisi di comparazione diventa facile.


che centra se la lettera è scritta a stampatello o no .non ho capito con cosa deve essere confrontata
Anonymous - Mar Gen 04 2011, 14:29:49
Oggetto:
cluster ha scritto:
kojiki ha scritto:
biofa87 ha scritto:
da ignorante:

qualcuno esperto in grafologia potrebbe analizzare le lettera dei genitori.. o si puo solo con la scrittura in corsivo?


ma al giorno d'oggi non si può scrivere una lettera stampata dal pc o a macchina da scrivere e poi anche firmarla (intendo con la vera firma ...) invece che scriverla a stampatello e anche con degli errori poi corretti per poi mostrarla ai media?
Certo che la scrittura in stampatello è difficile da analizzare ma se la lettera è stata scritta dalla 'famiglia Gambirasio' come da firma(in stampatello) è evidente che il cerchio si restringe e allora basta solo far scrivere la stessa lettera in stampatello a..... e l'analisi di comparazione diventa facile.


che centra se la lettera è scritta a stampatello o no .non ho capito con cosa deve essere confrontata


ho risposto ad altri e se per te è tutto chiaro meglio per te.
biofa87 - Mar Gen 04 2011, 14:40:53
Oggetto:
kojiki ha scritto:
cluster ha scritto:
kojiki ha scritto:
biofa87 ha scritto:
da ignorante:

qualcuno esperto in grafologia potrebbe analizzare le lettera dei genitori.. o si puo solo con la scrittura in corsivo?


ma al giorno d'oggi non si può scrivere una lettera stampata dal pc o a macchina da scrivere e poi anche firmarla (intendo con la vera firma ...) invece che scriverla a stampatello e anche con degli errori poi corretti per poi mostrarla ai media?
Certo che la scrittura in stampatello è difficile da analizzare ma se la lettera è stata scritta dalla 'famiglia Gambirasio' come da firma(in stampatello) è evidente che il cerchio si restringe e allora basta solo far scrivere la stessa lettera in stampatello a..... e l'analisi di comparazione diventa facile.


che centra se la lettera è scritta a stampatello o no .non ho capito con cosa deve essere confrontata


ho risposto ad altri e se per te è tutto chiaro meglio per te.


non intendevo dire se la lettera è stata scritta dalla famiglia o meno, con la grafologia si può capire il carattere, la personalità, ecc. della persona che ha scritto
Anonymous - Mar Gen 04 2011, 14:50:05
Oggetto:
Citazione:

non intendevo dire se la lettera è stata scritta dalla famiglia o meno, con la grafologia si può capire il carattere, la personalità, ecc. della persona che ha scritto


ma hai guardato bene la lettera? c'è scritto 'famiglia Gambirasio' e pertanto a che serve capire il carattere, la personalità ecc. della persona che ha scritto facendo l'analisi della grafologia?
Ma qualcuno può affermarlo esplicitamente, piuttosto, che la lettera è stata scritta dalla 'famiglia Gambirasio'? Confused altrimenti si scrivono miliardi di post per nulla o meglio per dire una cosa e poi subito cambiarla in altro, senza andarne MAI a capo di nulla.
Se ad Avetrano c'è stato uno show a Brembate pare non ci sia stato ma non per questo restano ancora molti interrogativi a cui nessuno vuole dare risposta.
Non è importante uno show o il silenzio ma di fronte a tragedie come questa è evidente che qualcosa non quadra.

Austria

Citazione:

Insomma, a momenti si cerca Yara viva e a momenti si cerca Yara morta. La verità è che gli inquirenti sono a quota zero per quanto riguarda l'orientamento.
Nelle caverne non ci sono ne porte ne cancelli. Per quanto riguarda la ricerca nelle immediate vicinanze della casa di Yara, non capisco proprio perchè non si è cercato lì. Cosa ci vuole per aver un mandato? La lungimeranza del capo degli inquirenti e una firma. E così le porte e i cancelli si aprono da sole.


penso che in definitiva se non si conosce dove cercare si cerca per nulla ma ormai solo perchè occorre farlo. Nemmeno nelle case dei vicini di Avetrana si è cercato e le testimonianze sono arrivati dopo mesi e mesi tanto che hanno cambiato pefino l'ora dell'omicidio della vittima. Ad Avetrana hanno scoperto il cadavere solo dopo che hanno inscenato il ritrovamento del cellulare.A Brembate il cellulare non c'è nemmeno e nemmeno una pista e il movente dicono sia un rapimento ma senza richiesta di riscatto.
Qui più che aprire porte e cancelli sarebbe il caso che qualcuno aprisse la bocca e cominciasse a parlare. Almeno il sindaco di Avetrana aveva detto che era impossibile che una ragazzina fosse scomparsa in pochi metri di strada senza che nessuno vedesse nulla ed invitava chi sapeva a riferire agli inquirenti.
Era il profondo sud e qui il profondo nord. C'è da riflettere.
cluster - Mar Gen 04 2011, 17:05:35
Oggetto:
kojiki ha scritto:
cluster ha scritto:
kojiki ha scritto:
biofa87 ha scritto:
da ignorante:

qualcuno esperto in grafologia potrebbe analizzare le lettera dei genitori.. o si puo solo con la scrittura in corsivo?


ma al giorno d'oggi non si può scrivere una lettera stampata dal pc o a macchina da scrivere e poi anche firmarla (intendo con la vera firma ...) invece che scriverla a stampatello e anche con degli errori poi corretti per poi mostrarla ai media?
Certo che la scrittura in stampatello è difficile da analizzare ma se la lettera è stata scritta dalla 'famiglia Gambirasio' come da firma(in stampatello) è evidente che il cerchio si restringe e allora basta solo far scrivere la stessa lettera in stampatello a..... e l'analisi di comparazione diventa facile.


che centra se la lettera è scritta a stampatello o no .non ho capito con cosa deve essere confrontata


ho risposto ad altri e se per te è tutto chiaro meglio per te.


come tutto chiaro per me? io non ho capito quello che state dicendo sulla lettera.forse mi sono persa qualcosa nei post precedenti...
Anonymous - Mar Gen 04 2011, 20:35:26
Oggetto:
http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/364082/

Un investigatore smentisce la traccia
del telefonino alle 18,55 a Brembate


Scomparsa nel nulla: non c'è una pista e non ci sono certezze sul caso di Yara Gambirasio. La tredicenne, promessa della ginnastica ritmica, non ha lasciato traccia di sé. A dirlo è un investigatore in prima linea nel caso della ragazzina sparita il 26 novembre, durante un'intervista avvolta da tanto pessimismo. "Magari ne avessimo trovata una di traccia utile, proprio non ce n`è" dice. L`unica certezza, "o meglio l'unica cosa a cui credere - aggiunge - per ora è il fiuto dei cani. Crediamo con fermezza che Yara Gambirasio sia passata da quel cantiere di Mapello. I cani in quel luogo sono letteralmente impazziti per le tracce di odore. Quindi da lì è passata la persona che cerchiamo".

L'investigatore smentisce categoricamente anche la presenza fisica del telefonino di Yara Gambirasio alle 18.55 in territorio di Brembate Sopra. "Non risulta vero. L'ultima traccia utile lasciata dal telefonino è alle 18.49, quando l`amica Martina replica al messaggio di Yara, dopodiché il cellulare non dice più nulla". Un primo messaggio di Martina era delle 18.25, Yara aveva replicato alle 18.44. "La mamma della ragazzina - prosegue - ha provato a chiamare la figlia dopo le 19, trovando il telefono sempre spento. Ci vorranno almeno una ventina di giorni affinché lo screening su tutto il traffico telefonico in quella zona dica qualcosa in merito alla fascia oraria in cui Yara è scomparsa nel nulla".

quindi dopo circa due mesi dalla scomparsa forse si potrebbe sapere 'qualcosa in merito' alla fascia oraria in cui è scomparsa la ragazzina. Praticamente non si sa ancora nulla.

-----editato.........

http://www.corriere.it/cronache/11_gennaio_04/yara-cento-testimoni_47857d0c-17f1-11e0-9e84-00144f02aabc.shtml

LE ULTIME PERLUSTRAZIONI A ZOGNO E PALAZZAGO NON HANNO DATO RISULTATI

Caso Yara, gli inquirenti risentiranno
i cento testimoni ascoltati fino ad ora

Mercoledì sarà riascoltato per la quinta volta Tironi, che disse di avere visto la ragazzina prima della scomparsa




BERGAMO - Caso Yara Gambirasio, punto e a capo. Le indagini sulla scomparsa della ragazzina non si fermano, anzi ricominciano dall'inizio. Polizia e carabinieri hanno infatti deciso di ascoltare per la seconda volta un centinaio di persone che erano già state sentite e che conoscono Yara o hanno avuto a che fare con lei o la sua famiglia.


ULTIME PERLUSTRAZIONI - Nemmeno le ultime perlustrazioni a Zogno e Palazzago, hanno dati risultati per le squadre di polizia, carabinieri e volontari impegnati nel trentottesimo giorno dalla scomparsa della ragazzina. Si tratta di ricerche che vengono effettuate sulla base delle tantissime segnalazioni che arrivano ogni giorno alle forze dell'ordine, sempre molto vaghe e che vengono seguite per scrupolo.

VOCI INFONDATE - In mezzo a questa assenza di dati certi, o alemno di piste reali, ogni tanto emerge qualche voce, come quella secondo la quale gli investigatori stessero seguendo una pista basata su un nome letto sul diario di Yara. Ipotesi esclusa dalla stessa madre della ragazza, che ai giornalisti ha dichiarato: «Il diario di Yara è un diario con appiccicate le figurine con i personaggi di Diddle e le caramelle che mangia, non c'è scritto niente. Ci sono tantissime segnalazioni ma niente di importante, purtroppo. Gli investigatori non vogliono escludere niente e quindi danno la stessa importanza a tutte le piste». Intanto mercoledì sarà sentito per la quinta volta Enrico Tironi, il vicino di casa di Yara che due giorni dopo la scomparsa disse di avere visto la ragazza mentre parlava con due uomini vicino a un'auto rossa con i lampeggianti accesi. Non si sa ancora quale possa essere il motivo della nuova convocazione.
Anonymous - Mar Gen 04 2011, 23:44:21
Oggetto:
Vorrei porvi una domanda......

.... siamo qui a fare cosa?

Ero lettore di Dylan dog, quindi le indagini dell'incubo mi hanno sempre incuriosito......
... e queste strane vicende danno adito ad un sacco di interpretazioni...... alcune curiose, altre strampalate e poi ancora e ancora e ancora..... colpi di scena, smentite, testimonianze..... ma cosa vogliamo trovare?

le notizie che abbiamo ci vengono riportate da TV e giornali..... abbiamo sempre detto che sono manipolati dal potere.... mettiamoci anche qualche depistaggio da parte degli investigatori..... e quindi?

siamo fortunati che possiamo fare delle ricerche personali per verificare delle notizie, ma è ben poco rispetto ad un ispettore che ha tutto in mano....

Diciamo che vogliamo cercare di decriptare le notizie che ci danno per cogliere quel pizzico di verità che ci fa capire come può essere andata......

faccio un esempio per fare capire il mio pensiero.... sto Allocchi mi sta simpatico.... ho visto anche una sua foto.... sembra un bonaccione.... e tralasciando il caso di Sarah Scazzi, qui ha detto subito che la bambina è morta lo stesso giorno della sua scomparsa e chi l'ha presa l'ha fatto perchè la conosceva e l'ha tratta in inganno.... cercando in rete di altri sensitivi, trovo che c'è di mezzo una gelosia sportiva..... trovo il sito della palestra; ma guarda, prima mi accorgo di due cognomi venuti fuori dalla cronaca (e può succedere che in un paese ci siano pochi cognomi che si ripetono).... uno sentito per storie di camorra, per la via della polisportiva, per il sindaco e l'altro forse imparentato con un testimone chiave..... uno che tra l'altro invece che avvisare i carabinieri si fa intervistare dalla TV..... un genio! magari lo hanno fatto ritrattare apposta per non rovinare le indagini..... oppure lo hanno intimorito per non far cercare quella famosa macchina rossa.......(sai com'è... tra fratelli, cugini, zii questi favori si fanno!);ma ritornando ad Allocchi, e se anche lui facesse parte della giostra? Scusate sensitivi, quelli veri!, ma mettete i vostri poteri al servizio del bene e aiutate a trovare questa bambina...... non pensate sempre e solo alla parcella e alla pubblicità che vi fate andando a sentire le puzze in giro...... vantatevi un po' meno in televisione e fate dei fatti e non intendo imbrogliare dei drogati!

Una cosa l'abbiamo capita ... è sparita una ragazzina nel nulla e l'unica traccia l'anno trovata dei cani in un cantiere..... e poi ? dal cantiere se fosse uscita i cani avrebbero trovato una traccia? oppure , premesso che non lo so e quindi ipotizzo, se fosse stata uccisa nel cantiere e poi trasportata altrove, i cani non possono più seguire alcuna traccia?

E visto che abbiamo anche la sensitiva che sente puzza di rose...... una cosa permettetemelo di dirla..... mi hanno rotto i coglioni sti pazzi scatenati che sacrificano bambini innocenti in riti, vendette e altro..... scenari di ordinaria follia che speriamo non ci tocchino mai da vicino!

Poi non escludiamo gli zingari che rapiscono i bambini, la pedofilia, il trapianto di organi ecc.... ecc...., e per finire ci metterei anche, come nella sanità, qualche ispettore incompetente parente di qualcuno di importante! Cavoli quante piste......e quale seguiamo?

Voglio spezzare una lancia a favore di Kojiki per il lavoro di ricerca di notizie nel web che fa.... un ottimo collage, grazie! durante la mia assenza venivo qui per avere più informazioni. Un ottimo giornalista, notizie a 360 gradi.

Concludo dicendo : YARA VIVA E LIBERA!
Anonymous - Mer Gen 05 2011, 07:16:10
Oggetto:
Sono d'accordissimo sul discorso di Allocchi che si pubblicizza, i veri sensitivi hanno delle capacità che gli permettono di capire il vero dal falso, quindi sicuramene sanno con certezza che rivolgersi ai media di certo non può aiutare nessuno, anzi... Io se fossi un sensitivo la cercherei da solo, aiutato cmq da una marmaglia di persone di cui mi possa fidarmi ciecamente, non mi appellerei alle f.d.o.
Sono parte del codice sia Alloccchi che la "signora che puzza di rosa"...
Anonymous - Mer Gen 05 2011, 10:09:37
Oggetto:
In questa vicenda i sensitivi cominciano ad essere troppi....


Le indicazioni di 300 sensitivi
non hanno portato risultati


"Sono stati in tutto 300 tra sensitivi e sensitive ad aver contattato negli ultimi 39 giorni i carabinieri e la polizia di Bergamo per dare indicazioni sul caso di Yara Gambirasio, convinti di poter aiutare le ricerche e poter facilitare il ritrovamento della ragazzina di Brembate Sopra. Ma nessuno, finora, ha dato indicazioni utili".

A dirlo è un investigatore di Bergamo che sta seguendo il caso. Le ricerche proseguono ovunque. A Brembate Sopra è arrivata anche Maria Rosa Busi, bresciana, la sensitiva che nel 2005 aiutò a ritrovare la giovane Chiara Bariffi nel lago di Como. Non mancano le segnalazioni di decine di persone che sostengono di aver visto Yara, dalla Svizzera ad Aosta fino alla Sicilia. Sono quindi state mobilitate le questure e i comandi dei carabinieri di tutta Italia e, per quanto riguarda l`estero, è stata allertata l'Interpol.

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/364170/

***********

http://www3.lastampa.it/cronache/sezioni/articolo/lstp/382427/

Trecento medium in cerca di Yara



della ragazza nessuna traccia

Camminano insieme in questa nebbia che copre villette e capannoni e nasconde Yara: prosegue inesorabile l’impegno di forze dell’ordine e volontari e, altrettanto inesorabile, gli procede accanto e addosso lo sconforto, all’animo di ciascuno aggrappato come un parassita che si gonfia e cresce. Questo battere campi e casolari, argini e cantieri, questo tornare a luoghi e personaggi - testimoni ritenuti dall’incerta verità - delle prime ore, l’aggrapparsi a migliaia di tabulati e nomi d’un giorno dove si transitava per caso o per lavoro o per mistero, tutto ciò fa dilagare il senso del buio, del vuoto con un costume da sberleffo che sembra aver portato via la ragazzina di tredici anni come in un romanzo di Stephen King.

E l’impotenza morde ancora più a fondo perché la storia di Brembate di Sopra, proprio perché accaduta a ridosso della scomparsa e del ritrovamento di Sarah Scazzi ad Avetrana, non è stata liquidata nei primi momenti come un’impennata adolescenziale. Ci si è mossi, in tutte le direzioni. Il dolore è che il ventaglio sia rimasto così spalancato fino a oggi. Nel vuoto tutto irrompe. Le teorie più drammatiche e gli scenari più fantasiosi o perversi. In meno di un mese e mezzo hanno offerto suggerimenti a polizia, carabinieri, giornalisti e trecento sensitivi.

C’è chi, come la donna che contribuì al ritrovamento di Chiara Baruffi nel Lago di Como, vede Yara viva con altre persone, ma poi pendolini e carte e visioni e sogni indicano cascine con davanti un viale da camposanto oppure una prigione che si delinea pian piano e diviene la gabbia di un circo. Si liberano la buona fede e la presunzione pacata di posseder poteri e la rincorsa a colorite fughe della mente. Yara è in Val d’Aosta. No, è in Sicilia. Macché, è in Svizzera. Ogni mattina intanto, in Val Brembana e in un raggio sempre più largo di Lombardia, si infilano gli stivali e si va a camminare con impegno e sconforto.
Anonymous - Mer Gen 05 2011, 10:34:37
Oggetto:
il visionario ha scritto:
Vorrei porvi una domanda......

.... siamo qui a fare cosa?

Ero lettore di Dylan dog, quindi le indagini dell'incubo mi hanno sempre incuriosito......
... e queste strane vicende danno adito ad un sacco di interpretazioni...... alcune curiose, altre strampalate e poi ancora e ancora e ancora..... colpi di scena, smentite, testimonianze..... ma cosa vogliamo trovare?

le notizie che abbiamo ci vengono riportate da TV e giornali..... abbiamo sempre detto che sono manipolati dal potere.... mettiamoci anche qualche depistaggio da parte degli investigatori..... e quindi?

siamo fortunati che possiamo fare delle ricerche personali per verificare delle notizie, ma è ben poco rispetto ad un ispettore che ha tutto in mano....

Diciamo che vogliamo cercare di decriptare le notizie che ci danno per cogliere quel pizzico di verità che ci fa capire come può essere andata......

faccio un esempio per fare capire il mio pensiero.... sto Allocchi mi sta simpatico.... ho visto anche una sua foto.... sembra un bonaccione.... e tralasciando il caso di Sarah Scazzi, qui ha detto subito che la bambina è morta lo stesso giorno della sua scomparsa e chi l'ha presa l'ha fatto perchè la conosceva e l'ha tratta in inganno.... cercando in rete di altri sensitivi, trovo che c'è di mezzo una gelosia sportiva..... trovo il sito della palestra; ma guarda, prima mi accorgo di due cognomi venuti fuori dalla cronaca (e può succedere che in un paese ci siano pochi cognomi che si ripetono).... uno sentito per storie di camorra, per la via della polisportiva, per il sindaco e l'altro forse imparentato con un testimone chiave..... uno che tra l'altro invece che avvisare i carabinieri si fa intervistare dalla TV..... un genio! magari lo hanno fatto ritrattare apposta per non rovinare le indagini..... oppure lo hanno intimorito per non far cercare quella famosa macchina rossa.......(sai com'è... tra fratelli, cugini, zii questi favori si fanno!);ma ritornando ad Allocchi, e se anche lui facesse parte della giostra? Scusate sensitivi, quelli veri!, ma mettete i vostri poteri al servizio del bene e aiutate a trovare questa bambina...... non pensate sempre e solo alla parcella e alla pubblicità che vi fate andando a sentire le puzze in giro...... vantatevi un po' meno in televisione e fate dei fatti e non intendo imbrogliare dei drogati!

Una cosa l'abbiamo capita ... è sparita una ragazzina nel nulla e l'unica traccia l'anno trovata dei cani in un cantiere..... e poi ? dal cantiere se fosse uscita i cani avrebbero trovato una traccia? oppure , premesso che non lo so e quindi ipotizzo, se fosse stata uccisa nel cantiere e poi trasportata altrove, i cani non possono più seguire alcuna traccia?

E visto che abbiamo anche la sensitiva che sente puzza di rose...... una cosa permettetemelo di dirla..... mi hanno rotto i coglioni sti pazzi scatenati che sacrificano bambini innocenti in riti, vendette e altro..... scenari di ordinaria follia che speriamo non ci tocchino mai da vicino!

Poi non escludiamo gli zingari che rapiscono i bambini, la pedofilia, il trapianto di organi ecc.... ecc...., e per finire ci metterei anche, come nella sanità, qualche ispettore incompetente parente di qualcuno di importante! Cavoli quante piste......e quale seguiamo?

Voglio spezzare una lancia a favore di Kojiki per il lavoro di ricerca di notizie nel web che fa.... un ottimo collage, grazie! durante la mia assenza venivo qui per avere più informazioni. Un ottimo giornalista, notizie a 360 gradi.

Concludo dicendo : YARA VIVA E LIBERA!



Quoto in toto!

YARA LIBERA SUBITO!!!
desperada74 - Mer Gen 05 2011, 12:26:55
Oggetto:
Megamind ha scritto:
Sono d'accordissimo sul discorso di Allocchi che si pubblicizza, i veri sensitivi hanno delle capacità che gli permettono di capire il vero dal falso, quindi sicuramene sanno con certezza che rivolgersi ai media di certo non può aiutare nessuno, anzi... Io se fossi un sensitivo la cercherei da solo, aiutato cmq da una marmaglia di persone di cui mi possa fidarmi ciecamente, non mi appellerei alle f.d.o.
Sono parte del codice sia Alloccchi che la "signora che puzza di rosa"...



Sono completamente d'accordo con te!!!!
cluster - Gio Gen 06 2011, 19:34:36
Oggetto:
yara esce dalla palestra alle 6,42. alle 6,44 scrive l'ultimo messaggio.alle 6,49 riceve l'ultimo messaggio, alle 16,55 il telefonino è spento.

se si presume che se si riceve un messaggio il telefono è ancora attivo,quindi yara o da sola lungo il percorso di casa, o in compagnia di qualcuno in macchina che con la scusa di un passaggio invece prende un'altra direzione(cantiere?) sono comunque solo sei minuti il tempo che impiega il sequestratore per rendere yara senza volontà o comunque senza che possa avere reazioni. ed vere accesso al telefonino per spegnerlo. per fare questo ipotizzo che yara in qualche modo nel giro di 6 minuti non può più reagire.

pensateci bene, se yara è salita in macchina di qualcuno alle 6,43-44 ed era sicuramente tranquilla fino alle 6,49 perchè non era scattata la trappola vera e propria (sennò il telefono sarebbe stato spento già alle 6.49 ) vuol dire che stava percorrendo un traggitto in auto,sei minuti per arrivare a destinazione e spegnere il telefonino vuol dire che non sono andati lontano.

però sei minuti sono pochi per una persona sola per riuscure ad allontanarsi dalla palestra insieme a yara magari in auto o altro mezzo e renderla innocua in soli 6 minuti.
quello che non riesco a visualizzare è quando il telefonino è stato spento,yara era coscente oppure no?

non so rimane il fatto che secondo me 6 minuti sono pochi....
Austria - Gio Gen 06 2011, 19:44:54
Oggetto:
cluster ha scritto:
yara esce dalla palestra alle 6,42. alle 6,44 scrive l'ultimo messaggio.alle 6,49 riceve l'ultimo messaggio, alle 16,55 il telefonino è spento.

non so rimane il fatto che secondo me 6 minuti sono pochi....


Intanto le ore sono: 18:42 - 18:44 - 18:49 - 18:55
e poi 6 minuti sono tantissimi considerando che che Yara (bambina) è stata portata via da uno o più adulti. C'è anche il fatto che un telefonino si spegne in un battibaleno.
cluster - Gio Gen 06 2011, 21:16:07
Oggetto:
Austria ha scritto:
cluster ha scritto:
yara esce dalla palestra alle 6,42. alle 6,44 scrive l'ultimo messaggio.alle 6,49 riceve l'ultimo messaggio, alle 16,55 il telefonino è spento.

non so rimane il fatto che secondo me 6 minuti sono pochi....


Intanto le ore sono: 18:42 - 18:44 - 18:49 - 18:55
e poi 6 minuti sono tantissimi considerando che che Yara (bambina) è stata portata via da uno o più adulti. C'è anche il fatto che un telefonino si spegne in un battibaleno.


lo so che il dito su off non impiega sei minuti per premere Laughing

io intendevo altro e per altro tutto il resto che non hai quotato Cool

credo che nessuno intenderà che yara è uscita di palestra alle sei del mattino Wink
Anonymous - Ven Gen 07 2011, 09:05:39
Oggetto:
Citazione:
io intendevo altro e per altro tutto il resto che non hai quotato


cluster, se leggevi qui....(postato sopra) invece di intendere altro ...Comunque sugli orari occorre esser precisi: le 18 non sono le 6 e allora perchè scrivere 6!
http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/364082/

L'ultima traccia utile lasciata dal telefonino è alle 18.49, quando l`amica Martina replica al messaggio di Yara, dopodiché il cellulare non dice più nulla". Un primo messaggio di Martina era delle 18.25, Yara aveva replicato alle 18.44. "La mamma della ragazzina - prosegue - ha provato a chiamare la figlia dopo le 19, trovando il telefono sempre spento. Ci vorranno almeno una ventina di giorni affinché lo screening su tutto il traffico telefonico in quella zona dica qualcosa in merito alla fascia oraria in cui Yara è scomparsa nel nulla".
**********

La mamma di Yara Gambirasio ha già parlato più volte con gli investigatori. Ma tornerà sicuramente ad essere ascoltata dai carabinieri, molto probabilmente nella mattinata di domani, 21 dicembre. Al suo fianco ci sarà anche Keba, 15 anni, la sorella maggiore di Yara. Gli investigatori hanno deciso di ascoltare di nuovo la mamma e Keba per la prima volta per chiarire alcuni aspetti legati a quel pomeriggio del 26 novembre, più di tre settimane fa, quando Yara è scomparsa.
Era Yara che voleva uscire di casa con molta insistenza approfittando di quel registratore da portare in palestra? Così la madre avrebbe dichiarato in un verbale dei carabinieri, nei primi giorni dopo la scomparsa. Oppure era la mamma che all'ultimo minuto aveva detto a Yara di andare in palestra, come è emerso negli ultimi giorni? Keba conosce in parte il mondo di amicizie di Yara e potrebbe dare una mano, oltre a dare chiarimenti sul perchè dell'uscita di casa di Yara, dato che anche lei era lì, nella villetta di via Rampinelli 48.

http://www.bergamonews.it/provincia/articolo.php?id=35688
cluster - Ven Gen 07 2011, 13:53:45
Oggetto:
oggi fanno 42 giorni dalla scomparsa, ricorderete che sara fu fatta ritrovare dopo 42 giorni, chissà se.....
***Stefy*** - Sab Gen 08 2011, 15:38:34
Oggetto:
Citazione:
YARA, LETTERA ANONIMA ALL'ECO DI BERGAMO "È NEL CANTIERE, HO PAURA"

Spunta una lettera anonima nel giallo di Brembate. Una lettera su carta nera, scritta con ritagli di giornale colorati è stata recapitata questa mattina al quotidiano L'Eco di Bergamo. La lettera è stata spedita da Milano ieri, 7 gennaio, dal momento che riporta sulla busta - bianca e scritta a mano - il timbro del centro di smistamento postale di Milano Borromeo.

La lettera dice, testualmente: "Yara è nel cantiere di Mapello. Ho paura".

La busta era indirizzata alla Cronaca della regazione dell'Eco. La polizia scientifica ha rilevato le impronte sulla busta e sul cartoncino nero, che era piegato in due. Al momento non ci sono novità sui nuovi rilievi che gli investigatori hanno effettuato sul cantiere di Mapello.

YARA, SCOMPARSA IL 26 NOVEMBRE Yara Gambirasio, ginnasta 13enne di Brembate di Sopra (Bergamo), è sparita nel nulla il 26 novembre scorso. Per ritrovarla sono intervenuti poliziotti, militari e volontari da tutta Italia, oltre a centinaia di sensitivi che hanno cercato di aiutare le forze dell'ordine nelle ricerche. In più di quaranta giorni non è stata trovata nessuna traccia della ragazzina.

Fonte:Leggo Online - 8.1.2011


Austria - Sab Gen 08 2011, 18:58:07
Oggetto:
cluster ha scritto:
oggi fanno 42 giorni dalla scomparsa, ricorderete che sara fu fatta ritrovare dopo 42 giorni, chissà se.....


Se la lettera è stata spedita ieri, ovvero il 7 gennaio, allora c'è del particolare...
Anonymous - Sab Gen 08 2011, 18:59:14
Oggetto:
http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=133658&sez=HOME_INITALIA

Yara, una lettera anonima annuncia:
il corpo è nel cantiere di Mapello



Ma gli inquirenti per ora non torneranno sul posto: è già stato
ispezionato. Riprese in mattinata le ricerche nel bergamasco



BERGAMO (8 gennaio) - Decine tra carabinieri, poliziotti, guardie forestali e volontari, sono al lavoro anche oggi in provincia di Bergamo, per il 43/mo giorno consecutivo, alla ricerca di Yara Gambirasio, la 13enne scomparsa. il 26 novembre da Brembate Sopra (Bergamo).

A scuotere le ricerche è arrivata una lettera anonima. «Yara è nel cantiere Mapello. Ho paura». Questo è il testo di un messaggio anonimo giunto stamani alla redazione Cronaca dell'Eco di Bergamo. Il messaggio è arrivato in una busta che reca il timbro del centro di smistamento postale di Milano Borromeo, con la data di ieri. Dentro la busta, su un cartoncino nero formato A4 ripiegato, la scritta, composta da lettere colorate ritagliate da una o più riviste. Il giornale ha contattato la Polizia di Bergamo e in redazione sono giunti gli investigatori della Squadra Mobile e della Scientifica, che hanno rilevato le impronte digitali sulla busta e sul messaggio. La lettera è stata sequestrata.

Il cantiere di Mapello allo stato non sarà nuovamente ispezionato. Il dirigente della Squadra Mobile di Bergamo Gianpaolo Bonafini ha infatti spiegato che è «già stato controllato in modo approfondito e più volte dai carabinieri» sin dai giorni successivi alla scomparsa di Yara. Il cantiere è quello dove lavorava Mohammed Fikry, il giovane marocchino fermato e poi risultato estraneo alla vicenda e in cui i cani, a qualche giorno dalla scomparsa di Yara, sembravano aver trovato tracce della ragazza. Si tratta, ha spiegato Bonafini, di «non replicare un'attività già svolta in modo approfondito» e gli investigatori torneranno quindi nel cantiere «se sarà ritenuto utile e d'intesa con i carabinieri».

La lettera di oggi, hanno spiegato gli investigatori, è una tra le tante della «valanga» di segnalazioni anonime e non su dove si possa trovare la ragazza che è arrivata e probabilmente c ontinuerà ad arrivare a Polizia, carabinieri, Procura, e alla stessa famiglia. Già a dicembre una lettera di una medium, indirizzata alla famiglia, era stata sequestrata a Genova da
dove era stata spedita.

Questa mattina i militari, insieme ai volontari della protezione civile, sono intanto tornati nella zona della ex colonia elioterapica di Brembate di Sopra dove stanno scandagliando il terreno con l'aiuto di un georadar. Il sofisticato macchinario, messo a disposizione dai carabinieri del Ros, consente di rilevare la presenza di eventuali anomalie fino a 12 metri di profondità, ma finora non sono stati trovati indizi riconducibili alla ragazzina. Altre squadre sono invece impegnate sul colle della Maresana, a Ponteranica, alle porte di Bergamo.

Nei prossimi giorni è previsto un incontro in prefettura tra forze dell'ordine, volontari e il sindaco di Brembate di Sopra per fare il punto della situazione sulle ricerche che a ormai un mese e mezzo dalla scomparsa non hanno ancora dato frutti.

....nel cantiere di Mapello la lettera anonima dice che c'è il corpo. Ma perchè nessuno va a vedere? La busta recava sul timbro la data di ieri: 7 gennaio

Citazione:
Se la lettera è stata spedita ieri, ovvero il 7 gennaio, allora c'è del particolare...


ieri era venerdì 7 gennaio = venerdì 5°giorno della settimana
5 + 7 + 1(gennaio) = 13
Il particolare è nella firma Rolling Eyes
Austria - Sab Gen 08 2011, 19:08:47
Oggetto:
Ho visto la busta. Di solito molti stranieri, specialmente albanesi, hanno l'abitudine di mettere il francobollo a sinistra. In Italia ed in Europa in genere lo si mette a destra in alto. Non so se...
Anonymous - Sab Gen 08 2011, 21:18:09
Oggetto:
Caso Yara: sensitivo, la 13enne uccisa da una donna che conosceva


ultimo aggiornamento: 08 gennaio, ore 21:08


Milano, 8 gen. - (Adnkronos) - C'e' l'ombra di una donna nel mistero della scomparsa della 13enne Yara Gambirasio. Ne e' sempre piu' convinto Mario Allocchi, il sensitivo che aveva previsto la tragica fine di Sarah Scazzi e che in passato si e' occupato di altri casi di persone scomparse. Dal 26 novembre scorso, giorno in cui la 13enne bergamasca promessa della ginnastica ritmica non e' piu' tornata nella sua casa a Brembate di Sopra, il consulente esoterico continua a occuparsi del caso.

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Caso-Yara-sensitivo-la-13enne-uccisa-da-una-donna-che-conosceva_311514297176.html
cluster - Sab Gen 08 2011, 22:11:37
Oggetto:
cluster ha scritto:
oggi fanno 42 giorni dalla scomparsa, ricorderete che sara fu fatta ritrovare dopo 42 giorni, chissà se.....


uhm...
dico hum non tanto per la lettera anonima,quanto per il fatto che proprio ora ho visto 4 grado,la puntata di ieri on line sul sito e ho visto la testimonianza di un padre di una bambina che proprio il 25 novembre è stata seguita da un furgoncino.

mbè ma nel casao di sara scazzi, il telefonino non è spuntato proprio il giorno dopo che si parlava di un'auto vista in via deledda?

lo so che magari la testimonianza di questo padre,in ambito investigativo, risale prima rispetto alla puntata del programma ma sicuramente con la trasmissione c'è stata più attenzione....
cluster - Sab Gen 08 2011, 22:34:17
Oggetto:
kojiki ha scritto:
Caso Yara: sensitivo, la 13enne uccisa da una donna che conosceva


ultimo aggiornamento: 08 gennaio, ore 21:08


Milano, 8 gen. - (Adnkronos) - C'e' l'ombra di una donna nel mistero della scomparsa della 13enne Yara Gambirasio. Ne e' sempre piu' convinto Mario Allocchi, il sensitivo che aveva previsto la tragica fine di Sarah Scazzi e che in passato si e' occupato di altri casi di persone scomparse. Dal 26 novembre scorso, giorno in cui la 13enne bergamasca promessa della ginnastica ritmica non e' piu' tornata nella sua casa a Brembate di Sopra, il consulente esoterico continua a occuparsi del caso.

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Caso-Yara-sensitivo-la-13enne-uccisa-da-una-donna-che-conosceva_311514297176.html


se questo sensitivo avesse ragione,la donna misteriosa,rimanendo in ambito della palestra, potrebbe essere una mamma di un'altra ginnasta o una allenatrice.altre alternative non le vedo... è dura da immaginare una realtà del genere..
cluster - Sab Gen 08 2011, 22:38:13
Oggetto:
***Stefy*** ha scritto:
Citazione:
YARA, LETTERA ANONIMA ALL'ECO DI BERGAMO "È NEL CANTIERE, HO PAURA"

Spunta una lettera anonima nel giallo di Brembate. Una lettera su carta nera, scritta con ritagli di giornale colorati è stata recapitata questa mattina al quotidiano L'Eco di Bergamo. La lettera è stata spedita da Milano ieri, 7 gennaio, dal momento che riporta sulla busta - bianca e scritta a mano - il timbro del centro di smistamento postale di Milano Borromeo.

La lettera dice, testualmente: "Yara è nel cantiere di Mapello. Ho paura".

La busta era indirizzata alla Cronaca della regazione dell'Eco. La polizia scientifica ha rilevato le impronte sulla busta e sul cartoncino nero, che era piegato in due. Al momento non ci sono novità sui nuovi rilievi che gli investigatori hanno effettuato sul cantiere di Mapello.

YARA, SCOMPARSA IL 26 NOVEMBRE Yara Gambirasio, ginnasta 13enne di Brembate di Sopra (Bergamo), è sparita nel nulla il 26 novembre scorso. Per ritrovarla sono intervenuti poliziotti, militari e volontari da tutta Italia, oltre a centinaia di sensitivi che hanno cercato di aiutare le forze dell'ordine nelle ricerche. In più di quaranta giorni non è stata trovata nessuna traccia della ragazzina.

Fonte:Leggo Online - 8.1.2011



dove si trova la foto della lettera? vorrei vederla meglio magari a una risoluzione migliore..perchè mi sembra di vedere una macchia e sotto la macchia una lettera T
non so se è dovuto alle dimensioni..
Austria - Dom Gen 09 2011, 00:03:26
Oggetto:
@ cluster

Ecco, qui la busta e la lettera:

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/178356_yara_lettera_anonima_a_leco__nel_cantiere_di_mapello/
cluster - Dom Gen 09 2011, 13:21:31
Oggetto:
grazie austria, nella foto del link non si vede la lettera che dicevo....ma quella grande macchia bianca sotto la scritta mapello dovrebbe eessere colla?
Anonymous - Dom Gen 09 2011, 14:32:55
Oggetto:
Citazione:

se questo sensitivo avesse ragione,la donna misteriosa,rimanendo in ambito della palestra, potrebbe essere una mamma di un'altra ginnasta o una allenatrice.altre alternative non le vedo... è dura da immaginare una realtà del genere..


teniamo presente che fin dall'inizio Allocchi parlò della carta dell'imperatrice e che non riusciva a vedere dove si trovava il corpo della ragazzina che secondo lui non era più in vita già dal giorno del suo 'prelevamento'.

A volte la realtà è molto più dura di quello che si sospetta.

*********

editato-----------

http://www.giornaledipuglia.com/2010/12/yara-e-stata-rapita-da-un-uomo-e-una.html

YARA E' STATA RAPITA DA UN UOMO E UNA DONNA

BERGAMO. L'accorata conferenza stampa di Fulvio e Maura Gambirasio sembra finalmente rompere la cortina di silenzio che dominava a Brembate di Sopra sin dal giorno dopo di quel 26 novembre in cui scomparve Yara, la giovane campionessa della ginnastica. Ora infatti è spuntato anche un testimone che confermerebbe l'ipotesi del sequestro.

"URLAVA E CERCAVA DI DIVINCOLARSI" - "Ero a spasso con il cane attorno alle 19 quando in via Rampinelli all'angolo con via Ravasio, ho visto due persone che si strattonavano. Uno urlava e cercava di afferrare l'altra che, urlava con una vocina tipica da ragazzina, e cercava di divincolarsi". Sono le parole di Mario Torraco, ex guardia giurata, che la sera del 26 novembre avrebbe visto due persone, un uomo e una donna, nei pressi di casa Gambirasio. L'uomo avrebbe strattonato con forza la donna, all'apparenza molto giovane.
"È una scena che rivedo ogni notte prima di addormentarmi e la mattina quando mi sveglio - racconta Torraco - che conferma sempre più la mia idea che si tratti di un rapimento".

LE ANALOGIE - Un racconto che di sicuro presenta diversi traits d'union con quello di Enrico Tironi, il diciannovenne vicino di casa dei Gambirasio che, subito dopo la scomparsa di Yara, aveva detto di aver visto la ragazzina in compagnia di due uomini la sera del 26 novembre, ma inizialmente non era stato ritenuto attendibile.

-------

ENRICO TIRONI NON HA DUBBI. YARA ERA CON UN UOMO E UNA DONNA

"Stavo tornando a casa con la macchina. Non mi sono fermato, ma ho visto Yara con due uomini e mi sembrava tranquilla, anche se oggi non riuscirei a riconoscere le persone con cui stava". Sono queste le testimonianze di Enrico Tironi, probabilmente l'ultimo ad aver visto Yara Gambirasio, la giovane ginnasta di Brembate Sopra scomparsa il 26 novembre.


LA VERSIONE DI TIRONI - Il ragazzo, che inizialmente non era stato ritenuto un teste attendibile dai militari, ora non sa nulla dell' eventualità di essere riascoltato a breve, forse già in mattinata, dagli inquirenti. Tuttavia, il diciannovenne vicino di casa di Yara sembra non avere dubbi a riguardo: "Sono stato fuori - aggiunge - a Capodanno, ma un po’ ci penso, a Yara. Come del resto tutti".
Ieri Tironi ha parlato ieri ai microfoni del Tg5. Lo ha fatto dopo un mese di silenzio. E, nella sostanza, ha confermato il racconto che già aveva spiattellato davanti alle telecamere il 28 novembre scorso: ricorda la scena ma non i visi dei suoi rapitori, perchè a questo punto i dubbi paiono davvero pochi sulla natura della scomparsa della tredicenne: non può che trattarsi di un rapimento ben studiato e fatto da professionisti.
A nulla ha portato, invece, l'esame dei tabulati di 15mila telefonate avvenute nei giorni vicini a quello della sparizione dal centro sportivo. Gli investigatori hanno anche visionato il diario della ragazzina, senza trovarvi nulla di interessante, come la stessa madre di Yara aveva d'altra parte preannunciato.
Oggi le ricerche continueranno nelle zone in prossimità di Brembate. Lunedì i carabinieri hanno setacciato grotte e anfratti di Paglio di Dossena, Gromlongo e Palazzago.

http://www.giornaledipuglia.com/2011/01/enrico-tironi-non-ha-dubbi-yara-era-con.html

------
I GENITORI SANNO LA VERITA'

Gli inquirenti e le forze dell'ordine proseguono le loro indagini per venire a capo dell'inspiegabile scomparsa della giovane ginnasta Yara Gambirasio. Stamattina sono stati perlustrati i boschi del parco regionali dei colli di Bergamo. La famiglia della ragazza non sfugge all'attenzione dei giornalisti che seguono il caso giorno dopo giorno; durante l'intervista telefonica con un giornalista della trasmissione pomeriggio sul due, Maura, la madre della ragazza, alla richiesta di un opinione personale sulla vicenda, avrebbe risposto: "non so che risposta darle, è una storia assurda, non riusciamo a trovare parole, siamo vuoti". La conversazione è durata davvero poco inquanto la donna mostrava palesemente una forte resistenza a comunicare con gli organi di informazione. Nel corso della trasmissione esperti e ospiti hanno dichiarato il loro disappunto circa tale tipo di rifiuto intravedendo, per altro, una duplice chiave di lettura nell'appello televisivo fatto dai coniugi Gambirasio nei giorni scorsi. I due, infatti, dopo un lungo periodo di silenzio, avrebbero inviato il loro messaggio a dei presunti rapitori che si pensa stiano trattenendo la figlia. Durante Pomeriggio sul due tale appello sarebbe stato commentato in questi termini: "ci sono frasi che sembrano veramente dirette a qualcuno", "l'augurio è che loro sappiano qualcosa che noi non sappiamo". L'ipotesi sarebbe quindi che i genitori possano conoscere il loro presunto interlocutore e che l'appello contenga un messaggio cifrato per un destinatario ben preciso secondo presunti sospetti che teoricamente non sarebbero ancora stati resi noti dai coniugi.

http://www.giornaledipuglia.com/2011/01/yara-maura-e-fulvio-sanno-tutta-la.html
cluster - Dom Gen 09 2011, 15:13:30
Oggetto:
kojiki ha scritto:
Citazione:

se questo sensitivo avesse ragione,la donna misteriosa,rimanendo in ambito della palestra, potrebbe essere una mamma di un'altra ginnasta o una allenatrice.altre alternative non le vedo... è dura da immaginare una realtà del genere..


teniamo presente che fin dall'inizio Allocchi parlò della carta dell'imperatrice e che non riusciva a vedere dove si trovava il corpo della ragazzina che secondo lui non era più in vita già dal giorno del suo 'prelevamento'.

A volte la realtà è molto più dura di quello che si sospetta.


si mi ricordo nello specifico allocchi ritornava sempre su una figura che in qualche modo era legata alla madre di yara e che in qualche modo c'era stato astio..
a questo proposito vorrei chiarire un dubbio. alcuni giornali riportavano notizia che la madre di yara lavorarava(part time o per hobby) come segretaria del gruppo di ginnastica,ora in una intervista non mi ricordo se 4 grado o chi l'ha visto no forse era porta a porta l'ultima puntata,c'è l'intervista ad una allenatrice che non si vede in viso e che alla domanda:la madre di yara lavorava per il gruppo di ginnaste, lei risponde con un tono come per dire lavorava qui è esagerato...dava una mano come tutte le mamme.cioè ho notato che minimizzava molto..ora il mio dubbio è se ha detto così perchè in realta i giornali hanno riportato una notizia non vera (che la mamma di yara era la segretaria del gruppo di ginnaste) oppure ha reagito minimizzando non so perchè...tutto questo non per fare insinuazioni ma per capire se in realtà la mamma di yara lavorando per loro poteva avere in qualche modo avuto delle divergenze o altro con qualcuno della palestra.
cluster - Dom Gen 09 2011, 15:25:33
Oggetto:
riporto il link della pagina face book per yara in cui un utente, tale roberto nel penultimo messaggio invita a ragionare per quale motivo sono intervenuti i ROS e SCO che di solito seguono criminalità pesante come mafia ecc.... per un maniaco sessuale.

in effetti il ragionamento non fa una piega.

http://www.facebook.com/topic.php?uid=145154705536916&topic=217#topic_top
cluster - Dom Gen 09 2011, 15:47:29
Oggetto:
tironi, locatelli, gambirasio.

vorrei provare a partire da questi cognomi.prendendo "gambirasio"come fulcro e gli altri due come orbite che girano intorno.

vediamo come sono sempre presenti in spazi ristretti .nel gruppo di ginnaste sono presenti tutti e tre.

nell'ambito delle testimonianza ne è prsente uno.
nell'ambito della pista seguita dai cani è presente quello di yara e quello di locatelli (ditta che ha lavorato per il cantiere di mapello)...ma vicino al cantiere c'è anche la ditta tironi.(che non so se c'è parentela con il testimone che a sua volta non so se è parente della ginnasta )

sono tre cognomi che hanno un nesso per forza tra loro perchè in questa storia vengono fuori sempre e in spazi molto ristretti di vicinanza.

poi vorrei tornare anche sul fatto del carabiniere suicida.non per legarlo a parentele con yara,ma per sottolineare uina coincidenza, devo dire straordinaria, al di fuori dell'ordinario per cui uno stesso cognome nel giro di due gioni è legato sempre in spazi come detto prima ristretti.

tutto questo può non significare niente,perchè è verosimile che una piccola comunità alla fine è legata anche involontariamente frequentando gli stessi spazi,giusto?

giusto.

ma il vicino di casa che con il suo nome è presente come testimone ,come ginnasta, come ditta vicino al cantiere, anche senza nesso familiare,anche senza legame di semplice conoscenza,è comunque da notare.
Brando - Lun Gen 10 2011, 08:55:40
Oggetto:
di per se, già il 7 é particolare
Anonymous - Lun Gen 10 2011, 10:39:28
Oggetto:
La vicenda assume sempre più strani contorni.......

http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/yara-gambirasio-brembate-sopra-lettera-705626/


Niente nuovi controlli nel cantiere di Mapello, già ispezionato in tutti i modi in passato e che una lettera anonima arrivata sabato indicava come il luogo dove trovare Yara Gambirasio, sparita 44 giorni fa. Da un mese e mezzo le ricerche della tredicenne scomparsa il 26 novembre scorso da Brembate Sopra (Bergamo), proseguono incessantemente, ma senza risultati. Le squadre di forze dell’ordine e volontari hanno lavorato anche domenica, nonostante la pioggia, all’indomani della lettera anonima recapitata alla redazione de L’Eco di Bergamo.
Solo una delle tante che arrivano ogni giorno anche in caserma, in Questura e alla famiglia, hanno fatto sapere gli inquirenti, che neppure oggi sono tornati nel cantiere di Mapello, citato nel messaggio anonimo come possibile nascondiglio del corpo di Yara, poichè già perlustrato a fondo nelle scorse settimane dai carabinieri. Domenica mattina il questore di Bergamo, Vincenzo Ricciardi, è tornato in via Rampinelli a fare visita ai genitori di Yara; un rituale che si ripete ormai con frequenza fin dai giorni immediatamente successivi alla scomparsa della ragazzina.
Le squadre della polizia hanno cercato nei boschi attorno a Sorisole (Bergamo), mentre carabinieri e volontari dell’Ana sono andati ad Ambivere (Bergamo) e ad Adrara San Martino (Bergamo), nella zona del santuario del castello. Da tempo, ormai, le ricerche vengono effettuate in prevalenza sulle tante segnalazioni che arrivano dai cittadini. A queste si aggiungono le innumerevoli lettere anonime, come quella recapitata ieri al giornale, e le centinaia di segnalazioni dei medium che sostengono di sapere che fine ha fatto la piccola Yara. Gli investigatori non lasciano nulla di intentato, ma finora l’indagine non avanza. Forse qualche indicazione potrà arrivare dai riscontri dei tabulati telefonici, attesi in settimana.
Nel frattempo, anche domenica mattina Yara Gambirasio è stata ricordata nelle messe celebrate a Brembate Sopra, dove ormai i quaderni messi a disposizione dei fedeli traboccano di messaggi destinati alla ragazzina scomparsa. Le ricerche riprenderanno anche domani; presto in un incontro in prefettura, forze dell’ ordine e volontari si ritroveranno per fare il punto della situazione, e in particolare sull’ andamento delle ricerche, a un mese e mezzo dalla scomparsa.
Intanto non mancano le polemiche giornalistiche sulla vicenda. Secondo alcuni quotidiani, l’intervista realizzata da ‘Quarto Grado’ al padre di una bambina di Brembate di Sopra sfuggita al tentativo di rapimento il giorno prima della scomparsa di Yara, non sarebbe autentica, ma realizzata con ”un finto papà”. I curatori della trasmissione, tuttavia, ne ribadiscono l’autenticità, precisando che l’intervista ”è stata mandata in onda con voce volutamente contraffatta per proteggere l’anonimato della persona stessa”


delle vicenda del furgone bianco ne avevano parlato fin dall'inizio e ora non si comprende come mai qualcuno ha tanta paura a parlare.
Se inoltre è stato utilizzato un 'finto papà' per la trasmissione altro che chiarezza da quelle parti... peggio che ad Avetrana

Anonymous - Lun Gen 10 2011, 11:45:19
Oggetto:
http://www.bergamonews.it/isola/articolo.php?id=36235
Anonymous - Lun Gen 10 2011, 11:51:13
Oggetto:
http://www.bergamonews.it/isola/articolo.php?id=36235

Brembate Sopra, Lunedi 10 Gennaio 2011

Elenchiamo le ipotesi investigative e gli indizi noti del caso, dai quali non si è mai arrivati ad una pista concreta, almeno sembra.

Si attendono i riscontri sulle telefonate.Yara Gambirasio, piste e indizi di un giallo
Attesa per i tabulati telefonici

Saranno i riscontri sulle 15 mila telefonate nella zona di Brembate, nella fascia oraria in cui Yara Gambirasio è scomparsa, a dare qualche elemento che possa favorire la soluzione del giallo? Carabinieri e polizia attendono i tabulati telefonici, e loro eventuali anomalie, per cercare di approfondire cosa può essere successo nel tardo pomeriggio del 26 novembre. Ma per ora l'impressione netta è che nessuno degli elementi, degli indizi o delle piste tenute in considerazione dagli inquirenti, abbia portato a indagini concrete che possono avvicinarsi alla verità e alla soluzione del caso.

Ecco gli elementi a disposizione degli inquirenti e le conseguenti piste investigative:

- una scomparsa che si consuma nel giro di 11 minuti, tra le 18,44 e le 18,55

- una scomparsa senza rumore, nè tracce di alcun tipo

- due uomini sospetti nella zona di via Rampinelli (forse visti da Enrico Tironi, certamente dalla vicina di casa Marina Abeni e dall'ex guardia giurata Mario Torracco)

- due uomini nei pressi della zona industriale di Brembate Sopra e del cantiere di Mapello, che si fermano a lato della strada: uno di loro alza il braccio in segno di giubilo (notati da due impiegate di un'azienda della zona).

- il segnale di una trasmittente walkie talkie che viene captato da una donna di Ponte San Pietro: "Ce l'ho, l'ho presa, la portiamo là".

- il fiuto di tre cani porta al cantiere del nuovo centro commerciale di Mapello, fin dal terzo giorno di ricerche. Le molecole di odore di Yara si fanno sentire, in particolare, in uno stanzino interrato del nuovo complesso commerciale. Non vengono trovate tracce biologiche della ragazzina. Il cantiere torna al centro dell'attenzione dopo una lettera anonima a L'Eco di Bergamo inviata sabato 8 gennaio.

- le indicazioni sul furgone bianco, senza denunce: un paio di mamme di Almenno San Bartolomeo parlano di un'auto che avvicina le ragazzine fuori dalle scuole, importunandole. Ma non risulterebbero denunce in tal senso. Rimbalzano voci di un furgone bianco che si muove in tutta la provincia di Bergamo con l'obiettivo di molestare le ragazzine. Ma di sicuro non ci sono mai state denunce.

- segnalazioni di chi avrebbe visto Yara viva in tutta Italia e anche all'estero, in Svizzera in particolare. Ma le ricerche, anche tramite l'interpol, non danno esito.

Questi gli elementi a disposizione degli inquirenti, finora resi noti al pubblico. Da queste informazioni si è partiti per formulare alcune piste investigative, che non si sono mai sviluppate concretamente. Eccole (non in grassetto quelle che sembrano essere escluse, almeno per ora):

- sequestro - rapimento di un maniaco, sconosciuto alla vittima, a scopo sessuale

- sequestro - rapimento a scopo sessuale compiuto da una persona nota: amico, conoscente o soggetto che frequenta la palestra.

- sequestro - rapimento da parte di due o più persone (un branco) a scopo sessuale

- sequestro - rapimento da parte di una persona nota per altri scopi e moventi (quali?)

- sequestro per ritorsione nei confronti dei familiari (quale movente? mancano risposte)

- sequestro a scopo di estorsione con scambio di persona

- sequestro a scopo di estorsione

- rapimento legato a sette sataniche

- rapimento legato al traffico di organi



redazione@bergamonews.it
Brando - Lun Gen 10 2011, 11:52:22
Oggetto:
kojiki ha scritto:
delle vicenda del furgone bianco ne avevano parlato fin dall'inizio e ora non si comprende come mai qualcuno ha tanta paura a parlare.
Se inoltre è stato utilizzato un 'finto papà' per la trasmissione altro che chiarezza da quelle parti... peggio che ad Avetrana


penso lo abbiano fatto per motivi di sicurezza e per tutelare la privacy di quella persona dall'assalto selvaggio ed irrispettoso dei media
Anonymous - Lun Gen 10 2011, 12:21:18
Oggetto:
L'articolo di bergamonews non è esatto....


ci sono stati testimoni che hanno visto e che non sono stati creduti

questa è la realtà.

Citazione:
penso lo abbiano fatto per motivi di sicurezza e per tutelare la privacy di quella persona dall'assalto selvaggio ed irrispettoso dei media


se in tv si fanno di questi servizi significa solo che conta l'audience e non certo la finalità è di far luce sulla triste vicenda.
I media sono la tv e i giornali e chi non vuole andare dai media non va nemmeno in tv, che è peggio ancora, come controfigura.
cluster - Lun Gen 10 2011, 13:56:25
Oggetto:
perchè gli inquirenti parlano di 11 minuti con sicurezza?

perchè partire in ordine cronologico,quando non si hanno certezze, e non partire invece in ordine inverso in cui si ha una minima certezza che alle 18,55 il cellulare è certamente spento.

lo spengimento del cell è un fatto quasi sicuramente "negativo" cioè che esprime in pieno la trappola.che si è verificata un'azione contro la volantà di yara. ora partendo da qui da questo momento e andare indietro io credo che ci si dovrebbe fermare alle 18,49
momento in cui con certezza il cell è ancora acceso. lo so che c'è un movimento passivo del cell che riceve un messaggio e questo non da sicurezza nell'interpreetare yara come tranquilla,ma è un fatto che il cell è ancora acceso,per me significa che è nella dispozizione di yara.cosa è successo in 6 minuti? in soli 6 minuti?
Anonymous - Lun Gen 10 2011, 20:46:26
Oggetto:
Citazione:
cosa è successo in 6 minuti? in soli 6 minuti?


ma a che ora è successo il tutto veramente?

http://www.youtube.com/watch?v=rtRpZJZk4XM&feature=related


secondo questo video si parla di ...' un quarto alle sei (cioè un quarto alle 18 e non 19)

http://www.youtube.com/watch?v=KMfk3AHg0aY&feature=related


E a Mapello non c'è solo un cantiere:
http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/178688_trovati_250_grammi_di_eroina_tre_arresti_a_mapello/

Erano quasi due anni che non si trovava una quantità così alta di eroina.
Anonymous - Lun Gen 10 2011, 23:13:31
Oggetto:
oltre al gruppo su facebook guarda cosa è saltato fuori.....

http://www.yaragambirasio.it/

Non sono disponibili informazioni sul proprietario di questo sito web.

Yara, Tironi ancora in caserma
5° interrogatorio per il giovane

Enrico Tironi, il 19enne vicino di casa di Yara Gambirasio, nella serata di lunedì 10 gennaio è stato sentito di nuovo in caserma dai carabinieri che stanno indagando sulla scomparsa della tredicenne. È il quinto interrogatorio del giovane da quando è scattata l'inchiesta, ormai un mese e mezzo fa.

Tironi è l'unica persona ad aver dichiarato di aver visto Yara la sera della sua scomparsa insieme a due uomini, ma la sua versione non ha mai convinto gli investigatori. Seguono aggiornamenti.

http://www.ecodibergamo.it/stories/Isola/178814_yara_tironi_ancora_in_caserma/
Anonymous - Lun Gen 10 2011, 23:24:11
Oggetto:
http://www.facebook.com/topic.php?uid=145154705536916&topic=226&start=720&hash=9d2469d161a3b77dae1d9df19a5a26b8#topic_top

senti senti di cosa stanno parlando qui....
cluster - Mar Gen 11 2011, 00:30:09
Oggetto:
il visionario ha scritto:
http://www.facebook.com/topic.php?uid=145154705536916&topic=226&start=720&hash=9d2469d161a3b77dae1d9df19a5a26b8#topic_top

senti senti di cosa stanno parlando qui....


visionario sto leggendo molto interessante anche perchè c'è la questione del marocchino e datore di lavoro che sinceramente mi ero persa...cioè io non sapevo che i due in questione erano rimasti fino a notte nel cantiere a fare le gettate per due pilastri.

scusate, ma quando hanno fatto miami vice con la nave del marocchino,già avevano parlato col datore di lavoro che ha detto di essere rimasto tutto il pomeriggio con lui e la notte,ma allora perchè sono andati a ripescare in acqua il marocchino se aveva già un alibi fornito dal datore di lavoro?
cluster - Mar Gen 11 2011, 00:39:23
Oggetto:
kojiki ha scritto:
Citazione:
cosa è successo in 6 minuti? in soli 6 minuti?


ma a che ora è successo il tutto veramente?

http://www.youtube.com/watch?v=rtRpZJZk4XM&feature=related


secondo questo video si parla di ...' un quarto alle sei (cioè un quarto alle 18 e non 19)

http://www.youtube.com/watch?v=KMfk3AHg0aY&feature=related


E a Mapello non c'è solo un cantiere:
http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/178688_trovati_250_grammi_di_eroina_tre_arresti_a_mapello/

Erano quasi due anni che non si trovava una quantità così alta di eroina.


e si dice proprio un quarto alle sei....ciò non toglie il fatto che le persone che ha visto non si sono fatte avanti per dire "eravamo noi ma non erano le 18,45 ma le 17,45"...questa cosa rimane comunque strana...
Anonymous - Mar Gen 11 2011, 12:57:19
Oggetto:
cluster ha scritto:
kojiki ha scritto:
Citazione:
cosa è successo in 6 minuti? in soli 6 minuti?


ma a che ora è successo il tutto veramente?

http://www.youtube.com/watch?v=rtRpZJZk4XM&feature=related


secondo questo video si parla di ...' un quarto alle sei (cioè un quarto alle 18 e non 19)

http://www.youtube.com/watch?v=KMfk3AHg0aY&feature=related


E a Mapello non c'è solo un cantiere:
http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/178688_trovati_250_grammi_di_eroina_tre_arresti_a_mapello/

Erano quasi due anni che non si trovava una quantità così alta di eroina.


e si dice proprio un quarto alle sei....ciò non toglie il fatto che le persone che ha visto non si sono fatte avanti per dire "eravamo noi ma non erano le 18,45 ma le 17,45"...questa cosa rimane comunque strana...



la cosa riconduce ad Avetrana. I famigliari della vittima non seppere nemmeno dire l'ora esatta di quando è uscita. La badante disse poco dopo le quattordici, la madre disse alle 14,30. Su queste 'certezze' andarono avanti mesi per poi scoprire che l'omicidio doveva essere collocato un'ora prima e non nell'ora che avevano detto.

In questo caso non sappiamo assolutamente che cosa abbia fatto PRIMA la ragazzina e nemmeno i motivi per cui ha dovuto andare in palestra e nemmeno se fisicamente c'è stata.
L'orario di uscita dalla casa si dice siano le 17,15 e quindi quello che ha visto Tironi alle 18 meno un quarto non è da escludersi a priori. La ragazzina andata in palestra è poi tornata perchè non c'erano gare e dopo mezz'ora era vicino a casa. Resta da capire come mai se doveva andare SOLO in palestra la cercavano dopo due ore che era uscita e non prima. I ragazzini se ritardano scrivono sms ai genitori per gisutificare il ritardo e per dare un orario di ritorno a casa.

Cluster, le persone che ha visto Tironi non le descrive nel video, forse nemmeno potrebbe farlo.Ma se ha visto Yara e l'ha descritta bene anche come era vestita qualcosa in più delle altre due persone ha visto.

Il carabiniere ucciso in novembre (alcuni dicono il 25 ma potrebbe essere il 26 novembre) dicono che di cognome era Gambirasio e che non vestiva la divisa.
Alcune notizie non concordano però.
Anonymous - Mar Gen 11 2011, 12:58:44
Oggetto:
cluster ha scritto:
kojiki ha scritto:
Citazione:
cosa è successo in 6 minuti? in soli 6 minuti?


ma a che ora è successo il tutto veramente?

http://www.youtube.com/watch?v=rtRpZJZk4XM&feature=related


secondo questo video si parla di ...' un quarto alle sei (cioè un quarto alle 18 e non 19)

http://www.youtube.com/watch?v=KMfk3AHg0aY&feature=related


E a Mapello non c'è solo un cantiere:
http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/178688_trovati_250_grammi_di_eroina_tre_arresti_a_mapello/

Erano quasi due anni che non si trovava una quantità così alta di eroina.


e si dice proprio un quarto alle sei....ciò non toglie il fatto che le persone che ha visto non si sono fatte avanti per dire "eravamo noi ma non erano le 18,45 ma le 17,45"...questa cosa rimane comunque strana...



la cosa riconduce ad Avetrana. I famigliari della vittima non seppere nemmeno dire l'ora esatta di quando è uscita. La badante disse poco dopo le quattordici, la madre disse alle 14,30. Su queste 'certezze' andarono avanti mesi per poi scoprire che l'omicidio doveva essere collocato un'ora prima e non nell'ora che avevano detto.

In questo caso non sappiamo assolutamente che cosa abbia fatto PRIMA la ragazzina e nemmeno i motivi per cui ha dovuto andare in palestra e nemmeno se fisicamente c'è stata.
L'orario di uscita dalla casa si dice siano le 17,15 e quindi quello che ha visto Tironi alle 18 meno un quarto non è da escludersi a priori. La ragazzina andata in palestra è poi tornata perchè non c'erano gare e dopo mezz'ora era vicino a casa. Resta da capire come mai se doveva andare SOLO in palestra la cercavano dopo due ore che era uscita e non prima. I ragazzini se ritardano scrivono sms ai genitori per giustificare il ritardo e per dare un orario di ritorno a casa.

Cluster, le persone che ha visto Tironi non le descrive nel video, forse nemmeno potrebbe farlo.Ma se ha visto Yara e l'ha descritta bene anche come era vestita qualcosa in più delle altre due persone ha visto.

Il carabiniere ucciso in novembre (alcuni dicono il 25 ma potrebbe essere il 26 novembre) dicono che di cognome era Gambirasio e che non vestiva la divisa.
Alcune notizie non concordano però.
cluster - Mar Gen 11 2011, 18:11:55
Oggetto:
aspetta.però yara in palestra alle 17,30 è arrivata ,ha consegnato lo stereo,ha assistito agli allenamenti per circa un'ora e poi è stata vista vicino all'uscita alle 18,42.

perchè dici che non si sa se in palestra fisicamente ci è andata?

l'istruttrice ha fatto la sua testimonianza cioè l'ha vista.magari poi non è sicura di averla vista uscire però lo stereo lo ha consegnato.
Anonymous - Mar Gen 11 2011, 18:25:09
Oggetto:
Citazione:
aspetta.però yara in palestra alle 17,30 è arrivata ,ha consegnato lo stereo,ha assistito agli allenamenti per circa un'ora e poi è stata vista vicino all'uscita alle 18,42.


come c'è andata in palestra? (l'orario in cui è andata in palestra lo ha fornito la madre e la sorella che è minorenne, nessun altro lo sa)

- a piedi?
- in macchina? chi lo sa.....

chi può dire l'ora che ha consegnato lo stereo in palestra se non chi dice che l'ha portato?
ma la palestra perchè NON aveva uno stereo considerato che faceva ginnastica ritimica e perchè era proprio in quella famiglia lo stereo?

chi può dire di certo che ha assistito ANCHE agli allenamenti e non sia invece andata via prima?

Il fatto che abbia assistito agli allenamenti supporta la tesi che ad un quarto alle 19 (diciannove) non si faceva più sentire al CELLULARE.

Chi ha visto la ragazzina alle 18,42 per essere così sicuro (ha guardato l'orologio e aveva anche l'orologio esatto?)


Citazione:

perchè dici che non si sa se in palestra fisicamente ci è andata?

pare che i cani molecolari non abbiano sentito tracce sulla via di casa.

Citazione:
l'istruttrice ha fatto la sua testimonianza cioè l'ha vista.magari poi non è sicura di averla vista uscire però lo stereo lo ha consegnato.


qualche giornale ha scritto qualche articolo in merito? io non ho testimonianze scritte dell'istruttrice che afferma che l'ha vista. Se hai il link lo potresti mettere?

Per quanto riguarda lo stereo che doveva consegnare in palestra qualcuno oltre la madre e la sorella sapeva di che stereo si trattava e materialmente l'ha visto talmente bene da descriverlo?

---------
http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/01/11/news/yara_tironi_quattro_ore_in_caserma_screening_sulle_utenze_telefoniche-11079951/?ref=HREC2-10

Le conoscenze di Yara Gambirasio e le utenze telefoniche: sono i due cardini attorno ai quali sta ruotando l'inchiesta sulla scomparsa della tredicenne a Brembate di Sopra. E' stato sentito per quattro ore Enrico Tironi, il diciannovenne vicino di casa che disse di avere visto la ragazzina la sera della scomparsa parlare con due uomini. Una testimonianza ritrattata, poi modificata, poi confermata, e che gli stessi inquirenti in un primo momento avevano ritenuto inattendibile, salvo darle in un secondo momento maggiore considerazione. Infine il ragazzo è stato smentito dalle rilevazioni del suo cellulare, secondo cui al momento della scomparsa di Yara si trovava in un altro quartiere di Brembate Sopra. Il giovane è stato ascoltato ieri sera dai carabinieri per la quinta volta, insieme col padre e la madre, e si è intrattenuto nella caserma del comando provinciale di Bergamo dalle 18 alle 22.


In mattinata i militari avevano parlato anche con le due persone che dicono di avere visto due uomini discutere in via Rampinelli: la vicina Marina Abeni (ascoltata per tre ore) e l'ex guardia giurata Mario Torracco (che aveva dato una testimonianza modificata un paio di volte nel corso delle settimane). Ai due è stato chiesto di ripercorrere nei minimi dettagli le fasi di quei minuti trascorsi nella via della ragazzina, cercando di ripescare nella memoria ogni particolare relativo agli uomini che hanno visto e alle frasi sentite.

I carabinieri hanno deciso di riascoltare il centinaio di persone che erano già state sentite nella prima fase delle indagini, probabilmente perché sono stati acquisiti nuovi elementi di indagine e si sta tentando di farli combaciare con altri indizi. Si sta completando, inoltre, l'analisi delle utenze telefoniche presenti in zona al momento della scomparsa: dalle 15.000 totali si è scesi a qualche centinaio che si pensa possano essere quelle utili.

se Tironi è certo dell'orario in cui ha visto la ragazza scomparsa(alle 18 meno un quarto) e poi è andato da una suo amico e li era all'ora in cui si vuole che la ragazzina sia scomparsa(alle 19 meno un quarto) perchè dire che non è un testimone attendibile?
biofa87 - Mar Gen 11 2011, 19:54:25
Oggetto:
vi è arrivata anche a voi la mail di "specchiodiacqua"??
Anonymous - Mar Gen 11 2011, 21:09:34
Oggetto:
http://www.bergamonews.it/isola/articolo.php?id=36315

Yara, Tironi è un giallo nel giallo
"Forse l'ho vista la sera prima"



n nuovo cambio di rotta. Di fronte ai carabinieri, durante l'interrogatorio di quattro ore nella serata di ieri (10 gennaio), Enrico Tironi ha confermato di aver visto una ragazza, "probabilmente Yara", in via Rampinelli, vicino a due uomini, ma ha aggiunto un dettaglio che manda di nuovo a monte la sua testimonianza: "Non ne sono sicuro, ma probabilmente era il giorno precedente la scomparsa".
Sembra essere una nuova variazione sul tema principale e per tema principale intendiamo quella prima intervista di domenica 28 novembre in cui il giovane vicino di casa di Yara Gambirasio aveva parlato con certezza della ragazzina, la sera della scomparsa (due giorni prima), vicino ad un'auto rossa con un'ammaccatura sul portellone posteriore, affiancata da due uomini, uno alto e uno di più bassa statura.
Il giallo di Tironi, che sta nel giallo di Yara Gambirasio, è iniziato allora. La sera stessa, ascoltato dai carabinieri, Enrico Tironi aveva smentito tutto. Era stato dichiarato inattendibile: "Lo denunceremo per procurato allarme" dicevano i carabinieri. Denuncia mai formalizzata. Tre giorni dopo era stato risentito, lo aveva detto di nuovo di fronte alle telecamere, ma i carabinieri avevano negato il nuovo interrogatorio. In tutto cinque colloqui, o interrogatori, tra carabinieri e polizia. L'ultimo ieri, in cui Enrico Tironi ha cambiato data.

La domanda, però, sorge spontanea: se il testimone è così ondivago, ovvero inattendibile, perchè risentirlo per ben cinque volte? Perchè tenerlo in caserma dalle 18 alle 22 a 45 giorni dalla scomparsa di Yara e ascoltare anche i suoi genitori per ricostruirne gli spostamenti in quel tardo pomeriggio del 26 novembre? Forse è da tempo che Enrico Tironi ha fornito agli inquirenti elementi e indizi mai resi noti, mai emersi a livello pubblico. Ed è da tempo che certi messaggi degli inquirenti andrebbero letti al contrario: "Non dategli troppa importanza" dicono polizia e carabinieri.

Shocked Shocked Shocked


--------

L'orario di uscita da casa non è ancora certo. Alcuni riportano alle 17,15 altri alle 17,30
... possibile????


L a madre di Yara Gambirasio è stata messa a confronto con il testimone che la polizia e i carabinieri ritengono fondamentale per riuscire almeno a ricostruire gli ultimi spostamenti della ragazzina prima della scomparsa, nel tardo pomeriggio del 26 novembre. Il testimone è padre di una delle compagne di ginnastica ritmica di Yara. Come riferito da Quarto Grado (Rete 4), l'uomo ha dichiarato di aver visto Yara Gambirasio alle 18,42 ancora all'interno del centro sportivo di Brembate di Sopra (Bergamo), nell'atrio nei pressi dell'uscita principale.
Nella mattinata di oggi, 19 dicembre, i il colonnello dei carabinieri di Bergamo Roberto Tortorella e il questore Vincenzo Ricciardi si sono recati in visita nell'abitazione di via Rampinelli 48, dove c'è la villetta della famiglia Gambirasio. Con loro c'era anche il testimone, già noto da tempo agli inquirenti, ma del quale si è parlato pubblicamente solo due giorni fa su Rete 4. Maura Gambirasio, madre di Yara, e il papà di Brembate Sopra che assume un ruolo chiave tra i testimoni, hanno parlato per circa tre quarti d'ora.
Gli inquirenti non hanno fatto trapelare nulla sull'incontro. Il questore e il colonnello hanno parlato di una nuova visita di cortesia, con l'aiuto dell'ultima persona che ha visto Yara viva. In presenza del papà – testimone, il questore e il colonnello hanno tentato di ricostruire con la mamma di Yara quell'ultima ora e un quarto circa in cui la ragazzina ha avuto contatti con persone conosciute: l'uscita di casa alle 17,30 per portare un registratore in palestra, il saluto alle compagne e alle insegnanti di ginnastica ritmica dopo le 18,30, l'incontro con il papà dell'amica alle 18,42, l'ultimo sms ad un'altra amica alle 18,44. Poi il nulla: solo un segnale dal suo telefonino che si trovava ancora in territorio di Brembate, nella zona del centro sportivo, alle 18,55.

http://www.bergamonews.it/provincia/articolo.php?id=35641
cluster - Mar Gen 11 2011, 22:11:00
Oggetto:
uhm..il giorno prima? vuoi vedere che allora questi tre personaggi non sono venuti mai allo scoperto perchè anche se riconosciutisi nella descrizione non si sono sentiti chiamare in causa per colpa dell'errore del giorno 26 anzichè 25...

è strano comunque....se io mi riconosco in una descrizione mia e di 2 amici miei con tanto di macchina, via, forse orario, se sono io e sono sicura che il giorno era quello prima andrei lo stesso dai carabinieri e direi mi riconosco nella descrizione ma il giorno non era quello. facile.che ci vuole? perchè non lo hanno fatto?
cluster - Mar Gen 11 2011, 22:14:56
Oggetto:
però il tempismo dei testimoni....escono fuori e si smentiscono contemporaneamente....
anche la guardia giurata ora decide che si è sbagliato mah....

e i bossoli trovati vicino all'abitazione dell'altra testimone? bossoli di una scacciacani..
cluster - Mer Gen 12 2011, 13:27:50
Oggetto:
cluster ha scritto:
però il tempismo dei testimoni....escono fuori e si smentiscono contemporaneamente....
anche la guardia giurata ora decide che si è sbagliato mah....

e i bossoli trovati vicino all'abitazione dell'altra testimone? bossoli di una scacciacani..



aggiungo che guarda caso due testimoni su tre ritrattano e l'unica che non ritratta vicino alla sua abitazione vengono ritrovati dei bossoli
Anonymous - Mer Gen 12 2011, 18:36:08
Oggetto:
Qui occorre tornare all'inizio della vicenda e porsi la prima domanda a cui nessuno ha ancora dato una risposta: perchè è andata Yara in palestra a portare lo stereo e non la sorella e a che ora effettivamente è uscita di casa? Possibile che una palestra che fa ginnastica ritmica non abbia uno stereo?


video di 'chi l'ha visto'
http://www.youtube.com/watch?v=8_XLj0qnMuk

PS- Tironi ha ritrattato dicendo che forse ha visto Yara il giorno prima ma questo non toglie che l'abbia vista fra due uomini e una macchina rossa con i lampeggianti accesi era nelle vicinanze della casa della scomparsa.
Il giorno prima (il 25 novembre) in serata un carabinire si era suicidato a Zogno.

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/178925_yara_un_operatore_della_tv_trova_bossoli_in_via_rampinelli/

Enrico Tironi ritratta la sua versione. Il giovane - che aveva detto di aver notato due uomini in compagnia di Yara la sera della scomparsa - interrogato un'altra volta avrebbe detto di non essere più sicuro di quello che ha visto.

Tanto che ormai gli inquirenti definiscono la sua testimonianza come «inutile ai fini dell'indagine». Tironi avrebbe anche ipotizzato di essersi confuso, e che Yara avrebbe potutro averla vista il giorno precedente.

La sua testimonianza era già stata praticamente esclusa dopo l'analisi dei tabulati telefonici, che avevano detto che probabilmente il giovane a quell'ora era a casa di un amico.

Nella giornata di martedì, 11 gennaio, cinque bossoli (già esplosi) appartenenti verosimilmente a una pistola scacciacani, e un pezzo di plastica che farebbe pensare proprio a una pistola giocattolo, sono stati trovati da un operatore televisivo a Brembate Sopra, in via Rampinelli, all'altezza del numero civico 98, non distante dall'abitazione della famiglia Gambirasio.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Ponte San Pietro, che hanno raccolto e sequestrato il materiale. I militari però escludono in maniera categorica che il ritrovamento sia da collegare alla vicenda di Yara Gambirasio. La zona, infatti, è già stata ampiamente perlustrata dalle forze dell'ordine fin dalle prime ore dalla scomparsa della tredicenne. Secondo i carabinieri, sia i bossoli che il pezzo di plastica trovati sul ciglio della carreggiata, sarebbero residui di spazzatura, utilizzati probabilmente la notte di Capodanno.


ma in quale ora hanno controllato i tabulati telefonici del cell di Tironi. Dire' a quell'ora' significa essere certi dell'orario della scomparsa della ragazzina e questa certezza non ha riscontri al momento. Le indagini sono sempre ripartite da zero e questo la dice lunga sulle certezze.
Un ragazzo di 19 anni non può sbagliarsi. Forse ci sono state delle intimidazioni.
Anonymous - Gio Gen 13 2011, 12:30:09
Oggetto:
La trasmissione di ieri sera di 'Chi l'ha visto' rivela un altro testimone che al momento non si vuole esporre.

http://www.bergamonews.it/provincia/articolo.php?id=36378

"Ci risulta, ci sembra di capire, che nella zona c'è stato un altro giovane testimone. Dovrebbe andare dalla polizia e dire quel che sa, senza paura": queste le parole dell'inviato di "Chi l'ha visto?" Fiore De Rienzo durante la trasmissione andata in onda nella serata di ieri, 12 gennaio. Secondo l'inviato il testimone potrebbe essere impaurito dopo aver visto il modo in cui Enrico Tironi si è esposto di fronte alle telecamere e il tipo di coinvolgimento, non proprio positivo, che ha vissuto. Ma "Chi l'ha visto?" invita comunque quel giovane, forse un vicino di casa, a farsi avanti e parlare con la polizia.
Non è chiaro se si tratti di un testimone mai reso noto o se quello di "Chi l'ha visto?" può essere un riferimento anche a quell'altro testimone che, tra la palestra e via Morlotti, potrebbe aver visto una ragazzina con la lunga coda di cavallo che parlava con due uomini vicino ad un'auto rossa. Una circostanza molto simile a quella descritta da Tironi. L'esistenza di un altro teste che parlava di auto rossa era stata riferita anche da Bergamonews. E ne aveva scritto con certezza anche il giornalista Marco Menduni del Secolo XIX. Ma quel testimone non è mai comparso di fronte alle telecamere, nessuno l'ha mai conosciuto e la polizia non ha mai smentito la sua esistenza.
Durante la puntata di ieri di "Chi l'ha visto?" sono stati anche ripercorsi i rapporti di lavoro tra il padre di Yara, Fulvio Gambirasio, e l'azienda Lopav Pima di Ponte San Pietro di cui è amministratore unico Patrizio Locatelli, arrestato a ottobre con il fratello dalla Dda di Napoli con l'accusa di riciclaggio di denaro proveniente dai traffici di droga del padre. Rapporti sicuramente finiti sotto la lente degli investigatori, ma dai quali non è ancora emerso nulla di concreto in merito alla scomparsa di Yara.


http://www.bergamonews.it/provincia/articolo.php?id=35148

Due maniaci che hanno agito di comune accordo costringendo Yara a salire su un'auto? O due persone che la conoscevano, l'hanno avvicinata senza troppi problemi, facendo due chiacchiere, e poi l'hanno fatta sparire? Sono domande che nelle ultime ore si stanno ponendo gli uomini della squadra mobile di Bergamo, sempre più coinvolti nel caso di Yara Gambirasio. Indagano anche loro, con la supervisione del questore Enzo Ricciardi, che oggi l'ha detto chiaramente mentre ieri non aveva dato conferme. E indagano seguendo una pista nella quale hanno sempre creduto.
Quella dell'auto rossa, una Citroen, della quale ha parlato anche Enrico Tironi, il giovane di 19 anni che vive a circa 200 metri da casa di Yara. La polizia ha ascoltato un altra persona, un nuovo e importante testimone, che ha confermato di aver visto quell'auto, una Citroen rossa, appunto, con due uomini vicino che parlavano con una giovane donna dai capelli lunghi, esattamente di fronte al centro sportivo, in via Locatelli, quella sera del 26 novembre 2010, quando Yara è scomparsa.
L'esistenza di un nuovo testimone getta definitivamente nuova luce sulle dichiarazioni di Tironi, sul quale non è sempre stata detta la verità. Ad esempio l'interrogatorio al quale è stato sottoposto pochi giorni dopo la scomparsa: "Sono stato interrogato" aveva detto, i carabinieri avevano smentito, ma la circostanza era vera. La polizia ora non esclude nulla, pur mantenendo il massimo riserbo sulle indagini. Chi erano le due persone vicino all'auto rossa? E' una nuova pista, da battere, senza escluderne altre. E si è ripreso ad indagare a fondo su tutto il mondo di Yara: la famiglia, le amiche di ginnastica, il mondo del centro sportivo, la scuola.
Anonymous - Ven Gen 14 2011, 11:54:46
Oggetto:
http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/367243/

«Alle 18,39 di venerdì 26 novembre ho visto Yara nell'atrio della palestra: stava andando verso l'uscita, era sola e fuori non c'era nessuno. Le ho detto "Ciao Yara" e lei ha risposto con un sorriso. Era tranquilla». È un papà quarantenne che vive in un paese vicino a Brembate Sopra l'ultima persona ad aver visto la tredicenne prima che venisse inghiottita nel nulla. La sua testimonianza era stata raccolta dai carabinieri nelle ore immediatamente successive alla scomparsa di Yara.

All'esterno della palestra nessuno però ricorda di aver visto Yara quella sera: né all'interno del centro sportivo, né lungo le strade che portano verso casa sua (via Morlotti e via Rampinelli). L'unica testimonianza era quella di Tironi, ma agli inquirenti il diciannovenne vicino di casa avrebbe detto, nel quinto e ultimo interrogatorio di lunedì, di non essere sicuro di aver visto la tredicenne in via Rampinelli con due uomini proprio quella sera.

Inoltre all'ipotetica ora in cui Yara si sarebbe potuta trovare in via Rampinelli, il cellulare di Tironi agganciava già la cella telefonica vicina alla casa dell'amico, dove si trovava dalle 14,30 alle 22, tranne una breve parentesi dalle 18,30 alle 18,50. Se Yara, uscita dal centro sportivo, si è diretta verso casa, dopo 2 minuti e 43 secondi – dunque alle 18,42 – avrebbe lasciato il parcheggio della struttura per imboccare via Morlotti. Nel primo tratto di questa strada – che si percorre in tre minuti e mezzo fino allo svincolo con via Rampinelli, dove abita Yara – la tredicenne avrebbe inviato il suo ultimo sms all'amica Martina: dai tabulati erano le 18,44, dunque a quell'ora nessuno l'aveva ancora presa. Dopo circa 7 minuti dall'uscita della palestra – alle 18,46 – Yara avrebbe potuto trovarsi all'altezza dello svincolo con via Rampinelli. Alle 18,49 si sarebbe trovata davanti al civico 82 (quello della testimonianza di Tironi, ma proprio a quell'ora, come detto, il suo cellulare risultava già altrove): ipoteticamente ci avrebbe impiegato 11 minuti e 20 secondi per arrivare a casa. Ma a casa Yara non è mai arrivata: qualcuno l'ha portata via nel giro di pochi minuti.
cluster - Sab Gen 15 2011, 19:34:12
Oggetto:
come fanno a dire che c'è un testimone minorenne che ha visto yara fuori dal parcheggio con alcuni individui, se gli inquirenti non sanno chi sia?..pare lo stanno cercando
forse qualcuno del forum che è del posto sa qualcosa in più?
Austria - Sab Gen 15 2011, 20:30:00
Oggetto:
Devo dire la verità, che questa vicenda tristissima mi fa tanta rabbia in quanto non si viene a capo di nulla e niente. Mi sembra che questi investigatori siano dei grandi pagliacci e il mio rispetto per la famiglia si affievolisce di parecchio. Insomma vorrei ripetere che chi è stato derubato di una così bella e brava figlia dovrebbe gridare il proprio dolore al mondo intero con tutte le sue forze possibili e immaginabili e non chiedere il silenzio stampa e mandare via chi tutti i giorni è stato lì nel freddo e nel disagio per raccogliere notizie utili al caso.
Suppongo che col silenzio stampa si parli sempre meno della povera Yara e che la sua triste storia finisca nel dimenticatoio.
Credevo che l'Italia e la sua gente avesse più sentimenti e più coraggio. Mi sono ricreduta. Purtroppo.
Anonymous - Sab Gen 15 2011, 20:36:01
Oggetto:
Austria ha scritto:
il mio rispetto per la famiglia si affievolisce di parecchio.


Affermazione a dir poco azzardata e discutibile.


Austria ha scritto:

Insomma vorrei ripetere che chi è stato derubato di una così bella e brava figlia dovrebbe gridare il proprio dolore al mondo intero con tutte le sue forze possibili e immaginabili e non chiedere il silenzio stampa e mandare via chi tutti i giorni è stato lì nel freddo e nel disagio per raccogliere notizie utili al caso


A parte che da quanto ho letto, quando hanno parlato pubblicamente, lo hanno fatto soprattutto per ringraziare i volontari e tutti coloro che hanno fornito sostegno fisico e psicologico alla loro causa, è francamente inaccettabile dare lezioni di dignità a persone che lottano contro un dolore più grande di loro, che per fortuna noi non possiamo immaginare.

Eviterei queste uscite a vuoto, non credo che nessuno possa permettersi di dire a queste persone cosa dovrebbero fare o come dovrebbero sentirsi.

Cerchiamo di mostrare un minimo di rispetto.
Austria - Sab Gen 15 2011, 20:39:10
Oggetto:
Il minimo è garantito.
Anonymous - Sab Gen 15 2011, 21:45:14
Oggetto:
Citazione:

Devo dire la verità, che questa vicenda tristissima mi fa tanta rabbia in quanto non si viene a capo di nulla e niente


Più che altro desta preoccupazione il fatto che tutti i testimoni abbiano ritrattato quando prima erano sicuri di quello che hanno visto.
Non c'è il movente e non c'è nemmeno un corpo.

Citazione:
...e non chiedere il silenzio stampa e mandare via chi tutti i giorni è stato lì nel freddo e nel disagio per raccogliere notizie utili al caso.


ma che pista seguono per le ricerche? al momento non lo sappiamo.
Quindi che significa che ci siano molte persone che la ricercano quando non sanno dovecercare ? Certamente a noi possono anche non dirlo ma resta il fatto che non è stato ritrovato ancora nulla. Il sensitivo Allocchi diceva fin dall'inizio di dicembre che non sapeva dove poteva essere il corpo e fino ad ora il corpo non si trova. Mah....

Citazione:
Suppongo che col silenzio stampa si parli sempre meno della povera Yara e che la sua triste storia finisca nel dimenticatoio.

E non sappiamo ancora precisamente a che ora è uscita di casa.

Citazione:
Credevo che l'Italia e la sua gente avesse più sentimenti e più coraggio. Mi sono ricreduta. Purtroppo.

Forse non solo tu, ma molti altri.


------editato--------

http://www.corriere.it/cronache/11_gennaio_15/yara-silenzio-stampa_79385322-20d6-11e0-bf27-00144f02aabc.shtml


COMUNICATO LETTO DAL SINDACO
A 50 giorni dalla scomparsa di Yara
la famiglia chiede il silenzio stampa
Proseguono le ricerche. Smentita la voce secondo cui si starebbe cercando un giovane di 17 anni




Yara Gambirasio MILANO - Cinquanta giorni fa si perdevano le tracce di Yara Gambirasio. Le ricerche della tredicenne scomparsa da Brembate Sopra il 26 novembre scorso proseguono e nonostante la nebbia, carabinieri, polizia e volontari hanno passato anche sabato al setaccio i boschi al monte di Nese, nel comune di Alzano Lombardo, e le campagne di Sotto il Monte. Nel frattempo le forze dell'ordine hanno smentito le voci secondo cui starebbero cercando un giovane di 17 anni che avrebbe visto Yara al momento della scomparsa nel parcheggio del centro sportivo, insieme a due persone.
LA FAMIGLIA CHIEDE IL SILENZIO STAMPA - La famiglia di Yara ha intanto chiesto il silenzio stampa sulla vicenda. Lo ha fatto con un comunicato letto dal sindaco di Brembate. «Oggi 15 gennaio alle ore 15 - è scritto nel comunicato letto da Diego Locatelli - la famiglia chiede, vista la situazione venutasi a creare con i comunicati non corrispondenti alla verità e il coinvolgimento di persone che nulla hanno a che vedere con il grave fatto accaduto, l'assoluto silenzio stampa per dar modo agli inquirenti e alle forze dell'ordine di svolgere l'attività investigativa con maggior serenità e tranquillita».


Shocked
http://www.bergamonews.it/provincia/articolo.php?id=36511

Brembate Sopra si chiude. Il sindaco Diego Locatelli chiede ai giornalisti di andarsene, in particolare agli operatori tv "di lasciare il suolo pubblico". La famiglia di Yara chiede il silenzio stampa a nemmeno 20 giorni dall'appello lanciato tra Natale e Capodanno. E i dipendenti della Lopav Pima, azienda della quale stampa e tv hanno parlato anche in relazione alla vicenda di Yara, chiedono ora rispetto. Il tutto in una conferenza stampa convocata alle 19 di sabato 15 gennaio nel municipio di Brembate Sopra. L'attenzione mediatica abbandonerà il paese? Si vedrà nei prossimi giorni.
“Vista la situazione venutasi a creare dopo i comunicati (servizi giornalistici, ndr) non corrispodnenti alla verità e al coinvolgimento di persone che nulla hanno a che vedere con il grave fatto accaduto, la famiglia Gambirasio chiede l'assoluto silenzio stampa per dar modo agli inquirenti e alle forze dell'ordine di svolgere l'attività investigativa con maggior serenità e tranquillità”: questo il comunicato della famiglia Gambirasio letto dal sindaco di Brembate Sopra.
E il primo cittadino ha aggiunto un suo personale invito agli organi di informazione per “abbandonare il suolo pubblico occupato e la cessazione delle attività finora svolte sul territorio di Brembate Sopra. Certi della vostra professionalità – ha detto il sindaco rivolto ai giornalisti – confidiamo nella comprensione di suddetta richiesta”.
E' evidente che né la famiglia Gambirasio né il sindaco di Brembate Sopra hanno preso bene i recenti servizi televisivi di “Chi l'ha visto?” e di “Quarto grado” nei quali venivano richiamati i rapporti di lavoro tra il padre di Yara e l'azienda Lopav Pima di Ponte San Pietro. Si tratta di una società il cui amministratore unico Patrizio Locatelli è stato arrestato a metà ottobre con il fratello Massimiliano su mandato della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, con l'accusa di riciclaggio del denaro proveniente dal traffico di droga del padre Pasquale, arrestato a maggio sempre dalla Dda. In realtà della Lopav e del fatto che Fulvio Gambirasio avesse avuto rapporti di lavoro con quell'azienda si era già parlato a metà dicembre, ma gli ultimi servizi televisivi non sono stati digeriti.
Infatti anche i 110 dipendenti di quell'azienda hanno reso noto un loro comunicato stampa: “La società è gestita da un commissario straordinario nominato dal tribunale. I dipendenti che lavorano sono 110, l'indotto è di 250 persone. Siamo stati dipinti come mafiosi, corrotti e persone non oneste. In realtà siamo padri di famiglia. Il sistema mediatico sta creando un mostro inesistente allo stato dei fatti. Chiediamo il diritto e il rispetto per lavorare in tranquillità, senza dover essere additati da chiunque si avvicini ai nostri mezzi. Perchè ogni volta che torniamo a casa la domanda dei nostri figli è “ma è vero papà che sei mafioso?” Diteci voi cosa possiamo rispondere”.
cluster - Dom Gen 16 2011, 14:45:20
Oggetto:
ma chi ha mai tirato in ballo i dipendenti della lopav? perchè si sentono chiamati in causa? voglio dire se i proprietari sono stati arrestati a ottobre, perchè non si sono sentiti di dover fare un appello allora?
il fatto è che non sono i dipendenti ad essere sotto i riflettori, ma un eventuale ipotetica ipotesi di ritorsione da parte dei fratelli locatelli contro il padre di yara. cosa c'entrano i dipendenti?

“ma è vero papà che sei mafioso?” Diteci voi cosa possiamo rispondere”

visto che lo chiedono io un'idea della risposta ce l'avrei: "no non è vero.tuo padre non è mafioso. le persone per cui ha lavorato e per cui ha nutrito fiducia e stima gli hanno mentito facendogli credere di essere brave persone invece non lo sono. loro hanno sbagliato ed è per questo che ora sono in prigione. punto

non è più semplice questo discorso che un comunicato stampa?
Anonymous - Dom Gen 16 2011, 17:10:38
Oggetto:
Austria ha scritto:
Devo dire la verità, che questa vicenda tristissima mi fa tanta rabbia in quanto non si viene a capo di nulla e niente. Mi sembra che questi investigatori siano dei grandi pagliacci e il mio rispetto per la famiglia si affievolisce di parecchio. Insomma vorrei ripetere che chi è stato derubato di una così bella e brava figlia dovrebbe gridare il proprio dolore al mondo intero con tutte le sue forze possibili e immaginabili e non chiedere il silenzio stampa e mandare via chi tutti i giorni è stato lì nel freddo e nel disagio per raccogliere notizie utili al caso.
Suppongo che col silenzio stampa si parli sempre meno della povera Yara e che la sua triste storia finisca nel dimenticatoio.
Credevo che l'Italia e la sua gente avesse più sentimenti e più coraggio. Mi sono ricreduta. Purtroppo.



Bisogna mettere bene in chiaro i vari ruoli, gli inquirenti fanno gli inquirenti e non sono dei pagliacci, i giornalisti fanno i giornalisti e cercano lo scoop non ci sono mezzi termini, vogliono solo essere i primi a dare una briciola di notizia nuova!
Prima di dare certe definizioni su persone che mettono a rischio la loro vita bisognerebbe riflettere un attimo in più o forse è facile farlo qui coperti da un nickname.
Austria sappia che c'è il segreto istruttorio, i giornalisti con i loro teoremi congetture ecc.ecc non fanno altro che disturbare intralciare le indagini e mettere a rischio i testimoni e frenare le indagini, quindi non tutto ciò che brilla è oro e non sempre il buio indica che sia notte ... con ciò lasciamoli lavorare l'unico obbiettivo è arrivare a capo di questa triste vicenda e loro stanno facendo molto ma molto ma molto di più di quello che fanno i giornalisti perchè le cose che si sanno ora loro le sapevano fin dall'inizio.. la gente non è omertosa quello che sa lo dice, ma lo dice agli inquirenti!


Un bel tacere non fu mai scritto.
Anonymous - Dom Gen 16 2011, 17:25:55
Oggetto:
cluster ha scritto:
ma chi ha mai tirato in ballo i dipendenti della lopav? perchè si sentono chiamati in causa? voglio dire se i proprietari sono stati arrestati a ottobre, perchè non si sono sentiti di dover fare un appello allora?
il fatto è che non sono i dipendenti ad essere sotto i riflettori, ma un eventuale ipotetica ipotesi di ritorsione da parte dei fratelli locatelli contro il padre di yara. cosa c'entrano i dipendenti?

“ma è vero papà che sei mafioso?” Diteci voi cosa possiamo rispondere”

visto che lo chiedono io un'idea della risposta ce l'avrei: "no non è vero.tuo padre non è mafioso. le persone per cui ha lavorato e per cui ha nutrito fiducia e stima gli hanno mentito facendogli credere di essere brave persone invece non lo sono. loro hanno sbagliato ed è per questo che ora sono in prigione. punto

non è più semplice questo discorso che un comunicato stampa?




Concordo in toto

Ho grande rispetto per gli operai e ho sempre pensato che le tute blu quasi sempre scontino, senza avere responsabilità, le conseguenze degli errori compiuti dai colletti bianchi. (Sergio Marchionne)
Anonymous - Dom Gen 16 2011, 17:47:08
Oggetto:
Citazione:
. la gente non è omertosa quello che sa lo dice, ma lo dice agli inquirenti!


i testimoni hanno raccontato la loro versione ma non sono stati creduti.Pertanto la gente 'potrebbe' diventare omertosa. A nessuno piace raccontar cose e poi passare per chi mente. Dopotutto la versione dei testimoni l'abbiamo sentita solo da loro ma nessuno di loro ha mai rilasciato interviste (dove LORO parlano ) per dire che hanno ritrattato quanto esposto prima.
Questo caso chi l'ha fatto diventar confuso? e perchè la stampa è diventata il capro espiatorio per queste indagini di cui non si sa ancora nulla. L'orario di uscita della ragazzina da casa? il movente? i genitori che parlano di rapimento, perche'? dove sono le prove che è viva?



Citazione:

Un bel tacere non fu mai scritto.

l'art.21 della costituzione dice altro. Chi vuole che qualcuno taccia allora è contro la costituzione. L'omertà è anche questa.Poi se qualcuno dice che il norditalia è meno omertoso del sud questo caso la dice lunga che mente e sa di mentire.


Citazione:
ma chi ha mai tirato in ballo i dipendenti della lopav? perchè si sentono chiamati in causa?

nessuno li ha chiamati in causa ma questo è servito per dire che la stampa è il capro espiatorio e occorre mandarla via subito, come è stato fatto.
Dei dipendenti della Lopav nessuno ha parlato ma si sono fatti vivi come motivazione perchè la stampa lasciasse il suol pubblico di Brembate su richiesta del sindaco.



Citazione:
Aderiamo alla richiesta della famiglia Gambirasio di far calare il silenzio stampa sul caso di Yara, pur senza nascondere che lo facciamo a malincuore. Avremmo preferito continuare a tenere informata l'opinione pubblica e la popolazione bergamasca sugli sviluppi di questa tristissima vicenda, e di farlo con la misura, l'attenzione e la partecipazione con cui abbiamo cercato di seguirla in questi 50 giorni.

Da lunedì sia sul giornale che sul sito internet non daremo più notizie relative all'inchiesta - a meno che non si venga a conoscenza di una svolta nelle indagini - limitandoci a riferire di iniziative pubbliche o di testimonianze di affetto e solidarietà che sappiamo essere in programma nei prossimi giorni.

La scelta della famiglia, condivisa dalle autorità di Brembate Sopra e dagli inquirenti, scaturisce da un giudizio negativo su come una parte dell'informazione, e in particolare quella televisiva, ha trattato (purtroppo in molti casi maltrattato) le poche notizie su Yara, la comunità di Brembate e alcune realtà chiamate in causa anche se totalmente estranee ai fatti.

Ci sono stati colleghi che hanno diffuso informazioni infondate, seminato sospetti, elaborato teoremi, col rischio reale di intralciare le indagini degli inquirenti. Sotto accusa sono soprattutto certi programmi di informazione-intrattenimento nei quali, in assenza di notizie, troppo spesso sono prevalse le chiacchiere ripetute all'infinito.

Comprendiamo dunque la stanchezza di un paese che da 51 giorni vive con i riflettori puntati in faccia. Dal canto nostro, per quanto possibile, abbiamo cercato, anche partecipando ad alcuni di questi programmi, di stare ai fatti e di ridimensionare le fantasie.

Nell'assecondare la richiesta di silenzio, ci permettiamo però di fare presente alcune questioni. Innanzitutto abbiamo l'impressione che non basterà un appello a fermare i media. Il rischio potrebbe essere, paradossalmente, quello di lasciare il campo libero a chi fa un giornalismo senza tanti scrupoli, a danno di quanti invece lavorano con coscienza e rigore professionale.

C'è solo un antidoto al cattivo giornalismo, ed è il buon giornalismo. In secondo luogo, l'attenzione della stampa se da un lato rischia di essere troppo invadente, dall'altro può contribuire a non far abbassare la guardia su una vicenda che ha avuto un forte impatto sulla vita di tutti.

Ecco perché ci sembra eccessivo il perentorio invito degli amministratori a sgomberare il suolo pubblico di Brembate. Quello che non vorremmo si verificasse, è che il silenzio stampa, con l'andare del tempo, diventasse silenzio tout court. Questo sì che sarebbe grave.


http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/179881_silenzio_stampa_su_yara_aderiamo_ma_a_malincuore/
desperada74 - Dom Gen 16 2011, 18:25:33
Oggetto:
in questo caso mi sembra più appropriato il termine "censura"!!!!!!!!!!!!!!
perchè in realtà si tratta di questo!!!!!!!!!

ARTICOLO 21 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA:

Il testo dell'articolo 21 « Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dell'autorità giudiziaria nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per l'indicazione dei responsabili.

In tali casi, quando vi sia assoluta urgenza e non sia possibile il tempestivo intervento dell'autorità giudiziaria, il sequestro della stampa periodica può essere eseguito da ufficiali di polizia giudiziaria, che devono immediatamente, e non mai oltre ventiquattro ore, fare denunzia all'autorità giudiziaria. Se questa non lo convalida nelle ventiquattro ore successive, il sequestro s'intende revocato e privo di ogni effetto.

La legge può stabilire, con norme di carattere generale, che siano resi noti i mezzi di finanziamento della stampa periodica.

Sono vietate le pubblicazioni a stampa, gli spettacoli e tutte le altre manifestazioni contrarie al buon costume. La legge stabilisce provvedimenti adeguati a prevenire e a reprimere le violazioni. »


CENSURA:

Definizione: Per censura si intende il controllo della comunicazione o di altre forme di libertà (libertà di espressione, di pensiero, di parola) da parte di una autorità.

Nella maggior parte dei casi si intende che tale controllo sia applicato all'ambito della comunicazione pubblica, per esempio quella per mezzo della stampa o altri mezzi di comunicazione di massa; ma si può anche riferire al controllo dell'espressione dei singoli.





OMERTA':
L'omertà è il valore per cui si mantiene un atteggiamento di ostinato silenzio atto a non denunciare reati più o meno gravi di cui si viene direttamente, o indirettamente a conoscenza e la si commette celando l'identità di chi ha commesso un reato o comunque tacendo circostanze utili alle indagini dell'autorità giudiziaria.
Solidarietà interessata fra membri di uno stesso gruppo o ceto sociale che coprono le colpe altrui per salvaguardare i propri interessi o evitare di essere coinvolti in indagini spiacevoli e pericolose.



partendo dal presupposto che conosciamo tutti la lingua "italiana"...
in sintesi i termini omertà e censura sono (ripeto) più che appropriati!!
cluster - Dom Gen 16 2011, 18:34:10
Oggetto:
ma sto silenzio stampa per caso ha a che vedere con l'anonimo testimone minorenne?
chi l'ha visto prima e 4 grado poi....ne avevano dato notizia.

voglio dire se una notizia è falsa c'è sempre la possibilità di una smentita...cacciare via tutti mi sembra esagerato.

il paese si dice stanco...si ma yara?
Anonymous - Dom Gen 16 2011, 18:39:37
Oggetto:
kojiki ha scritto:
Citazione:
. la gente non è omertosa quello che sa lo dice, ma lo dice agli inquirenti!


i testimoni hanno raccontato la loro versione ma non sono stati creduti.Pertanto la gente 'potrebbe' diventare omertosa. A nessuno piace raccontar cose e poi passare per chi mente. Dopotutto la versione dei testimoni l'abbiamo sentita solo da loro ma nessuno di loro ha mai rilasciato interviste (dove LORO parlano ) per dire che hanno ritrattato quanto esposto prima.
Questo caso chi l'ha fatto diventar confuso? e perchè la stampa è diventata il capro espiatorio per queste indagini di cui non si sa ancora nulla. L'orario di uscita della ragazzina da casa? il movente? i genitori che parlano di rapimento, perche'? dove sono le prove che è viva?



Citazione:

Un bel tacere non fu mai scritto.

l'art.21 della costituzione dice altro. Chi vuole che qualcuno taccia allora è contro la costituzione. L'omertà è anche questa.Poi se qualcuno dice che il norditalia è meno omertoso del sud questo caso la dice lunga che mente e sa di mentire.


Citazione:
ma chi ha mai tirato in ballo i dipendenti della lopav? perchè si sentono chiamati in causa?

nessuno li ha chiamati in causa ma questo è servito per dire che la stampa è il capro espiatorio e occorre mandarla via subito, come è stato fatto.
Dei dipendenti della Lopav nessuno ha parlato ma si sono fatti vivi come motivazione perchè la stampa lasciasse il suol pubblico di Brembate su richiesta del sindaco.



Citazione:
Aderiamo alla richiesta della famiglia Gambirasio di far calare il silenzio stampa sul caso di Yara, pur senza nascondere che lo facciamo a malincuore. Avremmo preferito continuare a tenere informata l'opinione pubblica e la popolazione bergamasca sugli sviluppi di questa tristissima vicenda, e di farlo con la misura, l'attenzione e la partecipazione con cui abbiamo cercato di seguirla in questi 50 giorni.

Da lunedì sia sul giornale che sul sito internet non daremo più notizie relative all'inchiesta - a meno che non si venga a conoscenza di una svolta nelle indagini - limitandoci a riferire di iniziative pubbliche o di testimonianze di affetto e solidarietà che sappiamo essere in programma nei prossimi giorni.

La scelta della famiglia, condivisa dalle autorità di Brembate Sopra e dagli inquirenti, scaturisce da un giudizio negativo su come una parte dell'informazione, e in particolare quella televisiva, ha trattato (purtroppo in molti casi maltrattato) le poche notizie su Yara, la comunità di Brembate e alcune realtà chiamate in causa anche se totalmente estranee ai fatti.

Ci sono stati colleghi che hanno diffuso informazioni infondate, seminato sospetti, elaborato teoremi, col rischio reale di intralciare le indagini degli inquirenti. Sotto accusa sono soprattutto certi programmi di informazione-intrattenimento nei quali, in assenza di notizie, troppo spesso sono prevalse le chiacchiere ripetute all'infinito.

Comprendiamo dunque la stanchezza di un paese che da 51 giorni vive con i riflettori puntati in faccia. Dal canto nostro, per quanto possibile, abbiamo cercato, anche partecipando ad alcuni di questi programmi, di stare ai fatti e di ridimensionare le fantasie.

Nell'assecondare la richiesta di silenzio, ci permettiamo però di fare presente alcune questioni. Innanzitutto abbiamo l'impressione che non basterà un appello a fermare i media. Il rischio potrebbe essere, paradossalmente, quello di lasciare il campo libero a chi fa un giornalismo senza tanti scrupoli, a danno di quanti invece lavorano con coscienza e rigore professionale.

C'è solo un antidoto al cattivo giornalismo, ed è il buon giornalismo. In secondo luogo, l'attenzione della stampa se da un lato rischia di essere troppo invadente, dall'altro può contribuire a non far abbassare la guardia su una vicenda che ha avuto un forte impatto sulla vita di tutti.

Ecco perché ci sembra eccessivo il perentorio invito degli amministratori a sgomberare il suolo pubblico di Brembate. Quello che non vorremmo si verificasse, è che il silenzio stampa, con l'andare del tempo, diventasse silenzio tout court. Questo sì che sarebbe grave.


http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/179881_silenzio_stampa_su_yara_aderiamo_ma_a_malincuore/




In merito ai testimoni questo atteggiamento che ha creato confusione e soprattutto con Tironi (visto che ha parlato prima con i giornalisti ) è per proteggerli e proteggere le indagini, ad una prima impressione superficiale appare un atteggiamento poco serio ed attribuibile solo agli investigatori, ma è proprio il susseguirsi delle notizie date, create ed interpretate dai giornalisti e per lo più nei salotti delle tv,
che ha creato ancora più confusione, parlando e sparlando costruendo fatti e discorsi su cose già risapute pur di portare avanti le loro trasmissioni, certa stampa anche ma non tutti. Questo è il mio parere.
In merito alle domande sul movente, ora d'uscita... è evidente che chi ha queste risposte non ce le vuole rivelare ed avrà i suoi validi motivi.

Citazione:

Un bel tacere non fu mai scritto.

l'art.21 della costituzione dice altro. Chi vuole che qualcuno taccia allora è contro la costituzione. L'omertà è anche questa.Poi se qualcuno dice che il norditalia è meno omertoso del sud questo caso la dice lunga che mente e sa di mentire.


risposta:

Io sono per la libertà di pensiero e di espressione, ma prima di parlare bisognerebbe riflettere, non voglio mettere nessuno a tacere con l'aforisma riportato ci mancherebbe.
Brembate non è omertoso, per il sud non mi pronuncio e non mi permetto, vada a chiedere lumi per le sue domande e già che c'è chieda se quelli del nord sono omertosi vedrà cosa le rispondono gli inquirenti.
Prima di dire che qualcuno mente ci vuole riguardo molto riguardo, che ne sa lei di chi sta mentendo?
cluster - Dom Gen 16 2011, 18:40:12
Oggetto:
comunque se esiste sto testimone di sicuro non ha paura di fare la fine di tironi..vi sembra? c'è qualcosa di più...è paura,forse la stessa paura che è scritta sul biglietto anonimo.

mi sembra che ci sono 2 cose in comune tra il biglietto e il testimone:anonimo e paura.
desperada74 - Dom Gen 16 2011, 18:46:55
Oggetto:
cluster...
ho seguito l'intera puntata di Chi L''ha Visto andata in onda il 12/01/2011.......
ti invito a vederla.........
trarrai da solo le tue conclusioni......
cluster - Dom Gen 16 2011, 18:48:42
Oggetto:
[quote="A



Citazione:
In merito ai testimoni questo atteggiamento che ha creato confusione e soprattutto con Tironi (visto che ha parlato prima con i giornalisti ) è per proteggerli e proteggere le indagini, ad una prima impressione superficiale appare un atteggiamento poco serio ed attribuibile solo agli investigatori, ma è proprio il susseguirsi delle notizie date, create ed interpretate dai giornalisti e per lo più nei salotti delle tv,
che ha creato ancora più confusione, parlando e sparlando costruendo fatti e discorsi su cose già risapute pur di portare avanti le loro trasmissioni, certa stampa anche ma non tutti. Questo è il mio parere.
In merito alle domande sul movente, ora d'uscita... è evidente che chi ha queste risposte non ce le vuole rivelare ed avrà i suoi validi motivi.


mi sa che già c'era confusione, non sono stati mica i giornalisti a fare rambo sulla nave di fikri e sempre loro a tradurre male l'intercettazione.

però siamo ottimisti con un "pizzico di fortuna" e il silenzio stampa si risolve tutto.
cluster - Dom Gen 16 2011, 18:53:08
Oggetto:
desperada74 ha scritto:
cluster...
ho seguito l'intera puntata di Chi L''ha Visto andata in onda il 12/01/2011.......
ti invito a vederla.........
trarrai da solo le tue conclusioni......


si l'ho vista. tu che idea ti sei fatto?
Anonymous - Dom Gen 16 2011, 18:56:53
Oggetto:
http://www.bergamonews.it/provincia/articolo.php?id=36511




Brembate Sopra si chiude
.


Il sindaco Diego Locatelli chiede ai giornalisti di andarsene, in particolare agli operatori tv "di lasciare il suolo pubblico". La famiglia di Yara chiede il silenzio stampa a nemmeno 20 giorni dall'appello lanciato tra Natale e Capodanno. E i dipendenti della Lopav Pima, azienda della quale stampa e tv hanno parlato anche in relazione alla vicenda di Yara, chiedono ora rispetto. Il tutto in una conferenza stampa convocata alle 19 di sabato 15 gennaio nel municipio di Brembate Sopra.

L'attenzione mediatica abbandonerà il paese? Si vedrà nei prossimi giorni.


“Vista la situazione venutasi a creare dopo i comunicati (servizi giornalistici, ndr) non corrispodnenti alla verità e al coinvolgimento di persone che nulla hanno a che vedere con il grave fatto accaduto, la famiglia Gambirasio chiede l'assoluto silenzio stampa per dar modo agli inquirenti e alle forze dell'ordine di svolgere l'attività investigativa con maggior serenità e tranquillità”: questo il comunicato della famiglia Gambirasio letto dal sindaco di Brembate Sopra.

E il primo cittadino ha aggiunto un suo personale invito agli organi di informazione per “abbandonare il suolo pubblico occupato e la cessazione delle attività finora svolte sul territorio di Brembate Sopra. Certi della vostra professionalità – ha detto il sindaco rivolto ai giornalisti – confidiamo nella comprensione di suddetta richiesta”.


E' evidente che né la famiglia Gambirasio né il sindaco di Brembate Sopra hanno preso bene i recenti servizi televisivi di “Chi l'ha visto?” e di “Quarto grado” nei quali venivano richiamati i rapporti di lavoro tra il padre di Yara e l'azienda Lopav Pima di Ponte San Pietro.

Si tratta di una società il cui amministratore unico Patrizio Locatelli è stato arrestato a metà ottobre con il fratello Massimiliano su mandato della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, con l'accusa di riciclaggio del denaro proveniente dal traffico di droga del padre Pasquale, arrestato a maggio sempre dalla Dda.

In realtà della Lopav e del fatto che Fulvio Gambirasio avesse avuto rapporti di lavoro con quell'azienda si era già parlato a metà dicembre, ma gli ultimi servizi televisivi non sono stati digeriti.


Infatti anche i 110 dipendenti di quell'azienda hanno reso noto un loro comunicato stampa: “La società è gestita da un commissario straordinario nominato dal tribunale. I dipendenti che lavorano sono 110, l'indotto è di 250 persone. Siamo stati dipinti come mafiosi, corrotti e persone non oneste. In realtà siamo padri di famiglia. Il sistema mediatico sta creando un mostro inesistente allo stato dei fatti. Chiediamo il diritto e il rispetto per lavorare in tranquillità, senza dover essere additati da chiunque si avvicini ai nostri mezzi. Perchè ogni volta che torniamo a casa la domanda dei nostri figli è “ma è vero papà che sei mafioso?” Diteci voi cosa possiamo rispondere”.
desperada74 - Dom Gen 16 2011, 19:03:47
Oggetto:
"""fatta""""... Very Happy Very Happy Very Happy
che anche lì ci sia stata censura....
sul sito ufficiale del programma era stata annunciata un'importante novità...
Fiore De Rienzo è stato interrotto ................
proprio mentre si apprestava ad illustrare "un'ipotesi" riguardo questo nuovo testimone......
La Sciarelli non si è più collegata con Brembate..........
solo per una questione di tempi tecnici????
oppure qualcuno li ha invitati al silenzio???
cluster - Dom Gen 16 2011, 19:17:19
Oggetto:
si strano anche perchè chi l'ha visto se l'è fatta la sua bella overdose di scoop col caso avetrana...
cluster - Dom Gen 16 2011, 19:23:08
Oggetto:
il fatto è che la lopav potrebbe fornire un'eventuale valido movente ma solo nel caso che esiste questo fantomatico processo di febbraio in cui dovrebbe testimoniare fulvio gambirasio.allora si ci sarebbe un fondamento preciso di ricatto.

il problema è che su questa notizia non si hanno dati certi.
fulvio gambirasio smentisce e nega di dover partecipare ad un processo contro i fratelli locatelli.ma allora chi l'ha data questa notizia?
no processo,no movente.
desperada74 - Dom Gen 16 2011, 19:50:09
Oggetto:
chi l'ha data?
Un Brembatese, è stato utilizzato il classico sistema "chiacchera da Bar"......
..........
non trovi strano che venga chiesto il silenzio stampa proprio dopo la messa in onda di Quarto Grado???

Il sindaco addirittura potrebbe emettere (se non l'ha già fatto) un 'ordinanza ufficiale di sgombero nei confronti dei mezzi dei media , perchè non può vietare al singolo giornalista di passeggiare per il paesello( anche se a mio avviso gli piacerebbe molto poterlo fare)!!!!!
Adesso eserciterò in pieno la mia libertà di pensiero:
I 2 testimoni sono stati indotti a ritrattare , utilizzando una delle solite tecniche "d'nterrogatorio"!!!
Anonymous - Dom Gen 16 2011, 20:32:33
Oggetto:
Non ho ancora sentito nessuno che dice che un sindaco sta andando contro un articolo della costituzione (art.21).. .......perchè?

anzi qualcuno ha detto testualmente su questo forum:

un buon tacer non fu mai scritto

che è l'apoteosi dell'omertà che è l'elemento fondamentale della criminalità organizzata(mafia, camorra, 'n drangheda...).

Credo ci sia da riflettere sul perchè un sindaco manda via i cronisti dal suo paese.

Citazione:
2 testimoni sono stati indotti a ritrattare , utilizzando una delle solite tecniche "d'nterrogatorio"!!!

è stato ancora peggio. Sono stati delegittimati i testimoni che avevano visto e questo senza avere nè orari certi e nemmeno nessuna altra pista su cui fare indagini.
Poi qualcuno può fantasticare che gli inquirenti sappiano, ma la ragazzina se la ragazzina non è stata trovata è solo perchè nessuno sa ancora da che parte cercarla.


-------editato-------

http://www.agi.it/rubriche/ultime-notizie-page/201101162052-cro-rom0100-yara_stasera_tolto_presidio_vigili_davanti_casa_gambirasio


20:52 16 GEN 2011

(AGI) - Bergamo, 16 gen. - Verra' tolto stasera il presidio dei vigili davanti alla casa di Yara Gambirasio a Brembate Sopra.
La decisione e' stata presa dal Consorzio di polizia municipale dell'Isola, che curava la presenza e i turni di una pattuglia di agenti all'imbocco della traversa di via Rampinelli in cui si trova la casa della famiglia Gambirasio. Una decisione presa in considerazione del fatto che, rispondendo agli appelli della famiglia e del sindaco, le troupe televisive hanno abbandonato le loro postazioni e il paese.


http://www.agi.it/cronaca/notizie/201101161726-cro-rt10012-yara_dopo_richiesta_silenzio_stampa_tv_lasciano_brembate_sopra

17:26 16 GEN 2011

(AGI) - Bergamo, 16 gen. - Dopo 51 giorni le televisioni hanno lasciato Brembate Sopra. Non c'e' stato bisogno di un'ordinanza vera e propria o di un intervento diretto da parte del Comune: sono stati spontaneamente accolti l'invito, rivolto ieri sera dalla famiglia di Yara Gambirasio, a osservare il silenzio stampa sulla vicenda della scomparsa della figlia e la successiva richiesta del sindaco, Diego Locatelli, alle troupe giornalistiche ad "ad abbandonare il suolo pubblico occupato" con la "cessazione delle attivita' finora svolte nel territorio di Brembate Sopra". Nel corso della mattinata di oggi sono partiti tutti gli automezzi delle televisioni che dal 29 novembre scorso (cioe' da tre giorni dopo la scomparsa di Yara) sono stati parcheggiati in via Rampinelli in corrispondenza della traversa in cui si trova la casa della famiglia Gambirasio. Non si sa ancora se questo corrispondera' anche a un vero silenzio stampa, che finora e' stato accolto solo dal quotidiano locale L'Eco di Bergamo. .

Cool
cluster - Dom Gen 16 2011, 21:50:30
Oggetto:
desperada74 ha scritto:
chi l'ha data?
Un Brembatese, è stato utilizzato il classico sistema "chiacchera da Bar"......
..........
non trovi strano che venga chiesto il silenzio stampa proprio dopo la messa in onda di Quarto Grado???

Il sindaco addirittura potrebbe emettere (se non l'ha già fatto) un 'ordinanza ufficiale di sgombero nei confronti dei mezzi dei media , perchè non può vietare al singolo giornalista di passeggiare per il paesello( anche se a mio avviso gli piacerebbe molto poterlo fare)!!!!!
Adesso eserciterò in pieno la mia libertà di pensiero:
I 2 testimoni sono stati indotti a ritrattare , utilizzando una delle solite tecniche "d'nterrogatorio"!!!



quindi solo voci...forse arakoien che è del posto ha notizie piu ufficiali,così per avere dei punti fermi.
Anonymous - Dom Gen 16 2011, 21:54:08
Oggetto:
Citazione:
Brembate non è omertoso, per il sud non mi pronuncio e non mi permetto, vada a chiedere lumi per le sue domande e già che c'è chieda se quelli del nord sono omertosi vedrà cosa le rispondono gli inquirenti.
Prima di dire che qualcuno mente ci vuole riguardo molto riguardo, che ne sa lei di chi sta mentendo?


Se Brembate non è omertoso di chi e che cosa ha paura? dei giornalisti forse, delle trsmissioni televisive?
Che non si è omertosi lo si vede senza dire se lo si è o meno. Questo atteggiamento non si è verificato nemmeno ad Avetrana.Il sindaco ha fatto spostare i media dalla casa dei Misseri ma non li ha banditi dal suolo pubblico, questo ha fatto il sud.

Non sto dicendo che dico a priori che quelli del nord sono omertosi ma dico solo che si COMPORTANO come tali mandando via la stampa con un gesto che (considerato che c'è ancora la libertà di espressione) fascista.
Gli inquirenti forse a lei hanno detto qualcosa che nessuno sa?

E'vero che prima di dire che qualcuno mente ci vuole MOLTO RIGUARDO ma proprio per i testimoni questo riguardo NON c'è stato.
Infatti nemmeno LEI sa chi sta mentendo se è per questo.

Se un bel tacer non fu mai scritto NON LO SCRIVA LEI ma lasci che la libertà di espressione sia ancora un articolo della costituzione. E lasci perdere se a LEI non piace che non serve ai fini della discussione.

Citazione:
In merito alle domande sul movente, ora d'uscita... è evidente che chi ha queste risposte non ce le vuole rivelare ed avrà i suoi validi motivi.

e non importa nulla se NON CE LE VUOLE RIVELARE ma la ragazzina non si trova.

L'evidenza sarà tutta sua ma qui nessuno ha trovato NULLA e NULLA vuole dire solo quello e gli evidenti motivi è che NON SANNO NULLA:

I suoi evidenti motivi non sono per nulla evidenti ma sono solo nullità.
Anonymous - Dom Gen 16 2011, 23:43:21
Oggetto:
kojiki ha scritto:
Citazione:
Brembate non è omertoso, per il sud non mi pronuncio e non mi permetto, vada a chiedere lumi per le sue domande e già che c'è chieda se quelli del nord sono omertosi vedrà cosa le rispondono gli inquirenti.
Prima di dire che qualcuno mente ci vuole riguardo molto riguardo, che ne sa lei di chi sta mentendo?


Se Brembate non è omertoso di chi e che cosa ha paura? dei giornalisti forse, delle trsmissioni televisive?
Che non si è omertosi lo si vede senza dire se lo si è o meno. Questo atteggiamento non si è verificato nemmeno ad Avetrana.Il sindaco ha fatto spostare i media dalla casa dei Misseri ma non li ha banditi dal suolo pubblico, questo ha fatto il sud.

Non sto dicendo che dico a priori che quelli del nord sono omertosi ma dico solo che si COMPORTANO come tali mandando via la stampa con un gesto che (considerato che c'è ancora la libertà di espressione) fascista.
Gli inquirenti forse a lei hanno detto qualcosa che nessuno sa?

E'vero che prima di dire che qualcuno mente ci vuole MOLTO RIGUARDO ma proprio per i testimoni questo riguardo NON c'è stato.
Infatti nemmeno LEI sa chi sta mentendo se è per questo.

Se un bel tacer non fu mai scritto NON LO SCRIVA LEI ma lasci che la libertà di espressione sia ancora un articolo della costituzione. E lasci perdere se a LEI non piace che non serve ai fini della discussione.

Citazione:
In merito alle domande sul movente, ora d'uscita... è evidente che chi ha queste risposte non ce le vuole rivelare ed avrà i suoi validi motivi.

e non importa nulla se NON CE LE VUOLE RIVELARE ma la ragazzina non si trova.

L'evidenza sarà tutta sua ma qui nessuno ha trovato NULLA e NULLA vuole dire solo quello e gli evidenti motivi è che NON SANNO NULLA:

I suoi evidenti motivi non sono per nulla evidenti ma sono solo nullità.



Sa cosa le dico? che di tutte le vostre illazioni ne ho abbastanza, siete solo dei supponenti che vogliono sapere con insistenza fatti coperti da segreto istruttorio; che le piaccia o no le cose stanno così in caso contrario cambi mestiere e si arruoli in Polizia e con questo vi lascio alle vostre discussioni inutili di questo forum.

Ps. il sindaco non ha bandito i media dal suolo pubblico li ha invitati ad andarsene, è diversa la cosa!
Anonymous - Lun Gen 17 2011, 00:12:11
Oggetto:
Citazione:
Sa cosa le dico? che di tutte le vostre illazioni ne ho abbastanza, siete solo dei supponenti che vogliono sapere con insistenza fatti coperti da segreto istruttorio; che le piaccia o no le cose stanno così in caso contrario cambi mestiere e si arruoli in Polizia e con questo vi lascio alle vostre discussioni inutili di questo forum.


quali sono i fatti coperti da segreto istruttorio? è solo qualcuno che ne è al corrente che può dire quali fatti sono coperti da segreto istruttorio.....
Se le cose stanno così sa che le dico? le dico che la ragazzina non è stata trovata e questo mi pare evidente a meno che qualcuno (sempre per segreto istruttorio) la tenga coperta e quindi a noi (sempre per segreto istruttorio) non ci viene detto nulla perchè altrimenti saremo messi al corrente di un segreto istruttorio. O invece è veramente stata trovata visto che tutti erano convinti che era viva (ma non fornivano prove perchè altrimenti si sarebbe violato il segreto istruttorio, secondo lei?)

Le discussioni sono inutili e un BEL TACER NON FU MAI SCRITTO? ma insomma in che paese pensa di vivere per dire questo?


Citazione:
Ps. il sindaco non ha bandito i media dal suolo pubblico li ha invitati ad andarsene, è diversa la cosa!


ah si.!!...invece il sindaco ha detto qualcosa di completamente diverso, già postato, e bastava solo LEGGERE:

Il sindaco Diego Locatelli chiede ai giornalisti di andarsene, in particolare agli operatori tv "di lasciare il suolo pubblico".
http://www.bergamonews.it/provincia/articolo.php?id=36511

la cosa non è diversa ma è proprio come è senza ricamarci sopra.
cluster - Lun Gen 17 2011, 00:25:20
Oggetto:
riguardo al movente
è da un po che mi si presenta un dubbio,c'è qualcosa che non mi torna.perchè proprio quel giorno e a quell'ora e in quel luogo? perchè non prima o dopo.perchè non all'uscita di scuola.si parla di sequestro,si parla di ritrovare yara viva di qualcuno che l'ha segrgata e tiene prigioniera. ma non torna niente, innanzitutto se il movente è il sequestro si parla di organizzazione,giusto? vi pare che per un sequestro non ci sia un minimo di organizzazione...lo si fa per un banale appuntamento dal parucchiere figuriamoci per prendere di forza una 13enne.il mio dubbio è come fa ad essere premeditato o organizzato se la vittima non dovrebbe essere in quel luogo e ora lì?
per spiegarmi meglio userò due parametri uno di spazio e uno di tempo.

parametro di spazio IL LUOGO:parcheggio palestra o atrio

è certo che è stata vista l'ultima volta nelle vicinanze dell'uscita principale della palestra e visto che come afferma la madre yara non doveva andare in palestra ma solo lei e la sorella di yara sapevano che ci andava,nessuno avrebbe potuto organizzare il sequestro.
il movente non è un sequestro premeditato visto che in quel luogo non doveva esserci.

parametro di TEMPO:quel pomeriggio ,la madre di yara afferma che non era stato detto che lo stereo lo portava la sorella di yara e che yara ha insistito per portarlo lei,era solo stato detto che bisognava portare questo stereo e yara lo ha portato.
quindi a quell'ora yara non sarebbe dovuta essere lì.come fa ad essere premeditato,o comunque organizzato se la vittima non sarà presente?

vuoi che dei sequestratori non si informino prima?non parlo di crimine organizzato,anche solo un maniaco se addocchia una ragazzina vuoi che per la sua ossessione non sappia a memoria orari e tutto il resto?

non torna niente.quante volte yara sarà andata in palestra?perchè tutte le altre volte no e il 26 si. cioè voglio dire che il movente è circostanziato a quel giorno e a quell'ora e a quel luogo ma che guarda caso,nè l'uno nè l'altro erano in programma di yara,quindi come facevano ad essere in programma del maniaco\criminale o sequestratore \mafioso che sia?

come si spiega che nessuno ha visto niente?o sentito niente? forse perchè in realtà non è successo niente e niente di anomalo era da sentire.

restringendo il campo, dovrebbe essere cercato tra uno che frequenta la palestra e che in quel momento usciva anche lui\lei e quindi qualcuno che in quell'orario aveva terminato una delle tante l'attività sportive che sono dentro il centro sportivo.

quiondi il discorso non è tanto che yara lì in quel momento non ci sarebbe dovuta stare,ma al contrario bisogna domandarsi CHI invece in quel momento ci sarebbe potuto essere? di CHI era l'abitudine uscire di palestra a quell'ora?
cluster - Lun Gen 17 2011, 00:29:24
Oggetto:
quali sono i fatti coperti da segreto istruttorio? Shocked
Anonymous - Lun Gen 17 2011, 11:49:27
Oggetto:
Citazione:
quiondi il discorso non è tanto che yara lì in quel momento non ci sarebbe dovuta stare,ma al contrario bisogna domandarsi CHI invece in quel momento ci sarebbe potuto essere? di CHI era l'abitudine uscire di palestra a quell'ora?


intanto non sappiamo il motivo per cui era proprio necessario portare lo stereo in palestra a quell'ora e in quel giorno e se veramente ha VOLUTO yara andare a portarlo lei. Non può certo dirlo ora e quindi non esiste riscontro.
Piuttosto c'è da chiederci se veramente la scomparsa è andata in palestra perchè non ci sono certezze e l'unica persona che dice di averla vista è anche un parente.E'più che evidente che oltre a non sapere l'ora che è uscita di casa e anche il motivo, non si sa nemmeno in quale arco di tempo è scomparsa perchè il cellulare non è una fonte certa anche se ora pare che sia fondamentale per stabilire dove si trovano le persone.
Ma il cellulare può andare in mano anche di altre persone che non sono il proprietario e tutto viene depistato.
Se poi si pensa che Tironi non è stato creduto perchè il cellulare 'dimostrava' che era da un amico....che dire di più...
cluster - Lun Gen 17 2011, 13:32:25
Oggetto:
scusa a chi tiriferisci quando dici che l'ultima persona che l'ha vista è un parente?alla madre quando dice che yara è uscita verso le 17,15?

no perchè c'è un fatto certo, che un testimone padre di una ginnasta l'ha vista nelle vicinanze dell'atrio dell'uscita principale.lui è certo perchè dice che conosce yara.e sono le 18,42.

l'allenatrice che ha avuto in consegna lo stereo rende pubblica testimonianza alle tv.dice che yara è arrivata verso le 17,30 e si è trattenuta per tutto l'allenamento.circa un'ora.ora non so le altre ginnaste ma ti pare che non l'abbiano chiamate a testimoniare?

che motivo hanno tutte queste persone di mentire sul fatto dello stereo,sull'orario di uscita di casa , sul luogo di destinazione e sull'oriaro di (presubilmente) di uscita dalla palestra?

perchè queste persone dovrebbero mentire?

la madre di yara
l'allenatrice
il padre della ginnasta
tutta la squadra che si allenava
Anonymous - Lun Gen 17 2011, 14:37:03
Oggetto:
Citazione:
scusa a chi tiriferisci quando dici che l'ultima persona che l'ha vista è un parente?alla madre quando dice che yara è uscita verso le 17,15?

l'ultima persona era intesa come ultima persona che ha visto la ragazzina (presumibilmente) in palestra. Questa è l'unica persona che l'ha vista, sempre in palestra, e dice anche che l'ha salutata.

In tutto il contesto pare proprio che sia stata la madre e la sorella che l'hanno vista per l'ultima volta quando usciva di casa. L'orario di uscita lo sanno sono loro e non ci possono essere riscontri.


Citazione:
no perchè c'è un fatto certo, che un testimone padre di una ginnasta l'ha vista nelle vicinanze dell'atrio dell'uscita principale.lui è certo perchè dice che conosce yara.e sono le 18,42.

dice di conoscere bene Yara proprio perchè è un parente.... Se poi qualcuno mi dice come poteva avere l'orologio assolutamente preciso da segnare le 18,42 (ma perchè ha guardato l'ora?che motivo c'era?)
Questo testimone viene creduto? strano è solo lui che l'ha vista in palestra. Mah....


Citazione:
l'allenatrice che ha avuto in consegna lo stereo rende pubblica testimonianza alle tv.dice che yara è arrivata verso le 17,30 e si è trattenuta per tutto l'allenamento.circa un'ora.ora non so le altre ginnaste ma ti pare che non l'abbiano chiamate a testimoniare?

sono minorenni, questo è il motivo che le dichiarazioni non sono pubbliche. Per questo parla l'allenatrice. Di quello che dicono le ragazzine ovviamente non sappiamo nulla.


Citazione:
che motivo hanno tutte queste persone di mentire sul fatto dello stereo,sull'orario di uscita di casa , sul luogo di destinazione e sull'oriaro di (presubilmente) di uscita dalla palestra?

che motivo allora avrebbe Tironi di dire che ha visto la ragazzina un'ora prima?
Quello che è evidente è che non ci sono prove che la ragazza sia andata in palestra come non ci sono prove sull'orario della scomparsa.
Per il resto non so chi mente ma non si sa a questo punto nemmeno chi dice il vero.


Citazione:
perchè queste persone dovrebbero mentire?

la madre di yara
l'allenatrice
il padre della ginnasta
tutta la squadra che si allenava


la madre di yara come può sapere se è andata in palestra sua figlia se non da quelli della palestra?

l'allenatrice potrebbe avere avuto lo stereo è vero, ma la ragazzina visto che non aveva allenamento se ne sarebbe andata subito a casa.Infatti Tironi dice di averla vista ad un quarto alle 18.Se è partita di casa alle 17,15 il tempo era quello.

il padre era a casa nel momento in cui usciva la figlia o in palestra con lei per sapere se era arrivata?

la squadra che si allenava? ma quel giorno non erano previsti allenamenti per la squadra di Yara.
E'andata solo a portare lo stereo.

I giornali non scrivono più notizie e forse è il caso di rileggere quello che è stato postato all'inizio e non l'ingarbugliamento che si è verificato più tardi con testimoni che ritrattano, rapimenti senza riscatto e 'intuizioni' che la scomparsa sia viva e vegeta.
Mah....
cluster - Lun Gen 17 2011, 15:40:39
Oggetto:
per quanto riguarda gli orari di uscita di yara nelle notizie si fa riferimento a due diversi orari.
c'è chi riporta che sia uscita alle 17,15 e arrivata in palestra alle 17,30
e chi riporta che è uscita alle 17,30 e arrivata alle 17,45.
però tutti concordano che si è trattenuta un'oretta circa ,quindi se consideriamo il punto fermo della testimonianza di quel padre(18,42) si può ipotizzare che sia uscita alle 18,30.
è da ricordare anche che la mamma di yara chiama alle 19 la prima volta
quindi l l'aspettava per quell'ora. le 19 e poi le 19,15 rappresentano quel margine di tempo concesso per un'eventuale ritardo .

i tempi ci sono.yara è vista l'ultima volta alle 18,42 e se fosse tornata a casa ci avrebber messo 10,12 minuti.forse 15.

alle 18,55 doveva presubilmente essere a casa.
cluster - Lun Gen 17 2011, 15:55:38
Oggetto:
aspetta un attimo...

l'allenatrice dice testualmernte che yara si è trattenuta per un'ora circa,cioè durante tutto l'allenamento o prove che siano della squadra delle piccole ginnaste,che lo so non era quella di yara,ma quella per cui yara dava un sostegno e che avrebbero avuto il saggio la domenica(lo stereo serviva a quello, al saggio della domenica successiva e che non era quello di yara, ma delle piccole le junior)

l'allenatrice può sbagliare di decine di minuti magari non era un'ora,forse erano 45 minuti,forse 56 non lo so,ma è certo che l'allenatrice afferma che con l'arrivo di yara con lo stereo si trattiene lì.assiste agli allenamenti.pur non allenandosi.
che motivo ha l'insegnante di mentire ?
altro punto è il padre della ginnasta,io mi riferivo non a fulvio gambirasio, ma al padre di una delle compagne di yara che l'ha vista alle 18,42 e che si ricorda l'orario perchè quasndo entrando in macchina ha acceso il motore,il display digitale segnava quell'ora.

tu dove l'hai letto che questo signore è un parente di yara? si è sempre detto che è un conoscente di yara in quanto padre di un'altra ginnasta.
Anonymous - Lun Gen 17 2011, 15:59:20
Oggetto:
Citazione:

per quanto riguarda gli orari di uscita di yara nelle notizie si fa riferimento a due diversi orari.
c'è chi riporta che sia uscita alle 17,15 e arrivata in palestra alle 17,30
e chi riporta che è uscita alle 17,30 e arrivata alle 17,45.


ma non importa il riferimento. Importa sapere l'ora esatta.
E questo lo può sapere solo la madre e la sorella.

Citazione:
però tutti concordano che si è trattenuta un'oretta circa ,quindi se consideriamo il punto fermo della testimonianza di quel padre(18,42) si può ipotizzare che sia uscita alle 18,30.

perchè la testimonianza di quel padre è fondamentale e le altre non sono attendibili?

non quadra.....

Citazione:
altro punto è il padre della ginnasta,io mi riferivo non a fulvio gambirasio, ma al padre di una delle compagne di yara che l'ha vista alle 18,42 e che si ricorda l'orario perchè quasndo entrando in macchina ha acceso il motore,il display digitale segnava quell'ora.

se permetti questo particolare che è stato riportato è da fumetto e spero che qualcuno lo capisca.

[/quote]
cluster - Lun Gen 17 2011, 17:03:26
Oggetto:
non capisco quali sono le tue ipotesi.io sincewramete non vedo motivo per queste persone di mentire. non è che ci credo ciecamente a tutti i testimoni però mi baso sui fatti e sui riscontri. e finora quelli che sono più attendibili cioè che hanno dei riscontri sono la madre di yara,l'allenatrice e il famoso signore delle 18,42. per il fatto che non ci sono incongruenze. se per ipotesi ritenessi questi testimoni inattendibili di conseguenza dovrei domandarmi il motivo che li porta a mentire. l'unico motivo è che siano coinvolti.
ma come possono essere coinvolti un'allenatrice e un padre di una ragazzina che conosce yara? lasciamo stare la madre che sono d'accordo con te fino a che dici la madre l'ha vista solo uscire e non si sa poi dove è andata. ma gli altri due testimoni?loro l'hanno vista riconosciuta e ci hanno parlato.se mentono entrambi sono entrambi non solo coinvolti ma complici.?
Anonymous - Lun Gen 17 2011, 17:43:34
Oggetto:
Se hai capito tutto mi dici perchè non si trova una ragazzina scomparsa?
E'di questo che si tratta e non se uno o un altro ha ragione.
Pertanto se non si trova una ragazza scomparsa qualcosa non quadra.
Punto.
cluster - Lun Gen 17 2011, 17:52:41
Oggetto:
senza polemica senza guerra senza ego
la mia domanda a te non è perchè sottointendo che io ho capito tutto,non sto qui perchè mi ritengo di aver capito tutto e di spiattellarlo anzi è tutto il contrario.

la mia domanda è : se tu ritieni che loro mentono ci sarà un motivo? vorrei sapere il tuo punto di vista o le tue ipotesi per cui mentono.
Anonymous - Lun Gen 17 2011, 19:04:19
Oggetto:
Citazione:
senza polemica senza guerra senza ego

e che c'entra riguardo l'argomento? la polemica la fai tu....


Citazione:
a mia domanda a te non è perchè sottointendo che io ho capito tutto,non sto qui perchè mi ritengo di aver capito tutto e di spiattellarlo anzi è tutto il contrario.

allora perchè non hai tenuto presente quello che ho scritto in altri post ?

Citazione:
la mia domanda è : se tu ritieni che loro mentono ci sarà un motivo? vorrei sapere il tuo punto di vista o le tue ipotesi per cui mentono.

ti ho già risposto CHE NON SO SE MENTONO ma NON SO NEMMENO SE DICONO IL VERO alla luce dei fatti e cioè che la ragazzina NON si trova ed evidentemente QUALCUNO ha MENTITO o ha dato delle indicazioni sbagliate o ha depistato.

Il mio punto di vista è che non ci può essere qualcuno che mente SEMPRE e un altro che dice il vero SEMPRE se NON ci sono PROVE. Se poi il cellulare è una prova allora è meglio finirla qui.
cluster - Lun Gen 17 2011, 19:39:36
Oggetto:
ma io sono l'antipolemica in persona Cool

una cosa è sicura yara non si trova perchè dove hanno cercato evidentemente non c'è.

mantengo dei dubbi sul cantiere però....

e sui testimoni l'unica cosa che possiamo fare è stabilirne le incongruenze. non è tanto vil fatto di mentire o meno. sono i riscontri oggettivi che contano.

e la faccenda tironi mi lascia perplessa. Shocked
Anonymous - Lun Gen 17 2011, 21:39:08
Oggetto:
Citazione:

una cosa è sicura yara non si trova perchè dove hanno cercato evidentemente non c'è.


dove hanno cercato per l'esattezza?
Mai sentito parlare di depistaggi? cioè qualche indicazione sbagliata che fa cercare da un'altra parte?
Se non c'è dopo tanto giorni dove la stanno cercando e non la trovano dove dovrebbero cercare invece, secondo te?
cluster - Lun Gen 17 2011, 23:32:03
Oggetto:
i famosi piloni del cantiere...
Brando - Mar Gen 18 2011, 00:50:35
Oggetto:
Ricapitolando
Chi sarebbe il committente del cantiere?
cluster - Mar Gen 18 2011, 14:09:08
Oggetto:
non so c'è un committente.anche perchè come ho detto sopra nelle mie ipotesi non c'è un sequestro organizzato.

il cantiere rimane un mistero per me.perchè si deve riporre fiducia nei cani che dicono siano infallibili.

la questione è ma quando i cani da dentro la palestra hanno fiutato le tracce nell'uscita secondaria e seguendo quelle sono arrivati dritti dritti al cantiere di mapello,come ci sono arrivati in tutto il traggitto a piedi? cioè tenendo i cani alguinzagli e seguendoli in una "passeggiata"di circa 2 kilometri a piedi?

come funziona.? il sequestratore carica in macchina/furgone yara e va al cantiere in macchina e i cani seguono le tracce gli odori nell'aria a piedi? che seguivano l'odore delle ruote di quell'auto che trasportava yara?
Brando - Mar Gen 18 2011, 14:22:40
Oggetto:
comunque é strano che non si parli della committenza
cluster - Mar Gen 18 2011, 14:29:02
Oggetto:
con committenza che intendi chi ha voluto il sequestro o chi è il proprietario del centro commerciale?
Anonymous - Mar Gen 18 2011, 15:06:02
Oggetto:
cluster
ho scritto:


dove hanno cercato per l'esattezza?
Mai sentito parlare di depistaggi? cioè qualche indicazione sbagliata che fa cercare da un'altra parte?
Se non c'è dopo tanto giorni dove la stanno cercando e non la trovano dove dovrebbero cercare invece, second


la metto in altro modo: pensi proprio che la pista del cantiere sia esatta?
non potrebbe essere che invece non si sa nemmeno l'orario della sparizione e per questo sono stati usati i cani molecolari per avere almeno qualche traccia del percorso?
strano che nella strada di casa non abbiano trovato nulla (i cani molecolari)....

Depistaggio è quando si cerca da una parte perchè qualcuno ha dato indicazioni sbagliate.Se non si trova quello che si cerca è evidente che le indicazioni della ricerca sono sbagliate. Nella caccia al tesoro se non leggi la mappa giusta il tesoro non lo trovi.

Se tu dici che dovrebbero cercarla nei piloni del centro commerciale stai dicendo la cosa più ovvia perchè non sai cosa dire altrimenti. Non ci sono informazioni per dire dove andare a cercare e tantomeno per dire che è viva o morta.

Riepilogando:

1- la ragazzina esce di casa ma a che ora? non si sa
2- deve portare uno stereo in palestra.Perchè? non si sa (ovvero si sa quello che dice la madre e la sorella ma non quello che dice la scomparsa)
3- è andata a piedi o qualcuno l'ha portata in macchina? non si sa
4- quanto tempo si è fermata in palestra? non si sa
5- da quale parte della palestra è uscita? non si sa di preciso
6- perchè tutti 'intuiscono' che è tenuta da qualcuno quando non c'è nessun indizio?non
si sa
7- il movente? non si sa
8- se è stata rapita perchè non c'è richiesta di riscatto? non si sa

insomma che cosa sappiamo di preciso se non cose irrilevanti?

La Lopav c'entra per caso anche con il centro commerciale Mapello?
cluster - Mar Gen 18 2011, 15:26:27
Oggetto:
kojiki ha scritto:
cluster
ho scritto:


dove hanno cercato per l'esattezza?
Mai sentito parlare di depistaggi? cioè qualche indicazione sbagliata che fa cercare da un'altra parte?
Se non c'è dopo tanto giorni dove la stanno cercando e non la trovano dove dovrebbero cercare invece, second


la metto in altro modo: pensi proprio che la pista del cantiere sia esatta?
no per me il cantiere rimane un mistero
non potrebbe essere che invece non si sa nemmeno l'orario della sparizione e per questo sono stati usati i cani molecolari per avere almeno qualche traccia del percorso?
strano che nella strada di casa non abbiano trovato nulla (i cani molecolari)....

Depistaggio è quando si cerca da una parte perchè qualcuno ha dato indicazioni sbagliate.Se non si trova quello che si cerca è evidente che le indicazioni della ricerca sono sbagliate. Nella caccia al tesoro se non leggi la mappa giusta il tesoro non lo trovi.

Se tu dici che dovrebbero cercarla nei piloni del centro commerciale stai dicendo la cosa più ovvia perchè non sai cosa dire altrimenti. Non ci sono informazioni per dire dove andare a cercare e tantomeno per dire che è viva o morta.

giusto.la mia unica ipotesi,ripeto ipotesi non riguarda il dove sta yara, ma il fatto che per me non è sstato un rapimento/sequestro organizzato

Riepilogando:

1- la ragazzina esce di casa ma a che ora? non si sa
2- deve portare uno stereo in palestra.Perchè? non si sa (ovvero si sa quello che dice la madre e la sorella ma non quello che dice la scomparsa)
3- è andata a piedi o qualcuno l'ha portata in macchina? non si sa
4- quanto tempo si è fermata in palestra? non si sa
5- da quale parte della palestra è uscita? non si sa di preciso
6- perchè tutti 'intuiscono' che è tenuta da qualcuno quando non c'è nessun indizio?non
si sa
7- il movente? non si sa
8- se è stata rapita perchè non c'è richiesta di riscatto? non si sa

insomma che cosa sappiamo di preciso se non cose irrilevanti?

La Lopav c'entra per caso anche con il centro commerciale Mapello?


forse c'entra indirettamente.non sono sicura ma mi pare di averletto da qualche parte che la ditta per cui lavora flikri è in subappalto della lopav.posso anche sbagliarmi però.se qualcuno si ricorda meglio può chiarire questo punto.
cluster - Mar Gen 18 2011, 15:27:35
Oggetto:
http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/yara-carabinieri-azienda-lopav-pima-680468/


si è così ho travato questo.
+C.S.P.B.+ - Mar Gen 18 2011, 16:37:42
Oggetto:
biofa87 ha scritto:
ciao a tutti. sono nuovo del forum, è un po che vi seguo ma non ho mai scritto.

il 25 novembre, il giorno prima della scomparsa di Yara, un carabiniere si è suicidato in caserma a Zogno, a circa 15 Km da Brembate.

http://www.vip.it/bergamo-carabinieri-si-uccide-in-caserma/

e la caserma è in via 25 aprile... bah..

comunque io abito nella bergamasca e voci di paese dicono che sia lo zio di Yara. L'iniziale del cognome in effetti è G.

Un'altra curiosità è che nell'archivio del sito dell'Eco di Bergamo la notizia non è riportata, o io non lo trovata


dal sito:
http://forum.alfemminile.com/forum/f91/__f15721_f91--cry-scusate-non-vi-sembra-strano.html#166078

Chiarimento:
Cara ***, le voglio togliere subito questo cattivo pensiero.
Le posso garantire che il brigadiere in questione non è assolutamente parente della famiglia
Gambirasio di Brembate così duramente provata dalla scomparsa della loro figlia.
Omonimia e tragica coincidenza
Non meno duramente provata dalla perdita del loro caro in modo così tragico è la famiglia del brigadiere Gambirasio e sicuramente ci che lei ha scritto, senza forse riflettere molto, aggiunge angoscia e rabbia al dolore.
Io sono Daniele, marito della sorella di Gambirasio, ho avuto l'onore di vivere porta a porta
per ben 23 anni con una persona onesta e assolutamente dedita al suo lavoro, fa veramente male
dover leggere certe cose.

Le auguro un lieto Natale, per noi non lo sarà sicuramente.

Daniele
Rosa Rossa - Mar Gen 18 2011, 17:12:24
Oggetto:
kojiki ha scritto:
cluster
ho scritto:


dove hanno cercato per l'esattezza?
Mai sentito parlare di depistaggi? cioè qualche indicazione sbagliata che fa cercare da un'altra parte?
Se non c'è dopo tanto giorni dove la stanno cercando e non la trovano dove dovrebbero cercare invece, second


la metto in altro modo: pensi proprio che la pista del cantiere sia esatta?
non potrebbe essere che invece non si sa nemmeno l'orario della sparizione e per questo sono stati usati i cani molecolari per avere almeno qualche traccia del percorso?
strano che nella strada di casa non abbiano trovato nulla (i cani molecolari)....

Depistaggio è quando si cerca da una parte perchè qualcuno ha dato indicazioni sbagliate.Se non si trova quello che si cerca è evidente che le indicazioni della ricerca sono sbagliate. Nella caccia al tesoro se non leggi la mappa giusta il tesoro non lo trovi.

Se tu dici che dovrebbero cercarla nei piloni del centro commerciale stai dicendo la cosa più ovvia perchè non sai cosa dire altrimenti. Non ci sono informazioni per dire dove andare a cercare e tantomeno per dire che è viva o morta.

Riepilogando:

1- la ragazzina esce di casa ma a che ora? non si sa
2- deve portare uno stereo in palestra.Perchè? non si sa (ovvero si sa quello che dice la madre e la sorella ma non quello che dice la scomparsa)
3- è andata a piedi o qualcuno l'ha portata in macchina? non si sa
4- quanto tempo si è fermata in palestra? non si sa
5- da quale parte della palestra è uscita? non si sa di preciso
6- perchè tutti 'intuiscono' che è tenuta da qualcuno quando non c'è nessun indizio?non
si sa
7- il movente? non si sa
8- se è stata rapita perchè non c'è richiesta di riscatto? non si sa

insomma che cosa sappiamo di preciso se non cose irrilevanti?

La Lopav c'entra per caso anche con il centro commerciale Mapello?






Ma sì mettete in dubbio tutto anche l'esistenza del fatto stesso già che ci siete

Laughing

Comunque se vi sforzate ancora un pò ma solo poco credo proprio che questo caso riuscirete a risolverlo solo voi con le vostre paranoie
Laughing Rolling Eyes Laughing Rolling Eyes Laughing Rolling Eyes Laughing
Anonymous - Mar Gen 18 2011, 18:20:16
Oggetto:
Rosa Rossa ha scritto:
kojiki ha scritto:
cluster
ho scritto:


dove hanno cercato per l'esattezza?
Mai sentito parlare di depistaggi? cioè qualche indicazione sbagliata che fa cercare da un'altra parte?
Se non c'è dopo tanto giorni dove la stanno cercando e non la trovano dove dovrebbero cercare invece, second


la metto in altro modo: pensi proprio che la pista del cantiere sia esatta?
non potrebbe essere che invece non si sa nemmeno l'orario della sparizione e per questo sono stati usati i cani molecolari per avere almeno qualche traccia del percorso?
strano che nella strada di casa non abbiano trovato nulla (i cani molecolari)....

Depistaggio è quando si cerca da una parte perchè qualcuno ha dato indicazioni sbagliate.Se non si trova quello che si cerca è evidente che le indicazioni della ricerca sono sbagliate. Nella caccia al tesoro se non leggi la mappa giusta il tesoro non lo trovi.

Se tu dici che dovrebbero cercarla nei piloni del centro commerciale stai dicendo la cosa più ovvia perchè non sai cosa dire altrimenti. Non ci sono informazioni per dire dove andare a cercare e tantomeno per dire che è viva o morta.

Riepilogando:

1- la ragazzina esce di casa ma a che ora? non si sa
2- deve portare uno stereo in palestra.Perchè? non si sa (ovvero si sa quello che dice la madre e la sorella ma non quello che dice la scomparsa)
3- è andata a piedi o qualcuno l'ha portata in macchina? non si sa
4- quanto tempo si è fermata in palestra? non si sa
5- da quale parte della palestra è uscita? non si sa di preciso
6- perchè tutti 'intuiscono' che è tenuta da qualcuno quando non c'è nessun indizio?non
si sa
7- il movente? non si sa
8- se è stata rapita perchè non c'è richiesta di riscatto? non si sa

insomma che cosa sappiamo di preciso se non cose irrilevanti?

La Lopav c'entra per caso anche con il centro commerciale Mapello?






Ma sì mettete in dubbio tutto anche l'esistenza del fatto stesso già che ci siete

Laughing

Comunque se vi sforzate ancora un pò ma solo poco credo proprio che questo caso riuscirete a risolverlo solo voi con le vostre paranoie
Laughing Rolling Eyes Laughing Rolling Eyes Laughing Rolling Eyes Laughing



Che cosa volevi dire in concreto oltre a parlare delle paranoie (degli altri ovviamente)?

Non occorre nemmeno sforzarsi tanto per risolvere questo caso.
Chi deve sforzarsi sei solo tu.
Anonymous - Mar Gen 18 2011, 18:52:03
Oggetto:
Kojiki non rispondere a questi vermi debunker che stanno solo cercando di distruggere il forum, nota come è pieno di nuove intrusioni ultimamente, vogliono prendersi gioco di noi, confondere le cose, mischiare la verità con un mare di menzogne, ignoriamoli completamente queste cacche umane!!!!
cluster - Mar Gen 18 2011, 19:19:35
Oggetto:
Citazione:
Riepilogando:

1- la ragazzina esce di casa ma a che ora? non si sa
2- deve portare uno stereo in palestra.Perchè? non si sa (ovvero si sa quello che dice la madre e la sorella ma non quello che dice la scomparsa)
3- è andata a piedi o qualcuno l'ha portata in macchina? non si sa
4- quanto tempo si è fermata in palestra? non si sa
5- da quale parte della palestra è uscita? non si sa di preciso
6- perchè tutti 'intuiscono' che è tenuta da qualcuno quando non c'è nessun indizio?non
si sa
7- il movente? non si sa
8- se è stata rapita perchè non c'è richiesta di riscatto? non si sa






1)non c'è sicurezza nella precisione dei minuti, però è sicuro che esce di casa tra le 17,15 e 17,30. testimonianza della madre
2)l'allenatrice lo ha rischiesto.
3)non si sa
4)un'oretta circa
5)non si sa nessuno l'ha vista fuori dalla palestra
6)non si sa.
7)non si sa
8)secondo la mia ipotesi non è sequestro.
cluster - Mar Gen 18 2011, 19:27:43
Oggetto:
abbiamo 4 punti certi su otto.
l'ultimo punto non l'ho incluso perchè è solo una mia ipotesi.e si basa quindi solo su mie congetture.

possiamo partire da questi e formulare delle ipotesi .
Rosa Rossa - Mar Gen 18 2011, 19:29:57
Oggetto:
Megamind ha scritto:
Kojiki non rispondere a questi vermi debunker che stanno solo cercando di distruggere il forum, nota come è pieno di nuove intrusioni ultimamente, vogliono prendersi gioco di noi, confondere le cose, mischiare la verità con un mare di menzogne, ignoriamoli completamente queste cacche umane!!!!



Caro signor Megamind se c'è qualcuno che racconta un mare di menzogne, mischia la realtà, confonde le cose è proprio tal Kojiki che mette in dubbio qualsiasi fatto dall'inizio alla fine della vicenda neanche fosse il capo degli inquirenti offendendo in primis una famiglia straziata dal dolore asserendo che mentono, offendendo un corpo inquirente che viene quindi preso in giro da tutti i soggetti coinvolti perchè a parer suo falsi, ma si dovrebbe vergognare ma vergognare e provare a mettersi nei panni di chi sta vivendo questo dolore perchè qui si sta infierendo senza RISPETTO per il semplice piacere di investigare.
Fatevi da parte e lasciate fare a chi di dovere.

In merito al termine "debunker" che mi ha attribuito sa che non mi offendo per niente:
da wikipedia:
Un debunker (in italiano demistificatore) è un individuo che mette in dubbio e smaschera affermazioni false, esagerate, anti-scientifiche o pretenziose. I debunker spesso focalizzano la loro attenzione sui fenomeni ufologici, affermazioni sul paranormale, medicina alternativa, eventi miracolistici, ricerche compiute al di fuori del metodo scientifico o solamente pseudoscientifiche.
Il termine debunker è attribuito a chi esplica la propria attività di "smascheratore" attraverso ricerche, scritti (articoli o libri), conferenze e seminari, o si cimenta comunque in attività con lo specifico intento di appurare la validità di affermazioni dubbie, strane o anomale.

Anonymous - Mar Gen 18 2011, 21:28:43
Oggetto:
Di quel che dice wikipedia me ne frega tanto quanto quello che dice la regina d'inghilterra o il papa, cioè NIENTE! Ora per favore accomodati di là grazie... verso l'uscita!
Anonymous - Mar Gen 18 2011, 21:40:21
Oggetto:
Megamind, tutto il web è ormai pieno di questi personaggi che intervengono con un fine abbastanza palese: fermare il forum e gli argomenti di cui si tratta.

Evidentemente è il momento di continuarlo se qualcuno ha buon tempo da perdere per portare la discussione da altre parti.

***********


cluster

Citazione:
1)non c'è sicurezza nella precisione dei minuti, però è sicuro che esce di casa tra le 17,15 e 17,30. testimonianza della madre
2)l'allenatrice lo ha rischiesto.
3)non si sa
4)un'oretta circa
5)non si sa nessuno l'ha vista fuori dalla palestra
6)non si sa.
7)non si sa
8)secondo la mia ipotesi non è sequestro.
_________________



ma infatti l'ipotesi del sequestro è scartata. Nessuno ha chiesto il riscatto quindi il movente del sequestro quale poteva essere se non era pervenuta richiesta di riscatto?

Più che l'ipotesi di sequestro mi pare di capire che il messaggio era che la ragazzina era in vita rispetto quello che molti ormai pensavano.
Ma perchè dare delle illusioni senza uno straccio di prova?

I sensitivi dicevano che era viva ma Allocchi ha sempre detto che era morta fin dal momento del 'prelevamento' e che non sapeva dove si trovava il corpo.

Cluster
d'accordo fare delle ipotesi ma tieni presente che non sappiamo il movente e non c'è il corpo.
Che cosa abbiamo di concreto per fare ipotesi?
cluster - Mar Gen 18 2011, 22:38:39
Oggetto:
proviamo a capire il momento possibile in cui yara si è trovata di fronte qualcuno.
partendo dall'atrio della palestra con l'aiuto dei dati del cellulare prendendo come intervalli di punti fermi 18,44 18,49 e 18,55
Anonymous - Mar Gen 18 2011, 22:54:31
Oggetto:
cluster ha scritto:
proviamo a capire il momento possibile in cui yara si è trovata di fronte qualcuno.
partendo dall'atrio della palestra con l'aiuto dei dati del cellulare prendendo come intervalli di punti fermi 18,44 18,49 e 18,55


come è possibile sapere se il cell era in mano di yara quando ha scritto gli sms?

potrebbero essere state altre persone a scriverli e il cell della scomparsa non è stato trovato.
cluster - Mar Gen 18 2011, 23:03:03
Oggetto:
ha scritto solo un messaggio alle 18,44.

se alle 18,42 è stata vista ritengo con molta probalità che nel giro di 2 min non può essere successo ancora niente. anche perchè il contenuto del messaggio,in risposta ad uno ricevuto precedentemente, era l'orario dell'appuntamento per la domenica successiva alla gara delle junior. credo che yara essendo stata in palestra poc'anzi abbia chiesto l'orario per sicurezza. e infatti scrive "dobbiamo essere lì per le 8"

se consideriamo che quel messaggio non l'ha scritto lei,allora chi l'ha scritto era a conoscenza dell'orario dell'appuntamento della gara la domenica successiva.

anche se non è stato trovato i tabulati ci sono.
cluster - Mar Gen 18 2011, 23:17:36
Oggetto:
visto che non ci sono testimonisanze che riportano di aver udito urla e pare che non ci sono tracce sull'asfalto di pneumatici in segno di sgommata e concitazione, secondo me yara ha accettato un passaggio da qualcuno che conosceva.
qualcuno fuori dalla palestra o qualcuno che passava di lì e che in qualche modo si fidava o sapeva che avrebbe per certo fatto lo stesso suo percorso.
se ha accettato un passaggio lo ha fatto in questo momento qua ,a circa 500 metri da casa.18,44
altrimenti non reggerebbe più il fatto di approffittare di un passaggio se sei quasi vicina a casa.
desperada74 - Mer Gen 19 2011, 08:33:32
Oggetto:
Megamind ha scritto:
Di quel che dice wikipedia me ne frega tanto quanto quello che dice la regina d'inghilterra o il papa, cioè NIENTE! Ora per favore accomodati di là grazie... verso l'uscita!


Megamind ti quoto in toto.....

( scusate se vado O.T. ma è doveroso)

se questi "nuovi signori" ritengono che il nostro (perchè mi sento parte di esso) forum sia pieno di paranoici , non sono per nulla obbligati a leggere ciò che noi scriviamo, non sono obbligati ad iscriversi !!!!
Quindi visto che siamo tutti folli Sig. Rosa Rossa sul web può trovare molti altri forum...
Le ricordo che non è stato ancora abrogato l'art. 21 della nostra costituzione italiana e fino a quando questo non sarà avvenuto tutti i cittadini possono esercitare il diritto a manifestare il proprio pensiero........
Quindi anch'io la invito ad andare altrove........

Ovviamente l'invito è esteso a tutti coloro che sono concordi con il Sig. Rosa Rossa.....
Brando - Mer Gen 19 2011, 09:48:49
Oggetto:
cluster ha scritto:
con committenza che intendi chi ha voluto il sequestro o chi è il proprietario del centro commerciale?


intendevo i proprietari del centro comm.
Anonymous - Mer Gen 19 2011, 10:15:10
Oggetto:
erronemente inviato doppio post
Anonymous - Mer Gen 19 2011, 10:15:39
Oggetto:
Citazione:
visto che non ci sono testimonisanze che riportano di aver udito urla


ci sono diverse testimonianze che hanno sentito grida e urla...già postato


Citazione:
e pare che non ci sono tracce sull'asfalto di pneumatici in segno di sgommata e concitazione


i rilievi sono stati fatti giorni dopo e la strada è trafficata....

Citazione:
se ha accettato un passaggio lo ha fatto in questo momento qua ,a circa 500 metri da casa.18,44


sempre con gli orari dei tabulati ma è stato detto che non sappiamo se il cell era in mano della ragazzina. Nessuna certezza.

Citazione:
altrimenti non reggerebbe più il fatto di approffittare di un passaggio se sei quasi vicina a casa.


se ti prendono il cell e ti caricano di forza su di un auto come puoi difenderti a 13 anni?
desperada74 - Mer Gen 19 2011, 13:17:18
Oggetto:
non so quanto possa essere attendibile questa notizia.....

http://notiziefresche.info/yara-gambirasio-si-sospetta-del-testimone-enrico-tironi_post-69626/




..
Brando - Mer Gen 19 2011, 13:57:56
Oggetto:
desperada74 ha scritto:
non so quanto possa essere attendibile questa notizia.....

http://notiziefresche.info/yara-gambirasio-si-sospetta-del-testimone-enrico-tironi_post-69626/
..


Si vuole replicare Garlasco?
desperada74 - Mer Gen 19 2011, 15:46:55
Oggetto:
Brando ha scritto:
desperada74 ha scritto:
non so quanto possa essere attendibile questa notizia.....

http://notiziefresche.info/yara-gambirasio-si-sospetta-del-testimone-enrico-tironi_post-69626/
..


Si vuole replicare Garlasco?





per svariati motivi ( già discussi) sono sempre più convinta che ci sia la volontà di sviare le indagini ed indirizzarle altrove...
in questo momento serve più che mai un movente ed un autore.....
c'è molta attenzione su questa vicenda (non mi riferisco ai media), molti si pongono domande e """"le pongono """""(molte delle quali sono "scomode")......

Quindi chi potrebbe essere "immolato"?????

Chi possiamo dare in pasto all'opinione pubblica?

se non un testimone (forse) scomodo o un "ragazzetto " ( sempliciotto) non in grado di difendersi?

Chi è il "regista"???
perchè c'è una regìa !!!!!!

1) assenza d'indizi certi
2) 3 testimoni,2 dei quali non ritenuti attendibili...
3) il testimone n.3 (dato non ancora chiarito) vittima di un'intimidazione .....
4) improvviso silenzio stampa
5) in 2 mesi la famiglia lancia un solo appello (in codice)

ecc..... ecc...... ecc......


Le cose sono 2 o abbiamo inquirenti incompetenti............ o............
..
Brando - Mer Gen 19 2011, 21:02:47
Oggetto:
desperada74 ha scritto:
Brando ha scritto:
desperada74 ha scritto:
non so quanto possa essere attendibile questa notizia.....

http://notiziefresche.info/yara-gambirasio-si-sospetta-del-testimone-enrico-tironi_post-69626/
..


Si vuole replicare Garlasco?





per svariati motivi ( già discussi) sono sempre più convinta che ci sia la volontà di sviare le indagini ed indirizzarle altrove...
in questo momento serve più che mai un movente ed un autore.....
c'è molta attenzione su questa vicenda (non mi riferisco ai media), molti si pongono domande e """"le pongono """""(molte delle quali sono "scomode")......

Quindi chi potrebbe essere "immolato"?????

Chi possiamo dare in pasto all'opinione pubblica?

se non un testimone (forse) scomodo o un "ragazzetto " ( sempliciotto) non in grado di difendersi?

Chi è il "regista"???
perchè c'è una regìa !!!!!!

1) assenza d'indizi certi
2) 3 testimoni,2 dei quali non ritenuti attendibili...
3) il testimone n.3 (dato non ancora chiarito) vittima di un'intimidazione .....
4) improvviso silenzio stampa
5) in 2 mesi la famiglia lancia un solo appello (in codice)

ecc..... ecc...... ecc......


Le cose sono 2 o abbiamo inquirenti incompetenti............ o............
..



in effetti non si spiega l'astio nei confronti di Tironi avvenuto fin dall'inizio di questa vicenda: work in progress?
cluster - Gio Gen 20 2011, 00:29:46
Oggetto:
mi sto rileggendo un po di articoli vecchi.
ho trovato con sorpresa che quello che sapevo sul telefonino non è corretto.io ho sempre sentito che il cell di yara viene spento alle 18,55. in un articolo ho letto invece che alle 19,15 risponde con due squilli alla chiamata della madre che stava cercando di rintracciarla.e poi da qui si spegne.

scusate ma che significa il cellulare risponde con due squilli?
che richiama l'ultimo numero che ha chiamato e squilla per due volte?

non so se qualcuno ricorda meglio...
cluster - Gio Gen 20 2011, 00:42:56
Oggetto:
tironi si è complicato la vita da solo
il 26 scompare la sua vicina di casa,metti che lui lo apprende il 27 si ricorda che l'ha vista e che fa il 28? non va dritto dritto in caserma ma si ferma strada facendo davanti alle telecamere della tv Shocked

il 29 novembre lo chiamano in questura e che fa? dice no mi sono inventato tutto.zac scatta la denuncia per come si dice falso qualcosa Confused
cluster - Gio Gen 20 2011, 00:57:46
Oggetto:
sopratutto perchè si evince dal suo comportamento un'impulsività estemporanea.
mi fa pensare che lui con la sua famiglia non ne aveva parlato prima cioè il27.
non so se rendo l'idea.faccio un esempio se un vicino di casa scompare nel nulla il 26 e diciamo il 27 sicuramente ne sono a conoscenza , io per tutto il 27 credendo di aver visto qualcosa ed essere un probabile testimone mi inzio a preoccupare corro a chiedere consiglio e sostegno alla mia famiglia i quali sicuramente mi inviteranno anzi accompagneranno di persona alla questura a riferire ciò che so.

comè che tironi si ritrova invece solo,impaurito e agitato in mezzo alla strada con l'obbiettivo puntato contro? mmmmmm
desperada74 - Gio Gen 20 2011, 08:42:09
Oggetto:
Cmq Tironi non è mai stato denunciato per Falso ideologico e procurato allarme!!!

di seguito inserisco diversi link riguardo questa notizia....

conferme e smentite si sono alternate.............

Perchè????

Sia Chi l'ha Visto che Quarto Grado hanno sottolineato che :

Tironi non è stato mai denunciato!!!!!!!!!!!!!!

Tironi non ha mai ritrattato nelle precedenti audizioni............

Tironi ha affermato di non essere più certo d'aver visto Yara il 26 Novembre .....
ma bensì potrebbe averla vista il 25 Novembre ed ""essersi confuso""""!!!

Ora se per un attimo ci soffermiamo sui tempi delle sue dichiarazioni ai media e le audizioni da parte degli inquirenti (ben 8 volte).....

Esempio: Io il giorno x1 sono testimone di un semplice tamponamento automobilistico
x2 rilascio la mia dichiarazione all'organo competente ...
x 10 vengo riascoltata .........

X2 dichiaro ora, giorno e dinamica ed eventuale presenza di altri testimoni
x10 mi viene posta la domanda : ricorda la posizione degli altri testimoni?
a quanti " metri" di distanza si trovavano da lei?
risposta: non ne sono certa..... "potrebbero" essere stati a..... ecc...ecc....

se la stessa domanda mi fosse stata posta il giorno x2 (quindi ricordo più nitido)
la risposta sarebbe stata: " erano " (non potrebbero) a tot. metri....... (ricordo inquinato da altre testimonianze e circostanze).....

Ora ciò che intendo è questo: possono subentrare diversi fattori nel corso del tempo trascorso, che potrebbero portarmi a dubitare su ciò che " a caldo " avevo dichiarato!!!

Tironi ha subito molta pressione da parte di media e inquirenti, quindi a seguito di ciò si può dedurre che sia "stressato" psicologicamente!!!!!
non è da sottovalutare la sua giovane età, quindi se per un'uomo maturo lo stress potrebbe essere 5 per lui diviene 50.....
Compreso cosa intendo????



http://www.tg1.rai.it/dl/tg1/2010/articoli/ContentItem-48b8e51a-4d7e-482e-b09e-1cd2890d6d3a.html

http://www.kronaka.it/2010/12/09/yara-la-testimonianza-di-enrico-tironi-era-buona/

http://www.blitzquotidiano.it/tag/enrico-tironi/

http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/yara-gambirasio-scomparsa-enrico-tironi-661860/

http://giornaleitaliano.info/ultime-notizie-yara-gambirasio-enrico-tironi-minacciato-dall%E2%80%99assassino-nuove-testimonianze-5487
desperada74 - Gio Gen 20 2011, 09:25:39
Oggetto:
?????????
Un particolare : auto rossa!!!!!!

http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=24868

http://www.unionesarda.it/Articoli/Articolo/206192

http://www.adiantum.it/public/1804-yara,-ora-si-segue-la-pista-dell%C2%B4auto-rossa.-le-indagini-ripartono-da-zero.asp

http://www.giornaledipuglia.com/2010/12/yara-e-caccia-ai-due-uomini-dellauto.html


Allora perchè esclusa a priori??????
da notare la somiglianza tra i 2 modelli d'auto!!!!
Anonymous - Gio Gen 20 2011, 11:23:16
Oggetto:
E' vero che Tironi non è mai stato denunciato ma teniamo presente che ha visto l'auto e anche che era ammaccata da un lato ma non ha visto la targa o la marca dell'auto.

Non dovrebbe essere stato tanto lontato dalla macchina da non vedere nemmeno il tipo di macchina se non la targa.

Comunque sia nella prima intervista che ha dato ha affermato che l'orario era un quarto alle 18 e non 19. Cosa che poi non ha più ribadito e questo confermerebbe si che la ragazzina era andata a portare lo stereo in palestra ma che dalla palestra era uscita quasi subito. Tironi diceva anche che (secondo lui) i due uomini la seguivano dalla palestra.

Il sensitivo Allocchi dice che Tironi mente e sa di mentire.

********
http://www.corriere.it/cronache/11_gennaio_20/yara-friuli_4ff7c50c-2472-11e0-8269-00144f02aabc.shtml

AL SETACCIO TORRENTI IN SECCA E BOSCHI IN FRIULI. LO RIPORTA IL GAZZETTINO
Yara, le ricerche si spostano in Carnia
Lo avrebbe rivelato una medium agli inquirenti.
Il procuratore: «Segnalazione da verificare»


....una medium fa spostare le ricerche e gli inquirenti queste indicazioni....
Rolling Eyes
ma che belle ricerche, non c'è che dire Mr. Green

------editato-------

http://www.bergamonews.it/provincia/articolo.php?id=36645

Ci si è quietati, ma neppure troppo, per un paio di giorni. Nel pomeriggio di ieri, lunedì 17 gennaio, alcuni operatori televisivi erano già in via Rampinelli. Sul web si leggono le prese di posizione di più giornali, non solo di Bergamonews, sull'importanza di continuare a raccontare gli sviluppi del caso di Yara Gambirasio. E la stampa annuncia la visita a Bergamo del ministro dell'Interno Roberto Maroni, visita già programmata da tempo ma messa in collegamento con il caso di Yara. Vien da chiedersi dove sia il richiesto silenzio stampa della famiglia e del sindaco di Brembate Sopra Diego Locatelli. Una richiesta che può avere un'utilità, ma non porterà e non sta portando al silenzio stampa: forse la morsa dei mass media, o il cosìddetto assedio mediatico, saranno più lievi, meno pressanti. Ma di Yara la stampa vuole parlare, perchè la vicenda della ragazzina di Brembate Sopra tocca il cuore di tutti, solleva l'interesse di tutta Italia. Perchè si tratta di un mistero che tutti vorrebbero vedere risolto. Oltre ad attendere la visita del ministro dell'Interno si attendono ora dagli inquirenti anche i risultati delle ultime analisi sui tabulati telefonici di quella sera. Anche se, pure su quel fronte, non sarebbero emerse finora significative novità.

...... quindi devono ancora essere fatte le ultime analisi sui tabulati telefonici e la vanno a cercare in Friuli.?! mah.......

Shocked
cluster - Gio Gen 20 2011, 12:29:50
Oggetto:
tironi più che stressato a me sembra vago, molto vago. lo stress si addice più ad un adulto in quanto scattano in lui pensieri concatenati e reali , legati ad un futuro perchè ancorato a determinate responsabilità .uno di 19 anni secondo me anche in buona fede non fa ragionamenti tanto lontani dall'"attimo"
più in là che va è fino al week-end successivo secondo me...

l'hai visto nell'ultimo agguato dai media? lui sulla bici,si ferma ma gingella col cellulare, testa bassa,sguardo sfuggente,è sul vago andante....

su tironi l'unica cosa che mi sembra abbia rilevanza,non è tanto per l'errore 25 26 neppure gli orari o iparticolari che racconta,secondo me è che lui nella descrizione ci mette una sua personale interpretazione. dice non li ho visti in viso ma se erano stranieri erano sicuramente rumeni(o slavi non ricordo) perchè la razza è quella piu cattiva.

vi rendete conto? e non mi riferisco al razzismo o clichè,mi riferisco al fatto che per luiinterpreta e mescola la sua visione con la testimonianza. come se ritenesse di dover incorniciare quel che ha detto. per dare piu forza o credibilità? o per allontanare sospetti su gente del luogo?
cluster - Gio Gen 20 2011, 12:33:48
Oggetto:
Citazione:
Esempio: Io il giorno x1 sono testimone di un semplice tamponamento automobilistico


esatto perchè non sono venuti fuori i veri protagonisti?impossibile non riconoscersi nella descrizione. stesso discorso per i due "gianni e pinotto" visti in via rampinelli dalla signora e dalla guardia giurata.
Anonymous - Gio Gen 20 2011, 13:27:12
Oggetto:
http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/01/20/news/yara_le_ricerche_si_spostano_in_carnia_abbiamo_ricevuto_una_segnalazione-11435160/?ref=HREC1-6


Yara, le ricerche si spostano in Carnia
"Abbiamo ricevuto una segnalazione"
Le indagini si stanno concentrando a Viaso, frazione di Socchieve (provincia di Udine)
Il procuratore di Tolmezzo: stiamo valutando le parole di una fonte che andrà verificata

Da 48 ore le ricerche di Yara Gambirasio, la tredicenne scomparsa il 26 novembre scorso da Brembate di Sopra (Bergamo), si sono spostate sulle montagne della Carnia. Le indagini si sono concentrate a Viaso, frazione di Socchieve (provincia di Udine), coordinate dal procuratore capo di Tolmezzo, Giancarlo Buonocore, ma non hanno dato alcun esito.

''Si tratta di una segnalazione non completamente circostanziata, ma che ha richiesto in ogni caso un'approfondita verifica'', ha spiegato Buonocore al Gazzettino, che riporta la notizia. Le ricerche avvengono su un territorio ''piuttosto impervio'', dice il sindaco Roberto Fachin. ''Fino a ora - ha ammesso Buonocore - le ricerche non hanno portato a nulla di concreto''. La segnalazione sarebbe legata alle parole di una sensitiva che aveva detto ai carabinieri che "la tredicenne avrebbe potuto trovarsi lungo un torrente nei pressi dell'abitato di Viaso".


http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/01/20/news/yara_le_ricerche_si_spostano_in_carnia_abbiamo_ricevuto_una_segnalazione-11435160/?ref=HREC1-6
cluster - Gio Gen 20 2011, 13:33:53
Oggetto:
kojiki ha scritto:
http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/01/20/news/yara_le_ricerche_si_spostano_in_carnia_abbiamo_ricevuto_una_segnalazione-11435160/?ref=HREC1-6


Yara, le ricerche si spostano in Carnia
"Abbiamo ricevuto una segnalazione"
Le indagini si stanno concentrando a Viaso, frazione di Socchieve (provincia di Udine)
Il procuratore di Tolmezzo: stiamo valutando le parole di una fonte che andrà verificata

Da 48 ore le ricerche di Yara Gambirasio, la tredicenne scomparsa il 26 novembre scorso da Brembate di Sopra (Bergamo), si sono spostate sulle montagne della Carnia. Le indagini si sono concentrate a Viaso, frazione di Socchieve (provincia di Udine), coordinate dal procuratore capo di Tolmezzo, Giancarlo Buonocore, ma non hanno dato alcun esito.

''Si tratta di una segnalazione non completamente circostanziata, ma che ha richiesto in ogni caso un'approfondita verifica'', ha spiegato Buonocore al Gazzettino, che riporta la notizia. Le ricerche avvengono su un territorio ''piuttosto impervio'', dice il sindaco Roberto Fachin. ''Fino a ora - ha ammesso Buonocore - le ricerche non hanno portato a nulla di concreto''. La segnalazione sarebbe legata alle parole di una sensitiva che aveva detto ai carabinieri che "la tredicenne avrebbe potuto trovarsi lungo un torrente nei pressi dell'abitato di Viaso".


http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/01/20/news/yara_le_ricerche_si_spostano_in_carnia_abbiamo_ricevuto_una_segnalazione-11435160/?ref=HREC1-6



ma come ma prima del silenzio stampa non la stavano cercando viva? ora cercano un cadavere.....
cluster - Gio Gen 20 2011, 13:48:42
Oggetto:
http://notiziefresche.info/caso-yara-spunta-un-terzo-testimone-ho-visto-i-rapitori-in-faccia_post-70232/

sempre più incalzanti le notizie ,che mi sembra non sono più solo voci, di un diciassettenne che ha visto yara nel parcheggio della palestra quella sera e ha, dicono, addirittura visto in faccia i rapitori.
e quali sono le notie? che parallelamente le ricerche seguono il sogno di un sensito? a udine?

scusate non vedo il nesso....mi sfugge la logica investigativa...
Anonymous - Gio Gen 20 2011, 13:57:11
Oggetto:
cluster ha scritto:
http://notiziefresche.info/caso-yara-spunta-un-terzo-testimone-ho-visto-i-rapitori-in-faccia_post-70232/

sempre più incalzanti le notizie ,che mi sembra non sono più solo voci, di un diciassettenne che ha visto yara nel parcheggio della palestra quella sera e ha dicono addirittura riconosciuto i volti.

e quali sono le notie? che parallelamente le ricerche seguono il sogno di un sensito?

scusate non vedo il nesso....mi sfugge la logica investigativa...



il diciassettenne è minorenne, pertanto resta da capire a CHI ha confessato di aver visto la ragazzina nel parcheggio. Qui sembra di essere al mercato e non in un caso di sparizione di minorenne.

Che ora seguano le indicazioni della sensitiva non è tanto una notizia di rilievo, forse lo è di più quella dei 300 sensitivi che seguono questo caso. E non si capisce ancora il perchè.

La cosa che stanno cercando ora è il CORPO quando fino a poco fa dicevano che la ragazzina era viva e vegeta e tutti nutrivano queste speranze, capo della polizia compreso.



UDINE - Non hanno dato esito le ricerche avviate in Friuli, in Carnia, dai carabinieri per ritrovare Yara Gambirasio, la ragazza di Brembate di Sopra (Bergamo) scomparsa da 55 giorni. Una sensitiva - scrivono oggi i giornali locali - aveva detto ai carabinieri che «la tredicenne avrebbe potuto trovarsi lungo un torrente nei pressi dell'abitato di Viaso, nel comune di Socchieve».

I controlli sono scattati, come sempre in questi casi. I carabinieri della stazione di Ampezzo, coadiuvati dai colleghi della compagnia di Tolmezzo, hanno cercato l'adolescente, o qualsiasi indizio riconducibile a lei, per due giorni, ma senza risultati, hanno spiegato. Alle ricerche hanno partecipato anche alcune unità cinofile appartenenti al Nucleo carabinieri di Torreglia (Padova). «Non è stato trovato nulla che abbia a che fare con la ragazza - è stato riferito - neppure un oggetto».

http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=135330&sez=HOME_INITALIA

cluster - Gio Gen 20 2011, 14:09:22
Oggetto:
kojiki ha scritto:
cluster ha scritto:
http://notiziefresche.info/caso-yara-spunta-un-terzo-testimone-ho-visto-i-rapitori-in-faccia_post-70232/

sempre più incalzanti le notizie ,che mi sembra non sono più solo voci, di un diciassettenne che ha visto yara nel parcheggio della palestra quella sera e ha dicono addirittura riconosciuto i volti.

e quali sono le notie? che parallelamente le ricerche seguono il sogno di un sensito?

scusate non vedo il nesso....mi sfugge la logica investigativa...



il diciassettenne è minorenne, pertanto resta da capire a CHI ha confessato di aver visto la ragazzina nel parcheggio. Qui sembra di essere al mercato e non in un caso di sparizione di minorenne.

Che ora seguano le indicazioni della sensitiva non è tanto una notizia di rilievo, forse lo è di più quella dei 300 sensitivi che seguono questo caso. E non si capisce ancora il perchè.

La cosa che stanno cercando ora è il CORPO quando fino a poco fa dicevano che la ragazzina era viva e vegeta e tutti nutrivano queste speranze, capo della polizia compreso.


anche se è minorenne io mi aspetterei di vedere testate di giornali con titoloni del tipo:CACCIA AL TESTIMONE MINORENNE oppure INQUIRENTI SENZA SOSTA ALLA RICERCA DEL TESTIMONE ecc

e non :RICERCHE A UDINE PER IL SOGNO DI UN SENSITIVO

non perchè discrimino la categoria, ma se fossi un inquirente partirei a cercare il testimone o chi ne ha raccolto la testimonianza a tutta forza in quinta e non a folle come pare stiano procedendo in quella direzione. oh ma la notizia è di giovedi scorso a 4 grado, possibile che non esca fuori niente a distanza di una settimana?
cluster - Gio Gen 20 2011, 14:14:28
Oggetto:
ma forse aspettano che compie 18 anni Cool
Anonymous - Sab Gen 22 2011, 16:49:20
Oggetto:
http://www.bergamonews.it/provincia/articolo.php?id=36808


Il silenzio stampa sul caso Yara Gambirasio non c'è, ma c'è modo e modo di non rispettarlo. Due giornalisti sono stati pizzicati nella palestra di Brembate Sopra, l'ultimo luogo frequentato dalla ragazzina scomparsa, armati di videofonino. Avevano l'intenzione chiara, di fare alcune riprese all'interno della struttura dove Yara si allenava e, da quanto risulta, si sono introdotti nella palestra poco prima di un allenamento di ginnastica ritmica. Ad un certo punto i due giornalisti eranoa nche diretti verso lo spogliatoio della palestra, ma i genitori che erano presenti si erano già insospettiti. E' scattata immediatamente una chiamata al 112. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. i due giornalisti, che pensavano di potersi mimetizzare tra i genitori, sono stati smascherati e hanno dovuto ammettere il loro vero intento.


.... certo che è gravissimo essere armati di videofonini!!!.....
Anonymous - Lun Gen 24 2011, 11:38:47
Oggetto:
http://www.bergamonews.it/isola/articolo.php?id=36880


Il ragazzo minorenne, 17 anni, al quale hanno accennato le televisioni (Chi l'ha visto? e Quarto Grado due settimane fa) c'è, non è un invenzione. Ma non è rimasto in silenzio, non si è comportato in modo omertoso per paura. Non è stato reticente. Come tante altre persone di Brembate Sopra e della zona che avevano qualcosa di utile da dire ha già parlato con la polizia e ha fornito un dettaglio importante, forse l'ultimo dettaglio utile e certo su quanto accaduto tra la palestra e l'abitazione della famiglia Gambirasio nel tardo pomeriggio del 26 novembre.E' quanto apprendiamo da fonti investigative, con certezza.
Il diciassettenne è l'unico che ha notato Yara Gambirasio mentre usciva dal centro sportivo, che l'ha vista svoltare verso via Morlotti, ovvero verso il solito percorso che la ragazzina seguiva per andare a casa, in via Rampinelli, a non più di dieci minuti di cammino. E' quanto lui stesso ha raccontato alla polizia. Ad un orario compreso tra le 18,40 e le 18,45 del 26 novembre il ragazzo ha raggiunto il centro sportivo di Brembate Sopra. Stava andando all'allenamento al quale doveva partecipare con la sua squadra (e omettiamo ulteriori particolari trattandosi di un minorenne che va tutelato e sul quale le maglie del riserbo sono state strettissime).
Entrando nel vialetto principale del centro sportivo il ragazzo di Brembate Sopra ha incrociato Yara Gambirasio. La giovanissima ginnasta gli è sembrata tranquilla, come sempre. In quel momento Yara stava abbandonando il vialetto principale del centro uscendo dal cancello centrale che dà direttamente su via Bruno Locatelli. E varcando quel cancello ha svoltato a sinistra, quindi verso l'edicola che c'è nei pressi del centro sportivo, verso via Morlotti. Insomma stava iniziando il solito percorso per andare a casa.
Il ragazzino ha dichiarato di averla vista chiaramente. Non ha avuto dubbi, conosce Yara Gambirasio da tempo. La vedeva spesso al centro sportivo. Alla polizia ha offerto un dettaglio non di poco conto: la sua testimonianza è la conferma che la scomparsa di Yara si è materializzata lungo il solito percorso per andare a casa. Non c'è stato, almeno in un primo momento, uno spostamento anomalo in direzione opposta, verso la zona industriale di Brembate Sopra e verso Mapello. Resta il grande giallo: cosa è successo tra i primi passi mossi da Yara fuori dal centro sportivo e la casa di famiglia in via Rampinelli?



*************


O SCRIVENTE DICE ANCHE DI POTER RISOLVERE IL CASO DI UN MILITARE SCOMPARSO NEL 1984

Yara, ancora un'altra lettera anonima: «Cercate bene nel cantiere di Mapello»
Il mittente dice di essere un pregiudicato. E indica sempre il luogo dove si edificando un supermercato




Yara Gambirasio MILANO - Dopo la medium ancora una lettera anonima. Ma questa volta con molte più informazioni. Una nuova lettera anonima agita infatti le indagini sulla scomparsa di Yara Gambirasio. Il documento è diverso da quello realizzato con le lettere ritagliate dalle riviste e spedito qualche settimana fa. Si tratta di una lunga lettera (una quarantina di righe) indirizzata al comandante provinciale dei carabinieri di Bergamo e diffusa per conoscenza ad alcune testate giornalistiche locali.


LA LETTERA - Il mittente dice di essere un pregiudicato già arrestato dalla polizia, un «soggetto a rischio» che però «non sopporta gli schifosi che fanno male ai ragazzini» e per questo si dice pronto «a dare una mano ai carabinieri nel caso in cui Yara venisse ritrovata». L'uomo, come già altri anonimi in passato, suggerisce di cercare «nel cantiere del nuovo supermercato», fa il nome di un investigatore privato impegnato nelle indagini ma che sarebbe «ostacolato», e si dice addirittura in grado di poter fornire dettagli per la risoluzione del caso di Pietro Camedda, militare vercellese scomparso misteriosamente dalla caserma Passalacqua di Novara nell'estate del 1984. Contro il giovane era stato fatto anche un processo (in contumacia) per diserzione, e negli anni successivi il suo caso era finito a «Chi l'ha visto?». Il pregiudicato conclude la lettera dicendo: «Non sono nè un pazzo nè un mitomane. Voglio solo darle una mano a far tornare a casa questa bambina. Anche se non mi credete cosa vi costa cercare?».

http://www.corriere.it/cronache/11_gennaio_23/yara-nuova-lettera-anonima_37ccb8a0-2721-11e0-bedd-00144f02aabc.shtml
Anonymous - Lun Gen 24 2011, 11:41:23
Oggetto:
http://www.bergamonews.it/isola/articolo.php?id=36880


Il ragazzo minorenne, 17 anni, al quale hanno accennato le televisioni (Chi l'ha visto? e Quarto Grado due settimane fa) c'è, non è un invenzione. Ma non è rimasto in silenzio, non si è comportato in modo omertoso per paura. Non è stato reticente. Come tante altre persone di Brembate Sopra e della zona che avevano qualcosa di utile da dire ha già parlato con la polizia e ha fornito un dettaglio importante, forse l'ultimo dettaglio utile e certo su quanto accaduto tra la palestra e l'abitazione della famiglia Gambirasio nel tardo pomeriggio del 26 novembre.E' quanto apprendiamo da fonti investigative, con certezza.
Il diciassettenne è l'unico che ha notato Yara Gambirasio mentre usciva dal centro sportivo, che l'ha vista svoltare verso via Morlotti, ovvero verso il solito percorso che la ragazzina seguiva per andare a casa, in via Rampinelli, a non più di dieci minuti di cammino. E' quanto lui stesso ha raccontato alla polizia. Ad un orario compreso tra le 18,40 e le 18,45 del 26 novembre il ragazzo ha raggiunto il centro sportivo di Brembate Sopra. Stava andando all'allenamento al quale doveva partecipare con la sua squadra (e omettiamo ulteriori particolari trattandosi di un minorenne che va tutelato e sul quale le maglie del riserbo sono state strettissime).
Entrando nel vialetto principale del centro sportivo il ragazzo di Brembate Sopra ha incrociato Yara Gambirasio. La giovanissima ginnasta gli è sembrata tranquilla, come sempre. In quel momento Yara stava abbandonando il vialetto principale del centro uscendo dal cancello centrale che dà direttamente su via Bruno Locatelli. E varcando quel cancello ha svoltato a sinistra, quindi verso l'edicola che c'è nei pressi del centro sportivo, verso via Morlotti. Insomma stava iniziando il solito percorso per andare a casa.
Il ragazzino ha dichiarato di averla vista chiaramente. Non ha avuto dubbi, conosce Yara Gambirasio da tempo. La vedeva spesso al centro sportivo. Alla polizia ha offerto un dettaglio non di poco conto: la sua testimonianza è la conferma che la scomparsa di Yara si è materializzata lungo il solito percorso per andare a casa. Non c'è stato, almeno in un primo momento, uno spostamento anomalo in direzione opposta, verso la zona industriale di Brembate Sopra e verso Mapello. Resta il grande giallo: cosa è successo tra i primi passi mossi da Yara fuori dal centro sportivo e la casa di famiglia in via Rampinelli?



*************


O SCRIVENTE DICE ANCHE DI POTER RISOLVERE IL CASO DI UN MILITARE SCOMPARSO NEL 1984

Yara, ancora un'altra lettera anonima: «Cercate bene nel cantiere di Mapello»
Il mittente dice di essere un pregiudicato. E indica sempre il luogo dove si edificando un supermercato




Yara Gambirasio MILANO - Dopo la medium ancora una lettera anonima. Ma questa volta con molte più informazioni. Una nuova lettera anonima agita infatti le indagini sulla scomparsa di Yara Gambirasio. Il documento è diverso da quello realizzato con le lettere ritagliate dalle riviste e spedito qualche settimana fa. Si tratta di una lunga lettera (una quarantina di righe) indirizzata al comandante provinciale dei carabinieri di Bergamo e diffusa per conoscenza ad alcune testate giornalistiche locali.


LA LETTERA - Il mittente dice di essere un pregiudicato già arrestato dalla polizia, un «soggetto a rischio» che però «non sopporta gli schifosi che fanno male ai ragazzini» e per questo si dice pronto «a dare una mano ai carabinieri nel caso in cui Yara venisse ritrovata». L'uomo, come già altri anonimi in passato, suggerisce di cercare «nel cantiere del nuovo supermercato», fa il nome di un investigatore privato impegnato nelle indagini ma che sarebbe «ostacolato», e si dice addirittura in grado di poter fornire dettagli per la risoluzione del caso di Pietro Camedda, militare vercellese scomparso misteriosamente dalla caserma Passalacqua di Novara nell'estate del 1984. Contro il giovane era stato fatto anche un processo (in contumacia) per diserzione, e negli anni successivi il suo caso era finito a «Chi l'ha visto?». Il pregiudicato conclude la lettera dicendo: «Non sono nè un pazzo nè un mitomane. Voglio solo darle una mano a far tornare a casa questa bambina. Anche se non mi credete cosa vi costa cercare?».

http://www.corriere.it/cronache/11_gennaio_23/yara-nuova-lettera-anonima_37ccb8a0-2721-11e0-bedd-00144f02aabc.shtml
***Stefy*** - Lun Gen 24 2011, 16:11:39
Oggetto:
Citazione:
Yara Gambirasio, ecco il testo della lettera anonima

Riportiamo in versione quasi integrale la lettera anonima ricevuta per posta elettronica da Bergamonews.it alle 11,38 del 23 gennaio 2011.

La lettera parla del caso di Yara. E' stata spedita da un anonimo che si autodefinisce "pregiudicato già arrestato dalla squadra mobile", utilizzando un indirizzo di posta elettronica fittizio. La lettera non è firmata in calce. La pubblichiamo senza correzioni di carattere grammaticale e di sintassi e omettendo quelle parti della lettera che scendono nel merito delle modalità di ricerca che, secondo l'anonimo, bisognerebbe applicare all'interno del cantiere. Modalità che contengono dettagli drammatici, che potrebbero urtare la sensibilità di molti e delle persone direttamente interessate al caso. Omettiamo anche la citazione del nome e cognome di un presunto investigatore privato. I carabinieri sono al lavoro sull'indirizzo fittizio di posta elettronica utilizzato dall'anonimo.

''Spettabile direttore,

Le invio copia di questa lettera spedita al comandante dei carabinieri.
Sperando che sia almeno presa in lieve considerazione.

Alla cortese attenzione del comandante dei Carabinieri di Bergamo

Egr. Comandante le scrivo in merito al triste caso di Yara Gambirasio. Io per motivi che ora le spiego sono obbligato a mantenere l'anonimato, sono un pregiudicato sono stato arrestato dalla squadra mobile, quindi per quanto sto per rivelarle sono un soggetto a rischio.

A come lei sa certamente le persone parlavo (parlano, ndr) molto più volentieri con un pregiudicato, tanto sanno che non verranno mai messi in mezzo, piuttosto che con i Carabinieri sapendo che verrebbero interrogati più volte.

Io le scrivo questa mia perché non sopporto gli schifosi che fanno male ai ragazzini.

Le posso assicurare Comandante che Yara la piccola Yara si trova ancora a Brembate Sopra ma e molto molto ben nascosta.
Esattamente e stata nascosta nel cantiere del nuovo supermercato, vicino a dove i cani hanno sentito l'odore vicino allo sgabuzzino poi controllato dai vostri R.I.S.
[...]
Se voi andate e la trovate io le prometto che mi presento spontaneamente in caserma e le do una mano a prendere i colpevoli.

Ma un nome per il momento glielo voglio dare: si informi su un certo [...nome e cognome...], sta mettendo in giro strane voci dicendo che lui fa delle indagini e che chiunque faccia indaggini lo ostacola, facilmente sa più di quel che dice.
Mi dispiace disturbarla ma le garantisco che se cercate [...] troverete cose interessanti.

Poi se la trovate le prometto che le faccio fare anche un altro arresto di un altro omicidio. Se non mi crede di informi su un certo Pietro Camedda scomparso misteriosamente dalla caserma Passalacqua di Novara in Piemonte. Io so dove il cadavere e nascosto e so chi lo ha ammazzato e gli ufficiali che hanno coperto la cosa.

Un buon arresto direi.

Io non sono ne un pazzo ne un mitomane voglio solo darle una mano per far tornare a casa sta bambina e dare la possibilità hai suoi genitori [...]. Li aiuti anche lei comandante, li aiuti anche lei. Grazie comunque anche se non venissi da lei creduto, ma che vi costa cercare una variazione sul terreno tipo cunetta, lei sa che quando si seppellisce un corpo poi il terreno si infossa, cercate comandante cercate''.


Fonte:Bergamonews - 24.01.2011

Anonymous - Lun Gen 24 2011, 16:23:09
Oggetto:
http://www.leggo.it/articolo.php?id=102440


Citazione:
BERGAMO - Spunta un altro testimone sul caso della scomparsa di Yara Gambirasio, la tredicenne sparita ormai da quasi due mesi. Sarebbe un ragazzino di 17 anni, ai quali avevano peraltro già fatto riferimento le trasmissioni Quarto Grado e Chi l'ha visto?, descrivendolo come "un potenziale testmione che per paura non si era presentato agli inquirenti". Stando a quanto si apprende, il giovane avrebbe visto Yara lasciare il centro sportivo di Brembate Sopra tra le 18,40 e le 18,45, "tranquilla", avrebbe svoltato a sinistra (e non a destra, come ipotizzato) e avrebbe preso il solito percorso verso casa. Il giovane ha dichiarato di non avere dubbi sul fatto che si trattasse di Yara. Alla polizia ha offerto un dettaglio non di poco conto: la sua testimonianza è la conferma che la scomparsa di Yara si è materializzata lungo il solito percorso per andare a casa. Non c'è stato, almeno in un primo momento, uno spostamento anomalo in direzione opposta, verso la zona industriale di Brembate Sopra e verso Mapello. Resta il grande giallo: cosa è successo tra i primi passi mossi da Yara fuori dal centro sportivo e la casa di famiglia in via Rampinelli?

ALTRA MEDIUM «Abbiamo fatto alcuni controlli, del tutto negativi, per il giusto scrupolo con cui seguiamo queste, come altre, indicazioni che ci pervengono, anche se in forma vaga e fantasiosa, affinchè, com'è nel nostro dovere, nulla venga tralasciato in simili casi». Questo il commento di un ufficiale dei carabinieri di Forlì in merito ai controlli fatti sabato nella vallata del Bidente, sull'Appennino forlivese, dopo che una donna romena di 60 anni si era presentata in caserma sostenendo di avere poteri sensitivi e di avere avuto in sonno una visione riguardante Yara Gambirasio. Alla donna sarebbe comparsa in sogno la tredicenne di Brembate di Sotto, in provincia di Bergamo, scomparsa lo scorso 26 novembre e da allora ricercata senza esito. La donna (che non è la prima sensisitiva intervenuta sulla vicenda) avrebbe raccontato di avere «visto» Yara, dapprima viva per poi essere abbandonata, morta, dai rapitori in un luogo coperto di neve. Nella visione sarebbe comparsa anche una indicazione stradale con la scritta «Corn..». Da qui i controlli dei militari nella zona di Corniolo, specialmente in un laghetto formatosi nei mesi passati a causa di una grande frana. Senza esito.

LETTERA ANONIMA: "E' NEL QUARTIERE" Una lettera anonima che la redazione di "Bergamonews.it" cui è stata inviata giudica «molto dettagliata». In sintesi, quaranta righe dattiloscritte nella quale si afferma che Yara Gambirasio va cercata nel cantiere del “nuovo supermercato”, vicino a dove i cani fiutarono l'odore in modo più intenso. La lettera viene valutata ora dal comandante provinciale dei carabinieri di Bergamo. Il mittente dice di essere un pregiudicato, un "soggetto a rischio" che però "non sopporta gli schifosi che fanno male ai ragazzini". L'uomo suggerisce di cercare "nel cantiere del nuovo supermercato", e si dice pronto “a dare una mano ai carabinieri nel caso in cui Yara venisse ritrovata”. Subito dopo fornisce un nome al comandante dei carabinieri, il nome di un presunto investigatore privato che si autodefinisce “ostacolato” nello svolgere indagini sul caso di Yara. E spiega al comandante di poter fornire dettagli per la risoluzione del caso di Pietro Camedda, militare scomparso misteriosamente dalla caserma Passalacqua di Novara alla metà degli anni '80.

cluster - Lun Gen 24 2011, 16:43:07
Oggetto:
Citazione:
Ma un nome per il momento glielo voglio dare: si informi su un certo [...nome e cognome...], sta mettendo in giro strane voci dicendo che lui fa delle indagini e che chiunque faccia indaggini lo ostacola, facilmente sa più di quel che dice.


non ho chiaro questo passaggio ,si riferisce ad un inquirente o a qualcuno che secondo lui è implicato e vuole segnalare.
cluster - Lun Gen 24 2011, 18:27:46
Oggetto:
http://www.notizielampo.it/yara-gambirasio-informazioni-da-lettera-anonima-779477.html

Citazione:
Il pregiudicato afferma che al momento c’ è un investigatore privato sulle tracce di Yara, che è tuttavia ” ostacolato ” da qualcuno non ben descritto. Come ultimo monito, consiglia di seguire la pista del cantiere del nuovo supermercato.


qui si parla chiaramente di un investigatore privato...mah
non ho mai sentito parlare di un investigatore privato per yara. leggendo su facebbok il gruppo,in un post in "tutte le strade portano al cantiere" qualcuno parla di un tale marcello basile che stava facendo indagini sul cantiere ma non quello del centro commerciale,ma un'altro a 100 metri,in cui pare non sono andati gli inquirenti.
sarà la stessa persona? però li su facebook viene descritto come sensitivo e non come investigatore privato.non so...

scusate ma si hanno notizie se gli inquirenti stiano controllando il posto della lettera? sembra dettagliata,se i giornali hanno detto che hanno omesso alcune parti in cui si parla del luogo,significa che ci sono dettagli che corrispondono. nno capisco, la sensitiva sogna udine e subito si corre a cercare per due giorni in friuli,arriva la lettera dettagliata e non si hanno notizie di una eventulae mobilitazione delle forze dell'ordine?
cluster - Lun Gen 24 2011, 19:40:33
Oggetto:
a proposito del nuovo testimone. tanto nuovo non è pare che sia stato ascoltato già a suo tempo. infatti mi ricordo di una ispezione in via morlotti dietro ad una siepe saltata all'improvviso senza un perchè preciso. eraprima di natale a 26 giorni dalla scomparsa e si parlava del percorso fatto da yara dalla palestra verso casa(appunto via morlotti) quindi fu il tesimone che indicò presubilmente con la sua testimonianza perchè prima di natale si parlava sempre di uscita secondaria della palestra verso il cantiere.qui la notizia http://www.corriere.it/cronache/10_dicembre_22/yara-trovate-scarpe-in-una-siepe_4c90e45e-0df0-11e0-8558-00144f02aabc.shtml

non si era detto che il 17enne aveva visto yara in compagnia di persone?
cluster - Lun Gen 24 2011, 19:58:31
Oggetto:
http://www.romagnaoggi.it/forli/2011/1/24/183559/

nno ci posso credere cercano anche a forlì per un sogno di una badante rumena.
e la lettera del pregiudicato sembra non avere seguito.non trovo nessuna notizia di forze dell'ordine che tornano al cantiere per seguire le indicazioni dell'ultima missiva.

cosa aspettano? altri due giorni e fanno cifra tonda?2 mesi precisi.
Anonymous - Lun Gen 24 2011, 21:41:05
Oggetto:
cluster ha scritto:
a proposito del nuovo testimone. tanto nuovo non è pare che sia stato ascoltato già a suo tempo. infatti mi ricordo di una ispezione in via morlotti dietro ad una siepe saltata all'improvviso senza un perchè preciso. eraprima di natale a 26 giorni dalla scomparsa e si parlava del percorso fatto da yara dalla palestra verso casa(appunto via morlotti) quindi fu il tesimone che indicò presubilmente con la sua testimonianza perchè prima di natale si parlava sempre di uscita secondaria della palestra verso il cantiere.qui la notizia http://www.corriere.it/cronache/10_dicembre_22/yara-trovate-scarpe-in-una-siepe_4c90e45e-0df0-11e0-8558-00144f02aabc.shtml

non si era detto che il 17enne aveva visto yara in compagnia di persone?



ripropongo questo articolo già postato l'11.12.10

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Yara-dalla-palestra-allultimo-messaggino-un-mistero-lungo-20-minuti_311388324334.html

Sono passati troppi minuti, più di 10, da quando Yara lascia il centro sportivo e in quel lasso temporale avrebbe già dovuto raggiungere casa. Cosa succede quando Yara esce dal centro sportivo? Incontra qualcuno che conosce e di cui si fida[/b]? E' dalla palestra dunque che si riparte, dalla 'scelta' di una porta d'uscita su cui non c'e' piu' certezza.
Nei giorni scorsi i tre cani specializzati nelle ricerche hanno puntato tutti, in modo autonomo, a un'uscita secondaria, opposta rispetto all'abitazione della 13enne. Un'istruttrice della palestra, invece, sostiene che la giovane studentessa sia uscita dalla porta principale
.

quindi nemmeno ci sono ancora certezze da che parte è uscita la ragazza.
Ma l'istruttrice, a cui doveva consegnare lo stereo, sostiene che la ragazzina sia uscita dalla porta preincipale.

Pertanto si gioca tutto sugli orari e sulle incertezze degli orari che non si comprende bene come siano certezze quando non esistono nemmeno le persone che hanno visto con certezza l'uscita della ragazzina dalla palestra.

Pertanto anche Tironi potrebbe non essersi sbagliato e infatti la ragazzina non aveva allenamenti quel giorno e doveva solo portare lo stereo in palestra.
L'orario di Tironi, se la ragazzina è uscita di casa alle 17,15-17,30,e l'ha vista verso un quarto alle 18, che parlava con due uomini, non è sbagliato. Se l'istruttrice dice che è uscita dalla porta principale è ovvio sappia anche grosso modo a che ora l'ha vista.
C'è da considerare però che i cani molecolari non hanno trovato tracce della scomparsa sulla strada di casa. Ma allora come hanno potuto trovare le tracce dall'uscita secondaria della palestra se,invece, è stata vista uscire dalla porta principale?
cluster - Lun Gen 24 2011, 22:19:35
Oggetto:
Citazione:
C'è da considerare però che i cani molecolari non hanno trovato tracce della scomparsa sulla strada di casa. Ma allora come hanno potuto trovare le tracce dall'uscita secondaria della palestra se,invece, è stata vista uscire dalla porta principale?


infatti la domanda è lecita.se l'ultima lettera anonima come pure la prima,dice il vero,ci sarebbe dell'asssurdo. perchè i cani porterebbero nel luogo giusto ma facendo una strada sbagliata-
cluster - Lun Gen 24 2011, 22:30:39
Oggetto:
comunque non ho ancora capito se questi cani seguono l'odore delle tracce di un percorso fatto precedentemente di qualcuno,cioè con il naso per terra, oppure seguono l'odore delle molecole in aria.cioè come se fosse un profumo che si muove e si espande nei dintorni e vicinanze dove è passato colui da ricercare.
cluster - Lun Gen 24 2011, 22:42:29
Oggetto:
Citazione:
Dopo una missiva da parte di una medium, adesso le attenzioni delle forze dell’ordine che lavorano sul caso della giovane di Brembate, si sono concentrate su una lettera scritta da un “pregiudicato”, molto noto alle forze dell’ordine, che sembra aver scritto una cosa come 40 righe che fanno luce sul possibile luogo dove si troverebbe il corpo della giovane Gambirasio. La nuova lettera mette in allerta gli inquirenti che stanno incentrando le ricerche sul nuovo supermercato della zona di Brembate.



http://www.calcioa.it/cronaca/yara-gambirasio-una-nuova-lettera-anonima-riflettori-sul-nuovo-cantiere.html
notare:
molto noto alle forse dell'ordine (ma non era anonimo?)
nuovo supermercato della zona brembate( ma non era un centro commerciale a mapello?)
cluster - Lun Gen 24 2011, 23:13:18
Oggetto:
a questo punto la mia domanda è perchè chi ha preso yara non l'ha fatto nel viaggio di andata ma ha aspettato il viaggio di ritorno?

alla luce dei fatti sembra che la ragazzina uscendo dalla palestra stesse tornando a casa.

le cose sono due o dall'interno della palestra qualcuno l'ha seguita e qui mi piacerebbe sapere tutta la testimonianza dell'ultimo testimone che facendo il percorso inverso di yara avrebbe dovuto incrociare sul suo cammino quel qualcuno che uscendo dalla palestra seguiva yara stando dietro di lei.

oppure seconda possibilità qualcuno l'ha incrociata su via morlotti. ma in questo caso siamo alla pura e incredibile fatalità. perchè è questione di secondi e come può il malefattore ad avere una reazione pronta e veloce ?
Anonymous - Lun Gen 24 2011, 23:30:25
Oggetto:
Citazione:
a questo punto la mia domanda è perchè chi ha preso yara non l'ha fatto nel viaggio di andata ma ha aspettato il viaggio di ritorno?


e Tironi nelle sue dichiarazioni dice che i due uomini, probabilmente, la seguovano dalla palestra. Probabilmente se la ragazzina non portava lo stereo l'insegnante si sarebbe insospettita e quindi poteva avvisare la famiglia che non era andata in palestra e quindi si sarebbero attivati prima a cercarla.

Citazione:
alla luce dei fatti sembra che la ragazzina uscendo dalla palestra stesse tornando a casa.


ormai è CERTO (vedi articolo che posto più avanti....)

Citazione:
oppure seconda possibilità qualcuno l'ha incrociata su via morlotti. ma in questo caso siamo alla pura e incredibile fatalità. perchè è questione di secondi e come può il malefattore ad avere una reazione pronta e veloce ?

teniamo presente che tutti e tre i testimoni parlavano di uomini che avevano visto in quel tratto di strada e non da altre parti.

********
Yara Gambirasio: il giovane testimone esiste

In più trasmissioni televisive si è fatto cenno ad un giovane testimone che avrebbe visto per ultimo Yara, prima della sua scomparsa. Il ragazzo , minorenne di 17 anni, non è un’invenzione, come taluni hanno pensato.

E non è stato neppure reticente in quanto ha raccontato alla polizia quanto ha visto quella sera del 26 novembre scorso.




Infatti, il giovane di Brembate di Sopra ha notato Yara mentre usciva dal centro sportivo ad un orario compreso tra le 18,30 e le 18,45 di quel famoso giorno. Lui si stava dirigendo verso il centro sportivo per un allenamento, percorrendo così il percorso inverso di Yara. La ragazza ha svoltato, stando alle sue dichiarazioni, verso via Merletti, la strada che porta verso casa sua in Via Rampinelli, a non più di dieci minuti di cammino. Dunque, non avrebbe intrapreso un tragitto differente rispetto al solito. La giovanissima ginnasta gli è sembrata tranquilla, come sempre. Il ragazzino ha dichiarato di averla vista chiaramente e non ha dubbi in quanto conosce Yara Gambirasio da tempo. Alla polizia ha offerto, in questo modo, un dettaglio importante: la sua testimonianza è la conferma che la scomparsa di Yara si è materializzata lungo il solito percorso per andare a casa. Di conseguenza, si deduce che non c'è stato, almeno in un primo momento, uno spostamento anomalo in direzione opposta, verso la zona industriale di Brembate Sopra e verso Mapello.

http://www.italia-news.it/italia-c3/yara-gambirasio---il-giovane-testimone-esiste-56136.html

se il ragazzo ha detto fin dall'inizio questo perchè le indagini si sono spostate a Mappello? E perchè proprio ora due lettere anonime dicono di controllare quel centro commerciale?
cluster - Mar Gen 25 2011, 12:33:24
Oggetto:
Citazione:
e Tironi nelle sue dichiarazioni dice che i due uomini, probabilmente, la seguovano dalla palestra. Probabilmente se la ragazzina non portava lo stereo l'insegnante si sarebbe insospettita e quindi poteva avvisare la famiglia che non era andata in palestra e quindi si sarebbero attivati prima a cercarla.



ma cos'è più rischioso anticipare le indagini oppure girare a zonzo per un'ora intorno al centro sportivo aspettando che yara uscisse?
io non ho nessuna notizia circa la conoscenza dell'insegnante dell'ora precisa in cui yara avrebbe portato lo stereo.se ci pensiamo,dal momento che neanche la madre sapeva che yara avrebbe portato lo stereo, come faceva a saperlo l'insegnante? questo stereo è stato portato alle 18,30-40 solo perchè yara ha finito i compiti e la madre le ha dato il permesso di andare.io non so se c'era un appuntamento ne tanto meno un avvertimento da parte dei gambirasio all'insegnante ,che so col cellulare, poco prima che yara uscisse. quindi l'insegnante non avrebbe potuto dare l'allarme subito alle 18,30-40 magari aspettava un po e siamo sempre li a mezzora dopo il fatto..
è anche vero però che visto l'accordo del giorno prima con la sorella di yara circa l'eventuale consegna di uno stereo, si presuppone che l'insegnante aspettava questo stereo nell'orario di allenamento ,orario questo che quasi certamente avrà riferito a keba unitamente alla necessità dello stereo.questo è vero alltimenti che senso ha chiedere qualcosa se poi non verrà precisato in che momento serve quel qaulcosa?


-----------------------------------------

correzione:gli orari sopra citati intendevo le 17,30-40 e non 18,30-40
Anonymous - Mar Gen 25 2011, 13:07:51
Oggetto:
Citazione:
ma cos'è più rischioso anticipare le indagini oppure girare a zonzo per un'ora intorno al centro sportivo aspettando che yara uscisse?

e come fai a sapere che hanno girato un'ora a zonzo quando non si ha ancora la certezza dell'orario in cui la ragazzina è sparita?

Citazione:
io non ho nessuna notizia circa la conoscenza dell'insegnante dell'ora precisa in cui yara avrebbe portato lo stereo.


non credo che ci sia qualcosa di scritto riguardo quello che dice l'insegnante della palestra
e nemmeno si sa se l'insegnate ha rilasciato qualche notizia alla stampa.

Citazione:
dal momento che neanche la madre sapeva che yara avrebbe portato lo stereo, come faceva a saperlo l'insegnante?

la madre all'ultimo momento dice ad yara di portare lo stereo o è yara che vuole portare lei stessa lo stereo? non si sa......
e non si sa nemmeno perchè serviva lo stereo in una palestra che fa ginnastica ritmica e che quindi di stereo ne dovrebbero avere (per forza di cose) sempre qualcuno a disposzionie.
Nemmeno questo punto è stato chiarito e quindi che cosa sappiamo ?

Citazione:
questo stereo è stato portato alle 18,30-40

se così fosse che cosa ha fatto la ragazzina dalle 17,15-17,30 a un'ora dopo?

Citazione:
quindi l'insegnante non avrebbe potuto dare l'allarme subito alle 18,30-40 magari aspettava un po e siamo sempre li a mezzora dopo il fatto..

quale fatto? non si sa assolutamente nulla del 'fatto'..... e cioè se qualcuno l'ha presa o è andata via spontaneamente. Pertanto nemmeno l'orario si sa ma si SUPPONE che è cosa diversa, e non è detto che le supposizioni sono esatte.

Citazione:
è anche vero però che visto l'accordo del giorno prima con la sorella di yara circa l'eventuale consegna di uno stereo, si presuppone che l'insegnante aspettava questo stereo nell'orario di allenamento ,orario questo che quasi certamente avrà riferito a keba unitamente alla necessità dello stereo.questo è vero alltimenti che senso ha chiedere qualcosa se poi non verrà precisato in che momento serve quel qaulcosa?

queste sono sempre supposizioni. L'insegnante dice che lo stereo lo ha consegnato ma non dice l'ora e se la dice nessun altro ha visto per testimoniare.
Da quello che sappiamo i motivi per cui la ragazzina scomparsa è uscita di casa potrebbero essere altri e siccome non c'è più non possiamo confrontarli con quello che dice.
Non sappiamo nemmeno che cosa ha fatto nelle ore precedenti alle 17,15-17,30 in quella giornata o il mattino.
Pertanto il silenzio stampa c'era molto prima che il sindaco mandasse via la stampa da Brembate.
cluster - Mar Gen 25 2011, 15:21:39
Oggetto:
Brando ha scritto:
Ricapitolando
Chi sarebbe il committente del cantiere?


http://www.giornaledibergamo.com/cronaca/01-dicembre-2010/tracce-nel-cantiere-ma-yara-non-c-e-1077.html


sul gruppo facebook qualcuno ha segnalato anche questo articolo

http://www.ecodibergamo.it/stories/Isola/87367/ se ti interessa....
Rosa Rossa - Mar Gen 25 2011, 16:51:34
Oggetto:
kojiki ha scritto:
Citazione:
ma cos'è più rischioso anticipare le indagini oppure girare a zonzo per un'ora intorno al centro sportivo aspettando che yara uscisse?

e come fai a sapere che hanno girato un'ora a zonzo quando non si ha ancora la certezza dell'orario in cui la ragazzina è sparita?

Citazione:
io non ho nessuna notizia circa la conoscenza dell'insegnante dell'ora precisa in cui yara avrebbe portato lo stereo.


non credo che ci sia qualcosa di scritto riguardo quello che dice l'insegnante della palestra
e nemmeno si sa se l'insegnate ha rilasciato qualche notizia alla stampa.

Citazione:
dal momento che neanche la madre sapeva che yara avrebbe portato lo stereo, come faceva a saperlo l'insegnante?

la madre all'ultimo momento dice ad yara di portare lo stereo o è yara che vuole portare lei stessa lo stereo? non si sa......
e non si sa nemmeno perchè serviva lo stereo in una palestra che fa ginnastica ritmica e che quindi di stereo ne dovrebbero avere (per forza di cose) sempre qualcuno a disposzionie.
Nemmeno questo punto è stato chiarito e quindi che cosa sappiamo ?

Citazione:
questo stereo è stato portato alle 18,30-40

se così fosse che cosa ha fatto la ragazzina dalle 17,15-17,30 a un'ora dopo?

Citazione:
quindi l'insegnante non avrebbe potuto dare l'allarme subito alle 18,30-40 magari aspettava un po e siamo sempre li a mezzora dopo il fatto..

quale fatto? non si sa assolutamente nulla del 'fatto'..... e cioè se qualcuno l'ha presa o è andata via spontaneamente. Pertanto nemmeno l'orario si sa ma si SUPPONE che è cosa diversa, e non è detto che le supposizioni sono esatte.

Citazione:
è anche vero però che visto l'accordo del giorno prima con la sorella di yara circa l'eventuale consegna di uno stereo, si presuppone che l'insegnante aspettava questo stereo nell'orario di allenamento ,orario questo che quasi certamente avrà riferito a keba unitamente alla necessità dello stereo.questo è vero alltimenti che senso ha chiedere qualcosa se poi non verrà precisato in che momento serve quel qaulcosa?

queste sono sempre supposizioni. L'insegnante dice che lo stereo lo ha consegnato ma non dice l'ora e se la dice nessun altro ha visto per testimoniare.
Da quello che sappiamo i motivi per cui la ragazzina scomparsa è uscita di casa potrebbero essere altri e siccome non c'è più non possiamo confrontarli con quello che dice.
Non sappiamo nemmeno che cosa ha fatto nelle ore precedenti alle 17,15-17,30 in quella giornata o il mattino.
Pertanto il silenzio stampa c'era molto prima che il sindaco mandasse via la stampa da Brembate.



LA MAMMA DEI CRETINI E' SEMPRE INCINTA
povero kojiki mi fai pena!
Anonymous - Mar Gen 25 2011, 17:11:58
Oggetto:
http://www.bergamonews.it/provincia/articolo.php?id=36947

Pochi elementi a disposizione degli inquirenti.

E' così fin dall'inizio
.

Quello di Yara Gambirasio resta un grande giallo.

Al momento non sono previste nuove battute di ricerca all'interno del cantiere del nuovo centro commerciale di Mapello, dove i lavori vanno a rilento a causa del freddo, almeno nell'ultimo periodo.

I carabinieri di Bergamo hanno ricevuto quella lettera indirizzata per conoscenza anche a Bergamonews: un testo anonimo, firmato da una persona che si definisce "pregiudicato, già arrestato dalla squadra mobile". Ma l'insistente richiesta dell'anonimo di tornare a cercare nel cantiere per ora non viene accolta.
Era stato così anche l'8 gennaio, quando una lettera anonima, in cartoncino, era arrivata alla redazione de L'Eco di Bergamo. In quel caso la polizia aveva fatto sapere di non dover tornare nel cantiere "già bene ispezionato dai carabinieri". Non si tratta comunque delle uniche due segnalazioni ricevute dagli inquirenti che rimandano a Mapello. Sono state decine le lettere anonime ricevute dai carabinieri negli ultimi due mesi che segnalano quel luogo come punto centrale del caso, un luogo nel quale cercare ancora. Ma i carabinieri restano convinti di aver svolto ricerche accurate, fin dal 30 di novembre (quattro giorni dopo la scomparsa) e poi anche in giorni successivi. Al cantiere non si torna, ma non si tralascia il peso che le segnalazioni anonime possono avere: l'email ricevuta da Bergamonews e scritta dall'anonimo pregiudicato è stata inoltrata ai carabinieri di Bergamo. Gli investigatori hanno iniziato un lavoro accurato per cercare di capire dove e quando è stato creato l'indirizzo fittizio utilizzato per l'invio alla redazione.
http://www.bergamonews.it/provincia/articolo.php?id=36947
cluster - Mar Gen 25 2011, 17:13:36
Oggetto:
Citazione:
se così fosse che cosa ha fatto la ragazzina dalle 17,15-17,30 a un'ora dopo?


si ho sbagliato io a scrivere intendevo 17,30-40 e non 18,30-40
cluster - Mar Gen 25 2011, 17:22:51
Oggetto:
kojiki ha scritto:
http://www.bergamonews.it/provincia/articolo.php?id=36947

Pochi elementi a disposizione degli inquirenti.

E' così fin dall'inizio
.

Quello di Yara Gambirasio resta un grande giallo.

Al momento non sono previste nuove battute di ricerca all'interno del cantiere del nuovo centro commerciale di Mapello, dove i lavori vanno a rilento a causa del freddo, almeno nell'ultimo periodo.

I carabinieri di Bergamo hanno ricevuto quella lettera indirizzata per conoscenza anche a Bergamonews: un testo anonimo, firmato da una persona che si definisce "pregiudicato, già arrestato dalla squadra mobile". Ma l'insistente richiesta dell'anonimo di tornare a cercare nel cantiere per ora non viene accolta.
Era stato così anche l'8 gennaio, quando una lettera anonima, in cartoncino, era arrivata alla redazione de L'Eco di Bergamo. In quel caso la polizia aveva fatto sapere di non dover tornare nel cantiere "già bene ispezionato dai carabinieri". Non si tratta comunque delle uniche due segnalazioni ricevute dagli inquirenti che rimandano a Mapello. Sono state decine le lettere anonime ricevute dai carabinieri negli ultimi due mesi che segnalano quel luogo come punto centrale del caso, un luogo nel quale cercare ancora. Ma i carabinieri restano convinti di aver svolto ricerche accurate, fin dal 30 di novembre (quattro giorni dopo la scomparsa) e poi anche in giorni successivi. Al cantiere non si torna, ma non si tralascia il peso che le segnalazioni anonime possono avere: l'email ricevuta da Bergamonews e scritta dall'anonimo pregiudicato è stata inoltrata ai carabinieri di Bergamo. Gli investigatori hanno iniziato un lavoro accurato per cercare di capire dove e quando è stato creato l'indirizzo fittizio utilizzato per l'invio alla redazione.
http://www.bergamonews.it/provincia/articolo.php?id=36947


ma come al cantiere non si torna?
che motivo hanno gli inquirenti a risalire all'indirizzo di posta elettronica se tale lettera NON E' CONSIDERATA UTILE all'indagine?

non capisco....lo vogliono trovare per dirgli di persona:"no, guarda è inutile dentro al cantiere abbiamo già controllato"

Shocked
cluster - Mar Gen 25 2011, 17:32:02
Oggetto:
Citazione:
Gli investigatori hanno iniziato un lavoro accurato per cercare di capire dove e quando è stato creato l'indirizzo fittizio utilizzato per l'invio alla redazione
.


scusate sono io oppure..?
un LAVORO ACCURATO per cercare l'anonimo? per farci cosa visto che nno si crede al contenuto che lo stesso anonimo scrive.
cluster - Gio Gen 27 2011, 11:35:53
Oggetto:
Citazione:
Ci sono poi altre circostanze che fanno pensare ad un rapimento avvenuto in quei duecento metri di via Morlotti, dall'edicola all'angolo con via Locatelli fino all'incrocio con la strada di casa, via Rampinelli. I due testimoni che si aggiravano in via Rampinelli tra le 18,30 e le 19, ad un orario compatibile con la scomparsa di Yara, non hanno mai visto la ragazzina che rientrava a casa, nessuno l'ha notata su via Rampinelli. Dalle telecamere di una banca sul lato opposto di via Rampinelli, inoltre, gli inquirenti sono risaliti ad una coppia di anziani che è rimasta ferma a lato della strada per almeno mezz'ora per sostituire la ruota danneggiata della loro auto. Due pensionati che sono stati anche aiutati dall'intervento sul posto di un giovane parente: tre persone ferme lì, a non più di cento metri dall'imbocco della strada di casa di Yara, e che non hanno visto nulla.



interessante questo articolo di cui ho riportato l'ultimo passaggio. per visionarlo integralmente http://www.bergamonews.it/provincia/articolo.php?id=37039

è interessante perchè aggiunge particolari di cui non avevo mai sentito parlare.
nello specifico l'esistenza di una edicola all'angolo tra via locatelli e via morlotti. ma non si sa se era aperta o chiusa? perchè se era aperta avrebbe dovuto vedere yara che svoltava l'angolo.

altro punto una coppia di anziani ripresi da una telecamera di una banca sul lato opposto di via rampinelli,fermi per mezzora sulla strada a cambiare la ruota dell'auto.non ho capito a che ora.

una stranezza è il fatto che,gli inquirenti ipotizzano la sparizione di yara su via morlotti,ma allora le tracce seguite dai cani dalla porta secondaria della palestra?

.ma può essere che tironi abbia visto loro?la terza persona potrebbe essere quel parente della coppia intervenuto per aiutare a risolvere il problema con la ruota. l'articolo parla di cento metri di distanza dall'imbocco della via rampinelli e c'è la foto della mappa satellitare.
cluster - Gio Feb 03 2011, 19:15:45
Oggetto:
a quanto pare le ricerche si spostano a vicenza....stanno cercando i ladri di bambini Shocked

non ci sono notizie di sviluppi riguardo l'ultima lettera anonima,deduco che non è stata presa in considerazione...
cluster - Ven Feb 04 2011, 13:24:22
Oggetto:
Citazione:
Secondo le ultime notizie, gli inquirenti stanno riconsiderando le testimonianze rilasciate nei primi giorni, dopo la scomparsa di Yara Gambirasio. Al primo posto, viene presa in considerazione la testimonianza del 17enne Enrico Tironi (un frequentatore della stessa palestra di Yara Gambirasio). Tuttavia, gli investigatori sono più che convinti che il rapitore della ragazzina, sia un conoscente. Le indagini continuano, in caso di novità vi terremo informati.


ecco questo è interessante.enrico tironi è un frequentatore della palestra.è molto probabile che anche sua sorella faccia parte della squadra delle ginnaste.tironi nell'intervista dice che ha paura per la sorella di 15 anni.sul sito della palestra sulla pagina delle ginnaste la ragazza con lo stesso cognome è del 1996.
non so se è importante questo,è comunque un dettaglio in più. se si prende come ipotesi di un errore di persona,anche se ho sempre pensato che non si tratta di rapimento organizzato. e infatti la sorella di tironi non credo che sarebbe dovuta essere lì (l'allelamento riguardava le junior e lei non è junior)come anche yara non doveva essere lì.

quindi si potrebbe restringere il campo.qualcuno che la conosce,o che fa lo stesso traggitto,o che era lì in quel momento perchè passava in via morlotti per qualche ragione.
Rosa Rossa - Ven Feb 04 2011, 14:10:06
Oggetto:
[quote="cluster"]
Citazione:
.sul sito della palestra sulla pagina delle ginnaste la ragazza con lo stesso cognome è del 1996.



Il fatto che abbia lo stesso cognome non attribuisce indiscutibilmente la parentela.
cluster - Ven Feb 04 2011, 14:50:07
Oggetto:
[quote="Rosa Rossa"]
cluster ha scritto:
Citazione:
.sul sito della palestra sulla pagina delle ginnaste la ragazza con lo stesso cognome è del 1996.



Il fatto che abbia lo stesso cognome non attribuisce indiscutibilmente la parentela.



assolutamento non attribuisce parentela anzi ti dirò se ci fosse parentela non agginge ne toglie niente ai fini investigativi.
il processo logico che ho fatto è solo perchè non avevo mai sentito dire che tironi frequentasse la palestra.

se tu sei della zona ne approffitto per chiederti una cosa. ma il giornalaio che ho letto sta all'angolo di via morlotti(mi pare) era chiuso o aperto?

mi sembra un dettaglio importante alla luce dell'ultimo testimone che dice di aver visto yara svoltare per via morlotti.
Rosa Rossa - Ven Feb 04 2011, 14:59:12
Oggetto:
cluster ha scritto:

se tu sei della zona ne approffitto per chiederti una cosa. ma il giornalaio che ho letto sta all'angolo di via morlotti(mi pare) era chiuso o aperto?

mi sembra un dettaglio importante alla luce dell'ultimo testimone che dice di aver visto yara svoltare per via morlotti.


Sì l'edicola è proprio all'angolo tra via Locatelli e via Morlotti,
il giornalaio era aperto, la conosce e la vedeva spesso passare davanti alla sua edicola ma quella sera non l'ha vista e se ne dispiace moltissimo, tuttavia non è che può sempre stare a guardare chi passa, può capitare che si è girati di spalle o si è occupati con i clienti.
cluster - Ven Feb 04 2011, 15:21:56
Oggetto:
Rosa Rossa ha scritto:
cluster ha scritto:

se tu sei della zona ne approffitto per chiederti una cosa. ma il giornalaio che ho letto sta all'angolo di via morlotti(mi pare) era chiuso o aperto?

mi sembra un dettaglio importante alla luce dell'ultimo testimone che dice di aver visto yara svoltare per via morlotti.


Sì l'edicola è proprio all'angolo tra via Locatelli e via Morlotti,
il giornalaio era aperto, la conosce e la vedeva spesso passare davanti alla sua edicola ma quella sera non l'ha vista e se ne dispiace moltissimo, tuttavia non è che può sempre stare a guardare chi passa, può capitare che si è girati di spalle o si è occupati con i clienti.


no infatti non stai sempre a guardare,ma questo dice tanto.
per esempio può dire che yara è salita sulla macchina di qualcuno che conosceva. perchè la vista deve essere direzionata,ma le orecchie no. se ci fosse stato uno sconosciuto yara avrebbe urlato. ed è verosimile che il giornalaio in qualsiasi posizione fosse avrebbe dovuto sentire.
Rosa Rossa - Ven Feb 04 2011, 16:21:57
Oggetto:
beh un ragazzino o bambino non ricordo esattamente, che abita in via Morlotti ha sentito urlare con voce da ragazza e lo ha detto subito agli inquirenti nei giorni successivi al 26 .. poi non so credo abbiano indagato su questo ..
era uscita la notizia il lunedì se non erro dove si diceva che una ragazza aveva visto un furgone bianco allontanarsi a forte velocità su via Locatelli e la notizia del ragazzino che aveva sentito urlare..
Rosa Rossa - Ven Feb 04 2011, 16:29:27
Oggetto:
Rosa Rossa ha scritto:
beh un ragazzino o bambino non ricordo esattamente, che abita in via Morlotti ha sentito urlare con voce da ragazza e lo ha detto subito agli inquirenti nei giorni successivi al 26 .. poi non so credo abbiano indagato su questo ..
era uscita la notizia il lunedì se non erro dove si diceva che una ragazza aveva visto un furgone bianco allontanarsi a forte velocità su via Locatelli e la notizia del ragazzino che aveva sentito urlare..



http://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:nc1dFl3q8cYJ:www.corriere.it/cronache/10_novembre_28/sospetto-rapimento-bergamo-ragazzina_3b22cc04-fadc-11df-abbf-00144f02aabc.shtml+yara+bambino+sentito+grida&cd=3&hl=it&ct=clnk&gl=it&client=firefox-a&source=www.google.it
cluster - Dom Feb 06 2011, 12:46:16
Oggetto:
Rosa Rossa ha scritto:
Rosa Rossa ha scritto:
beh un ragazzino o bambino non ricordo esattamente, che abita in via Morlotti ha sentito urlare con voce da ragazza e lo ha detto subito agli inquirenti nei giorni successivi al 26 .. poi non so credo abbiano indagato su questo ..
era uscita la notizia il lunedì se non erro dove si diceva che una ragazza aveva visto un furgone bianco allontanarsi a forte velocità su via Locatelli e la notizia del ragazzino che aveva sentito urlare..



http://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:nc1dFl3q8cYJ:www.corriere.it/cronache/10_novembre_28/sospetto-rapimento-bergamo-ragazzina_3b22cc04-fadc-11df-abbf-00144f02aabc.shtml+yara+bambino+sentito+grida&cd=3&hl=it&ct=clnk&gl=it&client=firefox-a&source=www.google.it


corrisponde anche a ciò che ha detto la guardia giurata. mi sono andata a leggere le prime interviste. lì parla di fidanzatini e parla anche di gambe sollevate da terra,come se l'altro stesse trascinando qualcuno. a detta di questo teste i due "fidanzatini" sarebbero finiti dentro via ravasio.

io non ho ancora capito se enrico tironi quando dice di aver visto yara, dopo si è fermato al bancomat oppure no.

perchè in alcune notizie è riportato questo,in altre si dice che la telecamera del bancomat ha ripreso unma in un'altro giorno. è sempre lo stesso bancomat che quel 26 ha ripreso la coppia di anziani che ha avuto il guasto all'auto?
se si dovrebbe essere un bancomat sul lato di via rampinelli che fa angolo con ravasio(fonte google map) vorrei capire se si tratta del medesimo bancomat,perchè pare che quel giorno in quell'angolo c'è stato movimento.ma non so gli orari precisi.

sopratutto dei vecchietti che ho letto sono stati fermi li ad aspettare l'arrivo di un parente che aggiustasse l'auto,si parla di un attesa di mezz'ora ma non dell'orario.
daimatone - Sab Feb 26 2011, 17:30:00
Oggetto: yara?
http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/02/26/news/yara_ritrovato_un_corpo-12939034/?ref=HREA-1
+C.S.P.B.+ - Sab Feb 26 2011, 20:36:37
Oggetto:
scomparsa il 26, fatta ricomparire il 26...
Anonymous - Sab Feb 26 2011, 22:02:20
Oggetto:
giusto fatta ritrovare ..... in una zona battuta più volte dalla protezione civile!
Austria - Sab Feb 26 2011, 22:09:13
Oggetto:
Allora aveva ragione il sensitivo Allocchi, quando era dell'opinione, che Yara fosse morta il giorno stesso della scomparsa, ovvero il 26 novembre 2010.
Le mie sincere condoglianze alla famiglia della sfortunata ragazzina e a tutta la comunità di Brembate e dintorni!
Anubi - Sab Feb 26 2011, 22:28:42
Oggetto:
Povera ragazza.
Come dice Megamind..questi sono dei malati mentali Sad
Mantenos - Sab Feb 26 2011, 23:11:50
Oggetto:
Il fatto che sia morta il giorno stesso non ha conferme. Al contrario io credo - senza motivi fondati da mostrare - che lei sia rimasta viva per parecchio tempo
Austria - Dom Feb 27 2011, 13:33:02
Oggetto:
KOJIKI in 1 dicembre 2010 ha scritto quanto segue:
Inviato: Mer Dic 01, 23:19:13 Oggetto:
Descrizione:

--------------------------------------------------------------------------------

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Caso-Yara-monsVecchi-rapita-da-mens-demoniaca-Il-sensitivo-e-stata-uccisa_311341622988.html



Milano, 1 dic. - (Adnkronos) - "Dietro a episodi come la scomparsa di Yara Gambirasio c'è una mens demoniaca". Lo dice all'Adnkronos monsignor Ernesto Vecchi, riferendosi alla ragazzina 13enne scomparsa venerdì da Brembate. Il vescovo vicario di Bologna spiega che bisogna dimenticare le immagini tradizionali e ormai superate del diavolo che fa spavento, con coda e occhi infuocati.

''Il demonio - dice - è bello, benvestito e affascinante. Gli risulta facile trarre in inganno chi non è abbastanza forte da resistergli. Si tratta di un'entità trasversale, che può trovarsi ovunque in ogni situazione e, al giorno d'oggi, può annidarsi anche nel mondo del web, dei social network e soprattutto di Facebook''. Un diavolo moderno quindi, digitale e sempre in agguato, di cui ''è facile avvertire la presenza se si pensa ai tragici episodi degli ultimi mesi''. E proprio alla recente sparizione di Yara fa riferimento Monsignor Vecchi, quando conclude dicendo "il responsabile della scomparsa di una ragazzina innocente deve essere guidato da una mente demoniaca".
Più drammatica la lettura della scomparsa di Yara che dà Mario Alocchi, il sensitivo che aveva scoperto la tragica fine di Sarah Scazzi e che in passato si è occupato di altri casi di persone scomparse. Per lui anche Yara è stata uccisa da chi ne era ossessionato. Yara è stata ammazzata da una persona pericolosissima con qualche disturbo mentale che si era innamorato di lei. Non una persona di famiglia, ma un uomo di una certa età, che la giovane promessa della ginnastica conosceva e che, in passato, ha avuto un attrito con la madre di Yara. Un 'verdetto' che l'esperto annuncia all'Adnkronos dopo aver usato la tecnica della radioestesia. Il 40enne consulente esoterico di Civitavecchia, da giorni studia la scomparsa di Yara e mette in guardia gli inquirenti: "La chiave del mistero sta nella palestra. Chi ha ammazzato Yara era in palestra, bisogna ripartire da lì". Ad uccidere la 13enne "caduta in una trappola mortale" è stato, secondo l'esperto "un uomo pericolosissimo con qualche disturbo mentale". Difficile la sua descrizione, ma per il sensitivo si tratta di una persona "non giovane, ma di una certa età". Chi ha colpito ha scelto a lungo il suo bersaglio. Non una sconosciuta, ma una persona che ha avuto un litigio in passato con la madre della 13enne. Chi ha preso Yara "è una persona che la 13enne conosceva, che da tempo l'aveva adocchiata. Sicuramente andava spesso a vedere Yara quando faceva ginnastica".
L'esperto non ha mai messo piede a Brembate Sopra e non ha avuto contatti con la famiglia della giovane scomparsa, ha fatto assicura numerosi consulti. "Non sono riuscito -confessa- a capire dove si trova il corpo di Yara", ma svela: "Nelle mie ricerche viene sempre la carta dell'imperatrice che raffigura la mamma. Potrebbe trattarsi di una persona che, in un lontano passato, ha avuto -conclude- un attrito con la mamma della 13enne".
Intanto sono riprese, nonostante la neve che cade da stamane sulla zona, le ricerche della 13enne. Ieri per tutta la giornata è stato setacciato un cantiere, dove è in costruzione un centro commerciale, al confine con il comune di Mapello. E' qui che il fiuto dei tre cani specializzati, utilizzati per le ricerche, portano gli investigatori e qui che le tracce della giovane promessa della ginnastica ritmica spariscono. A lavoro, anche oggi, diverse decine tra carabinieri, volontari, vigili del fuoco e uomini della protezione civile.
_________________

Davvero non da sottovalutare.... Una storia tristissima.
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB