Indice del forum

Poteri occulti

Sito per discutere di misteri italiani, massonerie, mafie, e altro.

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

THE SHOW IS OVER
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Nuovo ordine mondiale
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
umbertoeco

Apprendista
Apprendista


Iscritti



Registrato: 17/07/15 13:09
Messaggi: 46
umbertoeco is offline 






italy
MessaggioInviato: Lun Nov 28 2016, 19:06:56    Oggetto:  THE SHOW IS OVER
Descrizione: note a caldo sul 5150 di Kanye West, in progress
Rispondi citando

THE SHOW IS OVER


19/11/2016 Golden 1 Center, Sacramento California: “press, get ready to have a field day because this show is over”. Con queste parole alla fine di una lunga dichiarazione (i giornali americani la chiamano rant) dopo aver suonato soli tre pezzi e gettando a terra il microfono, Kanye West ha concluso un concerto già iniziato abbondantemente in ritardo. Il 21/11/2016, dopo nemmeno due giorni, Kanye West viene portato, in manette e contro la propria volontà, al Ronald Reagan UCLA Medical Center di Los angeles e internato. In Italia lo chiamiamo TSO, trattamento Sanitario Obbligatorio. In California si chiama 5150 (fa 11) -fiftyone-fifty- la formula retorica è sempre la stessa "for his own health and safety”, per il suo bene.
Perché il più influente musicista contemporaneo vivente è stato rinchiuso in un ospedale psichiatrico contro la propria volontà, non ci è dato di saperlo. Le prime agenzie stampa hanno detto che soffrisse di stanchezza data da privazione del sonno e da superlavoro. Successivamente qualche agenzia ha battuto la notizia che Kanye non volesse essere nemmeno toccato dagli infermieri e dai dottori che sono andati a prenderlo con la forza. Altre agenzie hanno descritto Kanye west come paranoico: ‘Kanye West has suffered from paranoia and it has only grown worse during his hospitalization, according to reports. The "Famous" rapper believes his doctors are out to get him and had even refused to let them touch him for a period of time, sources close to West and his wife Kim Kardashian told TMZ’. Queste informazioni, che sono state digerite bene, come sempre, dall’opinione pubblica, sono ovviamente insufficienti come causa per il ricovero coatto di una persona libera in ogni paese che non sia una dittatura. Che Kanye West non volesse essere toccato dai dottori che sono andati a prenderlo con la forza per rinchiuderlo in una clinica psichiatrica, non sembra una reazione paranoica ma l’unica reazione possibile, e il fatto che questa reazione sia stata descritta come paranoica è un classico rovesciamento causale: a) sono andati a prenderlo con la forza per rinchiuderlo b) Kanye West, oltretutto senza mettere in atto comportamenti violenti che non sono stati menzionati da nessuno, chiede di non essere nemmeno toccato c) Kanye West è paranoico perché non vuole essere toccato dai medici e crede che i medici lo vogliano rinchiudere ingiustamente. C’è una logica in queste dichiarazioni della stampa? Descrizioni di come Kanye West sia stato pericoloso per sé o per gli altri non ce ne sono (alle agenzie stampa ed ai giornali in genere non interessa approfondire le cause, si rimane il più possibile sulla catena degli effetti); si è puntato una pistola alla tempia? Ha puntato una pistola contro qualcuno? niente di tutto questo viene fuori da nessuna agenzia di stampa, e pare ovvio che un uomo adulto con i mezzi che ha West avrebbe potuto curare anche meglio la propria stanchezza a casa propria. Tutta questa faccenda dell’internamento di Kanye ha un andamento così lineare e così facile da leggere da costituire di per sé un pratico manuale ‘for dummies’, a disposizione di tutti voi, di come vengono messe in atto le difese dei poteri occulti. Un caso esemplare, dispiegatosi in una frazione di tempo anche molto breve, che mette a dura prova la cecità di chi si rifiuta di vedere come realmente funzionano le cose a Hollywood (e non solo a Hollywood). Diciamo pure che in questo caso, dovendo agire in fretta, non hanno nemmeno badato tanto a salvare le apparenze. Il soggetto mettetecelo voi.
Intanto, prima di tentare una analisi di quello che ha detto Kanye West a Sacramento, cioè della causa per cui West è stato rinchiuso in una clinica psichiatrica, vediamo di capire meglio di quale clinica psichiatrica si tratta.


I il Ronald Reagan UCLA Medical Center di Los Angeles

E’ un ospedale locato nel campus della University of California in Los Angeles (UCLA, appunto) in Westwood. L.A. E’ correntemente considerato il terzo miglior ospedale degli Stati Uniti d’America da US News and World Report. UCLA Medical Center ha Centri di Ricerca che coprono praticamente tutti gli aspetti della medicina. Alcuni Centri di Ricerca del Ronald Reagan (RR), in particolare i centri di ricerca sugli studi mentali, sono stati celebri, in passato, per comparire nelle liste degli ospedali coinvolti negli esperimenti sul controllo mentale e per aver ricevuto fondi dalla CIA, via DARPA, sempre nell’ambito delle sperimentazioni sul controllo e la programmazione mentale. Il Dr. Peter Breggin, di Harvard, nella sua battaglia contro la medicina sperimentale del Celeberrimo Dr. Delgado, un pioniere degli studi sul controllo mentale, ha testimoniato in tribunale di come alcune persone da lui visitate, ad esempio Leonard Kille, fossero state impiantate in esperimenti avvenuti all’UCLA medical center di Los Angeles ed al Boston Medical Center. Il direttore del Neurophyschiatric Institute e presidente del Department of Psychiatry alla UCLA è stato, fino alla morte avvenuta nel 1999, Louis Jolyon ‘Jolly’ West, considerato un ‘agente sotto contratto’ della CIA, faceva parte di un network di dottori e scienziati che studiava gli effetti di allucinogeni e droghe all’interno del super segreto programma denominato MK Ultra. A lui furono affidati gli ingenti fondi governativi per la creazione di un Centro di Studi Sulla Riduzione della Violenza, dove si studiavano gli effetti della desensibilizzazione e riprogrammazione degli individui, mediante la visione massiccia di documenti filmati violenti e raccapriccianti. Dalla conoscenza di questo Centro di Studi Kubrick si ispirò per la realizzazione delle scene di Arancia Meccanica dove Alex viene sottoposto ad un trattamento riabilitativo. Sempre il Dr. Jolyon West fu chiamato ad esaminare Jack Ruby, l’assassino di Lee Harvey Oswald, il quale aveva iniziato a parlare di una cospirazione della destra conservatrice dietro all’omicidio Kennedy. Sulla base della diagnosi di ‘Jolly’ West, Ruby fu forzatamente sottoposto a trattamento per disordini mentali ed imbottito di psicofarmaci fino a morire successivamente per cancro, in prigione. L’UCLA Medical Center è l’ospedale dove è morto (il 29-2-2012, 29 fa 11) , per ipertrofia cardiaca, Andrew Breitbart, l’attivista di destra che accusava la protesta di Occupy Wall Street di essere eterodiretta da qualche oscura longa mano. Sempre l’UCLA è l’ospedale dove è morto in circostanze molto dubbie Michael Jackson, dove sono state ricoverate Amanda Bynes, Farrah Fawcett, Britney Spears e Lindsay Lohan, per fare alcuni nomi.
Il Ronald Reagan non sarà la fabbrica degli orrori ma è certamente un posto sicuro dove poter lavorare sulle persone che creano problemi, un ospedale dove i poteri occulti hanno sicuramente qualche connessione e si sono infiltrati.


II Cosa ha detto Kanye il 19-11 al Golden Center di Sacramento?

Sabato 19 Novembre Kanye west arriva al Golden Center di Sacramento in buon ritardo. Si comincia male. Il concerto in realtà durerà lo spazio di tre pezzi, poi comincia la dichiarazione di Kanye
che comincia con un ‘vaffanculo alla radio!’. Il discorso di Kanye sarà, come lo sono un po’ tutte le sue dichiarazioni, una serie di sentenze una dietro all’altra senza un senso apparente o perlomeno compiuto, ma questa volta il suo speech sembra veramente ispirato, e ne ha un po’ per tutti.

Kanye West - RANTS THEN LEAVES AFTER BARELY 3 SONGS [Live @ Golden 1 Center, Sacramento 11/19/16]

‘Stop it, stop it. Hey radio, fuck you! Radio, fuck you! Y'all don't want to lose again. A lot of people here tonight felt like they lost. You know why? Because y’all been lied to. Google lied to you. Facebook lied to you. Radio lied to you. Radio, fuck you!’
(Fermi, fermi: Hey radio vaffanculo! Vaffanculo radio! Voi non volete perdere ancora. Tanta gente, qui stasera, si sente come se avesse perso. Sapete perché? Perché vi hanno mentito. Google vi ha mentito, Facebook vi ha mentito, la radio vi ha mentito. Radio vaffanculo!)

Qui Kanye west parte sfanculando la radio, non è una cosa da poco per un musicista, e ammonisce il suo pubblico su come viene ingannato dai mezzi di comunicazione, vecchi e nuovi: Google, Facebook, la radio. Il riferimento alla sensazione di sconfitta (A lot of people here tonight felt like they lost) secondo me è legato alle elezioni presidenziali. Lo vedremo meglio più avanti, ma, per come la vedo io, ogni riferimento che Kanye fa alle presidenziali e ai due candidati scaturisce dalla sorpresa per come i poteri occulti (cioè tutte quelle persone che lui conosce bene) avessero programmato la vittoria di Hillary Clinton e come, asoprattutto per la debolezza di questa candidatura senza nessun carisma (nessuno ha mai amato Hillary Clinton, né i democratici né, tantomeno, i repubblicani), queste elezioni siano sfuggite di mano (anche se in fondo il candidato conservatore -Trump- è anch’esso parte degli stessi poteri, quindi l’agenda -prima donna alla presidenza degli stati uniti- si sposta solo di quattro anni, forse anche meno).

‘I know it’s a lot of real niggas working at radio, real people, real programming directors with wives and kids that love music, that can’t play what they want to play because they’ve been paid to play that bullshit over and over and over. And when I say that bullshit, what I'm saying is we love Drake, Drake is great. He’s a great artist. But Frank Ocean is great, too. But you know who the greatest of all of us? Who do y’all think? [Crowd shouts “Kanye” and other names] Nope. Kid motherfucking Cudi. Radio, fuck you!’
(Lo so che ci sono tanti neri che lavorano alla radio, gente vera, veri direttori della programmazione che hanno famiglia ed amano la musica, che non possono suonare la musica che vogliono perché sono pagati per passare tutte queste stronzate. E quando dico che sono stronzate sto dicendo che a noi piace Drake, Drake è grande. E’ un grande artista. Ma anche Frank Ocean lo è. Sapete chi è il più grande di tutti noi? Chi pensate che sia? No (non io), King stracazzo Cudi! Radio fottiti!)

Qui cerca di spiegare che non ce l’ha con i singoli operatori della radio, una precisazione doverosa, ma con chi controlla quello che deve e non deve passare in radio.
Drake: Il successo di hits come “Hotline Bling” e “One Dance” ha reso Drake probabilmente il più grande rapper del mondo, al momento. Ma il suo background canadese, la sua sensibilità e la sua autenticità sono costantemente messe alla prova dai suoi rivali. West e Drake erano al lavoro su un album insieme.
Frank Ocean: Il crooner R&B ha meno successo commerciale di Drake, ma è più acclamato dalla critica. Un astro nascente nel 2012, Ocean ha concorso come Best New Artist e Album of the Year ai Grammysquest’anno, ma ha perso in tutte e due le categorie. Ocean ha declinato di sottomettere i due album seguenti alla giuria dei Grammy dichiarando che l’organizzazione non rispetta propriamente l’arte nera– una mossa molto alla West.

‘Oh yeah, I’m on my Trump shit tonight. Radio, fuck you. Yeah, I’m taking his lead. I’mma just say how I say, be ‘Ye, and win. I’mma take his lead. Radio, fuck you! Radio, fuck you! Wait a second. Eh, is it, “Radio, fuck you? That’s what you’re saying?” Exactly.’
(Oh si, vi faccio la mia pippa alla Trump, stasera (radio: fottiti). Si, sto seguendo il suo esempio. Sto dicendo, come dico: sii te stesso e vinci. Sto seguendo il suo esempio. Radio fottiti! Radio fottiti! Aspetta un attimo, stai dicendo davvero 'radio fottiti'? Esatto.)

Trump, due giorni prima era stato a Sacramento, West era stato fischiato al concerto di San Jose per aver detto di non aver votato, ma che se lo avesse fatto avrebbe votato per Donald Trump. Non una cosa molto popolare da dire nella massicciamente Democratica Bay Area – gli sono arrivate addosso anche delle scarpe. Ripeto, a mio avviso tutto questo parlare di Trump nasce dalla sorpresa e dalla sensazione di riscatto per aver visto vincere il candidato che i poteri forti avevano piazzato lì proprio per facilitare la vittoria della Clinton. Kanye ne era al corrente, perché conosce gli ambienti del potere, e sa come i poteri occulti manovrano il consenso usando proprio le celebrità come lui o come tutte quelle che lui stesso frequenta: Jay Z, Beyoncé, Rihanna, Madonna, Miley Cyrus etc. Per lui, questo risultato a sorpresa è il segno di un grande cambiamento, è una prima sconfitta per quella legacy che lo tiene al guinzaglio. In questo Kanye West è molto ingenuo.

‘Not fuck the people that work at radio because these is real people that gotta feed they kids and they’re not being allowed to play that real shit because they think that in order to feed they kids they gotta play the same shit over and over and over. ‘
(Non dico fottiti alla gente che lavora alla radio, perché quella è gente vera che deve dare da mangiare ai propri figli ed a cui non è permesso di suonare questa merda vera, perché pensano che per poter dare da mangiare ai propri figli devono passare la stessa merda sempre e ancora sempre.)

Ancora per precisare che non vuole offendere tutti quelli che lavorano alla radio e che hanno una famiglia da mantenere.

‘I was raised by KMS 1, I was raised by Tribe Called Quest, I was raised by DMX. The last real nigga alive? Naw, nigga! We real niggas alive, we alive tonight, bruh! We alive tonight, bruh! Virgil Abloh is alive tonight, bro. A$AP Nast is alive tonight, bro. [A$AP] Bari is alive tonight, bro. Ian Connor is alive tonight, bro. [A$AP] Rocky alive tonight, bro. Aye, y’all love my show. When I say these names, y’all better scream for me. I don’t give a fuck if you know the names or not, go ahead, Google them. They will give you a little bit of factual information. They will give you that. Why did I name A$AP? Because that’s the future. That’s the niggas they got me and Cudi [...]. It’s life.’
(Io sono cresciuto con KMS 1, sono cresciuto con Tribe Called Quest, con DMX, l’ultimo vero nero vivente? No neri, noi siamo neri viventi, noi siamo vivi stanotte, fratelli! Noi siamo vivi stanotte, fratelli! Virgil Abloh (direttore creativo di Kanye) è vivo stanotte, fratelli! A$ap Nast è vivo stanotte, fratelli! A$ap Bari è vivo stanotte, fratelli! Ian Connor è vivo stanotte, fratelli! A$ap Rocky è vivo stanotte, fratelli! Allora: tutti voi amate il mio show, quando dico questi sarebbe meglio che urlaste, non me ne frega un cazzo se conoscete o no i loro nomi, cercateli su Google, ci troverete un po’ di informazioni. Ve le daranno. Perché ho fatto il nome di A$AP? Perché è il futuro. Questi sono i neri che prenderanno il posto mio e di Cudi. E’ la vita.)

 “Last Real Nigga Alive” -L’ultimo vero nero vivo’- è un pezzo del rapper NAS dall’album “God’s Son”.
West fa una lista di artisti emergenti che secondo lui non hanno ancora ricevuto i riconoscimenti che si meritano. Il più grande di questi è A$AP Rocky, che era in top ten on the charts con il singolo del 2012 “Fuckin’ Problems.”
Da notare che nella lista dei ‘Negri vivi’ non ci sono tutte quelle star dell’establishments che gli gravitano intorno, come, appunto Jay Z, Beyoncé etc. e sembra voler dividere il mondo black in ‘vivi’ (gli artisti ancora indipendenti) e ‘morti’ (tutti quegli artisti che fanno parte dei poteri occulti).

‘We’ve got a hundred years out here, a hundred years on this planet, bro, and we can have a utopia. We can love each other. But the rules gotta be fair. Khaled and Drake and radio and Doc and [Real] 92.3 and everybody. Is it just me or did you hear that song so many times “you say you wanna play for free.” Aye, aye. You know what it is, though? Because aye, I love Drake. I love Khaled. But they set that song up, bro. And let me tell you something: MTV, fuck you! Once again, as always’.
(Abbiamo un centinaio di anni di vita la fuori, cento anni in questo pianeta, fratello, e possiamo avere una utopia. Possiamo amarci l’un con l’altro. Ma le regole devono essere leali. Khaled and Drake and Radio and Doc and Real 92.3 e tutti gli altri. Sono io oppure avete sentito questa canzone così tante volte ‘hai detto che vuoi suonare gratis’. Sapete cos’è vero? perché, ecco, io amo Drake. Io amo Khaled. Ma loro hanno fatto questa canzone, fratello. E fatemi dire una cosa: MTV fottiti! Ancora una volta, come sempre.)

Riferito ai neri che ce l’hanno fatta come artisti: ‘ci siamo anche noi, da un centinaio di anni’. Chiede lealtà alla comunità nera, per il bene della stessa comunità.
92.3: Real 92.3 è una stazione radio di Los Angeles che passa hip hop e R&B.
“For free” (gratis): DJ Khaled e Drake hanno collaborato, questa estate, ad un pezzo intitolato “For Free.” che ha raggiunto il N° 13 nella Billboard Hot 100, quindi molto rilevante. Qui i riferimenti sono ridondanti, i pezzi rap rimandano l’uno all’altro (For free si riferisce anche a Lamar di ‘this dick ain’t free’) e le cose si complicano. Per semplificare credo che sia ancora un richiamo alla lealtà ed al non farsi la guerra tra neri.

‘I’m on my Trump shit tonight. Let me tell you what it is, bruh. Aye, you know me. I went down seven years of my life of motherfuckers hating me for saying Beyoncé had the best video. Hey, baby, let’s rock and roll tonight. Y’all might be experiencing a lot of pop shit, but the vibes is back. The prodigal son, Kid Cudi, has returned. The vibes is back. I know it’s going to be a lot of conversations after tonight.’
(Sono nel mio momento ’Trump’ stasera, fammi spiegare di cosa si tratta, fratello, mi conosci, sono stato nei casini per sette anni con i Motherfuckers (poi lo spiego chi sono) ad odiarmi per aver detto che Beyoncé aveva il miglior video. Hey baby, facciamo un po’ di rock and roll stanotte. Voi tutti avete a che fare con un sacco di merda pop, ma le vibrazioni sono tornate. il figliol prodigo, Kid Cudi, è tornato. Le vibrazioni sono di nuovo quì. So che ci saranno un sacco di commenti questa notte.)

Dichiara di voler parlare schietto, questa sera. Dice di essersi già messo nei casini nel 2009 con i ‘Motherfuckers’ per la faccenda di Beyoncé, ma che stanotte è pronto a rimettersi nei casini dicendo le cose come stanno: let’s rock’n Roll! Le vibrazioni,: la musica autentica, le cose autentiche, sono tornate (Clinton, il candidato programmato per vincere ha perso, e i rapper ‘vivi’ fanno la musica giusta).
I ‘Motherfuckers’: I ‘figli di puttana’, letteralmente ‘Chiavamamme’. West con questo termine si riferisce chiaramente a quelli che fanno parte del circolo occulto di Hollywood. Quelli che manovrano le celebrità, che manovrano la programmazione radio, che si muovono dietro allo showbiz ed alla politica. I ‘Motherfuchers’ sono ‘loro’.

Beyoncé: sapete tutti cosa ha fatto Kanye West ai 2009 MTV Video Music Awards, il video di Taylor Swift “You Belong to Me” ha battuto il video di Beyoncé’s “Singles Ladies (Put a Ring On It)” come Best Female Video. West è salito sul palco durante la premiazione di Swift, ha preso il microfono ed ha dichiarato: “Yo, Taylor, I'm really happy for you, I'm going to let you finish, but Beyoncé had one of the best videos of all time! One of the best videos of all time!" West è stato molto contestato per questo comportamento; anche Barack Obama ha detto che Kanye si è comportato come un cretino. In realtà quello che non è stato colto da nessuno è che Kanye West voleva mettere l’accento sulla questione razziale; se ci sono due artisti di livello che se la battono per un premio, il premio va a finire nelle mani di un bianco. Questo era il senso dell’irruzione di Kanye West sul palco.
Kid Cudi: Una volta collaboratore di West, rapper Kid Cudi ha avuto una questione con West quest’estate sulla faccenda dei ghostwriters, ha accusato west di farne uso. Una grande offesa.

‘Khaled, I know you got hitters from Miami. Please do not send them at my head. I just want to have a conversation about how we playing radio’s game. Khaled, you a real nigga. Khaled, you a real nigga. You got the keys. But as we learn all the politics that niggas was doing for years. Obama couldn’t make America great because he couldn’t be him to be who he was. Black men have been slaves. Obama wasn’t allowed to do this [screams] and still win. He had to be perfect. But being perfect don’t always change shit, bro. Being perfect don’t always change shit, bro.’
(Khaled, so che hai dei picchiatori di Miami, per favore, non mandarmeli contro. Voglio solo avere una conversazione su come usiamo la radio. Khaled, sei un vero nero, Khaled, tu sei un vero nigga, hai ‘le chiavi’. Ma da quello che abbiamo imparato con tutti i neri che hanno fatto politica in questi anni…: Obama non ha potuto migliorare l’America perché non ha potuto essere se stesso, i neri sono stati schiavi. A Obama non è stato permesso di fare questo (urla e si dimena), protestare e vincere. No, ha dovuto solo essere impeccabile, e solo essendo impeccabili, perfetti, non si cambiano le cose, fratelli. Essere impeccabili non cambia questa merda, fratelli.)
Qui si riferisce al fatto di come Obama sia stato né più né meno che un attore a recitare la parte del nero figo e presidenziale. La sua politica era diretta da qualcun altro. La sua politica era la stessa politica che qualsiasi altro politico bianco sarebbe stato costretto a fare.
“Keys” si riferisce al meme internet di DJ Khaled chiamato la “Chiave del Successo”

‘So, when I talk about MTV, let me explain something. I was hurt. Beyoncé, I was hurt because I wanted to present a video called “Fade” and I don’t expect MTV to help me. Mr. West, I don’t respect you. I will let you know that Beyoncé is winning the video tonight for “Formation” over “Hotline Bling” and “Famous.” They told me beforehand so I wouldn’t run on stage. Hey, bruh, y’all ain’t gotta fuck with me, but you know I got the vision and you know I’mma gonna keep it real with you. Beyoncé, I was hurt. I went down seven years on behalf of your—eh, nigga! Don’t [...] no shit while I'm talking. I am putting my career, my life, my public well-standing at risk when I talk to y’all like this. This is a moment in the [...], bro. The vibes is back. The vibes is back. Motherfuckers might feel a way about this tonight. Beyoncé, I was hurt because I heard that you said you wouldn’t perform unless you won Video of the Year over me and over “Hotline Bling.” In my opinion—now, don’t go trying to diss Beyoncé. She is great. Taylor Swift is great. We are all great people. We are all equal.
But sometimes, we be playing the politics too much and forget who we are just to win. ‘

(Quindi, quando parlo di MTV, lasciatemi spiegare: sono rimasto ferito. Beyoncé, sono ferito perché volevo presentare un video chiamato ‘Fade’, e io non mi aspetto nessun aiuto da MTV. Sig. West, non ho rispetto per lei. Le faccio sapere che che stasera Beyoncé vincerà come miglior video con ‘Formation’, su ‘Hotline Bling’ e Famous’. Me lo hanno detto in anticipo, così non avrei fatto una irruzione sul palco. Hey fratelli, voi non vi confondereste con me, ma sapete che ho la visione e sapete che la realizzerò con voi. Beyoncé, mi hai ferito, sono stato nei casini sette anni per aver fatto il tuo interesse. Hey neri! Non fate casino mentre parlo, sto mettendo la mia carriera, la mia vita , la mia posizione pubblica a rischio quando dico queste cose. questo è un momento… fratelli. La vibrazione è tornata. I Motherfuckers* si sentiranno un po’ strani a proposito di quello che sto dicendo stasera. Beyoncé, mi hai ferito perché ho sentito che avrei potuto suonare solo se tu avessi vinto il Video dell’anno su di me e sopra ’Hotline Bling’. secondo me adesso…non voglio provare a mettere in discussione Beyoncé, è grande, Taylor Swift è grande, siamo tutti grandi persone. Siamo tutti uguali, ma qualche volta facciamo troppa politica e dimentichiamo chi siamo solo per poter vincere.)

Qui West dice che si è sentito ferito dal comportamento di un’amica come Beyoncé. Secondo lui il comportamento di Beyoncé non è stato leale (di nuovo neri contro neri). Ribadisce che quello che dice stasera non fare sentire a proprio agio i ‘Motherfuckers’ (in america li chiamano illuminati), che sta mettendo in gioco la propria carriera e la propria vita dicendo quello che dice. Dice che non vuole parlar male di beyoncé ma che non ha senso farsi la guerra tra neri: siamo tutti uguali, siamo tutti grandi. Non perdiamoci in opportunismi politici.

‘Fuck winning. Fuck looking cool. Fuck looking cool. Fuck being cool. Fuck all that, bruh! I’ve been sitting here to give y’all my truth even at the risk of my own life. Even at the risk of my own success, my own career. I’ve been sitting here to give y’all the truth.’
(Vaffanculo vincere! Vaffanculo essere fighi! Vaffanculo apparire fighi! Vaffanculo a tutto questo, fratelli! Sono qui per dirvi tutta la mia verità al rischio della mia stessa vita, del mio stesso successo, della mia carriera. Sono qua sopra per dire a tutti voi la verità.)
Sarò naïf, ma questa parte dello speech di Kanye West mi piace molto: West ne ha piene le palle di tutta questa figaggine mainstream, costruita in laboratorio; a questa guerra a chi è più cool, più figo, a chi ha più followers, più premi e più riconoscimento sociale. Non so quanto possa essere credibile una affermazione di questo tipo proprio da uno che passa le giornate a disegnare sneackers per Adidas, ma trovo fantastico che proprio lui sia nauseato da tutto questo stile e questa fuffa su cui si costruiscono le carriere degli artisti più influenti.

‘Jay Z, call me, bruh. You still ain’t calling me. Jay Z, call me. Aye, bruh, I know you got killers. Please don’t send them at my head. Just call me. Talk to me like a man. I’m not trying to be the man. I just am a man, the same as anybody here. I ain’t above, below none of y’all. We all equal. We all equal. This is the vibes, bro. This is the future. This is the way of thinking to make America great again. Ha! You didn’t like that! Guess what? Y’all need the vibes.’ 
(Jay Z, chiamami fratello. Continui a non chiamarmi. Jay Z chiamami. Allora, fratello, so che hai dei sicari, per favore non mandarli contro di me. Chiamami. Parlami come un uomo. Non voglio dire che io sono un uomo speciale: sono un uomo, come tutti quelli che sono qui, non sono sopra nessuno di voi. Siamo tutti uguali. Tutti uguali. Questa è la vibrazione fratelli, questo è il futuro. Questo è il modo di pensare per fare l’America grande, di nuovo. Ah, non vi piace? Sapete cosa? io ho bisogno delle vibrazioni.)

Qui dice che Jay Z, amico e collaboratore di una vita, non si fa più sentire con lui. Dice che Jay Z ha dei sicari, quindi è al di sopra della legge, ed è piuttosto grave considerando che Jay Z e Beyoncé (sua moglie) frequentano personcine del calibro di Hillary Clinton, Obama e tutto l’establishment artistico e politico americano. West dice a Jay Z di farsi vivo al di fuori delle confraternite, di confrontarsi uomo a uomo. Siamo tutti uguali, comuni mortali, questa è la novità (vibe).

‘I was hurt. Feelings matter, bro. The way motherfuckers put money up so high, popularity, radio spins. Feelings matter, bro. Feelings matter, bro.’
(Mi hai ferito. I sentimenti sono importanti fratelli. Il modo in cui i Motherfuckers danno importanza ai soldi, alla popolarità, ai passaggi radio. I sentimenti sono importanti, fratelli.)

La novità è che contano i sentimenti. Non i valori dei ‘Motherfuckers’: Soldi, popolarità e passaggi radio. I sentimenti sono importanti. Gli stessi sentimenti che hanno portato l’americano medio a non fidarsi più degli endorsments delle celebrità miliardarie. Questa è la novità.

‘It’s a new world, Hillary Clinton, it’s a new world. Feelings matter. Because guess what? Everybody in middle America felt a way and they showed you how they felt. Feelings matter, bro. It’s a new world. It’s a new world, Barack. It’s a new world, Jay Z. Hey, don’t send killers at my head, bro. This ain’t the Malcolm X movie. We growing from that moment. Let ‘Ye be ‘Ye. And wait a second. Do y’all agree with that? Let ‘Ye be ‘Ye. Wait a second. I ain’t hear enough screams on that. Let ‘Ye be ‘Ye.’
(E’ un nuovo mondo, Hillary Clinton, è un nuovo mondo. I sentimenti sono importanti. Perché sai cosa? L’americano medio si è sentito trattato in un certo modo e ha mostrato quello che ha sentito. I sentimenti sono importanti, fratelli. E’ un nuovo mondo, è un nuovo mondo Barack. E’ un nuovo mondo Jay Z, hey non mi mandare i tuoi sicari, fratello. Questo non è un film su Malcom X. Siamo cresciuti da allora. E aspetta un secondo: siete d’accordo su questo? Fai che tu sia tu, Aspetta un secondo, non sento abbastanza approvazione su questo. Fai che tu sia tu.)

Qui vorrei precisare una cosa: Kim Kardashian, la moglie di West, l’anno scorso ha fatto endorsment per la Clinton, e anche West ha incontrato Hillary con Selfie e tutto quanto (probabilmente un endorsment dovuto ai ‘Motherfuckers’). La questione vera non è Hillary Clinton, come donna o come politico, o Trump: è il fatto di come i politici vengono imposti alla popolazione. L’incidente della elezione di Trump fa intravedere a West la nascita di una nuova consapevolezza da parte del cittadino medio, che non vuole seguire più i consigli di star improbabili come Madonna, che a sessant’anni promette pompini come ricompensa per il voto alla Clinton. La gente non si fida più dei lustrini: It’s a new world, Hillary Clinton!.

‘People, I'm not saying this out of my own well-being because it wouldn’t be smart out of my own well-being to say things like this. Radio, I done talked to you a bunch of motherfucking times. Y’all motherfuckers is behind the times. Because guess what, the Saint Pablo tour is the most relevant shit happening. The Saint Pablo tour is more relevant than radio and if y’all keep following old models, your ass is going to be Hillary Clinton. You might not like it, but they gotta hear it. I ain’t here to massage you with a fake truth, telling you that Hillary gon’ win over and over and over and then you wake up [and] you still can’t believe it! You know why? Because you was lied to by Google. You was lied to by Mark Zuckerberg.’
(Gente, non sono fuori di me quando dico questo, perché non sarebbe intelligente dire queste cose quando quando sei fuori di te. Radio, ti ho parlato un sacco di volte del cazzo. Tutti voi Motherfuckers siete rimasti indietro. Perché sai cosa? Saint Pablo tour è la merda più rilevante che c’è in giro. Il sant Pablo tour è più rilevante della radio e tutti voi seguite dei modelli vecchi, il vostro culo diventerà come Hillary Clinton. Potrebbe non piacerti quello che dico, ma loro lo ascolteranno. Non sono qui per rimbambirvi di bugie, dicendovi che Hillary vincerà ancora e ancora e ancora, e poi ti sveglierai e non ci potrai credere. Sai perché? Perché Google vi ha mentito, perché Mark Zuckenberg vi ha mentito.)

Kanye dice di non essere impazzito (sic), quello che sta dicendo lo dice consapevole dei rischi che comporta. Dice che la radio non vuole cambiare il modo di programmare i pezzi, dice che i ‘Motherfuckers’ (gli Illuminati) sono rimasti indietro. Le loro strategie sono vecchie come la Clinton stessa. Dice che potrebbe non piacergli (ai ‘motherfuckers’) quello che lui dice, ma che verrà ascoltato da molta gente. Lui non addormenta di cazzate la gente, come fa Google e quindi Mark Zuckenberg. (Google=CIA, Zuckemberg=burattino, facciata pubblica)
West ha sperimentato nuovi modelli per la diffusione della musica (tidal anche), che di fatto vogliono bypassare la radio, un mezzo obsoleto per Kanye West.

‘Mark Zuckerberg, you wanna call me now? Do I got the vision, Mark Zuckerberg? Was you wrong? When I said I was $53 million in debt and you didn’t call me, was you wrong? You ate dinner, you asked my friend Anthony Schiller to have dinner with me. I told you about Donda. You said you would help and you didn’t. Then you went to look for aliens. Me and Kid Cudi are aliens right here, bro. The vibes is back. [Talking to DJ] Take it all the way back to the beginning. Shia LaBeouf, Kid Cudi feels a way. Give him a call.’
(Mark Zuckenberg mi chiami adesso? Ho la visione Mark Zuckenberg? Ti sbagliavi? Quando ti ho detto che avevo 53 milioni di debiti e tu non mi hai chiamato, ti sbagliavi? Hai fatto poi cena, avevi chiesto al mio amico Anthony Schiller di poter venire a cena con me. Ti ho detto di Donda. Hai detto che mi avresti aiutato e non lo hai fatto. Poi sei andato a cercare gli alieni. Io e Kid Cudi siamo gli alieni, proprio qui, fratello. Sono tornate le vibrazioni. (parlando al DJ) rimandalo dall’inizio. Shia LaBoeuf, Kid Cudi si sente in un certo modo, chiamalo.)

Anthony Schiller: Schiller è co-fondatore e managing director di Kramlich Investment Co., un amico personale di Kanye.
Donda: La madre di West morta nel 2007 per un intervento di chirurgia plastica (la morte di Donda West ha fatto partire molte voci cospirazioniste). Donda è anche il nome di una società di contenuti creativi fondata da West

‘Q-Tip, I love you, bro. Don’t tell me how to be me, though. I love you. The Tribe album is dope. I love you. Don’t tell me how to be me, though. I’ve been me. I am me. ‘
Q-Tip, ti amo fratello. Non dirmi come devo essere. Ti amo. L’album The Tribe è pazzesco. Ti amo. Non dirmi come devo essere, io sono stato me, io sono me.

‘There’s a Richard Pryor interview that you can watch about people coming into power and not changing everything and just becoming a part of the power. That’s happened with musicians because they’re scared. I’m not scared. I’m here to change things. I am here to change things. And things won't change until people admit their own falsehoods. I got the visions, bro. That’s what I’ve been blessed with. My vision. I’m not always going to say things the perfect way, the right way. But I’m going to say how I feel. Right now, press get ready to write your passive-aggressive, LeBron James, racist comments. Season 4, racist comments. Get ready to have a field day, press. Get ready, get ready. Because the show’s over. [Drops mic]’
(C’è un’intervista di Richard Pryor che potete vedere, parla di gente che va al potere e non cambia le cose e diventa solo parte del potere. Questo è successo con i musicisti perché sono timorosi. Io non ho paura. Io sono qui per cambiare le cose. E le cose non cambiano fino a quando nessuno non ammette le loro falsità. Io ho la visione, fratelli. Questa è la mia benedizione, la mia visione. Non dico sempre le cose in modo perfetto, nel modo giusto. Ma sto per dirvi come mi sento. Adesso. Stampa stai pronta a scrivere il tuo passivo-aggressivo, Lebron James, commento razzista. Season 4, commento razzista. Stai pronta ad avere una giornata campale, stampa, stai pronta, stai pronta. Perché lo show è finito.)

Credo che l’intervista di Pryor a cui fa riferimento West sia questa, ma cene sono tante altre, Pryor era uno che diceva le cose come stanno:

Ecco perché West se ne è uscito con la frase sui neri che devono smettere di parlare di razzismo ed amplificare quel problema. West ha detto: viviamo in un paese razzista, lo sappiamo, ma piantiamola di parlare di razzismo. Alimentare il problema del razzismo è quello che vogliono da noi. Ecco il perché tutte le recenti uccisioni di neri. Bianchi contro neri: divide et impera. I ‘Motherfuckers’ vogliono alimentare questa rabbia contro il razzismo e la discriminazione dei neri, perché questo divide il popolo e gli impedisce di vedere qual’è il vero nemico: i ‘Motherfuckers’.
Kanye West dice: basta aver paura di questo establishment occulto, basta avere paura; Io non ho paura. Io sono qui per cambiare le cose. Ho questa visione.
E’ bello qua perché Kanye riconosce di non essere un grande oratore, ‘non dico sempre le cose nel modo giusto’, ma ribadisce che vuole dire le cose come le sente veramente, come realmente sono. West cita il passaggio in cui Pryor spiega che non importa quanto possono essere buone le tue intenzioni, quanto siano forti le convinzioni che ti spingono a voler veramente cambiare le cose, quando raggiungerai il potere verrai corrotto dal potere e realizzerai che non puoi cambiare niente. Questo è quello che è successo alle persone che west conosce bene, artisti del calibro di Jay Z, politici come Obama. Secondo West questi personaggi non sono coraggiosi abbastanza da mettere in gioco i benefici che questo potere ha portato loro. Lui non si sente così, e questa sera mette in gioco la propria carriera e la propria credibilità per dire chiaramente come stanno le cose.

Apparentemente il discorso di Kanye west non sembra così pericoloso, sembra piuttosto il solito delirio di una star infantile e capricciosa, ma non è così: Kanye non solo fa capire chi sta da una parte e chi sta da quell’altra, fa capire che vuole parlare chiaro e tirare fuori le cose che non si possono dire. Questo è molto pericoloso considerando che West ha miliardi di fans in tutto il mondo. Kanye è una superstar globale, ma non è affidabile come Jay Z. Kanye è sempre stato una testa calda, uno difficile da controllare, per questo motivo è stato messo sotto il controllo di un team affidabile come i Kardashians (KKK). Infatti il tour non è stato cancellato da Kanye, ma da Live Nation, l'organizzazione che si occupa di promuovere il Saint Pablo Tour del rapper: troppo pericoloso lasciare il microfono a Kanye west per più di venti date, oltretutto la prossima data sarebbe stata Los Angeles. Kanye West di fatto è stato interdetto e silenziato subito dopo il suo speech al concerto di Sacramento. Non si rinchiude una star del calibro di Kanye West in un ospedale psichiatrico se non ha fatto veramente qualcosa di straordinariamente pericoloso per se o per gli altri. Non esiste. Se anche Kanye avesse tirato un bilanciere in testa al suo trainer Pasternack (e non l’ha fatto, Pasternak sta da dio, e tutti i giornali hanno chiarito che non ci sono stati comportamenti violenti da parte del rapper), qualsiasi poliziotto intervenuto avrebbe cercato di minimizzare la cosa e di riportare tutto alla normalità, ci vuole poco a distruggere una carriera importante come quella di West. No, Kanye West è stato catturato come un cane randagio, rinchiuso e probabilmente imbottito di psicofarmaci.
Quello che sappiamo è che Kanye West non ha a disposizione smartphone, computer, tablet o cose con le quali potrebbe comunicare con il resto del mondo; che sua moglie Kim Kardashian ha dovuto imboccarlo per farlo mangiare (chissà che bombe di psicofarmaci gli devono aver dato). Che le sue condizioni sono peggiori di quanto non sembrasse al momento del ricovero.


III Cosa hanno detto i giornali

Come che succede in questi casi è partita subito una campagna stampa volta a mettere in cattiva luce e a screditare Kanye West. Queste campagne di discredito partono lentamente, per poter essere più credibili, e tendono a mettere in campo notizie vere ma con un twist sinistro. Un articolo esemplare è quello del ‘Post’ di Stefano Vizi. Ricordiamoci che il Post, giornale online del figlio di Sofri (parleremo dei Sofri), è il giornale dell’intervista di Fedocci al No Global ’Sangermano’; è il giornale che ha pubblicato i selfie davanti alle auto bruciate per le rivolte anti-expo; che ha pubblicato articoli dove si cerca di spiegare scientificamente come il cervello di un complottista abbia una forma diversa da un cervello normale. Ecco, l’articolo di Vizi, dando per scontato il declino artistico e psicologico di Kanye West, ci informa anche di come, quando Kanye West, nel 2009, fece la sua celeberrima irruzione sul palco degli MTV video awards, fosse ‘visibilmente ubriaco’. Mi sono rivisto il video svariate volte e non ho proprio capito: da cosa si vede che Kanye è ubriaco? Da niente, in quella occasione Kanye è Kanye al 100%. Ma scriverlo mette comunque un tarlo nella testa di chi legge e getta una luce più sinistra su di una azione, seppur goffa e ridicola, che voleva suscitare l’attenzione su una presunta discriminazione razziale. Non ho letto un articolo, fuori dal sottomondo complottista, che mettesse in discussione l’operato dei medici o che si interrogasse sulle cause reali di questo ricovero coatto. La tendenza della stampa è quella di cercare retroattivamente le tracce di questa presunta labilità psicologica del rapper. Le agenzie lanciano la notizia che Kanye West è impazzito, e i giornalisti tutti a spiegarci perché è impazzito. Non uno che cerchi di capire se è impazzito davvero o no. Così funziona la stampa. Potremmo approvvigionarci di notizie direttamente dalle agenzie e non cambierebbe niente.



IV Cosa succederà adesso

in aggiornamento:
- Martedì 29 Novembre: Kanye sarebbe dovuto uscire dal Ronald Reagan già ieri, ma ancora oggi è rinchiuso nella clinica psichiatrica. Le news dicono che ha avuto un No-go dai medici e che resterà ancora in ospedale. A questo punto le cause indicate come valide per il ricovero forzato non sembrano più sufficienti: stanchezza e privazione del sonno si curano in tempi brevi. Kanye è in ospedale da più di una settimana, ormai.
- Giovedì 1 Dicembre: Kanye West dimesso dall'ospedale. Nessuna intervista ancora, né dichiarazioni da parte di Kanye West.
Il mirror (Mirror.co.uk) scrive che West non potrà comunque fare dichiarazioni alla stampa o sui social networks, perché i propri medici gli proibiscono di usare telefono e computer, in pratica gli viene escluso qualsiasi contatto con il mondo esterno ed è in totale controllo dei medici che si prendono cura di lui.
mirror.co.uk:
This is why Kanye West won't launch into Twitter tirades after nervous breakdown as he leaves hospital


Kanye West may be out of hospital, but he won't be launching into a Twitter tirade any time soon, according to reports.
The Flashing Lights hitmaker reportedly spent a week receiving treatment for exhaustion and dehydration and has returned to his LA home with wife Kim Kardashian.
A source has told E! News: “Kanye is doing better,”
But, while the world speculates over his condition, Kanye will not be reading the headlines as he is steering clear of his phone and computer, under rules given by his doctor, the website reports.
The star, who is known for his lengthy rants and Twitter outbursts, will be sticking clear of social media.
Kanye was released from hospital after spending over a week receiving treatment.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Lun Nov 28 2016, 19:06:56    Oggetto: Adv






Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Nuovo ordine mondiale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Poteri occulti topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008