Poteri occulti

Articoli del Blog - Prima che il PM Paolo Ferraro venga suicidato

Anonymous - Mar Giu 14 2011, 07:08:45
Oggetto: Prima che il PM Paolo Ferraro venga suicidato


C’è un PM della procura di Roma che sta indagando su una setta satanica diffusa negli ambienti militari. L’organizzazione su cui indaga il PM è collegata alla vicenda di Carmela Rea, nonché alla morte della donna trovata a Roma priva degli organi.

Come da copione, il magistrato è stato sottoposto a una serie di procedimenti disciplinari, nonché un tentato TSO.

Minacce sono arrivate a lui e alla sua donna.

Cerchiamo quindi di dare massima diffusione alla vicenda, nella speranza di evitare che, come da copione, il PM venga suicidato, o gli capitino incidenti.
Nella speranza di evitare un altro caso Clementina Forleo (a cui uccisero i genitori in un incidente e a cui poi causarono degli incidenti).
Nella speranza di evitare un altro caso De Magistris.
Nella speranza di evitare un altro dei tanti casi, meno noti ma altrettanto gravi, di persone che si sono scontrate con il fenomeno delle sette sataniche.

Di recente ad esempio un uomo si è recato alla stazione dei carabinieri di Cura di Vetralla, in provincia di Viterbo, per denunciare alcuni fatti riguardante una setta satanica. Risultato: nulla è stato fatto e l'uomo è stato rinchiuso in una clinica psichiatrica dopo che gli è stato somministrato il TSO ed è stato denunciato per porto abusivo d'arma dopo una perquisizione effettuata in casa sua.

Il fenomeno del satanismo è diffuso a macchia d’olio su tutto il terreno nazionale (e internazionale), coperto dalla complicità dei media e delle istituzioni, nonché dagli studiosi del settore che ne negano l'esistenza.
Nei prossimi articoli daremo maggiore conto di questa vicenda cercando di capirne meglio i dettagli. E pubblicheremo una serie di articoli sulla diffusione del satanismo.


Di sequito linkiamo alcuni degli articoli che riguardano la vicenda di Paolo Ferraro.


http://www.grnet.it/news/95-news/2840-roma-magistrato-denuncia-una-setta-riconducibile-ad-ambienti-militari-con-eccellenti-coperture.html

http://www.ultimenotizieflash.com/2011/06/13/melania-rea-ultime-notizie-esiste-una-setta-satanica-nellambiente-militare/

http://www.corsera.it/notizia.php?id=4233
Anonymous - Mar Giu 14 2011, 07:14:54
Oggetto:
Dal link:
http://www.corsera.it/notizia.php?id=4233

leggo:
Carmela Melania Rea,sacerdotesse del sesso e riti satanici.Abbiamo incontrato il sostituto procuratore Paolo Ferraro,della Procura della Repubblica di Roma.Lo stesso era in compagnia del criminologo Francesco Bruno questo pomeriggio,deve difendersi davanti al CSM,vogliono cacciarlo dalla magistatura.

C'è qualcosa che non torna...
Anonymous - Mar Giu 14 2011, 15:08:50
Oggetto:
Megamind ha scritto:
Dal link:
http://www.corsera.it/notizia.php?id=4233

leggo:
Carmela Melania Rea,sacerdotesse del sesso e riti satanici.Abbiamo incontrato il sostituto procuratore Paolo Ferraro,della Procura della Repubblica di Roma.Lo stesso era in compagnia del criminologo Francesco Bruno questo pomeriggio,deve difendersi davanti al CSM,vogliono cacciarlo dalla magistatura.

C'è qualcosa che non torna...



era in compagnia di Francesco Bruno......


Francesco Bruno (Celico, 10 maggio 1948) è un criminologo e medico italiano. Diplomatosi al liceo classico nel 1967, poi si iscrive alla facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" dove si laurea nel 1973, diventa medico l'anno dopo, presta servizio per l'università e nel 1975-1976 brevemente per il 4º reggimento dei Carabinieri a cavallo con il grado di sottotenente.
Dal 1979 al 1987 funzionario, e poi di direttore di sezione presso la presidenza del Consiglio dei Ministri, dal 1980 è consulente scientifico presso le Nazioni Unite, il Consiglio d'Europa e alla Comunità Economica Europea.
Inoltre collabora con vari ministeri per lo studio delle droghe. Nel 1987 diventa professore di criminologia e medicina forense a La Sapienza, negli anni '90 collabora nuovamante con vari ministeri contro la criminalità mafiosa e la lotta alla droga. Ha collaborato inoltre a vari programmi televisivi dedicati a serial killer, tra cui "Delitti", "Porta a Porta" e "Maurizio Costanzo Show".


---------------

ROMA - "Non si va a casa di un avvocato a prendere la documentazione relativa a una vicenda". Il paragone, forte, è di Francesco Bruno, criminologo di professione, l'uomo che fece parte del collegio difensivo di Pietro Pacciani, il "mostro di Firenze". Il professor Bruno annuncia un ricorso contro la perquisizione subita ieri e conclusasi nella notte. Per quindici ore, gli inquirenti hanno frugato nella sua abitazione, nel suo studio privato e in quello all'Università di Roma. Ma si dice anche "contento" perché dopo sette anni potrà finalmente parlare delle piste investigative di cui fece cenno nella sua memoria di perito di parte. Documenti che - afferma - consegnò nel '94 al processo contro il "mostro". E quindi noti.

Francesco Bruno commenta così gli sviluppi dell'inchiesta bis sui delitti di di Firenze. Un nuovo filone d'indagine: la caccia ai mandanti dei delitti, a chi avrebbe ordinato gli omicidi. All'inizio di agosto, infatti, il capo della mobile Giuttari ha consegnato in Procura un lungo dossier nel quale per la prima volta si parla di una setta dietro i delitti del "mostro". Un gruppo di insospettabili, persone protette e potenti, pronti a pagare milioni per quei delitti.

L'altro nuovo filone di indagine riguarda la morte di Pietro Pacciani, trovato riverso a casa sua la domenica del 22 febbraio 1998. Subito si pensò a un ictus, ma poi la Procura si convinse che forse la morte non fosse accidentale. E nella primavera scorsa aprì una nuova inchiesta.

Sotto tiro, oltre al criminologo Francesco Bruno, anche un uomo dei servizi segreti, uno 007 che giorni fa ha subito la stessa perquisizione. Nessuno dei due uomini è comunque indagato. Ma Francesco Bruno dopo 15 ore di perquisizione ha voluto alzare la voce. "Non capisco la scelta del metodo - ribadisce - perché avrei dato qualsiasi documento qualora qualcuno me lo avesse semplicemente chiesto. Nonostante ciò ho offerto agli inquirenti, a cui non ho mai nascosto niente, tutta la collaborazione possibile". Il docente di criminologia si dice anche convinto però che dietro la scelta del metodo usato dagli inquirenti per venire in possesso dei suoi documenti "ci siano fondati motivi" che non possono però "essere altro che calunnie".

Interviene anche l'avvocato Nino Marazzita, uno dei difensori "storici" di Pietro Pacciani e al quale si è rivolto in questi giorni il criminologo Francesco Bruno per farsi assistere nella vicenda. "Mi pare che ormai si sia a livelli di favola - dice Marazzita - come trama investigativa e d'inchiesta e come in tutte le favole ci si trova di fronte a fantasie illimitate". "Si poteva chiedere a un serio professionista di aprire il proprio archivio", senza arrivare a un mandato di perquisizione che sembra un fatto "intimidatorio e di poca civiltà". Solo domani Francesco Bruno incontrerà il capo della mobile Giuttari.

(5 settembre 2001)


fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Francesco_Bruno_(criminologo)

Stefania Nicoletti - Gio Giu 16 2011, 12:30:55
Oggetto:
La seconda parte dell'articolo di Corsera.it: http://www.corsera.it/notizia.php?id=4234
Stefania Nicoletti - Gio Giu 16 2011, 12:32:29
Oggetto:
Paolo Ferraro: Ultimi aggiornamenti

In questo momento, giovedi ore 11,00 il PM Paolo Ferraro è al CSM, che ha deliberato la seguente proposta di provvedimento disciplinare:

4 mesi di malattia, e destituzione del magistrato dal servizio.

Sottolineiamo che il PM Paolo Ferraro non ha mai, in vita sua, avuto provvedimento disciplinari di alcun tipo, mentre ha sempre avuto giudizi di ottimo rendimento, occupandosi di inchieste anche importanti.

La delibera è stata presa nonostante il PM abbia attestati che documentano la sua perfetta salute fisica e mentale, e di statistiche perfette, in assenza dell'epletamento di una perizia.

Il provvedimento preluderebbe a possibile iniziative di altre forze che potrebbero contare sulla sua pronuncia di aspettativa e attivarsi autonomamente.

Siamo in attesa della decisione finale, che arriverà nelle prossime ore.



http://paolofranceschetti.blogspot.com/2011/06/paolo-ferraro-ultimi-aggiornamenti.html
Mantenos - Gio Giu 16 2011, 20:58:07
Oggetto:
E nemmeno uno stralcio di notizia in giro... cioè l'unica fonte per apprendere questa cosa è qui. Grazie Stefania e grazie Paolo, ma è davvero tutto un incubo...
Anonymous - Gio Giu 16 2011, 23:03:21
Oggetto:
Twisted Evil tranquilli tra un po ci sarà un altra vittima sacrificale e non si parlerà più di questo caso..... il PM Ferraro dopo l'elettroshock non ricorderà altro che il codice civile e penale a memoria e tornerà a sedere sul cadreghino.......tutto a posto è solo questione di tempo e le pecore dimenticheranno.......Twisted Evil



.... solidarietà a Ferraro e al team del Franceschetti!
Anonymous - Ven Giu 17 2011, 06:51:26
Oggetto:
Paolo Ferraro: Ultimi aggiornamenti 2

Destituzione e 4 mesi di malattia.
Questa la decisione, ampiamente annunciata, del CSM, relativamente a Paolo Ferraro.



Il provvedimento è una possibile anticipazione di un futuro TSO, come spesso accade in questi casi.


L'accostamento denunce di satanismo - TSO non è casuale. Chi denuncia questo genere di attività, infatti, viene punito per contrappasso, con la classica regola massonica del comminare una pena uguale al peccato commesso. In fondo, chi denuncia attività sataniche o esoteriche denuncia quella che - agli occhi della società - è una forma di follia; ed è un pazzo egli stesso.

Il TSO è quindi la pena più adeguata. Ecco perché si preferisce questa forma di condanna alla eliminazione fisica (ricordo a memoria, ad esempio, che sono stati sottoposti a TSO Mariella Ciulli, la moglie del farmacista di San Casciano, Francesco Calamandrei, quando accusò il marito e il PM Piero Luigi Vigna di essere il livello superiore nei delitti del Mostro di Firenze; o l'uomo che di recente a Cura di Vetralla si è presentato alla stazione dei carabinieri insieme al figlio).
Mantenos - Ven Giu 17 2011, 10:56:12
Oggetto:
La parte peggiore dell'Italia: il TSO

recentemente ho incontranto il musicista Morgan. Anche lui, dopo il suo outing sul crack, è stato preso e obbligato al TSO... ma ovviamente, in questo caso, la stampa non ne ha parlato. Mi ha raccontato che ha dovuto subire iniezioni di sostante bloccanti e tendenti al sonno in cui ha perso totalmente il controllo su di se....

Ma cosa dicono i famigliari di Paolo Ferraro. In questo caso sono gli amici e i famigliari che possono fare molto...
Anonymous - Ven Giu 17 2011, 11:40:09
Oggetto:
riporto quanto scritto da Corsera
http://www.corsera.it/notizia.php?id=4278
dove si capisce che la compagna del pm è stata anche essa vittima:

Citazione:
CARMELA MELANIA REA OMICIDIO LA DIVISA DEI VAMPIRI DI SATANA

Ascoli Piceno 16 Giugno 2011 CORSERA.IT

L'indagine misteriosa che si eclissa come un tramonto al contrario,dal passato al futuro.Lo specchio di un'anima inquieta,il riflesso di un labirinto di morte.Lo spasmo di un cuore che si ferma,degli occhi che guardano l'assassino e si fermano,per quegli ultimi interminabili istanti.Chi ha visto Carmela Melania Rea quell'attimo prima di morire?

Il pm Paolo FERRERO ha cercato di raggiungere la sua donna nel precipizio dell'Inferno,violato i confini del buio,di quel mistero che alle volte viene definito....



......occultismo,le cui penombre,gli ululati della notte chiamano e definiscono anche satanismo.ha intravisto qualcosa nell'oscurità della vita della sua compagna,che forse le ha salvato la vita
.Altrettanto non si potrà mai dire di Carmela Melania Rea,il cui cadavere giace nel bosco delle Casermette.In questa magia feroce nasce la denuncia di un magistrato coraggioso,che forse ha anche perduto il senso di quel vuoto che lo ha investito,con colpi e pugni allo stomaco e al ventre.La sua indagine personale,non possiamo definirla inchiesta,perchè non ha avuto l'accoglimento da parte delle autorità inquirenti,ha violato il primo livello di questo mondo,la notte delle tarantole e dei vampiri,quello che forse ha inghiottito per sempre Carmela Melania Rea.Sebbene la denuncia del pm Paolo Ferrero sia di qualche anno addietro,mi appare chiara la circostanza,quasi lampante,un disco di luce nel firmamento,che il parallelismo tra la sua storia e quella del PM sia oggi ricollegabile,la stessa chiave di interpretazione.

Dove è caduta Carmela Melania Rea? Dove è caduta la donna del PM? Dove sono finite le loro vite? Quali confini ha violato Carmela Melania Rea? Chi ha armato la mano dell'assassino se non Satana in persona?


Quando si cerca di scoprire l'autore di un delitto,efferato come quello di Carmela Melania Rea,si entra immancabilmente nella mente del suo autore,che in questo caso è un carnefice,qualcuno che ha abbandonato le sembianze umane,per assumere quelle di un mezzo uomo mezzo animale,io direi quelle di un vampiro,di colui che ha ucciso per nutrirsi del corpo di Melania Rea,portandola via con sè.

Come vogliamo chiamare questa dimensione se non quella del Diavolo? Se non lo scenario,il teatro oscuro del Satana che ha bussato alla porta dell'omicida? Quando si indaga,si scende all'Inferno,lo ha fatto il PM Paolo Ferrero,un divo dell'occultismo,uno che capta e conosce i suoni impercettibili alla coscienza umana,che forse significano sentieri disinvolti della ferocia umana,di quel lupo che si trasforma in vampiro,che tiene sotto scacco la tua vita e la tua anima.Chi ha lasciato sola Carmela Melania Rea? Chi l'ha abbandonata al suo destino,non ha capito cosa stessa accadendo intorno a lei,chi aveva deciso di ucciderla.E' quello che vediamo nel passato capovolto raccontato nella denuncia del PM Paolo Ferrero,quel battito incestuoso,quello schioccare di dita,quei frastuoni,l'ipnotismo,il confine labile tra luce e oscurità,dove scendiamo anche percaso,dove la noia,la stupefazione,finiscono per lacerare la nostra coscienza e si servono dell'inconscio per rapire la mente.

Per Paolo Ferrero quei vampiri sono in divisa,sono alti ufficiali dell'ambiente militare coinvolti del rito satanico e sessualistico,di una giostra violenta,l'ultimo livello di questo mondo,la notte delle tarantole e dei vampiri,quello che forse ha inghiottito per sempre Carmela Melania Rea.

Lupi e vampiri assassini hanno circondato Carmela Melania Rea.E' una vera notte da lupi,quella che ha ammantato il cadavere dei Carmela Melania Rea,il giorno del suo omicidio.Una notte scura,con la luna piena,la notte perfetta per le tarantole e vampiri.Qualcuno che ha straziato il corpo,le ha succhiato il sangue,tirato via la vita,come un cavatappi con le bollicine dello champagne.Quella giovane ragazza madre ancora viva nel pomeriggio,le cui lancette si sono fermate inesoabilmente alcune ore dopo

Lupi e vampiri assassini hanno circondato Carmela Melania Rea.E' una vera notte da lupi,quella che ha ammantato il cadavere dei Carmela Melania Rea,il giorno del suo omicidio.Una notte scura,con la luna piena,la notte perfetta per le tarantole e vampiri.Qualcuno che ha straziato il corpo,le ha succhiato il sangue,tirato via la vita,come un cavatappi con le bollicine dello champagne.Quella giovane ragazza madre ancora viva nel pomeriggio,le cui lancette si sono fermate inesorabilmente alcune ore dopo.

Scopriremo presto chi ha ucciso Melania Rea,se uno due o forse anche tre lupi,un vero branco di vampiri di Satana.Questo è ormai certo.


CORSERA.IT COPYRIGHT

Anonymous - Sab Giu 18 2011, 13:50:25
Oggetto:
da qui: http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=36251

riporto:



Roma, 17 giu – Il Consiglio Superiore della Magistratura – nella seduta di ieri - ha deliberato di collocare in aspettativa per infermità, per quattro mesi, il Pubblico Ministero di Roma Paolo Ferraro. Il provvedimento è stato adottato con una procedura d’urgenza, motivata dalla asserita gravità ed attualità dell’ inidoneità del magistrato «ad adempiere convenientemente ed efficacemente ai doveri del proprio ufficio».
Contro detto provvedimento, avente efficacia immediata, i legali del dottor Ferraro, Mauro Cecchetti e Giorgio Carta, hanno annunciato un ricorso al TAR Lazio, che sarà presentato nei primi giorni della prossima settimana.
«Il procedimento cautelare seguito dal CSM – riferiscono gli avvocati del magistrato – risulta non solo costellato di violazioni delle garanzie difensive, ma addirittura atipico, perché non previsto da alcuna norma, nonché arbitrario, atteso che non risulta fondato su alcuna perizia medica, se non una risalente al 2008 che, peraltro, attestava l’idoneità allo “svolgimento di attività professionali anche complesse”. Il CSM, poi, ha stranamente ritenuto ininfluenti le numerose perizie mediche di parte, private e pubblica, del 2011 - attestanti la specifica idoneità ed anzi qualità intellettuale del magistrato – ed ha ignorato una denuncia analitica e argomentata depositata in atti, che evidenzia fatti gravissimi a suo danno patiti dal 2009 in poi. In definitiva, il CSM ha fondato il provvedimento cautelare sulle dichiarazioni di alcuni colleghi della procura di Roma, con i quali il nostro assistito è notoriamente in contrasto proprio per effetto delle sue denunce».
Il provvedimento del CSM prende le mosse dalle denunce presentate dal dottor Ferraro circa l’esistenza di «una setta satanica massonica esistente in ambito militare» che, secondo la sua prospettazione, potrebbe avere connessioni anche con i fatti di Ascoli Piceno, concernenti l’assassinio di Melania Rea.
Il magistrato ha annunciato che, unitamente ai suoi legali, rivelerà dati, fatti, vicende patite nonché l’anomalia del procedimento cui è sottoposto in una conferenza stampa che si terrà lunedì 20 giugno, alle ore 16,00, presso lo studio dell’avvocato Giorgio Carta a Roma, viale Bruno Buozzi 87.
Anonima - Sab Giu 18 2011, 14:14:44
Oggetto:
haiku ha scritto:
riporto quanto scritto da Corsera
http://www.corsera.it/notizia.php?id=4278
dove si capisce che la compagna del pm è stata anche essa vittima:

Citazione:
CARMELA MELANIA REA OMICIDIO LA DIVISA DEI VAMPIRI DI SATANA

Ascoli Piceno 16 Giugno 2011 CORSERA.IT

L'indagine misteriosa che si eclissa come un tramonto al contrario,dal passato al futuro.Lo specchio di un'anima inquieta,il riflesso di un labirinto di morte.Lo spasmo di un cuore che si ferma,degli occhi che guardano l'assassino e si fermano,per quegli ultimi interminabili istanti.Chi ha visto Carmela Melania Rea quell'attimo prima di morire?

Il pm Paolo FERRERO ha cercato di raggiungere la sua donna nel precipizio dell'Inferno,violato i confini del buio,di quel mistero che alle volte viene definito....



......occultismo,le cui penombre,gli ululati della notte chiamano e definiscono anche satanismo.ha intravisto qualcosa nell'oscurità della vita della sua compagna,che forse le ha salvato la vita
.Altrettanto non si potrà mai dire di Carmela Melania Rea,il cui cadavere giace nel bosco delle Casermette.In questa magia feroce nasce la denuncia di un magistrato coraggioso,che forse ha anche perduto il senso di quel vuoto che lo ha investito,con colpi e pugni allo stomaco e al ventre.La sua indagine personale,non possiamo definirla inchiesta,perchè non ha avuto l'accoglimento da parte delle autorità inquirenti,ha violato il primo livello di questo mondo,la notte delle tarantole e dei vampiri,quello che forse ha inghiottito per sempre Carmela Melania Rea.Sebbene la denuncia del pm Paolo Ferrero sia di qualche anno addietro,mi appare chiara la circostanza,quasi lampante,un disco di luce nel firmamento,che il parallelismo tra la sua storia e quella del PM sia oggi ricollegabile,la stessa chiave di interpretazione.

Dove è caduta Carmela Melania Rea? Dove è caduta la donna del PM? Dove sono finite le loro vite? Quali confini ha violato Carmela Melania Rea? Chi ha armato la mano dell'assassino se non Satana in persona?


Quando si cerca di scoprire l'autore di un delitto,efferato come quello di Carmela Melania Rea,si entra immancabilmente nella mente del suo autore,che in questo caso è un carnefice,qualcuno che ha abbandonato le sembianze umane,per assumere quelle di un mezzo uomo mezzo animale,io direi quelle di un vampiro,di colui che ha ucciso per nutrirsi del corpo di Melania Rea,portandola via con sè.

Come vogliamo chiamare questa dimensione se non quella del Diavolo? Se non lo scenario,il teatro oscuro del Satana che ha bussato alla porta dell'omicida? Quando si indaga,si scende all'Inferno,lo ha fatto il PM Paolo Ferrero,un divo dell'occultismo,uno che capta e conosce i suoni impercettibili alla coscienza umana,che forse significano sentieri disinvolti della ferocia umana,di quel lupo che si trasforma in vampiro,che tiene sotto scacco la tua vita e la tua anima.Chi ha lasciato sola Carmela Melania Rea? Chi l'ha abbandonata al suo destino,non ha capito cosa stessa accadendo intorno a lei,chi aveva deciso di ucciderla.E' quello che vediamo nel passato capovolto raccontato nella denuncia del PM Paolo Ferrero,quel battito incestuoso,quello schioccare di dita,quei frastuoni,l'ipnotismo,il confine labile tra luce e oscurità,dove scendiamo anche percaso,dove la noia,la stupefazione,finiscono per lacerare la nostra coscienza e si servono dell'inconscio per rapire la mente.

Per Paolo Ferrero quei vampiri sono in divisa,sono alti ufficiali dell'ambiente militare coinvolti del rito satanico e sessualistico,di una giostra violenta,l'ultimo livello di questo mondo,la notte delle tarantole e dei vampiri,quello che forse ha inghiottito per sempre Carmela Melania Rea.

Lupi e vampiri assassini hanno circondato Carmela Melania Rea.E' una vera notte da lupi,quella che ha ammantato il cadavere dei Carmela Melania Rea,il giorno del suo omicidio.Una notte scura,con la luna piena,la notte perfetta per le tarantole e vampiri.Qualcuno che ha straziato il corpo,le ha succhiato il sangue,tirato via la vita,come un cavatappi con le bollicine dello champagne.Quella giovane ragazza madre ancora viva nel pomeriggio,le cui lancette si sono fermate inesoabilmente alcune ore dopo

Lupi e vampiri assassini hanno circondato Carmela Melania Rea.E' una vera notte da lupi,quella che ha ammantato il cadavere dei Carmela Melania Rea,il giorno del suo omicidio.Una notte scura,con la luna piena,la notte perfetta per le tarantole e vampiri.Qualcuno che ha straziato il corpo,le ha succhiato il sangue,tirato via la vita,come un cavatappi con le bollicine dello champagne.Quella giovane ragazza madre ancora viva nel pomeriggio,le cui lancette si sono fermate inesorabilmente alcune ore dopo.

Scopriremo presto chi ha ucciso Melania Rea,se uno due o forse anche tre lupi,un vero branco di vampiri di Satana.Questo è ormai certo.


CORSERA.IT COPYRIGHT



Sembra una puntata di MIXER...secondo me è scritto apposta per screditare Paolo Ferrero...lo dipinge come uno ossessionato dal satanismo e che rivive nel caso di Carmela Rea un fatto personale che lo ha sconvolto.
Anonymous - Lun Giu 20 2011, 19:22:31
Oggetto:
Paolo Ferraro: Ultimi aggiornamenti 3

Il CSM pone in aspettativa per infermità il Pubblico Ministero che aveva denunciato una setta riconducibile ad ambienti militari. Conferenza stampa del Magistrato il prossimo lunedì.



Roma, 17 giu – Il Consiglio Superiore della Magistratura – nella seduta di ieri - ha deliberato di collocare in aspettativa per infermità, per quattro mesi, il Pubblico Ministero di Roma Paolo Ferraro. Il provvedimento è stato adottato con una procedura d’urgenza, motivata dalla asserita gravità ed attualità dell’ inidoneità del magistrato «ad adempiere convenientemente ed efficacemente ai doveri del proprio ufficio».
Contro detto provvedimento, avente efficacia immediata, i legali del dottor Ferraro, Mauro Cecchetti e Giorgio Carta, hanno annunciato un ricorso al TAR Lazio, che sarà presentato nei primi giorni della prossima settimana.
«Il procedimento cautelare seguito dal CSM – riferiscono gli avvocati del magistrato – risulta non solo costellato di violazioni delle garanzie difensive, ma addirittura atipico, perché non previsto da alcuna norma, nonché arbitrario, atteso che non risulta fondato su alcuna perizia medica, se non una risalente al 2008 che, peraltro, attestava l’idoneità allo “svolgimento di attività professionali anche complesse”. Il CSM, poi, ha stranamente ritenuto ininfluenti le numerose perizie mediche di parte, private e pubblica, del 2011 - attestanti la specifica idoneità ed anzi qualità intellettuale del magistrato – ed ha ignorato una denuncia analitica e argomentata depositata in atti, che evidenzia fatti gravissimi a suo danno patiti dal 2009 in poi. In definitiva, il CSM ha fondato il provvedimento cautelare sulle dichiarazioni di alcuni colleghi della procura di Roma, con i quali il nostro assistito è notoriamente in contrasto proprio per effetto delle sue denunce».
Il provvedimento del CSM prende le mosse dalle denunce presentate dal dottor Ferraro circa l’esistenza di «una setta satanica massonica esistente in ambito militare» che, secondo la sua prospettazione, potrebbe avere connessioni anche con i fatti di Ascoli Piceno, concernenti l’assassinio di Melania Rea.
Il magistrato ha annunciato che, unitamente ai suoi legali, rivelerà dati, fatti, vicende patite nonché l’anomalia del procedimento cui è sottoposto in una conferenza stampa che si terrà lunedì 20 giugno, alle ore 16,00, presso lo studio dell’avvocato Giorgio Carta a Roma, viale Bruno Buozzi 87.
CosaUrla - Mar Giu 21 2011, 09:49:13
Oggetto:
questo è quello che ho trovato sulla conferenza stampa di ieri. è un servizio si sky tg24
http://www.youtube.com/watch?v=YIpuagECY60
cacia56 - Mer Giu 22 2011, 00:07:53
Oggetto:
E' semplicemente fatto grave, il pm Ferraro deve avere tutta la nostra solidarietà quindi ora fuori le verità, costi quel che costi
Duccio - Mer Giu 22 2011, 01:40:05
Oggetto:
La cosa più inquietante che a tutt'ora nessun altro organo giornalistico abbia riportato questa conferenza stampa ...
Un brutto presagio ...
Stefania Nicoletti - Lun Giu 27 2011, 16:07:01
Oggetto:
Melania, pm sospeso. Il legale Carta: Ferraro minacciato, forse da militari

Nell'attesa che le indagini sul giallo di Ripe di Civitella, la località in provincia di Teramo dove il 20 aprile venne trovato il cadavere di Melania Rea, la ventinovenne di Somma Vesuviana uccisa con decine di coltellate e per il cui omicidio è indagato il marito Salvatore Parolisi, un'altra vicenda dai contorni oscuri continua a tenere banco. Almeno tra quelle poche testate - e questo giornale è una di esse - che hanno reputato di fondamentale importanza rendere noto quanto sta accadendo nella Procura di Roma.
Il 16 giugno scorso il Consiglio Superiore della Magistratura (Csm) ha deliberato la sospensione per quattro mesi del pm Paolo Ferraro, motivando il provvedimento con la presunta infermità mentale di quest'ultimo. Per il protagonista, però, la decisione del Csm non è altro che il pesante dazio comminatogli per essersi interessato di una questione che, se confermata e approfondita, potrebbe destabilizzare l'establishment militare e, forse, non solo quello.
Paolo Ferraro ha denunciato la presunta esistenza di una 'setta satanica massonica' al cui centro ci sarebbero numerosi esponenti dell'esercito: la vicenda, come se non bastasse, potrebbe essere in qualche modo legata all'omicidio Rea. Ma tutte queste rischiano di rimanere soltanto supposizioni perché, se il corso degli eventi non cambia, il magistrato sarà sospeso - e tra quattro mesi destituito completamente? - perché ritenuto non solo inattendibile ma anche inabile nello svolgimento del suo ruolo.
Per chiarire i contorni della vicenda, i retroscena e le prospettive future di questa storia che, inspiegabilmente, sembra rimanere ai margini dell'agenda delle maggiori testate giornalistiche, abbiamo parlato in esclusiva con l'avvocato Giorgio Carta, il legale del pm Ferraro.

- Avvocato Carta, il provvedimento preso dal Csm chiama in causa un episodio accaduto più di due anni fa: nel 2008, Ferraro denunciò il "plagio" della compagna che sarebbe stata indotta a svolgere attività di prostituzione all'interno della propria abitazione. Il pm, dopo aver sostenuto di possedere delle 'prove' multimediali, ritrattò le accuse, giustificandole come conseguenze di un periodo ricco di stress, al punto da sottoporsi a sedute psichiatriche.
Cosa ci sa dire di quella vicenda?

Premetto, innanzitutto, che il dottor Ferraro non ha mai ritrattato alcuna delle proprie denunce. Anzi, se vogliamo, le sue attuali vicissitudini personali sono diretta conseguenza del fatto che il medesimo, ostinatamente, non ha mai desistito dal proposito di svelare e far accertare l’attività di una setta che, secondo le sue osservazioni, avrebbe come base operativa la cittadella militare della Cecchignola, ma che avrebbe diramazioni presso altri luoghi di interesse militare presenti nel territorio nazionale.
Aggiungo che gli atti sessuali cui il dottor Ferraro fa riferimento nelle proprie denunce non sarebbero riconducibili ad un’attività di prostituzione, quanto piuttosto alla ritualità di sette aventi una possibile matrice satanica.
Quanto infine alle prove multimediali addotte, esse consistono in registrazioni audio, purtroppo di cattiva qualità, il cui possesso non è stato mai smentito o ritrattato dal magistrato.

- Gli ultimi sviluppi sono quindi riconducibili alla denuncia del 2008?
Non esiste una seconda indagine, ma è sempre l’originaria ricerca che viene fatta oggetto di successive denunce, allargatesi via via con riferimento alle “coperture” eccellenti che avrebbero ricevuto i personaggi e i fatti oggetto di accertamento.
I file audio sono sempre quelli iniziali e sono stati sottoposti al vaglio della magistratura che, però, come è noto, li ha ritenuti irrilevanti e insufficienti a provare gli intrecci denunciati dal dottor Ferraro.
Da questo momento, il magistrato ha avuto la sensazione di essere stato isolato. Sensazione suffragata da diversi inviti a desistere dall’approfondire la vicenda che gli sarebbero stati rivolti a tutti i livelli.

- Con l'intento di dissuaderlo dai suoi propositi investigativi, il magistrato avrebbe ricevuto anche minacce. Lo può confermare?
I fatti in questione sono oggetto di accertamento presso il Tribunale di Perugia, essendo stati debitamente denunciati. Il dottor Ferraro ha infatti fatto presente di essere stato più volte avvicinato da personaggi di probabile estrazione militare, ma anche di avere, per esempio, subito un incendio sospetto nel terrazzo di casa sua.

- Come giudica quello che sembrerebbe un vero e proprio ostruzionismo da parte del Csm? Conseguenza del timore che l'indagine potesse scoperchiare un 'vaso di Pandora' particolarmente grande?
Noi lamentiamo, non tanto un ostruzionismo da parte del Csm, che comunque ha respinto diverse richieste difensive del mio assistito, e tra queste la mia stessa nomina nell’ambito del procedimento di dispensa, quanto piuttosto un’anomala impazienza di chiudere il procedimento medesimo.
Nonostante la gravità dei possibili effetti giuridici – stiamo parlando di una possibile destituzione – il Csm ha spesso avvertito il dottor Ferraro sulle scadenza procedimentali con preavvisi davvero irrisori, tali quindi da non consentirgli la migliore difesa procedimentale.
Consideri che la convocazione per l’assegnazione del quesito al perito medico nominato è avvenuta via fax nella stessa mattina in cui si è tenuta. La conseguenza è stata è che il dottor Ferraro no ha potuto presenziare assistito dal suo difensore né dal suo perito di parte, che è il criminologo Francesco Bruno.
Ciò nonostante il Csm ha proceduto lo stesso, con un atteggiamento che francamente fatico a spiegarmi.
Anche il collocamento in aspettativa per quattro mesi appare di dubbia legittimità visto che il perito nominato dal Csm per accertare le condizioni di salute del magistrato non ha ancora concluso i propri lavori.

- A tal proposito, quali saranno le vostre prossime mosse?
In settimana, presenteremo ricorso al TAR per chiederne l’annullamento e la sospensione.

- L’aspettativa per 4 mesi decisa dal Csm la considera una fase transitoria in vista di una definitiva estromissione dalla magistratura?
Certamente è l’ipotesi più probabile. Con il ricorso al TAR, noi contestiamo il fatto stesso che il Csm possa cautelarmente collocare in aspettativa un magistrato. La legge non prevede siffatta potestà cautelare.

- Circolano voci circa una presunta richiesta di Tso (Trattamento Sanitario Obbligatorio, ndr) nei confronti del magistrato. Da chi è partita la proposta? E' un rischio che il suo assistito potrebbe ancora correre?
La questione è al vaglio della magistratura, quindi, al momento, preferirei non aggiungere altro.

- Ferraro non ha escluso che le sue 'scoperte' possano essere legate con quanto avvenuto a Ripe di Civitella. Il magistrato avrebbe visto Carmela Melania Rea all'interno della Procura di Roma. A quando risalirebbe l'incontro? Pensate che la vittima di Ripe di Civitella possa essere stata in qualche modo a conoscenza della 'setta' di cui parla il pm?
E’ uno degli aspetti più inquietanti della ricostruzione fatta dal dottor Ferraro, il quale ritiene di aver visto a pochi metri da lui una ragazza molto simile alla povera Melania Rea, o ad una sua sosia, come si è soliti dire per cautela. Sarebbe accaduto una sera, intorno alle 19, pochi giorni prima che la ragazza rimanesse uccisa. Di più, al momento, non vorrei dire.

- Parlando di poteri occulti, l'avvocato viterbese Paolo Franceschetti da anni porta avanti una teoria secondo cui esisterebbe una setta esoterica, denominata Rosa Rossa, che deriverebbe da frange deviate della Massoneria italiana. La suddetta sarebbe talmente potente da riuscire a infiltrarsi a tutti i livelli istituzionali e nei diversi settori della vita pubblica. Inoltre, la crudeltà della Rosa Rossa - dedita tra l'altro anche ai sacrifici umani - starebbe dietro ai più importanti casi di cronaca nera degli ultimi decenni: dai delitti del Mostro di Firenze a quelli di Yara Gambirasio e Melania Rea.
L'inchiesta di Ferraro è entrata in contatto con tale realtà?

Allo stato, niente collega la denuncia del dottor Ferraro con la fenomenologia della Rosa Rossa. *

- Come giudica l'iscrizione nel registro degli indagati di Salvatore Parolisi, marito di Melania Rea, avvenuta quasi in concomitanza con la sospensione del pm Ferraro: una coincidenza o un modo per sottolineare come il suo assistito sia 'fuori strada'?
Non sono solito pronunciarmi su ciò che non conosco. Ho letto la copiosa documentazione prodotta dal dottor Ferraro, ma non quella delle indagini di Ascoli, quindi ogni mia valutazione su possibili connessioni sarebbe azzardata e poco seria.

- Le recenti polemiche tra Unione Camere Penali e Magistratura Indipendente, inerenti ai trattamenti riservati a Parolisi sono in qualche modo ricollegabili con quanto accaduto a Ferraro? Che aria tira tra i colleghi del suo assistito: indifferenza o solidarietà?
Indifferenza non direi proprio. E’ un caso che sta comunque scuotendo la Procura di Roma, e rispetto al quale è quindi impossibile restare neutrali. La solidarietà morale di molti colleghi è tangibile ed esplicita. L’ostilità di altri, pure.

Simone Olivelli


http://www.newnotizie.it/2011/06/27/melania-pm-sospeso-legale-ferraro-minacciato-militari/






* "Allo stato, niente collega la denuncia del dottor Ferraro con la fenomenologia della Rosa Rossa."

Delle due l'una:
- o l'avvocato Carta non conosce la Rosa Rossa e quindi non dovrebbe essere in grado di rispondere a questa domanda;
- oppure la conosce, altrimenti non potrebbe affermare così categoricamente che il caso di Ferraro non ha a che fare con la RR.
+C.S.P.B.+ - Lun Giu 27 2011, 16:39:43
Oggetto:
Stefania Nicoletti ha scritto:

* "Allo stato, niente collega la denuncia del dottor Ferraro con la fenomenologia della Rosa Rossa."

Delle due l'una:
- o l'avvocato Carta non conosce la Rosa Rossa e quindi non dovrebbe essere in grado di rispondere a questa domanda;
- oppure la conosce, altrimenti non potrebbe affermare così categoricamente che il caso di Ferraro non ha a che fare con la RR.


oppure non la conosce, ma per non mostrarsi ignorante fa finta di conoscerla
Anonymous - Ven Set 23 2011, 12:37:14
Oggetto:
Paolo Ferraro. Lettera aperta al CSM.






Al presidente del CSM

Al vicepresidente del CSM

A tutti i membri del CSM


Sigg.ri laici e togati del CSM, l’organo che deve tutelare l’indipendenza della Magistratura e la sua fedeltà alla Costituzione, molto di quello che è accaduto e accade è a mio avviso imputabile a disinformazione, qualche distorsione, ed una programmatica gestione del silenzio, che solo consente di colpire individualmente anche intellettuali, magistrati, persone di valore che toccano quello che Voi non potete non conoscere.

Il mio pensiero corre a Carlo Palermo, a Clementina Forleo, a Luigi De Magistris, Paolo Borsellino, Giovanni Falcone, e a tanti che hanno osato andare o indicare oltre quello che è a chiunque noto come il terzo livello.

La vicenda che è ormai nota a tutto il paese non è il caso di un Magistrato stranito.

Questo Magistrato era additato ad esempio e parlano per lui pareri, storia, riconoscimenti collettivi e oggi anche alcune consulenze, non certo fatte per argomentare sul suo stato di salute, ma per lasciare traccia clamorosa nella storia di una vicenda che sta delegittimando il CSM dinanzi a tutto il paese.

Come Voi non sapete, o sapete, nel novembre 2008 depositai una denuncia su fatti gravi appresi che avvenivano nella Cecchignola, a Roma.

Non avevo allora né le categorie, né i percorsi culturali che mi consentissero di inquadrare a fondo, non prevedevo reazioni violente, clandestine, organizzate.

Neanche immaginavo che si potesse tentare di far passare per folle, o disturbato, una persona che adempi va ad un suo dovere civico preciso in perfetta coerenza con la sua deontologia ed etica professionale.

Da innumerevoli dati, registrazioni audio, mail, sms, conoscenze dirette ed indirette emergeva un quadro che lascio a Voi giudicare.

Una setta esoterica, a copertura satanica, esercitava tutte le attività note a chiunque non chiuda gli occhi: vi partecipavano militari, ufficiali, alcune donne, ragazzini e un memoriale inequivoco è agli atti della V Commissione del CSM.

Se siete quello che la Costituzione Vi affida, pretendete di leggerlo.


Il quadro delle manovre utilizzate per tappare la bocca ad un Magistrato per bene, ha fatto emergere prima ancora che potessi classificarla, una realtà agghiacciante.

Non inverosimile, non incredibile, non velleitariamente indicata; ma certa, vera, poi man mano confermatasi.

Signori, militari di un Ordine, psichiatri deviati, pronti a coprire, magistrati intenti a delegittimare e oggi anche in particolare membri laici, di elezione politica, hanno insieme coperto ciò che emerge inequivocabilmente.

All’epoca fui sottoposto ad un vero e proprio sequestro di persona, illustrato oltre ogni dubbio nel memoriale, uno psichiatra occultò la verità, organizzò il condizionamento di solo alcuni miei parenti e fu posta una presunta pietra tombale.

Da allora, ho raccolto prove, indizi, registrato condotte inaccettabili e avuto conferme dirette del tutto.

Vi è un Primario psichiatra che ha parlato di vicenda affollata da persone pericolose, un altro da me scelto dopo aver saputo quale storia avesse, che in camera caritatis, ma di fronte a testimoni, ha detto, parlato, indicato la sua scelta e strada a partire dalla fine degli anni ’80, non sono io a parlare di Illuminati, incappucciati, massoneria, Progetto Monarch, e di arruolamento di psichiatri, di una porzione delle Forze dell’Ordine, e di una strategia occulta.

Sono i fatti che parlano: ed ora, insieme ai fatti, decine di migliaia di persone, che presto saranno centinaia di migliaia.

Gli audio che per una incredibile archiviazione consentivano solo di sentire “una donna sola, intenta a lavori casalinghi”, sono stati ormai sentiti da decine e decine di Avvocati, intellettuali, politici, psicologi, e psichiatri democratici e non deviati.


Costituiscono la prima prova storica, verificabile, da me logicamente analizzata – prima ancora che sapessi di che si parlava.

Una setta, al lavoro, una donna soggiogata, scissa, usata; dei ragazzini coinvolti, ma anche un estendersi di quella realtà ad altri lidi.

Napoli, Capua, Caserta, Milano, Genova.

E il Progetto, confessato, immaginificamente ricondotto ad un modello ideale di “Società Romana”: i Centurioni, la forma sostitutiva della Religione, il sesso come governo, dominio, e ricatto, gli strumenti: antichi, moderni, scientifico – militari.

Potrei allegarvi tonnellate di documenti, analisi, riscontri; non lo farò.

Vi dico solo che altro arruolato, o limitrofo, ha parlato del Grande Progetto, della sua elaborazione, della sua sperimentazione, del suo estendersi a parte della società, a vertici giudiziari, al mondo del controllo autoritario e violento, tramite la psichiatria, al mondo della sola informazione ufficiale e cartacea.

Un grave errore è stato commesso: sottovalutando risorse etiche, morali, intellettuali, e instradando, mediante la violenza esercitata, un uomo, magistrato, cittadino, un cincinnato intento alla sua diligente e motivata attività professionale ed umana.

Oggi Vi guarda tutto il Paese: perché anche chi fa finta di non sapere legge, compulsa, alcuni nervosamente.

Di una gravità immensa è stato il provvedimento “cautelare” adottato.

Esso, redatto da un magistrato di cui avevo stima, inanella formalmente atti e valutazioni, tutti dimostrati inconcludenti, artefatti, formalmente costruiti.

Vi invito ancora una volta a leggere il solo Memoriale.

Non uno dei giudizi adottati attinge alla realtà profonda dei fatti.


Ma non sprecherò parole, argomenti, allegati, centinaia di sms e mail, analisi di dati audio, riscontri culturali e scientifici.

E’ compito Vostro accertare la verità, difendere la Istituzione pensata per garantire la legalità costituzionale.

Leggete, attingete alla montagna di informazioni che sono a portata di tastiera.

Usate le Vostre doti umane, professionali e l’unica consapevolezza politica che vi è oggi concessa dinanzi ad un Paese che Vi guarda.

Un progetto massonico nero, con un’idea dell’uomo materiale, e una volontà trasversale di vertice è stato scoperchiato.

I soli documenti denunce di terzi anche queste depositate, dimostrano quanto arrogante, violento, sia stato il tentativo di frenare un percorso che porta ad una verità storica e politica democraticamente condivisa.

Questo percorso non è arbitrario, è infarcito di fatti, analizzato mediante il medesimo processo logico – induttivo concreto che ha fatto di me il Magistrato che so di essere.

Falsificate popperianamente qualunque dato; esercitate il Vostro sereno diritto di critica.

Ma invitate il relatore della pratica in V Commissione ed al CSM a dar conto delle sue innumerevoli omissioni, e del perché non abbia dato conto della opposta inequivoca ricostruzione.

Mentre Voi assolverete al Vostro ruolo, il Paese viene informato, formato, reso consapevole, e per la prima volta, un percorso unitario riporta al centro del futuro di uomini e donne i valori etici, il valore della persona, una concezione dell’uomo integrale, rispettosa della identità dell’essere umano.

A chiunque di Voi vorrà, verrà consegnato tutto il materiale documentale digitale e cognitivo necessario.

Il perito da Voi nominato e un consulente da me scelto, per farlo uscire allo scoperto, si apprestano a dare spunti, indicazioni, che sono note come “pista psichiatrica”.

In rete vi sono le relazioni che dimostrano la natura e le finalità di questo inane tentativo.

Non Vi consegnate al giudizio della storia nell’era decadente della Democrazia, segnata da oscure manovre e poteri forti.

Ribellatevi a un ruolo ed un destino che nulla hanno a che fare con la Democrazia e con le regole e con la matrice costituzionale del CSM. .


Qualunque cosa accada, sono consapevole della onestà intellettuale e professionale della stragrande maggioranza dei Magistrati italiani.

Non traditeli, e non tradite un Paese che ha bisogno di pulizia, sereno rigore, valori, alternative.

Questo appello, lettera aperta, documento, è stato redatto di getto.... non richiede elaborazione, correzioni, limature. Parla al cuore, al corpo, all’anima, al cervello della istituzione di cui faccio parte. Ma parla a tutto il paese.


ROMA 11 Settembre 2011
wulfy - Lun Set 26 2011, 19:47:05
Oggetto:
Alla luce di quanto scritto e dichiarato dal dottor Ferraro e da quanto ha affermato il suo legale,avv.Carta,che abbiamo visto alla conferenza a Roma di qualche tempo fa,mi e vi chiedo: conosce l'avv.Ferraro la Rosa Rossa ? E conosce anche l'avv.Carta la Rosa Rossa? Strano che descrivendo tali situazione che egli ha riscontrato,inerenti alla fin fine con la"programmazione mentale"nessuno gli abbia domandato e descritto tale entita'....
Oppure qualcuno si e'prodigato a comparare i suoi documenti,intercettazioni e tant'altro con resoconti di "dinamiche della R:R.??
NAJLA - Ven Nov 04 2011, 19:02:25
Oggetto:
MELANIA, INTERROGATO PM: "SATANA NELLE CASERME"

TERAMO - È stato ascoltato per circa tre ore l'ex sostituto procuratore aggiunto di Roma, Paolo Ferraro, il magistrato che aveva indagato sulla possibile presenza di sette sataniche all'interno delle caserme. L'uomo è stato sentito dai pubblici ministeri che indagano sulla morte di Melania Rea la mamma 29enne di Somma Vesuviana (Napoli) uccisa nel bosco di Ripe di Civitella (Teramo). Ferraro ha raggiunto la procura teramana e da qui è stato trasferito nella sede del comando provinciale dei carabinieri di Teramo, nella caserma Porrani. Qui è stato ascoltato dai pm Davide Rosati e Greta Aloisi ai quali aveva chiesto di essere sentito sul delitto. Ferraro è stato al centro di una contrapposizione con il Consiglio superiore della magistratura, che lo ha sospeso in via cautelativa dal servizio per quattro mesi per presunta infermità mentale. Secondo quanto asserito dallo stesso magistrato, che due perizie psichiatriche nel frattempo hanno stabilito essere sano di mente, le sue disavventure sono cominciate quando è stata resa nota la sua attività di indagine su presenze massonico-sataniche all'interno delle caserme, partendo da quanto accertato, sempre secondo le sue affermazioni, nella caserma romana della Cecchignola. A proposito di Melania Rea, lo stesso ex sostituto avrebbe dichiarato di averla notata o di aver notato una donna molto simile alla vittima, qualche tempo prima della sua scomparsa, negli uffici della procura di Roma.

http://www.leggo.it/articolo.php?id=146688
Anonymous - Sab Apr 21 2012, 12:00:17
Oggetto:
Qui a questo link trovate tutta la vicenda completa di Paolo Ferraro. Storia, nomi, documenti, ecc.

http://www.123homepage.it/paoloferrarocddgrandediscovery/86291633
Duccio - Dom Apr 29 2012, 17:28:27
Oggetto:
Megamind ha scritto:
Qui a questo link trovate tutta la vicenda completa di Paolo Ferraro. Storia, nomi, documenti, ecc.

http://www.123homepage.it/paoloferrarocddgrandediscovery/86291633


Ooops compare questo:

Ciao

Hai cercato di visualizzare una pagina inesistente.


Rolling Eyes Very Happy Cool
Stefania Nicoletti - Mar Mag 29 2012, 15:42:28
Oggetto:
Lettera aperta al magistrato Paolo Ferraro


Qui il video di Adam Kadmon, fatto molto bene, in cui si parla di Paolo Ferraro:

http://www.video.mediaset.it/video/mistero/puntate/302685/le-teorie-di-adam-kadmon.html



Caro Paolo, ti scrivo qui una volta per tutte in questa lettera aperta le ragioni per cui talvolta non do l’adeguato spazio (a tuo parere) alle vicende che ti hanno coinvolto. Rispondo quindi alle provocazioni che più volte mi ha fatto ove mi dici (riporto letteralmente):

- che non do spazio ai tuoi post;

- che il mio atteggiamento è annichilito e annichilente;

- che dovrei impegnarmi di più e fare qualcosa di concreto nel sociale, entrare a far parte del tuo progetto politico.


Iniziamo dal problema politico. Sarò chiaro una volta per tutte. Non voglio entrare in politica. Non mi interessa la politica. Ritengo che la politica sia una fregatura colossale imposta dal sistema. La politica, la divisione in partiti e movimenti, è una creazione del sistema massonico. Nei secoli si è passati dallo stato assoluto, con cui il sovrano sfruttava le masse, alla democrazia. La democrazia è una forma di governo creata e voluta dalla massoneria, che nei secoli è riuscita ad abbattere il potere delle monarchie, che si basa però ugualmente su di un inganno. Dal punto di vista politico e sociale, l’inganno consiste nel far credere alle masse di avere potere con il voto, quando invece le reali decisioni vengono prese in altre sedi (multinazionali, banche e massonerie). Dopodiché il potere finanzia, appoggia, o lascia semplicemente fare, solo quei movimenti che sono funzionali al suo progetto. La stessa carta costituzionale è una fregatura colossale, una presa in giro, fatta apposta per prendere per i fondelli tutti, giuristi e cittadini compresi. Ho già scritto un articolo al riguardo e quindi mi limito a rimandare a questo link:

http://paolofranceschetti.blogspot.it/2010/12/costituzione-diritto-al-lavoro-e.html

In sostanza siamo passati dallo stato assoluto, che era il potere di uno sulla massa, allo stato democratico, che è il potere di pochi; con la differenza che mentre nello stato assoluto colui che deteneva il potere era ben individuabile, oggi quei pochi lo sono più difficilmente, e le masse hanno l’illusione di essere libere. La mia opinione al riguardo è che oggi siano più schiave di un tempo.

Dal punto di vista personale e sociale, invece, il gioco dei partiti è una presa in giro perché parte dal presupposto sbagliato. Si parte dal presupposto infatti che con la politica si può cambiare la società, quando invece occorre partire prima dal singolo individuo, altrimenti non si arriva a capo di nulla, in quanto la società è composta da singoli individui, e non è altro che la somma di tutti gli individui.

Il problema è che i partiti sono una somma di singole persone. E la società è la somma dei vari movimenti e dei vari individui. E finché l’opera di miglioramento non partirà dal singolo individuo, per allargarsi al proprio ambito familiare, e poi da lì alla propria cerchia sociale, ogni tentativo di cambiare la società dall’alto sortirà sempre un effetto opposto a quello sperato. Quindi, la mia opera di miglioramento sociale non parte dai movimenti, ma da me stesso; al massimo posso comunicare a chi mi ascolta quello che ho imparato fino ad oggi, ascoltando da chi ne sa più di me. Al contrario di quello che pensi, mi impegno per cambiare la società; il problema è che mi impegno in un modo diametralmente opposto al tuo.

Fonderei un movimento politico se fosse guidato dal Dalai Lama, che è l’unico personaggio politico vivente a cui guardo come esempio.

Mi spiego meglio con alcuni esempi.

Molti tuoi lettori sono felici che tu abbia fondato un movimento perché ti stimano per quello che hai fatto.

Molti miei lettori (non tutti) stimano me e sarebbero felici di vedermi in politica.

Molti stimano Solange e sarebbero felici di vederla in politica.

Molti stimano Stefania.

Molti stimano anche Marcianò per il suo lodevole lavoro sulle scie chimiche.

Molti (me compreso) stimano Antonella Randazzo per le sue ricerche in ambito storico e sociologico; il suo “Dittature, la storia occultata” è un capolavoro in questo senso, ed è stato per me fondamentale per capire il sistema.

Molti stimavano e stimano tuttora Gabriella Carlizzi e il suo lavoro, e io sono tra questi, ritenendo che io debba a lei se la mia visione della realtà si sia capovolta completamente. Se fosse viva, molti la vedrebbero in politica, e in passato aveva comunque fondato un movimento politico.

Una delle persone che stimo di più per il suo lavoro di controinformazione è David Gramiccioli, che considero una specie di gigante, un guerriero che si getta a capofitto a testa bassa quando crede nella lotta che sta conducendo.

Che c’entra tutto questo, dirai tu? Ora te lo spiego.

Iniziamo da Gabriella Carlizzi. Il suo lavoro è stato eccezionale ed è stata la prima ad aver individuato una matrice comune a tutti i delitti principali che avvengono in Italia, ed è stata la prima a individuare l’Ordine della Rosa Rossa, e a dire che certi poteri comunicano in codice tramite romanzi, programmi TV, giornali, ecc. Quando era in vita, però, finivamo spesso a litigare, una volta me ne andai dalla sua stanza di albergo sbattendo la porta, e un’altra volta finì che mi querelò dicendo che depistavo nei delitti del Mostro di Firenze. Era quasi impossibile per me non litigarci, anche se devo dire che negli ultimi tempi avevo imparato a prenderla meglio e il nostro rapporto era migliorato.

Con Stefania qualche giorno fa abbiamo litigato furiosamente con insulti e porte sbattute sul seguente tema: è meglio prendere un taxi o andare in metropolitana? E, in caso si scelga la seconda opzione, dove è meglio parcheggiare? Probabilmente avremmo reagito entrambi con maggiore equilibrio se avessimo trovato, al rientro a casa, Mario Spezi che aveva appena sgozzato la nostra famiglia.

Con Solange ormai c’è un’amicizia e un rapporto da anni. Regolarmente, più o meno una volta all’anno (generalmente verso il mese di giugno), ci scanniamo rimanendo anche giorni senza parlarci per questioni di importanza non proprio vitale come: chi e come ripartire il lavoro di giardinaggio nella casa in comune (questione che ha avuto come conseguenza circa un mese senza che ci parlassimo); se io posso o meno frequentare Tizia senza il suo consenso (sei mesi senza parlarci; va detto che questa risultava essere moglie di un ex brigatista e ci trovavamo proprio alla vigilia di un processo nei confronti delle BR); in linea generale, normalmente, quando facciamo qualcosa insieme di condiviso, finisce in lite.

Stimo moltissimo Antonella Randazzo, che ho conosciuto personalmente. Dopo qualche giorno di frequentazione il risultato è stato la chiusura del rapporto e insulti reciproci.

Con Marcianò pare ci sia incompatibilità di carattere perché non discetto di scie chimiche un giorno sì e l’altro pure.

Con David Gramiccioli non ho mai litigato, ma sono sicuro che potremmo venire alle mani se ci mettessimo a discutere su problematiche come la questione israeliana o l’importanza della politica nella vita civile.

Quello che voglio dire è che se tutte le persone nominate si unissero in un partito, litigherebbero dalla mattina alla sera, e il movimento, costituito da queste meravigliose ed illuminate persone me compreso, si sfascerebbe in pochi giorni, forse poche ore.

Il mondo e i suoi conflitti non sono altro che il riflesso dei conflitti che ci sono tra me e te, me e Solange, tra me e Stefania (come in alto così in basso, recita la più famosa massima di Ermete Trismegisto) e finchè non guariamo noi, il mondo sarà sempre lo stesso. Finché io e Solange litighiamo per chi rasa il giardino, non potremo mai pretendere che Israele e Palestina non litighino per una striscia di terra e per il controllo di Gerusalemme.

Ora, per scendere nello specifico, dal momento che tu hai un carattere per me insopportabile, entrare nel tuo movimento significherebbe litigare subito. Devo infatti dire che già dalla prima telefonata che ci siamo fatti, ho fatto fatica a non mandarti a quel paese per il tuo tono arrogante con cui mi dettasti immediatamente degli ordini: “scrivi qui, scrivi qua, fai questo, fai quell’altro”. E tuttora fatico spesso per non insultarti e continuare ad appoggiare il tuo lavoro nonostante il tuo carattere.

Prima di entrare in un movimento, a mio parere, devo risolvere il problema del parcheggio con Stefania, del giardino con Solange, dell’importanza delle scie chimiche nell’universo con Marcianò, e con te devo risolvere due questioni fondamentali trovando un punto di incontro su di esse: l’importanza del tuo movimento nella storia dell’umanità e il tuo carattere che mi fa venire voglia di prenderti a pugni.

All’importanza del tuo movimento e della tua discovery nella storia dell’umanità ci arrivo subito.

Punto primo. Ho dato rilievo alla tua vicenda in più di un post. Tu pubblichi regolarmente sulla mia bacheca di facebook e sul gruppo facebook del blog. Parlo di te alle conferenze, e quando sei venuto ai miei eventi ti ho sempre fatto prendere la parola, anche se il tuo intervento non era in programma.

Mi pare quindi di aver dato un certo peso alla tua vicenda.

Ora però ti svelo una cosa che ti stupirà e che farai fatica a credere. Eppure, se continuerai ad approfondire il tema dei poteri occulti, e continuerai a fare un lavoro di ricerca anche su te stesso, prima o poi converrai che è come ti sto per dire: tu non sei al centro del mondo. Non hai dato nessuna svolta storica ad alcunché.

Al contrario, la tua vicenda è simile a molte altre. In alcuni casi ci sono storie più drammatiche e di maggior interesse per l’opinione pubblica, e ritengo un errore, nel tuo caso, incentrarti solo sulla tua vicenda, quando saresti molto più efficace se ti occupassi di casi diversi. Le vicende di Cathy O’Brien, di Mark Phillips, di Marc Toussaint, o il più recente lavoro di Leo Zagami (questo sì una vera bomba nel panorama della storia dei poteri occulti), ma anche le vicende di Milica Cupic che ha prove documentali di diversi omicidi commessi dal marito, generale dell’esercito, hanno un’importanza storica e giudiziaria superiore alla tua, in alcuni casi coinvolgendo presidenti degli Stati Uniti, ministri, cardinali, generali con nomi e cognomi, ecc., e contribuendo a far capire la trama generale dei poteri occulti nel mondo.

La tua discovery è importante perché è uno dei tasselli in più che si aggiunge ai tanti già esistenti; ma, dal punto di vista comunicativo, la trovo assolutamente inefficace.

In sostanza alcuni file audio li trovo interessanti in un’ottica processuale, se il processo si svolgesse secondo regole corrette, ma di nessun interesse per il pubblico che ascolta, che ha metri di giudizio diversi rispetto a quelli di un tribunale.

La storia di Milica Cupic, ad esempio, toccando tasti nevralgici come la morte della sua bambina, con prove molto gravi, tocca l’opinione pubblica in modo più forte rispetto alla tua e contribuisce ad informare sull’effettivo stato di cose in cui versa il nostro sistema giudiziario in modo molto efficace. Ascoltando la sua storia si ha in pochi attimi la netta percezione dell’inefficienza e della corruzione del sistema. Ascoltando la tua, questa percezione arriva dopo un bel po’, sempre poi che uno abbia voglia di scervellarsi col tuo stile giuridichese e sia riuscito ad ascoltare i file senza addormentarsi.

Ad essere sincero, la parte più interessante della tua vicenda, quella più idonea a sensibilizzare il pubblico, non sono quegli incomprensibili audio, ma il fatto che tu sia stato sospeso dalle funzioni dal CSM, in modo illegittimo e repentino; è questo il punto più interessante della tua storia. Se infatti i tuoi audio e le tue ricerche sono una scoperta dell’acqua calda per chi conosce da anni problematiche di controllo mentale, MK-Ultra, pedofilia internazionale e società segrete, la cosa che davvero colpisce chi ti ascolta è che tu, dopo aver fatto una denuncia, sia stato sospeso dal CSM a velocità record.

La tua esperienza può essere interessante, se è presentata a dovere e nelle forme giuste, come ad esempio ha fatto Adam Kadmon per il programma Mistero. Dal punto di vista comunicazionale è più efficace quel video di Adam di tutto il casino che tu hai fatto fino ad oggi, spammando a tutto spiano sulla mia bacheca di facebook e polemizzando con me perché non ti do abbastanza spazio.

In sostanza, non hai dato alcuna svolta alla storia, ma hai dato semplicemente un contributo modesto all’evoluzione dell’umanità, né più né meno di quello che abbiamo dato io, Solange, Stefania, Marcianò, la Randazzo, ecc., unitamente ad altri milioni di persone in tutto il mondo.

Un lavoro molto importante farai invece se, come già qualche volta fai, ti occupassi con la tua esperienza di magistrato di fatti di cronaca e politica attuali (fatti di cronaca, stragi di stato, ecc.).

Una svolta storica all’umanità l’hanno data Buddha, Gesù Cristo, Maometto; e tale svolta è stata per certi versi molto diversa rispetto ai loro intendimenti, perché se Cristo avesse saputo che in suo nome si sarebbero combattute crociate, guerre, inquisizioni, probabilmente avrebbe scelto di fare il falegname e si sarebbe astenuto dal predicare.

Ma nonostante la svolta storica, l’umanità continua a farsi le guerre, si continua ad uccidere indiscriminatamente, si deturpa l’ambiente facendo della terra una discarica, e rispetto a 2000 anni fa non è cambiato molto.

Ci vorranno migliaia di anni affinché l’umanità cambi davvero. E a mio parere cambierà allo stesso modo anche se io decidessi di fare il panettiere e tu decidessi di darti all’ippica anziché alla politica.

In conclusione, ritengo importante il tuo lavoro e continuerò ad appoggiarlo. Ma lo farò compatibilmente con i miei tempi, con le altre cose di cui mi occupo, e con quella che ritengo essere la rilevanza del tuo lavoro rispetto a tutte le altre questioni che complessivamente mi tengono impegnato.

Per ora sei giovane e irruento, e ti è difficile capire che non è il mondo che deve adeguarsi a te, ma tu che devi adeguarti al mondo (e ti sarà anche difficile non incazzarti per le cose che ho detto); ma vedrai che, da grande, un giorno capirai. Anzi, sei un ometto ormai, e sei pronto per capire.


PS: Preciso che gran parte del tono di questa lettera è confidenziale, ironico, affettuoso. Appoggerò Paolo Ferraro nelle sue cose, anche se non necessariamente nella misura in cui vorrà lui, e diffonderò il suo lavoro. Avendo sopportato in passato e nel presente Solange, sopportare il caratteraccio di Paolo Ferraro sarà una passeggiata al confronto.

PS2: Mi piace molto quando analizzi i fatti di Brindisi, Falcone e Borsellino, ecc. Lì ti seguirò.



http://paolofranceschetti.blogspot.it/2012/05/lettera-aperta-al-magistrato-paolo.html
lucius - Ven Giu 01 2012, 17:19:37
Oggetto:
Ma qualcuno qui ha ascoltato le registrazioni che avrebbe fatto?
Valzer - Ven Giu 01 2012, 18:23:54
Oggetto:
Sì.
Elecri - Ven Giu 01 2012, 18:53:11
Oggetto:
Si caro Lucius. E non ci ho sentito gran che, sarà che i rumori di sottofondo mi trapanavano i timpani e le cuffie a palla non son proprio riuscita a tenerle.

Ma la ragione per cui sia stato sottoposto a TSO successivamente alla sua denuncia, rimane un mistero inquietante.
lucius - Ven Giu 01 2012, 22:33:03
Oggetto:
Elecri ha scritto:
Si caro Lucius. E non ci ho sentito gran che, sarà che i rumori di sottofondo mi trapanavano i timpani e le cuffie a palla non son proprio riuscita a tenerle.

Ma la ragione per cui sia stato sottoposto a TSO successivamente alla sua denuncia, rimane un mistero inquietante.


Forse perche' si e' un po' fissato e sente cose che non ci sono.
Reality Builder - Ven Giu 01 2012, 23:13:22
Oggetto:
Che tristezza! Sad

Prendere psicofarmaci e rincoglionirsi come sotto effetto di droga!

Che cosa divertente!
Elecri - Sab Giu 02 2012, 12:52:51
Oggetto:
[/quote]Forse perche' si e' un po' fissato e sente cose che non ci sono.[/quote]

Non mi sembra un buona ragione per applicare un TSO! Altrimenti metà delle persone che conosco ne avrebbero bisogno Shocked
Andrea18 - Sab Giu 02 2012, 13:21:43
Oggetto:
Infatti usano oramai il TSO solo per coloro che dicono la verità, così sembrano persone prive di senno.
Anubi - Mar Giu 12 2012, 19:19:22
Oggetto:
Paolo Ferraro - Da Dallas alla scuola Morvillo-Falcone di Brindisi



Adularja - Mar Giu 12 2012, 22:33:08
Oggetto:
Come fare per sfuggire da tutto questo? Sono terrorizzata..
smoking84 - Ven Giu 15 2012, 23:30:02
Oggetto:
Altro che TSO a me mi sembra fin troppo lucido Paolo..il TSO andrebbe applicato per qualcun altro che sta ai vertici del potere..

[url][/url]
Rinoceronte78 - Lun Giu 18 2012, 10:41:59
Oggetto:
qualcuno mi sa dire di più sul criminologo Francesco Bruno?
http://www.zam.it/biografia_Francesco_Bruno
Rinoceronte78 - Mer Mar 06 2013, 22:19:47
Oggetto:
http://www.stampalibera.com/?p=60679
Mantenos - Gio Mar 07 2013, 13:12:51
Oggetto:
A me pare, tuttavia, che Ferraro sia un po uscito di senno...

guardate la faccia dei giornalisti in questa tribuna elettorale!


Rinoceronte78 - Gio Mar 07 2013, 15:22:59
Oggetto:
Inoltre lo ritengo soprattutto,ingenuo,andare in bocca al leone per poi ottenere poco o nulla....
Adularja - Ven Mar 08 2013, 20:50:43
Oggetto:
copio da FACEBOOK:


Catena Umana Attorno Al Parlamento Italiano Paolo Ferraro è stato espulso dalla Magistratura con provvedimenti del CSM perché accusato di essersi inventato la presenza di massonerie e sette sataniche.
Ora il CSM mediante procedura Legale ha proposto innanzi al Tribunale di Roma la richiesta che Ferraro venga posto sotto Amministrazione di Sostegno e cure farmacologiche. In sostanza una richiesta di revoca di capacità giuridica di agire. Lui non potrà più nemmeno comperare un sacchetto di pane, o firmare un qualsiasi documento.

Sembra che nessuno dei familiari, padre, madre, fratelli, figli, convivente abbia avallato tale richiesta.

Io credo che questo caso debba farci riflettere tutti e soprattutto credo sia importante che di questo caso sia portato a conoscenza di tutti attraverso media e stampa.
Questo non è più un fatto personale, ma un provvedimento che coinvolge tutti gli italiani.
La verità deve uscire, qualsiasi essa sia.

Condividete per cortesia.
Peter e J.J.
Rinoceronte78 - Sab Mar 09 2013, 10:07:46
Oggetto:
spero che non si arrivi ad un punto di non ritorno...

Vogliono annichilire e distruggere il Magistrato Paolo Ferraro

ROMA, 9 Marzo: Come ho accennato ieri, con un post su ImolaOggi c’è una vicenda, innanzitutto umana, che sta scuotendo la coscienza di molti negli ultimi giorni. La via intrapresa per l’annichilimento e distruzione totale di Paolo Ferraro sta’ proseguendo a marce e tappe forzate .

Paolo Ferraro è stato espulso dalla Magistratura con provvedimenti del CSM perché accusato di essersi inventato la presenza di massonerie e sette sataniche.
Ora il CSM mediante procedura Legale ha proposto innanzi al Tribunale di Roma la richiesta che Ferraro venga posto sotto ad Amministrazione di Sostegno e cure farmacologiche. In sostanza una richiesta di revoca di capacità giuridica di agire. Se dovesse essere così, non potrà più comperare neanche il pane, o firmare un qualsiasi documento.
Nessuno dei familiari, padre, madre, fratelli, figli, convivente ha avallato tale richiesta.

Io credo che questo caso debba farci riflettere tutti e soprattutto credo sia importante che di questo caso sia portato a conoscenza di tutti attraverso media e stampa.
Anche perchè questo non è più un fatto personale, ma un provvedimento che coinvolge tutti gli italiani. La verità deve uscire, qualsiasi essa sia.

“Per il 14 marzo 2013 – scrive Paolo Ferraro – sono stato convocato in udienza dinanzi al giudice tutelare di Roma ( presidente della sezione Tribunale ) per la “nomina di ” amministratore di sostegno “ non alla mia anziana madre o alla signora terminale in ospedale… ma a me…
Chi sà capisce quanto grave sia questa iniziativa e comunque spiego per gli altri che significa togliere a un soggetto autonomia capacità di agire ed in crescendo intrappolarlo rapidamente .. nella direzione finale che è stata evidentemente tracciata dall’odio di chi credeva di poter mettere tutto a tacere .
Farlo a Paolo Ferraro significa esattamente quello che intuite e non servono parole .
Le iniziative relative spettano a voi ma non sono “per me” , sono per la strenua difesa della democrazia e della legalità”.

Vi premetto che ritengo la vicenda del Dott. Ferraro, già Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Roma, attinga e nuoccia i diritti umani – al di là delle valutazioni di verità o meno di quanto lo stesso ritiene stia accadendo (soprattutto a danno della sua persona ma anche della democrazia e della libertà di noi tutti) –.

Il Dott. Paolo Ferraro svolgeva la funzione di sostituto PM presso la Procura di Roma ed era definito anche dai Colleghi: Magistrato preparato, attento, scrupoloso e molto affidabile che ha sempre portato a termine in modo ottimale i suoi compiti.

Il Dott. Ferraro, alla fine del 2008 formalizzava una denuncia in Procura assumendo che nella sua abitazione, nel quartiere romano della Cecchignola, nei tempi in cui lui non era in casa, avvenivano rituali satanici, pratiche sessuali in condizioni di ipnosi e comunque sotto l’effetto di sostanze alteranti, che vedevano coinvolti adulti, bambini e quale vittima posta in stato di incoscienza l’allora sua compagna (quello che a pochi è conosciuta come: “ipnosi di massa”)

La denuncia del Magistrato veniva suffragata da registrazioni audio ambientali (Evidentemente non era nella possibilità di installare la tecnologia necessaria per fare le riprese visive)

Il sospetto di quanto potesse accadere a danno della sua donna e dei minori conduceva il Dott. Ferraro ad intraprendere una lunga e tortuosa attività di studio e approfondimento personali che, a suo dire, lo portavano a scoprire trame occulte e deviate tra i poteri istituzionali dello Stato, gli alti gradi militari (che trovavano nel quartiere della Cecchignola abitazione), psicologi, psichiatri e altri professionisti compiacenti, massoneria e sette sataniche.

Il Dott. Ferraro sostiene di essersi addentrato in questo quadro con grande ingenuità e inconsapevolezza, comprendendone i tasselli, legami e ruoli solo molto tempo dopo.

Perciò le sue “denunce”, inizialmente passavano per i canali “ufficiali e istituzionali”. Ciò l’avrebbe portato a “scoprirsi” e a divenire obiettivo da neutralizzare per dette istituzioni e poteri deviati.

Così si spiegherebbero, dal suo punto di vista, un TSOconvertito in ricovero volontario nel maggio/giugno 2009, con forzata assunzione di neurolettici; due procedure di dispensa dalle sue funzioni, avviate presso il CSM nel 2009 e 2010 su segnalazione delle Procure di Roma e Perugia e concluse con l’archiviazione; un’aspettativa per infermità di più di un anno (agosto 2011- dicembre 2012), seguita dalla delibera di dispensa dalle sue funzioni assunta per motivi di salute dal CSM lo scorso 06.12.2012 (che egli preannuncia di voler impugnare al TAR).

Nel frattempo, gli viene notificato lo scorso 07.02.13 il Ricorso del Procuratore Capo di Roma per la nomina di unamministratore di sostegno che dovrà acconsentire in sua vece alla somministrazione a lui di psicofarmaci.

Orbene, Paolo Ferraro ha riversato nel web tutta la sua storia e gli atti che – a suo dire – dimostrano il dramma umano di cui è vittima:http://paoloferrarocddgrandediscovery.blogspot.it/ ohttp://paoloferrarocddgrandediscoverydue.blogspot.it/

Egli sostiene che esistano certificati medici di specialisti, psichiatri e psicologi, che attestano il suo buon stato di salute psichica e il suo equilibrio.

Io ritengo che vada salvaguardato, al di là della fondatezza o meno della sue tesi, il suo diritto individuale di libertà a decidere del suo stato di salute ed, eventualmente, la sua libertà di curarsi o meno; la nomina di un amministratore di sostegno, in assenza di condizioni di pericolosità alcuna, che sostanzialmente gli imponga gravi e pesanti terapie a base di potentissimi psicofarmaci, è una violenza per lui e violazione dei diritti umani per tutti e non ultimo, un aggiramento delle libertà fondamentali dell’individuo che non può venire tollerato.

Non di meno il gravissimo fatto che lo sta coinvolgendo lede la fondamentale libertà di espressione e manifestazione del pensiero.

Paolo Ferraro sta chiedendo l’aiuto di molti, di tutti, nella sua battaglia per la libertà.

Ho ritenuto opportuno portare il caso su ImolaOggi proprio perché sia portato a conoscenza di tutti, sia per la specifica sensibilità di moltissimi lettori sulle tematiche della libertà individuale, sia per valutare se coinvolgere gli stessi lettori a sostegno di questa inaudita violenza e violazione dei diritti umani

Segnalo peraltro che nel contesto della procedura di nomina dell’amministratore di sostegno che avrà udienza il prossimo 14.03, Paolo Ferraro ha chiesto di venire assistito dall’Avv. Salvatore Frattallone.

Per quella data è prevista una conferenza stampa di sostegno alle 10.00 davanti al Tribunale civile di Roma ufficio giudice tutelare via Lepanto.

Io ci sarò. Voi fate come Vi pare….

Armando Manocchia
desperada74 - Sab Mar 09 2013, 12:47:04
Oggetto:
Il Dott. Paolo Ferraro è stato principalmente "vittima" della sua ingenuità....
Molto probabilmente quando denunciò i fatti che accadevano all'interno della cittadella militare "Cecchignola", non poteva immaginarne le reali proporzioni.
Un uomo di legge , un Giudice che per 30 anni si è speso per la Giustizia, un uomo che credeva nella magistratura, che mai avrebbe immaginato che uomini di legge come lui potessero essere coinvolti o al "servizio" di questa psico-setta( per usare le sue parole), quindi per questa ragione credo sia d'imputarsi alla sua ingenuità.
Quello che è grave, è che il Dott.Ferraro ha fatto tanto di nomi e cognomi, ma nessuno (almeno per quello che è dato sapere a noi poveri "mortali") è stato sottoposto ad indagini o provvedimenti disciplinari, anzi ....
Recentemente ho rivisto il film " La figlia del Generale", per quanto si possa trattare di fiction, credo aprà uno spaccato sull'ambiente militare americano...
Vorrei ricordare che dopo la fine della seconda guerra mondiale, è stato firmato il "famoso " Patto Atlantico", che sul territorio italiano son presenti basi NATO, questo per dire che senza ombra di dubbio i sistemi d'addestramento militare, gli esperimenti sulla psiche e compagnia bella, sono certamente gli stessi utilizzatii dai militari U.S.A.
Non è fiction o fantascienza , molti Marines dopo varie missioni hanno denunciato quanto accadeva in alcuni "siti"( è tutto documentato), basta saper cercare ed anche sul web è possibile trovare varie testimonianze.
Sappiamo che la C.I.A. ha in mano diversi strumenti utilizzati per il mind-control, per loro stessa ammissione, anche se spesso vengono chiamati "sistemi d'addestramento".
Credo che per comprendere la vera entità di questa vicenda basti veramente poco.
Perchè nessuno tra magistrati, forze dell'ordine e media ha mai detto che la Sig.ra Melania Rea si era rivolta alla procura di Teramo per portare a conoscenza la legge di quanto accadeva nella Caserma militare dove il marito Parolisi era di stanza??
Eppure a singhiozzo, qualcosa su quanto accadeva lì con le giovani soldatesse è trapelato, ma nessuno , nonostante il delitto della Rea , ha mai solo accennato ( tranne il Dott. Ferraro) a questo.
Sicuramente le implicazioni e le relative conseguenze sarebbero gravissime e pesantissime.
Sembra fantascienza, però Hollywood spesso ci ha raccontato gli ambienti militari Statunitensi, di cui noi siamo per " Patto" fratelli....
Guardate i film "Codice d'onore" e " La figlia del Generale", saranno sicuramente infarciti di "licenze" del regista, ma un fondo di verità potrebbe esserci!
Ora tornando al Dott. Ferraro , magari potrebbe sembrare (come dice Mantenos) fuori di senno, ma perchè ha avuto l'ardire di esprimere quanto noi già sappiamo su una rete televisiva pubblica???
Se invece tutto ciò è riferito al suo "modo" di esprimersi , probabilmente c'è un fattore psicologico che viene molto sottovalutato, l'essere sotto pressione, la disperazione nel non essere ascoltato, la delusione del suo ambiente di provenienza, il suo senso di Giustizia etichettato come farneticamenti di un folle.
Eppure tutto questo potrebbe far parte della strategia adottata da "lor signori" , per screditare chi denuncia, chi vorrebbe portare a conoscenza l'opinione pubblica !
Non a caso la mia firma su questo forum è proprio "quella" frase di Gandhi....
Riassume il loro "modus-operandi".....
Andate a vedere in che occasione il Mahatma la pronunciò....
Se realmente vogliamo mettere fine a questo sistema , sosteniamo chi trova il coraggio di "combattere", non facciamo ciò che le grandi "lobby" desiderano....
il motto dei "grandi criminali " è divide et impera!!

Meditiamoci su....
Mantenos - Sab Mar 09 2013, 18:19:08
Oggetto:
sono d'accordo con te Desperata. L'isolamento in questi casi è la peggiore delle condanne.

quanto pare, la stessa sua famiglia, sorella e fratello, sono coinvolti nella Massoneria quella più "occulta" e "Kontrollante".

Lo scrive nei suoi articoli; e su youtube dove racconta dei contrasti e delle accuse che avrebbe ricevuto dai stessi familiari stretti. Dunque roba che si potrebbe ascrivere nel suo albero genealogico... E qui, il discorso potrebbe aprirsi ulteriormente, da bravo complottista quale sono! (cioè chi ci dice se lui stesso non sia sotto controllo? le sue uscite improvvise, i cambi repentini, la ricerca di essere "accettato" e "compreso" dagli altri sono tutti aspetti psicologici importanti da tenere presente).

Il "karma" che si porta dietro non deve essere per niente facile...
smoking84 - Sab Mar 09 2013, 19:38:06
Oggetto:
Mantenos ha scritto:
A me pare, tuttavia, che Ferraro sia un po uscito di senno...

guardate la faccia dei giornalisti in questa tribuna elettorale!



Scusa ma cosa dici? è ovvio che gli altri ridono se senti sono due che fanno parte delle liste pro-Monti cosa dovrebbero fare? Un PM parla in tv di massoneria e poteri occulti è ovvio che lo prendano per pazzo...Invece bisogna sostenerlo e il 14 marzo ci dovrebbero essere migliaia di persone fuori il Tribunale a Roma dove sarà in udienza, per bloccare questo scempio e salvare Paolo!!
Mantenos - Sab Mar 09 2013, 21:22:49
Oggetto:
parlare di certi argomenti richiede una dialettica più sagace e più attenta a muovere la rappresentazione degli eventi, come anche nella collettività. E siccome seguo il caso sin dall'inizio dei suoi eventi, credo che in più di una occassione il magistrato abbia calcato troppo la mano. Sparando ovunque il concetto di massonerie a poteri occulti che la maggior parte delle gente non conosce o ritiene roba da film...

Dico solo, purtroppo che questo approccio comunicativo ha rischiato, e rischia tutt'ora di fare autogol...

ps
scusa, ma ho il mio bel da fare con la mia vita, per altro molto difficile... e devo cercare di salvarmi prima che sia troppo tardi, per quanto marginale al tutto! A ciascun il suo
un saluto!
Mantenos - Dom Mar 10 2013, 23:35:37
Oggetto:
http://paoloferrarotrumanshowstory.webnode.it/notizie/


http://paoloferrarotrumanshowstory.webnode.it/news/a3-la-grande-discovery-brogliacci-con-audio-e-video-/
Stefania Nicoletti - Gio Mar 14 2013, 22:45:10
Oggetto:

Mantenos - Ven Mar 15 2013, 00:09:08
Oggetto:
grande ragazzi! Forza Paolo! Fate anche i nomi di questi presunti giudici che dovrebbero valutare il caso. Almeno girano anche tra i "complottisti"....
smoking84 - Ven Mar 15 2013, 00:23:44
Oggetto:
Grande grande grande Paolo!!! Peccato ci fossero poche persone rispetto al tam tam che si è avuto in rete anche sul blog M5S..questa questione non riguarda solo il PM ma tutti noi e tutto il popolo italiano!!
Adularja - Sab Mag 11 2013, 19:26:54
Oggetto:
VOGLIONO DARE UN AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO ALL’EX MAGISTRATO PAOLO FERRARO.
La Questione è molto grave, la probabile nomina di amministrarore di sostegno per un uomo nel pieno possesso delle sue capacità cognitive ed intellettive, per un uomo nel pieno possesso delle sue capacità di intendere e di volere, per un uomo capace di gestirsi e gestire, è un’atto giuridico ridicolo, scandaloso e osceno. Tutto ciò per annichilire, distruggere e togliere la capacità di agire ad un magistrato onesto e devoto alla sua professione, rispettoso delle istituzioni ma scomodo agli apparati di potere deviati.

Sostenere l’ex magistrato Paolo Ferraro significa difendere la democrazia e la legalità. La vostra presenza e partecipazione è importantissima. VI ASPETTO IN TANTI davanti al Tribunale Civile di Roma – Ufficio del Giudice Tutelare di Roma, Via Lepanto (Giovedì 16 maggio 2013) ore. 10.00.

EVENTO FACEBOOK:
https://www.facebook.com/events/262104147266621/?ref=3
Adularja - Ven Mag 17 2013, 13:51:15
Oggetto:
http://www.signoraggio.it/marra-ecco-perche-stanno-per-uccidere-il-pm-paolo-ferraro-ascolta-laudio-delludienza-di-ieri-16-5-2013-per-nominargli-un-amministratore-di-sostengo-pur-essendo-egli-sanissimo-di-mente/
Anubi - Lun Mag 20 2013, 17:10:59
Oggetto:

Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB