Poteri occulti

Vicende personali - A little help

Luthien - Mer Set 12 2012, 09:51:48
Oggetto: A little help
Ciao a tutti, mentre scrivevo a Conny nelle presentazioni, mi è venuto in mente di scrivere anche qui...ora vi spiego Smile
Io ho la simpatica facoltà d non sentirmi mai sola anche in case vuote, ho visto i soldati della prima guerra mondiale nel salotto di casa a 13 anni, mio bisonno che non ho mai visto chiamarmi per nome (e poi riconoscerlo in una vecchia foto), un bambino con alle spalle una storia tristissima (vi dice niente il cognome Pascucci?) dirmi :"aiutami, non lasciarmi, ti voglio bene"...tutto questo in sogno. Senza escludere tutte le notti in cui mi chiamano per nome!
Quest'ultimo periodo è stato più calmo...ma mi sento sempre in allerta, come se stessi pronta per eventuali segnali (ogni tanto ho premonizioni di qualcuno che muore - più da piccola, però- , e nel 75%dei sogni che faccio o vedo strane mareggiate o vere e proprie apocalissi...non vi dico neanche come mi sveglio)
vogliamo magari escludere la sgradevole sensazione di realtà prossima (avvertita sin dalla più tenera età) data da certi film di fantascienza quando tutti mi dicevano che erano solo stupidate?E poi, sin da piccola, non ho mai preso per oro colato la storia dalla rivoluzione francese in su...quando sono a casa dai miei mi drogo di documentari sulla storia più recente e mi rendo conto che non mi servono per andare a fondo...
c'è stato un periodo in cui volevo fare la scienziata o l'astronauta, anche per capire "cosa si nasconde dietro..." diciamo che la mia preparazione ora mi sta risultando parecchio utile per capire gran parte di questi post!!

_onestamente, vorrei capire cosa diavolo abbia, perchè, se mai avessi qualche dote da affinare, mi servirebbe chi mi aiutasse!....ci spero sempre....anche perchè, crescendo, un po' tutto questo si sta facendo sempre più rado. Non dico ora che voglio essere una preveggente da tv che ti dà i numeri del lotto, ma visto che tanto si parla di altre realtà, vorrei solo non perdere il contatto...non ho paura!
Elecri - Mer Set 12 2012, 11:06:47
Oggetto: Re: A little help
Luthien ha scritto:
visto che tanto si parla di altre realtà, vorrei solo non perdere il contatto...non ho paura!


Approfitto di questo tuo appello per parlare della mia esperienza.

Innanzitutto: se non hai paura, non perderai alcun contatto. A seconda della tua spiritualità, dedicati alla meditazione o alla preghiera, non ''chiamare'' mai e lascia sempre che siano loro a venire a te.

Da ragazzina ho avuto esperienze abbastanza agghiaccianti, di cui preferisco parlare poco. Ho fatto training autogeno per allontanare da me il rischio di contatto con altre dimensioni, per il fatto che vivevo in un contesto molto ristretto e si iniziava a pensare seriamente che fossi pazza. Dimostrando poi il contrario con le arti divinatorie, lasciando molte persone come si dice ''a bocca aperta'', iniziai a farmi fama di fenomeno da baraccone, strega e quant' altro.. insomma, in un modo o nell'altro ho preferito coltivare altri aspetti di me.

Ma capita talvolta di vedere, sentire, cose che mi capitano attorno e si sono manifestate anche chiaramente a chi mi vive vicino adesso. Ora che vivo in un contesto molto più aperto, potrei recuperare determinate facoltà e tornare a praticare ''l'altra dimensione''.. ma la divinazione va contro i miei principi religiosi attuali, e il mondo degli spiriti con cui ho avuto esperienza, dico la verità, mi fa paura. Anche perchè le manifestazioni che mi capitano hanno ben poco di tranquillizzante e pacifico. Mi si rizzano i peli sulle braccia anche adesso, solo a pensarci Shocked

Anche io come te ho sempre ''visto oltre'' le cose (infatti sono un'appassionata di libri di fantascienza!). Non ho mai ascoltato un TG nella mia vita adulta senza mettere in dubbio ogni singola parola veniva detta.. eppure sono apposto, è, psicologicamente stabilissima Laughing

A me in sogno non capitano mai manifestazioni, e se sogno un defunto è chiaramente un ''refuso'' della mia mente, nessun contatto diretto ma solo proiezioni psichiche.

Ho paura di quello che mi succede NELLA REALTA'. Consigli per non avere paura?
Conny75 - Mer Set 12 2012, 11:33:41
Oggetto:
Interessentassimo ragazze....
Per non avere paura ti consiglio di tirar fuori tutta la tua curiosità...se sei curiosa e provi ad andare in fondo alle cose la paura viene meno.....
Almeno per quanto mi riguarda, ad oggi, funziona così, se una cosa mi spaventa invece di scapparne provo ad indagarci sopra e la curiosità mi toglie la paura....
Forse qualche anno fa c'erano cose che mi spaventavano, ora invece magari mi incurisioscono. Wink
Elecri - Mer Set 12 2012, 12:06:34
Oggetto:
Conny75 ha scritto:
Interessentassimo ragazze....
Per non avere paura ti consiglio di tirar fuori tutta la tua curiosità...se sei curiosa e provi ad andare in fondo alle cose la paura viene meno.....
Almeno per quanto mi riguarda, ad oggi, funziona così, se una cosa mi spaventa invece di scapparne provo ad indagarci sopra e la curiosità mi toglie la paura....
Forse qualche anno fa c'erano cose che mi spaventavano, ora invece magari mi incurisioscono. Wink


Mmm.. ci proverò ma sarà una bella sfida! Sentire voci che ti chiamano (malissimo!!) in piena notte, ombre che ti passano vicino, rumore di piatti distrutti in cucina, poi vai in cucina ed è tutto perfettamente in ordine.. mah! C'è poco da essere curiosi Shocked

Però mi sono capitate anche cose belle, pochi giorni dopo la morte di persone care.. una mattina io e il mio compagno BASITI ci siamo trovati il caffè PRONTO E FUMANTE in cucina.. e nessuno aveva messo piede in cucina: io ero a letto, lui in bagno che mi diceva ''Dai preparalo tu il caffè oggi!''..e due minuti dopo, il profumo di caffè per tutta la casa Very Happy Very Happy Che felicità quella volta!! Ancora adesso a distanza di due anni ne parliamo e ci meravigliamo!
Conny75 - Mer Set 12 2012, 12:17:34
Oggetto:
WOW!!!!
Bellissimo il caffè in tavola....
un pò meno le voci che ti chiamano nel cuore della notte effettivamente Wink
Luthien - Mer Set 12 2012, 14:26:32
Oggetto:
Ei, quanti spunti avete dato!!
Volevo dire a Elecri che spesso e volentieri, soprattutto perchè ero più piccola, mi spaventavo parecchio. Ricordo che una delle poche volte in cui sono stata tranquilla è stata quando ho visto i soldati, e il mio avo. Spesso e volentieri invece, soprattutto quando mi sentivo chiamare per nome, o toccare, era agghiacciante, ragion per cui se devo prendere sonno mi addormento con un lenzuolino anche con 50 gradi centigradi!!!
Spesso non vengo creduta, mi si ride in faccia, mi si chiama "ghost whisperer"... Sad è imbarazzante anche perchè solo due o tre persone mi sulle7 che lo sanno mi hanno creduta! Sai com'è, ti apri, racconti...e ti guardano come una da internare. Come te, una persona che ha avuto altre esperienze di contatto, mi ha chiesto per favore di NON CHIAMARLI MAI, perchè non so mai chi potrebbe arrivare...
L'altro defunto che mi ricordo di aver visto, il bambino, non lo conosco, ma conosco la sua storia e se vorrai te la racconterò, anche in questo topic.

tutta la mia passione è cominciata con un esame di archivistica, il cui argomento riguardava il giornalismo; arrivati all'omicidio moro e allo scandalo p2 mi è sembrato sai cosa?che queste cose giacessero nella mia mente da sempre e bastasse un niente, una virgola, a far scattare tutto. Assurdo vero?da li', poi, sai...caso Orlandi, Banda della Magliana, Ior, e via discorrendo...fino a qui.
Tanto fu l'ardore che pensai di completare la specialistica in Storia dell'Arte Moderna e iscrivermi a Scienze Politiche, o Storia Contemporanea. Solo che, ovviamente...non l'ho fatto.
Ora mi comporto come Clara Malaussene, che fotografava i cadaveri per superare la sua paura!
Devo capire, devo affinare le mie capacità... Smile
In effetti, Conny, abbiamo un atteggiamento molto simile, su queste cose
... Smile
Conny75 - Mer Set 12 2012, 14:40:44
Oggetto:
Racconta del bambino, poverino.....sono curioso!

In ogni caso se ti hanno creduta 3 persone su 7 tra i tuoi amici è un'ottima percentuale dai! Wink
Luthien - Mer Set 12 2012, 17:02:37
Oggetto:
Allora, sogno di passeggiare tra Cagliari e Roma, quando un bambino, visibilmente malato, viene e mi abbraccia. "chi sei?" chiedo. Il bambino si chiama Pascucci di cognome, ha vissuto durante la prima guerra mondiale ed il suo papa' è medico a roma, credo al Gemelli. Lui mi fa vedere queste cose senza parlare...
Io faccio per andare, visto che ero con il mio ragazzo dolcemente dico:"no, bambino, io ho un ragazzo, vedi?" e lui mi dice:"per favore, io ti voglio bene, aiutami!"
E, sempre senza parole, vedo che il bimbo è malato, non crescono le ossa...deve portare una strana impalcatura con delle cinghie e ogni giorno il papa' gli fa delle iniezioni. Solo che niente di ciò fa effetto...alla fine, il papa', disperato, gli fa un'iniezione d'aria (credo), sale fino al tetto di un caseggiato dell'ospedale, si spoglia e si lancia giù...
Conny75 - Gio Set 13 2012, 09:01:10
Oggetto:
Mamma mia....una storia tristissima per davvero....povero bambino, chissà quanto ha sofferto e con lui il suo papà.... Crying or Very sad
Luthien - Gio Set 13 2012, 09:46:59
Oggetto:
La mia sensazione era che lui avesse scelto me, ma purtroppo non ho una base documentaria da cui partire! :O
Ero e sono angosciata...è successo anni fa ma quando ci penso mi si riempie il cuore di tristezza. Non so come aiutarlo!
Conny75 - Gio Set 13 2012, 09:54:54
Oggetto:
Magari se ci pensi intensamente lui potrebbe rifarsi vivo....e potresti aiutarlo...o forse ha risolto in altro modo il suo problema....spiriti beningni ma inquieti che prima di passare il tunnel vogliono risolvere ancora qulche cosa qui, in questo mondo.
Luthien - Gio Set 13 2012, 10:25:14
Oggetto:
anche solo per portargli un fiore...
Conny75 - Gio Set 13 2012, 10:30:46
Oggetto:
hai pm Wink
Conny75 - Gio Set 13 2012, 16:23:48
Oggetto:
Ma anche quando dormi pesantemente ti succede ???
Conny75 - Gio Set 13 2012, 16:28:07
Oggetto:
Ci sono dei luoghi in cui avverti una sensazione strana giusto??? Oppure solo in casa ti succedono queste situazioni???
Mantenos - Gio Set 13 2012, 18:35:57
Oggetto:
Avere una parte animica e sensibile cosi risvegliata può essere soltanto un privilegio. Tutto il resto conta poco. Come l'idea di essere giudicati o sentirsi diversi.

C'è un bel libro di Salman Rusdhie che tratta in parte questo argomento e di come il potere abbia voluto eliminare i bambini dai "superpoteri" (Midnight's Chlidren, I bambini della Mezzanotte). Ma esistono molte storie e favole che parlano del potere interiore. E dei miracoli che noi possiamo fare. Provate a leggere il vangelo dell'infanzia di Tommaso dove si parla dei poteri del Gesù piccolo. Ancora un bambino.

E assai probabile che tutti noi incontriamo la lucicanza nella nostra vita (vedi Shining, dove Danny è un altro bambino). Ma che molti non riconoscano l'evento, la persona o il fenomeno. O che altri si spaventino per una cattiva "educazione" che in realtà è un pressante condizionamento.

E invece le cose strane accadono. Anche nel mondo onirico; o nelle sensazioni; o nel sogno lucido. Insomma, sapere di essere se stessi e di non essere un diverso/a. Tutt'altro. Significa portare Spirito e Anima in se stessi. Riconoscerli

A patto di non fare un "idolo" feticcio di queste esperienze. Di non banalizzarle. O di raccontarle al primo che capita. Alcune cose appartengono alla nostra sfera intima e privata. E forse vanno condivise con chi non ti canzona o scetticamente fa battute disdicevoli. E ne so qualcosa, purtroppo...


A me il caffè non me l'hanno mai preparato. Anzi al Bar me tocca aspettà sempre...!
Elecri - Gio Set 13 2012, 21:06:48
Oggetto:
Mantenos ha scritto:
Alcune cose appartengono alla nostra sfera intima e privata. E forse vanno condivise con chi non ti canzona o scetticamente fa battute disdicevoli. E ne so qualcosa, purtroppo...



Già. Mi fido di questo forum, questa piccola fetta di mondo popolata da esseri ultra sensibili, ma ieri, dopo aver scritto la parte riguardante il mio passato ho avuto un attimo di pentimento.. Avrò affidato davvero una parte della mia storia in buone mani? Sono cose che ho raccontato solo alle amicizie più intime, anche perchè spesso questi argomenti spaventano, e con loro chi li porta. Bè, l'anonimato a volte aiuta Very Happy


Mantenos ha scritto:
A me il caffè non me l'hanno mai preparato. Anzi al Bar me tocca aspettà sempre...!


E ma insomma Mantenos! La mia migliore amica questa me l'ha ripetuta cento volte! Laughing
Mantenos - Gio Set 13 2012, 23:38:44
Oggetto:
L'anonimato aiuta. Permette di essere più leggeri. E penso che non ci sia niente di male....


Aggiungo: sarò pure ultimo a prendere il caffè. Anzi, saremo pure ultimi... ma gli ultimi saranno i primi... Se non altro per la pazienza e la capacità di osservare il mondo... Forse!
Luthien - Sab Set 15 2012, 00:52:59
Oggetto:
Conny75 ha scritto:
Ma anche quando dormi pesantemente ti succede ???


il mi sonno è sempre molto molto pesante, svengo appena chiudo gli occhi...i miei amici mi hanno soprannominata "narcolettica!"
Mia madre riporta un episodio di sonnambulismo in cui chiamavo un certo Adalo, per il resto da bambina tendevo a parlare molto nel sonno ma ora mi limito a mugolare o piangere.
Alcuni di questi sogni che ho fatto si sono verificati indipendentemente dalle canne o dal vino, per quello che ne so però dopo una sbronza ho dormito "senza sogni".
"percepisco" non solo a casa mia, ma anche a casa dei miei nonni paterni (da piccola ho sognato che venivo attirata dentro da acqua e un grosso gatto nero si attaccava al mio polpaccio) - che dall'88, anno di morte di mio nonno, fino a una decina d'anni fa è rimasta disabitata, visto che mia nonna, disabile, è stata trasferita in una struttura apposita prima della sua morte; casa di mia zia paterna, una zona limitrofa a una chiesetta del mio paese d'origine, due delle case in cui ho vissuto a Roma, casa dei nonni di un mio amico in Calabria,...diciamo che spesso percepisco, non è una cosa circoscritta a casa mia.Non so se al tuo amico può interessare, ma ho una fifa fottuta degli specchi, la notte..da quando, ospite di miei zii in un paese del nord Sardegna, sognai che, mentre mia mamma mi spazzolava davanti a un mobile antico da camera (la consolle, quella lunga con lo specchio addossato al muro), una persona "mostruosa" si muoveva dietro a me...
Luthien - Sab Set 15 2012, 00:57:25
Oggetto:
Io ho provato a dirlo a chi credevo mi potesse non prendere per pazza...quando mi son vista canzonata ci son rimasta parecchio male! diciamo che mi fido di chi popola questo forum...anche se non vi conosco!! Smile
Conny75 - Lun Set 17 2012, 10:29:51
Oggetto:
Gli sciamani toltechi scoprirono la presenza di esseri oscuri posti direttamente sullo sfondo del campo energetico umano e per questo difficilmente individuabili. Gli stregoni videro che questi esseri oscuri si cibavano della lucentezza della consapevolezza di ogni individuo, riducendone sempre di più la patina luminosa. Le entità oscure sono particolari esseri inorganici, coscienti e molto evoluti e poiché si muovono saltellando o volando come spaventose ombre vampire furono chiamati los Voladores, ovvero quelli che volano.

Don Juan: «Sei arrivato, e con le tue sole forze, a ciò che per gli sciamani dell’antico Messico era la questione suprema. Per tutto questo tempo non ho fatto che menare il can per l’aia, insinuando in te l’idea di un qualcosa che ci tiene prigionieri. Ed è davvero così!» Carlos: «Perché questo predatore ci avrebbe sottomessi nel modo che stai descrivendo, don Juan? Dev’esserci una spiegazione logica.» Don Juan: «Una spiegazione c’è ed è la più semplice che si possa immaginare. I predatori hanno preso il sopravvento perché siamo il loro cibo, la loro fonte di sostentamento. Ecco perché ci spremono senza pietà. Proprio come noi alleviamo i polli nelle stie…» (1)

I Voladores si nutrono solo di un determinato tipo di energia e, come vedremo, noi produciamo molta di quella energia. Questo ci fa essere le prede ideali da mungere quotidianamente. Il danno energetico che questa azione predatrice ci arreca è immenso. Siamo esseri magici dotati di possibilità infinite condannati a brandelli di consapevolezza: i Voladores consumano regolarmente la patina luminosa – che torna a crescere per sua natura – e come impeccabili giardinieri tengono l’erba rasa sempre allo stesso (misero) livello. Gli sciamani vedono che la patina di luminosità rimastaci è una piccola pozzanghera di luce sotto i piedi, che non arriva nemmeno agli alluci. Questa consapevolezza rimastaci è davvero poca cosa e ci permette giusto di interagire nel mondo quotidiano fissato dalla socializzazione, ma certo non ci dà modo di comprendere la nostra reale situazione o di riconoscere che condividiamo lo stesso destino degli animali che alleviamo. Come inconsapevoli schiavi ci identifichiamo nei nostri predatori e riproponiamo i loro nefandi comportamenti con la natura in generale inquinando, disboscando, distruggendo e «sfruttiamo noi stessi senza ritegno i nostri animali: li mungiamo, li tosiamo, prendiamo loro le uova e poi li macelliamo o li rendiamo in diversi modi sottomessi e mansueti. Li leghiamo, li mettiamo in gabbia, tagliamo loro le ali, le corna, gli artigli ed i becchi, li ammaestriamo rendendoli dipendenti e gli togliamo poco a poco l’aggressività e l’istinto naturale per la libertà.» (2)

Ci manca l’energia, non possiamo fare altro che specchiarci, nella pozzanghera di consapevolezza, in un limitato e illusorio riflesso di sé, una falsa personalità. «La coscienza delle suole rispecchia la nostra immagine, la nostra superbia e il nostro ego, i quali alla fine non sono altro che la nostra vera gabbia.» (3)

L’esigua pozzanghera di consapevolezza è l’epicentro dell’egocentrismo in cui l’uomo è inconsapevolmente intrappolato. Ci hanno tolto tutta l’energia, ma ci hanno lasciato proprio quella che ruota intorno all’Ego! E proprio facendo leva sul nostro egocentrismo i Voladores creano fiammate di consapevolezza che poi voracemente consumano. I predatori alimentano l’avidità, il desiderio smodato, la codardia, l’aggressività, l’importanza personale, la violenza, le emozioni forti, tutti gli eccessi, l’autocompiacimento ma anche l’autocommiserazione. Le fiamme energetiche generate da queste qualità “disarmoniche” sono il loro cibo prediletto. I Voladores non amano invece la qualità vibrazionale della consapevolezza, dell’amore puro, dell’armonia, dell’equilibrio, della pace, della sobrietà… in una parola aborriscono la qualità energetica della crescita evolutiva, e hanno ogni vantaggio nel boicottare ogni nostro incremento di coscienza.

«La nostra mentalità da schiavi, che nella cultura giudeo-cristiana ci promette consolazione nell’aldilà, non porta alcun vantaggio a noi stessi, bensì ad una forza estranea, che in cambio della nostra energia ci fornisce credenze, fedi e modi di vedere che limitano le nostre possibilità e ci fanno cadere nella dipendenza.» (4)

Secondo don Juan sono stati proprio i Voladores a instillarci stupidi sistemi di credenza, le abitudini, le consuetudini sociali, e sono loro a definire le nostre paure, le nostre speranze, sono loro ad alimentare in continuazione e senza ritegno il nostro Ego.
Conny75 - Lun Set 17 2012, 10:32:07
Oggetto:
Ho incollato questo articolo perchè magari queste entità, definite "voladores" dai nativi americani, potrebbero essere quelle che tu sei riuscita a scorgere nello specchio avendo una sensibilità maggiore di quella delle persone comuni.
Conny75 - Lun Set 17 2012, 10:33:32
Oggetto:
Non c’è da meravigliarsi dunque del fatto che i bambini hanno spesso paura di demoni, mostri, spiriti o strane ombre (l’Uomo Nero) che secondo loro si nasconderebbero sotto il letto, dietro le porte, negli armadi, etc. I bambini piccoli vedono e solo quando hanno raggiunto una certa quota di socializzazione smettono di vedere, e ciò che prima era visibile si manifesta come inconscia presenza, come inquietudine, paura, disperazione, depressione…

«La mente di quello che vola non ha rivali. Quando si propone qualcosa non può che concordare con se stessa e indurti a credere di aver fatto qualcosa di meritevole. La mente di quello che vola ti dirà che qualsiasi cosa dica Juan Matus è solo un mucchio di sciocchezze e quindi essa stessa concorderà con la sua affermazione, “ma certo, sono sciocchezze” dirai tu. È così che ci sconfiggono.» Don Juan Matus (2)

Il recente film The Matrix dà forma in maniera efficace a queste tematiche castanediane: il Tonal dei toltechi – ovvero il mondo quotidiano frutto della socializzazione e mantenuto dall’attività della mente – è Matrix, una terrificante trappola che consente a delle entità (in questo caso macchine) di depredare l’energia degli esseri umani. I pensieri che attraversano la nostra mente sono certamente “nostri”, ma la mente, attraverso la socializzazione, ne dirige il percorso in modo tale che essi sono “liberi” non più di quanto lo sia un treno su delle rotaie. I dati sensoriali sono i nostri, ma il software che guida il pensiero è estraneo.



Il pensiero ricrea costantemente il mondo così come lo vediamo (o meglio, così come ci è stato insegnato a vederlo. Fermare il pensiero per gli sciamani toltechi significa “fermare il mondo” e vedere le cose come sono veramente: pura energia.
Don Juan spiega che gli sciamani possono sconfiggere l’installazione estranea attraverso una vita di impeccabilità (uso strategico dell’energia) perché la disciplina strema in modo incommensurabile la mente aliena. La disciplina e la sobrietà sono qualità della consapevolezza che rendono la patina di splendore dell’uovo luminoso sgradevole al gusto dei Voladores. Ogni volta che si interrompe il dialogo interiore e si entra nel silenzio interiore si affatica la mente del predatore in modo così insostenibile che l’Installazione Estranea fugge. Successivamente essa ritorna, ma indebolita. Attraverso ripetuti stati di silenzio interiore l’Installazione Estranea prima o poi viene sconfitta e non torna.

Ogni volta che si interrompe il dialogo interiore, il mondo così come lo conosciamo collassa e affiorano aspetti di noi del tutto straordinari, come se fino a quel momento fossero stati sorvegliati a vista dalle nostre parole. Don Juan sostiene che il giorno in cui la Mente Estranea ci abbandona è il giorno più triste e difficile, poiché siamo costretti a contare solo sulle nostre forze e non c’è più nessuno a dirci cosa dobbiamo fare. Dopo un’esistenza di schiavitù, la nostra vera mente è molto debole e insicura e deve ritrovare la sua identità.
Jack o' the Green - Lun Set 17 2012, 11:49:58
Oggetto:
interessante, potresti gentilmente citare la fonte, vorrei approfondire.
Jack o' the Green - Lun Set 17 2012, 11:50:39
Oggetto:
interessante, potresti gentilmente citare la fonte, vorrei approfondire.
Jack o' the Green - Lun Set 17 2012, 11:51:14
Oggetto:
interessante, potresti gentilmente citare la fonte, vorrei approfondire.
Conny75 - Lun Set 17 2012, 12:18:07
Oggetto:
voladores su google e ti esce un bel pò roba interessante.
Conny75 - Lun Set 17 2012, 12:19:18
Oggetto:


Dai un'occhiatina anche qui visto che ci sei Wink
Jack o' the Green - Lun Set 17 2012, 13:30:27
Oggetto:
grazie Smile
Jack o' the Green - Lun Set 17 2012, 13:44:37
Oggetto:
grazie Smile
Luthien - Lun Set 17 2012, 14:23:22
Oggetto:
Forse hai centrato il punto....
Conny75 - Lun Set 17 2012, 14:39:46
Oggetto:
Lthien se ti sono statao iq ualche modo d'aiuto mi fa piacere Wink
Luthien - Lun Set 17 2012, 16:26:44
Oggetto:
Si, ho letto il tuo mp! ora aspetto il responso, vediamo che succederà Smile
volendo, posso postare tutti i sogni che faccio partendo da domani. A quel punto chiamate lo strizzacervelli! Wink
orizontas - Lun Set 17 2012, 16:59:34
Oggetto:
Luthien ha scritto:
Si, ho letto il tuo mp! ora aspetto il responso, vediamo che succederà Smile
volendo, posso postare tutti i sogni che faccio partendo da domani. A quel punto chiamate lo strizzacervelli! Wink


Già, mi sa che qui può aiutarti solo lui e avrà molto, ma molto da lavorare.
Luthien - Lun Set 17 2012, 22:38:59
Oggetto:
Simpaticone... Crying or Very sad
Conny75 - Mar Set 18 2012, 08:46:57
Oggetto:
ok tesò Wink
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Powered by phpBB2 Plus based on phpBB