Poteri occulti

Uccisi dal sistema - Amy Winehouse trovata morta nella sua casa di Londra

***Stefy*** - Sab Lug 23 2011, 18:50:16
Oggetto: Amy Winehouse trovata morta nella sua casa di Londra
Un'altra star che si unisce al ''Club 27''...!!? Confused

Citazione:

Da chiarire le circostanze della morte, secondo la polizia


Roma, 23 lug. (TMNews) - La cantante Amy Winehouse sarebbe stata trovata morta nella sua casa di Londra. Lo riferiscono fonti di Sky News.

Secondo fonti della polizia, riferisce sempre l'emittente britannica, le circostanze della morte sarebbero "ancora da chiarire".







Citazione:

E’ di pochi minuti fa la notizia del decesso di Amy Winehouse.

Sky News riferisce che la cantante 27enne sarebbe stata trovata morta in casa sua.

Ancora pochissime le informazioni a riguardo e nessuna conferma ufficiale, molte altre testate stanno tuttavia confermando la triste notizia. Amy Winehouse aveva recentemente accusato nuovi problemi di salute e aveva annullato diverse date del tour.


Fonte:Outune.net [/b]

duepiudue - Dom Lug 24 2011, 00:50:44
Oggetto:
ciao stefy, in questo caso secondo me la situazione e la personalità di questa "artista" lascia pochissimo spazio a qualsivoglia dubbio in fatto di omicidio massonico o rituale.
questa persona abusava talmente tanto di sostanze che aveva già rischiato la morte nel 2009. ci sono addirittura dei video in cui si vede che PIPPA mentre performa. io non vorrei azzardare conclusioni affrettate, ma penso che non ci sia niente di strano in questa morte famosa. semplice overdose da cocktail di alcool e droghe varie.
club 27? odio la parola coincidenza ma in questo caso mi trovo costretto ad usarla...

fammi sapere quali sono i tuoi dubbi al riguardo

a presto
G
Anonymous - Dom Lug 24 2011, 09:17:45
Oggetto:

Anonima - Dom Lug 24 2011, 20:05:02
Oggetto:
Amy Jade Winehouse ..... c'è anche la J nel nome, come per la maggior parte dei morti del club 27.
duepiudue - Dom Lug 24 2011, 21:08:25
Oggetto:
il discorso è che per gli altri ci sono un sacco di incongruenze, testimonianze al riguardo... questa si è solo drogata fino allo sfinimento. io credo. inoltre gli altri muovevano un po' le coscienze delle masse... questa parlava solo dei suoi cazzi. a meno che io non sappia qualcosa, sinceramente non ero un gran fan, in effetti...
Muted - Dom Lug 24 2011, 23:05:56
Oggetto:
in effetti "parlava solo dei suoi cazzi", non credo si interessasse a tematiche sociali. però tra gli altri, credo volesse smuovere le coscienze delle masse solo Janis Joplin.
Mantenos - Dom Lug 24 2011, 23:19:21
Oggetto:
C'è sempre qualcuno che sfrutta le circostanze per un rito o per una comunicazione. Per quanto mi riguarda voglio sentire quale notizie usciranno in questi giorni. E quali eventualmente pensare di poter decriptare... (quale mese fa è morto un grande della musica Rock, Gary Moore, ma nessuno sembra essersi accorto di niente...le modalità del suicidio o presunto tale è sempre lo stesso: camera di albergo, droga, alcool e tanta solitudine...)
+C.S.P.B.+ - Lun Lug 25 2011, 12:37:43
Oggetto:
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Disorder - Lun Lug 25 2011, 13:28:02
Oggetto:
sempre e solo un occhio in evidenza in quelle foto....

______________________________________________________________________

Io penso che arrivati ad un certo punto, invece di far tramontare naturalmente queste "stelle", le eliminino per mitizzarle.
Lo sappiamo che quasi tutti gli artisti guadagnano e fanno guadagnare più da morti che da vivi...

***Stefy*** - Lun Lug 25 2011, 16:07:40
Oggetto:
Disorder ha scritto:

Io penso che arrivati ad un certo punto, invece di far tramontare naturalmente queste "stelle", le eliminino per mitizzarle.
Lo sappiamo che quasi tutti gli artisti guadagnano e fanno guadagnare più da morti che da vivi...


Interessante...anch'io ho pensato a questa ipotesi..crudele ma possibile...
_______________________________________________________________________

Intanto si alimenta il mistero sulla morte..forse proprio per accrescerne il mito...

Citazione:
Amy Winehouse, mistero sulla morte: "In casa nessuna traccia di droghe"

25 lug 2011

Oggi i risultati dell'autopsia: Amy Winehouse dovrebbe essere morta a causa di una dose eccessiva di alcol e droghe. Ma la Polizia britannica nega di aver trovato stupefacenti nella casa dove la cantante è morta - e il suo medico personale, che l'aveva visitata venerdì sera: "Stava bene"


***Stefy*** - Lun Lug 25 2011, 16:54:25
Oggetto:
Ho trovato questo video molto interessante...e risalente ad un periodo antecedente alla morte di Amy Winehouse e precisamente al 12 maggio 2011.

Il suo ideatore ''MrAnonimous07'',pone in evidenza le differenze tra Lady gaga,ormai conclamata schiava del sistema,ed Amy Winehouse....e si domanda come è possibile che nei lavori di Amy,cantautrice,con una voce unica al mondo,uno stile innovativo,e con milioni di copie vendute in tutto il mondo in pochissimo tempo, non ci sia traccia degli illuminati??... eppure analizzando il suo lavoro..non ve ne è traccia...è possibile che sia immune dall'influenza degli illuminati?...come ha potuto esprimersi liberamente in tutto queto tempo all'interno del sistema risquotendo un così grande successo?...

Egli sostiene che proprio a causa del rifiuto di piegarsi alla volontà del ''grande occhio''...l'artista è stata massacrata dalla stampa per il suo consumo di droghe ed alcool...i media,veicolati dal sistema, sono maestri nel distruggere l'immagine di qualcuno..e sottolinea: SECONDO VOI LA WINEHOUSE è L'UNICA ARTISTA CHE BEVE E FA USO DI DROGHE?

Nel singolo ''Rhab'' afferma che ''loro'' vogliono farla riabilitare ma che lei si opporrà in ogni modo...

Nel video ''Back to Black'' Amy assiste al proprio funerale ed alla fine si mostra la sigla : ''R.I.P. Amy Winehouse''...

Termina il capitolo Winehouse dicendo: Amy ora ha una scelta...o torna sotto il loro dominio o non torna più...

Ed a giudicare da come è andata...



duepiudue - Lun Lug 25 2011, 18:37:40
Oggetto:
stefy, effettivamente mi sembra plausibile. non capisco però perché sacrificare bei milioni di copie soltanto perché non si è piegata al loro DOMINIO.
l'analisi del video non fa una piega.
però sul serio, cui prodest?
non vorrei sembrare bigotto/moralista, però io non sono tanto dispiaciuto. una cantante che per forza di mercato si rivolge ad un target di BAMBINE che vanno dai 12 ai 17 anni e promuove droga, alcool e cazzi vari non mi manca assolutamente. lo sfacelo della società contemporanea purtroppo è dovuto anche alle varie Ke$ha, Britney, Rihanna (che ha trasformato una PREGHIERA in un inno al sadomasochismo), Paris Hilton e via discorrendo.
siete d'accordo o sono troppo vecchio? voglio dire, gli anni 90 non erano così merdosi. adesso a 12 le ragazzine si vantano di aver provato la coca...
Anubi - Lun Lug 25 2011, 20:37:34
Oggetto:
duepiudue ha scritto:
stefy, effettivamente mi sembra plausibile. non capisco però perché sacrificare bei milioni di copie soltanto perché non si è piegata al loro DOMINIO.
l'analisi del video non fa una piega.
però sul serio, cui prodest?
non vorrei sembrare bigotto/moralista, però io non sono tanto dispiaciuto. una cantante che per forza di mercato si rivolge ad un target di BAMBINE che vanno dai 12 ai 17 anni e promuove droga, alcool e cazzi vari non mi manca assolutamente. lo sfacelo della società contemporanea purtroppo è dovuto anche alle varie Ke$ha, Britney, Rihanna (che ha trasformato una PREGHIERA in un inno al sadomasochismo), Paris Hilton e via discorrendo.
siete d'accordo o sono troppo vecchio? voglio dire, gli anni 90 non erano così merdosi. adesso a 12 le ragazzine si vantano di aver provato la coca...


Sei troppo vecchio Mr. Green

Cmq sottovaluti i giovani secondo me.

Non mi sembra che quelli che hanno seguito e seguono ancora i vari Jimi Hendrix,Jim Morrison ecc.. siano diventati una generazione di drogati.

Per fregare i giovani serve qualcosa di più subdolo e subliminale.
Diffido più di una Gaga che di un Sid Vicious per esempio

Wink

Un mio amico anni fa è morto a causa dell'eroina ,nn per overdose ma per epatite c.
Amava i Pink Floyd,Ac/Dc,ecc..
Chi non ha avuto modo di conoscerlo lo avrebbe etichettato come "drogato che segue musica di drogati "
Io che lo conoscevo sapevo invece che il suo male nasceva da una famiglia completamente sfasciata.
duepiudue - Lun Lug 25 2011, 21:47:55
Oggetto:
infatti non mi permetterei mai di parlar male dei musicisti che hai detto te. ho appunto citato una nuova "legione" di prodotti del sistema corrotto, dimenticando tra l'altro di citare lady gaga con i suoi demoni, occhi onniveggenti e messaggi subliminali a tutto spiano. chiaramente sarebbe un discorso molto complesso da affrontare, tuttavia io so per certo - e so che anche tu sarai d'accordo - che questo tipo di "musica" danneggia il cervello e il cuore delle nuove generazioni. pink floyd, bob marley, john lennon facevano comunque pensare con i loro testi. questi fanno solo del danno e contribuiscono ad alimentare un clima sempre crescente di ipnosi di MASSA Sad
duepiudue - Lun Lug 25 2011, 21:50:32
Oggetto:
inoltre aggiungo che nei 70 / 80 +, eccettuati malesseri profondi generati dal proprio status sociale o familiare, i fans potevano magari leggere the doors of perception e farsi venire voglia di un bel viaggio psichedelico, ma li c'era appunto un MINIMO di consapevolezza e spiritualità. adesso i giovani bevono e si drogano perché DEVONO farlo... è questo ciò che volevo dire, spiegandomi ovviamente male
julia - Lun Lug 25 2011, 23:09:45
Oggetto:
Il capro espiatorio è la vittima di un rito sacrificale che ogni società, molto più violentemente le società antiche, in forma più mediata e nascosta quelle moderne e contemporanee, mette in atto quando , al suo interno, la conflittualità, il disagio, la difficoltà di convivenza, arrivano a un livello non più governabile.E’ necessario che questi elementi di difficoltà e di ostilità vengano superati per permettere il proseguimento della convivenza civile e, soprattutto, il mantenimento dei rapporti di potere. C'è, dunque, una funzione sociale del sacrificio: il sacrificio restaura l' unità sociale, polarizzando su una vittima sostitutiva, il capro espiatorio, le pulsioni violente della comunità.
Il meccanismo vittimario , in tutte le società e in tutte le epoche, ha appunto questa funzione.
Anche se, avverte Girard, nel mondo plasmato dalla tradizione giudaico-cristiana, il sacrificio ha sempre meno importanza ed efficacia, perché il suo significato è sempre più visibile.
Il fatto che la vittima sia innocente, che la vittima sia scelta spesso a caso o per delle ragioni mimetiche, che non hanno nulla a che vedere con i conflitti che si stanno svolgendo, questo fatto è sempre più evidente agli stessi sacrificatori che, forse, cercano di convincersene, ma non vi riescono. Di conseguenza, questa perdita di potere del sacrificio è esemplare, molto significativa, ed è presente ovunque.
Ovviamente ci sono sempre mondi nel mondo, o momenti nel tempo, in cui il meccanismo vittimario continua a svolgere la sua funzione,
All’interno del gruppo sociale si identifica, per ragioni evidenti o misteriose, qualcuno a cui viene attribuita una “differenza mitica” dagli altri membri del gruppo e su cui viene deviata la violenza e l’ostilità di tutti gli altri appartenenti al gruppo.
Il meccanismo vittimario richiede unanimità nell’identificazione della vittima, unanimità nel riconoscimento delle colpe della vittima come sue colpe esclusive e esaustive del male sociale (appunto, la differenza mitica)..
L’unanimità, per essere perfetta, deve riguardare anche la vittima: la vittima deve riconoscersi colpevole.

Se mancasse questa unanimità, il sacrificio ( letterale nelle società antiche, metaforico, ma non sempre, in quelle moderne e contemporanee) della vittima sarebbe un crudele e ingiustificato martirio, solo l’unanimità lo consente e lo legittima.
In nessun caso qualcuno dei carnefici riconosce il verificarsi del meccanismo vittimario, tutti sono convinti della legittimità e della giustizia del rito.
Girard chiama questo rituale sociale “l’antica via degli empi” e fa notare come, precedentemente alla identificazione come capro espiatorio, l’empio ha avuto sempre un grande potere , un riconoscimento del suo carisma ugualmente unanime.
I capri espiatori che vengono analizzati da Girard ( Edipo, Socrate, Gesù Cristo, Antigone e, ovviamente ,Giobbe, solo esempi di un meccanismo frequente in ogni società) hanno avuto tutti un iniziale consenso e apprezzamento prima di divenire capri espiatori , solo il consenso iniziale giustifica l’identificazione a vittima, una vittima qualsiasi non serve allo scopo.
L’innalzamento e la caduta hanno la stessa origine ( per Girard, l’invidia mimetica, il mimetismo dell’odio e dell’invidia si propagano altrettanto rapidamente del mimetismo dell’ammirazione).
Interessante è il caso di Antigone. Nella tragedia di Sofocle solo l’esigenza di unanimità può spiegare l’importanza che il re Creonte attribuisce alla ribellione di Antigone che vuole seppellire il fratello Polinice nella sua patria.
Mostrando che Polinice non differisce per niente da Eteocle , suo fratello nemico, Antigone impedisce la risoluzione sacrificale voluta da Creonte perché impedisce l’instaurarsi della differenza mitica fra i fratelli.
E’ necessaria, dunque, l’unanimità dell’identificazione della vittima,la vittima stessa deve far parte di questa unanimità, perché solo se anche “l’empio” riconosce la sua colpa è possibile la perfezione della ritualità vittimaria.
Edipo è il capro espiatorio perfetto: riconosce la sua colpa e si punisce , Giobbe non è un capro espiatorio ideale perché chiede ragione delle disgrazie e dell’ostracismo di cui è vittima, accorrono, allora, gli amici che vogliono convincerlo della sua colpevolezza.
Non può essere ingiusta la tua sorte, essi dicono, altrimenti Dio sarebbe ingiusto, dunque tu sei colpevole.
Giobbe, invece, non trema di fronte alla contraddizione e ne chiede ragione: io sono martirizzato e innocente e Dio è giusto. Non è il capro espiatorio ideale.
Bisogna sempre, dice Girard , garantire la coincidenza perfetta fra la prospettiva dei carnefici e quella delle vittime. Una verità unica che si imponga a tutti gli uomini senza eccezione, compresi quelli che restano schiacciati al passaggio del suo corteo trionfale.
Testo di riferimento: René Girard- L’antica via degli empi - Adelphi.
Disorder - Mar Lug 26 2011, 10:35:08
Oggetto:
Disorder ha scritto:
Io penso che arrivati ad un certo punto, invece di far tramontare naturalmente queste "stelle", le eliminino per mitizzarle.
Lo sappiamo che quasi tutti gli artisti guadagnano e fanno guadagnare più da morti che da vivi...


Come volevasi dimostrare:

- «Back to Black» il più scaricato da Internet (
)

- Tornano in classifica gli album di Amy Winehouse (
)

...quanto è stupida la gente...perchè non premia questi artisti in vita?

@Stefy: interessante ciò che dice MrAnonimous07, io credevo che ogni artista ad alti livelli dovesse per forza avere le spalle scoperte. Sono molto contento che una delle mie band preferite, i Muse, sia tra quelle contro il sistema. C'è un però: la casa discografica dei Muse...WARNER MUSIC...troppo internazionale, troppo potente per non essere completamente "con le mani in pasta".
Fabio88 - Mar Lug 26 2011, 11:12:47
Oggetto:
C'è anche la A nel nome- tipico segnale ricorrente si tratta di omocidio rituale massonico... Adesso ho notato che c'è anche la I nel nome... ah sì gli estremi ci sono tutti

Wink
Muted - Mar Lug 26 2011, 15:49:05
Oggetto:
Anubi ha scritto:
Un mio amico anni fa è morto a causa dell'eroina ,nn per overdose ma per epatite c.
Amava i Pink Floyd,Ac/Dc,ecc..
Chi non ha avuto modo di conoscerlo lo avrebbe etichettato come "drogato che segue musica di drogati "
Io che lo conoscevo sapevo invece che il suo male nasceva da una famiglia completamente sfasciata.


Anch'io amo i Pink Floyd eppure non mi sono mai drogato, né ritengo che i Pink Floyd siano "musica di drogati". La droga non è mai stata presa in considerazione dal gruppo, se si eccettua l'esordio con la breve influenza di Syd Barrett.


Leggendo questi ultimi post devo fare alcune considerazioni.
Per quanto riguarda il confronto tra la musica degli anni 60/80 e la musica attuale nel suo rapporto con il NWO, ritengo sia superficiale dire "la musica di quegli anni voleva dare qualche messaggio ai giovani" e "uno poteva avere voglia di drogarsi ma non è che doveva farlo". In realtà i messaggi subliminali e gli omaggi al demonio ci sono sempre stati, anzi furono fiorenti in quegli anni. Io sono convinto i precursori ne siano stati i Beatles. Sarà nota a tutti voi la presenza di Aleister Crowley sulla copertina di "Sergent Pepper" che raffigura "tutte le persone che hanno inluenzato il loro mondo" [così più o meno disse Ringo], ma la presenza di messaggi occulti nei loro lavori non è mai stata presa in considerazione. Ad esempio io rimasi sconvolto dalle figure che vidi nel booklet del disco "Magical Mistery Tour", un album che allude fin dal titolo a magia, iniziazioni e probabili viaggi acidi. Sarebbe interessante parlarne con voi del forum. Quanto all'influenza sui giovani degli artisti dell'epoca, posso dire che mia madre, all'epoca una ragazzina, chiudendosi in camera ad ascoltare i dischi dei Beatles, provava una tale depressione da sentirsi quasi vicina a idee di suicidio.
Tutto quanto ho sentito sui messaggi subliminali, quanto sia più o meno vero, l'ho sempre ritenuto un semplice omaggio al demonio allo scopo di garantirsi il successo. Il fatto che quest'opera occulta sia identificabile come prodotta dai musicisti seguaci del NWO, come fate intendere in questo thread, potrebbe rendere queste ipotesi maggiormente attendibili.
Il video mi ha impressionato molto, allarmato e lo trovo molto interessante. Chi lo ha realizzato arriva a distinguere tra artisti seguaci del Nwo e artisti contrari a questo sistema. Tra gli artisti seguaci del Nwo posso metterci subito dentro Tori Amos, la quale è parecchio esplicita in "Father Lucifer" dove gli si rivolge familiarmente parlando con dileggio del "Cristo appeso". Oppure in "God" dove arriva a dargli in pratica dell'...impotente sessuale. La mia perplessità era dovuta al suo apparire troppo chic per far comunella col demonio, ma invece certamente il suo appoggio al Nwo giustifica il suo stile patinato.
Mi ha sorpreso il messaggio dei Muse, perfettamente plausibile, in un gruppo che non credevo volesse dire alcunché. Mi sbagliavo di grosso, perché l'album "The resistance" contiene proprio una canzone intitolata "Mk ultra"!!! Io possiedo l'album originale e non l'avevo mai notato!! In questo brano si fa chiaro riferimento al controllo mentale, un po' come tutti i testi di quell'album, ora dovrò impararli. Non davo importanza al titolo "HAARP" di una loro raccolta e invece mi incuriosivano i testi criptici degli Radiohead, visti pure i due brevi intermezzi strumentali chiamati "Mk1" e "Mk2" dell'album "In rainbows". Non avevo notato invece il richiamo più specifico dei Muse, sia per un interesse musicale minore nei loro confronti, sia perché all'epoca in cui mi venne regalato l'album (a Natale lo scorso anno) non mi interessavo a queste tematiche. A ogni modo, che ne pensate dei possibili messaggi di Thom Yorke degli Radiohead?? Question
Infine, mi ha spaventato l'analisi su Lady Gaga, del tutto plausibile. Sono spaventato perché mio fratello più piccolo, di 16 anni, ne è un fan sfegatato. Il suo ultimo video che ho visto nella prosecuzione dei filmati è terribilmente esplicito, ma mio fratello sarà ostinato a giustificarla, come sempre. Il terzo filmato che ho visto, però, in lingua spagnola, mostra alla fine una Gaga che prega Dio di dargli la forza e "lavare la sua merda"...che abbia ancora qualche possibilità di redenzione?
Concludo con una mia riflessione. Sono convinto che tutta la musica che gira di continuo alla radio e ancora di più sui principali canali tv musicali, al di là di un ruolo chiave per il Nwo, sia una azione di rimbecillimento per le giovani masse. Sono sempre stato convinto che i ritmi ossessivi e le immagini frenetiche e scurrili che veicolano le canzoni oggi cosiddette "commerciali", cioè quelle che vengono utilizzate per "ballare" e che mio fratello adora, servano ad assoggettare i giovani al sistema togliendo loro la facoltà di ragionare. In pratica vengono creati ritmi adatti a rimbecillire e vengono poi fatti circolare in una quantità decisamente sproporzionata. Mio fratello dice che questo serve a far soldi, io dico che serve a "ipnotizzare" la massa, come suggerisce l'autore del video. Considerando l'appoggio di lady gaga al nwo, la mia ipotesi calza a pennello e si fa più inquietante. Se una volta questo ruolo veniva affidato al rock, ora è la musica "pop", ovvero quella orecchiabile e ballabile, il veicolo dei messaggi del nwo per le masse giovani.
Scusate il mio attacco di logorrea, ma ho approfittato dell'imput per dire ciò che penso in un topic "frequentato", piuttosto di aprire altri thread appositi.
Muted - Mer Lug 27 2011, 01:09:20
Oggetto:
Tornando on topic (scusate per la mole di argomenti trattati), tendo invece a dissentire sulla tesi riguardo ad Amy Winehouse. Il testo di "Back in Black", dove parla d'amore, potrebbe semplicemente riferirsi al ritorno alla depressione di cui soffriva o alla dipendenza. Anche gli altri esempi citati mi sembrano attribuibili alla sua vita quotidiana.
***Stefy*** - Mer Lug 27 2011, 14:37:34
Oggetto:
Lady Gaga parla al mondo...mi sembra quasi che voglia assumere le vesti di una sacerdotessa portatrice di un ''messaggio globale'' finalizzato al ''risveglio delle coscienze''......la morte della Winehouse dice, è per"una lezione per il mondo"....e conclude la sua intervista come se stesse facendo una predica,dicendo che bisogna "prendersi cura di lei, prendersi cura della sua anima".


Citazione:
"Non uccidete la diva, non rubatele l'anima": Lady Gaga ha lanciato un appello ai media e a ai fan perche' non divorino le star dello spettacolo, come avvenuto per Amy Winehouse. La cantante ha spiegato che la tragica morte della collega, che conosceva personalmente, deve essere "una lezione per il mondo": non bisogna fagocitare la star ma "prendersi cura di lei, prendersi cura della sua anima".




In relazione all'articolo da me postato..metto anche in evidenza il passo postato da julia sul ''capro espiatorio''...perchè,a mio parere, molto significativo e chiarificatore...

Citazione:
è la Il capro espiatorio vittima di un rito sacrificale che ogni società, molto più violentemente le società antiche, in forma più mediata e nascosta quelle moderne e contemporanee, mette in atto quando , al suo interno, la conflittualità, il disagio, la difficoltà di convivenza, arrivano a un livello non più governabile.E’ necessario che questi elementi di difficoltà e di ostilità vengano superati per permettere il proseguimento della convivenza civile e, soprattutto, il mantenimento dei rapporti di potere. C'è, dunque, una funzione sociale del sacrificio: il sacrificio restaura l' unità sociale, polarizzando su una vittima sostitutiva, il capro espiatorio, le pulsioni violente della comunità.

All’interno del gruppo sociale si identifica, per ragioni evidenti o misteriose, qualcuno a cui viene attribuita una “differenza mitica” dagli altri membri del gruppo e su cui viene deviata la violenza e l’ostilità di tutti gli altri appartenenti al gruppo.


Il meccanismo vittimario richiede unanimità nell’identificazione della vittima, unanimità nel riconoscimento delle colpe della vittima come sue colpe esclusive e esaustive del male sociale (appunto, la differenza mitica)..

L’unanimità, per essere perfetta, deve riguardare anche la vittima: la vittima deve riconoscersi colpevole.



..Amy Winehouse,personaggio noto a livello mondiale, è il ''capro espiatorio'' dei mali di tutta la nostra società ..ella era colpevole di ''guastare'' i giovani con il messaggio che trasmetteva loro a causa della sua dipendenza da alcool,droghe ecc...

...Ma ella stessa non negava...si riconosceva colpevole delle sue debolezze...come colpevole era riconosciuta da tutta la società..tanto che quasi ''meritava'' la fine che ha fatto...prima o dopo doveva morire!

La società stessa con la sua morte ha compiuto il suo RITUALE, sacrificando uno dei suoi membri più noti e colpevoli..ed ora..la Sacerdotessa Gaga, invita tutti a riflettere..perchè...la morte della Winehouse è stata una lezione per il mondo intero...ma ora che è stata sacrificata..bisogna pensare a ''salvare la sua anima'' peccatrice affinchè sia redenta e ricordata come una diva..o meglio... una martire!!..

Ed ora tutto il mondo la perdonerà...perchè ha pagato con il sangue le sue colpe..e la amerà acquistando i suoi dischi,adorando le sue immagini ed ascoltando le sue canzoni..l'espiazione è compiuta.
+C.S.P.B.+ - Mer Lug 27 2011, 16:10:41
Oggetto:
***Stefy*** ha scritto:
Lady Gaga parla al mondo...mi sembra quasi che voglia assumere le vesti di una sacerdotessa portatrice di un ''messaggio globale'' finalizzato al ''risveglio delle coscienze''......la morte della Winehouse dice, è per"una lezione per il mondo"....e conclude la sua intervista come se stesse facendo una predica,dicendo che bisogna "prendersi cura di lei, prendersi cura della sua anima".


Citazione:
"Non uccidete la diva, non rubatele l'anima": Lady Gaga ha lanciato un appello ai media e a ai fan perche' non divorino le star dello spettacolo, come avvenuto per Amy Winehouse. La cantante ha spiegato che la tragica morte della collega, che conosceva personalmente, deve essere "una lezione per il mondo": non bisogna fagocitare la star ma "prendersi cura di lei, prendersi cura della sua anima".




In relazione all'articolo da me postato..metto anche in evidenza il passo postato da julia sul ''capro espiatorio''...perchè,a mio parere, molto significativo e chiarificatore...

Citazione:
è la Il capro espiatorio vittima di un rito sacrificale che ogni società, molto più violentemente le società antiche, in forma più mediata e nascosta quelle moderne e contemporanee, mette in atto quando , al suo interno, la conflittualità, il disagio, la difficoltà di convivenza, arrivano a un livello non più governabile.E’ necessario che questi elementi di difficoltà e di ostilità vengano superati per permettere il proseguimento della convivenza civile e, soprattutto, il mantenimento dei rapporti di potere. C'è, dunque, una funzione sociale del sacrificio: il sacrificio restaura l' unità sociale, polarizzando su una vittima sostitutiva, il capro espiatorio, le pulsioni violente della comunità.

All’interno del gruppo sociale si identifica, per ragioni evidenti o misteriose, qualcuno a cui viene attribuita una “differenza mitica” dagli altri membri del gruppo e su cui viene deviata la violenza e l’ostilità di tutti gli altri appartenenti al gruppo.


Il meccanismo vittimario richiede unanimità nell’identificazione della vittima, unanimità nel riconoscimento delle colpe della vittima come sue colpe esclusive e esaustive del male sociale (appunto, la differenza mitica)..

L’unanimità, per essere perfetta, deve riguardare anche la vittima: la vittima deve riconoscersi colpevole.



..Amy Winehouse,personaggio noto a livello mondiale, è il ''capro espiatorio'' dei mali di tutta la nostra società ..ella era colpevole di ''guastare'' i giovani ed il messaggio che trasmetteva loro a causa della sua dipendenza da alcool,droghe ecc...

...Ma ella stessa non negava...si riconosceva colpevole delle sue debolezze...come colpevole era riconosciuta da tutta la società..tanto che quasi ''meritava'' la fine che ha fatto...prima o dopo doveva morire!

La società stessa con la sua morte ha compiuto il suo RITUALE, sacrificando uno dei suoi membri più noti colpevoli..ed ora..la Sacerdotessa Gaga, invita tutti a riflettere..perchè...la morte della Winehouse è stata una lezione per il mondo intero...ma ora che è stata sacrificata..bisogna pensare a ''salvare la sua anima'' peccatrice affinchè sia redenta e ricordata come una diva..o meglio... una martire!!..

Ed ora tutto il mondo la perdonerà...perchè ha pagato con il sangue le sue colpe..e la amerà acquistando i suoi dischi,adorando le sue immagini ed ascoltando le sue canzoni..l'espiazione è compiuta.


il ragionamento non fa una piega...
Anubi - Ven Lug 29 2011, 19:11:56
Oggetto:
Mantenos ha scritto:
C'è sempre qualcuno che sfrutta le circostanze per un rito o per una comunicazione.


Beh questa a 6 gg dalla morte potevano almeno evitarla Rolling Eyes

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


-----------------



(estratto)
L'autopsia sul cadavere di Amy Winehouse, stando all'Hollywood Reporter, non ha infatti svelato le cause della morte della cantante, avvenuta sabato 23 luglio nella sua casa di Camden Square a Londra.

La Metropolitan Police indagherà ancora le cause del decesso ed avrebbe aperto per la morte di Amy Winehouse un fascicolo post mortem denominato "Section 20". Nei casi di morte in Gran Bretagna quando un decesso non ha bisogno di ulteriori indagini viene aperto un fascicolo "Section 19" stando al Coroner's Act del 1988.
Un postmortem Section 20, come nel caso di Amy Winehouse, significa che "ci sono ragionevoli cause per sospettare che la persona abbia avuto una morte violenta o innaturale o comunque che necessita ulteriori indagini".

***Stefy*** - Mar Ago 09 2011, 00:32:00
Oggetto:
...Caliamo un velo pietoso... Confused

Citazione:


Lady Gaga interpreta Amy Winehouse in un film




Mantenos - Mar Ago 09 2011, 01:02:54
Oggetto:
Carpeoro in una nota conferenza sui Simboli arriva a dichiarare qualcosa di strano che però non approfondisce più di tanto (peccato).


3.20 circa

Dietro a molti delitti musicali (a cui lo stesso Peter Greenway dedica una serie sibillina The Death of a Composer series, ispirati alle morti di dieci compositori, da Anton Webern a John Lennon) si nasconderebbe la mano di un noto produttore musicale. Carpeoro sostiene di collegare la morte di Sharon Tate, moglie di Polansky (rimando a Rosemary Baby) all'omicidio di J. Lenon fino a quello di M Jackson.

il nome in questione che collega queste morti è Phil Spector.

devo dire che la sua carriera è costellata di morti un po ovunque... ma ovviamente il mondo del Rock tra droghe e alcool giustifica quasi tutto come suicidio e autolesionismo.


Vorrei ricordare che in Italia, hanno fatto una strana fine, anche se per motivi probabilmente piu geopolitici che rituali, autori come Luigi Tenco, Rino Gaetano e molti altri... L'ipotesi di una morte non naturale ma con "intervento esterno" ha più che una probabilità verosimile.
Azteca - Mar Ago 09 2011, 10:13:26
Oggetto:
Amy Winehouse usando droghe di tutti i tipi era schiava pure lei del sistema il quale solo apparentemente combatte questo tipo di abusi.
Amy Winehouse non era più produttiva però per le case discografiche, non era più purtroppo neanche capace di tenere un concerto. Per cui le case discografiche probabilmente avevano bisogno di investire su di lei in altro modo, e quale miglior modo se non sfruttandone la morte a 27 anni.

Si parla già di un film sulla sua vita. la candidata ad interpretarne il ruolo?
...Lady Gaga!!!

Insomma sacrificata all'altare della NeoDea.


Disorder - Mar Ago 09 2011, 10:35:32
Oggetto:
Disorder ha scritto:
Io penso che arrivati ad un certo punto, invece di far tramontare naturalmente queste "stelle", le eliminino per mitizzarle.
Lo sappiamo che quasi tutti gli artisti guadagnano e fanno guadagnare più da morti che da vivi...


Sono assolutamente d'accordo con Azteca, lo scrivevo già un pò di post fa. Ad avvalorare questa tesi c'è il fatto che ora gli album di Amy Winehouse sono in vetta a molte classifiche musicali.
La cantante stava troppo male, non riusciva più a produrre, annullava concerti e quando riusciva a stare in piedi veniva fischiata dai sui stessi fans. In una società dove "produrre" è l'obbiettivo principale, lei era un peso morto. Hanno trovato un modo per renderla di nuovo produttiva i cani.


Come cantavano i CCCP nella canzone "Morire":

Non so dei vostri buoni propositi
perchè non mi riguardano
esiste una sconfitta
pari al venire corroso
che non ho scelto io
ma è dell'epoca in cui vivo
la morte è insopportabile
per chi non riesce a vivere
la morte è insopportabile
per chi non deve vivere
lode a Mishima e a Majakovskij
tu devi scomparire
anche se non ne hai voglia
e puoi contare solo su di te
PRODUCI CONSUMA CREPA
SBATTITI FATTI CREPA
PRODUCI CONSUMA CREPA
CREPA
RIEMPITI DI BORCHIE
SBATTITI FATTI CREPA
ROMPITI LE PALLE
COTONATI I CAPELLI
RASATI I CAPELLI
CREPA CREPA CREPA CREPA

***Stefy*** - Mar Ago 23 2011, 23:29:11
Oggetto:
Citazione:


Amy Winehouse, da autopsia niente droga





nemesis - Gio Ago 25 2011, 03:08:03
Oggetto:
Salve a tutti, ho tradotto un articolo di Vigilant Citizen sulla questione e pensavo potesse interessarvi.
Non sono molto bravo con il computer ma provo ad allegarlo qui sotto.

Amy Winehouse ed il Club 27
Di VC | 18 Agosto, 2011 | (translated into Italian by nemesis)
La prematura morte di Amy Winehouse è un evento triste ma ha portato in molti, allo stesso tempo, un senso di deja-vu. E’ infatti una dei tanti artisti morti all’età di 27 anni e una delle tante celebrità che hanno perso la vita in circostanze strane. Ma in queste morti, c’è qualcos’altro che balza all’occhio?


Famosa per la sua particolare voce e per il suo stile animoso e famigerata per le sue controversie e consumo di sostanze stupefacenti, Amy Winehouse ha incarnato la classica dicotomia di una rock star: brillantezza artistica accoppiata con una tendenza all’autodistruzione. La sua morte prima del tempo, all’età di 27 anni, le ha fornito l’ultimo ingrediente richiesto a divenire una rock star memorabile: l’eterna giovinezza. Andando oltre la sua musica, Winehouse sarà ora ricordata come una di quelli che “vissero in fretta e morirono giovani” ed avrà per sempre quest’aura mistica che circonda chi è scomparso nel fiore degli anni. Non vedremo mai Amy Winehouse invecchiare e perdere la sua affilatura. Non la vedremo mai diventare una “è stata” che deve comparire in pubblicità di serie B per pagare le bollette . Morendo a 27 anni, Amy winehouse sarà per sempre ricordata come una fiammante diva che ha ispirato, scioccato, attratto e repulso la gente, tutto allo stesso tempo. Più importantemente di tutto. Morendo a 27 anni, Amy Winehouse è diventata l’ultimo membro del Club 27.
Il Club 27

Un poster simbolico ritrae I più famosi membri del Club 27
Il Club 27 (o Per Sempre 27) è il nome dato al gruppo di influenti stelle che sono morte alla giovane età di 27 anni. Anche se vi sono dozzine di artisti nel Club 27, i più noti sono Jimi Hendrix, Janis Joplin, Jim Morrison e Kurt Cobain. La maggior parte dei membri di questo club ha condotto una vita in qualche modo problematica e le cause della oro morte sono state circondate da un alone di mistero. Infatti, indagare sulle circostanze attorno alla morte di Jim Morrison, Jimi Hendrix e Kurt Cobain porta velocemente a domande senza risposta e a strane anomalie. Niente autopsie, nessuna causa definitiva di decesso e verbali di polizia dal carattere vago sembrano essere la norma in questi casi di alto profilo. In breve, possiamo capire che queste morti premature necessitavano di tutto questo pur di generare “teorie alternative” che riguardassero l’assassinio.
Amy Winehouse sembra purtroppo essere la candidata perfetta per il Club. Sebbene uno potrebbe replicare che non fosse l’iconica e rivoluzionaria artista che furono Hendrix ed altri, presentava con loro molte similitudini: uno stile unico, un grosso seguito, uso pesante di alcol e droga, una tendenza alla depressione e ad altri problemi mentali, una serie di cattivi amori ed infine (e più importantemente) un mucchio di domande senza risposta riguardo la sua morte.
Mega-Rituali
Il fenomeno delle stelle che muoiono in giovane età in circostanze strane va oltre il ben pubblicizzato Club 27. Mentre questo Club è “riservato” a cantanti morti all’esatta età di 27 anni, altri tipi di artisti sono morti in circostanze misteriose all’età di 30 anni. Recentemente, le morti di Heath Ledger (vedi l’articolo in proposito intitolato “L’immaginario del Dottor Parnaso” e il sacrificio di Heath Ledger) e Brittany Murphy hanno seguito lo stesso motivo come quelli descritti sopra. Abbastanza stranamente, sembra appaia spesso un accumulo dei media attorno a queste figure prima della loro morte che documentano il loro strano comportamento o i loro problemi personali. Erano queste morti premeditate e parte di un qualche macabro rituale portato avanti dall’elite incline all’occulto a capo dell’industria? Vengono le star carismatiche portate in alto verso la fama per essere poi sacrificate e creare un mega rituale mondiale? E’ l’onda di shock e dolore che circonda questi eventi imbrigliata in qualche modo da occultisti di grande potenza? Questi concetti possono sembrare ridicoli per la persona comune ma per gli iniziati occulti, la potenza magica di un sacrificio umano è stato riconosciuto e documentato dai rituali di molte antiche civiltà. In “Società segrete e guerra psicologica”, l’autore Michael A. Hoffman II scrive:
“ La questione del controllo dell’umanità mediante parole esoteriche e simboli cosificati all’interno di una rappresentazione teatrale, di uno spettacolo dei media o di un rituale è uno dei più difficili da capire per la gente. Ecco perchè la maggior parte delle persone sono viste con assoluto disprezzo come “cowan”, “profani”, “gentili” e “goyim” dagli iniziati alle società segrete.”
Sui mega-rituali Hoffman scrive:
“[alcuni omicidi] sono omicidi rituali che coinvolgono un culto protetto dal governo degli Stati Uniti e e le corporazioni dei media con grandi legami con la polizia.
Tali uccisioni sono invero cerimonie intricatamente coreografate; messe in atto prima su una scala molto intima e segreta fra gli stessi iniziati in modo da programmarli, poi su una scala complessiva, amplificata in modo incalcolabile dai mezzi di comunicazione di massa elettronici.
Quello che otteniamo alla fine è un lavoro rituale altamente simbolico trasmesso a milioni di gente, una inversione satanica, una messa nera, dove i “banchi” sono riempiti dall’intera nazione ed attraverso cui l’umanità è brutalizzata e destabilizzata in questa, la fase “Nigredo” del processo alchemico.
- Michael A. Hoffman II, Società segrete e guerra psicologica.
Negli anni ‘40, il poeta e direttore di teatro francese Antonin Artaud presisse l’avvento di mega rituali occulti nei media. Artaud era un adepto di diverse forme di occultismo ed era ben conscio dei poteri trasformativi dei rituali teatrali: egli creò il famigerato “teatro della crudeltà” che intendeva cambiare profondamente il pubblico. Riguardo all’elaborazione della mentalità di gruppo, Artaud scrisse:
“A parte l’irrilevante stregoneria di maghi di paese, vi sono numeri di malocchio globale in cui tutte le coscienze allertate partecipano in maniera periodica… Ecco come strane forze sono risvegliate e portate sulla volta astrale, alla cupola oscura che viene costruita su tutti grazie all’ aggressività velenosa delle menti malvage della maggior parte delle persone…la formidabile e tentacolare oppressione di un tipo di magia civica che presto si mostrerà senza maschere.”
In Hollywood, I soggetti di questi rituali sono spesso manipolati e controllati mentalmente e le loro morti sono spesso “annunciate” in un modo o nell’altro attraverso lavori simbolici. Ne “L’immaginario del Dottor Parnaso”, l’ultimo film in cui è apparso Heath Ledger, il tema del sacrificio è estremamente importante. In una scena importante, vediamo le immagini di tre celebrità che sono morte giovani: Rodolfo Valentino, James Dean e la principessa Diana. Guardando queste fotografie, una donna dice a Johnny Depp – che era uno dei sostituti di Heath Ledger nel film – “Queste persone … sono tutte morte”. Depp risponde:
“Sì …ma immortali per sempre. Non diverranno mai vecchi o grassi. Non diventeranno malati o dementi. Sono oltre la paura perchè loro sono … per sempre giovani. Sono dèi … e tu puoi unirti a loro.”
Poi aggiunge:
“Il tuo sacrificio deve essere puro.”
Queste frasi del copione erano state pensate per essere dette da Heath Ledger:.

Ritratto di Vincent Fantauzzo, un amico di Ledger, che rappresenta gli alter ego che gli sussurrano all’orecchio. Questo dipinto è stato completato poco prima della morte.
Prima della sua morte prematura, Brittany Murphy è apparsa in molti strani scatti fotografici. Alcuni di essi alludevano al controllo mentale Monarch e a rituali occulti.

Foto di Brittany Murphy in relazione al controllo mentale.


Brittany Murphy circondata da individui mascherati in uno scenario rituale occulto in una foto fatta poco prima la sua morte.



Il caso di Amy Winehouse
Al momento in cui scrivo questo aricolo, la causa esatta del decesso di Amy Winehouse è ancora da determinare ( il decesso a causa di alcol è spesso citato). Come molte morti strane di celebrità, al pubblico verrà probabilmente data in pasto una vaga spiegazione che riguardi alcol e droga. E, come in molte morti strane di celebrità, alcuni elementi strani verranno in superficie, contraddicendo la versione “ufficiale” della causa di decesso, dando il via a voci, speculazioni e versioni alternative.
Vi sono già testimoni che hanno descritto strani avvenimenti poco prima della sua morte. In questo articolo del telegiornale, un vicino della Winehouse ha affermato che c’erano “urla, ululati e qualche sorta di tamburo battente” che provenivano dalla sua casa proprio prima che morisse.
Morte di Amy Winehouse: un vicino a Camden ha sentito ‘urla e ululati’
Uno dei vicini dice che è convinto lei sia morta nelle prime ore di Venerdì perche ha sentito delle urla. “Penso che qualcosa sia accaduto quella notte. Sembrava come qualche strano gioco sessuale, C’erano urla ed ululati”. L’uomo, che non sarà nominato, ha detto che è stato svegliato dal rumore attorno alle 2 di mattina. “Sembrava veramente strano all’udito, e mio figlio ed io abbiamo sentito qualche tipo di tamburo che batteva.”
Questo pomeriggio ho udito uno (o una) degli amici della Winehouse che piangeva nella casa, ed ho allora capito che era morta. Crede che un amico l’abbia lasciata a casa dopo una notte fuori, sia ritornato questo pomeriggio ed abbia trovato il corpo. “E’ stata abbastanza riservata ed ecco perchè, quando ho sentito quei suoni – le urla- ho pensato che non fosse da lei. Ho detto a mio figlio: ”forse ha preso una cattiva droga”.
Dice di averla vista circa tre settimane fa mentre veniva aiutata ad entare in casa dai suoi accompagnatori, e che alle 10 del mattino era incapace di camminare. “Non riusciva a camminare, riusciva malamente a mettere un piede di fronte all’altro” Il gatto, Sky, sarebbe venuto in casa sua (del vicino) per il cibo e per dormire, ha riferito..
La proprietaria di un ristorante locale, Ze Silva, 56 anni, ha detto che la Winehouse sarebbe venuta tanto regolarmente come 2 volte alla settimana. L’ha vista lo scorso Martedì ed ha detto che aveva smesso di bere. “Non ha preso nulla da bere. Mi ha detto: “Cara, non darmi niente di alcolico.Non bevo più”. Era normale. Parlava con tutti, si faceva riprendere in foto con I ragazzini, dava loro degli autografi. “Era una brava ragazza, sono molto triste”.
La Winehouse andava al ristorante, A Baia, per giocare a biliardo con le sue guardie del corpo e li mandava a prendere le loro colazioni fritte da portar via. Fiori, orsacchiotti e candele sono state lasciate accanto ai nastri della polizia che bloccano Piazza Camden to play snooker with her bodyguards and would send them to get her takeaway fried breakfasts. Flowers, teddies and candles had been left next to the police tape blocking off Camden Square. Su un biglietto si legge: “Non sarai dimenticata da Camden. Tutti ti amiamo e continueremo ad amarti. La tua leggenda continua a vivere.”
- Lodon 24, Amy Winehouse death: Neighbour in Camden heard ‘screaming and howling’
Questo ci porta alla domanda più importante: è stata la morte di Amy Winehouse un omicidio oppure un sacrificio rituale? Era sotto controllo mentale e finita dai suoi maneggiatori? E’ la sua morte semplicemente il risultato dell’esposizione ad una industria destabilizzata?
Dopo la morte della Winehouse, la cantante Kelly Clarkson ha inviato su Tweeter un messaggio interessante sull’accaduto.
“Ho sentito le notizie su Amy Winehouse. Sono incredibilmente triste. Non la conoscevo ma l’ho incontrata qualche volta e l’ho sentita cantare prima che saltasse in aria. Era una bella e talentuosa sagazza. Sono arrabbiata. Che spreco per una persona così dotata. Che peccato che non abbia visto speranze ed abbia continuato a condurre la vita in quella tenuta. Sono stata così in basso emozionalmente e mentalmente e posso dire che è opprimente. Mi continuo a chiedere come mai alcuni di noi sono risparmiati mentre altri sono messi ad esempio. Sono molto arrabbiata e triste. Non so perchè questo mi stia agitando in questo modo. A volte penso che questo lavoro sarà la morte di tutti noi. Forse è perchè da bambina, alla scuola domenicale ho imparato che Dio non voleva falsi dèi o idoli. Pensavo fosse tremendamente egoista da parte di Dio da bambina, ma ora credo di avere capito. Non voleva che seguissimo persone o cose che sono imperfette e non tanto (fatte) per i seguaci quanto per quegli dèi o idoli che non saranno mai quello che la gente desidera che siano perchè noi siamo stati creati imperfetti. Sapeva che non saremmo stati in grado di gestire la pressione, la vergogna, la gloria, o il potere che le luci di scena portano Sono sconvolta. Sono anche estremamente grata per le persone che mi amano e mi sostengono. Senza questi incredibili amici e famiglia, chissa dove sarei adesso? Le mie preghiere e i miei pensieri sono con la sua famiglia ed i suoi amici. Sono così triste per la vostra perdita. Prego per la pace nei vostri cuori.
Buttata giù dal treno della libertà?

Amy da bambina.

Una profetica scultura di Amy Winehouse del 2008 chiamata “ La sola rock star buona è una rock star morta.”. Ritrae Amy Winehouse colpita da un proiettile in testa che giace al suolo senza vita. Vicino a lei c’è una raccapricciante maschera di Minnie Mouse, che, come descritto in vari altri articoli, può rappresentare il controllo mentale degli Illuminati (sebbene lo scultore abbia affermato che la maschera si riferisca al famigerato video della Winehouse che gioca con dei topolini).
Nel libro di Fritz Springmeier “La formula degli Illuminati per creare uno schiavo controllato mentalmente, viene affermato riguardo agli schiavi mentali che:
“I programmatori/padroni li programmano aspettandosi che “saranno buttati giù dal treno della libertà” quando arriveranno ai 30 anni. (Treno della libertà è il nome in codice per il controllo mentale Monarch basato sul trauma. Essere buttati già dal treno della libertà vuol dire essere uccisi)
Le vittime del controllo mentale in genere muoiono ad una giovane età per via di varie ragioni. In primis, secondo gli esperti del controllo mentale basato sul trauma, per lo strazio, la tortura ed il controllo esercitati sulle vittime non possono essere sostenuti indefinitamente attraverso il periodo adulto. Ad un certo punto, intorno ai 30 anni, la programmazione si usura, causando un ritorno di lucidità per le vittime. Questo contatto con la realtà è spesso traumatico e causa per la vittima una grave depressione e l/apparire di sintomi di malattie mentali quali l’MPD (distorbo di personalità multipla) ed il consumo di droghe pesanti ed alcol. Alcune vittime dotate di eccezionalmente forti volontà e carattere riescono a liberarsi dai legami del controllo mentale (fino a un certo punto). Per impedire che esse “parlino”, sono spesso rintracciate ed anche loro buttate giù dal treno della libertà.
“Se uno schiavo non si sottomette oppure ha bisogno di essere buttato già dal treno delle libertà, può diventare una utile statistica. Basta semplicemente innescarli a compiere un omicidio e restare a guardare mentre la polizia li abbatte. Il NWO guadagna così una statistica in più ed un altro caso per spingere il pubblico spaventato ad accettare il controllo armato.
La Winehouse era quindi sotto controllo mentale e necessitava di essere buttata giù dal treno della libertà? Difficile da dire. Mostrava chiaramente I sintomi tipici di una “vittima dell’industria” ed alcune sue relazioni (in particolare Blake Fielder-Civil) sembrano aver impersonato il ruolo di “domatore (in modo simile alla relazione di Mariah Carey con Tommy Mottola e la relazione della fu Anna-Nicole Smith con Howard K. Stern). Ci sono molti livelli di controllo mentale e la Winehouse potrebbe non essersi sottoposta all’intero processo Monarch. In ogni caso, semplicemente porre una persona già vulnerabile nell’ambiente tossico dell’industria musicale e mettere la macchina delle celebrità in azione, completa con le costanti molestie dei media, è abbastanza traumatico da indurre l’instabilità mentale che spiana la strada al controllo mentale. ”
Nonostante il suo successo, la Winehouse non è mai stata una “pedina dell’industria come in altri casi descritti su questo sito (Vigilant Citizen). La sua riluttanza (o incapacità) a uniformarsi al modello possono essere stati una causa della sua fine. La figlioccia e protetta della Winehouse, Dionne Bromfield, sembra invece perfetta per quel ruolo.

L’ultimo spezzone del video della Bromfield “Foolin’”, messo in commercio due mesi prima della morte della Winehouse. Mostra il segno delle “pedine dell’industria degli illuminati”.
Per concludere
Sebbene sia difficile sapere la causa esatta della morte di Amy Winehouse, il suo caso è certamente non unico. C’è infatti un motivo che sembra ripetersi quando osserviamo le morti premature di giovani celebrità. Se uno confrontarsse le le vite e le circostanze che hanno condotto alla morte di queste stelle, si accorgerebbe di importanti somiglianze ed intuirebbe che importanti pezzi di puzzle sono spesso mancanti dalla versione ufficiale dei fatti. Da umili origini, queste stelle raggiungono un grande livello di popolarità. Ad un certo punto, però, tutto va terribilmente storto e viene seguito da una umiliante, inevitabile discesa piena di droga.
Quel pezzo mancante è quel che va terribilmente storto? Se questi artisti non sono il diretto risultato del controllo mentale Monarch, una “figura di domatore” senza dubbio esiste nel loro entourage, e li manipola ed influenza a favore di un comportamento autodistruttivo.
I media spesso si aggiungono ed amplificano i probemi delle star, ritraendoli come tossicodipendenti con disturbi mentali. Quando la loro morte è annunciata, il mondo è scioccato ma non –così- sorpreso. Le droghe e l’alcol sono, come sempre, il capro espiatorio perfetto.
E come si suol dire... “il caso è chiuso”.
Come mai la cultura pop è ossessionata da sesso e morte, dove le stelle salgono e catturano l’amore di milioni di persone, e poi vengono abbattute? In una industria permeata di simbolismo occulto, comandata da individui che credono in poteri occulti, è possibile che veri rituali occulti siano realmente condotti? E’ lo shock collettivo causato dall’annuncio della morte di un personaggio famoso usato come psicodramma in modo da imprimersi nella coscienza collettiva? Certo, non tutte le morti delle celebrità sono il risultato di rituali e molti di essi accadono perche, come sapete, le cose capitano. Una cosa comunque resta costante: Le morti sono sintomatiche del lato oscuro del campo dello spettacolo, che è tossico su molti livelli. Essere catturati in questo mondo e provare ad uscirne è, per citare la canzone di Amy Winehouse, Una Qualche Guerra Empia.
[img][/img][img][/img][img][/img]
nemesis - Gio Ago 25 2011, 03:15:44
Oggetto:
purtroppo non capisco come si faccia ad allegare le immagini, dunque potete guardarvele su

Decag - Dom Ago 12 2012, 21:48:50
Oggetto:


Ex di Amy Winehouse, overdose
dopo aver trovato sms mai letti

Jack o' the Green - Lun Ago 13 2012, 12:40:28
Oggetto:
decag il tuo link rimanda a un video di nek . . .
Decag - Lun Ago 13 2012, 21:41:46
Oggetto:
grazie Jack
Jack o' the Green - Mar Ago 14 2012, 12:27:09
Oggetto:
di niente, cmq questo articolo non parla di sms non letti . . .
Decag - Mer Ago 15 2012, 13:43:08
Oggetto:
in effetti il primo link che avrei voluto postare era questo



poi non so bene come (magie del multitask) ho postato Nek...che vergogna Smile

Dopo che me lo hai fatto notare ho velocemente caricato il primo risultato che mi ha dato google

dal mio punto di vista l'aspetto interessante è che l'ex marito e compagno di vita se ne andrà proprio come la cantante.

Qualcuno potrebbe obiettare che è normale visto il loro stile di vita, però erano tutti e due in riabilitazione, la Winehouse non toccava alcol da parecchi mesi, tant'è che la causa del decesso ha ricevuto un nome da libro di testo, sembra una di quelle cause di morte che tirano fuori negli episodi di CSI, morte da STOP and GO.



Fino adesso avevo sentito di artisti che si sono sparati, sono affogati, overdose da farmaci o da droghe (c'è differenza?), cancro, epatite ed aids(se esiste). Prima volta in vita mia che sento uno che beve 5 litri di alcol e muore prima di perdere i sensi o la capacità di tenere in mano un bicchiere, davvero questa mi sembra una morte tipo autostrangolamento.

Se l'autopsia è attendibile più verosimile che le abbiano fatto ingurgitare l'alcol forzatamente e se necessario anche fermato il cuore con un'iniezione.

Troppo arzigolato? perchè complicarsi la vita in questo modo, più semplice overdose da eroina, forse perchè si chiamava WINEhouse e con il vino doveva andarsene.

Invece Blake Fielder-Civil nemmeno beveva, però la compagna dice chè la notte prima di entrare in coma quando è tornato a casa puzzava di alcol e sottolinea lei stessa di esserne rimasta stupita e delusa.

Insieme nella vita e nella morte come gli scomparsi Brittany Murphy e Simon Monjack.
Jack o' the Green - Mer Ago 15 2012, 14:04:06
Oggetto:
in effetti é curioso che il corriere riporta la notizia in un modo e il messaggero in un altro, cmq devo ringraziarti perché hai rispolverato un topic che mi era sfuggito e leggendolo ci ho trovato riflessioni molto interessanti. Razz
siria - Ven Dic 28 2012, 14:36:37
Oggetto:
Riaperto il caso di Amy Winehouse 17 dicembre 2012

Citazione:
Amy Winehouse death probe reopened - CNN.com
... The pathologist found no traces of tablets in Winehouse's stomach and said her organs appeared to be normal.

A verdict of misadventure means that it is judged to be an accidental death in which no law was broken or criminal negligence involved. ...


Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB